• STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

A2 GOLD
La Tezenis attende  <br/>Trieste al Palaolimpia

La Tezenis attende
Trieste al Palaolimpia

La Tezenis si oggi torna al Palaolimpia (palla a due alle 18:30) per affrontare la Pallacanestro Trieste.Una squadra giovane ma motivata, che cercherà di rendere la vita difficile a Verona.“I nostri avversari – attacca il coach della Tezenis , Alessandro Ramagli - verranno al Palaolimpia senza nulla da perdere e con la voglia di fare un risultato fondamentale nella loro corsa agli ultimi posti disponibili per i playoff”.Obiettivo settimo posto?“Esattamente. Penso che per i primi sette posti la classifica sia ormai delineata”.Quindi attenzione alla forza mentale di Trieste?“Proprio per questo la partita contro Trieste sarà molto complessa”. E poi ancora?“Il valore dei loro due giocatori principali, ossia Murphy Holloway, lungo americano dotato di grande energia, e Stefano Tonut, molto probabilmente l’italiano più forte della categoria e già pronto per giocare in quintetto in Serie A”. E’ stata una settimana tormentata per la Tezenis?“Noi siamo in una condizione di oggettiva emergenza, in quanto abbiamo avuto un paio di giocatori che hanno fatto fatica ad allenarsi”. Quindi?“Sarà necessario riempire di energia il serbatoio di quei giocatori che hanno fatto fatica ad allenarsi con continuità nelle ultime settimane”. E poi c’è Trieste...“Giocherà con il coltello tra i denti. In questo momento sono settimi con un vantaggio significativo sull’ottava. Sono una squadra molto giovane e sono sicuramente tra le sorprese del campionato. Il match si risolverà soprattutto a livello energia”. La differenza sarà lì?“Dovremo essere bravi a fronteggiarli da questo punto di vista, cercando di far valere il nostro tasso tecnico sicuramente superiore”. La vittoria sulla sirena a Trapani va ha dato ulteriore carica?“I tifosi di solito dicono che vorrebbero sempre vincere facile, ma in realtà successi di questo tipo danno molta più felicità. La partita con Trapani ha messo a dura prova la nostra tenuta nervosa, ma l’ha anche allenata. Questo per noi è significativo. Sapere che anche in situazioni di pressione e difficoltà riusciamo ad essere stabili ed equilibrati rappresenta un’ottima arma a nostra disposizione. Sicuramente sarà una qualità che si rivelerà utile anche contro Trieste”.
PALERMO-VERONA
CONVOCATI VERONA  <br/>C'E' ANCHE FERNANDINHO

CONVOCATI VERONA
C'E' ANCHE FERNANDINHO

Sono 22 i convocati da Mandorlini per Palermo. C'è anche Fernandinho, convocato per la prima volta.Non sono partiti gli infortunati Mounir Obbadi, Bosko Jankovic, Guillermo Rodriguez e Emil Hallfredsson.Portieri: 1 Rafael, 22 Benussi, 95 Gollini.Difensori: 4 Marquez, 5 Sorensen, 18 Moras, 25 R. Marques, 28 Brivio, 33 Agostini, 71 Martic.Centrocampisti: 19 Greco, 23 Ionita, 26 Sala, 27 Valoti, 30 Campanharo, 77 Tachtsidis.Attaccanti: 7 Saviola, 9 Toni, 17 Lopez, 20 Lazaros, 21 Gomez Taleb, 70 Fernandinho.
SERIE A FEMMINILE
AGSM, PAREGGIO A FIRENZE   <br/>E PERDE IL PRIMATO

AGSM, PAREGGIO A FIRENZE
E PERDE IL PRIMATO

Inizia con un big-match il girone di ritorno del massimo campionato femminile: si affrontano la capolista Agsm Verona e il Firenze terzo in classifica.?Le scaligere vogliono i tre punti per rimanere in vetta e mettere un piede e mezzo in Europa, fiorentine obbligate a vincere per rimanere agganciate al trenino di testa Verona-Brescia.?Longega deve rinunciare anche a Carissimi, oltre che a Maendly e Squizzato.?Pubblico caloroso nonostante la temperatura gelida. Presenti anche i ragazzi diversamente abili della "Grande Sfida".?Le fiorentine partono con aggressività ma è il Verona a passare in vantaggio alla prima opportunità Sipos batte dalla bandierina per la perfetta girata di testa in anticipo di Tatiana Bonetti che piazza la sfera sul secondo palo.?Dopo un tentativo del Firenze controllato da Ohrstrom, le gialloblù vanno vicine al raddoppio con capitan Gabbiadini che si fa deviare in angolo la conclusione da Matsubayashi e con Fuselli anticipata dal portiere giapponese del Firenze.?Viola pericolose per tre volte con Guagni che chiama all'intervento Ohrstrom e poi calcia a lato due ottime opportunità.?Sul fronte scaligero Sipos conclude da due passi ma la numero uno fiorentina si salva con l'aiuto della traversa. Riprende Panico che chiama ancora Matsubayashi alla respinta.?Al minuto 38' arriva il raddoppio scaligero: azione di Gabbiadini sulla sinistra, la numero otto veronese calcia ma il portiere fiorentino respinge, arriva Patrizia Panico che insacca di sinistro il pallone del due a zero.?Immediato il gol di Alia Guagni che riporta in partita il Firenze: la numero due toscana va via sulla destra e piazza un preciso diagonale.?Si va al riposo dopo 45 minuti combattutissimi con le veronesi in vantaggio per due reti ad una.?La ripresa si apre con il clamoroso palo colto da Patrizia Panico su girata a botta sicura da distanza ravvicinata.?La stessa numero nove gialloblù ci riprova da dentro l'area impegnando il portiere fiorentino in angolo.?Alla mezz'ora Panico reclama inutilmente dopo il suo atterramento in area.?Scampato il pericolo il Firenze va al pareggio con Tortelli che ribadisce il pallone in porta dopo un batti e ribatti davanti ad Ohrstrom.?Il Verona sente il contraccolpo e fatica a rendersi pericoloso, anzi è la solita Guagni che calcia di un soffio alto.?Il Firenze reclama per un fallo della Di Criscio in area ma per il direttore di gara, che inizialmente aveva indicato il dischetto, è simulazione.?Le gialloblù provano qualche incursione in zona Cesarini ma senza procurarsi particolari occasioni.?Il big-match della prima di ritorno termina 2 a 2 come all'andata. Un risultato che fa perdere la testa della classifica alle ragazze dell'Agsm Verona ora seconde ad una lunghezza dal Brescia.?Sabato Gabbiadini e compagne sono chiamate al pronto riscatto sul campo del pericolante Como.IL TABELLINOAGSM VERONA 2FIRENZE 2Reti:Pt. 7' Bonetti, 38' Panico, 42' Guagni, 30' TortelliAgsm Verona: Ohrstrom, Marconi, Ledri, Fuselli, Salvai, Di Criscio, Bonetti, Gabbiadini, Panico, Ramera, Sipos (15' st. Gelmetti).?A disposizione: Toniolo, Squizzato, Pavana, Baldo, Gelmetti.?Allenatore: Renato Longega.Firenze:Matsubayashi, Guagni, Fusini, Binazzi, Tortelli, Corsiani, Adami, Orlandi, Rinaldi (40' st. Razzolini), Vicchiarello, Del Prete.?A disposizione: Durante, Esperti, Venturini, Parrini, Borghesi, Nocchi, Razzolini.?Allenatore: Sauro Fattori.Arbitro: Ludwig Raus di Brescia.?Assistenti: Tosi e Valerio.?Note: Terreno in erba artificiale, giornata soleggiata ma clima freddo. Spettatori oltre 500. Ammonite: Vicchiarello, Di Criscio, Razzolini.
VOLLEY
Stop Calzedonia  <br/>Vince Trento 3 a 0

Stop Calzedonia
Vince Trento 3 a 0

ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO - CALZEDONIA VERONA 3-0 (25-19, 25-22, 25-13) - ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Kaziyski 18, Birarelli 4, Zygadlo, Nemec 16, Giannelli, Lanza 8, Solé 10, Colaci (L), Fedrizzi. Non entrati Nelli, Thei, Mazzone, Burgsthaler. All. Stoytchev. CALZEDONIA VERONA: Zingel 6, Coscione 1, Pesaresi (L), Gitto, Gasparini 11, Deroo 9, White, Bellei, Sander 4, Anzani 8. Non entrati Blasi, Centomo, Borgogno. All. Giani. ARBITRI: Tanasi, Gnani. NOTE - Spettatori 2700, incasso 19000, durata set: 24', 28', 20'; tot: 72'.Trento – La Calzedonia Verona esce sconfitta per 3 a 0 dal PalaTrento nella sfida contro la Energy T.I. Diatec Trentino. I gialloblù pagano una serata difficoltosa in attacco (36% finale) contro una formazione che invece ha espresso grande qualità in ogni azione. I gialloblù rimangono così a quota 31 in classifica generale mentre i trentini sono primi con 40 punti, uno in più di Modena. La Calzedonia Verona scende in campo con una grande novità ad inizio match. Sander parte dalla panchina, a causa di un attacco influenzale, e al suo posto viene schierato l’australiano White in coppia con Deroo in posto quattro; Zingel e Anzani sono la coppia di centrali, Gasparini opposto e Coscione palleggiatore con Pesaresi nel ruolo di libero. Trento risponde con Zygadlo in cabina di regia, Nemec opposto, Lanza e Kaziyski schiaccatori, Solè e Birarelli centrali e Colaci libero. La gara si apre con un break della formazione di casa che subito allunga. Kaziyski schiaccia la palla del 6 a 3 ma il divario si allunga subito dopo. La Calzedonia fatica in attacco e dopo due errori consecutivi scivola sul 10 a 5 regalando un vantaggio importante a Nemec e compagni. Dopo il time out tencico la Calzedonia ha un sussulto e con il muro di Deroo su Solè si porta sul 13 a 11. Nemec, con due ace consecutivi, spacca il parziale sul 19 a 14. Verona chiude il parziale con il 36% in attacco; Kaziyski mette giù l’ultima palla, quella del 25 a 19. Il secondo parziale si apre con un break della Calzedonia Verona che subito si porta sul punteggio di 0 a 3. Gasparini è grande protagonista ma il recupero dei padroni di casa è dietro l’angolo. Lanza guida i trentini sul 3 a 3 poi allungano fino 9 a 5. Giani manda in campo Sander per White ma i gialloblù non riescono a recuperare terreno. Provano ad avvicinarsi più volte ma i padroni di casa martellano costantemente e chiudono il parziale con il 59% in attacco mentre la Calzedonia si ferma al 37%. Coscione, con un ace, prova nel finale a tenere agganciati i gialloblù a Trento ma dal 22 a 20 i ragazzi di Andrea Giani scivolano ancora indietro. Si chiude sul 25 a 22.Il terzo set è il più netto come risultato finale. Il finale di 25 a 13 parla da solo con la Calzedonia Verona che paga un nuovo set difficoltoso in attacco ma anche tanti altri errori. Trento domina il campo, 7 muri punto nel solo ultimo parziale, e un grande 75% in attacco con Matej Kaziyski grande protagonista con 4 su 4. Al termine del match Martin Nemec è stato eletto MVP.CLASSIFICAEnergy T.I. Diatec Trentino 40, Modena Volley 39, Cucine Lube Banca Marche Treia 31, Calzedonia Verona 31, Sir Safety Perugia 29, CMC Ravenna 25, Top Volley Latina 24, Exprivia Neldiritto Molfetta 21, Copra Piacenza 18, Vero Volley Monza 12, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 8, Tonazzo Padova 7, Revivre Milano 6. Note: 1 Incontro in meno: Cucine Lube Banca Marche Treia, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro, Revivre Milano; 1 Incontro in più: Energy T.I. Diatec Trentino, Calzedonia Verona;
SERIE B
Coralli spacca Trapani,    <br/>il Cittadella ora spera

Coralli spacca Trapani,
il Cittadella ora spera

Ci pensa Ciccio Coralli nel primo tempo a mettere dentro dal dischetto il pallone che regala al Cittadella la seconda vittoria consecutiva dopo il colpaccio di Avellino. Ora i granata sono quint'ultimi e si giocherebbero i playout col Varese, una specie di sogno fino a prima della sosta, e soprattutto sono in crescita di risultati se non di prestazioni.Quella col Trapani è stata gara spigolosa, decisa dal fallo che ha messo giù Kupisz in area al 41' e che Coralli ha capitalizzato trasformando dagli undici metri. Nella ripresa gara più aperta, che al 30' pende ancora in direzione granata (troppe però le occasioni sciupate e i pericoli corsi): per fermare Busellato lanciato in contropiede Pagliarulo rimedia il secondo giallo e il Cittadella respira con l'uomo in più. Che diventano due dieci minuti dopo per una trattenuta di Scozzarella su Stanco che fa scattare il secondo giallo anche per lui.Sabato prossimo per Foscarini trasferta a Pescara contro gli abruzzesi che oggi hanno bloccato il Bologna sullo 0-0 al Dall'Ara.
DOPPIO EPISODIO
Assalto ai bancomat   <br/>La polizia indaga

Assalto ai bancomat
La polizia indaga

Sportelli bancomat scassinati e malviventi in fuga, la polizia indaga. Due episodi si sono verificati in Borgo Venezia dove lo sportello di erogazione delle banconote è stato rimosso e la porta automatica forzata. Ancora da quantificare il bottino: sul posto la Polizia Scientifica ha cercato di analizzare le tracce lasciate dai malviventi.
MOBILITA'
Filobus, lavori al    <br/>via alla Genovesa

Filobus, lavori al
via alla Genovesa

Il Sindaco Flavio Tosi e l’assessore alla Mobilità Enrico Corsi hanno dato questa mattina, in Strada della Genovesa, il via ufficiale dei lavori per la realizzazione del nuovo sistema filoviario cittadino, con l’apertura del cantiere dell’area deposito alla Genovesa. Presenti gli assessori comunali Pier Luigi Paloschi, Antonio Lella e Francesco Marchi, il presidente di Amt Germano Zanella, il presidente dell’Aeroporto Catullo Paolo Arena ed il direttore Generale Atv Stefano Zaninelli. “Un momento storico per la città di Verona – dichiara il Sindaco Tosi – che dopo oltre 20 anni d’attesa vede oggi l’avvio ufficiale dei lavori di uno dei più importanti progetti sostenuti dall’Amministrazione comunale che, nell’arco di 3 anni, darà alla città una fondamentale infrastruttura per il potenziamento del servizio di trasporto pubblico urbano”. Soddisfazione espressa anche dall’assessore Corsi, per il quale “siamo finalmente al via dei lavori di un intervento che porterà alla realizzazione di un sistema di trasporto cittadino tecnologicamente innovativo e funzionale, con una rete di 24 chilometri di linea, articolata su due direttrici (San Michele – Stadio e Borgo Roma – Ca’ di Cozzi), ed una tempistica di realizzazione certa, per non oltre 1100 giorni di lavori. In particolare, sull’area alla Genovesa, un lotto di 105 mila metri quadri di proprietà comunale – sottolinea Corsi – saranno realizzati i depositi per il sistema di trasporto pubblico tradizionale urbano e filoviario; la nuova area ufficio-direzionale, per 3 mila metri quadri di superficie; le grandi officine, per oltre 8 mila metri quadri di superficie. Inoltre, nella parte a nord dell’area deposito, troverà posto il parcheggio scambiatore della Genovesa, con la costruzione di 5 mila posti auto”. La progettazione del filobus – opera che richiede un investimento complessivo di 140 milioni coperti per il 60% da finanziamento statale e dal 40% da risorse di Amt – è stata affidata nel 2009 all’Azienda Mobilità Trasporti dall’Amministrazione comunale. I costi d’intervento riguardano nello specifico: opere edili per circa 46 milioni di euro, realizzazione impianti elettrici e sottostazioni per circa 27 milioni di euro, costruzioni e fornitura veicoli per circa 40 milioni di euro, oneri per la sicurezza per circa 822 mila euro ed 836 mila euro per la progettazione esecutiva.
EMERGENZA
Influenza, a Verona    <br/>il doppio dei ricoveri

Influenza, a Verona
il doppio dei ricoveri

Nessun decesso, ma il quadruplo dei casi e il doppio dei ricoveri. L'emergenza influenza si fa sentire anche a Verona come ha confermato il responsabile delle maxi emergenze del Pronto Soccorso di Borgo Trento, Massimo Zannoni: "Abbiamo un numero di ricoveri molto elevato, stiamo usando ogni posto letto possibile ma ormai siamo quasi al completo" ha spiegato Zannoni. "Solo a dicembre abbiamo ricoverato 900 persone, a gennaio siamo a 600 nel primi 20 giorni con oltre 6.300 pazienti visti al pronto soccorso". Un'emergenza tradotta nei numeri anche dalla società di medicina che a livello nazionale parla di un aumento generale degli accessi ai pronto soccorso italiani del 15% con il doppio dei codici rossi, i casi più gravi, e un quarto dei codici gialli in più rispetto al passato. Numeri che riguardano anche categorie non cosiderate a rischio, giovani ad esempio, o persone non affette da patologie croniche e da imputare ad un minor uso dei vaccini. Un'emergenza preoccupante chiude la società di medicina perchè il vero picco influenzale arriverà solo per metà febbraio. Quando i pronto soccorso potrebbero non avere ancora smaltito l'eccezionale ondata di casi di questi giorni.
SICUREZZA STRADALE
Strisce, due investiti       <br/>Ed è caccia al pirata

Strisce, due investiti
Ed è caccia al pirata

E' grave la donna di 75 anni investita questa mattina in via Mameli, in Borgo Trento, in prossimità dell'incrocio con via Prati. La donna stava attraversando sulle strisce quando è stata centrata da una Nissan Micra guidata da un uomo di 68 anni. In corso gli accertamenti del Nucleo Infortunistica della Polizia Municipale, il conducento dell'auto è risultato negativo all'alcoltest. La donna è stata trasportata all'ospedale di Borgo Trento. Ed è invece caccia al pirata della strada che ieri sera poco dopo le 22 ha investito un sedicenne in Borgo Roma, all'incrocio tra via Tunisi e via Giuliari e poi è scappato. Il ragazzino fortunatamente ha riportato solo lievi ferite. Su caso sta indagando l'unità antipirateria stradale della Municipale a cui il giovane è riuscito a dare parte della targa, informazioni preziose da incrociare nelle banche dati a disposizione delle forze dell'ordine. L'auto era una station wagon di colore scuro. Chiunque avesse informazione sull'incidente è pregato di rivolgersi al comando della Polizia locale di via del Pontiere.
PASTORALE
Festa della Vita, in Bra  <br/>centinaia di giovani

Festa della Vita, in Bra
centinaia di giovani

Centinaia di ragazzi hanno preso parte oggi pomeriggio in Piazza Bra alla “festa della vita” il meeting invernale organizzato dal centro pastorale diocesano aiuto vita e l'assessorato alle politiche giovanili. La manifestazione era aperta non solo agli adolescenti ma anche ai giovani delle parrocchie veronesi. Evento che prima ha visto un flash mob in Bra seguito da una marcia a piedi fino alla fiera dove in serata si svolgerà il meeting vero e proprio alla presenza del Vescovo Zenti.
VOLI
Paura sul Boeing     <br/>diretto a Verona

Paura sul Boeing
diretto a Verona

Per un problema tecnico, un Boeing 717 in volo da Catania a Verona con 117 passeggeri a bordo, è stato costretto oggi ad atterrare a Roma- Fiumicino per effettuare le necessarie verifiche. L’atterraggio, seguito da Vigili del Fuoco, Polizia e mezzi di soccorso Adr, così come richiede la procedura,si è svolto senza alcuna conseguenza per i passeggeri che hanno ripreso il viaggio verso Verona a bordo di 3 pullman
MERCATO
Ufficiale Feftatzidis   <br/>Arriva dal Genoa

Ufficiale Feftatzidis
Arriva dal Genoa

Il Chievo ha ufficializzato l'acquisto del centrocampista greco Ioannis Feftatzidis in prestito dal Genoa fino a giugno. Classe 1990 si è allenato oggi a Veronello e sarà convocato per la partita contro il Napoli.
SOSTITUZIONE TUBATURE
Agsm, lavori a tempo di   <br/>record in via Barbarani

Agsm, lavori a tempo di
record in via Barbarani

Rinnovamento della rete del gas e sicurezza. In tutto questo rientra il progetto condotto da Agsm “Zero Ghisa”, realizzato in conformità con le direttive europee in materia di manutenzione delle condotte. L’azienda veronese con dieci giorni d’anticipo sulla tabella di marcia ha completato i lavori nel cantiere di Via Barbarani dove sono stati sostituiti ben 24 allacciamenti gas in ghisa posati alla fine degli anni cinquanta. Alle condotte, ormai consumate, hanno preso il posto le nuove tabature, più efficienti e sicure oltre che resistenti al traffico e al freddo. I lavori in Via Barbarani erano stati inizialmente posticipati in condivisione con i commercianti della zona che chiedevano un rinvio per tutelare le attività durante il periodo natalizio. Nel programma di rinnovamento della rete Agsm ha investito circa 25 milioni di euro senza aumenti di bolletta per i cittadini.
CONTUSIONE CON L'ATALANTA
HALLFREDSSON KO   <br/>NON CI SARA' A PALERMO

HALLFREDSSON KO
NON CI SARA' A PALERMO

Hallfredsson non ci sarà contro il Palermo. L'islandese ha subito una contusione contro l'Atalanta e non è riuscito a recuperare. Al suo posto giocherà Greco.
MANDORLINI SUL MERCATO
FERNANDINHO? BRAVO   <br/>RAGAZZO, FACCIA PULITA

FERNANDINHO? BRAVO
RAGAZZO, FACCIA PULITA

Mandorlini ha parlato anche di Fernandinho e di mercato in coda alla conferenza stampa. "Le caratteristiche di Fernandinho? E' un esterno offensivo, può giocare anche vicino a un'altra punta. Ho visto la sua conferenza di presentazione, è un ragazzo solare e pulito nel viso, negli occhi e nella mentalità. Il vice Toni? Juanito può giocare anche da prima punta, poi c'è Cappelluzzo. Abbiamo tanta carne, speriamo di non bruciarla. Iniguez? Se non c'è stata l'ufficialità faccio fatica a parlarne (ride, ndr). Eros Pisano? Mi ripeto, contanto i calciatori che ci sono ora e quelli che stanno recuperando".
LA VIGILIA DELLA GARA CON I ROSANERO
MANDORLINI: A PALERMO    <br/>VOGLIO PERSONALITA'

MANDORLINI: A PALERMO
VOGLIO PERSONALITA'

Vigilia di Palermo-Verona. Mandorlini è rilassato. Spiega "Che Verona ci sarà a Palermo? Arriviamo bene in Sicilia, dopo l'ultima vittoria che dal punto di vista morale è stata importante. Incontriamo la squadra rivelazione di questo campionato, assomiglia molto al Verona dello scorso anno, con Dybala vicino al nostro Iturbe. Ci sono tante similitudini, sarà una partitia difficile contro una squadra che sta facendo bene, soprattutto in casa. Ci dovrà essere un Verona di personalità e con voglia di far bene. Abbiamo tutte le possibilità e le qualità per farlo. Ci sono stati i recuperi di quasi tutti i calciatori infortunati, sarà con noi Fernandinho e non Hallfredsson, che ha subito una forte contusione alla caviglia nella partita contro l'Atalanta. Ha fatto una settimana di cure e si è allenato a parte solo in questi ultimi due giorni. Fenandinho invece è un po' stanco, dovrebbe rimanere qui ma si sta inserendo bene nel gruppo e viene a Palermo con noi. Jankovic e Obbadi sono molto vicini al recupero, forse la prossima settimana torneranno ad allenarsi regolarmente. Il nostro momento di forma? Abbiamo fatto qualche punto, meno male. Nessuno si accontenta, dobbiamo dare continuità al nostro momento e ai risultati, perché ciò che conta sono i punti. Ora bisogna fare sul serio, il girone di ritorno è già iniziato".
ARGOMENTO
Rafa: Higuain è leader    <br/>compagni lo seguono

Rafa: Higuain è leader
compagni lo seguono

"Higuain è un leader, lavora benissimo nella fase offensiva e in quella difensiva, ha la mentalità giusta e i compagni lo seguono". Così Rafa Benitez, alla vigilia della trasferta di Verona contro il Chievo, ha sottolineato il sempre più fondamentale ruolo di Gonzalo Higuain nel sul Napoli. "Higuain - ha spiegato lo spagnolo - ha fatto molto bene l'anno scorso, quest'anno ha avuto qualche partita sotto livello ma nell'ultimo mese sta lavorando tantissimo e molto bene. Sono cose che si vedono in campo anche da parte del resto della squadra che lo apprezza".Poi Benitez rispondendo alla vigilia del match contro la squadra di Maran ha parlato del suo futuro: "Non ho già offerte da altre squadre, sono qui e tra tre tre mesi vedremo per il futuro, consapevole che il Napoli è un club che crescerà senza dipendere dall'allenatore che ha in panchina". Benitez ha fatto capire che la posizione a fine stagione non sarà determinante per la sua scelta di restare o partire: "Sarò contentissimo - ha detto Rafa - se la squadra arriva più lontano possibile. Noi abbiamo fatto tutto per la crescita della squadra prendendo giocatori giovani e di qualità come Gabbiadini, Ghoulam, Mertens, Callejon, calciatori forti, ambiziosi e buoni per tanti moduli. Anche il mercato del Napoli e i giocatori che possono arrivare non dipende dal mio futuro, come leggo sulla stampa spagnola".
REGIONE
Riforma Costituzionale    <br/>prova per Mattarella

Riforma Costituzionale
prova per Mattarella

"Il primo dossier che il presidente della Repubblica Mattarella si troverà sul tavolo sarà quello della riforma costituzionale, che sta facendo il governo Renzi, che è devastante sul piano delle autonomie per il Veneto". A dirlo il presidente del Veneto Luca Zaia, uno dei tre grandi elettori per la regione per l'elezione del presidente della Repubblica. "Sarà - ha detto Zaia - il primo elemento per valutare l'azione di questo presidente visto che la costituzione scritta nel 1948 dai padri costituenti dava ampio spazio al federalismo, cosa che non c'è mai stata".
SERIE A
Napoli, Henrique e Mesto   <br/>out per il Chievo

Napoli, Henrique e Mesto
out per il Chievo

Non ci sono Mesto ed Henrique nella lista dei convocati del Napoli per la trasferta di Verona contro il Chievo. I due difensori azzurri non hanno recuperato dai rispettivi infortuni muscolari. Nella lista Benitez ha inserito il giovane Luperto ma non Uvini che potrebbe essere sul piede di partenza. Il Napoli partirà nel pomeriggio per Verona. Questa la lista dei convocati: Rafael Cabral, Andujar, Colombo, Maggio, Britos, Albiol, Luperto, Strinic, Jorginho, Inler, Gargano, David Lopez, Callejon, Mertens, De Guzman, Gabbiadini, Hamsik, Zapata, Higuain.
VINO
Exploit Amarone, Re dei    <br/>rossi conquista mercati

Exploit Amarone, Re dei
rossi conquista mercati

Cresce il prezzo medio dell'Amarone nella Grande distribuzione organizzato (Gdo) sui mercati internazionali. Nei primi 6 mesi del 2014, secondo uno studio realizzato sugli scaffali di mezzo mondo dal Dipartimento di Economia aziendale dell'Università di Verona e presentato oggi ad 'Anteprima Amarone', il prezzo medio del re dei Rossi della Valpolicella nella Gdo è salito del 7% rispetto al 2013, con incrementi significativi sia nei mercati chiave che in quelli emergenti. Nei principali Paesi dell'area euro (Germania, Francia, Paesi Bassi, Austria, Irlanda, Belgio, Lussemburgo) la performance in valore nella Gdo è stata del +5,9%, mentre nel secondo mercato Ue di destinazione, la Danimarca, la quotazione è salita in doppia cifra (+11,4%) e addirittura del 28,5% in Russia. "C'è sempre più voglia di Amarone all'estero, dove già commercializziamo l'80% del nostro prodotto - ha detto Olga Bussinello, direttore del Consorzio Tutela Vini Valpolicella -, la crescita del prezzo nella Gdo è la dimostrazione che il brand del nostro vino di punta è ai massimi livelli. E lo dimostra anche con il confronto con gli altri grandi vini premium italiani: qui l'Amarone vince con il 15% di valore medio in più". Svizzera a parte (in controtendenza con un -7%), si registrano incrementi significativi in tutti i Paesi monitorati dall'Università di Verona. In Germania - primo buyer al mondo di Amarone - il valore è salito del 2,1 mentre negli Usa, altro grande mercato di sbocco, il rialzo (5,3%) è in linea con quello europeo.
ANTEPRIMA
Amarone 2014: vendute         <br/>quasi 13 mln bottiglie

Amarone 2014: vendute
quasi 13 mln bottiglie

L'Amarone 2011 conquista le '5 stelle' ed entra ufficialmente nell'albo d'oro delle migliori annate. Il giudizio è stato svelato oggi nel corso del convegno di apertura di Anteprima Amarone, l'evento del Consorzio di tutela vini Valpolicella, che ufficializza l'entrata sul mercato dell'annata 2011 del grande Rosso veronese, dopo i tre anni di affinamento. "L'Amarone 2011 premia un tessuto imprenditoriale costantemente vocato alla qualità" ha dichiarato Christian Marchesini, presidente del Consorzio tutela vini Valpolicella. "Se l'ingrediente segreto di questa annata è di natura meteorologica - ha aggiunto - ugualmente importante è la capacità delle nostre aziende di assecondare la tradizione e la natura, esaltandole con la ricerca e il costante impegno verso l'eccellenza. Un valore, questo, diffuso in tutte le zone di produzione. Non sono io a dirlo ma l'Amarone 2011". Sono 12.759.505 le bottiglie di Amarone vendute nel 2014, mentre sono 12.649.600 quelle che debutteranno sul mercato; l'80% di queste andrà in giro per il mondo. Di cruciale importanza l'elemento atmosferico, scoperto dalla commissione che nel dicembre dello scorso anno ha guidato la degustazione esplorativa dell'Amarone 2011.L'improvviso calo termico "registrato nella notte tra il 6 e il 7 ottobre 2011 (da 20° a 12°), nel momento in cui le uve erano state appena messe a riposo, e il suo perdurare nelle settimane successive, ha determinato un rallentamento dell'appassimento con positivi effetti sulla fisiologia di questa seconda maturazione" ha evidenziato Diego Tomasi, del Centro di Ricerca per la Viticoltura Cra-Vit di Conegliano Veneto che ha condotto la commissione esplorativa. Dai 40 vini esplorativi degustati alla cieca e provenienti da sei diverse sottozone, emerge - è stato sottolineato nel convegno - un livello di eccellenza qualitativa comune con "differenze tra vallate più sfumate rispetto ad annate precedenti, segno di un andamento stagionale che ha permesso di esaltare ovunque l'interazione tra i vitigni autoctoni e l'ambiente".
L'Opinione
ON AIR
30.01.2015
TgVeneto
ON AIR
31.01.2015
Rosso & Nero
ON AIR
30.01.2015
Padova in Diretta
ON AIR
30.01.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
25.01.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
25.01.2015
Vighini Show
ON AIR
29.01.2015
Alè Verona
ON AIR
26.01.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
26.01.2015
Alé Padova
ON AIR
26.01.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
30.01.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

Palinsesto