• ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.30 e alle 20 prima dei Tg.. è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • TERRA E NATURA

    Ogni sabato prima dei Tg

    Rubrica di approfondimento su temi di attualità legati al mondo agricolo, le realtà industriali della nostra terra, il commercio, l’artigianato, ma anche viaggi, eventi, salute e benessere legati a tematiche “verdi”

RISARCIMENTO
Serpelloni e Codacons,  <br/>megarichiesta all'Ulss

Serpelloni e Codacons,
megarichiesta all'Ulss

Il Tar Veneto pronunciandosi sul ricorso del Codacons e di Giovanni Serpelloni, Maurizio Gomma e Oliviero Bosco, ha dato pienamente ragione all’associazione e ai tre ricercatori.Il Tirbunale Amministrativo ha accertato che gli unici titolari del diritto d’autore relativo al software MFP sono i 3 ricercatori e il Codacons, cui è stato ceduto il progetto, e che l’associazione ha tutto il diritto di difendere il software in questione da abusi commessi da terzi, in particolare quelli attribuibili all'Ulss 20.Nella sentenza poi il giudice rinvia la causa al giudice ordinario come previsto da legge.Ora, grazie alla sentenza del Tar che riconosce le ragioni del Codacons e dei 3 ricercatori, si apre il fronte di una pesante azione di responsabilità nei confronti della Ulss 20 e del suo direttore Maria Giuseppina Bonavina, per i presunti danni arrecati alla collettività, all’associazione dei consumatori e ai tre medici.Il Codacons, Giovani Serpelloni, Maurizio Gomma e Oliviero Bosco, chiederanno infatti un totale di 100 milioni di euro a titolo di risarcimento danni, da destinare alla ricerca e all’uso gratuito del software di loro esclusiva proprietà in tutto il mondo. Una istanza è stata inoltre inviata al Presidente della Regione Veneto e al Ministero della salute, in cui si chiede la sospensione immediata da ogni incarico pubblico per Bonavina, "responsabile di danni all’erario, al Codacons e agli autori, per i quali la stessa, in concorso con la Ulss 20, sarà chiamata a rispondere anche dinanzi la Corte dei Conti" scrive una nota del Codacons.“Da oggi non sarà più possibile cedere a società private il software MFP, nato per tutelare la salute pubblica e non certo per dare avvio a speculazioni di varia natura – commenta il Codacons – La sentenza, inoltre, fa venire meno anche le responsabilità addebitate dalla Ulss 20 ai tre ricercatori attraverso assurdi provvedimenti disciplinari che, alla luce della decisione del Tar, vanno revocati con effetto immediato”.
CALCIO FEMMINILE
COLPO DELL'AGSM VERONA  <br/>ARRIVA LA DANESE LARSEN

COLPO DELL'AGSM VERONA
ARRIVA LA DANESE LARSEN

Colpo di mercato di rilevanza internazionale per l'Agsm Verona!Il club scaligero ha ingaggiato per la stagione sportiva 2015/2016 l'attaccante della Nazionale Danese Camilla Kur Larsen.La prestante ventiseienne originaria di Ishøj, cittadina a 22 chilometri da Copenaghen, proviene dagli Stati Uniti dove ha indossato la prestigiosa maglia numero 10 dei New York Flash nella National Women's Soccer League, il campionato professionistico americano.In precedenza Camilla Kur aveva militato nel Fortuna Hjørring e nel Brøndby, le due principali compagini della Danimarca, conquistando per 3 volte l'Elitedivisionen ( il massimo campionato danese) e per 2 volte la Danish Women's Cup.In UEFA Women's Champions League la neo gialloblù ha disputato complessivamente 31 partite mettendo a segno 6 reti, una anche contro il Tavagnacco nel 2013.Camilla vanta anche una prima esperienza statunitense nel 2012 quando militò nei Colorado Rapids.La trattativa per portare a Verona la giocatrice nordica è stata portata a buon fine da Fabiana Comin assieme alla dirigenza scaligera con LTA Agency che cura gli interessi dell'atleta.Queste le prime dichiarazioni rilasciate a Ludovica Purgato dall'attaccante danese subito dopo il "si" all'Agsm Verona:"Ho deciso di accettare le proposte del Verona perché mi sembrava un bella società e ne ho avuto la conferma una volta arrivata in città. Lo staff tecnico mi ha portato in giro per Verona, mi ha fatto vedere bellissimi posti ed entrambi gli stadi (Olivieri e Bentegodi, ndr). Sono stati tutti molto gentili con me. L'allenatore mi ha poi spiegato come intende giocare e penso che le mie caratteristiche vadano molto bene con questo tipo di tecnica. In conclusione penso che qui sia tutto perfetto per me!.Come obiettivi prima di tutto c'è la Champions League! Vorrei fare bene e andare lontano in Europa. Poi ci sono altri ambiziosi traguardi da raggiungere qui in Italia. Il massimo sarebbe raggiungerli tutti".
SORTEGGIO
ESORDIO CON LA ROMA                    <br/>DERBY IL 4 OTTOBRE

