• ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

LEGA
Fontana: pagano qualcuno   <br/>per spaccarci da dentro

Fontana: pagano qualcuno
per spaccarci da dentro

"Hanno paura di noi e ci fanno la guerra. Casomai pagano qualcuno che ti rompe le palle dall'interno. Cercheranno di creare fratture tra di noi". E' uno dei passaggi dell'intervento dell'eurodeputato della Lega Lorenzo Fontana nel corso dell'incontro organizzato da Rivadestra a Roma con rappresentanti della Lega Nord, della destra e dell'estrema destra in vista della manifestazione contro Matteo Renzi in programma nel pomeriggio. Il politico veronese non cita mai il sindaco scaligero Flavio Tosi ma nella sala il riferimento è sembrato esplicito.
INCIDENTE
Sassolungo, valanga    <br/>travolge due veronesi

Sassolungo, valanga
travolge due veronesi

Due giovani escursionisti veronesi sono stati travolti da una valanga di piccole dimensioni sul Sassolungo, tra la Val Gardena e la Val di Fassa. La ragazza ha riportato la frattura della tibia, illeso invece il ragazzo. Sul posto l'elicottero delle protezione civile e il soccorso alpino. L'allarme è stato lanciato da altri escursionisti che erano sullo stesso percorso.
SICUREZZA
Pulizia Adige, più di    <br/>cento persone al lavoro

Pulizia Adige, più di
cento persone al lavoro

Grande lavoro per volontari e tecnici comunali impegnati in un intervento straordinario di pulizia dell'Adige. Viste le recenti ondate di piena infatti molti tronchi e altro materiale si erano ammassati sotto i ponti creando una notevole situazione di pericolo. Questo importante intervento ha messo in sicurezza diverse zone fra cui ponte dell'Unità d'Italia, Ponte Navi, Ponte Garibaldi, Ponte scaligero, Ponte Pietra, Ponte S. Francesco e Ponte Catena.
A CAPRINO
Anziana investita da   <br/>auto in retromarcia

Anziana investita da
auto in retromarcia

Incidente a Caprino dove una donna di 86 anni è stata investita da un'auto in retromarcia che stava iniziando a parcheggiare. Sul posto il 118 e la polizia locale. L'anziana è stata traportata all'ospedale di Bussolengo dove le sono state diagnosticate contusioni e la frattura del malleolo.
CONTROLLI
Polizia, presidio in Bra    <br/>fisso da oggi

Polizia, presidio in Bra
fisso da oggi

Da oggi pomeriggio la Polizia Municipale presidierà in modo fisso con una pattuglia dedicata la zona tra il Liston e via Roma. L'area è interessata dalla presenza di senza fissa dimora sia italiani che rumeni, spesso ubriachi, che importunano i passanti e i negozianti creando una situazione di insicurezza anche percepita. "Come in tante città italiane, la situazione è figlia dell'assenza di norme che possano aiutare i sindaci a dare risposte ai cittadini. Invece gli ultimi tre governi hanno smantellato un apparato legato alla sicurezza urbana che invece necessitava di più poteri agli amministratori e alle polizie locali e soprattutto più certezza della pena, visto che molti di coloro che bivaccano hanno già avuto segnalazioni e denunce. La Polizia municipale ha le armi spuntate e non possiamo neppure pensare di potenziarla visti i vincoli sulle assunzioni imposti dalla leggi attuali. Questo i cittadini devono saperlo" - questo il commento del Sindaco Flavio Tosi che ha chiesto alla Polizia municipale di incrementare i controlli con l'applicazione dell'unico strumento legale utilizzabile, il Regolamento di Polizia urbana.
INTERVENTO POLIZIA
Bivacco in Via Galliano   <br/>Sgombero della polizia

