• VIGHINI SHOW

    OGNI GIOVEDI' SU TELENUOVO

    Lo show condotto da Gianluca Vighini. Ospiti di spessore, giocatori, giornalisti, opinionisti, tecnici e tifosi per un serrato dibattito sul Verona di Mandorlini. Dagli studi di Telenuovo all'HELLAS KITCHEN

  • BIANCOSCUDATI CHANNEL

    Ogni lunedì su Telenuovo Padova

    Quest'anno l'appuntamento è fissato per il lunedì: approfondimenti sul campionato del Padova, sulla partita, le intesviste, le polemiche. Con il vostro contributo tramite chiamate ed sms

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

VERSO LA JUVE
PESCHIERA: ASSENTE  <br/>MANDORLINI

PESCHIERA: ASSENTE
MANDORLINI

Seduta pomeridiana per i gialloblù sul campo di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore in seconda Roberto Bordin (Andrea Mandorlini assente in regolare permesso concordato con la società) è stata divisa in due gruppi: chi ha giocato contro il Parma ha svolto una seduta defaticante sul campo, mentre chi non ha giocato ha svolto riscaldamento, lavoro atletico, possesso palla e partita.Pierluigi Gollini ha svolto l'intera seduta insieme al gruppo. Lavoro atletico per Ivan Martic. Mounir Obbadi ha effettuato lavoro di recupero in palestra, mentre Eros Pisano ha svolto lavoro differenziato in palestra. Cure fisioterapiche per Juanito Gomez e Artur Ionita.PROGRAMMA ALLENAMENTIMercoledì 27 maggio: seduta pomeridiana (ore 17)Giovedì 28 maggio: seduta pomeridiana (ore 17) a porte chiuseVenerdì 29 maggio: seduta pomeridiana (ore 17) a porte chiuseSabato 30 maggio: Hellas Verona-Juventus (ore 18)
MUNICPALE
Bivacchi in Sottoriva  <br/>Due persone allontanate

Bivacchi in Sottoriva
Due persone allontanate

Allontanate questa mattina in via Sottoriva dalla Polizia municipale due persone di 38 e 32 anni di nazionalità indiana che stavano dormendo sotto un portico. Entrambi in Italia senza fissa dimora e già noti alla Polizia municipale, sono stati controllati e poi multati per violazione alle norme di tutela del decoro contenute nel regolamento di polizia urbana. I due bivacchi sono stati sgomberati e i materiali prelevati dal personale Amia. Altri controlli hanno riguardato i giardini Chiarelli e le aree verdi di San Giorgio e piazza Isolo, dove però non è stata rilevata alcuna irregolarità. Infine, gli agenti hanno fatto prelevare da Amia anche un giaciglio abbandonato sul marciapiede di via G. Trezza, all’altezza del civico 34.
NUOVA LEGGE
Divorzio, corsi azienda  <br/>Progetto pilota a Verona

Divorzio, corsi azienda
Progetto pilota a Verona

Lasciarsi senza rancore e in tempi rapidi grazie al divorzio breve si può imparare in azienda. Sono diverse le imprese medio-grandi della provincia di Verona che hanno istituito dei mini-corsi per i dipendenti con l'ausilio dell'Aiaf, Associazione italiana avvocati per la famiglia e il minore.Lo racconta il presidente veneto Alessandro Sartori che tiene le lezioni coadiuvato da uno psichiatra o da uno psicologo. Le storie finite male o di cui viene prolungata l'agonia per anni, sottolinea l'avv. Sartori, rappresentano un onere per le aziende, che si trovano ad avere dipendenti depressi, poco motivati quando non in piena crisi psicologica. Sartori si dice convinto della bontà del divorzio breve. "Avrà il grande pregio - rileva - di ridurre i costi sociali ed emotivi dei fenomeni disgregativi delle famiglie prolungati nel tempo e vissuti tra ripicche, dispetti, odi e contrapposizioni".
SQUADRA MOBILE
Spaccio in uno stabile <br/>abbandonato, 4 arresti