ESORDIO CON LA ROMA
DERBY IL 4 OTTOBRE

Debutto proibitivo per l'Hellas di Mandorlini: sarà la Roma il primo avversario del Verona per la nuova stagione 2015/2016. La partita, salvo spostamenti, si giocherà il 23 agosto al Bentegodi. Il Chievo invece debutterà contro l'Empoli di Giampaolo. Il Verona, dopo il debutto in casa, giocherà contro il Genoa a Marassi e poi nuovamente in casa contro il Torino. A San Siro si andrà subito alla quinta giornata contro L'Inter di Mancini. Dopo l'Empoli, il Chievo avrà un "Tour de force": Lazio, Juventus e Inter di fila. Il derby di Verona si giocherà alla settima giornata il 4 ottobre (salvo spostamenti). Il Verona chiuderà la stagione a Palermo mentre il Chievo l'ultima giornata avrà il Bologna. Curiosità: anche quest'anno l'ultima al Bentegodi per il Verona sarà contro la Juventus.PRIMA GIORNATA:Verona-RomaEmpoli-ChievoSECONDA GIORNATA: Genoa-VeronaChievo-LazioTERZA GIORNATA:Verona-TorinoJuventus-ChievoQUARTA:Atalanta-VeronaChievo-InterQUINTA:Inter-VeronaChievo-TorinoSESTA:Verona-LazioSassuolo-ChievoSETTIMA:Chievo-VeronaOTTAVA:Verona-UdineseGenoa-ChievoNONA:Sampdoria-VeronaChievo-NapoliDECIMA:Verona-FiorentinaMilan-ChievoUNDICESIMA:Carpi-VeronaChievo-SampdoriaDODICESIMA:Verona-BolognaPalermo-ChievoTREDICESIMA:Verona-NapoliCarpi-ChievoQUATTORDICESIMA:Frosinone-VeronaChievo-UdineseQUINDICESIMA:Verona-EmpoliFrosinone-ChievoSEDICESIMA:Milan-VeronaChievo-AtalantaDICIASETTESIMA:Verona-SassuoloFiorentina-ChievoDICIOTTESIMA:Juventus-VeronaChievo-RomaDICIANNOVESIMA:Verona-PalermoBologna-Chievo
PRIMAVERA
Primavera a Racines  <br/>Iniziato il ritiro

Primavera a Racines
Iniziato il ritiro

E' iniziato ufficialmente il ritiro della Primavera del Verona per la nuova stagione. La squadra di Massimo Pavanel ha raggiunto Racines dove rimarrà fino a giovedì 6 agosto. Prima amichevole mercoledì alle 19 contro la Fortezza: nel fine settimana altri due test.CERTEZZE. La principale è senz'altro la conferma di Massimo Pavanel. L'allenatore negli anni ha saputo costruire assieme al responsabile Claudio Calvetti rose di altissimo valore e sempre all'altezza. Lo testimoniano gli egregi risultati in campionato e al Torneo di Viareggio. FUORI QUOTA. Saranno il difensore Riccardi e il trequartista Speri già protagonisti nella passata stagione entrambi del 1996.IN PORTA. Ferrari al momento è in prima squadra ma verrà girato in prestito altrove. Si giocheranno il ruolo da titolare il '98 Vencato che aveva già debuttato lo scorso anno e Salvetti. Terzo portiere il giovanissimo Carletti che sta dando ottimi segnali.PUNTI DI FORZA. Senza dubbio il centrocampo di valore e qualità con Danzi, Checchin, Guglielmelli e Speri tra le linee. Quasi certamente Pavanel lavorerà sul 4-3-1-2 almeno nella fase iniziale. Dovesse poi rimanere anche Bearzotti...PARTENZE ECCELLENTI. Tante. Per motivi di età se ne sono andati l'ex capitano Boni aggregato alla Prima Squadra e Salifu girato in prestito al Latina. Hanno salutato anche Perini, Rossi, Tentardini, Miketic ma soprattutto non ci saranno più Fares, ormai in pianta stabile con l'Hellas di Mandorlini e Cappelluzzo passato al Pescara. MANCANZE. Quaranta giorni ancora per completare la rosa ma la sensazione è che dietro ci sia da intervenire. Il centrale titolare come detto sarà Riccardi ma al suo fianco servirà qualcuno in grado di sostituire Boni. Sulle corsie a sinistra sicuramente Badan, a destra invece ci sarà da lavorare. Davanti oltre a Bearzotti che è comunque in partenza e Dagnoni, dall'Inter è arrivato il '97 Andriuolo: il direttore Calvetti da qualche giorno sta comunque meditando un colpo. (A.B.)
CALENDARIO
TEZENIS PARTE A TRIESTE     <br/>POI ROSETO E FORTITUDO

