• ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • TUTTOCALCIO PADOVA

    Segui la serie B

    Segue in diretta le gare elle due formazioni padovane impegnate nel campionato cadetto durante i 90 minuti di gara e nel dopo-partita. Commenti, interviste, sintesi dlele gare

  • POMERIGGIO HELLAS

    Ogni sabato dalle 14.45

    Il sabato pomeriggio c'è una lungra trasmissione il cui fiore all'occhiello è la partita in diretta della primavera. Ma non solo, anche la conferenza di Mandorlini e le ultime in vista della partita del Verona

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGGIALLOBLU LIVE

    Alle 19.30 LIVE, alle 21 nel TgVerona

    Dal 2001 Vighini, Fioravanti e Betteghella conducono il TgGialloblù. Quest'anno una novità: edizione LIVE in diretta dalle 19.30 e SMART all'interno del TgVerona alle 21:00 e 24:30.

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Numero Verde Telenuovo

TGVERONA
16.04.2014
TGGIALLOBLÙ
17.04.2014
TGPADOVA
17.04.2014
TGBIANCOSCUDATO
17.04.2014
NOMINE
Urbanistica, Marchi   <br/>è il nuovo assessore

Urbanistica, Marchi
è il nuovo assessore

Il Sindaco Tosi ha nominato oggi Francesco Marchi assessore all'Urbanistica. L'ex segretario generale del Comune subentra agli assessori Casali e Paloschi. Oltre alla pianificazione urbanistica, a Marchi, 70 anni, sono state assegnate anche le deleghe all'edilizia privata, all'edilizia economica popolare, alle risorse comunitarie, estimo. “Una nomina non politica ma tecnica" ha spiegato il sindaco Tosi "che nasce dalla necessità di individuare una persona di alto profilo, di grande competenza professionale e con una conoscenza approfondita della macchina amministrativa". Marchi è stato segretario generale del comune prima con la giunta Zanotto e poi con la prima giunta Tosi. “Mi ritengo totalmente apolitico come tutta la mia carriera sta a dimostrare. Credo infatti di essere uno dei pochi Segretari generali in Italia riconfermati da Amministrazioni di diverso colore politico: sono stato nominato a Trieste dal Sindaco di centrosinistra Illy e riconfermato dalla successiva Amministrazione di centrodestra e anche a Verona sono stato chiamato da un Sindaco di centrosinistra e riconfermato da uno del centrodestra. Intendo lavorare quindi per il bene della città, cercando di far funzionare con la massima efficienza la macchina amministrativa, per dare risposte adeguate alle esigenze delle attività economiche e delle imprese, che hanno necessità di uscire dalla crisi e di ripartire" ha detto il nuovo assessore.
POLITICA
Lega antieuropeista,    <br/>la regia è veronese

Lega antieuropeista,
la regia è veronese

"Cosa succede il primo giorno senza l'euro? Che lin Italia si torna a lavorare". E' il pensiero della Lega che a Strasburgo ha siglato nei giorni scorsi la storica alleanza politica con Marine Le Pen. E la nascita di un fronte antieuropeista di cui Strasburgo comincia ad avere paura. "Non c'è coerenza politica nelle scelte dei nostri avversari, io credo che la forza del nostro gruppo sia che noi siano perfettamente coerenti politicamente. Noi sappiamo perchè la pensiamo così, apportiamo soluzioni e abbiamo tra noi una visione sui grandi soggetti europei che è estremamente vicina" ha detto la Le Pen durante l'improvvisata conferenza stampa nella sala al 2° piano del parlamento europeo, che ha sancito l'accordo con la Lega. Un incontro che doveva restare nell'ombra, tant'è vero che i protagonisti si erano dati appuntamento in un'ala del Parlamento solitamente meno frequentata, lontana dall'emiciclo che è il luogo dove si svolgono la maggior parte degli incontri e delle interviste ai deputati.Ma madame Le Pen oggi è il personaggio politico numero uno in Francia e dell'accordo con i leghisti italiani a Strasburgo e da li quello possibile con altri gruppi di euroscettici si parlava da tempo: "L'Unione Europea sta cominciando a capire che oltre allo scetticismo c'è dell'altro, c'è un progetto politico serio, c'è la volontà di creare una nuova Europa, più vicina ai territori, più vicina ai popoli europei. Noi amiamo l'identità dei popoli, l'Europa delle diversità, che difende i propri prodotti e la propria gente dall'immigrazione incontrollata che c'è in questo momento" ha spiegato Lorenzo Fontana, capogruppo europeo della Lega e vera mente dell'accordo Lega-Le Pen. Ma chi sono gli antieuropeisti? "Coloro che non condividono le politiche monetarie e quindi l'euro e altrettanto coloro che non condividono le politiche europee sull'immigrazione. L'euro è una moneta che ha distrutto la nostra e altre economie, ma anche la questione immigrazione è fondamentale. L'Europa favorisce l'immigrazione dei flussi continui, degli sbarchi, cerca di rendere addirittura sicuri i cosiddetti viaggi della speranza, noi invece pensiamo che si debba mettere in atto la politica dei respingimenti e degli aiuti a questi popoli in casa propria".
27 APRILE
Maratona del Santo, su   <br/>il sipario sull'evento

Maratona del Santo, su
il sipario sull'evento

Su il sipario. Nel vero senso della parola, dato che il palcoscenico della serata era quello del Teatro Verdi. Per presentare la quindicesima edizione della Maratona S.Antonio, in cartellone domenica 27 aprile, quest’anno è stato scelto uno degli edifici simbolo di Padova. Confindustria Padova e Assindustria Sport, grazie alla collaborazione con Telechiara e con l’Amministrazione Comunale, hanno infatti regalato alla città un evento unico: un grande concerto che ha visto sul palcoscenico l’ensemble “Coro e orchestra di Vicenza” diretto dal Maestro Giuliano Fracasso, capace di offrire uno splendido programma che, spaziando dalle musiche di Piovani e Morricone a quelle di Rossini, Vivaldi e Mozart, ha trasposto in musica le emozioni della Maratona.A fare i saluti di casa, introdotto dalla conduttrice Sara Pinna, il sindaco reggente Ivo Rossi, che ha ricordato come «grazie alle Stracittadine, che si svolgono in concomitanza con le prove agonistiche, più di ventimila persone indossano pantaloncini e maglietta per correre lungo le nostre strade. Solo la processione del Santo riesce a coinvolgere la città in questo modo».A seguire, ha preso la parola Mario Ravagnan della Giunta esecutiva di Confindustria Padova: «La Maratona S. Antonio è un evento che valorizza Padova e il suo straordinario territorio in Italia e nel mondo legando storia, cultura, paesaggio, con importanti ritorni sociali, turistici, economici, non solo sportivi. Negli anni è diventata un patrimonio di tutti e come tale va amata, curata e aiutata a crescere. Per questo dispiace quest’anno il disimpegno della Camera di Commercio. Ma noi guardiamo avanti con fiducia e confermiamo l’impegno nello sport, specie di base e giovanile, come un modo di intendere la responsabilità sociale, come fattore educativo e valoriale soprattutto per i nostri ragazzi e i nostri giovani».Federico de’ Stefani, presidente di Assindustria Sport, ha presentato i partner sociali di questa edizione: «Nata come evento sportivo, la Maratona è diventata un punto di riferimento per la città, in grado di raccogliere le migliori eccellenze del territorio e portare avanti importanti iniziative benefiche, cui siamo contenti di dare quanta più visibilità possibile. In questo quadro coinvolgiamo anche nel 2014 realtà come la Città della Speranza, fondazione che finanzia la ricerca e la cura delle neoplasie infantili, Actionaid, organizzazione non governativa impegnata nella lotta alla povertà, presente in oltre 50 paesi, Medici con l’Africa Cuamm, organizzazione che si spende per il rispetto del diritto umano fondamentale alla salute e per rendere l’accesso ai servizi sanitari disponibile a tutti, e Un Cuore un Mondo, che sostiene i reparti di Cardiologia Pediatrica e Cardiochirurgia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera di Padova. Ognuna sarà presente con una propria squadra all’interno delle Stracittadine».Nutrito il parterre delle autorità civili e sportive presenti al concerto, che sarà trasmesso da Telechiara martedì 22 aprile alle 20.30. In prima fila il prefetto di Padova Patrizia Impresa, Mirko Patron, vice presidente reggente della Provincia di Padova e sindaco di Campodarsego, punto di partenza della gara principale, Gianfranco Bardelle, presidente del Coni Veneto, Rosanna Martin, presidente del comitato provinciale Fidal, Claudio Mastromattei, comandante del 2° Reparto Mobile e presidente delle Fiamme Oro di Atletica Leggera e Ruggero Vilnai, presidente del comitato regionale del Cip.Ai campioni azzurri di Assindustria Ruggero Pertile e Giovanna Volpato, affiancati da Federico de’ Stefani, il compito di dare appuntamento al 27 aprile: «Padova ama la corsa. E’ il punto di forza di questa città e del suo territorio: non tutti sono o possono essere maratoneti, ma tutti vogliono esserci. Vi invitiamo a partecipare alla festa assieme a noi, per renderla ancora più bella».
RUGBY&BENEFICENZA
Valsugana Rugby, un     <br/>flash mob per l'Uildm

Valsugana Rugby, un
flash mob per l'Uildm

Il Valsugana Rugby Padova sostiene per il secondo anno consecutivo la campagna di raccolta fondi organizzata dalla UILDM (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare), consolidando in questo modo un sodalizio ricco di valori.Quest’anno si celebra la decima edizione della Giornata Nazionale della UILDM, che prevede iniziative di sensibilizzazione e fund rainsing dal 7 al 26 aprile, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Come nel 2013, al centro di questa campagna si trova il progetto «Assente ingiustificato», dedicato all’inclusione scolastica degli studenti con disabilità (circa 200.000 in Italia), attraverso l’abbattimento delle barriere architettoniche che impediscono la regolare frequenza scolastica, l’acquisto di sussidi didattici e una diffusa informazione sul tema.A Padova la sezione locale della UILDM sarà presente sabato 19 aprile, dalle 10:00 alle 18:00, in via San Canziano (angolo Piazza delle Erbe), con un proprio stand, sia per dare informazioni, sia per proporre la «Farfalla-shopper della Solidarietà». Sarà questo, infatti, il gadget distribuito in tutta Italia dai volontari della UILDM, sempre a fronte di un’offerta di 5 euro. E proprio sabato, nel pomeriggio, i giocatori dell’Under 18 del Valsugana organizzeranno nei pressi dello stand dei sorprendenti flash mob, per attirare l’attenzione dei passanti e favorire così il successo della raccolta fondi.Inoltre, sempre fino al 26 aprile, sarà possibile inviare un sms o chiamare da telefono fisso il numero 45509 per sostenere l’attività della UILDM a favore della piena inclusione sociale dei ragazzi con disabilità.
DESIGNAZIONI
Chievo-Sassuolo  <br/>arbitra Bergonzi

Chievo-Sassuolo
arbitra Bergonzi

Sarà Mauro Bergonzi ad arbitrare la partita Chievo – Sassuolo in programma sabato 19 aprile alle 15 allo stadio Bentegodi. I guardalinee saranno Ghiandai e Di Liberatore.
IL CAMPIONE GALLESE E IL CAMPIONE ARGENTINO
E' BALE O ITURBE?   <br/>PRODEZZE A CONFRONTO

E' BALE O ITURBE?
PRODEZZE A CONFRONTO

La prodezza di Bale in Coppa del Rey è già il video più cliccato del web. Una fantastica volata sulla fascia laterale sinistra a lasciare di sasso Bartra che proprio non riesce a stargli dietro.Vi ricorda qualcosa o qualcuno? I tifosi del Verona hanno visto almeno due reti nate in questo modo in questa stagione. Entrambe con Iturbe protagonista. La prima contro l'Udinese. Una fantastica cavalcata a destra con Iturbe che sfreccia a lato di un esterefatto Danilo e s'invola in porta. Tocco diabolico e gol.Il secondo a Livorno. L'azione è praticamente identica: Iturbe scappa sulla fascia, sorpassa Castellini, entra in area ma appoggia a Toni che segna.Iturbe come Bale. O se volete Bale come Iturbe. Non è un caso che il Real Madrid abbia messo gli occhi sul campione argentino del Verona...
PADOVA
Speciale Tuttocalcio:   <br/>tra poco su Telenuovo

Speciale Tuttocalcio:
tra poco su Telenuovo

La Passione per la salvezza. Il Padova costretto a vincere a Brescia, il Cittadella che punta a battere il Cesena in casa. Ecco quello che vi racconteremo a Tuttocalcio, questa sera, dalle 20.15, su Telenuovo, in occasione del turno infrasettimanale di Pasqua. Condotta da Gigi Primon, sarà una puntata dalle fortissime emozioni. Martina Moscato racconterà tutto ciò che succederà al 'Rigamonti' in un match fondamentale per le speranze biancoscudate. Marco Campanale descriverà il match del Tombolato. Tutto è pronto per un rush finale in cui si devono tener d'occhio anche tutti gli altri risultati, sperando nella caduta di qualche squadra che, in classifica, sta sopra le padovane: vedi Varese, Carpi e Novara. Potrete intervenire in diretta mandando i vostri sms al 3484316678. Prima di iniziare, raccontateci le vostre impressioni e provate ad indovinare il risultato delle due partite: fatelo cliccando 'Mi Piace' sulla pagina facebook del TgBiancoscudato.
INCIDENTE
Auto contro treno, donna    <br/>è in prognosi riservata

Auto contro treno, donna
è in prognosi riservata

E' ricoverata in prognosi riservata all'ospedale di Borgo Trento la settantenne veronese che questa mattina ha invaso le rotaie di un passaggio livello finendo per essere centrata da un treno. L'incidente è accaduto a Barabò, sulla strada che da Salizzole porta a Nogara. Da una prima ricostruzione la donna, che era solita fare quel tratto di strada, a causa del sole abbagliante non ha visto il passaggio a livello chiuso ed ha proseguito la sua marcia, abbattendo le sbarre prima e finendo poi contro il treno regionale che collega Mantova a Monselice.Nell'urto la donna ha riportato diverse ferite, in particolare alle gambe ed è stata estratta dalle lamiere dai vigili del fuoco. L'incidente ha causato disagi al traffico ferroviario, chiuso nel tratto interessato dall'incidente.
CALCIO
Abete: La Nazionale        <br/>tornerà a Verona

Abete: La Nazionale
tornerà a Verona

La Nazionale Italiana di calcio tornerà a giocare a Verona: lo ha confermato oggi il Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Giancarlo Abete, nel corso di un colloquio telefonico con il Sindaco di Verona, Flavio Tosi. “Il presidente Abete – dichiara Tosi – nel confermarmi i buoni rapporti che esistono tra la FIGC e la Città di Verona, ha spiegato che la partita amichevole tra la Nazionale e il Lussemburgo del 4 giugno sarà giocata in una città dell’Italia centrale per motivi logistici, dovendo la nostra squadra partire dopo per il Brasile. Mi ha comunque assicurato che, nei prossimi giorni, avremo un incontro per definire una data per una partita degli Azzurri a Verona contro una squadra di cartello”.
ARBITRO
ATALANTA-VERONA: C'E'     <br/>MINELLI, UN ESORDIENTE

ATALANTA-VERONA: C'E'
MINELLI, UN ESORDIENTE

Sara' Daniele Minelli di Varese, 31 anni, esordiente in serie A a dirigere sabato Atalanta-Verona. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Crispo e Tasso, il quarto uomo sarà Giachero. I due arbitri addizionali saranno Rizzoli e Pinzani.
INCIDENTE
Porcilana, motociclista   <br/>finisce in ospedale

Porcilana, motociclista
finisce in ospedale

Sarebbe stata la manovra non regolare di un'automobilista, un'inversione di marcia dove non era consentito, a provocare l'incidente avvenuto questa mattina sulla Porcilana nell'ultimo tratto in territorio di San Bonifacio. A terra un motociclista di cui non si conosce l'identità, prontamente soccorso dai sanitari della Croce Europa e dall'elicottero del Suem di Verona Emergenza.
INCIDENTE
Nogara, incidente     <br/>al passaggio a livello

Nogara, incidente
al passaggio a livello

Poteva avere conseguenze drammatiche l'incidente accaduto questa mattina in aperta campagna, nei pressi di Nogara, dove una donna di 76 anni alla guida della propria auto e in viaggio da Salizzole verso Nogara non si è accorta delle sbarre abbassate di un passaggio a livello e ha invaso le rotaie proprio mentre stava passando un treno. L'impatto è stato improvviso e inevitabile ma per fortuna il treno ha colpito l'auto solo di striscio, portandosi via comunque la parte anteriore della macchina. La conducente dell'auto è stata soccorsa sul posto, sedata e trasportata all'ospedale di Borgo Trento con ferite alle gambe. Nessun ferito tra i passeggeri del treno, l'Epr 43, un regionale che collega Mantova a Ferrara. Pare che la donna, abbagliata dal sole, non abbia visto le sbarre abbassate del passaggio a livello piombando così sulle rotaie proprio mentre stava passando il treno.
DOPO LE DICHIARAZIONI DI SETTI
ECCO PERCHE' ITURBE   <br/>VALE 30 MILIONI DI EURO

ECCO PERCHE' ITURBE
VALE 30 MILIONI DI EURO

Il capolavoro di mercato è stato strappare al Porto una clausola per avere tutto il cartellino di Iturbe a 15 milioni di euro. Approfittando probabilmente della scarsa fiducia che ormai i dirigenti portoghesi avevano per il giocatore argentino, dopo averlo strappato ad un'aspra concorrenza e aver fissato originariamente la clausola (pare) addirittura a sessanta milioni di euro.Sta tutto in quell'accordo costruito ad arte da Sean Sogliano durante l'estate, l'oro attuale del Verona. Adesso chiunque voglia accaparrarsi uno dei cinque "nino" più forti del mondo, dovrà fare i conti col Verona. Risparmiando comunque una valanga di soldi. Ecco perchè oggi la quotazione di Iturbe sta salendo vertiginosamente. Tra i 25 e i 30 milioni di euro, almeno. Ed è per questo motivo che il presidente Setti ha ormai definito "fuori dalla portata del mercato italiano" Iturbe. Una cifra del genere nè Napoli, nè Roma potrebbe mai tirarla fuori. Non solo: ormai dietro al talento argentino c'è tutto il gotha del calcio mondiale. Dal Real Madrid al Barcellona. Ma soprattutto il Psg, l'ultimo che si è seduto al tavolo, ma di certo, tra le società più "liquide" del mondo. Uscito dalla Champions, alla ricerca spasmodica di talenti da inserire nella squadra parigina, il Psg può davvero rappresentare la squadra che fa saltare il banco.Ma attenzione alle inglesi. Abramovich e Mourinho da tempo seguono Iturbe. E quel suo sacrificarsi alla "Eto'o" sulla fascia non è passata inosservata dalle parti di Stamford Bridge. Ormai da tre anni al Chelsea hanno iniziato un profondo rinnovamento, acquistando tutti i migliori giovani talenti in circolazione. E poi c'è il Manchester United i cui emissari erano al Bentegodi anche domenica scorsa. Pure lì tira aria di profondo rinnovamento. Insomma, l'asta è aperta. E per il Verona si profila una plusvalenza da favola. (g.vig.)
CLASSICHE DEL NORD
Trittico Ardenne, le   <br/>speranze di Cunego

Trittico Ardenne, le
speranze di Cunego

La stagione entra più che mai nel vivo. Domenica inizierà con l'Amstel Gold Race il Trittico delle Ardenne, che prevede poi mercoledì la Freccia Vallone e domenica prossima la Liegi-Bastogne-Liegi. Damiano Cunego ha fissato proprio nelle Classiche del Nord il primo obiettivo di una stagione che finora è stata positiva anche se senza vittorie. La condizione mostrata al Giro dei Paesi Baschi è stata di buon livello e l'Amstel (che Damiano ha già vinto nel 2008) sarà un banco di prova importante anche per capire quelle che potranno essere le ambizioni per il futuro. La Lampre Merida oltre che allo scalatore veronese punterà molto anche su Diego Ulissi.
LE MOSSE DI MERCATO
TONI: PRONTO IL RINNOVO    <br/>ROMULO PUO' RESTARE

TONI: PRONTO IL RINNOVO
ROMULO PUO' RESTARE

Luca Toni può restare al Verona un altro anno. La società scaligera non ha dubbi. Per lui sarebbe addirittura pronto un contratto biennale. Lo ha detto senza giri di parole il presidente gialloblù Setti. Toni è il caposaldo del progetto Hellas. Anche del futuro. E questa sarebbe una fantastica notizia per i tifosi dopo questa stagione meravigliosa di Luca. La cautela è d'obbligo: Toni si è riservato di prendere la decisione a fine campionato. "Lo farò assieme alla mia famiglia, come sempre" ha spiegato. Ma è chiaro che tutti questi attestati di stima sono uno "spin" molto forte per il campione del mondo.Anche Romulo potrebbe restare a Verona. Ma per lui la situazione è più complicata. Se andrà al mondiale con l'Italia (Setti ne è certo), Romulo può diventare l'oggetto del desiderio di molte società. Parlando all'Hellas Store ha spiegato: "Io vorrei rimanere a Verona ma di questa questione ho delegato completamente il mio procuratore. Dovete parlare con lui". Setti ha ribadito: "Se vorrà rimanere con noi non ci tireremo indietro, se invece dovesse avere altre richieste o volontà lo asseconderemo. Anche con la Fiorentina c'è un buon rapporto, quindi non ci saranno problemi".
INTERROGATORIO
Accoltellò fidanzata:   <br/>E' viva per miracolo

Accoltellò fidanzata:
E' viva per miracolo

Si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al gip, Enrico Sganzerla, il commercialista 42enne di Cerea arrestato con l'accusa di tentato omicidio per aver accoltellato in una discoteca di Vicenza la fidanzata Laura Roveri, 25 anni, di Nogara."Ancora una volta pessima scelta quella del commercialista che il giorno prima attraverso i difensori riferisce alla stampa che vorrebbe tanto vedere la ragazza che ha sgozzato chiedendo perfino che fosse lei ad andare a trovarlo" ha dichiarato uno dei legali della donna Agron Xhanaj commentando l’udienza. "Oggi - ha aggiunto -, invece che aveva proprio l’opportunità di chiarire il proprio gesto davanti al giudice, di chiedere all’autorità di trasmettere le scuse a colei che tanto vorrebbe vedere, poteva perfino, paradossalmente avanzare una richiesta di permesso di colloquio per colei che fino a tre giorni fa era la sua ragazza, ha deciso di non parlare, per organizzare meglio la propria difesa". Per il legale, "è solo un miracolo che Laura è viva perchè Sganzerla aveva fatto di tutto per ucciderla. L’ha salvata la voglia di vivere e reagire che caratterizza questa splendida donna".
TURISMO
Casa Giulietta, ok nuovo    <br/>ingresso e biglietto

Casa Giulietta, ok nuovo
ingresso e biglietto

La Giunta comunale di Verona ha approvato la delibera che dà il via al progetto per lo spostamento dell’entrata nel cortile della Casa di Giulietta da via Cappello al Teatro Nuovo, in piazzetta Navona, prevedendo nel contempo un biglietto di ingresso del costo di 2,50 euro a persona.La modifica sarà resa possibile grazie ad una convenzione tra il Comune di Verona e il Teatro Stabile, la cui firma è prevista tra qualche settimana. A quel punto, dopo un periodo utile ad attrezzare la struttura, la modifica sarà resa operativa. Il biglietto di accesso al cortile della Casa di Giulietta consentirà di visitare anche un percorso interattivo sul mito di Giulietta, di accedere al terrazzo e di assistere, due volte al mese nella giornata di sabato, alla rappresentazione del bacio di Giulietta e Romeo. “Questa modifica ci permetterà di rimodulare e mettere in sicurezza un luogo che, durante alcuni periodi dell’anno, risulta pericoloso per la presenza contemporanea di un elevato numero di persone in uno spazio ristretto – spiega l’assessore al Turismo Enrico Corsi – cambiando l’accesso sarà possibile regolamentare le entrate e mantenere il decoro del luogo che ad oggi, nonostante il lavoro di pulizia effettuato recentemente e la presenza di vigilanza, è ancora oggetto di atti di vandalismo". "Nessun cambiamento – aggiunge Corsi – riguarderà le attività commerciali presenti sul cortile poiché l’accesso sarà sempre garantito a chi vi si reca”.In base alla convenzione che verrà firmata, il concessionario non verserà alcun canone al Comune fino ai 200 mila euro. Al Comune spetterà il 70% degli incassi nella fascia da 200.001 a 2.000.000 euro, il 75 per cento nella fascia da 2.000.001 a 2.500.000 e l’80 per cento da 2.500.001 in poi.
CALCIO
Abete: La Nazionale     <br/>tornerà a Verona

Abete: La Nazionale
tornerà a Verona

La Nazionale Italiana di calcio tornerà a giocare a Verona: lo ha confermato oggi il Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Giancarlo Abete, nel corso di un colloquio telefonico con il Sindaco di Verona, Flavio Tosi. “Il presidente Abete – dichiara Tosi – nel confermarmi i buoni rapporti che esistono tra la FIGC e la Città di Verona, ha spiegato che la partita amichevole tra la Nazionale e il Lussemburgo del 4 giugno sarà giocata in una città dell’Italia centrale per motivi logistici, dovendo la nostra squadra partire dopo per il Brasile. Mi ha comunque assicurato che, nei prossimi giorni, avremo un incontro per definire una data per una partita degli Azzurri a Verona contro una squadra di cartello”.
SERIE A
Il veronese Meggiorini    <br/>contro i giocatori marci

Il veronese Meggiorini
contro i giocatori marci

Il "Meggio" è un ragazzo sano. Di campagna. Non si è mai montato la testa, sempre legatissimo alla sua famiglia che vive a Isola della Scala. Riccardo Meggiorini gioca nel Torino, ma è veronese purosangue (è di Tarmassia). La sua storia è incredibile: giocava nelle giovanili del Verona all'epoca di Pastorello, ma qualche dirigente lo scartò. Tornò a Bovolone e da lì finì nelle giovanili dell'Inter, dove, nella Primavera esplose. Iniziò una carriera tutta sostanza. Uomo fidato di Ventura, sempre al proprio posto. Ieri il "Meggio" attraverso il suo profilo facebook è andato giù duro. All'inglese, come piace a lui. Contro il marcio del calcio e quei giocatori che dopo il calcio scommesse e pene lievissime, stanno tornando a giocare. Ha scritto: "Leggo che Andrea Masiello, uno che ha confessato di aver preso soldi per perdere, durante la squalifica ha incassato lo stipendio minimo che un operaio oggi si sogna e che a gennaio tornerà a giocare. Marco Rossi, altro reo confesso, l'ha preso il Perugia. ...ecco le colpe della società e non solo delle società, sabato giocherò contro Mauri della Lazio. Arrestato qualche mese fa e ora è di nuovo sui campi da calcio, una vergogna, ki sbaglia deve pagare, x rispetto delle persone ke vanno allo stadio!" E ancora: "Appassionati e addetti ai lavori capiscano che queste parole sono verità e conferma di quello che gira attorno al calcio, parole sante!" . Meggiorini aveva giocato nel Bari, una squadra coinvolta pesantemente nel calcio scommesse. Forse il suo astio nasce proprio in quello spogliatoio...
CLAMOROSO ALLA GAZZETTA DELLO SPORT
CORINI: SALVO IL CHIEVO    <br/>MA NON SO SE RESTO

CORINI: SALVO IL CHIEVO
MA NON SO SE RESTO

Corini ipotizza un divorzio dal Chievo a fine stagione. A salvezza raggiunta, ovviamente. Il dubbio, clamoroso, lo ha fatto serpeggiare lo stesso tecnico in un'intervista alla Gazzetta dello Sport. Dopo due stagioni da subentrato, Corini è pronto per la prima stagione da titolare in A? chiede Fabiana Della Valle che ha firmato l'articolo. E Corini risponde: «Sono pronto, anche se non so dove...». Insiste la giornalista: Sta dicendo che non è certo di restare al Chievo? Corini ribadisce: «Niente è scontato. A salvezza raggiunta parleremo. Ho avuto tanti scontri con la società da allenatore e giocatore, mi conoscono e sanno bene come sono. Dovrà esserci condivisione». Un messaggio per Campedelli dopo quanto è successo quest'anno?
MERCATO
SETTI: NESSUNO IN ITALIA     <br/>PUO' PERMETTERSI ITURBE

SETTI: NESSUNO IN ITALIA
PUO' PERMETTERSI ITURBE

"Nessuna squadra italiana si può permettere in questo momento un giocatore con la quotazione di Juan Manuel Iturbe". Così il presidente del Verona è intervenuto in merito alla cessione del gioiello gialloblù ai microfoni di Sky Sport. Nelle ultime settimane la quotazione di Iturbe è decollata e si aggira ora attorno ai 30 milioni di euro. Il Verona eserciterà il diritto di riscatto che ha con il Porto, fissato a 15 milioni di euro. La lista delle big europee che stanno inseguendo il talento argentino si sta allungando: dopo Psg e Manchester United contatti sono stati avviati anche con il Real Madrid. Setti ha poi parlato di Toni: "Il futuro di Toni? Per me non era una scommessa, ma una certezza. Luca, dopo un anno trascorso qui a Verona, se mi chiedesse di rinnovare altri due anni lo farei per l'uomo e per il giocatore che è. Ha la mentalità giusta, un sorriso contagioso che rappresenta al meglio il modo in cui bisogna fare calcio".E su Sogliano ha invece spiegato: "Ha tutta l'intenzione di onorare il contratto che ha con noi. Sono felice di averlo qui dopo anni che lo inseguivo anche nelle categorie minori. Dal nostro punto di vista non ci sono mai stati problemi. Il Verona del futuro è già iniziato e Sean sta già lavorando sulla prossima stagione. Ci sentiamo anche 30 volte al giorno".
L'Opinione
ON AIR
16.04.2014
TgVeneto
ON AIR
17.04.2014
Rosso & Nero
ON AIR
17.04.2014
Prima Serata
ON AIR
11.04.2014
Vighini Show
ON AIR
14.04.2014
Alè Verona
ON AIR
14.04.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
15.04.2014
Tuttocalcio Padova
ON AIR
05.04.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
04.04.2014
Il Sindaco e la Città
ON AIR
09.04.2014

BPV MUTUOYOU

Promo palinsesto



auditeL MARZO 2014 telenuovo



Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di TgVerona.it

i nuovissimi di TgPadova.it

Palinsesto