• ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.30 e alle 20 prima dei Tg.. è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • TERRA E NATURA

    Ogni sabato prima dei Tg

    Rubrica di approfondimento su temi di attualità legati al mondo agricolo, le realtà industriali della nostra terra, il commercio, l’artigianato, ma anche viaggi, eventi, salute e benessere legati a tematiche “verdi”

VISITA
L'Arena costa 10 euro?  <br/>Al Colosseo si paga 12

L'Arena costa 10 euro?
Al Colosseo si paga 12

Il Comune di Verona nei mesi scorsi ha deciso di aumentare il costo del biglietto d’ingresso dell’Arena da 6 a 10 euro. Una scelta quasi “obbligata” per poter finanziare gli interventi di conservazione dell’anfiteatro, un progetto da 14 milioni di euro. Ma visitare l’Arena costa troppo? Dieci euro per ammirare dall’interno il più grande e meglio conservato teatro all’aperto del mondo, costruito 2000 anni fa, sono un prezzo adeguato o l’offerta “limitata” della visita al monumento non vale il costo del biglietto? Basta un rapido confronto con monumenti analoghi che in certi casi progongono uno spettacolo anche meno attraente e assai più contenuto, siti celeberrimi ma che tuttavia a volte offrono un panorama della città e poco altro. Ecco un breve tour in Italia e in Europa.COLOSSEO - Il biglietto per visitare il monumento simbolo di Roma, più grande ma sicuramente in condizioni assai peggiori dell’Arena, costa 12 euro (7,5 ridotto) e per l’audioguida bisogna aggiungere 5,5 euro.DUOMO DI MILANO – La visita alla Cattedrale costa solo 2 euro, ma per visitare le terrazze (dove è collocata la celebre Madonnina) bisogna pagare 13 euro con l’ascensore (bambini 6-14 anni 7 euro), mentre la salita a piedi (210 gradini) costa 8 euro (ridotto 4 euro). I bambini fino a 6 anni non pagano.TORRE DI PISA – Il biglietto per la celebre Torre pendente costa 15 euro, con una lunga trafila per compiere la visita. Ovviamente i 297 gradini devono essere percorsi a piedi. I bambini minori di 8 anni non sono ammessi alla visita.TOUR EIFFEL – A Parigi la torre alta 300 metri e costruita nel 1889 il biglietto costa 9 euro se si vuole salire con l’ascensore solo fino al 2° piano, il prezzo sale a 15,50 se ci si vuole salire fino all’ultimo piano. I prezzi ridotti per giovani (12-24 anni) sono rispettivamente di 7 e 13,50 euro; per i bambini (4-11 anni) e i disabili di 4,50 e 11 euro. Pagando euro 5 euro si ha diritto ad arrivare solo fino al 2° piano attraverso le scale. TOWER BRIDGE – A Londra il biglietti per la Tower Bridge Exibition costa 9 sterline (circa 12,3 euro) e oltre alla visita della galleria del ponte sul Tamigi, mostra le sale interne con scorcio sui meccanismi per l’apertura del ponte e una breve video-guida sulla storia della costruzione.BERLINO – La Torre della Televisione ad Alexanderplatz, inaugurata nel 1969 e simbolo dell’allora Ddr, la più alta costruzione d’Europa con i suoi 368 metri offre una vista a 360° da 203 metri di altezza sulla capitale della Germania, ma niente altro (a meno che non ci si voglia fermare a mangiare al ristorante). Il biglietto costa 13 euro, ridotto 8,50 (bambini 4-16), i bambini fino a 4 anni non pagano.SAGRADA FAMILIA – LA Barcellona la visita alla sola cattedrale, mitico progetto di Gaudì ancora incompiuta, costa 15 euro (minori di 18 anni e studenti 13 euro, fino a 11 anni si entra gratis), ma non offre molto. Per visitare anche la torre il costo del biglietto sale a 19,50 euro (ridotto 17,50) e per usufruire dell’audio guida bisogna spendere in tutto 24 euro.ARENA - I biglietto per visitare l’Arena costa appunto 10 euro, con un euro in più si visita anche il Museo Maffeiano. I ragazzi dagli 8 ai 14 anni pagano il ticket ridotto di un euro, stesso prezzo per i residenti nel Comune di Verona. I gruppi, gli studenti e gli anziani over 65 pagano 7,50 euro. I bambini fino a 7 anni entrano gratis.
INCIDENTE
Ciclista investito   <br/>da un'auto a Costermano