TEZENIS PARTE A TRIESTE
POI ROSETO E FORTITUDO

Il campionato della Tezenis partirà il 4 ottobre da Trieste. Oggi pomeriggio la Lega Pallacanestro ha comunicato i calendari della regular season della stagione 2015-2016. Il debutto al Palaolimpia alla seconda giornata contro Roseto. Alla terza, il 18 ottobre, trasferta in casa della Fortitudo Bologna (partita che sarà giocata in campo neutro per la squalifica di due giornate del Pala Dozza), quindi la gara casalinga con Legnano. Alla quinta la Tezenis sarà a Ravenna, alla sesta ospiterà la Pallacanesto Ferrara. Il primo turno infrasettimanale è in programma il 12 novembre, quando la Tezenis farà visita alla Leonessa Brescia. All’ottava e alla nona match al PalaOlimpia con Treviglio e Pallacanestro Mantovana, alla decima a Recanati, all’undicesima ancora in trasferta contro Matera, alla dodicesima (il 13 dicembre) la partita al PalaOlimpia con Treviso. Alla tredicesima la Tezenis sarà a Chieti, alla quattordicesima ospiterà Imola il 27 dicembre al PalaOlimpia. L’ultima di andata, il 3 gennaio 2016, trasferta a Jesi. La stagione regolare si concluderà il 23 aprile.
NUOVO PLAY
SACCAGGI ALLA TEZENIS:   <br/>RITROVARE LE EMOZIONI

SACCAGGI ALLA TEZENIS:
RITROVARE LE EMOZIONI

Primo giorno veronese per Lorenzo Saccaggi, il play 23enne carrarino che nel 2013 ha già conquistato la promozione in A1 con Pistoia e che nelle due stagioni seuccessive ha giocato a Forlì e Casalpusterlengo."Finalmente ho questa maglia addosso - sono state le sue prime parole -, sono onorato e soddisfatto. Il prossimo campionato sarà lungo e imprevedibile. Dovremo mettere tutto sul campo. Dovremo far vedere che teniamo all’occasione che ci è stata data, che teniamo alla piazza ed alla società. L’entusiasmo si alimenta con le vittorie ma anche col coinvolgimento del pubblico. Quelli sono gli obiettivi principali, da perseguire col lavoro sul campo e in palestra.- Un lungo corteggiamento..."C’erano altre opportunità, questa però era imperdibile. Unica. E' palese, Verona è il posto dove posso ritrovare le condizioni di due o tre anni fa, fino alla promozione in Serie A con Pistoia. E poi posso lavorare con un allenatore di primo livello come Crespi e giocare in una squadra con cui potrò competere per i massimi traguardi. Dopo Pistoia anche gli ultimi due anni fra Forlì e Casalpusterlengo mi sono serviti, pur fra qualche difficoltà". Quali solo le sue doti tecniche?"Sono un play, rispetto a quelli di una volta che tendevano a mettere ordine e gestire la squadra, probabilmente più versatile. A me piace attaccare tanto il ferro e mettere intensità sul campo, essere utile anche da guardia, cercando sempre di coinvolgere i miei compagni il più possibile". Con i tifosi dovrà farsi perdonare l'eliminazione con Agrigento, dove gioca suo fratello..."Mio fratello Andrea ha provato a spiegarmi come ha fatto, con Agrigento, ad eliminare la Tezenis dai playoff ma la verità è che nemmeno lui se l’è spiegato fino in fondo. Un po’ ha contato forse la sosta di Verona a fine campionato ma credo abbiano inciso anche i meriti di Agrigento, che non solo al primo turno ma anche oltre ha dimostrato di essere in forma. Di sicuro mio fratello l’ha combinata grossa. Ci sono tante squadre, l’obiettivo sarà vincere più partite possibili ben sapendo che dominare la regular season non basterà. Bisognerà soprattutto essere molto continui".
PARITARIE
Comune Verona interverrà  <br/>per evitare stop scuole

Comune Verona interverrà
per evitare stop scuole

“Il Comune di Verona, oltre a ritenere sbagliata la decisione della Cassazione, riconoscerà alle scuole paritarie presenti sul territorio le risorse necessarie per garantire la loro continuità lavorativa”. Lo ha detto il sindaco, Flavio Tosi, intervenendo sulla alla recente sentenza della Corte di Cassazione di imporre alle scuole religiose il pagamento dell’Imu. “Le scuole paritarie veronesi - ha spiegato - offrono un servizio capillare importante sul nostro territorio, garantendo lo stesso servizio delle scuole pubbliche, a pari qualità formativa e con la metà dei costi. Riconosciute come un servizio formativo paritario, queste scuole dovrebbero operare in uguaglianza di risorse e supporti statali riconosciuti". "Nella realtà, invece, questo non è mai avvenuto - ha aggiunto Tosi - ed ora, con questa sentenza, si rischia di far pagare loro anche la tassazione sugli immobili. Una decisione che porterà solo alla chiusura di queste strutture, decretando la fine del loro importante lavoro a supporto del servizio offerto dalla scuola pubblica". "Auspico che al più presto il Governo intervenga a correzione della decisione presa dalla Cassazione e che la Regione oltre alle proteste verbali riconosca effettivamente delle risorse per garantire aiuti in favore delle scuole paritarie del Veneto” ha concluso il sindaco di Verona.
 
AMICHEVOLE PRECAMPIONATO
Padova-Dolomiti 10-1     <br/>raffica di gol a Pieve

Padova-Dolomiti 10-1
raffica di gol a Pieve

E' calcio d'estate e spesso viene giocato contro formazioni che militano diverse categorie più sotto. Ma quando c'è il condimento del gol e ci sono quasi 1.000 tifosi sugli spalti l'entusiasmo vien da sè. Questi gli ingredienti del pomeriggio trascorso ieri a Sottocastello di Pieve di Cadore dal Padova che ha battuto 10-1 la rappresentativa Cadore Dolomiti mandando in gol un po' tutti gli elementi dell'attacco in cui si sono mossi vecchi e nuovi. Ad aprire la goleada capitan Cunico, a realizzare il 2-0 Altinier, su assist dello stesso Cunico. Proprio Altinier ha poi realizzato la terza rete, su calcio di rigore, poi ci ha pensato Bucolo a calare il poker con una spettacolare punizione. Muminovic, Neto Pereira e Turea hanno poi realizzato altri tre gol prima della doppietta di Azzi e del sigillo finale di Petrilli.L'amichevole è stata disputata in tre tempi da 30' l'uno. Le formazioni.PADOVA PRIMO TEMPO: Favaro; Dell'Andream Gorzelewski, Diniz, Anastasio; Carcuro, Poesio: Ilari, Cunico, Azzi; Altinier.PADOVA SECONDO TEMPO: Favaro; Dell'Andrea, Gorzelewski, Fabiano, Anastasio; Bucolo, Muminovic; Turea, Neto Pereira, Azzi; Altinier.PADOVA TERZO TEMPO: Pardo; Dionisi, Gorzelewski, Niccolini, Muminovic; Ramadani, Senkai; Mihaylov, Mazzocco, Petrilli; Azzi.
SECONDO RITIRO
L'8 AGOSTO CI SARA'     <br/>VERONA- AL JAISH

L'8 AGOSTO CI SARA'
VERONA- AL JAISH

Sabato 8 agosto ci sarà il test match contro i qatarioti dell' Al Jaish, che salvo contrordini si giocherà alle ore 18 allo stadio di Villach (location da confermare). L'amichevole chiuderà il secondo ritiro che si svolgerà in Austria dal 2 all'8 agosto a Bad Kleinkirchheim. Una settimana di lavoro che inizierà dopo la sfida contro l'Amburgo, in programma sabato 1 agosto (ore 17) al Volksparkstadion.BAD KLEINKIRCHHEIM - PROGRAMMADomenica 2 agosto: seduta mattutina (ore 10) e seduta pomeridiana (ore 17)Lunedì 3 agosto: seduta mattutina (ore 10) e seduta pomeridiana (ore 17)Martedì 4 agosto: seduta mattutina (ore 10) e seduta pomeridiana (ore 17)Mercoledì 5 agosto: seduta mattutina (ore 10) e seduta pomeridiana (ore 17)Giovedì 6 agosto: seduta mattutina (ore 10) e seduta pomeridiana (ore 17)Venerdì 7 agosto: seduta mattutina (ore 10) e seduta pomeridiana (ore 17)Sabato 8 agosto: Hellas Verona-Al Jaish (ore 18)
ARRESTO
Rapina alla tabaccheria   <br/>Fermato uno dei banditi

Rapina alla tabaccheria
Fermato uno dei banditi

La Squadra mobile della Questura di Verona e gli agenti delle Volanti hanno individuato e arrestato uno dei due rapinatori sospettati di avere assaltato a mano armata una tabaccheria a San Michele Extra, il pomeriggio di sabato 25 luglio. Il bandito, un 44enne italiano con precedenti per reati contro il patrimonio è stato trovato in possesso di una pistola Beretta calibro 9, la stessa arma utilizzata per compiere la rapina: è accusato di detenzione abusiva di arma comune da sparo e nelleprossime ore comparirà davanti all'Autorità Giudiziaria per l’udienza di convalida della misura cautelare. Intanto proseguono le indagini dei poliziotti della Squadra mobile per risalire all’identità del suo complice ed al recupero del bottino della rapina, circa cinquemila euro.
IL CASO
Emergenza salme a Verona  <br/>Agec: Troppi decessi

Emergenza salme a Verona
Agec: Troppi decessi

"In quest’ultimo periodo a Verona si è passati da una media giornaliera di 7/8 decessi ad un picco improvviso di 16/17. Sono situazioni emergenziali facilmente risolvibili con la collaborazione, anziché con le polemiche".Il presidente di Agec, Massimo Galli Righi, spiega i motivi che hanno portato all'emergenza salme con alcuni cittadini che si sono lamentati perché costretti a tenere in casa le spoglie del loro defunto.Galli Righi ricorda peraltro che "la Legge Regionale 18/2010 prevede la possibilità che il servizio mortuario dell’ospedale possa ricevere anche i cadaveri di persone decedute all’esterno della struttura sanitaria. E' una importante apertura a favore dei comuni, che non trova ostacoli dal punto di vista sanitario, mentre può corrispondere a una effettiva ottimizzazione delle risorse presenti sul territorio"."Non a caso - aggiunge il presidente - già lo scorso anno Agec provvedeva a contattare la Direzione Sanitaria per verificare, in caso di picchi d’eccessiva mortalità, la disponibilità a ricevere nelle celle degli ospedali cittadini le eventuali salme in esubero rispetto al numero massimo di sei posti accoglibile al deposito osservazione del cimitero Monumentale, dove le salme devono sostare tra il primo certificato medico di «mancanza di segni vitali» ed il secondo di «morte accertata». La legge prevede che il deposito osservazione, che deve essere dotato di un allarme collegato ad ogni salma per tenere monitorati eventuali risvegli, debba essere strutturato sul territorio cittadino con un numero minimo di 1 posto ogni 20mila abitanti: per Verona tale esigenza è quindi di 14 posti totali, di cui 6 garantiti da AGEC e gli altri dalle strutture ospedaliere presenti. La realizzazione dei posti per il deposito osservazione tiene conto della mortalità standard ed è presente in tutte le strutture obitoriali presenti a Verona, che possono quindi soddisfare anche eventuali picchi di mortalità assolutamente non definibili a priori".Agec precisa che la stanza del deposito osservazione del cimitero Monumentale è isolata rispetto alle altre stanze adibite ai normali servizi cimiteriali, come ad esempio il deposito salme in attesa di cremazione e la sala autoptica.L'Azienda comunale ancora che nessuno spargimento di liquidi organici è mai avvenuto nel deposito osservazione, quindi la notizia è assolutamente falsa, e che l’azienda ha in progetto la riqualificazione di tutto il compendio celle-crematorio con il raddoppio dell’attuale impianto, che ha raggiunto il numero massimo di cremazioni possibili, secondo le prescrizioni dettate dalla Provincia in materia di immissioni in atmosfera, e per la capacità intrinseca dell’impianto."Si sottolinea infine - conclude Galli Righi - che i tempi di permanenza nel deposito osservazione sono anche influenzati dalle visite necroscopiche dei medici legali, che possono essere eseguite fra le 8 e le 36 ore dal decesso. AGEC da subito si è attivata con la competente struttura dell’Ulss per sensibilizzare gli operatori a contenere il più possibile tali prassi. La situazione di oggi è ancora molto critica, in quanto, sebbene i medici stiano lavorando alacremente liberando posti salma, la mortalità è talmente elevata da non rammentarne storicamente nemmeno di avvicinabili all’attuale realtà. Lo scorso anno, infatti, si è registrato un picco analogo, ma limitatamente al periodo di due giorni".
RAPINE E FURTI
Banditi scatenati,    <br/>tabaccherie sotto tiro

Banditi scatenati,
tabaccherie sotto tiro

Dopo la rapina a mano armata con i banditi che sabato pomeriggio hanno terrorizzato titolari e clienti della tabaccheria in piazza Garibaldi, a San Michele Extra, questa notte un'altra rivendita è finita nel mirino del ladri.I malviventi con un'auto rubata hanno sfondato la vetrina della tabaccheria in via Monreale a Borgo Nuovo, rubando sigarette e profumi.
VOLLEY
GIANI: SESTETTO GIOVANE     <br/>E DI GRANDE QUALITA'

GIANI: SESTETTO GIOVANE
E DI GRANDE QUALITA'

Terminato il volley mercato e pubblicato il calendario della prossima SuperLega, è Andrea Giani, tecnico della Calzedonia Verona a commentare la nuova formazione gialloblù. Ha spiegato Giani: "Abbiamo fatto un sestetto giovane con un tasso tecnico molto alto e talentuoso. Sarà bello allenarlo ma sarà importante, come sempre, creare l'alchimia, l'amalgama, perché i risultati si ottengono giocando di squadra, con il gruppo. Il potenziale però è alto e se saremo bravi potremo toglierci delle grandi soddisfazioni". Sul calendario, che propone le sfide con Perugia e Modena nelle prime due giornate, Giani ricorda: "Si parte subito con Perugia e poi a ruota c'è Modena. Due big mica da ridere. Diciamo che la nostra storia recente si ripete con partenze molto dure. Ma non abbiamo paura né timori. La stagione è importante nella parte finale perché all'inizio tutti devono costruire la squadra. Ecco, rispetto a una stagione tipica, non abbiamo tanti mesi a disposizione e quindi dovremo accelerare gli step visto che l'andata finisce già il 13 dicembre".
MERCATO
DAPRELA', MA NON SOLO     <br/>CACCIA AL TERZINO

DAPRELA', MA NON SOLO
CACCIA AL TERZINO

Daprelà, ma non solo: il Verona è alla caccia di un terzino sinistro in grado di dare garanzie a Mandorlini. Lo svizzero (è del 1991) è in cima alla lista di Bigon, ma, come ha confermato il presidente Setti, non è il solo obiettivo. Assicurare in fretta un giocatore da mettere sulla fascia è in questo momento una priorità.
MALAVITA
Deruba un'anziana  <br/>Cubano in carcere

Deruba un'anziana
Cubano in carcere

Un pregiudicato cubano di 63anni è stato arrestato dai Carabinieri di Sommacampagna subito dopo avere derubato un'anziana al Centro commerciale "La Grande mela".L'uomo, con la complicità di una donna che è riuscita a far perdere le sue tracce, ha utilizzato un trucco per distrarre l'anziana: ha gettato a terra alcune monete e mentre la donna - che era seduta su una sedia vicino ad un bar - si è alzata per raccoglierle e restituirgliele, le ha sottratto la borsa, lasciata incustodita per pochi istanti.Il cubano adesso è in carcere a Montorio.
INVESTIMENTO
Pedone travolto in Zai     <br/>E' in gravi condizioni

Pedone travolto in Zai
E' in gravi condizioni

Un uomo è ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale di Borgo Trento dopo essere stato investito mentre attraversava la strada in via Torricelli, nella Zai di Verona.E' un 74enne trentino, che stava attraversando la strada dopo essere uscito da un albergo per caricare i bagagli sull'auto.L'incidente è avvenuto alle 5; sul posto è intervenuta la Polizia Municipale che dopo i rilievi ha posto sotto sequestro dsella vettura investitrice, un'Opel Meriva. Il conducente è risultato negativo all'alcol test.
FURTO
Banda di giovani   <br/>ruba in piscina

Banda di giovani
ruba in piscina

Due 18enni stranieri, senza fissa dimora, sono stati arrestati con l'accusa di furto aggravato in concorso dai Carabinieri di Bovolone che hanno denunciato due minorenni residenti nel paese.La "banda" è entrata nella piscina comunale e dopo aver scassinato la porta del bar ha rubato bibite e snack per un valore di 120 euro, oltre ai soldi che si trovavano nel registratore di cassa, circa 50 euro.I due maggiorenni sono stati arrestati in flagranza, mentre i due minori sono stati rintracciati nelle loro abitazioni, dove c'era ancora la refurtiva.Nel processo per direttissima sono stati condannati a otto mesi, con pena sospesa.
NUOVA STAGIONE
QUESTA SERA AD EXPO    <br/>IL CALENDARIO DI SERIE A

QUESTA SERA AD EXPO
IL CALENDARIO DI SERIE A

Verrà svelato questa sera alle 19.15, a Milano, presso la sede di Expo2015, il calendario della Serie A 2015/2016 che prenderà il via sabato 22 agosto, con i primi anticipi della stagione, per concludersi il 15 maggio del prossimo anno.I CRITERI - Nella costruzione delle sequenze di incontri in casa e in trasferta, spiega la Lega Serie A che ha precisato i criteri per la compilazione dei calendari, si è tenuto conto dei seguenti criteri: nelle ultime quattro giornate le gare in casa sono perfettamente alternate a quelle in trasferta; non vi possono essere più di due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta per girone; nel caso in cui vi siano due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta, una coppia di incontri deve necessariamente essere in casa e l'altra in trasferta. E' prevista alternanza assoluta degli incontri in casa ed in trasferta per le seguenti coppie di società: Chievo-Hellas Verona, Genoa-Sampdoria, Inter-Milan, Juventus-Torino, Lazio-Roma; in tutti i casi in cui ciò è stato possibile, si è tenuto conto delle situazioni di indisponibilità del campo e/o di concomitanza con altri eventi cittadini di speciale rilevanza; nelle città che presentano due società che condividono lo stesso stadio (Genova, Milano, Roma e Verona), l'ordine di esordio in casa è invertito rispetto al campionato 2014/2015; le società che, nell'ultimo campionato hanno disputato fuori casa l'ultima gara giocano in casa l'ultima partita.I DERBY - Nella costruzione degli abbinamenti delle società al fine di determinare i singoli incontri si sono seguiti i seguenti criteri: nei turni infrasettimanali non sono possibili incontri tra le società Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma, né i derby cittadini di Genova, Roma, Torino e Verona; i derby cittadini di Genova, Milano, Roma, Torino e Verona non sono possibili né alla prima né all'ultima giornata e si effettuano in giornate diverse fra loro.NIENTE TESTE DI SERIE - Non ci sono 'teste di serie', quindi tutte le società possono incontrarsi anche alla prima o all'ultima giornata; non vi può essere alcun incontro ripetuto (stessa partita alla stessa giornata, con lo stesso ordine casa/trasferta) rispetto al calendario 2014/2015; nella prima giornata non possono incontrarsi tra loro, indipendentemente dall'ordine casa/trasferta, società che si sono già incontrate nella prima giornata dei campionati 2013/2014 o 2014/2015; nell'ultima giornata non possono incontrarsi tra loro, indipendentemente dall'ordine casa/trasferta, società che si sono già incontrate nell'ultima giornata dei Campionati 2013/2014 o 2014/2015; le società partecipanti alla Champions League (Juventus, Roma e Lazio) non incontrano le società partecipanti all'Europa League (Fiorentina, Napoli e Sampdoria), nelle giornate poste tra un turno di Europa League e un turno successivo di Champions League (7a, 10a, 13a e 17a giornata).UN INNO PRIMO DI OGNI PARTITA - Un nuovo inno risuonerà negli stadi in apertura delle partite di tutte le competizioni organizzate dalla Lega Serie A: il brano è stato scritto e composto da Giovanni Allevi.
DOPO IL TEST CON I TURCHI
TONI-PAZZINI      <br/>INSIEME SI PUO'

TONI-PAZZINI
INSIEME SI PUO'

Sulla carta (carta) sono una delle coppie più forti del torneo. Ma la teoria va trasportata poi sul campo. Ed allora tutto diventa più difficile.Trovare equilibri, intesa, movimenti: il compito che attende Mandorlini per far coesistere Toni e Pazzini non è dei più semplici. Possono i due giocare assieme? Il test con i turchi ha detto che sì, è possibile, soprattutto grazie all'impegno e alla disponibilità che i due (soprattutto Pazzini) ha dimostrato. Mandorlini sa benissimo che Pazzini è una prima punta, che può adattarsi a fare la seconda. Ma sa anche che non potrà mai essere un Juanito Gomez o un Jankovic. Per superare il problema e mantenersi comunque fedele al 4-3-3, il mister ha usato un "escamotage". Ha in pratica camuffato il suo modulo. In fase offensiva, quando è in possesso di palla, il Verona si dispone con i tre attaccanti, ma poi quando difende, il Verona si mette col 4-4-2, con Gomez a scalare a ridosso della linea dei centrocampisti e Sala a fare l'esterno di destra. Pazzini, pur correndo tantissimo, può così restare più avanzato e girare vicino a Toni che gli crea i varchi giusti. Il Verona attacca centralmente e infatti si è visto in un paio di verticalizzazioni che può far male, soprattutto con Pazzini, molto bravo e furbo a giocare a ridosso della linea avversaria. Così facendo, però, il Verona sfrutta poco le corsie laterali e i rifornimenti per i due bomber non sono stati tantissimi.Questione appunto di movimenti, tempi di gioco, consegne tattiche e anche di gamba. Insomma, di tempo. Ma la questione di fondo resta inalterata: Pazzini e Toni possono coesistere e questa è una buona notizia per il popolo gialloblù. (g.vig.)
INCIDENTE
Cappottamento sul'A4    <br/>Tre feriti all'ospedale

Cappottamento sul'A4
Tre feriti all'ospedale

Tre persone sono rimaste ferite in un incidente avvenuto questa notte sull'autostrada A4 tra i caselli di Sommacampagna e Peschiera. Il conducente di un'auto che viaggiava sulla carreggiata in direzione Milano ha perso il controllo del mezzo che si è ribaltato; sul posto sono intervenuti i sanitari di Verona Emergenza con due ambulanze ed hanno trasportato i feriti all'ospedale di Borgo Trento e alla Casa di cura “Pederzoli” di Peschiera. Non sono in pericolo di vita.
MERCATO
LA TEZENIS SU DA ROS     <br/>AI TIFOSI NON PIACE

LA TEZENIS SU DA ROS
AI TIFOSI NON PIACE

Molti tifosi della Tezenis non sembrano gradire il possibile ritorno in gialloblù di Matteo Da Ros.L'ala grande milanese, 26 anni, è infatti in procinto di rescindere il contratto da Barcellona, club dove era tornato a giocare dopo le due stagioni a Verona. Un passaggio obbligato per poi definire la trattativa con la Scaligera Basket.Il nuovo coach della Tezenis, Marco Crespi, sembrerebbe molto determinato a puntare su Da Ros, nonostante qualche limite caratteriale che ha un po' frenato la carriera del giocatore, che ha vestito anche la maglia della Nazionale Under 20.I tifosi gialloblù, tra l'altro, non perdonano a Da Ros alcuni sfoghi e certi commenti dopo il suo addio a Verona, in particolare il tweet postato subito dopo l'eliminazione della Tezenis dai playoff per mano di Agrigento: “Forse quest'anno è stata colpa del custode”.
L'Opinione
ON AIR
27.07.2015
TgVeneto
ON AIR
27.07.2015
Rosso & Nero
ON AIR
10.07.2015
Padova in Diretta
ON AIR
26.06.2015
Verona in Diretta
ON AIR
26.06.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
26.07.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
26.07.2015
Vighini Show
ON AIR
29.05.2015
Alè Verona
ON AIR
23.07.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
26.05.2015
Alé Padova
ON AIR
25.05.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
06.06.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Redazionali

GALLINERO
24.07.2015

GALLINERO

ESASEM
20.07.2015

ESASEM

PIZZERIA LIDO
16.07.2015

PIZZERIA LIDO

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di TgBiancoscudato.it

Palinsesto

INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA