• TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Telenuovo

TGVERONA
20.08.2014
TGGIALLOBLÙ
21.08.2014
TGPADOVA
21.08.2014
TGBIANCOSCUDATO
21.08.2014
PADOVA E SAN PAOLO
Il sogno sfuma, niente    <br/>allenamenti all'Appiani

Il sogno sfuma, niente
allenamenti all'Appiani

L'oggetto dei desideri, quando parli di stadi a Padova, è sempre lui, il mitico Appiani, sogno accarezzato dai tifosi, desiderio di una società che per rinascere dalle proprie ceneri avrebbe volentieri messo le radici nell'impianto dove è stata fatta la storia. Invece, al primo vertice con il comune e il San Paolo per mettere mano alla questione stadi, i Biancoscudati Padova hanno dovuto prendere atto che l'Appiani, oltre al guaio di un impianto elettrico da rifare per una spesa di 300 mila euro, resterà nei libri dei desideri e di storia appunto anche solo per gli allenamenti. "Penso che sia impossibile che la prima squadra possa allenarsi all'Appiani visto che è già poco per tutto il settore giovanile - le parole di Giuseppe Bergamin, presidente del Padova - Con la prima squadra troveremo la soluzione definitiva alla Guizza, in via Gozzano, oppure da un'altra parte, ma non certo all'Appiani".La divisione dei gironi aveva anche rimosso il fatto che le società cittadine in serie D saranno due. E che dovranno spartirsi spazi e impianti. In primis l'Euganeo dove giocheranno, anzi dove dovrebbero giocare in alternanza le gare casalinghe, dividendosi le spese di gestione. Dovrebbero perché l'Atletico San Paolo, rinato e ridimensionato a sua volta dopo un fallimento, non vuole fare i passi più lunghi della gamba. "Noi dobbiamo prima capire i costi - ha commentato Bepi Tramonti del San Paolo - in base a quelli decidiamo se abbiamo la possibilità di giocare all'Euganeo oppure no. Abbiamo ricevuto anche la disponibilità di un comune limitrofo per un impianto di gioco, ma dobbiamo prima capire bene la situazione con l'Euganeo". Il comune, dal canto suo, ha spalancato porte e buona volontà fin dove può arrivare e forse perfino un po' oltre. "Le due società potranno usufruire dei bar e dovranno pagare le spese per la manuntenzione del campo e la pulizia degli spogliatoi - ha fatto sapere l'assessore allo sport Cinzia Rampazzo - per le utenze il comune andrà incontro e anche per l'affitto. Stiamo facendo del nostro meglio".
MERCATO HELLAS
E' fatta per Campanharo  <br/>Firmerà un triennale

E' fatta per Campanharo
Firmerà un triennale

Gustavo Campanharo è pronto per il Verona. Il centrocampista brasiliano infatti è stato visionato da Sogliano che ha deciso di affondare il colpo: l'accordo col Bragantino c'è già, pronto un contratto triennale. Campanharo era già stato in Italia nel 2011 con la Fiorentina: esperienza breve e poco fortunata senza squilli particolari. A breve visite mediche e firma.
COPPA ITALIA
Domenica inizio di gara    <br/>spostato alle 17

Domenica inizio di gara
spostato alle 17

L'esordio in Coppa Italia del nuovo Padova, in programma domenica 24 agosto allo stadio Euganeo contro la Castellana Castelgoffredo, sarà alle 17 e non alle 16 come precedentemente comunicato dalla Lega Nazionale Dilettanti. E' stata la squadra avversaria a chiedere, e ottenere, il posticipo di un'ora del fischio d'inizio. Contro la formazione della provincia di Mantova, il Padova affronterà il turno preliminare della Coppa. Se vincerà potrà proseguire e giocare anche la domenica successiva, 31 agosto, contro la vincente tra Abano e Virtus Vecomp.
SICUREZZA SCOLASTICA
Scuole, Benetti: Finora    <br/>dal governo 14mila euro

Scuole, Benetti: Finora
dal governo 14mila euro

Settemila euro per le scuole Pascoli di Borgo Milano e altri settemila per le Monte d’Oro di Montorio: questi, finora, gli unici finanziamenti arrivati alle scuole di Verona, nell’ambito dell’iniziativa denominata dal Governo “scuole belle”. Lo rende noto l’assessore all’Istruzione Alberto Benetti, che spiega: “il Comune di Verona ha ricevuto in questi giorni, tramite mail, una nota informativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che ci mette al corrente del finanziamento diretto erogato a due plessi scolastici cittadini: 7.000 euro per la scuola dell’infanzia Pascoli (I.C. 7 Stadio, Borgo Milano) e 7.000 euro per la scuola dell’infanzia Monte d’Oro (I.C. 17, Montorio). I Dirigenti didattici, con le modalità delle convenzioni-quadro Consip, provvederanno quindi direttamente agli interventi di decoro e funzionalità delle due scuole". Quanto agli 86.800 euro assegnati dal Governo al Comune di Verona per interventi di riqualificazione scolastica non abbiamo ancora ricevuto nulla” conclude Benetti replicando così alle critiche dei consiglieri del Pd, Bertucco e La Paglia.
PALLAVOLO PADOVA
Tonazzo Padova, Baldovin  <br/>'In A1 per combattere'

Tonazzo Padova, Baldovin
'In A1 per combattere'

Due chiacchiere prima dell'allenamento. Coach Baldovin, il 'mago' della promozione, racconta le prime impressioni in vista della prossima stagione in A1: 'I ragazzi si sono fatti trovare fisicamente pronti. Hanno seguito bene le indicazioni che avevamo dato loro'. Il tecnico della pallavolo Padova parla delle aspettative: 'Vogliamo dare del filo da torcere a qualsiasi squadra. Sappiamo che saremo in competizione con campioni di livello mondiale, ma vogliamo lottare fino all'ultimo in qualsiasi partita. Abbiamo un budget ridotto rispetto ad altre squadre, ma questo deficit può essere compensato dallo spirito di gruppo e dalla voglia di vincere'. Baldovin rivolge un appello al pubblico: 'Durante la scorsa stagione è stato fantastico. Spero che possa darci una mano anche in questo campionato. I tifosi, la città, sono davvero importanti'.
CERTIFICAZIONE
Pd attacca: 136 scuole    <br/>su 165 senza antincendio

Pd attacca: 136 scuole
su 165 senza antincendio

"Poiché il contributo del Governo per la sistemazione delle scuole è strettamente legato agli interventi (già cantierabili) pianificati dai Comuni, l'assessore Benetti non può che biasimare l'amministrazione di cui fa parte che per il 2014 ha previsto di investire poco o niente in edilizia scolastica". Lo affermano i consiglieri comunali del Pd, Michele Bertucco e Elisa La Paglia, che vanno all'attacco dell'assessore all'istruzione di Palazzo Barbieri.Secondo i due esponenti dell'opposizione, "Benetti deve biasimare ancor di più se stesso perché non è riuscito ad imporre in giunta i problemi delle scuole veronesi". Bertucco e La Paglia evidenziano "problemi che non mancano, come testimonia una allarmante relazione che i settori tecnici del Comune hanno sottoposto alla giunta non più tardi del 18 giugno scorso, in cui si evidenza come la stragrande maggioranza delle scuole di competenza comunale (tra cui tutti gli asili nido) sia priva della necessaria e obbligatoria certificazione antincendio, e che se non si provvederà ad ottenerla entro la fine del 2015, alunni, personale docente e non docente di molte scuole rischia di venire “spacchettato” in altre strutture in maniera tale da far scendere il numero degli occupanti degli edifici non a norma sotto le 100 presenze giornaliere contemporanee (30 per gli asili nido), livello a cui la normativa antincendio si applica in modo più blando". "L'invito che rivolgiamo a Benetti - aggiungono - è quindi quello di smettere di lamentarsi e cominciare a darsi da fare contando sull'aiuto del Governo ma non solo. Tutte le legittime perplessità sollevate dagli altri Comuni del territorio sono state chiarite grazie all'intermediazione della deputata veronese Alessia Rotta e in molti casi si è trovato persino il modo per anticipare al 2014 interventi previsti negli anni successivi. "Quanto al problema della certificazione anticincendio, che l'amministrazione si guarda bene dal menzionare, i numeri sono impietosi: nessuno dei 143 fabbricati di proprietà comunale a destinazione scolastica possiede il Certificato di Prevenzione Incendi. Di questi solo 25 sono esentati dal produrlo in quanto accolgono scuole con meno di 100 presenze giornaliere contemporanee. Poiché un fabbricato può ospitare anche più di una scuola, a conti fatti le scuole che necessitano del certificato sono 136 su un totale di 165, tra cui tutti i nidi e i micro-nidi" concludono Bertucco e La Paglia.
VERSO L'ESORDIO
Primavera, triangolare   <br/>con Seriate e Atalanta

Primavera, triangolare
con Seriate e Atalanta

In attesa di conoscere il calendario del campionato, la Primavera del Verona ha programmato un triangolare questa sera dalle 19:30 a Seriate allo stadio "Giovanni Terzi" contro la formazione locale che disputa il campionato di serie D e la sempre temuta Atalanta Primavera. (stadio "Giovanni Terzi", via Decò e Canetta 66, Seriate, Bergamo)Ore: 19.30: Aurora Seriate-AtalantaOre 20.30: Atalanta-Hellas VeronaOre 21.30: Aurora Seriate-Hellas Verona
RADUNO
Tezenis al via: Senza   <br/>ambizioni non c'è sport

Tezenis al via: Senza
ambizioni non c'è sport

"Senza ambizioni non si fa sport". Alessandro Ramagli non si tira indietro, rispondendo nel giorno del raduno della Tezenis alle domande sulle ambizioni della Verona dei canestri.Ambizioni legittimate da un mercato "significativo", come l'ha giudicato lo stesso coach livornese, per la terza stagione sulla panchina gialloblù.- Coach avanti a tutta?"E' giusto che ci siano le ambizioni ed è giusto misurarsi con il campo".- La nuova Tezenis piace ed è competitiva. Soddisfatto?"La squadra è stata allestita con senso, equilibrio e raziocinio, adesso il campo dovrà dirci il nostro livello di competitività":- Non ci si può sbilanciare?"Questo sarà un campionato equilibrato, come ogni anno. I dettagli fanno la differenza e la regolarità potrà essere un vantaggio importante, sicuramente un valore aggiunto".- Squadra molto rinnovata anche quest'anno: tre conferme e quattro novità nello starting five..."Sono tre giocatori significativi che rimangono con noi e che mantengono gli elementi di spirito e di atteggiamento già mostrati lo scorso campionato".- Molto significativi anche gli arrivi..."I giocatori italiani sono decisamente significativi, con un colpo di mercato, legato a quello che il mercato ha determinato al piano di sopra. Mi riferisco a Andrea De Nicolao: un giocatore molto importante perchè è un pLay italiano e quindi per la prima volta, almeno da quando sono a Verona, un ragazzo italiano terrà in mano le redini del gioco".- E la coppia Usa?"I due giocatori americani sono esperti e di qualità".- Quindi?"Un mercato molto significativo, così come lo è stato per molte formazioni nostre coincorrenti".- Allora sul podio Verona, Torino e Napoli. Va bene in quest'ordine?"Mah, non rispondo mai a queste considerazioni. Le lascio fare a chi scrive, commenta, ed è giusto che sia così. Del resto in questo campionato non ha mai vinto chi era grande favorita. Partite con il piede giusto ed al tempo stesso consapevoli della propria dimensione credo che sia la cosa più importante".
ARMA
Una balestra nell'auto,   <br/>arrestato rumeno

Una balestra nell'auto,
arrestato rumeno

Un rumeno di 28anni è stato denunciato perché trovato in possesso di una balestra durante un controllo del territorio eseguito a Verona dagli agenti del Reparto prevenzione crimine di Padova. L'uomo ha dato segni di forte nervosismo, pertanto i poliziotti hanno perquisito l'auto trovando la balestra, montata su un calcio da fucile, ed un tirapugni di metallo. Il 28enne è stato così denunciato a piede libero per il reato di possesso ingiustificato di di strumenti atti ad offendere.
RINNOVO
Hetemaj-Chievo, avanti    <br/>insieme altri tre anni

Hetemaj-Chievo, avanti
insieme altri tre anni

Adesso è ufficiale. Perparim Hetemaj ha firmato un rinnovo triennale con la società gialloblù. Il centrrocampista del Chievo è uno degli insostituibili per Corini: classe 1986, ha giocato prevalentemente da interno di centrocampo ma nelle ultime stagioni è stato inventato trequartista con ottimi risultati.
VUELTA DI SPAGNA
Vuelta, Cunego in   <br/>gara dopo la caduta

Vuelta, Cunego in
gara dopo la caduta

Ci sarà anche Damiano Cunego al via della Vuelta di Spagna sabato 23 agosto. Lo scalatore veronese dopo la rovinosa caduta in Polonia ha recuperato e ha deciso di partecipare alla corsa che nel 2009 lo ha visto protagonista di due meravigliose vittorie di tappa.
ROGO
Incendio a Illasi    <br/>salvati marito e moglie

Incendio a Illasi
salvati marito e moglie

Sono stati trasportati in ospedale marito e moglie, proprietari di un'abitazione ad Illasi in via Capovilla, coinvolta questa notte in un incendio. La casa è stata evacuata e i Vigili del Fuoco sono intervenuti con tre squadre per domare le fiamme. Ancora non si conoscono le cause dell'incidente. I due coniugi non hanno comunque riportato gravi ferite.
PARLA IL MISTER
Mandorlini: Bene così    <br/>Siamo pronti a partire

Mandorlini: Bene così
Siamo pronti a partire

E' soddisfatto Andrea Mandorlini per la prova della sua squadra contro lo Shakhtar, ultimo test prima dell'inizio vero e proprio della stagione con la Coppa Italia: "Ho visto cose buone e sono contento: alcuni meccanismi sono ancora da sistemare ma c'è ancora un po' di tempo. Da domenica si comincia a fare sul serio anche se per me il risultato è sempre importante. Vedo una squadra concentrata e determinata al punto giusto. Lazaros? Lo preferisco come esterno d'attacco: quando è libero da compiti particolari si esprime alla grande". Mandorlini si sofferma sull'importanza di Gomez: "Per noi resta fondamentale, non lo scopriamo certo in questo pre-campionato. Sia che giochi sia che resti fuori è imprescindibile e lo ha sempre dimostrato". Infine su Marquez: "Voleva essere vicino alla squadra. Lo vedo già dentro al gruppo. Lo spirito è senz'altro quello giusto".
IL DIFENSORE GRECO
Moras: Nostra mentalità    <br/>è rimasta uguale

Moras: Nostra mentalità
è rimasta uguale

Vangelis Moras è tornato a guidare la difesa del Verona dopo un'estate tribolata per alcuni problemi famigliari legati alla malattia del fratello Dimitris. E' tornato con lo stesso spirito e la stessa voglia pronto per cominciare un'altra annata da protagonista: "Sono felice di essere di nuovo vicino ai miei compagni ci aspetta una stagione molto complicata. Non dobbiamo guardare a chi è andato via perchè faremo il nostro male: l'obiettivo è azzerare tutto e ripartire e soprattutto permettere ai nuovi ragazzi che sono arrivati di inserirsi al più presto. La nostra mentalià è rimasta uguale, compatti e uniti possiamo fare grandi cose".
VERONA
FRED RISPONDE A TONI      <br/>HELLAS-SHAKHTAR 1-1