Spaccio in uno stabile
abbandonato, 4 arresti

Si erano barricati in una stanza all’interno di uno stabile abbandonato per curare indisturbati la loro attività di spaccio ma non avevano fatto i conti con l’attenzione e la presenza dei poliziotti di quartiere e così quattro italiani sono finiti in manette.L’episodio è accaduto in un tardo pomeriggio di settimana scorsa quando, intorno alle 18.30, gli Agenti della pattuglia del poliziotto di quartiere del Commissariato di Borgo Roma hanno notato uno strano movimento nei pressi dell’ex Manifattura Tabacchi di Stradone Santa Lucia. Due individui, un uomo e una donna, visti sgattaiolare fuori dalla cancellata perimetrale parzialmente divelta, una volta sottoposti a controllo sono stati trovati in possesso di tre dosi di sostanza stupefacente.Gli Agenti hanno subito compreso cosa stesse accadendo all’interno del palazzo abbandonato e ne hanno piantonato i punti di accesso fino all’arrivo del personale in borghese della Squadra Mobile. Una volta entrati nel palazzo e raggiunto il secondo piano, i poliziotti hanno sentito delle voci provenire da una stanza in fondo al corridoio. Le voci li hanno portati fino ad una porta a vetri, sbarrata dall’interno da un mobile e dalla quale era stata rimossa la maniglia. Ancora all’esterno, gli Agenti hanno notato nelle stanza una ragazza lanciare dal balcone un marsupio, prontamente recuperato dagli altri poliziotti di guardia nel cortile. Dopo una serie di ripetuti inviti, uno dei “barricati” si è deciso a riposizionare il blocco della maniglia asportato dando modo agli Agenti di accedere nella stanza e trovarvi all’interno quattro persone, tre uomini ed una donna. Contemporaneamente si scopriva che nel marsupio gettato dal balcone era nascosta varia sostanza stupefacente, in diversi volumi e confezionamenti, pronta per essere venduta al dettaglio. Nello specifico, all’interno del marsupio, erano custoditi tre involucri in cellophane con eroina in sasso (83 gr.), quattro involucri contenenti cocaina (17 gr.), un bilancino di precisione, un coltello multiuso per preparare le dosi e due pacchetti di sigarette i quali custodivano rispettivamente 21 dosi di eroina (20 gr) ed 11 di cocaina (2,9 gr.).Una volta perquisita, la ragazza che lo aveva lanciato è poi stata trovata in possesso di varie scatolette di metallo contenenti le stagnole per fumare lo stupefacente e cellophane per confezionarlo.Alla luce di quanto emerso, Z.V. ragazza veronese di 21 anni (pregiudicata per reati in materia di stupefacenti), V.D., 31enne originario di Bari e residente a Castel d’Azzano (pregiudicato per reati contro il patrimonio), R.F., 23enne veronese e C.J., 16enne veronese, sono stati tratti in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente per un totale di 104,4 grammi di eroina e 19,97 grammi di eroina.Il GIP, convalidato l’arresto, ha poi disposto la misura della custodia in carcere per la ragazza mentre i due maggiorenni sono stati liberati in attesa del processo. Il minorenne, invece, è stato affidato ad una comunità di recupero.
CONCERTO
Al Bano e Romina      <br/>in Arena il lieto fine

Al Bano e Romina
in Arena il lieto fine

Si può amarli, odiarli, oppure disinteressarsene completamente. Però c’è una cosa che non si può fare. Pensarli divisi. Al Bano e Romina sono una coppia, indissolubile. La loro separazione, vent’anni fa, se la ricordano tutti. Quasi come un dolore personale. E se c’è chi lo nega, l’entusiasmo che hanno raccolto per il loro riavvicinamento, artistico, non mente. A Sanremo è stato il tripudio e ora, Il 29, saranno sul palco dell’Arena, insieme dopo 21 anni. Ad annunciarlo in un incontro con la stampa lo stesso Al Bano. Avrebbe dovuto esserci anche lei, ma per altri impegni ha dovuto dare forfait. Tranquilli, non abbiamo litigato, è stato il commento del cantante pugliese. Al Bano, che hai nostri microfoni ha ripercorso questi vent’anni. Partendo dal momento in cui si sono ritrovati “La prima volta che abbiamo provato insieme -racconta Al Bano- eravamo a Mosca, la terra del ghiaccio. E noi eravamo così, due pezzi di ghiaccio. Poi il tempo, l’intelligenza ,la maturità, la storia che c’è stata tra di noi che è stata importante, intensa, dolce, amara. Tutte queste cose ci hanno portato a scioglierci”. L’amore, la carriera, i figli, la scomparsa della primogenita Ylenia, e poi la guerra in tribunale. Tasselli che ora pare si stiano rimettendo a posto. Dal palcoscenico alla vita“Quando Romina ha accettato di salire di nuovo sul palco con me abbiamo fatto parecchie esperienze divertendoci a riscoprire come eravamo. Sempre ovviamente tendendo presente che le nostre vite sono cambiate, che le nostre strade hanno preso indirizzi diversi, e non per scelta mia. Ma le scelte delle donne vanno sempre rispettate, anche perché non c’era alternativa. L’unica alternativa era recuperare il rispetto perché purtroppo per vent’anni ho dovuto cantare nelle aule del tribunale ed è una cosa che ho detestato”. Il 29, sul palco con loro, tanti altri Ricchi e Poveri, Kabir Bedi, Massimo Lopez, Tullio Solenghi, Umberto Tozzi, Michele Placido, Pippo Baudo. Ma soprattutto loro.“Il lieto fine -dice Al Bano- lo abbiamo raggiunto con un meraviglioso accordo e senso del rispetto, che è la cosa più importante”.E alla domanda che Felicità si possa cantare, dopo 21 anni, questa la risposta. “Si canta la felicità che conoscevamo prima e che è giusto riabbracciare prima, dopo e durante”. E il cinismo lo lasciamo stare. A chi dice che siano tornati insieme solo per i soldi non ci vogliamo credere. Perché alla fine Albano e romina sono per l’immaginario collettivo una cosa sola. E tornando insieme è come se regalassero un po’ a tutti la gioia, romantica, del lieto fin
PARLA IL SERBO
JANKOVIC: "PERCHE' NON   <br/>RIMANERE A VERONA?"

JANKOVIC: "PERCHE' NON
RIMANERE A VERONA?"

"Io qua sto bene, sono felice, Verona è un’ottima piazza, una bella città e i nostri tifosi sono molto calorosi. Quindi, perché non rimanere?". Così Bosko Jankovic intervenuto a Radio24. Una stagione vissuta spesso in infermeria: "E’ stata un'annata particolare, mi sono rotto perone e malleolo, ma quando la squadra aveva bisogno di rinforzi sono tornato. Il futuro? Non so, non ho ancora parlato con la società, non si sanno ancora tante cose, ma a giorni ci diranno di più".Il centrocampista serbo dispensa auguri speciali per il capitano: "Toni è una grande persona, ho avuto pochi compagni come lui, in campo e anche fuori è il numero uno. E’ un ottimo calciatore che sta bene fisicamente, speriamo rimanga anche l’anno prossimo e che faccia ancora tanti gol con il Verona. Il suo segreto? Quello che sta facendo non è un caso, lui è un professionista, si è sempre allenato e non ha mai saltato una seduta, in questo campionato e anche nello scorso non ha mai saltato una partita. Se rimarrà a Verona? Dipende solo da lui, per come lo vedo io sta molto molto bene. Gli faccio gli auguri per il suo compleanno".
CONCORSI E SCIOPERO
Giorni di fuoco per Atv  <br/>tra concorso e sciopero

Giorni di fuoco per Atv
tra concorso e sciopero

Per Atv sono letteralmente giorni di fuoco. Domani 75 persone verranno assunte dall’azienda dopo che in 2500 hanno presentato la candidatura nei due giorni in Fiera. E sono numeri davvero importanti se si pensa che Atv ha chiuso l’esercizio 2014 con un bilancio in attivo di oltre 1 milione e 700 mila euro. Un’azienda in attivo e che assume si propone davvero come punto di riferimento sul territorio. Spazio dunque a nuovi autisti ma anche impiegati e meccanici per la soddisfazione dei vertici Bettarello e Zaninelli. Accanto però al concorso sono giorni frenetici per lo sciopero indetto dai rappresentanti sindacali dei trasporti. Tre ore dalle 9 alle 12 domani con un concentramento degli aderenti in mattinata in stazione Porta Nuova. Sul tavolo la discussa questione della vendita biglietti da parte degli autisti con controllo visivo della situazione. E se la vendita può essere ancora tollerata le associazioni sindacali dicono no al controllo che deve essere per forza di cose effettuato da un addetto specifico che possa garantire la sicurezza agli utenti e la regolarità del trasporto. Insomma il tema resta bollente e per il momento le posizioni ancora distanti.
IL CITTA RETROCESSO IN LEGA PRO
Dopo Foscarini potrebbe   <br/>lasciare Marchetti

Dopo Foscarini potrebbe
lasciare Marchetti

Insieme a Foscarini è il simbolo del Cittadella che per 7 anni ha scritto meravigliose pagine di storia in serie B. Stefano Marchetti ha fatto parlare di sè per aver scoperto giocatori sconosciuti e averli lanciati all'ombra delle mura, per aver, nel 2010, costruito in sordina una squadra capace di arrivare ad un passo dalla promozione in serie A, per aver corretto al volo, con acute operazioni nel mercato di riparazione, stagioni cominciate con il piede sbagliato. Purtroppo questa volta il miracolo non gli è riuscito e il Cittadella è retrocesso in Lega Pro. Ecco perché, dopo le dimissioni annunciate dall'allenatore al termine della disfatta contro il Perugia dell'ultima giornata, anche il direttore generale potrebbe lasciare. Di Marchetti, che ha iniziato la sua avventura a Cittadella nel lontano 2000 come osservatore, non si sa ancora nulla ufficialmente. Ma si moltiplicano le voci che lo danno appunto in partenza. La pista più affascinante è quella che porta a Cagliari.
GIALLO
Ripescato cadavere  <br/>nel Canale Camuzzoni

Ripescato cadavere
nel Canale Camuzzoni

Questa mattina una squadra dei Vigili del Fuoco di Verona è intervenuta in Basso Acquar nei pressi delle griglie della centrale idroelettrica Agsm. Durante un controllo il personale di gestione del canale ha individuato un corpo immerso nell'acqua ed ha subito attivato i soccorsi.I pompieri hanno recuperato il corpo di una donna, si tratterebbe di una cittadina serba 31enne. Il cadavere è stato trasferito all'Istituto di Medicina legale del Policlinico di Borgo Roma. Sulla vicenda indagano i Carabinieri.
POLITICHE SOCIALI
Family Festival,   <br/>appuntamento a Valeggio

Family Festival,
appuntamento a Valeggio

L'Assessorato alle Politiche Sociali e Famiglia di Valeggio sul Mincio organizza per domenica 31 maggio 2015 il “Family Festival”, il primo evento per famiglie dedicato alla riscoperta del territorio ed al piacere di stare insieme. La manifestazione è realizzata insieme alla società Viviparchi e in collaborazione con la Pro Loco e la Onlus Toffoli di Valeggio.Il programma della giornata si presenta ricco ed articolato: si comincia dalle ore 9 con l'apertura delle iscrizione e la registrazione presso l’Info Point del Parco Ichenhausen; alle ore 10 partirà “Discover Valeggio”, un percorso alla scoperta del paese che toccherà il Parco Giardino Sigurtà dalle ore 10 alle 11, il Palazzo Municipale dalle ore 11 alle 12 e la Chiesa San Pietro Apostolo dalle ore 12 alle 13. Nel pomeriggio “Discover Valeggio” riprenderà con Borghetto dalle ore 15 alle 16 e il Castello Scaligero dalle ore 16 alle 17; in ogni sito ci sarà una visita guidata, un'esibizione musicale e un gioco a domande.Alle ore 17 al Castello Scaligero avrà luogo l'esibizione del coro “Associazione Musica Insieme” di Grugliasco (To), al termine del quale si potrà visitare Villa Zamboni.Contemporaneamente nel parco Ichenhausen dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 16 alle 19 ci saranno attività di animazione (giochi, truccabimbi e laboratori didattici) con i Sabbiarelli, il Parco Giardino Sigurtà e il Parco Natura Viva.Non mancheranno gli stand gastronomici a base di Tortellini di Valeggio che saranno aperti dalle ore 12 alle ore 14:30 e dalle ore 19 alle 21."Con questa iniziativa - afferma Marco Dal Forno, Assessore alle Politiche Sociale e Famiglia - si vuole mettere le famiglie e i bambini al centro della scena, offrendo occasioni di divertimento educativo e facendo conoscere alcune bellezze di Valeggio ai turisti e anche ai valeggiani. Il Family Festival vuole essere anche la festa di inizio delle attività estive al parco Ichenhausen.".
STASERA AL VIGHINI SHOW
#domandeasetti: fate   <br/>le domande al presidente

#domandeasetti: fate
le domande al presidente

Sarà l'occasione di sapere tutto sul passato, il presente e soprattutto sul futuro dell'Hellas Verona. Maurizio Setti sarà ospite di una puntata speciale del Vighini Show, in onda questa sera alle 21 su Telenuovo.Per questo abbiamo lanciato l'hashtag #domandeasetti su twitter. Le migliori domande saranno girate in diretta al presidente del Verona.A interloquire con il presidente scaligero ci saranno otto ospiti: il presidente degli ex del Verona Domenico Penzo, il conduttore Mauro Micheloni, i giornalisti Stefano Rasulo, Luca Fioravanti, Francesco Barana e Matteo Fontana, l'allenatore, scrittore e blogger Marco Gaburro e il delegato del Coni di Verona ed ex assessore allo sport Federico Sboarina.In studio con Gianluca Vighini ci sarà Giovanni Vitacchio alla postazione multimediale con sms ed email. Possibilità anche di intervenire in diretta telefonica.
REGIONALI
Zaia: 30 milioni    <br/>per l'occupazione

Zaia: 30 milioni
per l'occupazione

Luca Zaia in piazza Bra ha incontrato i candidati alle regionali e gli amministratori.Il governatore uscente ha chiamato a raccolta esponenti non solo della Lega Nord, ma anche della sua lista civica, di Forza Italia, Fratelli d'Italia, di Noi Indipendenza Veneto.Zaia ha indicato quanto fatto in Veneto in questi cinque anni per porre le basi degli interventi futuri: "Abbiamo contenuto la disoccupazione con robuste politiche di reinserimento e riqualificazione usando, solo nel 2014, 30 milioni di euro".E ai proclami di vittoria per 7-0 delle donne del Pd, Zaia parlando sul Liston ha replicato dicendo di temere solo l'astensionismo.Il governatore ha ribadito che gli altri candidati non lo preoccupano e ha chiamato a raccolta gli elettori al grande comizio di chiusura della campagna elettorale venerdì sera in piazza dei Signori con il segretario della Lega, Matteo Salvini.
REGIONALI
Battistoni, aperitivo  <br/>a S. Zeno con ministre

Battistoni, aperitivo
a S. Zeno con ministre

La candidata alla presidenza del Veneto per il centro-sinistra, Alessandra Moretti, assieme alle ministre della Difesa, Roberta Pinotti, e delle Riforme Istituzionali, Marianna Madia, hanno partecipato ad un aperitivo in piazza San Zeno per incontrare Piero Battistoni, candidato in una delle civiche che sostiene la Moretti. Durante l'incontro è stato ribadito l'impegno di Battisoni in particolare per promuovere il territorio veronese sotto il profilo turistico e per sostenere le aziende che stanno attraversando un difficile momento economico.
REGIONALI
Tosi, bagno di folla    <br/>'Piace, sa amministrare'

Tosi, bagno di folla
'Piace, sa amministrare'

Oltre 700 persone si sono ritrovate a Monteforte d'Alpone per l'incontro con Flavio Tosi.Il sindaco di Verona, candidato alla presidenza del Veneto con il sostegno; presenti tutti gli amministratori delle sue liste dell'Est veronese. Un incontro ospitato in una struttura messa a disposizione da un privato dopo il rifiuto del sindaco Gabriele Marini di concedere il palazzetto dello sport.Nel suo intervento Tosi non ha risparmiato un duro attacco all'immobilismo della giunta Zaia e al populismo del segretario della Lega Nord, Matteo Salvini.Anche tanta gente comune che ha detto di credere in questo progetto perché Tosi è indipendente e ha dimostrato di non voler farsi mettere i piedi in testa da Milano. "Un amministratore capace - hanno sottolineato i suoi sostenitori - che può fare bene alla guida del Veneto come ha fatto amministrando la città di Verona".
REGIONALI
Tre ministre a Verona    <br/>per Alessandra Moretti

Tre ministre a Verona
per Alessandra Moretti

Tre ministri, tutte donne, e una presidente di regione a sostegno della candidata alla presidenza del Veneto per il centro sinistra. A Verona in un auditorium della Fiera gremito, attorno ad Alessandra Moretti si sono strette Roberta Pinotti, ministro della Difesa, Maria Elena Boschi, responsabile dei Rapporti con il Parlamento, e Marianna Madia, che ha il dicastero delle Riforme istituzionali. Assieme a Debora Serracchiani, governatrice del Friuli Venezia-Giulia. "Ho portato a casa un risultato importante - ha detto Alessandra Moretti - quello di visitare tutti i 579 comuni del Veneto". "E' stato un impegno che mi sono presa davanti alle cittadine e ai cittadini veneti, ho voluto onorare una promessa e credo che da qui possiamo ripartire". "Ripartiamo - ha spiegato Moretti - Per governare questa regione non più con gli occhi di Zaia e di Galan, ma con lo sguardo rivolto al futuro con grande determinazione e coraggio". Quanto ai timori di astensionismo spaventati dal centro destra, Alessandra Moretti ha spiegato che "l'astensionismo è una manifestazione di sfiducia che i cittadini hanno nei confronti della politica in questo caso della politica regionale. E' chiaro che l'astensionismo è frutto di una gestione di Zaia chi non è riuscito a coinvolgere i cittadini". "Zaia non è riuscito soprattutto in questi anni ad ascoltare i sindaci e le istanze che venivano dai territori. E, in un momento molto difficile di crisi economica, ha lasciato soli i cittadini, le famiglie e anche le imprese" ha concluso Moretti.
L'EX ATTACCANTE DEL VERONA
ITURBE, GOL DA 50   <br/>MILIONI DI EURO

ITURBE, GOL DA 50
MILIONI DI EURO

Non è stata una stagione straordinaria per Iturbe con la maglia della Roma: discontinuità di rendimento e tanti infortuni. Ma a suo modo è risultato decisivo per la formazione giallorossa: grazie ad una sua rete, siglata al 28'st, la Roma ha sbloccato il sentitissimo derby, superando la Lazio, match finito poi 2-1. La Lazio era riuscita momentaneamente a pareggiare con Djordjevic, ma sempre nei minuti finali, Yanga-Mbiwa ha regalato la vittoria alla Roma con un colpo di testa. Con questa vittoria la squadra di Garcia è matematicamente seconda, l'accesso alla Champions League è diretto: questo significa 50 milioni di euro nelle casse giallorosse.
SABATO ALLE 18
VERONA-JUVENTUS:  <br/>INFO PREVENDITA

VERONA-JUVENTUS:
INFO PREVENDITA

L'Hellas Verona FC comunica che i biglietti per la sfida della 38a giornata del campionato Serie A TIM Hellas Verona-Juventus, in programma sabato 30 maggio (ore 18) allo stadio Bentegodi, saranno in vendita nelle seguenti modalità:- Punti vendita: possibile acquistare i biglietti in tutti i punti vendita appartenenti al circuito Vivaticket presenti sul territorio nazionale.- Online: acquisto da casa del biglietto tramite il sito di Vivaticket, con stampa diretta del voucher valido per l’ingresso senza necessità di passare dalla biglietteria per ulteriori ritiri. Attraverso questo sito sarà possibile quindi acquistare i biglietti online anche per chi non è in possesso della tessera “Non vi lasceremo mai” di Hellas Verona. Sabato 30 maggio- Nel giorno della gara eventuali tagliandi rimanenti saranno disponibili presso l'Hellas Verona Ticket Point (parcheggio A dello stadio "Bentegodi"), aperto con orario continuato dalle 11 fino al fischio d'inizio. Si ricorda che secondo la normativa vigente tutte le persone residenti nella Regione Piemonte devono essere in possesso della tessera del tifoso per poter acquistare il biglietto indipendentemente dal settore.Settore ospitiIn vendita esclusivamente nei punti Vivaticket presenti sul territorio nazionale al costo di euro 25,00 (più diritti di prevendita). I biglietti saranno disponibili fino alle ore 19 di venerdì 29 maggio per i soli possessori di tessera del tifoso. Per motivi di ordine pubblico l’Hellas Verona consiglia l’acquisto di questo settore a tutti i tifosi della Juventus; si avvisa inoltre che tale settore non è attrezzato ad ospitare persone con disabilità motorie.Area Hospitality Poltronissime OvestI biglietti di Poltronissime Ovest danno diritto ad accedere alla nuova sala “lounge” dove è a disposizione un servizio di catering a buffet con piatto caldo prima della gara o con gustosi appetizer durante l’intervallo. La sala, ottimamente climatizzata per un maggiore comfort, è dotata di televisori per non perdere gli highlights delle altre partite e di un’ampia vetrata che si affaccia sul campo.Punti vendita biglietti Verona e provincia:Boxoffice - Verona - via Pallone, 12/ALa Sfinge - Verona - Via Pier Fortunato Calvi, 12Manhattan Travel - Verona - corso Venezia, 4/ATabaccheria Fasoli - Verona - via Santa Maria in Chiavica, 5/ATabaccheria N.252 di Gulli Davide - Verona - via Centro, 153Tabaccheria Valverde - Verona - via Valverde, 63/ACentro Servizi Valpolicella - Bussolengo - via Gardesana, 69/BTabaccheria di Perbellini Alberto - Castel D’Azzano - via Castello, 19Bar Luxor - Castelnuovo del Garda - via 11 Aprile 1848, 29Nuova Peter Pan - Pescantina - Via Bertoldi, 27Invidia Caffè - Povegliano Veronese - piazza IV Novembre, 8/EMusic Play - San Bonifacio - via Sorte, 1Punto Partenza Viaggi - Soave - Corso Vittorio Emanuele II, 10Edicola De Togni - San Giovanni Lupatoto - Piazza Umberto I, 70/BCalesse Viaggi - San Martino Buon Albergo - via Adamello, 6/ACentro Servizi Valpolicella - San Pietro in Cariano - Via della Pieve, 61Petra Antica - Sant'Ambrogio di Valpolicella - Piazza Vittorio Emanuele I, 12Gruppo Servizi Cordioli - Villafranca di Verona - via Napoleone III, 6Music Shop - Nogara - via XXV Aprile, 50Edicola El Giornal - Cerea - Via Paride da Cerea, 42Libreria Azimut - Legnago - via Roma, 42PREZZII prezzi dei biglietti (in euro) in prevendita, ad esclusione dei diritti applicati dal rivenditore VivaTicket: INTERO RIDOTTO UNDER 14*POLTRONISSIME OVEST 95,00 65,00 15,00POLTRONISSIME EST 80,00 55,00 8,00POLTRONE OVEST 50,00 35,00 8,00POLTRONE EST 45,00 30,00 8,00TRIBUNA SUPERIORE OVEST 32,00 25,00 8,00TRIBUNA SUPERIORE EST 32,00 25,00 8,00CURVA EST 32,00 25,00 8,00POLTRONISSIME SUD 25,00 25,00 8,00PARTERRE EST 18,00 18,00 8,00CURVA SUD ESAURITA ESAURITA ESAURITASETTORE OSPITI 25,00 25,00 8,00*Under 14: obbligatoriamente accompagnati da un adulto e che non abbiamo compiuto il 14esimo anno di etàI prezzi dei biglietti (in euro), acquistabili il giorno della partita INTERO RIDOTTO UNDER 14*POLTRONISSIME OVEST 100,00 70,00 20,00POLTRONISSIME EST 85,00 60,00 10,00POLTRONE OVEST 55,00 40,00 10,00POLTRONE EST 50,00 35,00 10,00TRIBUNA SUPERIORE OVEST 35,00 30,00 10,00TRIBUNA SUPERIORE EST 35,00 30,00 10,00CURVA EST 35,00 30,00 10,00POLTRONISSIME SUD 30,00 30,00 10,00PARTERRE EST 20,00 20,00 10,00CURVA SUD ESAURITA ESAURITA ESAURITASETTORE OSPITI Non in vendita Non in vendita Non in vendita*Under 14: obbligatoriamente accompagnati da un adulto e che non abbiamo compiuto il 14esimo anno di etàRiduzioni valide per i bigliettiRidotti D/R/O: Donne (qualsiasi età), Over 60 e ragazzi tra i 14 (compiuti) e 16 anni (non compiuti).Ridotti Under 14: Ragazzi che non hanno compiuto il quattordicesimo anno di età.CAMBIO UTILIZZATORE - MODALITA'OnlineFino alle ore 19 del giorno antecedente la gara direttamente sul sito hellasverona.it, per tutti i biglietti seguendo la procedura indicata e stampando la ricevuta di conferma di cambio avvenuto.Biglietti VivaTicket (escluso Settore Ospiti)- E’ possibile effettuare il cambio utilizzatore direttamente online tramite il link precedentemente indicato o in alternativa è possibile richiedere l’annullo esclusivamente nel giorno di emissione e solamente presso il punto vendita dove è stato acquistato il biglietto entro la chiusura del punto vendita. Non è possibile richiedere il rimborso di biglietti nei giorni successivi a quello di emissione. Biglietti Settore Ospiti- Non è permesso il cambio utilizzatore. E’ tuttavia possibile richiedere l’annullo esclusivamente nel giorno di emissione e solamente presso il punto vendita dove è stato acquistato il biglietto entro la chiusura del punto vendita. Non è possibile richiedere il rimborso di biglietti nei giorni successivi a quello di emissione.Il giorno della gara non sarà possibile cambiare il nominativo.AVVISOEventuali variazioni di data, ora o luogo successivamente disposte dalla Lega Calcio o da pubbliche autorità non daranno diritto a chiedere il rimborso del prezzo del biglietto oltre il giorno dell’emissione secondo quanto previsto. Rimane invariata la possibilità di cedere il titolo a terze persone, fino al giorno antecedente la gara, nelle modalità precedentemente indicate.I biglietti precedentemente acquistati e riportanti data 31/05/2015 sono validi a tutti gli effetti per l'ingresso allo stadio e non necessitano di essere sostituiti.Informazioni: Per ulteriori informazioni sui biglietti è possibile contattare direttamente la biglietteria all’indirizzo biglietteria@hellasverona.it o telefonando al numero 045.8186111.
FURTI
Ladri di biciclette   <br/>fermati a Pacengo

Ladri di biciclette
fermati a Pacengo

I Carabinieri della Stazione di Lazise hanno arrestato tre rumeni per furto aggravato.A seguito di alcuni recenti furti di biciclette di notevole valore economico, rubate di notte ai turisti ospiti dei campeggi di Lazise, i militari della Stazione comandata dal Maresciallo Gian Luca Battaglia si sono nascosti nel porto turistico di Pacengo, fino a quando non hanno individuato tre persone sospette.Questi, giunti alle cinque di mattina a bordo di un’autovettura Volkswagen Passat con targa bulgara, sono stati visti parcheggiare l’auto, percorrere la passeggiata del lungolago e scavalcare la rete di recinzione di un campeggio: subito inseguiti e accerchiati, sono stati bloccati mentre si appropriavano di due biciclette del valore di alcune migliaia di euro.I tre, cittadini rumeni pluripregiudicati di 23, 27 e 42 anni, sono stati giudicati presso il Tribunale di Verona con rito direttissimo e rimessi in libertà.
MEMORIA
Acque Veronesi intitola   <br/>impianti ai caduti

Acque Veronesi intitola
impianti ai caduti

Il silenzio scandito dal suono di tromba ha accompagnato l’intitolazione commossa degli impianti di Acque Veronesi ai militari italiani caduti all’estero. Dimenticare non si può a maggior ragione in questi giorni che ricorrono gli avvenimenti della Grande Guerra. Per questo l’azienda veronese ha deciso di tributare in particolare ai veronesi Frassanito e Fiorito i due acquedotti, rispettivamente quelli di Borgo Trento e Porta Palio. Un gesto di grande sensibilità che ha richiamato oltre ai famigliari dei due soldati anche numerose forze militari e cittadini. Non è mancato nemmeno il sindaco Tosi che ha voluto portare il suo saluto e la sua ammirazione per un’iniziativa di uno spessore così alto. Le due targhe capeggeranno nei pressi degli acquedotti e terranno così viva per sempre la memoria dei due ragazzi e del loro sacrificio.
TRAGEDIA
Parà morto, celebrati  <br/>funerali ad Ascoli

Parà morto, celebrati
funerali ad Ascoli

Si sono svolti oggi ad Ascoli Piceno i funerali di Fabio Comini, il ventiseienne caporal maggiore del 4° Reggimento Alpini Paracadutisti di Verona, morto all'aeroporto di Tassignano durante un lancio di addestramento con la Folgore Pisa, finito tragicamente per la mancata apertura del paracadute. "Non c'è sconfitta peggiore per un comandante che perdere un proprio ragazzo" ha detto il colonnello Paolo Radizza nel commemorare il suo allievo scomparso, ricordando "l'entusiasmo che Fabio aveva in tutto quello che faceva, sia in cordata su una parete verticale, sia librandosi in cielo oppure garantendo la sicurezza dei colleghi in Afghanistan".Alla cerimonia, officiata dal vescovo di Ascoli Piceno Giovanni D'Ercole, erano presenti anche il sotto Capo di Stato maggiore dell'Esercito italiano generale di corpo d'armata Giovan Battista Borrini e il generale Nicola Zanelli, comandante Comfose. La bara, portata a spalla dai colleghi del reggimento, era avvolta nel tricolore ed è stata accolta al suo arrivo in chiesa da uno striscione di Casapound con su scritto "Più alto e più oltre, ciao Fabio". Tra la folla, anche gli ultras dell'Ascoli con l'attaccante Leo Perez. "Dal cielo Fabio vi dice che non dovete avere paura ma continuare a perseverare in quella fedeltà al dovere che può richiedere il sacrificio estremo" ha detto mons. D'Ercole rivolgendosi ai commossi soldati presenti in chiesa. "Dobbiamo fare tutti il nostro dovere fino alla fine - ha concluso - anche se può capitare che lanciandosi il paracadute non funzioni. Sembra che tutto finisca, ma non è così".
L'Opinione
ON AIR
25.05.2015
TgVeneto
ON AIR
25.05.2015
Rosso & Nero
ON AIR
25.05.2015
Padova in Diretta
ON AIR
25.05.2015
Verona in Diretta
ON AIR
25.05.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
24.05.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
24.05.2015
Vighini Show
ON AIR
20.05.2015
Alè Verona
ON AIR
25.05.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
26.05.2015
Alé Padova
ON AIR
25.05.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
30.04.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Studionews Rete Nord Pubblicità

BIO PIZZA
26.05.2015

BIO PIZZA

AFFI TENNIS
25.05.2015

AFFI TENNIS

SIGNORPANINO
25.05.2015

SIGNORPANINO

VISUAL POINT
22.05.2015

VISUAL POINT

Palinsesto