Ciclista investito
da un'auto a Costermano

Un ciclista è rimasto ferito dopo essere stato investito da un’auto.L’incidente è avvenuto poco dopo mezzanotte a Costermano; il ciclista è stato trasportato all’ospedale di Borgo Trento con l’ambulanza del 118.
DOPO AMBURGO
Toni-Pazzini e la difesa   <br/>Ecco su cosa lavorare

Toni-Pazzini e la difesa
Ecco su cosa lavorare

Ci sono buone notizie e altre meno per il Verona reduce dal'amichevole persa con l'Amburgo. Iniziamo dalle note positive.SQUADRA CON PERSONALITA'. Il gruppo è compatto e composto da bravi ragazzi. Da sempre Mandorlini fonda le sue squadre su questo principio. E si vede. Anche quest'anno il Verona ha una sua fisionomia ben precisa. Resta compatto, non si sfilaccia, sa soffrire. Anche questa è una dote. Quando gli avversari attaccano, e l'Amburgo lo ha fatto molto, il Verona non ha ballato. Sono arrivati palloni in area, qualche pericolo, ma la squadra ha tenuto le distanze.GIUSTO CINISMO. Altra dote del Verona: sa capitalizzare al massimo le poche occasioni che crea. Lo ha fatto anche ad Amburgo, quando ha segnato l'1-0. Mezza palla sporca e Jankovic ha insaccato. Anche questa è una qualità.EQUILIBRIO. L'equilibrio predicato da Mandorlini è evidente. Jankovic lavora moltissimo sulla fascia e Sala fa altrettanto dall'altra parte. In più Pazzini corre per tre. E questo permette all'Hellas di essere ovunque e di coprire bene il campo. POCA IMPREVIDIBILITA'. E adesso vediamo invece cosa non funziona. La prima cosa che salta all'occhio è che il Verona è macchinoso nell'uscita. A Mandorlini piace restare raccolto e ripartire. Gioco che Iturbe e Romulo permettevano meravigliosamente al primo anno in A. Ancora non si vedono queste accelerazioni, ma è palese che è anche questione di condizione.TONI-PAZZINI. Tanta volontà, pochi risultati. L'intesa non è un problema perchè i due si intendono. Il problema è che non hanno palloni, ovvero rifornimenti. Sono sempre (quasi) serviti in verticale. Toni, spalle alla porta, cerca di far andare Pazzini. Troppo poco. Bisogna andare sulle fasce, dargli palloni in area, altrimenti tanta potenza offensiva viene sprecata. Bisogna andare di più sul fondo e servirli meglio.DIFESA INGENUA. Ci sono dei tentativi di restare più alti e l'ingresso di Moras, strepitoso in un recupero, ha giovato. Ma si può fare molto meglio. I problemi più che centralmente sono arrivati dalla fasce. Comprensibile a sinistra, dove Albertazzi tornava a giocare dopo tanto tempo. Meno a destra, dove Pisano ha fatto tanta fatica. Restano poi ingenuità che in A non si possono ammettere. Squadra sbadata sul primo gol dell'Amburgo con l'azione che parte da un out e solito buco a destra in occasione del secondo. Da rivedere e attendere con la giusta pazienza sia Souprayen sia Helander. Per ora non sembrano pronti a fare i titolari.SALA EQUILIBRATORE. La speranza è di vederlo in gialloblù anche a settembre. E' vero che lì c'è anche Romulo, ma in questo momento Sala è il più importante della squadra. Mandorlini gli ha affidato il compito di "equilibratore" del centrocampo in fase di possesso, ma anche quando non si ha la palla. Senza di lui il Verona sarebbe veramente un'altra cosa. E non migliore.NON FARE PROCESSI. Sbagliato sarebbe fare processi ora. Siamo in mezzo alla preparazione e gli errori e le amichevoli servono a questo. Per di più questa preparazione fino ad oggi è stata gravata da tanti infortuni e contrattempi che hanno impedito a Mandorlini di lavorare sull'intera rosa. Avere a disposizione Romulo e Hallfredsson, per esempio, avrebbe fornito, passo, gamba, velocità e forza. Ma anche Viviani, per ora oggetto misterioso, è atteso con ansia. Dai suoi piedi, dalla sua personalità, dalla capacità di far girare la squadra e i tempi giusti, può dipendere la stagione del Verona e anche le fortune di Toni-Pazzini.GIANLUCA VIGHINI
MERCATO
VERONA, MERCATO CHIUSO  <br/>SALA PER ORA RESTA

VERONA, MERCATO CHIUSO
SALA PER ORA RESTA

Con l'arrivo di Michelangelo Albertazzi la campagna acquisti del Verona si è chiusa. Lo ha detto il direttore generale Gardini: "Abbiamo una coppia in ogni ruolo, era questa la nostra intenzione". Per il momento, quindi, Jacopo Sala resta in gialloblù. Solo davanti ad un'offerta da sette milioni di euro l'esterno si sposterebbe.Solo il Torino ha fatto un'offerta al Verona. Ma la trattativa non è decollata perchè Sala ha subito espresso la volontà di restare.Il Napoli non ha mai bussato alla porta del Verona. Ma gli ultimi giorni di mercato potrebbero infiammare anche questa trattativa.
SISMA
LA TERRA TREMA       <br/>TERREMOTO IN TRENTINO

LA TERRA TREMA
TERREMOTO IN TRENTINO

E’ stata avvertita anche a Verona e soprattutto nella zona del Garda e del monte Baldo la scossa di terremoto alle 22:47 con epicentro la provincia di Trento.Il Centro Nazionale Terremoti dell’Istituto Nazionale di Geovulcanologia rileva che la magnitudo è stata di 3,7 gradi Richter.Oltre che a Verona e naturalmente a Trento e provincia, la scossa è stata avvertita anche nel bresciano. Nel Veronese al momento non si registrano danni a persone o cose, solo una serie di telefonata alla centrale dei Vigili del fuoco.
POST PARTITA AD AMBURGO
MANDORLINI: SAREMO   <br/>PRONTI PER IL CAMPIONATO

MANDORLINI: SAREMO
PRONTI PER IL CAMPIONATO

Il gol finale che ha regalato la vittoria all'Amburgo sarà difficile da digerire per Andrea Mandorlini. "E' vero, qualche disattenzione dietro c'è stata, ma miglioreremo e saremo pronti per l'inizio del campionato. Dispiace perdere così. E' stata una partita tosta, vera, combattuta. Un test importante d'avvicinamento alle partite che contano". Mandorlini chiude con una battuta: "L'anno scorso a Burnley abbiamo perso l'amichevole e loro sono retrocessi. Speriamo non accada la stessa cosa all'Amburgo. Naturalmente sto scherzando, anche perché se succedesse sarebbe un dramma, per un club che è da sempre nel massimo campionato tedesco e non è mai sceso di categoria".
CAPITANO
Tezenis, lettera aperta   <br/>di Boscagin ai tifosi

Tezenis, lettera aperta
di Boscagin ai tifosi

Cari tifosi della Tezenis,ricominciare a sudare per questa maglia mi darà quest’anno un’adrenalina supplementare, più di quanta non ne abbia mai avuta. Da unico punto di contatto coi precedenti gruppi di lavoro sento una responsabilità forte, che va oltre gli stessi gradi di capitano che ho avuto l’onore di avere in queste stagioni che mi hanno tutte lasciato qualcosa dentro. Prima di ripartire voglio ringraziare tutti per la scorsa annata, in cui s’era creato un legame solidissimo fra noi giocatori e il resto dello staff, una compattezza che ha prodotto grandi risultati e la vittoria della Coppa Italia che rimarrà per me un momento indimenticabile, prima di quel che sono stati i playoff e una delusione infinita che ha spiazzato tutti noi. Da capitano di quella squadra voglio augurare a tutti il più grosso in bocca al lupo a chi non c’è più, dai tecnici ai compagni di squadra. Anche se adesso, come dev’essere soprattutto nello sport, è giusto cambiare pagina e guardare avanti come ha fatto la società che ringrazio per aver continuato ad aver fiducia in me. Crespi è un ottimo allenatore, basti pensare a quel che ha vinto ed in generale ai risultati che ha ottenuto. Non ci ho mai lavorato assieme, ma non vedo l’ora di farlo. Il club è cresciuto di anno in anno, maturo anche per altre categorie grazie al lavoro e alla passione di tutti, oltre ad una competenza che è sotto gli occhi di tutti, anche nel lavoro quotidiano e nei piccoli dettagli, formato da gente che nella Scaligera Basket è cresciuta e la sente come una seconda pelle. Più uno sponsor di primissimo livello che continua ad avere grande fiducia in noi. Certamente gli stimoli non mi mancheranno, ne ho sempre avuti tanti tutte le volte che ho infilato la canottiera della squadra della mia città e dal primo allenamento ne avrò ancora di più. Che Verona ci stia vicina come sa fare, che il PalaOlimpia sia sempre quello delle grandi partite con Brescia e Torino. Abbiamo sempre dato tutto per la Scaligera, sarà così anche stavolta. Soprattutto stavolta.Vi abbraccio tuttiGiorgio Boscagin
RAGGIRI
Falsi addetti del gas     <br/>Anziani a rischio truffe

Falsi addetti del gas
Anziani a rischio truffe

Ancora truffe da parte di falsi addetti del gas, che si presentano a casa di persone anziane.In via Elena Da Persico, nel quartiere Golosine, un'85enne è stata derubata di 500 euro da un sedicente "dipendente del gas" che con la scusa di controllare l'acqua e con l'aiuto di un complice è riuscito a rubare 500 euro soldi e gioielli.In altri due casi a distanza ravvicinata invece fortunatamente la truffa è stata sventata: in via Longhena (zona Stadio) e in via Vespucci (in Borgo Milano), due uomini si sono spacciati per tecnico del gas e vigile urbano riuscendo ad entrare un casa di persone anziane.La minaccia di chiamare la polizia ha però messo in fuga i malintenzionati.La Polizia avverte che le vittime di queste truffe hanno sempre tra i 70 e i 90 anni, mentre Agsm ricorda che i suoi tecnici si presentano sempre vestiti con la divisa dell'azienda, ed esibiscono il tesserino.
AMBURGO-HELLAS VERONA
TEST MATCH: VERONA   <br/>SCONFITTO 2-1 AD AMBURGO

TEST MATCH: VERONA
SCONFITTO 2-1 AD AMBURGO

Il Verona di Mandorlini viene sconfitto sul campo dell'Amburgo 2-1. Rete di Jankovic nel primo tempo, pareggio e sorpasso dei padroni di casa nella ripresa. --------------cronaca90' Senza recupero finisce 2-1 per l'Amburgo. 88' Il sorpasso dell'Amburgo. Cross nell'area piccola da sinistra, Gollini non esce, ne approfitta Holtby che di testa segna il 2-1. 84' Esce Sala, entra Zaccagni.81' Gran tiro di Demirbay da fuori area, pallone fuori di un soffio. Altra occasionissima per i padroni di casa. 79' Pisano perde banalmente un pallone sulla destra, l'Amburgo ne approfitta ma Olic sotto porta non riesce a deviare in porta. Rischio per l'Hellas!65' Serie di cambi nel Verona: etrano Fares, Souprayen (esordio per lui), Helander, Siligardi e Laner. Fuori Albertazzi, Jankovic, Pazzini, Moras e Ionita.64' Pareggio dell'Amburgo con Olic bravo a spedire in rete il pallone portato in area da Holtby.50' Nel Verona c'è Gollini al posto di Rafael. Parte meglio l'Amburgo che arriva subito in zona gol con un traversone basso in area, devia Bianchetti in angolo.45' Finisce il primo tempo con il Verona in vantaggio. L'Amburgo ha iniziato meglio dei gialloblù, sfiorando il gol in almeno tre occasioni, ma ha subìto il colpo dopo aver incassato la rete di Jankovic. 38' Pazzini fa in rete ma a gioco fermo36 GOOOOOOLLLLL di Jankovic con un gran tiro dal limite dell'arena. Verona in vantaggio. Dopo mezz'ora Amburgo e Verona sono ancora ferme sullo 0-0. Meglio la squadra di casa che ha creato più occasioni, mentre l'Hellas ha avuto una chance con Toni al 20'. Formazioni: Amburgo (4-3-3) Adler; Diekmeier, Djourou, Spahic, Ostrzloek; Kacar, Jung, Ekdal; Muller, Lasogga, Ilicevic.Verona (4-3-3) Rafael; Pisano, Moras, Bianchetti, Albertazzi; Sala, Greco, Ionita; Pazzini, Toni, Jankovic
SICUREZZA
Municipale, sgomberi    <br/>in via Albere

Municipale, sgomberi
in via Albere

Questa notte, nell’ambito dei controlli per garantire la sicurezza urbana e la vivibilità dei quartieri periferici, la Polizia municipale ha effettuato uno sgombero nell’area tra via Albere e la bretella della tangenziale T4. Gli agenti hanno evacuato un edificio abbandonato, occupato abusivamente da due persone di origini marocchine, sorprese all’interno dello stabile; accompagnate al Comando per i rilievi fotosegnaletici, poiché prive di documenti, le persone sono state denunciate per occupazione di edificio. In dieci giorni sono state sgomberate e allontanate dalla Polizia Municipale oltre cento persone senza fissa dimora, che vivevano in case o edifici abbandonati. Nell'ultima settimana sono stati inoltre recuperati dagli agenti di quartiere e dal personale dei reparti operativi ben cinque veicoli rubati, due auto e tre motocicli, restituiti poi ai legittimi proprietari. Come sottolinea il comandante della Polizia municipale Luigi Altamura “serve maggiore controllo da parte dei proprietari privati di questi immobili, che devono vigilare sulle proprie aree e non attendere che la situazioni peggiori, a discapito della sicurezza dei cittadini, che ringrazio per le continue segnalazioni”.Per tutto il periodo estivo i controlli sul territorio saranno garantiti con pattuglie in auto e motorizzate.
TEST IN GERMANIA
SETTI RICEVUTO DA    <br/>PRESIDENTE AMBURGO

SETTI RICEVUTO DA
PRESIDENTE AMBURGO

Poco prima dell'inizio del test match con l'Amburgo, il presidente del Verona Setti è stato ricevuto dal numero uno del club tedesco Carl-Edgar Jarchow. Un incontro cordiale con scambio di magliette (quella ufficiale che sarà usata dall'Hellas nell'amichevole ed alcune casacche storiche del club).
TEST MATCH
AMBURGO-VERONA     <br/>LE FORMAZIONI

AMBURGO-VERONA
LE FORMAZIONI

Senza Gomez e Hallfredsson, Mandorlini rilancia Jankovic dal primo minuto insieme a Toni e Pazzini, mentre a centrocampo torna Ionita con Greco davanti alla difesa. Dal primo minuto Albertazzi. Queste le formazioni ufficiali:Amburgo (4-3-3) Adler; Diekmeier, Djourou, Spahic, Ostrzloek; Kacar, Jung, Ekdal; Muller, Lasogga, Ilicevic.Verona (4-3-3) Rafael; Pisano, Moras, Bianchetti, Albertazzi; Sala, Greco, Ionita; Pazzini, Toni, Jankovic
RINNOVO
La firma del capitano   <br/>Boscagin gialloblù

La firma del capitano
Boscagin gialloblù

La Tezenis Verona comunica l’ingaggio anche per la prossima stagione di Giorgio Boscagin, al quinto campionato consecutivo nel nuovo corso della Scaligera Basket, società con cui ha pure mosso i primi passi della sua carriera partendo dalle giovanili. Protagonista della vittoria della Coppa Italia dello scorso 8 marzo, conquistata da capitano, e del progressivo consolidamento della squadra nel campionato di Serie A2, Boscagin ha debuttato non ancora diciottenne in A1 e in Eurolega prima di restare a lungo in Serie A con Reggio Emilia, Varese e Teramo. Boscagin, veronese doc, 32 anni compiuti il 18 aprile, ha vinto con la maglia della Nazionale nel 2005 i Giochi del Mediterraneo e preso parte alle selezioni per i Mondiali del 2006 in Giappone a cui ha poi partecipato Andrea Michelori, suo nuovo compagno alla Tezenis. Autore di 16 punti nella semifinale con Torino e nella finalissima con Ferentino alle ultime Final Four di Coppa Italia, Boscagin è andato in doppia cifra 13 volte nel corso della stagione regolare, con un massimo di 19 punti nella partita di ritorno contro Trapani, fornendo costantemente un contributo che è sempre andato oltre i numeri e le statistiche.
TRAGEDIA
Anziano annega      <br/>nella piscina di casa

Anziano annega
nella piscina di casa

Era uscito presto, per fare la sua solita passeggiata mattutina. Ma quei due passi alle prime luci del giorno si sono traformati in tragedia per Antonio Zamboni. L’uomo, 78 anni, è stato trovato morto nella piscina della casa di uno dei suoi figli a Tombazosana, frazione di Ronco All’Adige. A scoprirlo proprio la nuora che ha immediatamente allertato i soccorsi, ma purtroppo per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Come ci ha raccontato uno dei figli, Zamboni era uscito molto presto di casa, poco dopo le 6. Era solito camminare, in particolare in estate, alle prime ore del mattino. Dopo un passato in una fabbrica di laterizi, si dedicava all’allevamento di tacchini e a qualche piccolo lavoro di agricoltura. Non vedendolo rincasare, verso le 7.15, i familiari hanno cominciato a cercarlo nei campi vicini, ma senza successo, finchè la moglie di uno dei figli ha fatto la tremenda scoperta: la vittima era senza sensi all’interno della piscina. Sotto shock, i familiari hanno chiamato il 118 che, giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 78enne. Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente e su questo stanno indagando i carabinieri della stazione locale, che sono arrivati in via Alberotto per i rilievi. La famiglia Zamboni è nota a Ronco all’Adige. Il figlio del signor Antonio, in passato, era anche stato sindaco del piccolo paese. Da qualche tempo l’uomo non stava bene e aveva alcuni problemi a camminare. Solo questa settimana per ben tre volte era finito al pronto soccorso. Oggi il drammatico annegamento nella piscina di famiglia.
MERCATO
IL NAPOLI TORNA    <br/>A PENSARE A SALA

IL NAPOLI TORNA
A PENSARE A SALA

Il Napoli, dopo aver fallito l'ennesimo assalto a Vrsaliko del Sassuolo, ha deciso di virare su Jacopo Sala, profilo già inserito tra i possibili obiettivi qualche settimana fa. Il presidente del Verona Setti ha di fatto tolto il suo giocatore dal mercato, ma un'offerta di almeno 6 milioni di euro, potrebbe fargli cambiare idea. Al momento il Napoli non ha bussato alla porta dell'Hellas. Non ci sono trattative in corso, ma è chiaro che se il club partenopeo deciderà davvero di puntare su Sala, l'Hellas farebbe fatica a resistere. (L.F.)
AMICHEVOLE CON L'AMBURGO
HELLAS, PRIMO TEST    <br/>"PROIBITIVO"

HELLAS, PRIMO TEST
"PROIBITIVO"

Dopo aver incontrato squadre di categoria inferiore, oggi con l'Amburgo per il Verona è la prima prova contro una squadra più avanti nella preparazione e di maggior qualità. Un test proibitivo perché l'Amburgo tra una settimana inizierà il campionato, mentre l'Hellas è alle prese con molti problemi legati ad infortuni e condizione atletica non al top. Senza Marquez, Hallfredsson, Viviani, Romulo e Gomez (per restare alle assenze più significative) è evidente che sarà un Verona "sperimentale", anche perché dal mercato dovrà arrivare ancora qualcosa. Fischio d'inizio alle 17. Telecronaca in diretta e in esclusiva su Telenuovo dalle 16:45 (replica stanotte alle 23). (L.F.)
MERCATO
TEZENIS, TORNA DA ROS    <br/>SQUADRA COMPLETATA

TEZENIS, TORNA DA ROS
SQUADRA COMPLETATA

Matteo Da Ros ha raggiunto l'accordo con la Tezenis per tornare in gialloblù. Nelle prossime ore ci sarà l'annuncio ufficiale della Scaligera Basket, intanto l'ala grande milanese, 26 anni il prossimo 25 settembre, ha retwittato un messaggio di benvenuto di un tifoso veronese. Da Ros, reduce dalla stagione a Barcellona dopo due campionati in gialloblù, è stato fortemente voluto dal coach Marco Crespi. Con il suo arrivo e l'inserimento di Alessandro Petronio come decimo giocatore, il roster della Tezenis è completato.
HELLAS VERONA
IL VERONA E' SBARCATO    <br/>AD AMBURGO

IL VERONA E' SBARCATO
AD AMBURGO

Puntualissimo l'aereo della Carpatair è sbarcato nel pomeriggio ad Amburgo, dove sabato alle 17 il Verona giocherà in amichevole contro la squadra tedesca.Mandorlini ha convocato 22 giocatori per la partita. Assenti Hallfredsson e Gomez che raggiungeranno la squadra dopo l'amichevole, nel ritiro austriaco.Anche Viviani non è nel gruppo, così come Rafa Marquez e Romulo. Souprayen è stato convocato ma difficilmente sarà in campo.C'è invece Albertazzi che molto probabilmente giocherà.Ad Amburgo si preannuncia uno stadio caldissimo con almeno 40 mila tifosi sugli spalti. L'intera giornata sarà una grande festa anche per le famiglie a cui è riservata una giornata speciale. Sabato infatti è l'occasione per i tedeschi di presentarsi davanti al proprio pubblico per la prima volta. La Bundesliga inizierà sabato prossimo e per l'Amburgo ci sarà subito un test durissimo: andrà infatti a fare visita al Bayern Monaco di Guardiola.
ESCLUSIVA
Amburgo-Hellas    <br/>Diretta su Telenuovo

Amburgo-Hellas
Diretta su Telenuovo

Grande appuntamento sabato pomeriggio su Telenuovo per l'amichevole internazionale che l'Hellas giocherà in casa dell'Amburgo, in Germania. La nostra emittente trasmetterà infatti in diretta e in esclusiva la partita dalle 16:45. Telecronaca di Gianluca Vighini. Alle 23 è prevista invece la replica della gara.
AMIA
Più belli e funzionali   <br/>Ecco i nuovi cassonetti

Più belli e funzionali
Ecco i nuovi cassonetti

Verona è una delle città in assoluto più turistiche e cerca sempre di migliorarsi anche dal punto di vista estetico per mostrarsi ai visitatori nella miglior veste possibile. Cavalcando questa idea, Amia ha deciso di rinnovare le attrezzature, posizionando nuovi cassonetti in centro storico, più belli da vedere ma soprattutto più funzionali. E così i vecchi contenitori verranno via via sostituiti da quelli nuovi. Non solo estetica ovviamente. Dal punto di vista operativo i contenitori garantiscono vari benefici. Su tutti la riduzione del ciclo di svuotamento che permette una raccolta numericamente superiore di cassonetti durante il servizio. A Secondo aspetto, non marginale, per un’azienda vicina all’ambiente, le attrezzature saranno meno inquinanti. L’immagine è importante ma l’aspetto pratico diventa fondamentale: per questo l’azienda scaligera sta potenziando la raccolta anche la Domenica quando i contenitori si riempiono più velocemente. Le zone interessate alla sostituzione dei cassonetti saranno Cittadella, Valverde e successivamente San Zeno e Area Tribunale.
FURTO
Spaccata notturna in una   <br/>tabaccheria a Legnago

Spaccata notturna in una
tabaccheria a Legnago

Spaccata in una tabaccheria di Legnago questa notte. Alcuni malviventi hanno sfondato la vetrina usando un tombino di ghisa. Una volta dentro hanno rubato perlopiù delle sigarette e poco altro. Il titolare del negozio ha denunciato un danno pari a 8.500 euro. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri della stazione locale.
L'Opinione
ON AIR
31.07.2015
TgVeneto
ON AIR
01.08.2015
Rosso & Nero
ON AIR
10.07.2015
Padova in Diretta
ON AIR
26.06.2015
Verona in Diretta
ON AIR
26.06.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
26.07.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
26.07.2015
Vighini Show
ON AIR
29.05.2015
Alè Verona
ON AIR
01.08.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
26.05.2015
Alé Padova
ON AIR
25.05.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
06.06.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

TERRA E NATURA
01.08.2015

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
01.08.2015

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
31.07.2015

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
31.07.2015

TERRA E NATURA

Redazionali

i nuovissimi di tgverona.it

Palinsesto

INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA