• TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Telenuovo

TGVERONA
23.08.2014
TGGIALLOBLÙ
23.08.2014
TGPADOVA
22.08.2014
TGBIANCOSCUDATO
22.08.2014
LEGADUE GOLD
Tezenis, da lunedì     <br/>campagna abbonamenti

Tezenis, da lunedì
campagna abbonamenti

La Tezenis non dimentica il Palaolimpia carico dell'onda gialla dei tifosi durante la semifinale dei playoff contro Capo d'Orlando.Da lì si ricomincia per un legame squadra-città sempre più forte, rinnovando l'hastag "#iotifoscaligera".E' all'insegna dell'entusiasmo e della fidelizzazione con i tifosi la campagna abbonamenti 2014/2015 della Scaligera Basket.PRIMA FASE. La prima settimana, da lunedì 25 a sabato 30 agosto, sarà riservata esclusivamente ai vecchi abbonati che potranno rinnovare la propria tessera semplicemente con un bonifico bancario, per poi inviarne una copia a biglietteria@scaligerabasket.it insieme all'indirizzo a cui l'abbonamento verrà spedito. Un modo per venire incontro alle esigenze dei nostri tifosi, con una procedura comoda ed immediata. Nella prima fase quella del bonifico sarà l'unica opzione per potersi abbonare. Il prezzo sarà lo stesso della stagione scorsa. Unicredit Iban IT05 Z 02008 1172 3000 5000 90446. Causale: abbonamento 2014-2015 n°___ SECONDA FASE. La fase di prelazione con i prezzi congelati continuerà anche nella seconda settimana, quella dall'1 al 6 settembre, in parallelo con la vendita dei posti liberi (in base al nuovo listino 2014-15). Gli abbonamenti saranno in vendita nella sede della Scaligera Basket di via Cristofoli 48, a Verona, aperta dal lunedì al venerdì  dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, sabato dalle 10 alle 12. Il prezzo degli abbonamenti per Tribuna Numerata e Gradinata, rispettivamente 150 e 115 euro, resterà lo stesso per chi rinnoverà la tessera entro il 6 settembre. Invariato per tutta la durata della campagna abbonamenti i prezzo della Curva, rimasto di 90 euro. Non ci saranno differenze rispetto alla passata stagione neanche per il Parterre, sessanta posti a bordocampo particolarmente apprezzati nel corso della stagione, il cui prezzo è rimasto bloccato a 300 euro. TERZA FASE. La vendita libera proseguirà in sede da lunedì 8 settembre alle 12 di venerdì 10 ottobre, prima del debutto casalingo contro Barcellona. Ritoccati leggermente, ma non la fascia-Ridotti, solo i settori di Tribuna Numerata e Gradinata, proporzionati rispetto ai prezzi dei singoli biglietti nei playoff della passata stagione. L'abbonamento di Tribuna Numerata costerà 170 euro, quello di Gradinata 125 euro. LE NOVITA'. La Scaligera Basket ha introdotto quest'anno la novità dell'abbonamento-famiglia per favorire un pubblico da sempre costituito da tifosi, amici ma anche da numerosi interi nuclei familiari. L'abbonamento, riservato ai due genitori e ad un figlio d'età inferiore ai 16 anni, assicura uno sconto ulteriore del 10%. Per i prezzi si va dai 720 euro del Parterre ai 400 euro dalla Tribuna Numerata, dai 315 euro della Gradinata ai 210 euro della Curva. I possessori dell'abbonamento-famiglia, nominale e non cedibile, avranno un accesso riservato con controllo del documento di identità all'ingresso del PalaOlimpia. Per poter sottoscrivere l'abbonamento sarà necessario presentare in sede la fotocopia di un documento-stato di famiglia.
A TELENUOVO
Adel Smith, picchiato <br/>in diretta da F. Nuova

