• STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

FIERA
Motor Bike, è assalto   <br/>Code a Verona Sud

Motor Bike, è assalto
Code a Verona Sud

Rallentamenti già in autostrada e code all'uscita del casello di Verona Sud Per la giornata conclusiva di Motor Bike Expo. Subito assalto ai padiglioni della Fiera per visitare gli stand che mostrano il meglio del settore custom, ma anche le novità delle principali case motociclistiche.Successo per Motor Circus, la grande novità di questa edizione che propone un abbinamento con il mondo del rally e gare automobilistiche.
VOLLEY
Calzedonia show    <br/>Piacenza ko, ora è terza

Calzedonia show
Piacenza ko, ora è terza

La Calzedonia Verona continua senza soste nella sua striscia positiva conquistando una vittoria da tre punti anche contro la Copra Piacenza con il risultato di 3 a 1 (25-21, 25-27, 25-19, 25-22) e si gode una notte al terzo posto in solitaria. I padroni di casa, davanti a quasi 3300 spettatori, si esprimono su alti livelli soprattutto in attacco con un 60% finale e tre bocche da fuoco a tratti infermabili: Gasparini e Deroo 20 punti assieme a Sander 17. Anzani è ancora il giocatore top a muro (5) mentre Coscione è votato MVP dell’incontro, giocatore in grado di giostrare al meglio i propri attaccanti; nel terzo set la Calzedonia è infermabile con un ottimo 80% in attacco. Giani manda in campo con Coscione in cabina di regia, Gasparini opposto, Anzani e Zingel al centro, Sander e Deroo schiacciatori e Pesaresi libero; Piacenza risponde con Tavares – Poey, Ostapenko ed Alletti al centro, Zlatanov e Massari schiacciatori con Mario Jr libero.I gialloblù vincono il primo parziale, chiuso da un ace finale di Deroo che fa scattare in piedi tutto il pubblico scaligero. Leggera flessione nel secondo parziale, superata brillantemente nel terzo e nel quarto. La Calzedonia gioca in crescendo. Nel terzo set chiude il parziale con un mostruoso 80% in attacco grazie ad una regia superlativa di Coscione e il finale del quarto parziale è dimostrazione di carattere e voglia di vincere. Piacenza, con gli esperti Papi e Zlatanov, provano tutte le strade per tenere teste ai gialloblù che alla lunga risultano essere più fluidi nel gioco. Quando Zingel schiaccia nei tre metri la veloce del 24 a 21, al PalaOlimpia c'è profumo di vittoria. Poco dopo si chiude sul 25 a 22. La Calzedonia Verona, nel prossimo turno, sarà impegnata sul difficile campo di Trento, attualmente prima forza del campionato assieme a Modena. La gara è in programma sabato 31 alle ore 17.30.
ANTICIPO SERIE A
IL CAGLIARI "VERONESE"    <br/>BATTE IL SASSUOLO

IL CAGLIARI "VERONESE"
BATTE IL SASSUOLO

Il Cagliari ha sconfitto 2-1 il Sassuolo nell'anticipo della prima giornata del campionato di A. Zola ha giocato con quattro ex "veronesi" tutti e quattro protagonisti del match. Grande prova di Donsah, soprattutto, ma anche Longo, Gonzalez e Farias hanno giocato un'ottima partita. Il Cagliari è andato in vantaggio per primo con Rossettini. Pareggio del Sassuolo con un'autorete dello stesso Rossettini. Cop al 34' st porta il Cagliari sul 2-1. I sardi salgono ora a 19 a due sole lunghezze dal Verona e un punto avanti al Chievo. La lotta per la salvezza entra nel vivo.
LEGA GOLD SERIE A2
RAMAGLI: BATTERE TRAPANI   <br/>PER CHIUDERE BENE

