• VIGHINI SHOW

    OGNI GIOVEDI' SU TELENUOVO

    Lo show condotto da Gianluca Vighini. Ospiti di spessore, giocatori, giornalisti, opinionisti, tecnici e tifosi per un serrato dibattito sul Verona di Mandorlini. Dagli studi di Telenuovo all'HELLAS KITCHEN

  • BIANCOSCUDATI CHANNEL

    Ogni lunedì su Telenuovo Padova

    Quest'anno l'appuntamento è fissato per il lunedì: approfondimenti sul campionato del Padova, sulla partita, le intesviste, le polemiche. Con il vostro contributo tramite chiamate ed sms

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

CHIEVO
Continua la preparazione  <br/>in vista di Sassuolo

Continua la preparazione
in vista di Sassuolo

Seduta pomeridiana per i gialloblù guidati da mister Rolando Maran che porterà alla sosta per gli impegni delle Nazionali alle qualificazioni ai prossimi campionati Europei di calcio.Questo è stato il programma di oggi: attivazione ludica, esercitazioni di uno contro uno su tre porte, esercitazioni in inferiorità numerica di 2 vs 1 e 3 vs 2. Infine un torneo a tre squadre a campo ridotto a pressione. La prossima seduta è fissata domani mattina alle ore 11.00.
POLIZIA MUNICIPALE
No precedenza a pedone   <br/>Ubriaco multato

No precedenza a pedone
Ubriaco multato

Non dare la precedenza a un pedone può costare 18 punti e il ritiro della patente. E' quanto successo a un 25enne di Bussolengo che in via del Minatore stamattina alle 8.30 non ha dato la precedenza ad un uomo che stava attraversando sulle strisce pedonali. Manovra vista dai vigili che hanno fermato il ragazzo, risultato positivo all'alcoltest: Nonostante l'ora, infatti, il suo tasso alcolemico era già superiore all'1,50. Dei 18 punti decurtati 10 sono appunto per la guida in stato di ebbrezza e 8 per la mancata precedenza.
CRONACA
Rissa in Bra, interviene  <br/>pattuglia Esercito

Rissa in Bra, interviene
pattuglia Esercito

E' stata una delle pattuglie dell'esercito impegnata nel controllo "strade sicure" a sedare la rissa che ha visto coinvolti sei stranieri, alcuni armati di coltello, ieri in Piazza Bra. Allertati dai passanti, i militari sono intervenuti disarmando alcuni dei contendenti. Tornata la tranquillità i militari hanno poi portato i sei al comando provinciale dei Carabinieri di via salvo d'acquisto per gli accertamenti del caso.
PASSAGGIO PERICOLOSO
Tarmassia, quando il   <br/>pericolo diventa prassi

Tarmassia, quando il
pericolo diventa prassi

Non un caso eccezionale, ma una pericolosa prassi. Perchè, dicono i cittadini di Tarmassia, non era la prima volta (e molti temono che non sarà nemmeno l'ultima) che il passaggio a livello sulla strada per Salizzole rimanesse con le sbarre alte al passaggio del treno. "La foto su Facebook, l'ho vista" dice una ragazza. "A me non è mai capitato ma so che non è la prima volta. Capita, capita. E più spesso di quel che si pensi" commenta un quarantenne della bassa. "Il disguido in realtà è doppio commenta un ragazzo alla guida di un furgone. Perchè a volta la sbarra rimane alta al passaggio del treno, altre volte scende ma il treno non passa. E qui si perdono minuti interminabili". La linea è quella che collega Verona a Rovigo, una trentina i treni, per lo più locali, di passaggio per la tratta. "C'è sempre stata questa linea" spiega un residente. "Fino ad un paio d'anni fa era inutilizzata, poi l'hanno ripristinata, ma in realtà i treni sono sempre vuoti".
LEGA NORD
Salvini ai fuoriusciti  <br/>Auguri, salutino Alfano

Salvini ai fuoriusciti
Auguri, salutino Alfano

"Preoccupato? No, auguri. Mi salutino Fini e Alfano": così il segretario della Lega Nord Matteo Salvini ha commentato la fuoriuscita dal carroccio dei sei parlamentari che hanno deciso di schierarsi dalla parte di Tosi.
POLIZIA
Vinitaly, sicurezza ok   <br/>zero furti e borseggi

