• ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.30 e alle 20 prima dei Tg.. è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • TERRA E NATURA

    Ogni sabato prima dei Tg

    Rubrica di approfondimento su temi di attualità legati al mondo agricolo, le realtà industriali della nostra terra, il commercio, l’artigianato, ma anche viaggi, eventi, salute e benessere legati a tematiche “verdi”

POLACCHI A VERONA
Prima di Wszolek   <br/>ci fu Zmuda

Prima di Wszolek
ci fu Zmuda

Wszolek non è il primo giocatore polacco a vestire la maglia del Verona. Nel 1982, infatti l'Hellas acquistò il capitano della Polonia per rafforzare la squadra appena arrivata in serie A. Un acquisto che può essere considerato antesignano dell'operazione che ha portato l'anno scorso Marquez a Verona.Zmuda era un centrale difensivo di immensa esperienza. Ed era quello che cercava il Verona di Bagnoli. Giocava nella più bella Polonia di tutti i tempi, era una bandiera del calcio del suo paese, un vero e proprio ambasciatore.Purtroppo a Verona fu bersagliato dagli infortuni e dalla sfortuna. Giocò pochissimo e non riuscì mai a dare il suo contributo con grande rammarico di Bagnoli. Venne fermato da un problema al ginocchio durante il precampionato, ma il massimo della sfortuna lo raggiunse quando si fece male nello spogliatoio prima di una partita in cui era annunciato in formazione. Sbattè la testa su una trave di cemento facendo gli esercizi di riscaldamento.Dopo Verona (7 presenze, 0 gol) giocò nei Cosmos, ma tornò in Italia nella Cremonese dove finì la carriera.Ha giocato quattro mondiali (1974-1978-1982-1986).
PARLA IL COACH
Crespi: "Dobbiamo  <br/>essere aggressivi"

Crespi: "Dobbiamo
essere aggressivi"

"Da una parte c’era una squadra con dieci giocatori nuovi, dall’altra una già alla sesta amichevole, quindi rodata, che gioca un basket molto serio con un grande allenatore di college come coach Dawkins. Penso che essere entrati nella partita piano piano e macinando gioco è una nota positiva. Cosa c’è di mio nella Tezenis? Coach Nikolic diceva che per costruire una squadra ci vogliono due anni, noi siamo insieme da due settimane e quindi per il momento di mio non c’è ancora stato niente". Queste le dichiarazioni di Marco Crespi, coach della Tezenis Verona, dopo l’80-73 a Stanford University nella prima amichevole della stagione, giocata mercoledì 2 settembre al PalaFerroli di San Bonifacio.Il tecnico lombardo ha le idee chiare su quale squadra vorrà vedere nella stagione: "Vogliamo essere una squadra aggressiva da una linea di tiro libero all’altra, sia nell’attaccare in transizione sia nel fermare il contropiede degli altri. Vogliamo allargare il campo perché abbiamo tanti tiratori da tre e questo vantaggio dobbiamo sfruttarlo. Un allenatore lavora per correggere l’azione perché la prossima vada meglio. Quel che fa arrabbiare piuttosto sono i 22 punti lasciati nel primo tempo da palle perse e vaganti, nel secondo quei 22 sono diventati sei e questo fa il risultato di una partita. Mi annoio se faccio oggi quel che ho fatto ieri. Se facessi quest’anno le cose che facevo uno, due, tre, quattro anni fa non mi sveglierei più perché sarei morto nel sonno. Quest’anno voglio cercare di avere una rotazione con dieci giocatori e macinare gioco. Sarebbe bello poterlo fare, questo è il nostro obiettivo".
IL DESTINO
Perchè tutti scoprono    <br/>Meggiorini solo ora?

Perchè tutti scoprono
Meggiorini solo ora?

Probabilmente è destino che tutti si accorgano di lui in ritardo. Successe al Verona, ormai tanti anni fa. Ragazzino delle giovanili, troppo esile, dissero. Lo rimandarono indietro, a Bovolone. Lì segno caterve di gol, lo prese l'Inter. Il Verona fece una figuraccia mondiale, perdendo un patrimonio. Meggiorini arrivò fino alla Primavera, poi lo mandarono via, allo Spezia. Da lì un giro per l'Italia. Tappe intermedie: chi lo allenava sapeva che Meggiorini era prezioso. Silenzioso, educato, forse solo con una pecca: troppo umile. Sempre al servizio della squadra. Arrivato al Torino, sembrava aver trovato la sua casa ideale. Ventura lo coccolava, ma quando fu il momento di rinnovargli il contratto, lo salutarono con mille pacche sulle spalle. Poteva essere la volta giusta in cui il Verona si accorgeva di lui. E forse lui attese proprio per quello. Invece fu il Chievo a prenderlo. In mezzo alle mille perplessità dell'ambiente. Fu anche contestato il Meggio. Proprio per quella fede calcistica che alla fine lo ha sempre tradito. L'avvio strepitoso di campionato, fra gol, assist e colpi di tacco lo ha portato finalmente in copertina. Meglio tardi che mai...
IL RECUPERO
Viviani, adesso devi      <br/>trovare il ritmo-gara

Viviani, adesso devi
trovare il ritmo-gara

Una battaglia su più fronti: Federico Viviani dovrà tirare fuori tutte le sue armi da guerriero per vincere la sfida. L'infortunio, la voglia di emergere, la necessità di dimostrare di non essere più una promessa ma una certezza.Non è facile, ma le premesse per fare bene ci sono tutte. Viviani è un talento del calcio italiano. Il Verona ha sborsato una cifra importantissima, la più alta dai tempi di Gilardino, per prenderlo. Anche questo, forse, una pressione in più da vincere e superare.Per vedere il vero Viviani bisogna avere pazienza. Quello sceso in campo a Genova, per forza di cose, è un giocatore senza ritmo partita, senza gambe. Ma è anche vero che solo giocando e sbagliando, Viviani si può ritrovare. L'infortunio è stato lungo e tormentato. Viviani ha saltato la preparazione, ha dovuto liberarsi dalle tossine di mille infiltrazioni. Aveva male ovunque, un'infiammazione addominale, forse pubablgia, lo ha tormentato. E' stato in Romagna a curarsi. Ora, dicono tutti, sta bene. Ed è una bella notizia per il Verona e per Mandorlini.Viviani è un giocatore diverso da tutti quelli che sono passati nel suo ruolo in questi anni: non è Jorginho, non è Tachtsidis, non è Cirigliano. Probabilmente ha una valigia di classe in più rispetto a questi, probabilmente un po' di grinta di meno. Mandorlini lo ha messo al centro del villaggio, vedendo in lui doti inesplorate. Il mister sa tirare fuori il meglio dai ragazzi in queste condizioni.Però ora tocca a Viviani, che non può più viaggiare a fari spenti. Non è più la giovane promessa della Roma. Deve trasformarsi a Verona in un cigno. Per iniziare una favola nuova.GIANLUCA VIGHINI
PRECAMPIONATO
Tezenis vincente      <br/>nella prima amichevole

Tezenis vincente
nella prima amichevole

Debutto positivo per la Tezenis che al Palaferroli di San Bonifacio ha superato 80-73 Stanford University. Buone indicazioni per coach Crespi in questa prima uscita stagionale contro i quotati "Cardinals", protagonisti di una partenza a razzo che ha costretto i giganti gialloblù ad inseguire: 10-22 alla prima pausa, 41-44 all'intervallo. Nella ripresa Verona ha preso il comando sui giovani avversari (64-61 al terzo periodo) allungando nel quarto finale davanti a circa 700 spettatori con tanti bambini. A livello individuale sono piaciuti Spanghero, Saccaggi e Da Ros.
SICUREZZA
LASCIA VALIGIA, ALLARME   <br/>BOMBA DA MC DONALD'S

LASCIA VALIGIA, ALLARME
BOMBA DA MC DONALD'S

Allarme bomba scattato alle 18 45 al Mc Donald's di Corso Porta Nuova. Al piano inferiore del locale è stata trovata una valigia incatanata al tavolo e chiusa con dei lucchetti. Subito è scattata l'allerta. Una decina di auto della polizia, gli artificieri e i vigili del fuoco sono intervenuti e la zona è stata transennata in una raggio di cinquanta metri. Dopo 15 minuti di tensione si è capito cosa fosse successo. Sul posto è arrivata la proprietaria della valigia, una ragazza giapponese in vacanza a verona da due giorni che è stata fermata e identificata. Ai nostri microfoni ha spiegato di aver lasciato la valigia lì dopo cena per andare a comprare la verona card, la tessera turistica che aveva smarrito. Allarme rientrato e strada riaperta dopo mezz'ora. AMPIO SERVIZIO NELLE PROSSIME EDIZIONI DEL TG
RIPRESA A PESCHIERA
Helander e Ionita    <br/>tornano in gruppo

Helander e Ionita
tornano in gruppo

Dice Mandorlini che il miglior mercato del Verona è il recupero degli infortunati. C'è qualche spiraglio in questo senso.Helander e Ionita sono tornati in gruppo ad allenarsi.Hallfredsson invece ha iniziato la riabilitazione. Alla seduta di mercoledí 2 settembre ha partecipato anche Wszolek.
CRIMINALITA'
Furto nella notte   <br/>a casa di Pastorello

Furto nella notte
a casa di Pastorello

Brutta avventura per il presidente della provincia e sindaco di Roveredo di Guà Antonio Pastorello derubato durante la notte. I ladri che si sono introdotti nell'abitazione forzando la porta d'ingresso sono riusciti a rubare 600 euro in contanti: il presidente che dormiva con la moglie non si è accorto di nulla. "Il Governo è fuori dalla realtà, non capisce la situazione di disagio e di paura per chi subisce un fatto del genere. E' ora di finirla e di cominciare a condannare questi episodi mandando i delinquenti ai lavori forzati".
SICUREZZA
Embassy e Tiberghien   <br/>Stop al degrado

Embassy e Tiberghien
Stop al degrado

La Giunta comunale nella seduta odierna ha deciso di imporre ai condòmini della galleria Embassy la chiusura con una cancellata dei due accessi di via XX Settembre e via Cantarane.“Sono mesi che ci stiamo confrontando con i residenti dei condomini che affacciano sulla galleria -spiega il Sindaco Flavio Tosi- chiedendo loro di installare una cancellata da chiudere alla sera, per evitare lo spaccio e gli altri reati che ripetutamente ci vengono segnalati. Non riuscendo a raggiungere un accordo ragionevole con i proprietari, a questo punto non resta che imporre loro, attraverso un'ordinanza, di eseguire in tempi rapidi il lavoro. Se l'obbligo verrà disatteso, la cancellata verrà installata dal Comune, che successivamente si rivarrà sui condòmini della galleria per recuperare il costo dell'intervento. Analoga ordinanza verrà emessa nei confronti dei proprietari dell’ex Tiberghien, ai quali sarà imposto di dotarsi di vigilanza privata, poiché le operazioni di sgombero dell'immobile sono diventate un'attività quasi quotidiana della Polizia municipale, che non può certo continuare a supplire alla carenza cronica di sorveglianza da parte della proprietà”.
VERSO IL TEST
Test medicina, ecco    <br/>il piano viabilità

Test medicina, ecco
il piano viabilità

Nei giorni di venerdì 4 e martedì 8 settembre si svolgeranno i test d’ingresso per l’ammissione ai corsi di laurea in medicina, odontoiatria e professioni sanitarie ai quali è prevista la partecipazione di circa 1.600 ragazzi in ciascuna giornata. Poiché i test si svolgeranno, oltre che in Borgo Roma, anche al polo universitario Zanotto e al palazzo di Economia, la Polizia municipale ricorda che nella zona di Veronetta non sono presenti ampie aree di sosta e parcheggi in grado di accogliere grandi volumi di auto. Visto che saranno in servizio agenti con l'incarico specifico di prevenire sosta e parcheggio irregolare, in particolare nei casi di intralcio o disagio ai residenti, si invita ad utilizzare i parcheggi del Polo Zanotto, piazza Isolo, park Centro, Cittadella, Arena e Tribunale o a servirsi dei mezzi di trasporto pubblici.È possibile verificare la disponibilità di parcheggio utilizzando il servizio Veronamobile, aggiornato in tempo reale. Tutte le informazioni e i consigli sono disponibili sul sito della Polizia municipale.
NOMINE
Ecco il nuovo  <br/>Cda di Amt

Ecco il nuovo
Cda di Amt

Il Sindaco Flavio Tosi ha firmato oggi il decreto di nomina dei componenti del Consiglio di amministrazione di Amt Spa. Presidente è stato nominato Stefano Ederle, vicepresidente Emanuele Tosi, consiglieri: Elena Sonego, Valerio Corradi, Giulio Saturni. Il provvedimento modifica il precedente decreto del 23/7/2015.
INCIDENTE
Valeggio, violento   <br/>scontro moto-trattore

Valeggio, violento
scontro moto-trattore

Violento scontro nel pomeriggio a Valeggio sul Mincio in località Ramelli tra una moto e un trattore. Il conducente della moto è in prognosi riservata all'ospedale di Borgo Trento. Sul posto l'elicottero e l'ambulanza.
SETTORE GIOVANIE
Primavera nel Girone B   <br/>Ci sono due derby

Primavera nel Girone B
Ci sono due derby

La Lega Calcio ha pubblicato i Gironi del prossimo campionato Primavera. L'Hellas è stato inserita nel B: tra le novità rispetto all'anno scorso gli incontri con Bologna, Como, Salernitana e Vicenza.GIRONE BAtalanta, Bologna, Brescia, Cagliari, Cesena, Chievo, Como, Hellas Verona, Inter, Milan, Perugia, Salernitana, Udinese, Vicenza.
INIZIO LEGA PRO
Padova al lavoro, ma   <br/>non si sa se si gioca

Padova al lavoro, ma
non si sa se si gioca

Regna un po' di incertezza sulla data d'inizio del campionato di Lega Pro. Nel senso che, se tutto va come deve andare, si parte domenica 6 settembre e i biancoscudati affronteranno la difficile trasferta in casa della Reggiana. Ma se domani verrà accolto il ricorso presentato dal Seregno per riportare la categoria a 60 squadre i gironi, e di conseguenza, i calendari, dovranno essere rifatti e il fischio d'inizio della stagione regolare slitterà a data da destinarsi. Tutto si saprà nella giornata di domani, intanto il Padova continua a lavorare alla Guizza per cancellare la scoppola in Coppa Italia ricevuta per mano del Pordenone ma anche, più in generale, per trovare una propria identità di gioco e una propria personalità. Tra i più affranti per la sconfitta di domenica Matteo Dionisi, peraltro ex del Pordenone: il difensore è tra i senatori della squadra, riconfermato dopo la spettacolare cavalcata in serie D, ci teneva proprio tanto a regalare una gioia ai tifosi all'Euganeo. "Dispiace perché era la prima in casa - sospira Dionisi - evidentemente non abbiamo fatto abbastanza fino ad oggi, bisogna continuare a lavorare". Tutti in attesa della sentenza di domani dunque, per capire se il carrozzone della Lega Pro si rimetterà in moto questa domenica o bisognerà attendere ancora. Intanto il Padova lavora a testa bassa, alla ricerca del miglior se stesso.
HELLAS VERONA
Zamparini: Gilardino   <br/>impari da Toni...

