• TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra
TGVERONA
21.07.2014
TGGIALLOBLÙ
22.07.2014
TGPADOVA
21.07.2014
TGBIANCOSCUDATO
21.07.2014
VERE STORICHE
Auto storiche, dall'Asi   <br/>lauree a quattro ruote

Auto storiche, dall'Asi
lauree a quattro ruote

L'Università e quella dell'Asi, l'Automotoclub storico italiano. L'organizzazione, invece, dell'Historic Cars Club di Verona. Gli studenti ammessi all'esame tutti a quattro ruote; e rigorosamente originali. Si sono svolte nel fine settimana le verifiche di autenticità delle auto storiche da parte dell'Asi, vera e propria Università nel settore. A richiedere il prezioso certificato i possessori di auto tra i 20 e i 30 anni o più vecchie di 30 anni che abbiano mantenuto tutti i pezzi originali. Decine le auto sottoposte alle verifiche. Tra queste due vecchissime Alfa Romeo, una Aston Martin, una Mg, una vecchia Alpine Rally della Renault, mentre tra i modelli più conosciuti una Dodge in uso alla polizia americana, le Lancia Fulvia, una Delta Hp del team Martini Racing (rally), una Thema-Ferrari, una Bianchina Giardinetta e delle "mitiche" A112.
POLIZIA MUNICIPALE
Commercio abusivo in Bra  <br/>Controlli e sanzioni

Commercio abusivo in Bra
Controlli e sanzioni

La Polizia municipale ha effettuato ieri sera un servizio per la prevenzione del commercio irregolare in piazza Bra, fenomeno particolarmente presente durante le serate della stagione lirica e in occasione di altri eventi. La presenza degli agenti sul Liston, dove spesso si assiste al lancio di giocattoli luminosi volanti, oltre che all’offerta, a seconda del meteo, di impermeabili ed ombrelli, ha di fatto impedito ai venditori irregolari di esercitare il loro commercio. Durante il servizio sono state controllate 24 persone presenti in zona, tutte di nazionalità pakistana ed età compresa tra i 30 e 40 anni, molti già noti alla Polizia municipale per precedenti episodi di vendita irregolare. Uno di essi è stato trattenuto presso il Comando di via del Pontiere, poiché completamente sprovvisto di documenti. Avvisato il magistrato di turno, gli accertamenti sull’identità sono proseguiti oggi fino a tarda mattinata, quando l’uomo è stato rimesso in libertà. Durante il servizio anti-commercio abusivo è stata anche recuperata una borsa contenente un’ottantina di girandole luminose volanti. Questa mattina una pattuglia del Reparto Territoriale è intervenuta in via Pallone per controllare la zona del parcheggio dei bus turistici, dove talvolta sono in attività commercianti irregolari. Un venditore di 37 anni, pakistano, è stato multato perché esercitava l’attività di vendita senza alcuna autorizzazione. All’uomo sono stati anche sequestrati cinque ombrelli e dieci impermeabili, proposti ai turisti in transito.
AEROPORTI
Catullo, azionisti danno   <br/>via libera a Save

Catullo, azionisti danno
via libera a Save

L’assemblea degli azionisti di Catullo Spa, societa? di gestione degli aeroporti di Verona e Brescia ha deliberato oggi il conferimento delle quote dei soci fondatori e del socio Provincia di Trento alla newco Aerogest srl. Inoltre l’assemblea ha dato il benestare alla vendita delle quote da parte del Comune di Villafranca a Save Spa, societa? di gestione degli aeroporti di Venezia e Treviso, procedendo nel percorso per la costituzione del sistema aeroportuale del Nord Est, attraverso l’integrazione con la stessa Save.L’obiettivo dell’integrazione strategica tra Catullo Spa e Save Spa e? promuovere una gestione coordinata e sinergica degli aeroporti e dotare il sistema del Nord-Est, attraverso l’apporto di soci privati, delle risorse e della massa critica necessarie per competere sul mercato internazionale, confermando il legame con il territorio e il ruolo di servizio nei confronti della comunita? locale garantito dagli azionisti pubblici.l’Assemblea ha espresso l’insussistenza di impedimenti al conferimento delle partecipazioni societarie della Camera di Commercio di Verona, del Comune e della Provincia di Verona e della Provincia di Trento nella societa? Aerogest srl. Allo stesso modo, l’Assemblea non ha rilevato ostacoli alla cessione, da parte del Comune di Villafranca, delle azioni della societa? a Save Spa, come deliberato dal consiglio comunale di Villafranca lo scorso 27 giugno.Tali operazioni rappresentano due passaggi significativi e propedeutici all’ingresso di Save Spa nell’azionariato di Catullo Spa e quindi alla creazione del sistema aeroportuale del Nord-Est. La costituzione del polo aeroportuale contribuira? all’integrazione degli aeroporti di Verona e Brescia con quelli di Venezia e Treviso in un sistema competitivo da un punto di vista economico– finanziario, in accordo con le prospettive di crescita definite nel Piano industriale di Catullo e in linea con il Piano Nazionale degli Aeroporti, che auspica la creazione di reti aeroportuali gestite in modo coordinato.L’Assemblea ha anche approvato all’unanimita? il bilancio dell’esercizio 2013, chiuso con una perdita pari a € 3,2 milioni, in miglioramento per € 8,4 milioni rispetto al risultato dell’esercizio precedente.
AEROPORTI
Catullo e Brescia, altro   <br/>trimestre in crescita

Catullo e Brescia, altro
trimestre in crescita

Nel mese di giugno, con oltre 330 mila passeggeri trasportati, l’aeroporto di Verona ha registrato un incremento del traffico pari al 2% rispetto allo stesso mese del 2013, proseguendo il trend positivo avviato ad aprile (+8,8%) e già confermato a maggio (+6,7%). Il secondo trimestre del Catullo si chiude quindi con una movimentazione di oltre 760 mila passeggeri, in crescita del 4,9% rispetto all’anno precedente. Sempre nel trimestre i voli di linea hanno interessato 609 mila passeggeri, con un crescita del 10,4%. A tale risultato hanno contribuito in modo significativo i 17 nuovi voli nazionali e internazionali che, a partire dall’avvio della stagione estiva, hanno ampliato l’offerta dell’aeroporto di Verona. In particolare, nel mese di giugno sono entrate in servizio 6 nuove tratte (Barcellona, Crotone, Edimburgo, Ginevra, Leeds e Zurigo); il quadro si e? appena completato con l’avvio dei collegamenti con Zante e Mostar. Continua invece la flessione del segmento charter (-24,8% a giugno; -11,2% nel trimestre), che sconta il risultato negativo dei collegamenti con l’Egitto (-46% nel mese di giugno) a causa della persistente instabilita? del Paese. La sospensione dello sconsiglio di presenza della Farnesina del 17 luglio scorso potrebbe consentire la ripresa del traffico per Sharm El Sheikh.Nel secondo trimestre dell’anno, invece, Brescia Montichiari ha movimentato oltre 13,5 mila tonnellate di merci, registrando un forte incremento rispetto allo stesso periodo del 2013, +28,9%, grazie soprattutto al considerevole aumento di traffico gestito a maggio, in corrispondenza del trasferimento di voli merci e charter da Orio al Serio. In quel mese infatti il D’Annunzio ha ospitato oltre 500 voli cargo. I risultati del trimestre hanno contribuito alla crescita del traffico merci registrato nella prima meta? dell’anno, pari all’11% (22,4 mila tonnellate). Nel trimestre l’aeroporto ha movimentato 7 mila passeggeri, prevalentemente voli executive e voli charter, che nei primi sei mesi dell’anno hanno raggiunto quota 11,2 mila, con una crescita del 38% rispetto al primo semestre dell’anno passato.
SCALIGERA BASKET
Reati: Volevo solo  <br/>restare a Verona

Reati: Volevo solo
restare a Verona

"Della mia conferma si era parlato, da ambo le parti, già la passata stagione. L'idea del rinnovo c'era già e questo non ha potuto che farmi piacere. A Verona mi sono trovato molto bene con la società, con lo staff, coi compagni, con la città. Volevo restare". Queste le prime dichiarazioni di Davide Reati, uno dei punti fermi della Tezenis Verona anche del prossimo campionato, alle prese con quotidiani allenamenti nella sua Cernusco sul Naviglio dopo due settimane di vacanza negli USA. "Sempre bello andare negli Stati Uniti. Sono tornato a New York, sempre bella. Mi ha colpito molto l'atmosfera che si respirava a Washington il 4 luglio, nel giorno dei festeggiamenti per l'indipendenza americana. Giorni in cui mi sono proprio estraniato da tutto. Mi ci voleva. Qui a Cernusco ho tutto per iniziare a lavorare nel migliore dei modi. C'è un centro sportivo con piscina, palestra, fisioterapista oltre naturalmente al campo da basket. Il tiro va esercitato di continuo. La mia media da tre? Meglio da quando la linea è a 6.75, la mia miglior stagione è stata proprio quando la distanza dal canestro si è allungata. Anche quest'anno è andata bene, anche se la classifica l'ho anche persa di vista anche se capisco che per un tiratore come me le medie sono importanti. Per me continua a contare di più la squadra, quello che la Tezenis ha dimostrato di essere sempre più, partita dopo partita, nel corso della stagione. Io quarto assoluto? Sono contento, anche se non voglio darci troppo peso. L'interesse di Biella nei miei confronti? Ogni anno spunta, immancabile, che sia reale o meno. Succedeve puntualmente anche quando ancora ero nelle giovanili. La verità è che non ho mai preso veramente in considerazione altre proposte all'infuori di quella di Verona. Non è facile trovare in giro una società come la Tezenis. Così sana, organizzata, che vuole puntare in alto e con questa chiarezza di idee".
RIUNIONE TIFOSI
Mercoledì sera assemblea   <br/>Aicb in via Carducci

Mercoledì sera assemblea
Aicb in via Carducci

Mercoledì 23 luglio alle 21, nella sede A.I.C.B di via Carducci, si terrà l'Assemblea Generale dei Club aderenti all' A.I.C.B. Durante la serata si farà il punto sulla situazione del Calcio Padova. Oltre ad una delegazione di tutti i club della provincia, sarà presente anche un gruppo di ultras della Tribuna Fattori. Intanto prosegue, da parte del club "Fossa dei Leoni", la raccolta di adesioni per dare vita al progetto dell'azionariato popolare: ad ora sono arrivati "sì" per un totale di 80.000 euro. "Uniremo le forze per far sì che i tifosi possano essere i primi azionisti del futuro Padova", le parole pronunciate da Aldo Tomat. "Stiamo continuando a gettare le basi di questo progetto. Sicuramente la squadra che rappresenterà la città il prossimo anno avrà l’aiuto e la presenza dell’azionariato popolare. Pertanto, in questo momento, non c’è più l’urgenza di un’azione veloce e determinata, ma la necessità di un’azione condivisa e ampia. Partiremo presto. Non fate calare l’entusiasmo e il desiderio di partecipare al futuro del calcio padovano, perché esso ha bisogno di noi. E noi ci saremo!".
CONTROLLI
Mazze e catene in auto  <br/>Denunciato 25enne

Mazze e catene in auto
Denunciato 25enne

I Carabinieri di Peschiera del Garda hanno denunciato per porto abusivo di armi un 25enne di Castelnuovo del Garda: sabato sera era stato controlato con altri tre coetanei a bordo della sua autovettura. Nel baule aveva due grosse mazze di legno, cinque catene, parrucche e maschere. La giustificazione di servirsene per “fare uno scherzo” ha invece determinato un serio approfondimento da parte dei militari, per individuare eventuali vittime di azioni violente o progetti delittuosi Cinque arresti e una denuncia sono il consuntivo dell’attività dei Carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda nell’ultimo fine settimana.Il Nucleo Operativo e Radiomobile ha tratto in arresto a Castelnuovo del Garda due giovani cittadini croati che rubavano all’interno del parco divertimenti Gardaland. Lo stesso Nucleo nel corso dei servizi di controllo del territorio ha individuato e arrestato tre catturandi, sottrattisi ad altrettanti ordini di arresto emessi dalle autorità giudiziarie italiane ed estere: un pregiudicato di origini calabresi domiciliato a Peschiera del Garda e due turisti, un cittadino olandese e una austriaca, costretti ad interrompere anticipatamente le loro vacanze lacustri.
PRECAMPIONATO
VERONA IN AMICHEVOLE COL      <br/>BURNLEY IL 9 AGOSTO

VERONA IN AMICHEVOLE COL
BURNLEY IL 9 AGOSTO

Amichevole suggestiva sabato 9 agosto per il Verona che volerà in Inghilterra per affrontare il Burnley, formazione neopromossa in Premiere League. Il match di disputerà nello stadio "Turf Moor" di Burnley nel Lancashire.Il fischio d'inizio è in programma alle 16 ora italiana. Telenuovo trasmetterà l'incontro in diretta.
ESCLUSIVA
DIRETTA RITIRO HELLAS       <br/>SU TELENUOVO DALLE 18:15

DIRETTA RITIRO HELLAS
SU TELENUOVO DALLE 18:15

Grande appuntamento a partire dalle 18:15 per tutti i tifosi del Verona. Telenuovo trasmetterà in diretta immagini esclusive e interviste dal ritiro di Racines. Collegamenti con il nostro inviato Gianluca Vighini.
TRAFFICO
Maltempo sul lago   <br/>Turisti verso il centro

Maltempo sul lago
Turisti verso il centro

Il maltempo sul Lago di Garda ha provocato un notevole aumento del traffico sulla tangenziale che porta a Verona. Centinaia di turisti hanno infatti lasciato le rispettive zone di villeggiatura per una visita in centro. Soprattutto tedeschi, ma anche olandesi, danesi e norvegesi hanno scelto una mattinata lontano dal lago visti i forti temporali e le abbondanti piogge con grandine di questa mattina. Maltempo che dovrebbe durare anche nei prossimi giorni.
ARGOMENTO
Incidente in autostrada   <br/>Due persone ferite

Incidente in autostrada
Due persone ferite

Due persone sono rimaste ferite a seguito di un incidente avvenuto sull'A4 in direzione Milano. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco.
IN RITIRO
VERONA, ALLENAMENTO    <br/>SOTTO LA PIOGGIA

VERONA, ALLENAMENTO
SOTTO LA PIOGGIA

Pioggia e temperature fredde. Ma il Verona non si ferma. Anche oggi Mandorlini ha in programma una doppia seduta. Al mattino la squadra ha lavorato in palestra per la prima parte dell'allenamento ed è poi uscita per rifinire sul campo la preparazione fisica. Solo i quattro portieri agli ordini di Ermes Morini hanno lavorato interamente sul campo. Rafael, Nicolas, Gollini e il giovane Ferrari (quest'ultimo, classe '96, arriva dalla Primavera del Milan, è un "bestione" alto 1.95...), sono stati messi a dura prova dall'allenatore. Poi, come è ormai tradizione, seguiti da decine tifosi, i giocatori nonostante il clima freddo, si sono immersi nel torrente per "calmare" le fatiche dell'allenamento. (g.vig.)
MERCATO
MARQUEZ, UN SOGNO       <br/>(QUASI) IMPOSSIBILE

MARQUEZ, UN SOGNO
(QUASI) IMPOSSIBILE

Marquez? Una bella idea di mercato. Forse solo un sogno. Come ha detto Sean Sogliano. Un sogno che il Verona ha coltivato e che coltiva, ma realisticamente le possibilità che l'ex fuoriclasse del Barcellona venga al Verona sono prossime allo zero. Sogliano non vende fumo e per questo non alimenta speranze che poi non si possono realizzare. L'ingaggio di Marquez è fuori portata, oltre quel milione di euro che nel Verona prende il solo Luca Toni e che è ritenuto il tetto massimo invalicabile. Sogliano però non ha scartato a priori l'ipotesi. Ha solo detto che è un affare "quasi impossibile". E quel "quasi" denota due cose: la prima che il ds del Verona ci sta lavorando la seconda che a volte anche i sogni impossibili si possono realizzare. (g.vig.)
INCONTRO A PALAZZO MORONI
Bitonci: 'Tra poche ore    <br/>nascerà il nuovo Padova'

Bitonci: 'Tra poche ore
nascerà il nuovo Padova'

Si è tenuta stamattina a Palazzo Moroni la riunione tra Massimo Bitonci e l'imprenditore di Villafranca padovana Giuseppe Bergamin, l'interlocutore principe nella fondazione del nuovo Padova dopo la sparizione dal calcio professionistico dell'Associazione Calcio Padova 1910. Obiettivo dell'incontro: porre le basi per far nascere un nuovo Padova, che possa iscriversi al campionato di serie D e far ripartire la squadra di calcio della città. L'incontro avviene in gran segreto, ecco perché all'uscita, i presenti cercano di non farsi vedere e riprendere. Oltre a Bitonci e a Bergamin, considerato il capo della nuova cordata, sono presenti il direttore generale di Confindustria Padova Paolo Giopp, l'avvocato Simone Perazzolo, Federico Nicolazzi della ditta Bernardinello, già sponsor principale del settore giovanile biancoscudato e il responsabile marketing di Gsport Alberto Noventa. Di loro non parla nessuno, il paravento con telecamere e taccuini lo fa lo stesso Bitonci, che spiega come si stia procedendo alla creazione di una nuova società sportiva. "Si ripartirà da zero con una nuova società che comprenda anche la scuola calcio e dunque l'attività dei ragazzini - le parole del sindaco - questa è la nostra idea. Continuare con la spa è improponibile perchè, negli anni, la vecchia gestione ha accumulato una serie di inadempimenti, debiti e contenziosi che nè l'amministrazione comunale nè chi si avvicina adesso al calcio Padova vuole prendersi a carico". Sarà lo stesso Bitonci a scrivere una lettera di referenze alla Figc sul blasone e la tradizione calcistica di Padova affinché si possa ripartire dalla serie D anziché da categorie più basse. Ma il primo cittadino ha insistito parecchio sulla necessità di ripartire da zero, prendendo le distanze dall'attuale presidente Penocchio e dalla sua volontà di portare avanti la vecchia società, formalmente non ancora fallita.L'ultimo pensiero Bitonci lo ha dedicato all'ex patron Marcello Cestaro. Dicendo che con il mancato salvataggio del Padova il 15 luglio, i rapporti tra l'imprenditore vicentino e l'amministrazione comunale si sono definitivamente chiusi. Come dire: Cestaro rappresenta il passato, del futuro del Padova non farà parte.
SANITÀ
Veneto, a settembre stop <br/>a ricetta rossa farmaci

Veneto, a settembre stop
a ricetta rossa farmaci

Dal primo settembre in Veneto i cittadini che richiederanno una prescrizione farmaceutica al proprio medico di medicina generale riceveranno un promemoria stampato su carta bianca con il quale potranno recarsi in farmacia e ritirare il farmaco prescritto. Scompare così la ricetta rossa farmaceutica che, grazie al percorso di dematerializzazione delle prescrizioni realizzato in seno al progetto Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, non ha più ragione di esistere. Si completa in questo modo la seconda fase di digitalizzazione del processo di produzione ed erogazione delle ricette realizzato grazie ad un collegamento telematico tra medici, azienda sociosanitaria di riferimento, farmacie, Regione e Ministero dell'Economia. Un sistema che, in linea con le norme regionali e nazionali in materia, offre soprattutto un'occasione per migliorare il servizio direttamente al cittadino. Arsenàl.it, consorzio per la sanità digitale di tutte le Ulss e aziende ospedaliere del Veneto, che coordina l'iniziativa nell'ambito del progetto Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, ha calcolato che grazie alla ricetta dematerializzata il sistema sanitario regionale risparmierà ogni anno 3.244.901 euro. Tutto ciò è possibile grazie alla messa in rete dei medici di medicina generale (3.332) e dei pediatri di libera scelta (580): oggi il 98% dei medici risulta collegato in rete ed inviante la ricetta dematerializzata. "Siamo di fronte a una pietra miliare - sottolinea l'assessore alla Sanità Luca Coletto - di un cammino di informatizzazione iniziato solo 4 anni fa, quando tutto era ancora a livello pionieristico e sparso a macchia di leopardo. Abbiamo investito in termini economici e di professionalità giovani e moderne come quelle espresse da Arsenàl.it ed ora iniziamo a raccogliere i frutti: cospicui risparmi di spesa, cioè soldi che rimangono nelle tasche della gente, agevolazioni e sburocratizzazione per gli utenti, miglioramento dell'operatività delle strutture sanitarie in termini di tempi ed efficienza. A più riprese - aggiunge Coletto - il Governo nazionale, Ministri, esperti di spending review, hanno indicato nell'informatizzazione una delle risposte più incisive per migliorare la spesa e i servizi. Oggi con orgoglio dico loro: il Veneto c'è!". A fronte del grande impegno dei medici e delle farmacie per aggiornare i propri sistemi informativi, la novità che andrà a regime il primo settembre non implica cambiamenti particolari per il cittadino che, al posto della ricetta rossa farmaceutica, riceve un promemoria bianco contenente due codici: il numero di ricetta elettronica ed il codice fiscale dell'assistito. Con questo può recarsi alla farmacia preferita e ricevere il farmaco prescritto dal proprio medico. La dematerializzazione sarà successivamente estesa alle prescrizioni specialistiche erogate dai medici delle aziende. Il processo di digitalizzazione sarà chiuso completamente dal 2015 quando la ricetta rossa scomparirà del tutto e al cittadino basterà recarsi in farmacia con la propria tessera sanitaria per ricevere il farmaco prescritto. Tutto questo garantisce agli assistiti del sistema sanitario veneto maggiore sicurezza, tempi più rapidi nell'erogazione dei servizi e contenimento della spesa sanitaria. In Veneto vengono prodotte circa 60 milioni di prescrizioni, delle quali 40 milioni di farmaceutiche e 20 milioni di specialistiche. I risparmi derivanti dalla dematerializzazione della ricetta rossa sono stati calcolati in 3.244.901 euro ogni anno (tenendo conto del costo-opportunità del personale delle aziende, del costo delle ricette e del costo dei servizi di gestione della ricetta cartacea) per il sistema sanitario regionale veneto.
METEO
Maltempo, in arrivo     <br/>altra pioggia

Maltempo, in arrivo
altra pioggia

Dopo la bomba d'acqua che stamattina ha colpito il veronese, in particolare la zona del Garda, altri fenomeni sono previsti per le prossime ore. L'aggiornamento delle previsioni meteo indicano infatti possibiltà di altri rovesci, anche a carattere temporalesco per il pomeriggio e la notte. Stamani, intanto, cantine e scantinati allagati in particolare sul lago, a Lazise, Garda e nel comune di Peschiera. Decine gli interventi dei Vigili del Fuoco. Disagi molto più contenuti in città. L'intervento più significativo per la fuoriuscita di acqua da un tombino in via Torbido che ha allagato la strada e ha richiesto l'intervento di Amia.
INDAGINE
Multe, a Verona costano  <br/>88 euro a patentato

Multe, a Verona costano
88 euro a patentato

Al nord se ne danno più che al sud. Stiamo parlando della multe, valutate in una speciale classifica del "Sole 24 Ore", che elaborando dati forniti da Siope, Ministero dell'Economia, Ced, Ministero delle Infrastrutture e Istat ha fatto la classifica degli importi medi delle sanzioni elevate diviso per il numero dei patentati e le somme totale incassate nel 2013 dai comuni. La città che più paga per le multe è Milano, con 170,5 euro di media per patentato e un incasso totale di 132 milioni e 307 mila euro. Poi Firenze, Bologna, Parma, Treviso, Rovigo, Pavia, Pisa, Torino e Venezia, la prima città dove la media scende sotto i 100 euro (99,7). Verona è al 16° posto tra le città italiane con una media di 88,1 euro per patentato e un incasso totale di 14.856.814 euro.
CONGRESSO LEGA
Indipendenza, Salvini:      <br/>Puntiamo sul Veneto

Indipendenza, Salvini:
Puntiamo sul Veneto

"Puntiamo molto sul Veneto perché se la strada dell'indipendenza la apre il Veneto non ce n'è per nessuno. Ci aspetta un autunno effervescente però dovremmo fare anche qualcosa che va al di là". Lo ha detto ieri Matteo Salvini dal palco del congresso di Padova della Lega. "Ho bisogno di gente disposta, nel momento in cui ci fosse in ballo il futuro dei nostri figli o di posti di lavoro - aggiunge - a infrangere il codice civile e penale. Bisogna essere pronti a farlo, non bastano gli applausi altrimenti 'Fonzie' come un rullo compressore annienta tutto"."Il bancomat obbligatorio fa parte dei disegno del regime, prendiamolo a martellate - ha poi detto dal palco - è un disegno preciso del regime come il limite all'uso del contante". "Noi siamo la forza di liberazione della gente che ha paura: basta! Ho avuto l'alluvione? Mi hanno portato via tutto? E io non pago le tasse - ha concluso -. E se arriva l'esattore lo mando via a calci. Facciamo avere paura agli altri".
ECONOMIA
Popolare-Bei, accordo   <br/>per Pmi e giovani

Popolare-Bei, accordo
per Pmi e giovani

La Banca europea per gli investimenti (Bei) e il gruppo Banco Popolare, con tre distinti accordi per complessivi 390 milioni, hanno rafforzato la collaborazione finalizzata al sostegno dell'economia italiana. Nel dettaglio, si legge in una nota, si tratta di 350 milioni a favore dei progetti avanzati da Pmi e Mid-cap e di 40 milioni di prestiti rivolti alle aziende che assumono apprendisti, prima operazione del genere conclusa in Italia. Tali intese arrivano a pochi mesi di distanza dai precedenti finanziamenti, già quasi tutti erogati sul territorio dalle filiali del gruppo creditizio italiano. Nell'ultimo anno, complessivamente, la finanza della Bei veicolata in Italia attraverso il Banco Popolare è stata di 740 milioni di euro.
MALTEMPO
Nubifragio sul veronese   <br/>Danni sul Lago di Garda

Nubifragio sul veronese
Danni sul Lago di Garda

Il violento nubifragio che si è abbattuto nel veronese ha causato danni sul lago di Garda. Allagamenti e alberi caduti a Lazise dove la pioggia si è mischiata alla grandine e dove sono in corso alcuni interventi dei vigili del fuoco. Problemi per la bomba d'acqua di stamattina anche a Garda. In città il violento acquazzone delle 10 ha causato lo spostamento di alcuni tombini e dei jersey in via del fante.
CITTADELLA
Citta, salto qualità:   <br/>vogliamo stupire tutti

Citta, salto qualità:
vogliamo stupire tutti

E' un Cittadella che vuole crescere. Basta modestia, basta dire che la Serie B è la Champions. Ora c'è la consapevolezza di poter lottare per traguardi importanti. 'Vogliamo stupire' dicono in coro Foscarini, Marchetti e il presidente Gabrielli. 'L'obiettivo è quello di stare nella parte sinistra della classifica', afferma il tecnico granata. Venerdì sera sul palco, sono saliti i futuri protagonisti della stagione futura. 'Abbiamo fatto un mercato diverso dalle scorse stagioni - spiega il dg Marchetti - abbiamo puntato sui giovani ma anche su qualche ritorno che porterà qualità ed esperienza'. Punta in alto il Citta. Vuole sognare ancora. Senza fare proclami però. 'Solo con tanta voglia di far divertire il pubblico', conclude il presidente Andrea Gabrielli.
L'Opinione
ON AIR
21.07.2014
TgVeneto
ON AIR
21.07.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
Vighini Show
ON AIR
19.05.2014
Alè Verona
ON AIR
19.05.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
21.07.2014
Tuttocalcio Padova
ON AIR
30.05.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
05.07.2014

BPV MUTUOYOU

Promo palinsesto

auditeL MAGGIO 2014 telenuovo

Studionews Rete Nord Pubblicità

STUDIONEWS ESTATE
21.07.2014

STUDIONEWS ESTATE

STUDIONEWS AZIENDE
21.07.2014

STUDIONEWS AZIENDE

TERRA E NATURA
21.07.2014

TERRA E NATURA

STUDIONEWS ESTATE
19.07.2014

STUDIONEWS ESTATE

TERRA E NATURA
19.07.2014

TERRA E NATURA

i nuovissimi di TgVerona.it

Gli amanti rivivono
21.07.2014

Gli amanti rivivono

Congresso Lega
21.07.2014

Congresso Lega

bomba d'acqua
21.07.2014

bomba d'acqua

Vere auto storiche
21.07.2014

Vere auto storiche

Palinsesto