RAMAGLI: BATTERE TRAPANI
PER CHIUDERE BENE

«Domenica si chiude il nostro trittico siciliano e vorremmo un'altra vittoria per proseguire il nostro cammino che da quattro mesi ci vede in testa alla classifica. Dobbiamo proseguire su questa linea». Così Alessandro Ramagli, coach della Tezenis Verona, prima della gara del PalAuriga di Trapani di domenica 25 gennaio (palla a due alle 18:00) contro la Lighthouse Trapani. «Sarà una partita molto difficile – ha proseguito Ramagli – contro una squadra che secondo me ha molta qualità. Hanno giocatori in grado di segnare molto punti, lunghi con grande presenza a canestro e in generale sono allenati molto bene. In questo momento stanno lottando per conquistare un posto nei playoff. Forse a questo punto della stagione un po' tutti si aspettavano che fossero qualche posizione più in alto, ma anche per questo contro di noi saranno molto motivati e cercheranno di fare la partita della vita. Noi siamo preparati perché ormai sono diciotto giornate che troviamo avversarie motivate al massimo dal fatto di giocare contro di noi. Dobbiamo scendere in campo con grande autorità e personalità per portare a casa la vittoria. Non dobbiamo dimenticare che quello di Trapani è una dei palazzetti più caldi della categoria. La stanchezza? Abbiamo cercato di amministrare le risorse fisiche ed energetiche, sapendo che due trasferte consecutive in Sicilia sono molto dure. È una settimana difficile in cui dobbiamo centellinare tutti i nostri sforzi. Avremo bisogno di tutte le nostre energie per battere una squadra solida come Trapani».
SCONFITTO IL SAN ZACCARIA 6-1
AGSM VINCE 6-1 ED E' <br/>CAMPIONE D'INVERNO

AGSM VINCE 6-1 ED E'
CAMPIONE D'INVERNO

Ultima giornata del girone di andata per le ragazze di Agsm Verona che cercano i tre punti contro la neo-promossa San Zaccaria di Ravenna per rimanere in vetta al giro di boa del massimo campionato.?Mister Longega, ancora privo di Squizzato e Maendly, a sorpresa manda in campo dal primo minuto la giovane Gelmetti per un Verona a trazione decisamente anteriore.?Ospiti per prime pericolose con Piemonte che chiama Ohrstrom all'intervento.?Verona in vantaggio alla prima vera opportunità: azione di Gabbiadini che entra in area dalla destra. Il capitano gialloblu viene affrontato fallosamente in area, sfera che perviene all'accorrente Sipos che da fuori fa partire  una conclusione precisa. Palla imprendibile per la numero uno romagnola.?Le giocatrici ospiti pervengono subito al pareggio con Santoro che dal limite incrocia nell'angolino opposto.?Le scaligere si riversano in avanti e al 17' rimangono in superiorità numerica: Gabbiadini viene atterrata sul limite dell'area dal portiere Bonaventura. Inevitabile l'espulsione con il Verona che tuttavia viene fermato quando potrebbe realizzare la rete a porta sguarnita. Infruttuoso il calcio di punizione di Bonetti.?La rete del nuovo vantaggio gialloblù giunge al 21' : Gabbiadini sfrutta l'errore della neo entrata numero dodici Montanari, lancia in profondità Panico che insacca.?Poco dopo Gabbiadini non riesce ad inquadrare la porta a tu per tu con Montanari.?Non fallisce l'appuntamento con la doppietta personale bomber Panico che di prima intenzione gira in rete l'assist fornito da Bonetti mettendo in cassaforte il match dopo 35 minuti di gioco.?Prima del riposo Tatiana Bonetti coglie il palo con una girata di testa da distanza ravvicinata.?La ripresa si apre con le scaligere ancora in avanti. Bonetti chiama Montanari alla deviazione in angolo. Poco dopo arriva la rete della quaterna per le veronesi: angolo battuto dall'ungherese Sipos, palla in mezzo per l'incornata vincente del centrale difensivo Federica Di Criscio.?Gol fantasma al 16': Patrizia Panico di testa coglie la traversa interna, sfera che sbatte sulla linea, o probabilmente oltre, e ritorna in campo. Per la terna arbitrale non è gol.?Verona arrotonda al 27' quando Bonaventura atterra in area la neo entrata Fuselli. Dagli undici metri Patrizia Panico trasforma il gol della tripletta personale. Palla centrale ma il portiere non trattiene.?Sesta rete veronese al 33' con il tap-in vincente di Lilla Sipos sul pallone respinto dal portiere romagnolo dopo la conclusione di Bonetti.?Molte le conclusioni veronesi verso la porta del San Zaccaria che si chiude a riccio per evitare un passivo più pesante.?Agsm Verona batte il San Zaccaria di Ravenna per sei reti ad una e chiude l'andata solitario in vetta conquistando il platonico titolo di campione d'inverno.?Il girone di ritorno sabato vedrà impegnate Gabbiadini e compagne ancora sul terreno amico di via Sogare dove arriverà l'ostico Firenze.IL TABELLINOReti: Pt. 9' Sipos, 15' Santoro, 21' Panico, 35' Panico, st. 2' Di Criscio, 27' Panico (Rig.), 33' SiposAgsm Verona: Ohrstrom, Marconi (1' st. Ramera), Ledri, Carissimi, Salvai, Di Criscio (36' st. Baldo), Bonetti, Gabbiadini (6' st. Fuselli), Panico, Gelmetti, Sipos.?A disposizione: Toniolo, Pavana, Ramera, Baldo, Fuselli.?Allenatore: Renato Longega.San Zaccaria Ravenna: Bonaventura, Montalti, Santoro, Filippozzi, Barbieri (23' st. Antonecchia), Pancaldi, Longato (17' pt. Montanari), Mancarella, Cimatti, Principi (34' pt. Pega' Infante), Piemonte.?A disposizione: Montanari, Salomon, Pegà Infante, Galletti, Antonecchia, Fratini, Gaburro.?Allenatore: Jacopo Leandri.Arbitro: Armando Ongarato di Castelfranco Veneto.?Assistenti: Marcomini e De Vito.?Note: Campo in erba artificiale, giornata soleggiata. Spettatori oltre 350. Espulsa Bonaventura al 17' pt. per intervento falloso su Gabbiadini
CONTROLLI
Automobilisti e strisce   <br/>pedonali, strage punti

Automobilisti e strisce
pedonali, strage punti

Prosegue la campagna di prevenzione lanciata dalla Polizia Municipale, derivata dall'allarme sorto per l'alto numero di pedoni investiti a Verona nel 2014, e i controlli scattati dopo le disposizioni del Sindaco Flavio Tosi e della Giunta.Nell’ultima settimana, da sabato 17 a venerdì 23 gennaio, sono stati rilevati quattro investimenti di pedone. Le strade dove sono intervenute le pattuglie della Polizia Municipale sono via Centro (due investimenti nei confronti di un 47enne alle 5 del mattino con 30 giorni di prognosi e la studentessa 11enne con 5 giorni di prognosi), via Polesine (un 73enne con prognosi di 40 giorni) e in via XX settembre (una signora 54enne la cui prognosi non è stata comunicata ma comunque non grave). Complessivamente nei primi quindici giorni di controlli sono stati rilevati cinque investimenti a fronte dei quattordici del medesimo periodo del 2014.Nel corso della settimana di controlli, sono state 31 le violazioni per la mancata precedenza ai pedoni, con decurtazione di 8 punti dalla patente, riscontrate dagli agenti. In quattro casi si trattava di neopatentati, con il raddoppio del taglio a 16 punti; tre le sanzioni comminate a pedoni che non attraversavano in modo corretto. Numerose le violazioni per l'uso del cellulare alla guida e per aver preavvisato dei controlli di polizia, utilizzando impropriamente le luci del veicolo, un comportamento particolarmente grave. Decurtati complessivamente 302 punti della patente durante l'attività di vigilanza agli attraversamenti pedonali cittadini.I controlli proseguiranno anche la prossima settimana.
VERSO L'ATALANTA
CONVOCATI HELLAS:    <br/>MORAS E GOMEZ

CONVOCATI HELLAS:
MORAS E GOMEZ

Sono 23 i convocati da Mandorlini. Ci sono anche Moras e Gomez.Portieri: 1 Rafael, 22 Benussi, 95 Gollini.Difensori: 4 Marquez, 5 Sorensen, 18 Moras, 25 R. Marques, 28 Brivio, 33 Agostini, 71 Martic.Centrocampisti: 10 Hallfredsson, 23 Ionita, 26 Sala, 27 Valoti, 30 Campanharo, 77 Tachtsidis.Attaccanti: 7 Saviola, 9 Toni, 17 Lopez, 20 Lazaros, 21 Gomez Taleb, 93 Fares, 99 Nenè.
DOPO IL BRESCIA
Pavanel: Fantastico!  <br/>Squadra è straordinaria

Pavanel: Fantastico!
Squadra è straordinaria

E' raggiante e giustamente entusiasta Massimo Pavanel dopo l'impresa del suo Verona sul campo del Brescia: "Oggi non era facile, eravamo rimaneggiati tra squalifiche e infortuni. Vincere qui ci permette di ripartire dopo la sconfitta con il Pescara e ci dà grande forza. Questa squadra ha cuore e carattere ma non solo: credo giochi anche bene e la partita di oggi ne è stata la testimonianza. Mi piace la voglia di vincere di questi ragazzi, mi piace lo spirito sempre propositivo e battagliero. Siamo sulla buona strada, avanti così".
ELEZIONE
Serracchiani: Presidente    <br/>sia una scelta condivisa

Serracchiani: Presidente
sia una scelta condivisa

"Il nome del prossimo presidente della Repubblica sia il più condiviso possibile". Lo ha detto il vice segretario nazionale del Partito Democratico, Debora Serracchiani, intervenuta nella sede del Consorzio Zai, durante un convegno dedicato allo sviluppo dei trasporto."Per l'elezione della più alta carica dello Stato - spiega Serracchiani - abbiamo scelto un metodo di grande condivisione. Martedì a Roma ci saranno le consultazioni con tutte le parti politiche, o comunque con coloro che saranno intenzionati a parlare con il Partito Democratico. Da qui uscirà un nome che mi auguro possa essere il più condiviso possibile".
GRANATA
Il Citta balla coi Lupi   <br/>di Avellino: è vittoria

Il Citta balla coi Lupi
di Avellino: è vittoria

Finalmente una vittoria esterna. Finalmente tre punti importantissimi in chiave salvezza. Il Citta passa 2-1 ad Avellino dopo una gara ad alta intensità. I granata si portano in vantaggio grazie al gol di testa di Stanco e al pasticcio del portiere Gomis che si fa sfuggire la palla dalle mani. E' il 26'. Poco dopo arriva il 2-0 su rigore concesso per un fallo in area dell'ex Schiavon ai danni di Kupisz. Dal dischetto Gerardi non sbaglia. Sul finire del primo tempo, Regoli riapre il match per l'Avellino. Nessuna delle due squadre, però, nella ripresa, riesce a mettere la palla nel sacco. La squadra di Foscarini abbandona l'ultimo posto. Ora è a soli due punti dalla salvezza diretta. Al Tombolato, sabato arriverà il Trapani. Sarà una sfida di fuoco.
GOL DI CAPPELLUZZO E SPERI
PRIMAVERA: CHE IMPRESA!   <br/>BRESCIA BATTUTO 2-1

PRIMAVERA: CHE IMPRESA!
BRESCIA BATTUTO 2-1

La Primavera del Verona ha vinto 2-1 sul campo del Brescia nella gara di questo pomeriggio. Una gara tutta cuore e grinta per la squadra di Pavanel, sempre più sorpresa di questo campionato. Di Cappelluzzo e Speri su calcio di rigore le reti della vittoria gialloblù. Il Brescia ha accorciato le distanze con Masperi nel finale del match.
VERSO L'ATALANTA
MANDORLINI: CONTA    <br/>SOLO VINCERE

MANDORLINI: CONTA
SOLO VINCERE

Poca voglia di parlare. Questa è una conferenza stampa che Mandorlini, se potesse, salterebbe a piè pari. Il mister del Verona sa come vanno le cose nel calcio. E sa benissimo che dopo i dieci gol incassati con la Juventus, tutti aspettano il Verona al varco contro l'Atalanta. Così le sue dichiarazioni sono con il contagocce: "C'è poco da dire. Bisogna solo vincere". Formazione? "La so ma non la dico". Poi sul gioco: "Non m'interessa. Ripeto: conta solo vincere". Poi un accenno sulle sue dichiarazioni dopo il riferimento ai 18 giocatori cambiati. Ma come sono questi giocatori? Bravi o no? "Non spetta a me dirlo. Non esistono fraintendimenti col presidente. Li avete creati voi. Io alleno questa squadra. Parlo con Sogliano. Il direttore sa meglio di noi cosa serve".
ULTIM'ORA
FERNANDINHO NON SARA'    <br/>CONVOCATO PER ATALANTA

FERNANDINHO NON SARA'
CONVOCATO PER ATALANTA

Fernandinho non sarà convocato da Mandorlini per la gara di domani contro l'Atalanta. Lo ha detto il tecnico in conferenza stampa. "E' tre mesi che non gioca, deve riportarsi alla pari degli altri" ha spiegato il mister. "Ieri l'ho conosciuto e dagli occhi ho capito che ha voglia di fare ed impegnarsi ed è entusiasta di questa avventura veronese".
RICETTAZIONE
Gli rubano cane,    <br/>lo ritrovano a Bologna

Gli rubano cane,
lo ritrovano a Bologna

Un cane rubato ad un giovane di Verona è stato ritrovato nel bolognese, dove era finito in una struttura.I carabinieri di Castello d'Argile hanno denunciato un 23enne tunisino per ricettazione di un cane di razza American Staffordshire Terrier. L'animale, ritrovato da un gruppo di ragazzi, era stato affidato al canile di Calderara. Il giorno dopo, i carabinieri hanno ricevuto la telefonata del 23enne, che riferiva di aver smarrito il cane. Il giovane è stato però denunciato perché l'animale era stato rubato qualche mese fa ad un giovane di Verona, a cui è stato restituito.
VOLLEY
Calzedonia, ore 20.30     <br/>sfida a Piacenza

Calzedonia, ore 20.30
sfida a Piacenza

Terza giornata di ritorno del campionato Superlega per la Calzedonia Verona che in anticipo, sabato 24 con fischio d’inizio alle ore 20.30, affronta al PalaOlimpia la Copra Piacenza. Una partita impegnativa, da approciare con la massima determinazione e con tutto l’appoggio di Verona per una squadra, quella gialloblù, che sta creando sempre più entusiasmo attorno a sé. I ragazzi allenati da Andrea Giani arrivano a questo appuntamento dopo la rotonda vittoria contro Milano in trasferta per 3 a 0; un successo che ha proiettato i gialloblù al terzo posto in classifica generale a pari dei campioni d’Italia in carica della Cucine Lube Banca Marche Treia a 28 punti. La Calzedonia Verona è determinata a proseguire la striscia di risultati utili consecutivi che sta raccogliendo da otto turni. Andrea Giani, alla vigilia, ha dichiarato: “Il ciclo di partite importanti è iniziato con Milano. Le prossime tre gare saranno di grande livello. E’ un momento importante di questa stagione perché ci andiamo a confrontare con delle squadre attrezzate. La stessa Piacenza, che in regular season sta facendo fatica ma è impegnata anche in Champions League, ha all’interno del gruppo diversi campioni. Hanno avuto un po’ di vicissitudini ad inizio stagione ma rimane comunque una formazione molto competitiva. Sarà importante approcciarla bene, quando si gioca con squadre di questo livello è fondamentale avere qualità di gioco. Vogliamo sicuramente affrontare questa gara in maniera diversa rispetto all’andata. Queste sono partite che determineranno la classifica al termine della regular season. Ci sono in palio punti di grande valore”. Il tecnico gialloblù ha poi proseguito: “La nostra è una squadra che nelle ultime otto partita ha fatto sette vittorie. Stiamo facendo una stagione molto buona, stiamo crescendo anche nella classifica. Siamo una squadra che va seguita dal vivo; credo sia davvero bello poter vedere da pochi metri un gruppo che dà grandi emozioni. Verona è una città che vive tanto per lo sport, mi aspetto tanta gente”.
MORI SANTO STEFANO-PADOVA
La sfida di Rovereto   <br/>in diretta su Telenuovo

La sfida di Rovereto
in diretta su Telenuovo

La sfida di domenica pomeriggio, 25 gennaio, allo stadio "Quercia" di Rovereto, tra Mori Santo Stefano e Padova sarà trasmessa in diretta, in chiaro, su Telenuovo, canale 11 del digitale terrestre, a partire dalle 14.15. Chi non potrà raggiungere fisicamente l'impianto trentino potrà dunque godersi la sfida comodamente sdraiato sul divano di casa, con la telecronaca di Martina Moscato e il commento tecnico dell'ex difensore biancoscudato, amatissimo dal pubblico padovano, Gianluca Falsini. Appuntamento alle 14.15 di domenica allora. Allo stadio "Quercia" per chi ci sarà, su Telenuovo per chi rimarrà a casa. In ogni caso, Telenuovo manderà la partita anche in differita, alle 22.45 della sera di domenica.
ANNO GIUDIZIARIO
Giustizia, crescono     <br/>delitti contro P.A.

Giustizia, crescono
delitti contro P.A.

"Sono state 4.042 le iscrizioni di delitti contro la Pubblica Amministrazione nell'anno giudiziario 2013/2014, con un netto aumento del 23,1% rispetto all'anno precedente (3.283)". Lo ha sottolineato nella sua relazione il presidente della Corte d'Appello di Venezia, Antonino Mazzeo Rinaldi all'inaugurazione dell'Anno Giudiziario a Venezia. "Nello specifico - ha aggiunto Mazzeo Rinaldi - sono in aumento del 293,5% le iscrizioni dei reati di corruzione (da 31 a 122) cosi? come si registra un aumento del 66,7% per la concussione (da 27 a 45 iscrizioni), del 9,2% per il peculato (da 239 a 261) mentre si evidenzia una diminuzione del - 63% per i reati di malversazione a danno dello Stato e indebita percezione contributi (da 296 a 107)". Si registra, infine - ha proseguito il presidente della Corte d'Appello di Venezia - un aumento delle iscrizioni per i reati di attivita? terroristiche (da 7 a 12). In particolare, il Procuratore della Repubblica di Venezia nella sua relazione evidenzia il persistere di fenomeni che si riconducono a comportamenti illeciti di pubblici funzionari, spesso collegati a fatti di notevole gravita, che vanno inquadrati nell'ambito del perdurante e preoccupante sistema di corruttela in materia di appalti e servizi della pubblica amministrazione, sottolineando l'influenza e l'impatto socio-economico del fenomeno stesso.
CERIMONIA
Coppie d'oro   <br/>premiate in Municipio

Coppie d'oro
premiate in Municipio

Questa mattina, nel corso della tradizionale cerimonia che si svolge in sala degli Arazzi, il sindaco di Verona, Flavio Tosi. ha premiato le coppie di coniugi che hanno festeggiato il 50°, 60° e il 65° anniversario di matrimonio nei mesi di ottobre, novembre, dicembre 2014 e gennaio 2015. Questo l’elenco dei coniugi che festeggiano i 50 anni di matrimonio : Pasquale Troccoli-Emilia Gay; Giorgio Signoretto-Angela Ferrari; Giuseppe Milani-Carla Sbizzera; Bruno Pessina-Giuseppina Giolo; Gino Mantovani-Giuliana Tinelli; Giovanni Battista Rama-Franca Maria Albrigi; Aldo Olivetti-Adriana Frignani; Sergio Viero-Delia Grigolo; Giuseppe Fochesato-Elvira Zollo; Pietro Viviani-Pasquina Marini; Sereno Mazzocco-Teresa Lonardi; Meggiorino Sandrini-Agnese Zillo; Mario Domenico Signorini-Maria Piccoli; Adriano Rinco-Elda Carli; Giuseppe Mori-Clementina Furlan; Armando Degrazi-Teresa Dalle Vedove; Ignazio Paolo Benini-Clementina Fiorini; Roberto Ruggeri-Angiolina Bassi; Cesarino Puttini-Giuliana Rizzotti; Ermes Fianco-Dina Marastoni; Alessandro Castellani-Alfonsa Cusini; Benvenuto Terrassan-Paola Cerato; Agostino Possente-Rosa Picaro; Giannantonio Buffatti-Lucia Ruzzenenti; Rino Trentini-Lina Cunegatti; Ilario Massimiliano Dai Pre'-Teresa Maria Filippozzi; Cesare Compri-Ada Annichini; Mario Pighi-Flavia Mozzo; Renato Antonio Erba-Luciana Pimazzoni; Gianfranco Modenese-Maria Dellalio; Otello Danzi-Clelia Pellegrini; Tarcisio Venturini-Clara Danieli; Alberto Montignani-Lucia Martinelli; Vittorino Morando-Elda Comencini; Bruno Legnaro-Gabriella Broggio; Franco Bazzani-Adriana Bazzi; Valeriano Manfron-Angelina Bonomi; Franco Fiori-Luciana Andreoli; Antonio Zandona'-Maria Pia Berti; Galdino Cunegatti-Celestina Presa; Bruno Pegorari-Luigina Turri; Nedo Gianfilippi De Parenti-Giuliana Villa; Arnaldo Redi-Aida Lapolla; Adino Sommavilla - Giannina Bianca Cordioli; Angelo Uzzeo - Enaide Iannucci; Negash Berhe - Lettenchiel Tesfazghi; Giorgio Zenti - Maria De Bastiani; Severino Rizzati - Nella Perozeni; Fehmi Karafili - Hatixhe Karafili; Ottavio Giuseppe Viviani - Maria Menini; Italo Corradi - Anna Sganzerla; Domenico Bertani-Fidelia Micheletto; Lourenco Veroneze-Isabel Tochetto; Eugenio Zelotti-Anna Maria Tioli; Lancillotto Bellin-Anna Maria Olivetti; Nicolo' Pastura-Lucia Zanot; Sebastiano Cavarra-Miriam Martini Pulese; Ennio Marsala-Maria Peris; Mario Michelangeli-Emilia Magagnin; Giuseppe But-Orietta Mazzocco; Enzo Trinchi-Luciana Marchesi; Domenico Bonvicini-Anita Damoli; Natale Monastra-Lina Monastra; Arnaldo Caprara-Frauke Gertrude Albers; Fortunato Mungo-Carmela Scavello; Disma Carraro-Erminia Bisollini; Giannino Furlani-Sergia Conte; Paolo Carlot-Teresa Saccomani; Sergio Malavolta-Anna-Maria Brutti; Antonio Zanesco-Paola Giomaro; Luciano Rotta-Giovanna Maria Finetto; Alfonso Perrone-Grazia Capone; Mario Gagliardi-Elena Bigini; Ettore Curi-Margherita Poletto; Vittorino Tonon-Marisa Cordioli; Santo Contino-Rosaria Scolaro; Giovanni Corona-Anna De Monte; Attilio Ghini-Clara Bellorio; Ascanio Eugenio-Lanzillo Giulia Reale; Tullio Vecchi-Elda Faccioli; Eugenio Rezzonico - Dolores Monti; Vittorio Puchetti - Anna Maria Pecchini; Giorgio Salvi - Edda Avanzi; Luigi Beltrami - Milena Cappellaro; Giuliano Veronese - Lucia Tinazzi; Maurizio Greco - Angelina Conciauro; Franco Naccari - Ivana Colognese; Angelo Lovato - Rina Rossetto; Giocondo Scipioni Irma Hoschle; Giancarlo Padovani - Fernanda Turella. Coniugi che festeggiano i 60 anni di matrimonio : Bruno Trevisan-Margherita Stella Bortolameazzi; Luigino Zampieri-Maria Teresa Montolli; Romano Barotti-Antonia Vincenzi; Leonello Zuccher-Lina Bonfante; Luciano Vicentini-Renza Meneghini; Gregorio Milanese-Carla Ligabo'; Luigino Castegnaro-Dorotea Zanini; Luciano Menegazzi-Maria Teresa Dandolo; Giuseppe Peroni-Liliana Facincani; Pietro Scevaroli-Maria Graziosa Faggion Tebon; Egidio Rossignoli-Maria Cantachin; Giovanni Adami-Laura Viviani; Giuseppe Scimeca-Marianna Grotta; Claudio Mariotti-Lina Benatti; Mario Righetti-Pasquina Antolini; Attilio Mondini-Miranda Pantaleo; Alessandro Tommasi-Ida Pasini; Ettore Chiozzi-Emma Maria Ligozzi; Biagio Nifosi'-Maria-Angela Panizzo; Giuseppe Macchietto Scuola-Italia Maria Dona'; Dino Rossi-Elsa Bonato; Gino Zanetti-Maria Brunelli; Epaminonda Bedei-Francesca Granata; Dario Perina-Lucia Maria Dal Zen; Antonio Azzini-Sandra Ciocca; Luciano Zenaretti-Lidia Tade'; Pierino Olivati-Adriana Marangoni; Vittorio Borghesi-Bruna Masotti; Giorgio Micaglio-Tiziana Ventura; Lino Specchierla-Giuliana Nascimben; Zerino Locatelli-Imelda Macchiella; Giovanni Giacometti-Silvana Bellinazzo; Severino Dario Morselli-Bruna Maria Patuzzo; Sante Ederle-Norina Piccoli; Bruno Andreoli-Alice Rina Banterle; Sisto Gelmini-Giovanna Gandini; Armando Castagna-Esterina Conte; Leonello Ferrarese-Lina Girella; Flavio Caporali-Vilma Sona; Giuseppe Bellorio-Bruna Debiasi; Mario Zanetti-Maria Jose' Trenta; Giorgio Veneri-Maria Bruna Bonomi; Gelindo Barollo-Maria Costa; Carlo Brunelli-Lina Dal Ben; Giovanni Nicalini-Maria Bonfante; Bruno Pagan Griso-Rina Fainelli; Nerio Perusi-Nerina Mazzi; Attilio Benetti-Maria Annechini; Mario Tomasetto-Agnese Lerin; Francesco Lombardo-Elvira Baffi; Andrea Leo-Teresa Pedio; Michele Simone-Rosa Caputo; Dario Crivellaro-Attilia Toschi; Paolo Lilla-Mirella Oliboni; Lino Dal Maso-Florinda Avanzi; Gino Cordioli-Pierina Giacomelli; Roberto Mantovani - Leda Faccioni; Luciano Baratella - Francesca Zampieri; Elio Benassuti - Ada Ferri; Germano Avesani - Giovanna Corrent; Vittorino Squarzoni - Teresa Vesentini; Francesco Basile - Maria Cesarina Preda; Carmine Serugeri - Mafalda Tosoni; Dante Compri - Vilma Residori. Coniugi che festeggiano i 65 anni di matrimonio : Giovanni Menini-Luciana Nali; Silvio Zen-Maria Stoppa; Gelindo Vesentini-Teresa Sancassani; Redemisto Andreoli-Nelda Costantini; Giorgio Padovini-Berenice Perdona'; Corrado Mirandola-Jone Baiocco; Egidio Dalai-Ida Martini; Santino Doni-Teresa Crepaldi.
CHIARO MESSAGGIO DELLA SOCIETA'
MERCATO HELLAS: ACQUISTI       <br/>SOLO DOPO PARTENZE

MERCATO HELLAS: ACQUISTI
SOLO DOPO PARTENZE

Nessuna rivoluzione, solo qualche ritocco mirato. La società ritiene di aver costruito una squadra adeguata per Mandorlini per arrivare alla salvezza. Così l'indirizzo del presidente Setti e del dg Gardini è stato chiaro: si acquista solo dopo aver ceduto. Per ogni giocatore che arriva, uno deve partire. Per ora il Verona ha portato a casa un attaccante (Fernandinho, arrivato in prestito gratuito) e un centrocampista (Greco, anche lui in prestito gratuito). Sogliano ha bloccato il trasferimento di Marques (Atletico Mineiro) per l'infortunio capitato a Moras. In partenza c'è anche Rodriguez. Arriverà Neto dallo Zenit. C'è il sì del giocatore, ma per ora l'operazione è bloccata in attesa appunto di eventuali uscite.Aperta anche la questione Romulo: la Juventus vorrebbe rispedirlo al mittente (fonti juventine, voci circolavano già domenica sera allo Juventus Stadium). Ma il brasiliano ha un ingaggio esagerato: un milione e duecentomila euro all'anno. E' vero però che il Verona lo pagherebbe solo cinque mesi e potrebbe rilanciarlo per poi cederlo a giugno.
MANDORLINI ALL'ECO DI BERGAMO
IO IN DISCUSSIONE?     <br/>E' NORMALE ESSERLO

IO IN DISCUSSIONE?
E' NORMALE ESSERLO

"Io in discussione? Un allenatore lo è sempre, ma non è questo il punto. Piuttosto a volte penso ai 32 punti di un anno fa e mi dico: fossero stati cinque in meno e adesso ne avessimo cinque in più… Noi a Verona siamo partiti con l’obiettivo salvezza e se questa si raggiunge a 40 punti i 21 conquistati nel girone d’andata ci tengono in linea con l’obiettivo prefissato". Così Andrea Mandorlini ha risposto alle domande dell'Eco di Bergamo che ieri lo ha intervistato prima della gara con l'Atalanta. Mandorlini è molto legato all'ambiente nerazzurro. I tifosi dell'Atalanta gli dedicarono anche uno striscione l'anno scorso.
EUROPA
Fontana: Serve rimpatrio   <br/>per detenuti stranieri

Fontana: Serve rimpatrio
per detenuti stranieri

Dopo le violenze nel carcere di Padova l'eurodeputato Lorenzo Fontana torna sulla necessità di rimpatriare i detenuti stranieri. "E' una battaglia che sostengo e come Lega sosteniamo da anni" ha spiegato il "Ministro degli esteri" del carroccio: "una mia petizione ha avuto il via libera dalla commissione europea, ma gli immigrazionisti hanno interesse a tenerla bloccata. Anche l'ex presidente Napolitano, in visita a Strasburgo l'anno scorso, mi disse che può essere una soluzione per il sovraffollamento delle carceri. L'italia tra l'altro risparmierebbe un miliardo di euro all'anno". Fontana torna anche sul problema integrazione, visto che i detenuti che hanno provocato gli incidenti nel carcere di Padova inneggiavano ad Allah e all'isis: "La convivenza e l'integrazione con la popolazione, anche detenuta, di origine musulmana si rivela difficile, checché ne dicano i buonisti che perseverano nel nascondere la testa sotto la sabbia. I detenuti stranieri vanno rimpatriati nel loro Paese”
L'Opinione
ON AIR
23.01.2015
TgVeneto
ON AIR
24.01.2015
Rosso & Nero
ON AIR
23.01.2015
Padova in Diretta
ON AIR
23.01.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
18.01.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
11.01.2015
Vighini Show
ON AIR
22.01.2015
Alè Verona
ON AIR
19.01.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
19.01.2015
Alé Padova
ON AIR
18.01.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
07.01.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di tggialloblu.it

Palinsesto