Zamparini: Gilardino
impari da Toni...

"Spero che Gilardino possa ripercorrere le orme di Toni, che non più giovane si è rimesso in gioco al Verona. Me lo auguro davvero. Ritengo Alberto forte come Toni per quello che ha fatto fin qui nella sua carriera. Inoltre è più giovane: Toni ha 38 anni, Gila ne ha 33, spero faccia tre anni alla grande. Lo abbiamo comprato per questo motivo". Lo ha detto il presidente del Palermo Maurizio Zamparini parlando a mediagol.it del suo ultimo colpo di mercato. Il numero uno rosanero si sofferma poi sui gioiellini Lazaar e Vazquez: "All'apertura del mercato avevo detto più volte che per questa stagione sarebbero rimasti con noi per costituire le basi della nostra squadra, specialmente Vazquez, e così è stato. Quando io dico che non sono sul mercato, non ci sono. Belotti invece, è un'altra storia: lui è sempre stato sul mercato".
IL TEMA
Sempre nel mirino        <br/>Difensori sotto accusa

Sempre nel mirino
Difensori sotto accusa

Sempre nel mirino. Sempre colpa loro. E quando non è colpa loro è colpa di chi gli allena. Come mai nel Verona la difesa è sempre sotto accusa?E' vero, 65 gol l'anno scorso, 133 in due anni. Un'enormità, compensata solo dai 42 gol di Luca Toni che non a caso domenica a caldo ha detto: "Certo prendiamo troppi gol... Ne dobbiamo prendere di meno perchè non è sempre facile farli là davanti". Un messaggio chiaro, che però non è necessariamente un atto di accusa nei confronti dei compagni del reparto difensivo. Ma intanto è toccato al ds Bigon correggere il tiro e improvvisarsi difensore dei difensori. "So cosa pensa Toni, non serve che ascolto le interviste del dopo gara. So anche che qui a Verona c'è un'abnorme concentrazione del dibattito sulla difesa e in particolare sui difensori centrali. Non è così. E' una questione di atteggiamento generale, di come gioca la squadra. Succedeva anche con Benitez. Se fai un calcio propositivo rischi di prendere tanti gol, ma ne segni anche tanto".In tanti però hanno notato che a Genova il Verona ha fatto tutto, meno che un calcio propositivo. Anzi: si sono rivisti vecchi vizi. Uscito un mastino come Hallfredsson e inserito un giocatore fuori condizione come Viviani, il centrocampo del Verona si è aperto come il Mar Rosso davanti a Mosè. Jankovic e Gomez sono arretrati, Pisano non ne ha presa più una e anche Souprayen alla fine ha sofferto. Insomma tutta la squadra è arretrata, sorprendendo in negativo, dopo la grande partita contro la Roma.Ed allora qual è il problema? Per carità: è vero che i difensori gialloblù a parità di sollecitazioni vengono spesso superati. Ed è vero che anche nelle ultime due domeniche gli errori di Rafael (compensati anche da grandi parate) sono stati determinanti.Ma non si può sempre puntare il dito contro i difensori. Negli ultimi due-tre anni sono cambiate mille facce ma il risultato è sempre lo stesso. Si prendono tanti gol e tanti gol stupidi. Vuoi per superficialità, vuoi per atteggiamento generale della squadra. Tra l'altro è caduto anche l'alibi di Bordin. Pareva lui il capro espiatorio, invece gli errori si ripetono.E se vogliamo, il Verona si smentisce da solo: quando gioca con le grandi, paradossalmente, fa meno errori che con le altre. La gara di fine stagione con la Juventus e quella della prima giornata con la Roma sono lì a testimoniarlo. Mentre in Coppa Italia riesce a prendere gol su uno schema del Foggia. Vuol dire che la cosa più importante è come prepari la partita, l'attenzione che metti in campo durante la settimana. Non di chi gioca dietro.GIANLUCA VIGHINI
CONTROLLI
Cibi scaduti , sequestro    <br/>della Guardia di Finanza

Cibi scaduti , sequestro
della Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza della Tenenza di Soave ha sequestrato numerosi prodotti alimentari scaduti e privi delle indicazioni in lingua italiana. L’intervento, eseguito dopo una segnalazione pervenuta al numero di pubblica utilità 117, è stato effettuato in un negozio gestito da cittadini di origine rumena, in un centro commerciale di San Bonifacio. Le Fiamme Gialle dopo aver esaminato la merce posta in vendita sugli scaffali e nei banchi frigo, hanno scoperto numerose derrate alimentari, tra le quali carne insaccata, scatolame, bevande e biscotti, con data di scadenza già trascorsa. Notevole anche il quantitativo rinvenuto di prodotti confezionati per la vendita, privi delle indicazioni in lingua italiana previste dalla normativa vigente, riguardanti la tracciabilità di origine, l’importazione ed il confezionamento della merce. Al termine delle attività sono stati sottoposti a sequestro 5 chili di carne scaduta ed oltre 900 confezioni di prodotti potenzialmente pericolosi per la salute del consumatore. L’operazione di servizio conferma l’importante ruolo svolto dalla Guardia di Finanza per la tutela e la salvaguardia della salute dei cittadini.
VOLLEY
Rebaudengo: siamo     <br/>sempre più veronesi

Rebaudengo: siamo
sempre più veronesi

La campagna abbonamenti 2015/2016 della Calzedonia Verona è stata presentata ufficialmente nel corso di una conferenza stampa svoltasi presso la sede della Banca Popolare di Verona in Piazza Nogara. All’incontro, aperto a media e tifosi, hanno partecipato il direttore generale della divisione Banca Popolare di Verona, Giordano Simeoni, assieme all’amministratore delegato di BluVolley Verona Piero Rebaudengo.“Banca Popolare di Verona anche quest’anno affiancherà BluVolley Verona nella nuova stagione condividendone non solo gli ambiziosi obiettivi sportivi, ma anche lo spirito di radicamento a Verona e al suo territorio così ben rappresentato nel nuovo logo della squadra. – ha sottolineato Giordano Simeoni, Responsabile della Direzione Banca Popolare di Verona del Banco Popolare - Gli abbonamenti ed i biglietti saranno in vendita anche presso le filiali BPV di Verona e provincia, un altro modo per dare un aiuto in più a questa “bella” realtà sportiva, augurandoci che sempre più giovani e sempre più famiglie si avvicinino a questo sport”.Piero Rebaudengo, ha poi aggiunto: “E’ doveroso un ringraziamento a Banca Popolare di Verona e al dott. Simeoni per la proficua collaborazione che assieme stiamo portando avanti. La campagna abbonamenti che parte oggi, è ispirata a un concetto: dobbiamo essere sul territorio e vicini al territori. Anche il nostro nuovo logo lo dimostra: noi siamo Verona, noi siamo gialloblù e noi siamo una società di territorio. Questo è quello che ci deve contraddistinguere da qui al termine della stagione. Questo è quello che ha apprezzato Banca Popolare di Verona che ci ha dato la possibilità di collaborare per la campagna abbonamenti”.L’amministratore delegato di BluVolley Verona ha continuato: “E’ una campagna abbonamenti fortemente veronese. In questa direzione va l’inserimento di Federico Centomo nello staff societario. Fino allo scorso campionato impegnato sul campo da gioco, da quest’anno si occuperà della parte di promozione, affiancamento ai tifosi organizzati e sviluppo dei fans club. Centomo, veronese, atleta, studente, è una persona sulla quale vogliamo investire e con la quale crediamo di crescere su questi aspetti”.Sulle novità della campagna abbonamenti, Rebaudengo ha dichiarato: “La grande novità è rappresentata dalla numerazione di tutto il primo anello, lasciando invece come settore libero il secondo anello. Abbiamo inserito anche 70 poltronissime a bordo campo per vivere da vicino la partita proprio a pochi passi dal terreno di gioco. Importantissima l’operazione che abbiamo studiato con la collaborazione di Banca Popolare di Verona riservato a tutte le ragazzi e ragazzi Under 14. Al momento della sottoscrizione della tessera stagionale verrà consegnato un coupon che darà diritto alla restituzione della somma versata su di un conto corrente aperto presso una filiale della Banca Popolare di Verona”.
VOLLEY
Abbonamenti Calzedonia   <br/>Ecco le novità

Abbonamenti Calzedonia
Ecco le novità

E’ iniziata ufficialmente la campagna abbonamenti 2015/2016 della Calzedonia Verona e da mercoledì pomeriggio le tessere saranno già disponibili presso i punti vendita abilitati. I PREZZI DEGLI ABBONAMENTI. La tessera annuale comprende le undici partite di Regular Season, la prima gara casalinga di Challenge Cup e l’eventuale gara di Del Monte Coppa Italia.Tribuna numerata est: Intero 250,00 euro, Ridotto* 150,00 euro, Ridotto U/14 70,00 euro. Tribuna numerata ovest: Intero 135,00 euro, Ridotto* 85,00 euro, Ridotto U/14 40,00 euro.Tribuna numerata nord/sud: Intero 115,00 euro, Ridotto* 65,00 euro, Ridotto U/14 30,00 euro.Anello superiore: Intero 90,00 euro, Ridotto* 50,00 euro, Ridotto U/14 20,00 euro.*RIDOTTO: abbonamento riservato agli Under 18 e agli Over 65** RIDOTTO U/14: alle ragazze e ai ragazzi fino ai 14 anni che sottoscriveranno un abbonamento BluVolley Verona rimborserà l'intero costo su di un conto corrente aperto presso Banca Popolare di Verona dedicato ai giovani.Sarà sufficiente ritirare un coupon al momento della sottoscrizione e recarsi presso una qualsiasi filiale della Banca Popolare di Verona di città, provincia e di Lonigo entro il 31 dicembre 2015.GRATUITO: per i nati dopo lo 01/01/2010DOVEGli abbonamenti sono in vendita presso: - gli sportelli della Banca Popolare di Verona (nelle filiali di Verona città, provincia e Lonigo).- sul circuito Vivaticket via web all’indirizzo www.vivaticket.it.- Sede di BluVolley Verona in Piazza Cittadella, 16 con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 18.00.QUANDODa mercoledì 2 settembre negli orari stabiliti dal punto vendita.DIRITTO DI PRELAZIONEGli abbonati del settore numerato stagione 2014-2015, potranno confermare il loro posto fino a mercoledì 9 settembre compreso, con le seguenti modalità:1) Presso la sede di BluVolley Verona Per esercitarlo al momento dell’acquisto è necessario presentare la tessera stagionale relativa allo scorso campionato.2) On line tramite il sito www.vivaticket.it previa richiesta del proprio codice presso la sede di BluVolley Verona al numero 045/8102079 o tramite mail a marketing@bluvolleyverona.it. RITIRO ABBONAMENTIIl ritiro degli abbonamenti riguarda solamente gli abbonati che hanno sottoscritto la tessera stagionale presso le filiali della Banca Popolare di Verona e sul circuito Vivaticket.Gli abbonamenti potranno essere ritirati nelle settimane precedenti all’inizio del campionato 2015-16 (nella sede di BluVolley Verona in Piazza Cittadella 16) oppure in occasione della prima casalinga al PalaOlimpia (domenica 1 novembre 2015, in occasione di Calzedonia Verona – Modena).UNDER14. Dalla collaborazione tra BluVolley Verona e Banca Popolare di Verona, nasce un nuovo abbonamento ridotto, riservato a tutte le ragazzi e ragazzi Under 14. Al momento della sottoscrizione della tessera stagionale verrà consegnato un coupon che darà diritto alla restituzione della somma versata su di un conto corrente aperto presso una filiale della Banca Popolare di Verona. LE NOVITA’ DELLA STAGIONESETTORI. La rivisitazione della campagna abbonamenti è partita dalla ridefinizione dei settori all’interno del Palasport che da questa stagione sportiva saranno accompagnati dai punti cardinali per tutto il settore numerato. E’ stata introdotta la Tribuna Numerata Nord/Sud; in questo modo tutto il primo anello sarà messo in vendita in maniera numerata con la possibilità di assicurarsi il proprio posto definito per tutta la stagione.POLTRONISSIME. A bordo campo, a pochi metri dalle azioni di gioco, saranno installate 70 poltrone prodotte da Sparco. Poltrone di design con colori giallo e blu, caratterizzeranno il modo di vivere la partita potendo assistere al match in posizione privilegiata. Info allo 045/8102079.ACQUISTO ON LINE. Dopo la positiva esperienza della scorsa stagione, BluVolley Verona in collaborazione con Best Union, ha voluto potenziare la vendita on line dei titoli d’ingresso. Da questa campagna abbonamenti sarà possibile acquistare in maniera comoda e sicura anche l’abbonamento stagionale da casa; è semplice e veloce, tramite il portale www.vivaticket.it. EUROPA. E’ la grande novità sportiva della stagione che Calzedonia Verona vuole condividere con i propri abbonati. La prima gara di Challenge Cup, infatti, è stata inclusa nell’abbonamento annuale.CARTA SERVIZI. Per gli abbonati la possibilità di utilizzare l’abbonamento anche come CARD presso tutti i punti vendita delle aziende sponsor convenzionate. Per i tifosi gialloblù una scontistica particolare, un vantaggio diretto ad ogni acquisto di beni o servizi. Su Bluvolleyverona.it l’elenco delle attività convenzionate e relativa scontistica.
AMICHEVOLE
Tezenis, al Palaferroli   <br/>il debutto stagionale

