• ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • BIANCOSCUDATI CHANNEL

    Ogni lunedì su Telenuovo Padova

    Quest'anno l'appuntamento è fissato per il lunedì: approfondimenti sul campionato del Padova, sulla partita, le intesviste, le polemiche. Con il vostro contributo tramite chiamate ed sms

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

PROBABILE FORMAZIONE
SALA TERZINO, GOMEZ   <br/>E JANKOVIC ALI

SALA TERZINO, GOMEZ
E JANKOVIC ALI

Ultima partita della stagione per il Verona di Mandorlini: una stagione vissuta fra alti e bassi, ma alla fine l'obiettivo della salvezza è stato raggiunto in anticipo. L'ultimo avversario al Bentegodi sarà la Juventus di Allegri, Campione d'Italia, che settimana prossima rischia di fare il "Triplete" se dovesse vincere la finale di Champions League contro il Barcellona. Rafael difenderà i pali, Agostini presidierà la fascia sinistra mentre Sala sarà ancora una volta adattato a destra. Moras e Rafa Marquez comporranno il pacchetto dei difensori centrali. A centrocampo oltre ai fedelissimi Tachtsidis ed Hallfredsson, ci sarà Obbadi: Greco e Lazaros dovrebbero partire dalla panchina. Davanti, a supportare il capocannoniere Toni, ci saranno Jankovic e Gomez. Siccome l'argentino non è in perfette condizioni fisiche, Fernandinho potrebbe giocare dal primo minuto. "Los conejos" Lopez e Saviola partiranno dalla panchina.Probabile Formazione Verona (4-3-3)Rafael; Sala, R.Marquez, Moras, Agostini; Obbadi, Tachtsidis, Hallfredsson; Jankovic, Toni, J.Gomez. All: Mandorlini
VERSO IL BENTEGODI
JUVENTUS, 22 CONVOCATI  <br/>ASSENTE ASAMOAH

JUVENTUS, 22 CONVOCATI
ASSENTE ASAMOAH

La Juventus ha fornito l'elenco dei convocati per la sfida contro il Verona: sono 22 i convocati da Massimiliano Allegri per la sfida in programma sabato 30 maggio alle 18 allo stadio Bentegodi. Questo l'elenco diramato dal tecnico al termine dell'allenamento di rifinitura sostenuto nel pomeriggio a Vinovo:1 Buffon3 Chiellini 5 Ogbonna 6 Pogba 7 Pepe8 Marchisio 9 Morata10 Tevez11 Coman14 Llorente 17 De Ceglie19 Bonucci 20 Padoin21 Pirlo 23 Vidal26 Lichtsteiner 27 Sturaro30 Storari32 Matri33 Evra37 Pereyra 42 Del Favero
CONFERENZA
MARAN: "MOMENTO PIU'    <br/>BELLO? VITTORIA DERBY"

MARAN: "MOMENTO PIU'
BELLO? VITTORIA DERBY"

"Momento più bello della stagione? Per il periodo, la vittoria del derby dell'andata con il Verona. Per questa stagione al mio Chievo do un bel 8 pieno. Tutto meritato per il grande lavoro di quest'anno". Rolando Maran è pienamente soddisfatto della stagione del Chievo, che domenica affronterà la Fiorentina.Settimana importante per il tecnico trentino, anche per il prolungamento contrattuale siglato fino al 2018 con opzione fino al 2020: "E' stata una settimana a livello personale molto importante. Abbiamo dato continuità ad un percorso iniziato insieme e questo mi riempie di orgoglio. Mi ha fatto molto piacere che la società abbia avuto così grande fiducia in me e per restare qui al Chievo anche a lungo. Questo mi dà comunque senso di responsabilità, anche perchè sappiamo bene che ogni anno il campionato nasconde un sacco di insidie".
SABATO AL BENTEGODI
VERONA-JUVENTUS:   <br/>CANCELLI APERTI DALLE 16

VERONA-JUVENTUS:
CANCELLI APERTI DALLE 16

In occasione della gara Hellas Verona-Juventus, in programma sabato 30 maggio (ore 18), i cancelli dello stadio Bentegodi apriranno alle ore 16.
ASSOLUZIONE
Parentopoli, Tosi:  <br/>Esponenti Pd si scusino

Parentopoli, Tosi:
Esponenti Pd si scusino

Credo che molti esponenti del Pd veronese, in primis Bonfante, D'Arienzo, Bertucco e La Paglia, dovrebbero scusarsi non con il sindaco di Verona ma con l'amministrazione comunale e con i direttori delle aziende partecipate dal Comune". Lo ha detto il sindaco di Verona, Flavio Tosi, commentando l'assoluzione dei d.g. degli enti partecipati, accusati di abuso d'ufficio per presunte assunzioni di favore nel processo della cosiddetta indagine "parentopoli". "Gli esponenti del Pd - ha spiegato Tosi - dovrebbero chiedere scusa a Cigolini, Voi e Zaninelli per averli strumentalmente accusati e condannati anzitempo su giornali, televisioni e radio per una presunta “parentopoli” che il Tribunale di Verona ha oggi dichiarato inesistente e dissolto nel nulla". "Imparino dal segretario nazionale del loro partito - ha aggiunto - a non cavalcare strumentalmente un giustizialismo da quattro soldi e ad essere un po' più garantisti: condannare o assolvere, in un paese democratico, è compito che spetta alla magistratura". "In questo caso il “malcostume” non era dei dirigenti delle aziende ma di chi ai giudici si è voluto sostituire per meri interessi di parte, offendendo la democrazia e dimostrando scarsa intelligenza" ha concluso Tosi.
MERCATO PADOVA
Petkovic verso il    <br/>rinnovo, si punta Favaro

Petkovic verso il
rinnovo, si punta Favaro

E' Lazar Petkovic il primo nome scritto sul taccuino di Fabrizio De Poli per il prossimo campionato del Padova in Lega Pro. Il direttore sportivo sta trattando con il procuratore Silvano Martina i dettagli del contratto del portiere, serbo, classe 1995. Comincia dunque dalla porta la costruzione della squadra del futuro. Petkovic peraltro dovrà sottoporsi tra qualche giorno ad un intervento di pulizia delle falangi dell'alluce del piede destro: un intervento di routine che lo terrà lontano dai campi per poco tempo senza la minima conseguenza sull'inizio della prossima stagione.Non c'è solo Petkovic negli obiettivi del diesse: sempre tra i portieri, è in prima fila il nome di Alessandro Favaro, attualmente alla Sacilese. L'estremo difensore, anch'egli classe 1995, si è messo in grande evidenza in tutto il campionato ma in particolare nelle due partite disputate contro il Padova in cui si è reso protagonista di parate molto difficili.
STATISTICHE
ALLEGRI, MAI UN PAREGGIO   <br/>CONTRO IL VERONA

ALLEGRI, MAI UN PAREGGIO
CONTRO IL VERONA

Numeri e curiosità: in 5 precedenti ufficiali, da allenatore, contro il Verona, Massimiliano Allegri non ha mai pareggiato con i gialloblù. Nelle sfide giocate al Bentegodi contro la Juventus, il Verona ha vinto 10 partite, ne ha pareggiate 12 e ne ha perse 8. Infine, Andrea Mandorlini, da tecnico, affronta la Juventus per la settima volta e finora il bilancio è questo: una vittoria per l'allenatore gialloblù, un pareggio e quattro sconfitte.
RISCHIO SQUALIFICA
VERONA-JUVENTUS:   <br/>12 DIFFIDATI

VERONA-JUVENTUS:
12 DIFFIDATI

In occasione di Hellas Verona-Juventus sono 7 i diffidati per i gialloblù (Hallfredsson, Lazaros, Martic, Nico Lopez, Pisano, Sorensen e Toni) e 5 per la Juventus (Vidal, Sturaro, Pereyra, Chiellini, De Ceglie).
CHIEVO
VERONELLO: OUT  <br/>RADOVANOVIC

VERONELLO: OUT
RADOVANOVIC

Penultimo allenamento settimanale a Veronello per i gialloblù che stanno preparando l'ultima sfida di campionato contro la Fiorentina che si giocherà domenica sera alle ore 20.45 allo stadio Artemio Franchi di Firenze. Non era a disposizione di mister Rolando Maran il centrocampista Ivan Radovanovic a causa del problema al ginocchio destro. Alessandro Gamberini e Anders Christiansen proseguono con il loro recupero dai rispettivi infortuni mentre Perparim Hetemaj ha svolto un lavoro differenziato.
BILANCIO
Galleria d'arte Moderna      <br/>Siamo a 250 mila

Galleria d'arte Moderna
Siamo a 250 mila

"E' come se da lì i veronesi si fossero riappropriati della loro città e i turisti avessero iniziato a conoscerla un po'".Da lì, dalla Galleria d'Arte Moderna di Palazzo della Ragione, e le parole sono quelle di Luca Massimo Barbero, direttore artistico del museo. Da lì. Un mueseo che ha da poco compiuto un anno di vita e che traccia adesso il suo primo bilancio. 250Mila visitatori, numeri del tutto lontani dalle previsioni iniziali, ben più modeste. Eppure la collezione forti e la collezione cariverona, un omaggio agli artisti veronesi, hanno avuto la capacità di affascinare i vistatori, il veronese e il turista. Senza provincialismiUna galleria sulla città, l'aveva da subito definita Barbero. E così sarà anche per il prossimo anno. Con altri omaggi a pittori veronesi del novecento. Uno su tutti Renato Birolli, uno dei più interessanti interpreti italiani dell'arte informale. E ci sarà un'altra costante, per la prossima stagione. Il coinvolgimento delle scuole. 150 classi e 3000 studenti negli ultimi dodici mesi sono entrati nella Galleria, alcuni di loro, dopo un concorso, hanno avuto la possibilità di esporre le proprie opere. Iniziativa che, viste le iscrizioni esaurite in un giorno solo, si ripeterà il prossimo settembre. Come si ripeterà la giornata in cui l'entrata sarà gratuita. Appuntamento per il 6 di settembre. E considerando che lo scorso 16 maggio, in occasione della notte dei musei, di ingressi ne sono stati contati 2900, sarà meglio, quel giorno, mettersi in coda per tempo. Anche perché, da settembre in poi, le cose saranno diverse. Con la confermata apertura degli scavi scaligeri che avranno l'ingresso proprio da cortile del tribunale, e con la decisione di creare una biglietteria unica per il centro di fotografia, torre e galleria, con possibilità anche di biglietto unico, i numeri potrebbero aumentare ancora. Anche perché Verona è una città, ha detto il direttore artistico, che per attrarre è sempre stato abituato ad usare la geografia. E che adesso però ha capito che usare anche la storia dell'arte non è poi tanto male.
CONFERENZA
MANDORLINI: "MI    <br/>DISPIACE PER SOGLIANO"

MANDORLINI: "MI
DISPIACE PER SOGLIANO"

“Riconfermarsi non è mai facile. È stato l’anno più difficile e personalmente quello più bello. Aldilà di tutti i discorsi siamo salvi. Sabato la Juventus verrà agguerrita, noi proveremo a fare bene, sarebbe bello chiudere la stagione con una prestazione positiva. Noi facciamo tifo per Luca Toni, non sarà facile fargli fare gol mai noi dobbiamo essere bravi ad aiutarlo”. Così Andrea Mandorlini alla vigilia della partita contro la Juventus.Pochi giocatori mancheranno all’appello: “Pisano non sta bene, e non sarà nemmeno convocato. Lui e Ionita non ci saranno, mentre Gomez ha recuperato. Se sta bene, per tutto quello che ha fatto, Juanito giocherà anche solo sessanta minuti, ma solo se sta veramente bene. L’impressione è che stia bene. Fares? Bisogna vedere come andrà la partita, è una partita un po’ complicata, se ci sarà tempo, modo e spazio avrà spazio.Non mancano parole per Sogliano: “Ci conoscevamo da tanto tempo, ai tempi di Ravenna, in questi tre anni abbiamo avuto un rapporto splendido non senza confronti. Mi dispiace che sia andato via, abbiamo condiviso tante cose, in tre anni siamo sempre usciti a testa alta anche quando non ci sono stati risultati positivi. Il mio futuro? Vedremo settimana prossima. Bigon? Non mi sento di dire niente, l’allenatore deve fare l’allenatore”.Infine non manca di ricordare le sfide del passato: “Speriamo di vendicare la campagna di Torino (la goleada dell’andata, ndr). Sono passate tante altre partite, loro hanno raggiunto il loro obiettivo, manca l’ultimo, quello più importante. Loro saranno carichi e vorranno far vincere la classifica cannonieri a Tevez. Ripetere il 2-2 dell’anno scorso? È stata una giornata fantastica, sarebbe bello ripetere l’anno scorso".
SENTENZA
Paternoster: Contento   <br/>per assoluzione Cigolini

Paternoster: Contento
per assoluzione Cigolini

"Esprimo grandissima soddisfazione per l’assoluzione del mio Direttore Generale Giampietro Cigolini relativamente alla nota vicenda di Parentopoli". Lo afferma in un comunicato il presidente di Agsm, Paolo Paternoster."La decisione dei giudici che hanno decretato che il fatto non sussiste - continua Paternoster - sta a testimoniare che il mio Direttore Generale ha sempre –e sottolineo sempre- agito nel massimo rispetto delle normative vigenti"."All’ingegnere Giampietro Cigolini, che reputo uno dei migliori manager che il sistemaVerona abbia a disposizione, vanno tutte le mie congratulazioni per quanto stabilito oggi" conclude il presidente di Agsm.
PROCESSO
Parentopoli: assolti,       <br/>il fatto non sussiste

Parentopoli: assolti,
il fatto non sussiste

Assolti perché il fatto non sussiste. E' la sentenza con cui stamani al Tribunale di Verona si è concluso il processo per la cosiddetta "parentopoli", che vedeva accusati di abuso d'ufficio per presunte assunzioni di favore i direttori generali delle principali società partecipate dal comune di Verona: Gianpietro Cigolini (per Agsm e Amia, rispettivamente multiutility del Comune di Verona e società che si occupa di igiene ambientale), Stefano Zaninelli (d.g. di Atv, la locale azienda trasporti) e Carlo Alberto Voi, direttore generale di Amt (azienda che si occupa della gestione dei parcheggi e della sosta). Il collegio giudicante, presieduto da Marzio Bruno Guidorizzi, ha assolto tutti gli imputati perché il fatto non sussiste. Il pubblico ministero, Valeria Ardito, aveva chiesto la condanna ad un anno e sei mesi per Cigolini, a un anno e 4 mesi per Zaninelli e a 8 mesi per Voi. L'indagine sull'assunzione di parenti e amici di parenti nelle aziende partecipate del Comune scaligero era sfociata nel rinvio a giudizio per i tre dirigenti pubblici e altri sette imputati, tra manager, presidenti e componenti dei Cda, per quest'ultimi il pm aveva già chiesto l'assoluzione al termine della sua requisitoria lo scorso 10 aprile.
QUI JUVE
ALLEGRI: "GIOCA TEVEZ,  <br/>TESTA SOLO AL VERONA"

ALLEGRI: "GIOCA TEVEZ,
TESTA SOLO AL VERONA"

"Domani abbiamo il dovere di giocare una bella partita, soprattutto per mantenere alta la tensione. Siamo in una buona condizione fisica e quindi domani bisogna andare a Verona non con la testa a Berlino, perchè non avrebbe senso, ma con la testa solamente a Verona perchè bisogna chiudere il campionato nel migliore dei modi". Tiene alta la concentrazione Massimiliano Allegri. Intervenuto in conferenza stampa il tecnico toscano vuole vincere anche l'ultima di campionato a Verona. Allegri non vorrà privare ai tifosi il duello Tevez-Toni: "Tevez domani giocherà perchè non ha giocato neanche sabato scorso e quindi domani avrà la possibilità di agganciare e superare Toni. Io credo che alla fine la classifica cannonieri la meriterebbero tutti e due per quello che hanno fatto durante questa stagione. Va un plauso a Toni perchè credo che un giocatore di 38 anni con grande professionalità, fare un'annata del genere, credo non sia da tutti".
LA SCHEDA DELL'ARBITRO
VERONA-DI BELLO: <br/>TRADIZIONE FAVOREVOLE

VERONA-DI BELLO:
TRADIZIONE FAVOREVOLE

Sarà l'arbitro Marco Di Bello a dirigere il match Hellas Verona-Juventus. Il direttore di gara è nato a Brindisi il 17 luglio 1981 e di professione è bancario. II suo esordio in Serie A risale al 12 aprile 2012, in occasione di Bologna-Cagliari (1-0). Sono 9 i precedenti del direttore di gara con l'Hellas Verona, 8 al Bentegodi: 5 le vittorie, 2 con la Salernitana, entrambe in Lega Pro, (2-1 il 10 aprile 2011 e 2-0 il 12 giugno 2011 nell'andata della finale play off), una con il Sassuolo (1-0 il 4 settembre 2011 in Serie B), una con il Modena (3-1 il 30 dicembre 2012) e infine con il Varese (2-0 il 9 febbraio 2013). Tre i pareggi, con Nocerina (1-1 il 21 ottobre 2011 in Serie B) e Sorrento (1-1 l'1 dicembre 2010 in Lega Pro). L'incrocio lontano dal Bentegodi risale al 3-3 di Crotone (30 ottobre 2012). Soltanto una scontiffa, in casa, con la Fiorentina (1-2 il 23 novembre 2014 in Serie A). In 76 presenze tra Serie A, Serie B e TIM Cup, il fischietto ha estratto 359 cartellini gialli, 8 cartellini rossi diretti e assegnato 19 calci di rigore.
SCALIGERA
MINIBASKET IN FESTA <br/>CON CAPITAN BOSCAGIN

MINIBASKET IN FESTA
CON CAPITAN BOSCAGIN

Festa col capitano. C’era anche Giorgio Boscagin giovedì pomeriggio al Centro Polifunzionale Don Calabria di via San Marco, a Verona, per la festa che ha visto protagonisti assoluti i bambini del Minibasket della Tezenis Verona alla presenza dei vari istruttori e del responsabile tecnico Dimitri Scolaro. Tanto divertimento, giochi e applausi nell’ultimo appuntamento dell’annata sportiva prima del rompete le righe e di darsi tutti appuntamento all’inizio della prossima stagione.
CLASSIFICA CANNONIERI
ICARDI LANCIA LA SFIDA   <br/>"VOGLIO BATTERE TONI"

ICARDI LANCIA LA SFIDA
"VOGLIO BATTERE TONI"

"La classifica cannonieri? Certo che voglio vincerla". Icardi vuole effettuare il sorpasso su Toni e lasciare dietro anche Tevez. Lo ha dichiarato su Inter Channel l'attaccante argentino dell'Inter che prima dell'ultima giornata è staccato di un solo gol dal capocannoniere Luca Toni, a pari merito con Tevez. "Toni ha quasi il doppio dei miei anni, ma ha dimostrato di essere ancora un grande attaccante. Farò di tutto per segnare contro l'Empoli domenica, dopo aver seguito la sfida anticipata tra lui e Tevez sabato. Per un giovane come me sarebbe un grande risultato vincere la classifica dei marcatori. Se penso alle reti che mi hanno annullato... Due solo domenica scorsa", ha concluso Mauro Icardi.
INCIDENTE
Schianto contro albero      <br/>muore ragazzo di 20 anni

Schianto contro albero
muore ragazzo di 20 anni

Aveva soli 20 anni il ragazzo che questa mattina, alle 5.45, è morto in un incidente stradale a San Giovanni Lupatoto in via della Pace. Patrick Cavazza, questo il nome della vittima, stava tornando a casa dopo il lavoro, faceva il barista, quando ha perso il controllo della sua Opel Corsa e si è schiantato contro ad un albero. A tradire il giovane, molto probabilmente, un colpo di sonno, visto che sull'asfalto non c'erano segni di frenata. Inutile l'intervento dei sanitari del 118, che non hanno potuto fare altre che constatare il decesso del 20enne. Sul luogo del dramma sono arrivati anche i Vigili del Fuoco e i carabinieri di San Bonifacio per i rilievi.
REGIONALI
Campagna elettorale,   <br/>chiude Salvini a Verona

Campagna elettorale,
chiude Salvini a Verona

L'ultimo colpo di fioretto della campagna elettorale in Veneto lo tirerà Matteo Salvini: il segretario della Lega e il suo candidato, Luca Zaia, chiuderanno i giochi questa sera a Verona, in 'casa' di Flavio Tosi, il sindaco che con l'uscita clamorosa dal Carroccio ha segnato fin dall'inizio la sfida per Palazzo Balbi. Formalmente una scelta non simbolica: Verona è l'unica città nella quale i due big leghisti non sono comparsi insieme ad un comizio. Salvini da solo vi è stato più volte nell'ultimo mese. Zaia, invece, nella città del rivale ha fatto solo una breve comparsa lunedì scorso, per un incontro con i candidati della liste che lo sostengono. Oggi, alle 21, la Lega farà gli appelli finali da Piazza Dante. Ma non ci sarà alcun derby. Tosi, che come gli altri candidati è stato impegnato nell'ultimo tourbillon di interviste tv e incontri nelle piazze, anticiperà la chiusura della sua campagna "da uomo libero" - come disse all'atto della discesa in campo alle regionali - ieri sera a Noventa Padovana. Anche qui si possono scorgere delle coincidenze, che però i diretti interessati negano. A Noventa c'è l'ufficio del comitato elettorale padovano di Tosi. Ma c'è anche la sede della Liga Veneta-Lega Nord, quella di cui è stato segretario fino alla 'cacciata' decisa da Via Bellerio. Anche senza Tosi, Verona sarà comunque particolarmente affollata stasera. Perchè mentre Zaia e Salvini parleranno da Piazza Dante, in Bra, nel salotto di fronte all'Arena, chiuderà la campagna anche Jacopo Berti, il candidato alla presidenza per il Movimento 5 Stelle. Quello di Berti sarà tutto meno che un comizio: più un happening che un incontro politico, con giochi, musica e intrattenimento. Dal catino dell'Arena, intanto, arriveranno in piazza le note di Albano e Romina Power, che torneranno a cantare insieme in Italia dopo 20 anni. Chiusura di campagna nella 'sua' Vicenza per Alessandra Moretti, che oggi ha terminato lo sfiancante tour elettorale nel quale ha toccato tutti i 579 comuni del Veneto. La candidata del centrosinistra ha dato appuntamento ai propri sostenitori venerdì sera in Piazza dei Signori, per quella che si preannuncia più come una festa che un comizio. Qualche parola di Moretti dal palco, e poi via agli spritz gratuiti con concerto finale del cantante Giuliano Palma. A quel punto i giochi saranno chiusi sul serio, e la sfida per la Regione la decideranno i 4.063.486 veneti chiamati alle urne.
DISINNESCO
Bomba all'ex Arsenale,     <br/>evacuati per 700 metri

Bomba all'ex Arsenale,
evacuati per 700 metri

In vista dell'operazione di dininnesco, in programma il1 4 giugno a Verona, della bomba risalente alla seconda guerra mondiale ritrovata all'ex Arsenale, il Comando dell’8° Reggimento Genio Guastatori Folgore di Legnago, a conclusione della verifica tecnica del raggio d’azione minimo indispensabile, richiesta dalla Prefettura per garantire la sicurezza della collettività interessata dalle operazioni di disinnesco, ha comunicato la misura di 700 metri di raggio dall’ordigno, come area da evacuare completamente. Questa zona, denominata "rossa", interesserà circa 30mila residenti che dovranno lasciare le loro abitazioni, compresi alberghi e case di riposo, situati nel centro storico e nel quartiere di Borgo Trento. In una seconda fascia, che va dal raggio di 700 a 1.000 metri (zona arancione) si potrà rimanere in casa ma, sempre per motivi di sicurezza, lontani da finestre, balconi e vetrate.
VERSO LA JUVE
PESCHIERA: PISANO  <br/>LAVORA A PARTE

PESCHIERA: PISANO
LAVORA A PARTE

Buone notizie da Peschiera: Mounir Obbadi e Rafael Marquez hanno risolto i loro piccoli problemi fisici e hanno svolto la seduta con il gruppo. Mentre continua per Eros Pisano il lavoro differenziato in palestra. Sempre assente Ionita: cure fisioterapiche per il moldavo. Nella seduta pomeridiana, il resto della squadra, agli ordini dell'allenatore Andrea Mandorlini, ha svolto riscaldamento, esercitazioni tattiche e partita.PROGRAMMA ALLENAMENTIVenerdì 29 maggio: seduta pomeridiana (ore 17) a porte chiuseSabato 30 maggio: Hellas Verona-Juventus (ore 18)
L'Opinione
ON AIR
29.05.2015
TgVeneto
ON AIR
29.05.2015
Rosso & Nero
ON AIR
29.05.2015
Padova in Diretta
ON AIR
29.05.2015
Verona in Diretta
ON AIR
29.05.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
24.05.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
24.05.2015
Vighini Show
ON AIR
29.05.2015
Alè Verona
ON AIR
25.05.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
26.05.2015
Alé Padova
ON AIR
25.05.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
28.05.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

Palinsesto