Adel Smith, picchiato
in diretta da F. Nuova

Adel Smith, il presidente dell'Unione musulmani d'Italia morto oggi a L'Aquila, fu vittima di un'aggressione mentre era ospite in diretta a Telenuovo alla trasmissione "Rosso e Nero". Era il 10 gennaio 2003. Un gruppo di giovani di Forza Nuova fece irruzione negli studi dell'emittente a Verona, aggredendo e picchiando Adel Smith e il suo segretario, Massimo Zucchi, intervenuto in sua difesa. Ventitré militanti di estrema destra furono identificati dalla Digos scaligera: sei vennero arrestati e altre 17 denunciati. Per la spedizione erano arrivati da tutto il Veneto. All'epoca dei fatti l'irruzione e l'aggressione durante la diretta della televisiva suscitò molto scalpore e condanna da molte parti politiche e dall'Ordine dei giornalisti ed anche dal Sindacato. La vicenda poi sfociò in un processo con la condanna per alcuni militanti, accusati di violenza privata e aggressione con l'aggravante della discriminazione razziale.
BIANCOSCUDATI
Padova, Parlato: 'Non     <br/>soffro la pressione'

Padova, Parlato: 'Non
soffro la pressione'

Si definisce un jolly di centrocampo. Ma per descriversi bene, Nicola Segato usa queste parole: 'Sono uno che vede parecchio la porta'. I tifosi già si fregano le mani nell'ammirare il gioiellino dei Biancoscudati. Le giovanili nel Vicenza, la C2 col Bassano e poi tanta gavetta in D. classe 1985 ha voglia di conquistare obiettivi importanti. 'Di sicuro non è facile visto che abbiamo iniziato tardi e ci sono giocatori che vanno e vengono - afferma - ma chi è qui dall'inizio si sta impegnando al massimo'. Promesse? 'Non ne faccio. Non mi sembra giusto. Ma lotteremo fino alla fine in ogni gara. I tifosi sono importantissimi. E io non soffro la pressione della piazza, anzi, mi esalto'.
BIANCOSCUDATI
Dionisi: 'Qui per tifosi  <br/>e per le ambizioni'

Dionisi: 'Qui per tifosi
e per le ambizioni'

Qualche anno fa sarebbe dovuto arrivare il fratello: Federico, ex attaccante del Livorno, ora al Frosinone. Invece è arrivato lui Matteo. Classe 85, è un difensore di qualità con grande esperienza in D e in Lega Pro. 'Quando ho ricevuto la chiamata del direttore, - dice al microfono di Telenuovo - non ho avuto esitazione a dire si. La piazza, le ambizioni, i tifosi e anche gli altri compagni di squadra mi hanno convinto a partecipare al progetto'. Dionisi, l'anno scorso, fece parte di quel Pordenone che conquistò la promozione in Lega Pro. 'Per vincere bisogna fare gruppo e stare uniti sino alla fine. Così si può arrivare in alto. Saranno importanti anche i nostri tifosi'.
POLIZIA MUNICIPALE
Pass disabili, il senso    <br/>civico resta a zero

Pass disabili, il senso
civico resta a zero

Ventiquattro casi da giugno ad agosto, un fenomeno che non si ferma nemmeno d'estate. "Una vergognosa quotidianità" l'ha definita il comandante della Municipale, Luigi Altamura, che da mesi con il suo comando è attivo nei controlli contro l'uso improprio dei pass disabili. Clamorosi gli ultimi due casi, entrambi in centro storico, di una nipote che usava il pass della nonna, morta l'anno scorso e di un 61enne veronese che invece ha girato anni col pass del padre morto nel '90. “Manca una banca dati nazionale dei permessi invalidi – ha detto il comandante della Municipale veronese – che permetterebbe in tempo reale di controllare la validità di questi documenti, analogamente a ciò che oggi avviene per patenti, coperture assicurative o revisioni. Attraverso il circuito Citypass una cinquantina di comuni veronesi condividono informazioni e procedure in grado di prevenire ed evitare utilizzi indebiti, con grande efficacia sia della fase amministrativo-gestionale che di controllo. Se il nostro progetto venisse sostenuto a livello nazionale, e magari la riforma del codice stradale in corso introducesse una sospensione della patente per chi usa indebitamente il permesso invalidi, ritengo che gli abusi calerebbero drasticamente”. Al momento, chi usa impropriamente il pass invalidi subisce due sanzioni: una sindacale di 50 euro e una relativa al codice della strada di 80 euro.
PRIMAVERA HELLAS
Pavanel: Lo spirito è     <br/>ancora quello giusto

Pavanel: Lo spirito è
ancora quello giusto

Massimo Pavanel è pronto a ripartire. L'entusiasmo è sempre lo stesso così come la voglia di imprimere la propria mentalità e il proprio credo ai suoi ragazzi. Il Verona Primavera è cambiato molto, ha perso giocatori importanti e ne sono arrivati altri su cui lavorare: "Siamo un cantiere aperto ma lavoriamo duramente giorno per giorno per poiter migliorare e arrivare pronti all'esordio. In assoluto è il Girone più complicato: squadre che magari lo scorso anno lavoravano sotto età saranno protagoniste, penso al Pescara, al Cittadella e allo stesso Lanciano. Abbiamo il giusto entusiasmo e mi piace lo spirito: quello sarà fondamentale e lo scorso anno tante volte ci ha consentito di vincere partite sulla carta già segnate. Il nostro obiettivo resta valorizzare il più possibile questi ragazzi come abbiamo fatto per esempio con Donsah, Zaccagni, Alba e Gatto. Vedere che squadre professionistiche cercano i nostri giovani è la nostra vittoria più bella". (A.B.)
LEADER MUSULMANO
Morto Adel Smith, venne       <br/>aggredito a Telenuovo

Morto Adel Smith, venne
aggredito a Telenuovo

E' morto a 54 anni per una grave malattia Adel Smith, presidente dell'Unione musulmani d'Italia divenuto famoso per la battaglia contro la presenza di simboli sacri in edifici pubblici e per l'aggresisone subita negli studi di Telenuovo, durante una diretta.Nato ad Alessandria d'Egitto da padre italiano e madre egiziana, viveva a Ofena, nell'aquilano. "E' stato un coraggioso, ha utilizzato gli strumenti dell'ordinamento giuridico italiano per portare avanti le sue battaglie su principi di libertà" ha ricordato oggi il suo avvocato Dario Visconti annunciando la scomparsa di Adel Smith.
EVENTI
Alpini, raduno triveneto  <br/>dal 12 al 14/9 a Verona

Alpini, raduno triveneto
dal 12 al 14/9 a Verona

Da venerdì 12 a domenica 14 settembre Verona ospiterà il Raduno del Terzo Raggruppamento Alpini, tradizionale appuntamento che richiamerà in città le penne nere in congedo del Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. La manifestazione, che è organizzata dalla Sezione cittadina dell’Associazione nazionale Alpini in collaborazione con il Comune, nell’ambito delle celebrazioni del centenario dalla Grande Guerra, per Verona riveste particolare importanza perché celebra anche il 90° anniversario dall’inaugurazione della Targa bronzea dedicata al VI Reggimento Alpini, posta sulle mura scaligere a fianco della Gran Guardia. Il calendario degli eventi in programma prevede: venerdì 12 settembre alle 19.30, in piazza Bra, Fanfara in carosello, cui seguiranno, alle 20 nelle chiese cittadine, esibizioni di cori alpini. Sabato 13 alle 10 Alzabandiera alla presenza del Labaro Nazionale ANA in piazza Bra e, alle 17 in Arena, celebrazione della Santa Messa presieduta dal Vescovo di Verona Monsignor Giuseppe Zenti. Alle 18.15 da piazza Bra e da piazza Viviani partiranno rispettivamente la Fanfara di Perzacco e la Fanfara Storica, per raggiungere la Fanfara Tridentina in Arena dove, alle 20.45, è previsto l’arrivo della staffetta della memoria, partita da Caporetto con i Reduci e un concerto di Cori e Fanfare. La manifestazione proseguirà domenica 14 settembre alle 8.30 in piazza Bra con l’Alzabandiera cui seguirà la sfilata per le vie cittadine lungo porta Borsari, corso Cavour, corso Castelvecchio, corso porta Palio, piazza Santo Spirito, piazza Renato Simoni, via Locatelli, corso porta Nuova, piazza Bra e via Pallone per terminare, verso le 14.30, a Ponte Aleardi. Il raduno si chiuderà alle 18 con l’Ammainabandiera.
COMUNE
Park Capuleti, Corsi:     <br/>Basta proroghe

Park Capuleti, Corsi:
Basta proroghe

Lunedì dal Comune partirà una lettera destinazione Viberto, l’azienda che ha rilevato dalla cooperativa Cangrande il progetto per la realizzazione del parcheggio interrato di lungadige Capuleti. E' la diffida che esorta la ditta a proseguire i lavori con la massima celerità, in modo da rispettare i tempi concordati per la fine dell’opera. Lo ha detto nel pomeriggio l’assessore alla Viabilità Enrico Corsi, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo al cantiere. “Nei giorni scorsi abbiamo dato incarico alla Polizia municipale di monitorare la situazione dei principali cantieri aperti in città –spiega Corsi- constatando che alcuni sono decisamente a buon punto, come via Campo Marzo e via Carducci, che riapriranno entro la fine di agosto addirittura prima della scadenza concordata, mentre altri, come lungadige Capuleti, non dimostrano l’efficienza necessaria. Nei confronti della Viberto l’amministrazione è stata assolutamente disponibile, evitando di riscuotere la fidejussione versata e concordando una tempistica adeguata per l’esecuzione dell’opera –conclude Corsi- ma l’azienda deve dimostrare efficienza e impegno per accelerare i lavori, perché non siamo disponibili a concedere altre eventuali proroghe, rispetto ai tempi concordati”. “Il cantiere è stato monitorato dal personale della Polizia municipale nelle ultime tre settimane –ha spiegato invece il comandante della polizia locale Altamura - constatando che nella prima settimana di agosto erano al lavoro due operai, mentre in queste ultime due settimane il cantiere è rimasto fermo. La preoccupazione nasce dal fatto che dal 15 settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico, via del Pontiere, via Pallone e tutte le altre strade del comparto saranno nuovamente intasate dal traffico –conclude Altamura- per cui ripristinare il più rapidamente possibile la viabilità in lungadige Capuleti rappresenta un’assoluta priorità”.
ICE BUCKET CHALLENGE
Agnelli accetta la sfida    <br/>e nomina Tavecchio

Agnelli accetta la sfida
e nomina Tavecchio

Non si è fatta attendere. Il presidente della Juventus Agnelli ha risposto nel pomeriggio alla sfida dell'ice bucket challenge che gli aveva lanciato stamattina il presidente del Verona Maurizio Setti. In giacca e cravatta Agnelli ha annunciato il suo contributo alla lotta alla Sla, nominando a sua volta altri tre vip, tra cui il nuovo presidente della Figc Tavecchio. A tirare la secchiata d'acqua il d.g. della Juventus Marotta.
DOMENICA AL VIA LA STAGIONE UFFICIALE
L'HELLAS, LA COPPA   <br/>E QUEL SOGNO...

L'HELLAS, LA COPPA
E QUEL SOGNO...

Sempre accarezzata, sfiorata, mai vinta. Nonostante partite epiche, nonostante tre finali.La prima volta fu una sonora mazzata. Il 29 giugno 1976 si giocò a Roma la finale contro il Napoli. E' il Verona di Ferruccio Valcareggi, di Mascetti, Zigoni, Guidolin. Finisce 4-0 per i napoletani, dopo che il primo tempo era finito 0-0. La debacle matura dal 76' in poi, quando l'Hellas crolla e il Napoli dilagaVa male anche nel 1982-83. La fantastica squadra di Osvaldo Bagnoli sembra ad un passo dall'impresa dopo aver vinto la finale d'andata 2-0 contro la Juventus al Bentegodi.Ma al ritorno il Verona capitola ai tempi supplementari, dopo che Platini all'81', quindi a soli 9 minuti dalla fine aveva segnato il gol del 2-0 che permise ai bianconeri di andare all'overtime. E' sempre le roi che segna al minuto 119.Ci riprova ancora la truppa di Bagnoli nella stagione successiva. Stavolta contro la Roma. Il Verona pareggia 1-1 all'andata al Bentegodi. Segna prima Cerezo e poi Storgato tiene vive le speranze dell'Hellas. Poi il 26 giugno perde 1-0 a Roma. La rete che chiude le speranze dei gialloblù viene realizzata da un "romano" che gioca nel Verona: Mauro Ferroni.L'epopea dell'era di Bagnoli viene rivissuta da Mandorlini. Che non raggiunge la finale, ma regala grande serate di calcio ai veronesi. La gara contro il Parma, la trasferta a Roma contro la Lazio, la sfida a San Siro con l'Inter erano i primi segnali di un Verona che stava tornando nel calcio che conta.Ora domenica parte una nuova competizione. E il sogno dichiarato di Setti è proprio vincere una Coppa Italia con il Verona. Si va a ricominciare. A volte i sogni impossibili si realizzano.
ATTI VANDALICI
San Martino, telecamera   <br/>incastra il vandalo

San Martino, telecamera
incastra il vandalo

Dopo aver individuato gli autori di alcuni atti vandalici al parco del Campagnol a Borgo della Vittoria, il sistema di videosorveglianza installato dall’amministrazione comunale di San Martino ha permesso di individuare un giovane che nelle scorse settimane ha danneggiato e rubato la telecamera nel sottopassaggio ferroviario, in centro al paese. Il ragazzo, 18 anni, residente a Monteforte d'Alpone e di origini marocchine, è stato denunciato per furto e danneggiamento. Gli agenti della polizia locale che hanno condotto gli accertamenti, sono risaliti al giovane dopo aver identificato un suo amico ripreso nitidamente dall’impianto di videosorveglianza. “Il riconoscimento è avvenuto grazie alla collaborazione della polizia locale di San Bonifacio" spiega il comandante della polizia locale di San Martino Buon Albergo, Castrese Coppola. “Il fatto di aver individuato con precisione l’identità del giovane ci ha successivamente permesso di risalire al suo coetaneo, autore del furto e del danneggiamento. Nel frattempo è già stata installata la telecamera nuova e quindi il servizio di videosorveglianza è nuovamente attivo". Solo poche settimane fa le telecamere avevano permesso di pizzicare i responsabili di alcuni atti vandalici avvenuti nelle vicinanze della casetta dell’acqua, nel parco del Campagnol. Si tratta di alcuni giovani già conosciuti alle forze dell’ordine, tra i 18 e i 20 anni, che avevano imbrattato con disegni e bestemmie alcune delle panchine e delle strutture nell’area giochi. Sono oltre una quarantina le telecamere attive a San Martino Buon Albergo, la cui installazione è stata possibile anche grazie all’ammissione a specifici finanziamenti messi a disposizione negli scorsi anni dalla Regione Veneto.
PARCHEGGIO
Ex Gasometro, apertura    <br/>il 6 settembre

Ex Gasometro, apertura
il 6 settembre

6 settembre ore 15. E' il giorno e l'ora in cui verrà finalmente inaugurato il parcheggio all'ex Gasometro.L'attesa notizia è stata annunciata dall'assessore alla mobilità del Comune di Verona, Enrico Corsi, in occasione del sopralluogo compiuto oggi in lungadige Capuleti nel cantiere per un altro parcheggio, in questo caso sotterraneo.Il comandante della Polizia municipale, Luigi Altamura, ha anticipato che in quella zona sarà applicata "tolleranza zero": a partire dall'8 settembre scatteranno le sanzioni per tutte le auto parcheggiate illecitamente all'interno e nei dintorni del cantiere.Per quanto riguarda un altro cantiere cruciale per la viabilità cittadina, via Carducci sarà riaperta al traffico la prossima settimana.
POLIZIA MUNICIPALE
Disabile morto nel '90    <br/>Figlio gira con permesso

Disabile morto nel '90
Figlio gira con permesso

Una storia al limite del credibile ma vera: la Polizia Municipale ha fermato un 61enne veronese che girava con il pass disabili del padre, morto nel 1990. Il controllo è avvenuto dagli agenti con in dote il palmare di servizio che consente verifiche in tempo reale su uno stallo riservato agli invalidi in via Battisti. "Diciamo che purtroppo di situazioni limite ne abbiamo viste tante" ha commentato il comandante della Municipale Luigi Altamura "ma questo caso batte decisamente tutti i precedenti". Insolito anche che nonostante i controlli, quotidiani a Verona, della Polizia Municipale, una persona abbia potuto teoricamente usufruire per 24 anni di un pass che consente tra l'altro di parcheggiare sulle strisce blu senza pagare la sosta. "Il problema è anche legato al luogo. Sappiamo che c'è chi evita determinate zone dove i controlli possono essere più alti, ad esempio il centro storico, o lo stadio o porta nuova piazza Bra il giorno dei concerti, c'è anche una percentuale di fortuna. Ricordo che nel momento in cui purtroppo c'è la scomparsa del titolare del permesso c'è l'obbligo di restituzione immediata di quel pass al comune di residenza"
SLA
Ice Bucket, Setti nomina    <br/>Galliani Lotito Agnelli

Ice Bucket, Setti nomina
Galliani Lotito Agnelli

Setti sfida Galliani, Lotito ed Agnelli a farsi una doccia gelata. Il presidente del Verona è solo l’ultimo di una serie tra vip e politici che hanno partecipato al gioco che sta impazzando sui social network: Ice Bucket Challenge, la gara che gira da qualche settimana in tutto il mondo per raccogliere fondi per la sclerosi laterale amiotrofica (Sla). Setti ha raccolto la sfida del cinese, nominando a sua volta Galliani, Lotito e Agnelli. E poi ha postato il video della doccia gelata.
ICE BUCKET CHALLENGE CONTRO LA SLA
E Setti nomina Agnelli      <br/>Lotito e Galliani...

E Setti nomina Agnelli
Lotito e Galliani...

Moda del momento tra i Vip: tirarsi una secchiata d'acqua gelata in testa per sensibilizzare contro la Sla (la malattia che ha ucciso Stefano Borgonovo). Prima del "rito" però si devono nominare tre persone che a loro volta dovranno sottoporsi alla "tortura". Anche il presidente del Verona Maurizio Setti ha partecipato. Ieri è comparso il video sul sito del Verona. Con sottile "perfidia" e molta ironia Setti ha nominato Agnelli, Galliani e Lotito. Ora i tre, rivali in Lega e nelle recenti elezioni per il presidente federale, dovranno farsi tirare una secchiata d'acqua in testa. "Maledicendo" probabilmente Setti...
ARRESTO
Tenta di rapire bambina      <br/>E' nato a Villafranca

Tenta di rapire bambina
E' nato a Villafranca

Ha rischiato il linciaggio Marco Rosadoni, il musicista 49enne originario di Villafranca, che ha tentato di rapire una bambina a Roma, venendo bloccato dai passanti inferociti.La bimba è stata presa alle spalle all' improvviso dall'uomo che ha cercato di strapparla dalla mano della nonna, in pieno giorno, e di portarla via con sé. Vittima del tentato rapimento una bimba italiana di appena 2 anni. E così, in pochi istanti, una passeggiata verso il parco si è trasformata in un incubo per la bimba, il suo fratellino e la nonna, 52 anni di origini moldave, che li stava accompagnando. E' accaduto a Roma in via Turno, nel quartiere Appio, nei pressi dell'ingresso di Villa Lazzaroni. L'uomo, incensurato, dopo aver osservato i tre per alcuni minuti ha aspettato che si fermassero a un semaforo in attesa di poter attraversare. All'improvviso ha spinto la donna scaraventandola per terra e ha tentato di prendere la piccola. Nonostante fosse in terra, ferita, la nonna si è opposta con tutte le sue forze aggrappandosi alla nipotina per evitare che quello sconosciuto la rapisse. Ad assistere alla scena terrorizzato anche il fratellino di 11 anni della bimba, scoppiata in lacrime. L'uomo è stato arrestato poco dopo grazie all'intervento di alcuni passanti che non si sono girati con indifferenza dall' altra parte, ma si sono precipitati a bloccarlo e hanno dato l'allarme al 113. Quando gli agenti di una volante in transito sono arrivati sul posto, il 49enne ha cercato invano di scappare, ma è stato arrestato poco dopo. Nato a Villafranca e residente fino a poco tempo fa nel quartiere Tuscolano, ha rischiato di subire un vero e proprio linciaggio da parte di alcuni cittadini 'inferociti' che si sono radunati lungo la strada. Quando è stato fermato ha provato a depistare gli agenti facendo credere di essere un inglese, ma i documenti hanno svelato la sua identità. "Volevo salvare la bambina. Solo con me i bimbi stanno al sicuro. Non gli avrei fatto del male" avrebbe detto ai poliziotti del commissariato Appio, guidati da Alfredo Luzi, per giustificare il suo comportamento. Gli investigatori ipotizzano che si tratti del gesto di un folle e non di un rapimento premeditato.L'uomo si trova ora nel carcere di Regina Coeli con l'accusa di tentato sequestro di persona e lesioni. Ancora scossa la nonna della bambina. "E' stato un incubo" avrebbe confidato la donna che qualche ora dopo ha sporto denuncia alla polizia. E oltre al trauma psicologico rimane quello fisico. Nella caduta ha sbattuto la testa contro il palo del semaforo e, medicata in ospedale, guarirà in 10 giorni.
TIM CUP
Sassuolo - Cittadella:  <br/>il tabellino della gara

Sassuolo - Cittadella:
il tabellino della gara

SASSUOLO-CITTADELLA 4-1Marcatori: 12' Zaza (S), 32' Coralli (C), 53' e 83' Sansone (S), 92' Floro Flores (S)SASSUOLO: Pomini; Gazzola, Antei, Ariaudo, Peluso; Biondini (85' Chibsah), Magnanelli, Missiroli; Berardi (80' Floro Flores), Zaza (80' Pavoletti), Sansone.A disp: Polito, Cannavaro, Acerbi, Terranova, Longhi, Brighi, Kurtic, Floccari, Sereni.All. Eusebio Di FrancescoCITTADELLA: Valentini; Pecorini (80' Cappelletti), Barreca, Pellizzer, Signorini, Coralli (43' Gerardi), Sgrigna, Busellato, Mancuso, Lora, Palma (63' Minesso).A disp: Pierobon, De Leidi, Rigoni, Scaglia, Ugo, Benedetti, Donazzan, Bortoluz.All. Claudio FoscariniArbitro: Sig. Rocchi di FirenzeAssistenti: Sig. Barbirati di Ferrara – Sig. Marzaloni di RiminiQuarto Ufficiale: Sig. Sacchi di MacerataNote: ammoniti Pellizzer (C)
INCIDENTE
Cade sul Carega,    <br/>soccorso escursionista

Cade sul Carega,
soccorso escursionista

Mentre percorreva con due amici la ferrata che porta a Cima Lovaraste, nel gruppo del Carega, un escursionista di Verona 62enne è caduto per qualche metro sbattendo con la mano. Scattato l'allarme attorno alle 13, il Suem di Vicenza ha inviato una squadra del Soccorso alpino di Recoaro-Valdagno e l'elicottero di Verona emergenza. Una volta individuato in parete, l'infortunato è stato recuperato dall'eliambulanza con un verricello di 25 metri, per essere poi trasportato all'ospedale di Borgo Trento. I soccorritori hanno invece riaccompagnato fino alla macchina i due compagni.
TIM CUP
Citta solo un tempo:    <br/>Sassuolo più forte, 4-1

Citta solo un tempo:
Sassuolo più forte, 4-1

Ce l'ha messa tutta il Cittadella, ma il Sassuolo è una squadra di un'altra categoria. Così, al 'Mapei Stadium', matura un 4-1 forse esagerato per quello che si è visto in campo. Il Citta di Foscarini ha resistito solo un tempo, è vero: si è andati al riposo sul punteggio di 1-1 grazie al gol di Coralli. Ma sia sul 2-1 che sul 3-1 per i neroverdi ha avuto le occasioni per riaprire la partita. A prossimo turno va il Sassuolo, quindi. Ma per i granata la gara è da considerarsi un test importante in vista delle prime giornate di campionato. Tra i più positivi di ieri ci sono Gerardi, Coralli e Valentini. In ombra Sgrigna e Palma. Per il Sassuolo hanno segnato al 12' Zaza, al 53' e all'83' Sansone e al 92' Floro Flores.
POSTICIPO
Primavera Pescara-Hellas     <br/>Si gioca il 31 agosto

Primavera Pescara-Hellas
Si gioca il 31 agosto

Come riporta il sito ufficiale del Verona, il debutto della Primavera dell'Hellas a Pescara sarà posticipato a domenica 31 agosto con fischio d'inizio alle 11 esattamente come accadde nella passata stagione: quella partita venne clamorosamente vinta dagli abruzzesi per 2-1 dopo un dominio territoriale gialloblù durato tutta la gara.
L'Opinione
ON AIR
01.08.2014
TgVeneto
ON AIR
22.08.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
Alè Verona
ON AIR
20.08.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
28.07.2014
Tuttocalcio Padova
ON AIR
30.05.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
05.08.2014

BPV MUTUOYOU

Promo palinsesto

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgpadova.it

Palinsesto