FRED RISPONDE A TONI
HELLAS-SHAKHTAR 1-1

C'è anche Rafa Marquez per la sfida europea contro lo Shakhtar. Il messicano ha deciso di aggregarsi al gruppo dopo aver partecipato al Trofeo Gamper contro il Barcellona. La gara inizia puntuale alle 20.30. All'ottavo minuto lo Shakhtar ha dovuto sostituire Srna, che ha accusato un problema fisico. Al suo posto Fernando. Al 9' Martic si fa sorprendere da un lancio dalle retrovie. La palla arriva a Douglas Costa che fa partire il tiro, ma Rafael è bravo a respingere. Al 12' è il Verona a farsi vedere con Janito Gomez che se ne va bene sulla fascia destra, la mette in mezzo, ma nessun gialloblù riesce a metterci la testa.Goooooool dell'Hellas al 15esimo. segna Luca Toni su calcio di rigore dopo l'atterramento in area di Juanito Gomez.Lo Shakhtar prova a reagire con Teixeira che al 20' prova la conclusione di sinistro che però si spegne largo dalla porta di Rafael. Portierone giallobù che un minuto dopo mette in angolo un bel tiro di Nem. Tanto possesso palla per la formazione ucraina che al 39' prova a pareggiare con il migliore dei suoi, Douglas Costa, che su calcio di punizione spara alto. Un solo minuto dopo, però, è ancora l'Hellas ad affacciarsi dalle parti di Pyatov. E' Juanito che non riesce a centrare la porta di destro, da una buonissima posizione. Vicinissimo al raddoppio il Verona con una bellissima punizione di Lazaros. Da una ventina di metri, al 43', il greco fa partire una palombella che sfiora la porta dello Shakhtar. Il primo tempo finisce sull'1-0 per l'Hellas.Nel secondo tempo Mandorlini manda in campo Rodriguez al posto di Marques e Tachsidis al posto di Juanito Gomez. Parte bene Lazaros, in gran spolvero in questa seconda frazione. Al 7' il greco calcia bene di destro, ma Pyatov si fa trovare pronto e blocca a terra. Al 9' grande spunto di Costa che beffa Hallfredsson e dal vertice destro dell'area di rigore mira la porta di Rafael, ma il portiere gialloblù si distende con eleganza e respinge. Bellissima azione del Verona al 12' con Jankovic che dalla sinistra la mette in area di rigore per la testa di Hallfredsson che non riesce però ad indirizzare la palla verso Pyatov. Incredibile occasione per Rodriguez che al 17', sugli sviluppi di un calcio d'angolo, cerca l'acrobazia a due passi dalla porta dello Shakhtar ma non riesce a metterla dentro. Ancora i gialloblù, al 18', con Obbadì che dalla destra la mette in mezzo per Jankovic. L'attaccante non ci pensa due volte e colpisce di prima il pallone, ma Pyatov blocca a terra senza problemi.Mandorlini cambia tutto e manda in campo tutta la panchina al posto dei titolari del primo tempo.Lo Shakhtar pareggia al 37' con Fred che sbeffeggia Gonzalez in area di rigore e la mette alle spalle di Rafael: 1-1.Dopo un minuto di recupero Pinzani fischia la fine e manda tutti sotto la doccia: 1-1 il risultato finale.I gialloblù al 40' provano a riportarsi avanti con Tachsidis che su punizione tenta di sorprendere Kanibalotski, entrato al posto di Pyatov. La palla finisce però alta sulla traversa.Queste le formazioni ufficiali:HELLAS VERONA: 1 Rafael, 2 Martic, 3 Agostini, 4 Obbadi, 5 Moras, 6 Marques, 7 Gomez Taleb, 8 Lazaros, 9 Toni, 10 Hallfredsson, 11 Jankovic. A disposizione: 12 Salvetti, 22 Gollini, 13 Gonzalez, 14 Rodriguez, 15 Donati, 16 Ionita, 17 Zampano, 18 Marquez, 19 Luna, 20 Valoti, 21 Nenè, 24 Fares, 25 Tachtsidis, 26 Chanturia, 28 Cappelluzzo.All.: Andrea Mandorlini.SHAKHTAR DONETSK: 30 Pyatov, 5 Kucher, 6 Stepanenko, 7 Nem, 9 Adriano, 20 Douglas Costa, 29 Alex Teixeira, 33 Srna, 44 Rakitskij, 66 Azevedo, 77 Ilsinho.A disposizione: 32 Kanibalotski, 4 Volovik, 8 Fred, 11 Marlos, 13 Shevchuk, 17 Fernando, 18 Ordets, 21 Gladkyi, 23 Sarnaski, 31 Ismaily, 38 Krivstov, 42 Kovalenko, 47 Adamenko, 50 Bolbat, 63 Tankovski, 89 Dentinho, 95 Sobol. All.: Mircea Lucescu. Arbitro: Pinzani di Empoli.Assistenti: Bolano e Peretti.
LEGADUE GOLD
Tezenis, mercoledì   <br/>è il giorno del raduno

Tezenis, mercoledì
è il giorno del raduno

Primo giorno di allenamenti per la Tezenis Verona, che si radunerà mercoledì 20 agosto al Palaolimpia. La squadra di Ramagli e De Pol svolgerà due sedute: la prima alle 10:30, la seconda alle 18. Il programma sarà lo stesso anche giovedì, venerdì e sabato. Domenica mattina allenamento al Coni di Basso Acquar dalle 10 poi partenza per il ritiro a Madonna di Campiglio. Convocati Giorgio Boscagin, Andrea De Nicolao, Luca Gandini, Marco Giuri, Saverio Mazzantini, Alessandro Petronio, Klaudio Ndoja, Davide Reati e Michael Umeh. Al gruppo si aggregherà in prova Riccardo Bartolozzi, ala-centro di 202 cm, classe 1995, l'ultima stagione alla Fortitudo Bologna.
VIOLENZE
Rintracciata e arrestata    <br/>a Verona madre-aguzzina

Rintracciata e arrestata
a Verona madre-aguzzina

Ha consentito di dare libero sfogo agli istinti più bestiali che un essere umano possa concepire, fino a trasformare una povera bambina cardiopatica in palestra di violenze fisiche e morali.Con queste durissime motivazioni una rumena oggi 36enne, era stata condannata per maltrattamenti e violenza sessuale nei confronti della figlia di sei anni, gravemente cardiopatica e morta dopo una crisi cardiaca.I fatti risalgono al 2004 e avvennero a Roma; dopo la doppia condanna per un totale di oltre 12 anni (il massimo previsto, oltre le richieste del pm), la madre, giudicata colpevole assieme al convivente (che non era il padre del bambino), era sparita dalla circolazione. Latitante. E' stata rintracciata e arrestata dagli uonini della Squadra mobile di Verona mentre lavorava come bracciante, con un regolare contratto, nei campi alla Mambrotta, vicino a San Martino Buon Albergo.Aveva cambiano nome, assumendo quello del marito. La segnalazione arrivata dalla Romania da parte della polizia ha consentito agli uomini della Squadra mobile di Verona si mettersi sulle tracce della donna, che da almeno due anni viveva a San Martino Buon Albergo.Quando è stata rrestata dai poliziotti ha mostrato sorpresa, parlando di un ricorso alla Corte dell'Aja contro la sua condanna che invece era passata in giudicato dal 2009.Il fatto all'epoca suscitò molto scalpore ed ebbe grande risalto sui quotidiani della capitale.La donna ha sempre respinto ogni accusa, prima dicendo che la figlia si era ferita cadendo in bicicletta, poi che le violenze erano avvenute durante un soggiorno in Romania dai nonni. Una tesi ribadita anche al momento dell'arresto.
L'AMICHEVOLE DI STASERA CONTRO LO SHAKTHAR
ULTIM'ORA: MARQUEZ    <br/>SI AGGREGA ALLA SQUADRA

ULTIM'ORA: MARQUEZ
SI AGGREGA ALLA SQUADRA

Ci sarà anche Rafa Marquez stasera contro lo Shakthar Donetsk. Il campione messicano, tornato in Italia a mezzogiorno dopo la gara al Camp Nou con la maglia del Leon, ha voluto essere con la squadra gialloblù in questa importante amichevole internazionale.Ora toccherà naturalmente a Mandorlini decidere se impiegare il difensore messicano contro gli ucraini. (g.vig.)
BILANCIO
Estate Teatrale chiude    <br/>a quota 36mila

Estate Teatrale chiude
a quota 36mila

Con quasi 35 mila presenze nell’arco di 30 serate, a cui si aggiungono le 980 presenze registrate dal Balletto dell’Arena da anni ospitato al Teatro Romano e i 977 spettatori che hanno assistito agli spettacoli al Camploy, per un totale complessivo di 36.636 spettatori, si è conclusa la stagione 2014 dell’Estate Teatrale Veronese, promossa dall’Amministrazione comunale con il contributo di Banca Popolare di Verona e Agsm. Il bilancio della 66ª edizione della rassegna estiva, che quest’anno ha festeggiato i 450 anni della nascita di William Shakespeare, è stato presentato oggi dal consigliere incaricato alla Cultura Antonia Pavesi. Presenti il direttore artistico di ETV Giampaolo Savorelli e il direttore divisione della Banca Popolare di Verona Leonello Guidetti. “In un’estate caratterizzata da una situazione climatica fortemente negativa e in un contesto che ha fatto registrare, a livello nazionale, un notevole calo di presenze – spiega Pavesi – l’Estate Teatrale Veronese regge bene confermando i successi degli ultimi anni e la qualità degli spettacoli proposti. Un dato che premia gli sforzi per tenere vivo un festival che da 66 anni dà alla città un notevole prestigio nel panorama italiano e in quello internazionale, con apprezzamenti di critica e pubblico”. “L’edizione 2014 – aggiunge Savorelli - passerà alla storia per non avere visto annullato nessun spettacolo nonostante le frequenti piogge che, soprattutto se pomeridiane, hanno ridotto al minimo lo sbigliettamento serale penalizzando notevolmene il risultato complessivo delle presenze. L’unica rappresentazione che avrebbe potuto essere annullata dopo che era stato rappresentato il primo tempo è stata l’ultima replica del Bugiardo. Ma quattrocento spettatori rimasti in teatro nonostante la pioggia hanno chiesto agli attori di rappresentare la commedia fino alla fine: un riconoscimento della particolare qualità artistica che ha caratterizzato gli spettacoli in cartellone quest’anno nelle tre sezioni di prosa, danza e musica, che hanno visto una media di 1.156 spettatori a serata”. Grande successo hanno riscosso anche gli incontri con gli artisti organizzati da fuori Teatro, in Biblioteca Civica, nei pomeriggi dei giovedì di spettacolo. Da segnalare infine il successo della pagina Facebook. Nata quattro anni fa, ha raggiunto oggi i 2.815 MI PIACE con 8.000 visualizzazioni. Le visualizzazioni del canale Youtube (dove sono stati caricati i video degli spettacoli) hanno raggiunto il numero di 146.043 con 131 iscritti. Anche l’impiego di Twitter ha riscosso successo facendo crescere il numero dei follower (saliti a 319) e dei cinguettii (894) collegati alla stagione del Teatro Romano.
AGRICOLTURA
Manzato: Su moria kiwi  <br/>la Regione è al lavoro

Manzato: Su moria kiwi
la Regione è al lavoro

"Franco Bonfante solleva un problema reale e drammatico, che è all'attenzione della Giunta regionale da quanto ha iniziato a manifestarsi, cioè dal 2012". L'assessore all'Agricoltura del Veneto Franco Manzato risponde immediatamente alle sollecitazioni del consigliere veronese Bonfante, che ha chiesto l'intervento diretto della Regione contro il problema della moria delle piantagioni di kiwi che sta producendo molti danni nella zona sud occidentale della provincia di Verona. "I nostri tecnici e gli Istituti di ricerca sono impegnati da un paio d'anni nell'osservazione del fenomeno - ha aggiunto Manzato - e io stesso, nell'autunno scorso, ho voluto vedere cosa sta succedendo. Si tratta di un anomalo e misterioso disseccamento improvviso che porta alla morte delle piante: un fenomeno che nella zona interessata sta diventando la più importante preoccupazione per i frutticoltori di kiwi. Il nuovo fenomeno di moria per disseccamento ha iniziato a manifestarsi nel 2012, ha causato danni consistenti nel 2013 e li sta causando anche nell'anno corrente. L'origine di questa moria è tuttora incerta, ma al momento gli Istituti di ricerca che sono stati coinvolti propendono per cause non parassitarie ed è stata ipotizzata un'asfissia dell'apparato radicale a causa delle eccezionali condizioni climatiche con piogge consistenti e continue dell'ultimo triennio".
CALCIO
Verona contro Shakhtar,   <br/>campioni fuggono guerra

Verona contro Shakhtar,
campioni fuggono guerra

Amichevole internazionale stasera per il Verona a Trento contro lo Shakhtar Donetsk, la squadra ucraina del miliardario Rinat Akhmetov. La partita sarà trasmessa in diretta da Telenuovo a partire dalle ore 20.Lo Shaktar e' arrivato gia' in mattinata al centro di allenamento di Peschiera del Garda dove abitualmente ha la propria sede la squadra di Mandorlini. Lo Shakhtar, fondato nel 1936, è una squadra arrivata al top del calcio mondiale, proprio grazie a Akhmetov, 48 anni, uomo più ricco d'Ucraina e, secondo Forbes, 39° uomo più ricco del mondo, con un patrimonio stimato di 16 miliardi di dollari. Da quando è arrivato lui lo Shakhtar ha vinto 8 campionati d'Ucraina, 9 coppe d'Ucraina, 5 supercoppe d'Ucraina, e nel 2008-2009 la storica Coppa Uefa (vittoria a Instanbul contro il Werder Brema, 2-1 dopo i tempi supplementari). Nel 2010-2011 lo Shakhtar ha raggiunto per la prima volta nella sua storia i quarti di finale della Champions League, eliminando agli ottavi la Roma, sia all'andata, sia al ritorno. La squadra attuale, allenata dal rumeno Mircea Lucescu è un impasto di giocatori ucraini e brasiliani. Proprio quest'ultimi nei giorni scorsi non volevano piu' fare ritorno in Ucraina, a causa della situazione politica e delle tensioni che proprio in quella regione ci sono con la Russia. Un conflitto dal quale di fatto la squadra e' fuggita.
L'Opinione
ON AIR
01.08.2014
TgVeneto
ON AIR
20.08.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
Alè Verona
ON AIR
20.08.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
28.07.2014
Tuttocalcio Padova
ON AIR
30.05.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
05.08.2014

BPV MUTUOYOU

Promo palinsesto

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di tgpadova.it

Palinsesto