Bivacco in Via Galliano
Sgombero della polizia

La Polizia municipale è intervenuta nel vallo della cinta muraria di via Galliano dove è stato trovato un bivacco composto da due tende tipo igloo coperte da un ampio telo di nylon. Vi erano inoltre vari oggetti tra cui sedie, pentole, stoviglie e simili, con un focolare. Gli agenti non hanno rilevato la presenza di persone, ma ritengono che il bivacco fosse in uso a persone dedite all'attività di accattonaggio, anche simulato, essendo presenti stampelle e bastoni. Sul posto è intervenuta l'Amia, che ha provveduto a bonificare interamente l'area.
DOPO CESENA
Pavanel: Mi sembra di    <br/>rivivere lo scorso anno

Pavanel: Mi sembra di
rivivere lo scorso anno

"Finchè siamo stati supportati dalla condizione abbiamo fatto molto bene. Poi siamo calati notevolmente sul piano fisico e il Cesena ci ha punito. Mi pare di rivivere la situazione dello scorso anno quando siamo incappati in risultati negativi con Brescia e Udinese. Chiaro nulla è compromesso ma probabilmente dovremo rivedere qualcosa sotto il profilo tattico e di atteggiamento: partire meno forte e gestire più le energie potrà aiutarci a reggere fino al novantesimo. Abbiamo ancora il Viareggio sulle gambe e si sente" così Massimo Pavanel ha analizzato la sconfitta casalinga del Verona contro il Cesena che ha permesso ai romagnoli di portarsi a quota 29, più tre rispetto all'Hellas.
RADUNO
ROMA, TOSI SI DEFILA     <br/>''MA NESSUNA ROTTURA''

ROMA, TOSI SI DEFILA
''MA NESSUNA ROTTURA''

«La rottura dipende da chi la vuole, noi non la vogliamo. Abbiamo posto dei paletti in base allostatuto della Lega». Lo ha detto Flavio Tosi, ai giornalisti in piazza del Popolo a Roma, dove si svolge la manifestazione della Lega: il sindaco di Verona è fra i militanti lontano dal palco.Sulle modalità con cui la Lega si presenterà alla regionali in Veneto «lunedì ci si confronterà inconsiglio federale», ha detto Tosi, «poi - ha proseguito - sulle candidature e le liste deciderà il consiglio nazionale Veneto come stabilisce lo statuto. Se si resta su questa strada vabene, vedremo». Il leader della Liga Veneta ha quindi osservato che in questaprospettiva il sostegno al governatore uscente Luca Zaia non è in discussione, ma è fattibile una corsa senza alleati: «Con la lista della Lega e alcune liste civiche si vince - ha rispostoTosi ai giornalisti - anche perchè non dobbiamo sottovalutare il rischio dell’astensionismo».LA GIORNATA. Matteo Salvini non teme disordini per la manifestazione di oggi a Roma contro il governo Renzi. Il leader della Lega lo dice ai microfoni del Giornale Radio Rai, a poco più di un'ora dalla kermesse leghista in piazza del Popolo. Teme disordini? «Assolutamente no. Roma - spiega Salvini - è una città civile, una città stupenda, colorata, arrabbiata ma pacifica e conto che polizia e carabinieri possano fare tranquillamente il loro lavoro e oggi sia una giornata di festa».«Da Roma parte la sfida per conquistare il Paese». Lo dice Matteo Salvini, spiegando ai microfoni del Giornale Radio Rai il senso della manifestazione della Lega oggi nella Capitale. «E' la sfida a Renzi in casa sua. Renzi ha scelto i grandi, ha scelto Confindustria, ha scelto le Autostrade, ha scelto Marchionne, ha scelto le società di gioco d'azzardo e Equitalia, e oggi lanciamo la sfida dell'Italia dei piccoli, dei medi, degli artigiani, degli imprenditori e dei produttori».«Noi siamo a favore di un'Europa diversa - ha aggiunto - dove contino di meno le banche e più i cittadini e i piccoli imprenditori. Noi non siamo contro l'Europa, noi siamo contro questa Europa, contro questa moneta unica, contro questo pensiero unico; siamo per difendere il Made in Italy e alla fine saremo maggioranza, in Italia e in Europa».Ci saranno quattromila agenti delle forze di polizia per «proteggere» la manifestazione di oggi a Roma della Lega e tutelare il suo «diritto a manifestare». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, a margine dell’Assemblea nazionale dell’Udc. «Come è noto - ha detto Alfano - non condivido nulla di quello che dice Salvini, ma il suo diritto a manifestare è sacro, perchè è un importante pezzo della democrazia italiana».«Perciò - ha proseguito il ministro dell’Interno - proteggeremo il suo diritto impiegando 4 mila uomini delle forze dell’ordine, per impedire che chi vuole usare la violenza per interferire contro la manifestazione della Lega non possa poi farlo».
CAMPIONATO PRIMAVERA
PRIMAVERA: CHE ILLUSIONE    <br/>IL CESENA DILAGA (1-3)

PRIMAVERA: CHE ILLUSIONE
IL CESENA DILAGA (1-3)

Cade la Primavera del Verona dopo l'illusione del gol iniziale di Capelluzzo. La squadra di Pavanel passa per prima in vantaggio contro il Cesena con la rete del bomberino gialloblù al 10' del primo tempo, frutto di una netta superamazia. Supremazia che dura per tutta la prima parte della gara e per un pezzo del secondo tempo. Ma poi al 10' della ripresa il Cesena con Rafini trova il pareggio e a quel punto la squadra romagnola approfitta dell'evdiente calo gialloblù. Al 32' Venturini segna il 2-1 mentre al 37' Severini fissa il risultato sul 3-1. Squadra scaligera che perde dunque lo scontro diretto per il quinto posto e che paga, come era logico, lo sforzo fatto al Viareggio.HELLAS VERONA-CESENA 1-3Marcatori: 15' pt Cappelluzzo, 10' st Raffini, 32' st Venturini, 37' st Severini. HELLAS VERONA (4-2-3-1): Ferrari; Perini, Riccardi, Boni, Tentardini; Checchin (dal 13' st Rossi), Guglielmelli (dal 34' st Dagnoni); Bearzotti (dal 29' st Gilli), Speri, Miketic; Cappelluzzo.A disposizione: Nervo, Miron, Piccinini, Boateng, Danzi, Ocelka, Belkheir, Salvetti.All.: Pavanel.CESENA (4-3-3): Iglio; Venturini, Saporetti, Gabrielli, Fabbri; Zamagni, Ferretti (dal 5' st Maleh), Pierfederici (dal 46' st Sohumain); Dal Monte, Raffini, Severini.A disposizione: Carroli, Magrini, Bartolini, Maiorana.All.: Angelini.Arbitro: Maggioni di Lecco.Assistenti: Lombardi e Bassutti.NOTE. Ammonito: Cappelluzzo.
BUSSOLENGO
Sfondano la vetrata   <br/>Razzia da Euronics

Sfondano la vetrata
Razzia da Euronics

Alle due e mezza di questa mattina un fuoristrada, una Suzuki, ha sfondato la vetrina del negozio Euronics di Bussolengo. I ladri hanno in pochissimi minuti riempito borse di telefoni e tablet per poi scappare subito dopo. Ancora difficile stabilire l’entità del danno. Indagano i carabinieri di Peschiera che stanno visionando i filmati delle telecamere del negozio.
SERIE B
Montagne russe granata:       <br/>a Lanciano finisce 2-2

Montagne russe granata:
a Lanciano finisce 2-2

Spettacolare pareggio fuori casa per il Cittadella che a Lanciano si illude, spreca, viene raggiunto e superato ma rimedia un punto meritato.Succede tutto nel primo tempo.Per il Cittadella in avvio si mette benissimo con il rigore procurato da Kupisz e trasformato da Sgrigna al 2'. E al 16' i granata buttano via tre volte di seguito l'occasion per chiudere la gara. Pagandola cara, perché al 18' Piccolo dal limite beffa un Pierobon tutt'altro che impeccabile nel farsi tradire da un rimbalzo. Un altro pugno i minuti e al 24' il Lanciano passa in vantaggio con la girata di Thiam che, sugli sviluppi di un corner, non lascia scampo a Pierobon. Bravi però quelli di Foscarini a reagire e a raddrizzarla al 34' con un gran colpo di testa di Stanco.Nella ripresa il riscatto di Pierobon che in un paio di occasioni, letteralmente con un miracolo al 9', tiene in equilibrio la gara. Che poi va via via spegnendosi senza altre grandissime emozioni. Martedì la Tombolato scontro diretto contro il Varese.
L'ELOGIO DEL "SOLDATINO"
GOMEZ? E' IL SIMBOLO   <br/>DEL MIO VERONA

GOMEZ? E' IL SIMBOLO
DEL MIO VERONA

Mandorlini si è lasciato andare a grandi lodi per Juanito Gomez, forse in campo a Cagliari nonostante il problema muscolare. Un giocatore prezioso per il mister. Ha spiegato Mandorlini: "Il mio Juanito Gomez in questi anni è stato uno di quelli che ha fatto più gol di tutti, sa quando difendere e attaccare, è con noi da tanto tempo e conosce meglio di altri certe situazioni, è un giocatore universale. Gli attaccanti devono fare le due fasi, è questo quello che chiedo anche a Jankovic, Lazaros e Nico Lopez. In questo momento dobbiamo sacrificarci tutti e dare una mano in difesa. Abbiamo recuperato anche Rodriguez, mentre Moras si è allenato meno questa settimana, ha avuto qualche problema, vediamo domani. Obbadi? Può giocare davanti alla difesa ed essere un’alternativa a Tachtsidis, siamo contenti che stia sempre meglio. Ha già giocato con la Roma e credo sia pronto per scendere in campo dall’inizio. Un commento su Sala? Può giocare in tanti ruoli, ha un grande passo, sa dare geometria al gioco. Al di la di tutto è importante che sia sereno e che abbia recuperato. Incrociamo le dita, speriamo non ci abbandoni più".
VIGILIA DI CAGLIARI-VERONA
MANDORLINI: QUESTA E'    <br/>LA GARA PIU' IMPORTANTE

MANDORLINI: QUESTA E'
LA GARA PIU' IMPORTANTE

"Sarà uno scontro molto importante, una delle più importanti. Mancano ancora 14 partite alla fine del campionato, sarà un’occasione per distanziarci ulteriormente dalla terzultima, dobbiamo essere molto concentrati". Così mister Mandorlini alla vigilia della delicatissima partita contro il Cagliari. "Loro hanno cambiato qualcosa dal punto di vista tattico da quando al timone c’era Zeman, ma gli interpreti sono quelli. Hanno qualcosa da dimostrare per riallacciarsi le squadra davanti, domani cercheranno la loro occasione" ha spiegato il tecnico del Verona.La gara è anche una partite tra le difese peggiori del torneo: "I numeri vogliono sempre dire qualcosa, anche nel nostro caso la fase difensiva è da rivedere, anche se con la Roma siamo riusciti a tamponare un po’. Come dico sempre, ogni partita ha la sua storia, dobbiamo essere solidi, difendere meglio e attaccare come abbiamo fatto in alcuni frangenti nella sfida con la Roma. Dovremo dare tutto, cuore, testa e gambe. I ragazzi lo sanno bene, l’ho avvertito nelle dichiarazioni che hanno rilasciato in questi giorni".
CAGLIARI-VERONA
ULTIM'ORA: GOMEZ PARTE    <br/>MANDORLINI SPERA

ULTIM'ORA: GOMEZ PARTE
MANDORLINI SPERA

Gomez parte con la squadra. Lo ha detto Andrea Mandorlini in conferenza stampa. Il mister spera di recuperarlo per la gara contro il Cagliari. L'attaccante era stato fermato da un problema muscolare. Anche Moras, recuperato, è a disposizione.
SICUREZZA
Detenzione armi, serve   <br/>il certificato medico

Detenzione armi, serve
il certificato medico

Entro il 4 maggio 2015 chi detiene armi dovrà presentare il certificato medico di idoneità psicofisica alla detenzione; in pratica lo stesso certificato richiesto per il rilascio del nulla osta all'acquisto, previsto dall'art. 35 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. Lo stabilisce il decreto legislativo n. 121 del 29 settembre 2013, entrato in vigore il 5 novembre 2014, che ha introdotto diverse novità in tema di controlli per l'acquisizione e la detenzione di armi (bianche, da sparo o da fuoco). La certificazione dovrà attestare che il richiedente non sia affetto da malattie mentali oppure patologie che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti e psicotrope oppure abusare di alcol. Il certificato medico in questione dovrà essere rilasciato dal medico provinciale o dall'ufficiale sanitario (attualmente Asl) o da un medico militare. Sono esentati dall'obbligo di presentazione coloro che nei sei anni antecedenti l'entrata in vigore del decreto, abbiano già consegnato il certificato al momento della richiesta di una licenza di porto d'armi o di un nulla osta all'acquisto di armi. Le persone che entro la data di scadenza non avranno provveduto a consegnare il certificato agli uffici di Polizia o Carabinieri che avevano ricevuto le denunce di detenzione, riceveranno una diffida per la presentazione del certificato stesso. Se nei successivi 30 giorni la certificazione non sarà presentata, sarà avviato il procedimento finalizzato al divieto di detenzione. Il richiedente, sottoponendosi agli accertamenti, è tenuto a presentare un certificato anamnestico, rilasciato dal medico di fiducia, di data non anteriore a tre mesi. Il medico accertatore potrà richiedere, ove ritenuto necessario, ulteriori specifici esami o visite specialistiche, che saranno effettuati presso strutture pubbliche.Uffici competenti a ricevere la certificazione sono:- Per il territorio del Comune di Verona: Ufficio Armi della Questura - Per la provincia: i Comandi stazione Carabinieri competenti per territorio
POLIZIA
Furto negli spogliatoi     <br/>Virtus: caccia al ladro

Furto negli spogliatoi
Virtus: caccia al ladro

Nella serata di ieri gli Agenti della Squadra Volanti sono intervenuti a seguito della richiesta di soccorso di un atleta della squadra di calcio Virtus. Ad essere “visitato” è stato lo spogliatoio della Virtus in Via Bodoni dove un ladro, tra le 18.00 e le 20.00, approfittando del tempo dell’allenamento, si è introdotto senza farsi notare. Al loro arrivo, i poliziotti, iniziando le minuziose procedure di accertamento, hanno subito notato il vetro inferiore della porta di ingresso infranto, varco dal quale il ladro si deve essere appunto intrufolato. I poliziotti hanno potuto poi constatare quanto fosse stato sottratto, ovvero tre portafogli, due smartphone, un paio di scarpe nonché un giubbotto.Sono al momento in corso ulteriori indagini.
ARGOMENTO
Calzedonia a Padova   <br/>Giani: "Gara difficile"

Calzedonia a Padova
Giani: "Gara difficile"

Derby veneto per la Calzedonia Verona che domenica, ore 18.00, sfiderà Padova. Una gara importante per i gialloblù, una gara che metterà in palio tre punti pesanti per la classifica con i ragazzi di Andrea Giani spediti sempre più sulla strada per il quarto posto in classifica.Quella di Padova sarà una gara da non sottovalutare, contro la formazione più giovane del campionato che gode di un grande entusiasmo del pubblico patavino e arriva da due vittorie consecutive ma la Calzedonia, dopo sette vittorie nelle ultime otto gare, è sempre più consapevole delle proprie potenzialità. Nessun problema di formazione per Giani che probabilmente ritroverà in panchina anche Bellei, out nella sfida contro Monza mentre per il palleggiatore Manuel Coscione sarà una partita molto particolare perché festeggerà la quattrocentesima partita nella massima serie. Oltre 300 i tifosi scaligeri al seguito della squadra con un entusiasmo crescente partita dopo partita. Andrea Giani, tecnico gialloblù, ha dichiarato: “Il derby è una gara speciale. Sfidiamo una squadra che gioca bene, in un bell’ambiente davanti a tante persone, per cui dovremo fare una bella partita se vogliamo vincere. Dobbiamo esprimere qualità perché Padova è una squadra che non ti regala nulla; mi piace come giocano, hanno un allenatore bravo che li mette bene in campo. Sarà una partita non semplice, anzi, una partita difficile”.I gialloblù hanno come obiettivo di proseguire nella striscia di risultati positivi e buon gioco; la partita di Padova è un nuovo gradino da superare, Giani commenta: “Al di là della classifica, dobbiamo giocarla al massimo ed essere bravi a mettere in campo un grande spirito e un grande carattere”.Sulle quattrocento presenze di Manuel Coscione in Serie A, il tecnico aggiunge: “Significa aver fatto tantissimi campionati. Manuel, sta disputando una bellissima stagione. E’ un ragazzo che sta dando tantissimo a questo gruppo, in termini di gioco con le sue prestazioni e mi sta aiutando tantissimo a far crescere questi ragazzi. Devo fargli i complimenti perché ha un atteggiamento straordinario e poi sta giocando molto bene per cui le due cose sommate fa sì che per lui sia una stagione molto buona”
SERIE A
SPAREGGIO SALVEZZA      <br/>A CAGLIARI GARA DECISIVA

SPAREGGIO SALVEZZA
A CAGLIARI GARA DECISIVA

Il Verona è tra "color che stan sospesi". A metà tra l'inferno (la zona retrocessione) e il paradiso (la salvezza). Tre punti fanno la differenza. E mai come stavolta, tre punti (in più o in meno) segneranno il campionato e il futuro del Verona. DISTACCO. Vincere a Cagliari vorrebbe dire andare a più otto proprio dai sardi. Cioè, significherebbe scavare un solco profondissimo tra le ultime tre. Ed è chiaro che poi, il futuro sarebbe molto più roseo. Perdere, invece, vorrebbe dire l'esatto contrario. Permterebbe al Cagliari di rientrare (andrebbe a due punti dai gialloblù) e l'effetto panico che si scatenerebbe sarebbe devastante. GARA DELLA VITA. Per questo a Cagliari hanno alzato (giustamente) i toni del match. Questa è una gara della vita. Per loro, ma anche per il Verona che ha bevuto l'ottimo punticino con la Roma come un corroborante, ma che non è affatto guarito dai tanti mali che lo affliggono. Non completamente almeno. Anche se ci sono segnali di ripresa. PROBLEMI. Ma la settimana non è corsa via senza problemi. Altri due stop per problemi muscolari sono emersi all'orizzonte (Gomez e Saviola) sintomo che qualcosa davvero non ha funzionato nella preparazione di Mandorlini e del suo staff. Non sono solo i nuovi ad avere avuto problemi. Ma anche un fidato soldatino come Gomez, ormai con il mister da anni, e quindi abituato a questo tipo di preparazione. AGO DELLA BILANCIA. Quanto il contrattempo possa creare disagio in Mandorlini è evidente. Gomez è l'ago della bilancia a favore del 4-3-3 del mister e di quel tipo di gioco che l'allenatore richiede ai suoi con quei ripiegamenti sulla linea difensiva che creano la famosa "densità" a ridosso dell'area di rigore. Senza Gomez, potrebbe giocare lì Nico Lopez, tutt'altro tipo di giocatore, uno dei grandi "incompresi" della stagione. C'è anche Fernandinho che Mandorlini ha schierato subito pur senza preparazione, e che ora pare tornato tra i "fantasmi" della squadra.SETTI E LA MENTALITA'. Ma a prescindere dall'assetto e dagli uomini che scenderanno in campo a Cagliari, sarà più importante verificare che "spirito" avrà questa squadra o per dirla con Setti che "mentalità" avrà la squadra scaligera. Il nodo è tutto lì. Per una gara che, in un modo o nell'altro, sarà uno spartiacque di questo campionato.GIANLUCA VIGHINI
INCIDENTE
Frontale auto e moto,  <br/>chiusa via Volta

Frontale auto e moto,
chiusa via Volta

Disagi alla viabilità in tarda serata per un incidente che ha provocato la chiusura di via Volta dall'incrocio con via Cipolla fino all'intersezione con via Zamboni, subito prima della galleria.Lo stop al traffico si è reso necessario a causa di un incidente che ha coinvolto un'auto ed una moto; nello scontro frontale ha avuto la peggio il conducente della moto che è rimasto ferito, anche se le sue condizioni non sono apparse gravi.Soccorso dai sanitari del 118, il centauro è stato trasportato all'ospedale di Borgo Trento.Sul posto per il rilievi due pattuglie della Polizia municipale, che hanno avuto anche il supporto dei Carabinieri per presidiare la zona interdetta alla viabilità.
VERSO IL CAGLIARI
Rafael con la squadra    <br/>Out Gomez e Saviola

Rafael con la squadra
Out Gomez e Saviola

Ultimi allenamenti per il Verona prima della trasferta di Cagliari in programma domenica alle 12:45. Rafael ha ripreso a lavorare con il gruppo mentre Valoti, Saviola e Gomez hanno svolto sedute di fisioterapia. Giornata di scarico per Tachtsidis, Fernandinho, Marquez, Marques, Hallfredsson, Ionita e Obbadi. Domani la rifinitura a porte chiuse.
BENEFICENZA
Domenica in Bra le  <br/>colombe di Admor

Domenica in Bra le
colombe di Admor

Domenica 1 marzo tornerà in piazza Bra il gazebo Admor (Associazione Donatori Midollo Osseo e Ricerca) con l’iniziativa ‘Con una colomba doni la vita’. L’evento è stato presentato questa mattina a Palazzo Barbieri dall’assessore ai Servizi sociali Anna Leso insieme a Giovanni Cacciatori e Marta Bertini di Admor.Nel corso della giornata i volontari Admor, affiancati dai donatori di sangue AVIS, FIDAS, ASFA e dal Gruppo Alpini, saranno impegnati nella distribuzione delle colombe pasquali, prodotte in esclusiva dalla ditta Bauli.Il ricavato contribuirà a sostenere le numerose attività dell’associazione tra le quali l’assegnazione di 6 borse di studio, da 15 mila euro ciascuna, a giovani medici biologi e ricercatori che operano presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, a beneficio degli ammalati oncoematologici.“Admor svolge una preziosa attività sia sul fronte della sensibilizzazione che del sostegno alla ricerca medico scientifica – ha detto Leso – si tratta infatti di un’associazione che da sempre, in sintonia con le strutture ospedaliere, accoglie le richieste di aiuto dei malati. Oltre a ricordare l’invito a diventare donatori di midollo osseo – ha concluso l’assessore – propongo a tutti di sostenere le attività di Admor acquistando una colomba pasquale”.L’associazione Admor si occupa anche della ricerca nel mondo di donatori compatibili con ammalati adulti e bambini in attesa di trapianto di cellule staminali ematopoietiche, ricoverati presso l’ospedale di Borgo Roma. Admor ha inoltre parzialmente finanziato ( con una spesa di 37.500 euro ) il Day Hospital del Centro Trapianto Midollo Osseo per le cure post-trapianto, attivo dallo scorso settembre. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.admor.org
L'Opinione
ON AIR
20.02.2015
TgVeneto
ON AIR
28.02.2015
Rosso & Nero
ON AIR
27.02.2015
Padova in Diretta
ON AIR
27.02.2015
Verona in Diretta
ON AIR
27.02.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
22.02.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
23.02.2015
Vighini Show
ON AIR
26.02.2015
Alè Verona
ON AIR
16.02.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
23.02.2015
Alé Padova
ON AIR
16.02.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
26.02.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Palinsesto