Vinitaly, sicurezza ok
zero furti e borseggi

La fiera del Vinitaly che si è appena conclusa ha visto l’affluenza a Verona di circa 264.000 persone, tra espositori, addetti ai lavori e visitatori, con una punta di 76.500 presenze nella sola giornata di domenica 22 marzo.A fronte di questo elevato numero di presenze in Fiera, la Polizia di Stato in queste ore fa il bilancio dei reati predatori che generalmente avvengono in concomitanza di tali eventi, registrando l’assenza totale di episodi di borseggi e/o furti.Un dato che se - da una parte è l’effetto dell’efficacia ed efficienza dei servizi di prevenzione e vigilanza predisposti con cura dalla Questura scaligera ed attuati con attenzione dal personale della Polizia di Stato impiegato nei servizi, sia in uniforme che in borghese, come pure dalle altre forze dell’ordine chiamate a concorrervi; - dall’altra è certamente frutto di una scelta strategica dell’Ente Fiera per aver attuato un più rigoroso e selezionato accesso in Fiera dei visitatori, limitandolo agli addetti ai lavori e quindi ad un target di pubblico specifico e cioè appartenente al settore vitivinicolo.Non solo, i pochi e limitati casi di rinvenimento di borse e/o beni sono conseguenza di smarrimenti e/o dimenticanze che si sono risolte anche per effetto del senso civico di coloro i quali li hanno ritrovati e segnalati all’Ufficio Temporaneo di Polizia che ne ha subito curato la restituzione ai legittimi proprietari.E’ altresì da rilevare anche il senso di responsabilità di tali visitatori che numerosi si sono presentati spontaneamente agli Uffici di Polizia per sottoporsi all’esame dell’alcoltest, prima dell’uscita della Fiera per poi mettersi alla guida delle loro autovetture.
INFERMERIA BIANCOSCUDATA
Cunico out, Zubin e   <br/>Bortot in forse per Dro

Cunico out, Zubin e
Bortot in forse per Dro

Allenamento pomeridiano sotto la pioggia per i biancoscudati alla Guizza. Mister Parlato è costretto anche questa settimana ad aspettare l'ultimo momento per capire chi potrà effettivamente avere a disposizione per la sfida di sabato pomeriggio alle 15 all'Euganeo contro il Dro. Di sicuro è out Cunico. In dubbio inoltre Zubin e Bortot, alle prese con acciacchi di natura muscolare. Tornerà invece a disposizione, a distanza di due mesi dall'infortunio al ginocchio, Fabio Busetto.
HELLAS VERONA
Tachtsidis, terzo     <br/>"recuperatore" della A

Tachtsidis, terzo
"recuperatore" della A

Tachtsidis è tra i migliori giocatori per palloni recuperati della Serie A. Il centrocampista greco ha davanti solamente Rugani, difensore dell'Empoli e Magnanelli capitano del Sassuolo.Nello specifico, Rugani è arrivato a quota 632, Magnanelli è secondo a 584. Tachtsidis è terzo con 568 palloni recuperati.
REGIONALI
Tosi: Dobbiamo portare  <br/>al voto chi non ci va

Tosi: Dobbiamo portare
al voto chi non ci va

"La scommessa è chiedere di andare a votare a chi non ci andava più, e sono tantissime persone". Così il sindaco di Verona, Flavio Tosi, che rispondendo a Lillo Aldegheri a una domanda sui sondaggi che lo darebbero in buon vantaggio a Verona alle prossime elezioni regionali, ha spiegato che "il risultato sarà determinato dall'affluenza al voto e da quanti elettori delusi, che avevano abbandonato il voto, riusciremo a far tornare a votare"."Quindi - ha precisato - qualsiasi sondaggio, che sia favorevole a Flavio Tosi o che lo sia ad un altro candidato, lascia il tempo che trova". "Io crederò - ha aggiunto - al risultato del 31 maggio delle elezioni se saranno il 31 maggio". Secondo il sindaco di Verona, che dopo l'espulsione dalla Lega Nord ha deciso di sfidare il governatore uscente Luca Zaia, "c'è uno schema completamente nuovo, potremmo dire uno schema alla francese, dove c'è una "destra destra", che però rischia di essere minoritaria; un blocco di centro-destra e un blocco di centro-sinistra, più moderni, che tendono a governare".
PARLAMENTO
Sei leghisti lasciano,  <br/>Tosi: Li ringrazio

Sei leghisti lasciano,
Tosi: Li ringrazio

"Si va avanti su un percorso politico che è cominciato e continua con coerenza". Lo ha detto il sindaco di Verona, Flavio Tosi, commentando l'uscita di sei parlamentari veneti dal Lega Nord per entrare nel Gruppo Misto. "Ci sono due valutazioni - ha spiegato Tosi, la più importante, per me, è quella legata al fatto affettivo". "Sono persone - ha continuato - con le quali abbiamo portato avanti tantissimi anni di battaglie per l'autonomia del Veneto, per il buon governo, che adesso continuano su questo percorso". "Qualcuno - ha aggiunto - un po' perso questa traccia, e noi continuiamo sulla stressa strada. E ringrazio questi amici per una scelta difficile, anche a livello personale". Tosi poi ha aggiunto che "si va avanti su un percorso politico che è cominciato e continua con coerenza". "E' la strada dei nostri ideali - ha concluso - perché gli ideali sono gli stessi di sempre".
SERIE A
Verona-Cesena al via  <br/>la prevendita

Verona-Cesena al via
la prevendita

L'Hellas Verona FC comunica che i biglietti per la sfida della 29a giornata del campionato Serie A TIM Hellas Verona-Cesena, in programma sabato 4 aprile (ore 15) allo stadio Bentegodi, saranno in vendita nelle seguenti modalità:Da lunedì 23 marzo- Prevendita esclusiva riservata ai possessori della tessera “Non vi lasceremo mai”: possibilità di acquistare online i biglietti, per tutti i tifosi fidelizzati, prima dell’apertura delle vendite sul circuito nazionale direttamente QUI. Il titolo digitale verrà caricato direttamente sulla Tessera del Tifoso, sarà quindi necessario stampare il voucher con le indicazioni del posto assegnato, che verrà emesso al termine della procedura, al fine di poterlo presentare ai cancelli di ingresso unitamente alla tessera.Da venerdì 27 marzo- Punti vendita: vendita presso i punti vendita VivaTicket presenti sul territorio nazionale (CLICCA QUI per l'elenco completo).- Online: acquisto del biglietto tramite il sito vivaticket.it con stampa diretta del voucher valido per l’ingresso senza necessità di passare dalla biglietteria. Per ulteriori informazioni sul biglietto CLICCA QUI. Attraverso questo sito sarà possibile quindi acquistare i biglietti online anche per chi non è in possesso della tessera “Non vi lasceremo mai”. Sabato 4 aprileNel giorno della gara eventuali tagliandi rimanenti saranno disponibili presso l'Hellas Verona Ticket Point (parcheggio A dello stadio "Bentegodi"), aperto con orario continuato dalle 11 fino al fischio d'inizio.Si ricorda che, secondo la normativa vigente, tutte le persone residenti nella regione Emilia Romagna devono essere in possesso della tessera del tifoso per poter acquistare il biglietto indipendentemente dal settore.Settore OspitiIn vendita da venerdì 27 marzo esclusivamente nei punti VivaTicket presenti sul territorio nazionale (CLICCA QUI per l'elenco completo) al costo di 20 euro (più diritti di prevendita). I biglietti saranno disponibili fino alle ore 19 di venerdì 3 aprile per i soli possessori di tessera del tifoso. Per motivi di ordine pubblico l’Hellas Verona consiglia l’acquisto di questo settore a tutti i tifosi del Cesena; si avvisa inoltre chetale settore non è attrezzato ad ospitare persone con disabilità motorie.Promozione "Non vi lasceremo mai"In occasione della gara Hellas Verona-Cesena tutti i possessori della tessera del tifoso “Non vi lasceremo mai” di Hellas Verona FC potranno acquistare un biglietto per il settore Tribuna Superiore Est o Parterre Est al prezzo speciale di € 10 (fino ad esaurimento dei posti disponibili). I biglietti si potranno acquistare online (CLICCA QUI) o direttamente alla biglietteria dello stadio Bentegodi il giorno della gara. Per non perdere questa promozione si consiglia di acquistare il biglietto in prevendita, comodamente da casa, evitando code alla biglietteria.Per acquistare i biglietti allo stadio sarà obbligatorio presentare la tessera del tifoso in originale (non saranno ritenute valide fotocopie o altre modalità). Si avvisa che il biglietto potrà essere ceduto solo ad un altro titolare della tessera del tifoso dell'Hellas Verona FC e non in possesso di abbonamento per la stagione 2014-15, secondo le consuete modalità previste per il cambio utilizzatore e riportate a fondo pagina.Area Hospitality Poltronissime OvestI biglietti di Poltronissime Ovest danno diritto ad accedere alla nuova sala “lounge” dove è a disposizione un servizio di catering a buffet con piatto caldo durante l’intervallo o con gustosi appetizer prima della gara. La sala, ottimamente climatizzata per un maggiore comfort, è dotata di televisori per non perdere gli highlights delle altre partite e di un’ampia vetrata che si affaccia sul campo.Punti vendita bigliettiVivaTicket: CLICCA QUIPREZZII prezzi dei biglietti (in euro) in prevendita, ad esclusione dei diritti applicati dal rivenditore: INTERO RIDOTTO UNDER 14*POLTRONISSIME OVEST 75,00 45,00 5,00POLTRONISSIME EST 50,00 28,00 3,00POLTRONE OVEST 32,00 25,00 3,00POLTRONE EST 26,00 13,00 0,50TRIBUNA SUP. OVEST 22,00 13,00 3,00TRIBUNA SUP. EST 22,00 13,00 0,50POLTRONISSIME SUD 20,00 20,00 3,00PARTERRE EST 14,00 14,00 3,00CURVA SUD ESAURITA ESAURITA ESAURITASETTORE OSPITI 20,00 20,00 3,00*Under 14: obbligatoriamente accompagnati da un adulto e che non abbiamo compiuto il 14esimo anno di etàI prezzi dei biglietti (in euro), acquistabili il giorno della partita INTERO RIDOTTO UNDER 14*POLTRONISSIME OVEST 80,00 50,00 10,00POLTRONISSIME EST 55,00 30,00 5,00POLTRONE OVEST 35,00 28,00 5,00POLTRONE EST 30,00 15,00 GRATISTRIBUNA SUP. OVEST 25,00 15,00 5,00TRIBUNA SUP. EST 25,00 15,00 GRATISPOLTRONISSIME SUD 22,00 22,00 5,00PARTERRE EST 20,00 20,00 5,00CURVA SUD ESAURITA ESAURITA ESAURITASETTORE OSPITI Non in vendita il giorno della partita *Under 14: obbligatoriamente accompagnati da un adulto e che non abbiamo compiuto il 14esimo anno di etàRiduzioni valide per i bigliettiRidotti D/R/O: Donne (qualsiasi età), Over 60 e ragazzi tra i 14 (compiuti) e 16 anni (non compiuti).Ridotti Under 14: Ragazzi che non hanno compiuto il quattordicesimo anno di età.Punti vendita biglietti Verona e provincia:Boxoffice - Verona - via Pallone, 12/ATabaccheria G and G - Verona – via Tevere, 42La Sfinge - Verona - Via Pier Fortunato Calvi, 12Manhattan Travel - Verona - corso Venezia, 4/ATabaccheria Fasoli - Verona - via Santa Maria in Chiavica, 5/ATabaccheria di Gulli Davide - Verona - via Centro, 153Tabaccheria Valverde - Verona - via Valverde, 63/ACentro Servizi Valpolicella - Bussolengo - via Gardesana, 69/BTabaccheria di Perbellini Alberto - Castel D’Azzano - via Castello, 19Bar Luxor - Castelnuovo del Garda - via 11 Aprile 1848, 29Nuova Peter Pan - Pescantina - Via Bertoldi, 27Music Play - San Bonifacio - via Sorte, 1Punto Partenza Viaggi - Soave - Corso Vittorio Emanuele II, 10Edicola De Togni - San Giovanni Lupatoto - Piazza Umberto I, 70/BCalesse Viaggi - San Martino Buon Albergo - via Adamello, 6/ACentro Servizi Valpolicella - San Pietro in Cariano - Via della Pieve, 61Petra Antica - Sant'Ambrogio di Valpolicella - Piazza Vittorio Emanuele I, 12Gruppo Servizi Cordioli - Villafranca di Verona - via Napoleone III, 6Music Shop - Nogara - via XXV Aprile, 50Edicola El Giornal - Cerea - Via Paride da Cerea, 42Libreria Azimut - Legnago - via Roma, 42CAMBIO UTILIZZATORE - MODALITA'OnlineFino alle ore 19 del giorno antecedente la gara direttamente sul sito hellasverona.it (CLICCA QUI) per tutti i biglietti seguendo la procedura indicata e stampando la ricevuta di conferma di cambio avvenuto.Biglietti VivaTicket (escluso Settore Ospiti)- E' possibile effettuare il cambio utilizzatore direttamente online tramite il link precedentemente indicato o, in alternativa, richiedere l’annullo esclusivamente nel giorno di emissione e solo presso il punto vendita dove è stato acquistato il biglietto entro la chiusura del punto vendita. Non è possibile richiedere il rimborso di biglietti nei giorni successivi a quello di emissione. Biglietti Settore Ospiti- Non è permesso il cambio utilizzatore. E’ tuttavia possibile richiedere l’annullo esclusivamente nel giorno di emissione e solo presso il punto vendita dove è stato acquistato il biglietto entro la chiusura del punto vendita. Non è possibile richiedere il rimborso di biglietti nei giorni successivi a quello di emissione. Il giorno della gara non sarà possibile cambiare il nominativo.Informazioni: Per ulteriori informazioni sui biglietti è possibile contattare direttamente la biglietteria all’indirizzo biglietteria@hellasverona.it o telefonando al numero 045.8186111.
PER TOSI
Sei parlamentari veneti     <br/>escono dalla Lega

Sei parlamentari veneti
escono dalla Lega

Sei parlamentari veneti escono dalla Lega Nord per entrare nel gruppo misto. Al Senato: Emanuela Munerato (Rovigo), Patrizia Bisinella (Treviso) e Raffaela Bellot (Belluno); alla Camera: il veronese Matteo Bragantini, Roberto Caon (Padova), Emanuele Prataviera (Venezia). Lo rende noto un comunicato del Carroccio.I sei parlamentari leghisti che hanno scelto di uscire dal gruppo per andare nel gruppo Misto spiegano che la oro riflessione è stata "lunga e sofferta" e aggiungono che: "Dopo un confronto con i nostri territori, abbiamo deciso di uscire dal gruppo parlamentare della Lega Nord". "Riteniamo - si legge nella nota - che l'espulsione del nostro segretario nazionale della Liga Veneta e il commissariamento di fatto del direttivo nazionale della Liga stessa, oltre che il disconoscimento delle legittime decisioni che erano state assunte in consiglio nazionale, siano state prese da via Bellerio in modo scorretto e illegittimo dal punto di vista statutario e politicamente non comprensibile". "Siamo nati come autonomisti e federalisti sia nelle battaglie politiche rivolte all'esterno, sia nella gestione interna al nostro movimento - continuano i sei parlamentari -. Questi fatti ci fanno ritenere che la Lega Nord abbia abbandonato la sua vera natura e il suo spirito riformista e federalista, non ammettendo più nemmeno un dibattito e una democrazia interni. Siamo stati tra i protagonisti della cosiddetta "rivoluzione delle scope" che tanto faticosamente aveva combattuto e sconfitto il "cerchio magico" che oggi constatiamo essere ritornato anche con altre figure e più virulento di prima". I sei leghisti assicurano di continuare a riconoscersi nei cittadini che hanno dato loro fiducia nel 2013 e che proseguiranno le "battaglie storiche rivolte a quei principi imprescindibili di tutela delle identità e dell'autonomia e libertà dei nostri territori". Noi - affermano - rimaniamo fedeli al principio del "paroni a casa nostra". Siamo aperti a tutti quelli che condividono con noi la necessità di riformare lo stato, ovviamente in forma federale, ed usciamo con l'obiettivo politico di creare un nuovo soggetto che abbia a cuore la volontà di ridare dignità e potere a tutte le autonomie locali, in antitesi al governo Renzi che sta rendendo lo Stato sempre più centralista, costoso ed inefficiente, con conseguente insostenibile aumento della già altissima pressione fiscale. Un nuovo soggetto politico che abbia come elemento comune la concretezza, perché per rilanciare il nostro Paese servono azioni vere, non slogan e populismo".
ESTORSIONE
Prete condannato,   <br/>il Vescovo lo difende

Prete condannato,
il Vescovo lo difende

Il vescovo di Verona difende il cappellano del cimitero monumentale, condannato a un anno e due mesi con l'accusa di estorsione per avere chiesto un obolo di venti euro per benedire un defunto.Secondo monsignor Zenti è stata una vicenda che ha avuto una rilevanza eccessiva, ma il vescovo in un editoriale su Verona fedele ha giudicato la sentenza "incredibile", affermando di sperare che la giustizia riesca a coincidere con la verità.
PROCESSO
Tasse, la Chiesa tedesca    <br/>porta Toni in tribunale

Tasse, la Chiesa tedesca
porta Toni in tribunale

L'attaccante del Verona, Luca Toni, è finito a processo per una controversa questione legata ad una tassa non pagata alla Chiesa cattolica tedesca per tre anni (dal 2007 al 2009), quando Toni giocava nel Bayern Monaco.Si tratta di un "balzello" da 500 mila euro all’anno che sommati ai 200 mila euro di interessi porta a un milione e 700mila euro la cifra totale pretesa dal fisco germanico.La vicenda è diventata un caso per la giustizia tedesca e l’attaccante dell'Hellas è comparso davanti alla Corte d’Appello di Monaco di Baviera.Al tempo del suo arrivo a Monaco per Toni non era stata registrata fiscalmente alcuna confessione religiosa, però in seguito è stata indicata la voce "cattolica". Questo comporta il pagamento di una tassa alla Chiesa. In Germania si paga un tributo qualunque religione si professi: per evitarlo bisogna dichiararsi atei, a condizione di rinunciare ad ogni atto religioso, come i sacramenti.Luca Toni proclama la sua innocenza e accusa la sua ex commercialista che a sua volta scarica la responsabilità sul Bayern. Nel primo grado il giudice tedesco di fatto ha accolto la tesi di Toni, chiedendo tuttavia la giocatore una parte delle somme dovute. Il giudice aveva proposto un accordo: la commercialista e il Bayern avrebbero pagato mezzo milione ciascuno, il resto - ovvero 700mila euro - li avrebbe versati Toni. Però il Bayern si è rifiutato, sostenendo che una volta risolto il contratto col giocatore ogni contenzioso è chiuso. Così il 15 luglio ci sarà il processo d'appello.
VERSAMENTI NON ESEGUITI
TASSA RELIGIONE TEDESCA      <br/>TONI A GIUDIZIO

TASSA RELIGIONE TEDESCA
TONI A GIUDIZIO

Luca Toni deve al fisco tedesco più di 1milione e mezzo di euro ed ora deve risponderne davanti al Tribunale di Monaco. A citarlo in giudizio è stata infatti la Chiesa tedesca, per tasse non pagate nel 2007. Chiunque lavori sul suolo tedesco, infatti, a qualunque confessione religiosa appartenga, è tenuto a versare alla Chiesa tedesca un tributo, a meno che non si dichiari ateo e dimostri concretamente di esserlo (ad esempio non partecipando ai sacramenti).Ora, nel 2007 i commercialisti del Bayern commisero un errore, indicando il centravanti come 'ateo', quindi di fatto esentandolo dal pagamento delle tasse, salvo poi ravvedersi l'anno seguente, quando lo qualificarono come 'cattolico'. Il Fisco notò l’incongruenza e inviò a Toni un sollecito di pagamento di 500 mila euro all’anno (in base al suo stipendio, che in Baviera era di 6 milioni a stagione).Complessivamente il debito dell'attaccante ammonta quindi a 1,5 milioni più 200 mila euro di interessi. Toni pretende che a pagare siano i suoi vecchi commercialisti, che non gli hanno spiegato la tassa sulla religione che vige in Germania. I commercialisti attribuiscono invece quell'errore al Bayern Monaco.Il giudice ha proposto allora un compromesso: 700 mila euro li avrebbe dovuti mettere Toni, 500 mila i suoi commercialisti e altri 500 mila il club bavarese. "Sono venuto qui per parlare e trovare una soluzione", ha spiegato il giocatore italiano all'uscita dal Tribunale di Monaco.Le parti però non sono riuscite a trovare un'intesa fra loro e così Toni andrà a processo il prossimo 15 luglio. Il giocatore del Verona del resto si è sempre professato cattolico e credente.
INDAGINE
Concia e frode fiscale      <br/>GDF sequestra fabbricati

Concia e frode fiscale
GDF sequestra fabbricati

La Guardia di Finanza di Verona ha scoperto un’ingente frode fiscale perpetrata da una società di San Giovanni Ilarione, operante nel settore dellapreparazione e concia del cuoio e della pelle.Il meccanismo della frode consisteva nell’acquisto fittizio di pelli da società portoghesi, per un importo di oltre 3 milioni di euro, attraverso l’interposizione di società “cartiere” ubicate in Italia, che omettevano di versare l’Iva. Le stesse pelli venivano fatte risultare come rivendute in Portogallo dalla società veronese. Quest’ultima, in tal modo, si è creata un ingente credito IVA inesistente, poi utilizzato per compensare altre imposte che la società avrebbe dovuto versare all’Erario.L’amministratore e rappresentante legale della società è stato quindi denunciato per frode fiscale e indebita compensazione Iva alla locale Autorità Giudiziaria, che ha disposto il sequestro preventivo, finalizzato alla confisca per equivalente, dei beni nella disponibilitàdell’indagato.Sono stati, pertanto, sottoposti a sequestro fabbricati e terreni nel comune di San Giovanni Ilarione per un valore di circa 400 mila euro.
SEGRETARIO
La Lega Nord ringrazia  <br/>Salvini e i militanti

La Lega Nord ringrazia
Salvini e i militanti

Dopo la giornata veronese di Matteo Salvini, il segretario provinciale della Lega Nord, Paolo Paternoster, ringrazia tutti i militanti, i sostenitori e isimpatizzanti."Persone - spiega Paternoster - che hanno manifestato grande affetto al Movimento, con calorosapartecipazione al Vinitaly durante la visita del nostro segretario federale Matteo Salvini, ma anche e soprattutto a conclusione della giornata con la massiccia presenza alla cena organizzataall'Hellas Kitchen, dove 600 persone si sono strette attorno a Matteo Salvini e al nostro candidato a governatore della Regione, Luca Zaia"."Una giornata e una serata tra amici vecchi e nuovi e pure amici ben ritrovati che riempie di orgoglioleghista me e tutti quelli che hanno dimostrato la loro fede al Movimento a dimostrazione che laLega Nord di Verona c'è. Come prima, più di prima" conclude Paternoster.
HELLAS
Peschiera - Marquez    <br/>e Valoti a parte

Peschiera - Marquez
e Valoti a parte

Seduta pomeridiana per i gialloblù. La squadra, agli ordini dell'allenatore Andrea Mandorlini, ha svolto riscaldamento, torelli, lavoro atletico e partita.Rafa Marquez, dopo aver svolto la seduta mattutina con il gruppo, ha effettuato lavoro differenziato. Cure fisioterapiche e lavoro differenziato per Mattia Valoti. Ancora assenti i calciatori convocati dalle rispettive nazionali.PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTIGiovedì 26 marzo: seduta pomeridiana (ore 16)Venerdì 27 marzo: seduta mattutina (ore 10)Sabato 28 marzo: riposoDomenica 29 marzo: riposo
REGIONALI
5Stelle: Passerella  <br/>Zaia, è alla frutta

5Stelle: Passerella
Zaia, è alla frutta

"Zaia in passerella al Vinitaly, ma perde i pezzi e si dimentica per strada il bilancIO. Il governo veneto è alla frutta, però non approvare il bilancio sarebbe un disastro". Lo afferma il candidato '5 Stelle' alla presidenza del Veneto, Jacopo Berti. "Il bilancio della Regione veneto - aggiunge - non verrà approvato oggi, e probabilmente neppure domani. Secondo alcune fonti, addirittura, il documento finanziario non verrà proprio approvato e si andrà al voto senza che la lunga baruffa in consiglio regionale partorisca neanche il proverbiale topolino". "In consiglio alleati, ex alleati, traditori e sostenitori di Zaia - sottolinea Berti - si scannano da settimane e il governatore passeggia fra gli stand del Vinitaly, facendosi selfie e distribuendo promesse elettorali che sa di non poter mantenere". "Sulle spoglie del bilancio veneto e del governo di Zaia - conclude - si sta combattendo una battaglia vergognosa. Quelli che gozzovigliano nei palazzi veneziani sono talmente lontani dall'uomo della strada che non si accorgono neppure di quanti danni stanno facendo ai veneti con le loro lungaggini e le baruffe di partito. Che approvino il bilancio e facciano le valigie, è ora di andare a casa".
FIERA
Vinitaly chiusura record     <br/>Presenti 140 paesi

Vinitaly chiusura record
Presenti 140 paesi

Vinitaly chiude in bellezza, 600mila le bottiglie stappate. I temuti problemi di calendario con ProWein, fiera di settore tenutasi nei giorni scorsi a Düsseldorf in Germania, non ci sono stati, anzi. Dagli operatori delle 4200 aziende del vino espositrici a Veronafiere un coro unanime: ottimo Vinitaly 2015. ''I visitatori sono stabili a 150mila - ha precisato il direttore generale di Veronafiere Giovanni Mantovani - forse abbiamo perduto quelli che non servivano per acquistare i buyer veri. Le aziende ci confermano che qui fanno affari. Si allarga poi la geografia: i Paesi esteri di provenienza dei buyer sono passati da 120 a 140. Il Brasile entra nella top ten, cresce l'India, anche Taiwan si posiziona bene, e tra le new entry: l'Indocina e alcune aree dell'Africa". "Sorprende poi la massiccia presenza dei francesi, e Vinitaly 2015 registra - ha sottolineato Mantovani - il grande ritorno del mercato italiano. E ciò significa che tutto il Paese è tornato a crescere. Ora si guarda a Expo. Il Padiglione "Vino a Taste of Italy" avrà 3.500 referenze vinicole, e le aziende presenti saranno dalle 2.600 alle 3.000''. ''Vinitaly ottimo, la sfida con ProWein è vinta'' commenta Donatella Cinelli Colombini nel sottolineare che per il ''Brunello di Montalcino l'annata 2010 è stata una calamita irresistibile. Ma il bello è che sono tornati gli operatori italiani; non si capisce ancora se è una scommessa sul futuro o l'uscita del tunnel ma ci sono''. Per il viceministro alle Politiche agricole Andrea Olivero non ci sono dubbi: ''qui c'è una grande vetrina dell'esperienza vitivinicola italiana che sa conquistare i mercati esteri grazie alla capacità di innovazione e alla vivacità di idee e progetti''. Il settore tra viticolo e vinicolo ''è un patrimonio fondamentale per l'Italia con oltre 14 miliardi di euro di fatturato. Vogliamo aiutare queste esperienze a crescere'' ha assicurato il ministro Maurizio Martina, nella tre giorni di presenza a Vinitaly. ''Il biologico tira come non mai - ha detto la produttrice siciliana Gaetana Jacono dell'azienda "Valle dell'Acate" - da lunedì i buyer tedeschi e del Nord Europa ci hanno dato l'assedio''. Oltre 220 le cantine che hanno proposto vini biologici, 35 le aziende Vegan e per la prima volta una collettiva di 56 aziende vitivinicole aderenti alla Fivi, Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti. Tra i debuttanti nel panorama del biologico certificato, un grande imprenditore del made in Italy, Ferruccio Ferragamo. Dal primo gennaio 2015 i vini dell'azienda toscana ''Il Borro'', ha annunciato Ferragamo, sono certificati biologici, anche se la tenuta a San Giustino Valdarno, con 700 ettari di terreno, è da sempre bio di fatto. Nel vino, ha detto l'imprenditore, ''vedo una bella opportunità, come ho detto ai miei 6 figli e 12 nipoti. E spero che sia Vinitaly che Expo ci facciano rendere più consapevoli del potenziale che abbiamo in Italia''. Per Olga Businello, direttore del Consorzio tutela vini Valpolicella, Vinitaly ''si conferma come manifestazione che si avvicina alla fiere B2B europee come Vinexpo e ProWein. I produttori emergenti hanno sfruttato questi giorni per appuntamenti a tutto campo''. Vinitaly è stato ''straordinariamente al di sopra delle attese, anche nella qualità e nel clima '' ha concluso Alfeo Martini, amministratore unico di Mondo del Vino Spa, gruppo di dieci imprese del settore vino, dalla vite al cartone di vendita, tra Forlì e il Piemonte con un fatturato di oltre 90 milioni di euro nel 2014. ''Da 35 anni sono a Vinitaly - ha detto Martini - ed è stata l'edizione più professionale. Fa piacere, Vinitaly si conferma un volano insostituibile per il mondo del vino''.
CHIEVO AL LAVORO
Veronello, Hetemaj:  <br/>ancora differenziato

Veronello, Hetemaj:
ancora differenziato

Doppia seduta di allenamento, oggi a Veronello, per i gialloblù di mister Rolando Maran. Sono stati svolti esercizi di mobilizzazione, esercizi di elasticità, piani di forza individuali. Alla giornata di allenamenti odierni non hanno partecipato i giocatori convocati dai rispettivi commissari tecnici delle Nazionali e gli indisponibili Federico Mattiello e Perparim Hetemaj. In particolare, Hetemaj prosegue il suo lavoro differenziato dopo il risentimento muscolare accusato al flessore della gamba sinistra durante il primo tempo della partita Genoa – ChievoVerona disputata domenica 15 marzo.
L'Opinione
ON AIR
27.03.2015
TgVeneto
ON AIR
26.03.2015
Rosso & Nero
ON AIR
26.03.2015
Padova in Diretta
ON AIR
26.03.2015
Verona in Diretta
ON AIR
26.03.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
22.03.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
08.03.2015
Vighini Show
ON AIR
19.03.2015
Alè Verona
ON AIR
23.03.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
23.03.2015
Alé Padova
ON AIR
23.03.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
26.03.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Palinsesto