Tezenis, al Palaferroli
il debutto stagionale

Questa sera, mercoledì 2 settembre, prima uscita stagionale della Tezenis che alle 19 affronta in amichevole Stanford, prestigiosa università della California vincitrice del titolo Ncaa nel 1942, alle Final Four nel 1998, alle Final Eight nel 2001, alle Final Sixteen nel 1997 e l’anno scorso. I biglietti sono in vendita dalle 17 al PalaFerroli. Ingresso gratuito per gli under 13.
CONCESSIONE
Aeroporto Brescia,    <br/>decide Corte Europea

Aeroporto Brescia,
decide Corte Europea

"Tutte le sentenze vanno rispettate. Studieremo le carte per capire meglio e valutare". Lo ha detto il presidente di Catullo Spa, Paolo Arena, dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato che ha rinviato alla Corte Europea la decisione sulla concessione quarantennale dell'aeroporto di Brescia-Montichiari che era stata affidata alla società che gestisce anche lo scalo di Verona. "Certo è che - ha spiegato Arena - adesso si pone un problema politico". "L'aspetto singolare - ha aggiunto - è che la concessione quarantennale di Montichiari venga messa in discussione in un Paese dove l'assegnazione iniziale o le procedure di rinnovo delle concessioni sono stati portati a termine senza alcuna gara in molti scali, compreso quello di Bergamo gestito dalla Sacbo".
L'Opinione
ON AIR
07.08.2015
TgVeneto
ON AIR
02.09.2015
Rosso & Nero
ON AIR
10.07.2015
Padova in Diretta
ON AIR
26.06.2015
Verona in Diretta
ON AIR
26.06.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
30.08.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
16.08.2015
Alè Verona
ON AIR
31.08.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
06.06.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Redazionali

FAST WOODS
26.08.2015

FAST WOODS

BURGERINO
26.08.2015

BURGERINO

PINGU'S ENGLISH
22.08.2015

PINGU'S ENGLISH

i nuovissimi di TgBiancoscudato.it

Palinsesto

INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA