• ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:45

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

  • HELLAS MATCH

    Le partite del Verona in differita

    Telenuovo si è assicurata i secondi diritti dell'Hellas Verona e trasmette in differita la partita intera ogni settimana: appuntamento il lunedì dalle 23

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • POMERIGGIO HELLAS

    Ogni sabato dalle 14.45

    Anche quest'anno Telenuovo tarsmetterà in diretta tutte le gare della primavera dell'Hellas Verona..!

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Telenuovo

TGVERONA
17.09.2014
TGGIALLOBLÙ
17.09.2014
TGPADOVA
17.09.2014
TGBIANCOSCUDATO
17.09.2014
L'INVIATO DI STRISCIA A RBM
IL GRANATA JIMMY GHIONE  <br/>VERONA DA TEMERE

IL GRANATA JIMMY GHIONE
VERONA DA TEMERE

Jimmy Ghione, inviato di Striscia la Notizia e tifoso del Torino, è intervenuto ai microfoni di Radio Bellla & Monella, official radio Gialloblù. Ecco le sue principali dichiarazioni:Subito il dito nella piaga. Visto il gol di Immobile in Champions?Purtroppo sì, grazie per avermelo ricordato. L'ho scritto anche su Twitter: vendendo Cerci e Immobile Cairo ha preso Floris a La7. Scherzi a parte, ora abbiamo Amauri e Quagliarella, speriamo bastino per affrontare un Verona forte e quadrato.Che partita sarà Torino-Verona e come arriva il Toro?Conosco bene mister Ventura, siamo molto amici, andiamo in vacanze insieme. Ha fatto dei miracoli con molti giocatori e spero che riesca a plasmare la squadra a sua immagine e somiglianza. Peccato per l'avvio di campionato. Mi aspetto un Toro all'arrembaggio, anche se il Verona gioca bene. Toni è Toni, avete perso Iturbe e anche voi siete senza pezzi importanti ma avete una bella squadra. Torino e Verona sono accomunati dal doversi giocarci ogni domenica la tranquillità.Mandorlini e Ventura, così diversi, così simili.Sono entrambi anti-divi per antonomasia. Ma ci sanno fare con il calcio. Non parlano molto e Giampiero da ligure è pure tirchio nelle dichiarazioni, troppo ermetico, glielo dico sempre. Mandorlini "m'inquieta" con quel volto rassicurante per i propri giocatori ma duro per gli avversari. Sta sempre sul pezzo. Attenzione, non voglio essere ruffiano: spero che il Toro vinca, assolutamente.Ok, ma come finisce la partita di domenica?Difficile parlare del Torino dopo questo avvio difficile: con l'Inter poteva vincere ma non lo ha fatto, con la Samp ha perso male. Non ho mai azzeccato un pronostico e credo sempre sia difficile perché i granata sono capaci di tutto e il contrario di tutto. Però ci provo: un pareggio, ma preferirei una vittoria che di certo non sarà "scaccia-crisi" perché siamo alla terza, ma farebbe bene alla classifica.Osservato speciale Gialloblù?Nico Lopez mi spaventa. Saviola pure. Alla fine sarà dura contenere i tanti giocatori vogliosi di fare bene. Il Torino non ha grandissimi campioni ma può contare sui sudamericani, come Martinez, che possono fare bene. Sono giovani e ancora “crudi”, non affidabilissimi. Sarà bello vedere una partita tra giocatori con tanta voglia di mettersi in mostra.Redazione "Questo è il Verona", per info scrivere a:hellas@belllaemonella.it
HELLAS VERONA
ABBONATI: SI CHIUDE   <br/>A QUOTA 14104

ABBONATI: SI CHIUDE
A QUOTA 14104

Si chiude a quota 14.104 la campagna abbonamenti del Verona dopo la riapertura straordinaria voluta dalla società. È il quinto risultato di sempre, appena dietro alla quota raggiunta nel 1987-88 di 14.143 abbonati.
PROTESTA
La Lega marcia   <br/>su Palazzo Chigi

La Lega marcia
su Palazzo Chigi

Alla vigilia del voto sull’indipendenza scozzese, laLega Veneta chiede che sia data voce anche ai cittadini veneti. C’erano tutti i parlamentari del territorio - e non solo - questa mattina davanti a Montecitorio per una simbolica “marcia su palazzo Chigi”, con bandiere col Leone di San Marco, striscioni, magliette e cartelli. Hanno chiesto “libertà di parola per il popolo Veneto”, polemizzando “con un governo che vuole soffocare la voce dei cittadini”. Il riferimento è alla decisione, assunta dal consiglio dei ministri l’8 agosto scorso, di impugnare la legge regionale sul referendum consultivo, deliberata da palazzo Balbi. “Il futuro dei veneti nelle mani dei veneti”, dicevano gli striscioni esposti. Unica la voce degli eletti territoriali del Carroccio. In corteo, allamanifestazione di questa mattina, il segretario della Liga Veneta e sindaco di Verona Flavio Tosi, con i deputati Matteo Bragantini, Filippo Busin, Roberto Caon, Marco Marcolin ed Emanuele Prataviera e i senatori Raffaela Bellot, Patrizia Bisinella, Emanuela Munerato, Erika Stefani, Paolo Tosato. In delegazione anche molti altri colleghi del Nord, che sposano la causa. “Il governo sta dimostrando di avere paura della volontà del popolo e sta di fatto privando i nostri cittadini della libertà di scelta democratica”, hanno detto i parlamentari leghisti. Per il Carroccio la consultazione s’ha da fare, al di là dei veti governativi: “Ogni anno regaliamo a Roma 21 miliardi di tasse, che non ritornano sul nostro territorio, Roma ci sta dissanguando. Chiediamo, come altre regioni italiane, di poter conservare il nostro gettito e di poter decidere il nostro futuro”. Ma le ragioni del referendum oltre che economiche, sono anche identitarie e culturali: “La bandiera del Leon è simbolo di 1.400 anni di storia, non sarà il Renzi di turno a soffocare la voce di un popolo che ha un passato comune e radici inossidabili”.
PROTESTA
Crisi ortofrutta    <br/>Coldiretti si mobilita

Crisi ortofrutta
Coldiretti si mobilita

“Meglio italiano, scelgo Veneto”. E' il tema della mobilitazione voluta fortemente da Coldiretti sulla crisi dell'Ortofrutta veronese. Nel pomeriggio infatti davanti alla prefettura in Piazza dei signori si sono ritrovati numerosi imprenditori agricoli in fermento dopo l'embargo russo che sta mettendo in seria difficoltà i produttori. A tutto questo si aggiunge poi il blocco degli aiuti europei previsti per le imprese che esportano in Russia. Una situazione che sta diventando giorno dopo giorno davvero insostenibile. L'invito da parte di Coldiretti è quello di consumare esclusivamente ortofrutta locale: a tal proposito gli agricoltori hanno distribuito mele tradizionali provenienti dai frutteti veronesi. Proprio le mele infatti stanno vivendo una crisi senza precedenti.E anche Agrinsieme questa mattina ha denunciato la situazione facendo presente che si sono avverati i peggiori timori che erano stati pronosticati tra la rabbia e lo sgomento dei produttori. La volontà di fare un'azione forte deriva anche dal momento devastante che sta vivendo il mercato dell'Ortofrutta con gravi perdite in termini occupazionali e di imprese impiegate, non solo agricole. Agrinsieme pertanto vorrebbe sensibilizzare i consumatori all'acquisto della frutta venduta sugli scaffali a dieci centesimi in più per poter sostenere i produttori e avere la garanzia di un prodotto genuino e del territorio.
VIOLENZA
Due ultras in carcere     <br/>per rapina e lesioni

Due ultras in carcere
per rapina e lesioni

Un gruppetto di facinorosi e violenti a rovinare la festa, ovvero la prima partita del Verona al Bentegodi contro il Palermo, lunedi' sera. Tutto bene sul fronte sicurezza, come ha riferito il questore Gagliardi, nessuno scontro tra tifoserie ma, ecco la nota dolentissima, un fatto brutto accaduto prima dell'incontro. Tre professionisti, un sardo e due campani, a Verona da tempo per lavoro, aggrediti senza motivo da 7-8 ragazzi che, come documentano le immagini delle telecamere esterne allo stadio analizzate dalla Digos, si sono avvicinati ai tre chiedendone la provenienza : picchiati perche' meridionali, riferiscono gli inquirenti, strappati dalle loro mani i biglietti regolarmente acquistati per assistere alla partita dell'Hellas. I tre malcapitati hanno presentato denuncia ieri in Polizia e le indagini sono state subito avviate. Testimonianze e la visione di materiale filmato per individuare i responsabili. E cosi' in poche ore per rapina aggravata e lesioni sono finiti in carcere un elettricista 25enne che vive in provincia e un 21enne di Verona, entrambi gia' “daspati” per precedenti episodi. Ora, secondo le piu' severe disposizioni in tema di violenza negli stadi, rischiano ulteriore Daspo, dai 5 agli 8 anni in cui dovranno star lontano dalle partite di calcio. La polizia sta risalendo anche all'identita' degli altri componenti del gruppo di aggressori
FUNERALI
Addio a Giulia e Sonia      <br/>'Un giorno ci rivedremo'

Addio a Giulia e Sonia
'Un giorno ci rivedremo'

Un dolore senza fine. Inconsolabile. Impossibile da descrivere per la mamma e il papà di Giulia De Mori. Perchè in fondo, sopravvivere al proprio figlio è innaturale, inconcepibile. Tutta la comunità di Trevenzuolo stamattina si è stretta intorno a loro, e al piccolo Lorenzo, fratello di Giulia, per l'ultimo saluto alla 19enne, morta nella notte tra domenica a lunedì in un terribile incidente stradale a Povegliano, sulla Provinciale 24. Insieme a lei, a perdere la vita anche Sonia Zanca di Bonferraro, anche lei 19 anni, il cui funerale è stato celebrato oggi pomeriggio a Bonferraro. Unite come sorelle nel cammino di tutti i giorni, legate nella morte. Una cerimonia straziante nella chiesa di Trevenzuolo, stipata in ogni ordine di posto, con molti amici costretti a salutare Giulia da lontano. La domanda che si ripete durante la celebrazione è sempre la stessa: perché?Ma la risposta non c'è. Ci sono solo le testimonianze degli amici che con la voce distorta dal dolore e il viso segnato dal pianto, ricordano la voglia di ballare di Giulia, la sua voglia di cantare a squarciagola, incurante degli sguardi altrui. Testarda, sempre alla ricerca di un abbraccio, una personalità vulcanica. Parole che spingono verso un conforto ancora impossibile da abbracciare.Usano le parole di una canzone dei Modà, gli amici di Giulia. Probabilmente il suo gruppo preferito. Ci aspettiamo ancora di vederti arrivare, dicono tra i singhiozzi. Hai sempre fatto festa, ti sei sempre divertita, continua a farlo, noi lo faremo con te. Nonostante questo vuoto immenso, indescrivibile. Ciao....semplicemente ciao...
IN DIRETTA ALLE 19.25
STASERA AL TGB: SAVIOLA      <br/>TAXI E IL TURN OVER

STASERA AL TGB: SAVIOLA
TAXI E IL TURN OVER

Un collegamento speciale con il giornalista argentino Daniel Martinez, corrispondente per l'Italia di Espn America per scoprire chi è Saviola, il fuoriclasse arrivato qualche settimana fa in riva all'Adige. Un servizio su Tachtsidis che ha ammesso di non essere ancora al 100 per 100. E il turn-over di Mandorlini viste le tre gare di fila della prossima settimana. Sono gli argomenti principali del Tgb live di stasera in onda alle 19.25 su Telenuovo.Come sempre la possibilità di interagire in diretta con Gianluca Vighini e Luca Fioravanti tramite whatsapp ed sms (334 1507050) e con le telefonate (045 8054328).Ecco i titoli di questa sera:- Arriva un tour de force e Mandorlini pensa al turn over. Ci sarà spazio anche per Lopez e Saviola- Tachtsidis non si piace: posso fare molto più di così- Alla scoperta di Saviola: il giornalista argentino di Espn Martinez ci fa conoscere il fuoriclasse del Verona- La seconda vita di Maxi Lopez: dai tweet contro la ex moglie Wanda Nara al gol scaccia crisi di Napoli
INDAGINI
Tatuaggi sul corpo    <br/>dell'uomo annegato

Tatuaggi sul corpo
dell'uomo annegato

Il 17 luglio, a Verona in Località Boschetto, era stato rinvenuto sulle rive del fiume il cadavere di un uomo di razza caucasica, dell’età apparente non inferiore a 50 anni, dell’altezza compresa tra i 1.65 e 1.75 cm.Sul corpo, privo di indumenti, erano evidenti tre tatuaggi: sulla testata omerale destra è raffigurato un pesce tipo carpa-koi contornato da disegni vari, sulla testata omerale sinistra un esteso tribale e sull’avambraccio sinistro la scritta in corsivo “Jonut”.In attesa di ulteriori accertamenti in corso da parte del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, chiunque riconoscesse le immagini dei tatuaggi è invitato a rivolgersi agli uffici della Questura per fornire ogni utile indicazione.
FESTIVAL
Bonazzi è la regina   <br/>europea del gelato

Bonazzi è la regina
europea del gelato

Dai trionfi in mountain bike a quelli con cono paletta. Giovanna Bonazzi è il miglior Maestro Gelatiere d’Europa grazie al gusto “Sbrisolona del 12 Apostoli con Recioto Bianco”. Prima donna a trionfare al concorso, Giovanna Bonazzi è titolare con il marito della gelateria "La Parona del Gelato", a Parona di Valpolicella. Una donna di ferro che non è al primo grande traguardo internazionale. Agli onori della cronaca è conosciuta infatti anche grazie al titolo di campionessa mondiale di montauin bike, specialità discesa.La stessa grinta da biker, insieme a tanta passione e creatività nell’arte gelatiera, l’ha messa anche nel gusto dedicato al famoso dolce tradizionale veneto nella versione del ristorante di Verona “12 apostoli”. Un risultato unico nel panorama della gastronomia italiana visto che la stessa Bonazzi al Gelato Festival Verona di poche settimane fa, aveva vinto la tappa mettendo d’accordo giurie tecnica e popolare, anche in questo caso caso ad oggi unico per la manifestazione.“Sono venuta a Firenze per vincere con un gusto che fosse il simbolo della mia terra, ha spiegato Giovanna Bonazzi, per questo ho abbinato uno Zabaglione con Sbrisolona sapientemente realizzata e Recioto bianco di Ca’Rugate, coperta di mandorle su cui ho vaporizzato dell’altro recioto. Il gusto, una delizia per gli occhi, il palato e anche l’olfatto, è nato dopo una ricerca tra prodotti e ingredienti del territorio capaci di far da base ad un gelato davvero originale ma in linea con la tradizione dei sapori del Veneto”, ha sottolineato la gelatiera. “Sono stata premiata perché ad ogni visitatore del festival che ha assaggiato il mio gusto ho spiegato l’idea e l’origine del gelato che stavano degustando”.A far da cornice alla vittoria della Bonazzi un piazzale Michelangelo gremitissimo che ha accolto la finalissima europea di Gelato Festival 2014 con migliaia di persone. Fiorentini e turisti hanno risposto in massa al percorso che dava la possibilità di assaggiare gusti innovativi e realizzati a base di prodotti tipici di tante regioni d’Italia. Dietro la Bonazzi al secondo posto si è classificato Giampiero Burgio con I’David, al terzo Francesco Mastroianni con Cuore di Brontolo. In gara ben 17 maestri gelatieri, di cui sei toscani, che avevano vinto le tappe del tour 2014 iniziato a maggio. Con Firenze si chiude il festival, quest’anno divenuto internazionale che ha toccato dieci città italiane e tre europee (Amsterdam, Norimberga e Nizza) per promuovere storia, cultura e innovazione del gelato italiano di alta qualità. Da segnalare la presenza di ben tre donne tra i 17 finalisti, segno che nell’arte gelatiera italiana il mondo femminile ha sempre meno bisogno di quote rosa: oltre la Bonazzi le altre due maestre gelatiere in gara erano Ilaria Scarselli di Fucecchio con il gusto L’Olandese e Aroa Monge di San Cesareo in provincia di Roma con il gusto Uva fragola alla Crema Catalana.
FUNERALE
Trevenzuolo in lutto   <br/>per l'addio a Giulia

Trevenzuolo in lutto
per l'addio a Giulia

Chiesa gremita a Trevenzuolo, questa mattina, per i funerali di Giulia De Mori, la 19enne morta nella notte tra sabato e domenica nell'incidente a Povegliano costato la vita anche all'amica e coetanea Sonia Zanca.La chiesa parrocchiale non è riuscita a contenere tutti gli amici accorsi per stringersi attorno alla famiglia di Giulia: c'erano gli ex compagni dell'Istituto "Bolisani" di Isola della Scala, dove in luglio Giulia aveva conseguito il diploma di maturità; gli insegnanti e la comunità di Trevenzuolo, con il sindaco.In paese, proprio di fronte alla casa della ragazza, da poco è andato a vivere il 22enne che era alla guida dell'auto toccata dalla Bmw condotta da un commercialista di Povegliano, che secondo le prime ricostruzioni dei Carabinieri ha invaso la corsia opposta per evitare di investire un gatto.L'uomo al momento è l'unico indagato dalla Procura, che ipotizza l'acusa di omicidio colposo.Invece oggi alle 16 saranno celebrati i funerali di Sonia Zanca, che viveva nella frazione di Sorgà.Sempre nel pomerigigo, alle 15, anche Monteforte d'Alpone si fermerà per l'ultiomo saluto a Valeriano Bolla, il 26enne morto la sera di venersì scorso in sella alla sua moto a poca distanza da casa.
FURTO
Rubano rame, condannati   <br/>ma tornano in libertà

Rubano rame, condannati
ma tornano in libertà

Dopo il furto in appartamento di domenica sera, sventato dalla Polizia, con principale bottino una grossa pentola di rame, l'“oro rosso” è tornato di nuovo protagonista di un nuovo colpo avvenuto questa notte.Come in molti altri casi, fondamentale è stata l’attenzione ed il senso civico di un residente di Via Astico che, notando intorno alle 4 dei movimenti sospetti in strada, si è rivolto prontamente al 113. In particolare, era stato avvistato un individuo che, con dei tubi in spalla, presumibilmente rubati, faceva la spola tra due palazzi.Giunti sul posto e seguendo le indicazioni che il residente continuava accuratamente a fornire tramite la Sala Operativa, gli agenti delle Volanti hanno cominciato a setacciare l’isolato ed in pochi istanti sono riusciti ad scovare un primo ladruncolo, nascosto tra le sterpaglie incolte del cantiere edile e con addosso una minima parte della refurtiva, mentre il complice è stato rintracciato poco dopo, celato tra i cespugli dei giardini del condominio attiguo al cantiere, insieme al resto del rame rubato.Dopo aver recuperato l’ingente quantità di rame trafugato, approssimativamente intorno ai 5 quintali, e aver perquisito l’auto utilizzata dai ladruncoli, una Range Rover con targa irlandese, gli Agenti hanno tratto in arresto due rumeni senza fissa dimora, rispettivamente di 34 e 44 anni.Nel giudizio per direttissima di questa mattina, ai due rumeni sono stati applicati 1 anno e 4 mesi di reclusione e 600 euro di multa, pena sospesa.
NUOTO
Pellegrini e nuovo coach <br/>'Ben vengano i gufi'

Pellegrini e nuovo coach
'Ben vengano i gufi'

"Ben vengano i gufi, portano fortuna". Federica Pellegrini risponde con un sorriso di sfida a chi aspetta al varco lei e Matteo Giunta, l'allenatore al quale si è affidata dopo la separazione annunciata ieri dal francese Philippe Lucas. "E' sempre così, ogni volta che scendo in acqua c'è una parte che spera di vedermi andar male - ha detto la campionessa di nuoto -. Ma i gufi portano fortuna, spero ce ne siano sempre più". "Quello da Lucas non è stato un divorzio, una brutta parola usata in molti titoli - ha poi precisato l'olimpionica e primatista mondiale dei 200 stile libero -. E' meglio avere un allenatore presente 24 ore al giorno, di fatto Matteo lavora con me da due anni. A molti scoccia che a 32 anni sia più bravo di molti altri, ma in Italia è sempre così". "Adesso mi concentro sui 200 stile libero, per migliorare ogni aspetto tecnico. E' la mia gara, quella della prima medaglia ad Atene 2004 e molte altre, mi fa sentire me stessa", ha chiarito la Pellegrini, che invece prende le distanze dalla querelle fra il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e quello della Federnuoto, Paolo Barelli. "Sinceramente non voglio entrarci. Io sono del circolo Aniene, presieduto da Malagò - ha tagliato corto -. Di sicuro ho subito molte ingiustizie nella mia carriera, ma non è il momento per parlarne".
CASO SCHWAZER
Pellegrini: Sul doping <br/>ci vuole tolleranza zero

Pellegrini: Sul doping
ci vuole tolleranza zero

"Tolleranza zero con chi si dopa, spero li mettano dentro tutti e buttino via la chiave, perché noi ci facciamo un sedere così...". Federica Pellegrini prende posizione e non ha dubbi su cosa avrebbe fatto al posto di Carolina Kostner, quando il suo ex fidanzato Alex Schwazer è stato trovato positivo prima della marcia di Londra 2012. "Se fosse capitato a Filippo lo avrei mollato molti mesi prima", ha detto l'olimpionica di nuoto, testimonial assieme al fidanzato Magnini del videogioco Drive club. "Mi spiace per lei e per lui - ha detto ancora la Pellegrini, riferendosi a Kostner e Schwazer -. Ho visto la conferenza stampa di Schwazer, credo che la sua sia stata una debolezza personale, forse non riusciva a tornare ai suoi livelli e questo è difficile da accettare per ogni atleta". "Però - ha aggiunto - io non tollero il doping, né in generale le scorciatoie nella vita: io non potrei stare con una persona che si dopa". A proposito della reperibilità richiesta agli atleti per i controlli antidoping, Pellegrini ha spiegato di avere "sul cellulare un allarme ogni sera alle 22, per compilare la location form". "Una volta può capitare di dimenticarsi, forse due, ma tre diventa difficile - ha detto, prima del lancio di Drive club, presentato come il primo videogioco social di gare automobilistiche -. Io ho sempre creduto nello sport pulito e mi spiace vedere che il doping dilaga anche nel nuoto".
SCUOLA
Fracastoro, arriva    <br/>il libretto con sponsor

Fracastoro, arriva
il libretto con sponsor

Per combattere i tagli imposti dal ministero il liceo scientifico di Verona "Girolamo Fracastoro" ha 'noleggiato' la quarta di copertina del libretto scolastico a uno sponsor. Così sul tradizionale quadernetto delle comunicazioni scuola-famiglia campeggia ora un colorato pollo ammiccante che pubblicizza uno snack. Gli studenti se lo sono ritrovati tra le mani al primo giorno di scuola ma il consiglio d'istituto era già stato da tempo informato dell'iniziativa. "Ci ha permesso - spiega il preside del Fracastoro Tiziano Albrigi - di ridurre da 180 a 150 euro, il contributo 'volontario' che ogni famiglia deve versare alla scuola. Non l'ha fatto nessun altro".Lo sponsor è stato presentato dal genitore di uno studente, un padre che lavora nell'azienda, veronese, selezionata. "Non sarà un intervento culturale - conclude il preside - ma era una possibilità da cogliere".
IL DIFENSORE IERI SERA A SKY
MORAS: QUANTO E' FORTE       <br/>RAFA MARQUEZ!

MORAS: QUANTO E' FORTE
RAFA MARQUEZ!

"Saviola? Nessun calciatore troverà difficoltà a entrare nel nostro gruppo. La verità è questa, lui è un bravo ragazzo. Rafa Marquez? Non ho niente da dire, è il compagno più forte con cui ho giocato in difesa. Con lui ti senti più sicuro, ti mette tranquillità durante la partita. E' un leader, dobbiamo dirlo, parla anche la carriera di questo calciatore".Parole dolci come il miele quelle di Moras, ospite ieri sera di Sky, nella trasmissione di Bonan e Di Marzio "E' sempre calciomercato".Il difensore del Verona ha parlato anche della malattia che ha colpito il fratello. Ha spiegato: "La vicenda di mio fratello Dimitris? Adesso lui sta bene, i segnali sono molto positivi. Ci vuole ancora un po' di tempo, dal primo giorno avevamo il giusto atteggiamento, quello ci ha aiutato ad affrontare tutto al meglio. E' difficile spiegare quei momenti, perché non pensi mai di poter arrivare a una situazione che mette in pericolo la tua vita. Dal momento che la notizia è arrivata siamo stati tutti uniti, e appena ho saputo di essere compatibile al 100% siamo stati tutti contenti. Dovevamo fare subito il trapianto, dopo il Mondiale sono andato in Australia a farlo, era l'unica cosa che dovevamo eseguire. Ho sempre tenuto privata la notizia, la storia andava avanti da marzo e la società lo sapeva. L'ho fatto perché volevo dare un segnale, chiunque può fare un trapianto se è donatore, è una cosa semplicissima e puoi salvare una vita. C'è un piccolo prelievo del sangue, sei collegato per 4 ore ad una macchina, e nella stessa stanza si trova la tua famiglia. Ora mio fratello rimarrà in Australia per un anno, speriamo di vederlo tornare. Ho ricevuto tanti messaggi di solidarietà, anche da persone afflitte dalla stessa malattia. Devono capire che tutto parte da loro e non da noi, che vediamo la situazione da dietro le quinte. Sono persone che devono stare bene, non mollare mai perché sono loro a darci la forza, e non viceversa".
STANGATA SUI BIANCOSCUDATI
Giudice sportivo, 2.500    <br/>euro di multa e diffida

Giudice sportivo, 2.500
euro di multa e diffida

Il giudice sportivo ha sanzionato la Biancoscudati Padova con 2.500 euro di multa e la diffida. Il motivo? Semplice (si fa per dire): alcuni tifosi si sono resi protagonisti domenica, nella prima trasferta al seguito della squadra a Montebelluna, di alcune intemperanze. Precisamente hanno "in campo avverso, prima dell'inizio della gara e durante il primo tempo, lanciato sul terreno di gioco e sul campo per destinazione materiale pirotecnico (4 fumogeni e 2 petardi). I medesimi sostenitori hanno poi lanciato all'indirizzo di un guardalinee 3 bottigliette di plastica piene d'acqua, una delle quali lo ha colpito al polpaccio sinistro".
ALLENAMENTI BIANCOSCUDATI
Padova, doppia seduta <br/>di allenamento

Padova, doppia seduta
di allenamento

Il Padova ha ripreso ieri mattina ad allenarsi ai campi sportivi della Guizza per preparare la sfida di domenica prossima all'Euganeo contro il Mori Santo Stefano. Oggi l'allenatore Carmine Parlato ha previsto doppia seduta (al pomeriggio l'inizio è fissato per le 15). Ultimi giorni utili per i tifosi, entusiasti per l'inizio a tamburo battente della squadra (2 vittorie nelle prime due partite), per sottoscrivere l'abbonamento: a ieri sera le tessere staccate erano 2.449. Si punta a sfondare quota 3.000.
IL CALENDARIO
TRE GARE IN SETTE GIORNI    <br/>SARA' TURN OVER

TRE GARE IN SETTE GIORNI
SARA' TURN OVER

Tre gare in sette giorni. Il calendario impone al Verona il primo tour de force della stagione. Domenica sera (ore 20.45) i gialloblù saranno impegnati contro il Torino. La squadra di Mandorlini ritroverà l'ex Ventura e una squadra che fino ad oggi non ha brillato dopo la cessione di Cerci. Ma le insidie sono dietro l'angolo. L'anno scorso ne uscì un 2-2 molto spettacolare.Poi sarà la volta del Genoa nel turno infrasettimanale: Verona impegnato al Bentegodi contro i rossoblù di Gasperini il 24 settembre. Ma la gara più difficile è in programma sabato 27 (ad appena tre giorni da quella contro il Genoa) contro la Roma all'Olimpico. Si gioca alle 18.Logico che il mister stia pensando ad un turn-over in vista di queste sfide. "Sicuramente ci sarà spazio per tutti" ha spiegato Mandorlini a cui le soluzioni di certo non mancano. Certo, conoscendolo alcuni uomini saranno inamovibili. Pensare ad un'Hellas senza Toni, per esempio pare dura. Ma sicuramente si vedranno in campo Saviola e Nico Lopez, magari anche con un modulo inedito (le due punte?).
L'INVIATO DELLA GAZZETTA DELLO SPORT
LONGHI: PALERMO MERITAVA    <br/>PAREGGIO, MARQUEZ...

LONGHI: PALERMO MERITAVA
PAREGGIO, MARQUEZ...

"Non è stato un gran Verona. Ma sono tre punti preziosi. Il Palermo, probabilmente, meritava di pareggiare". Così l'inviato della Gazzetta dello Sport Guglielmo Longhi ha parlato di Verona-Palermo durante il Tgb Live su Telenuovo."Il Verona" ha spiegato Longhi "ha cambiato tanto durante l'estate. Non so se è più debole o più forte rispetto a quello della scorsa stagione. Certo che le partenze di Iturbe e Romulo sono state pesanti. Dietro però è arrivato un giocatore fortissimo come Marquez e la squadra mi sembra molto più solida. E se Toni continua a essere questo, sarà un buon campionato".
RITROVAMENTO
Vigili del fuoco trovano     <br/>cadavere nel Camuzzoni

Vigili del fuoco trovano
cadavere nel Camuzzoni

I Vigili del Fuoco di Verona, coadiuvati dai sommozzatori di Venezia, questa notte alle 3 hanno recuperato un cadavere all'altezza della centrale elettrica di via Basso Acquar. Il corpo era di Francesco Rinaldi, 71 anni, residente a Buttapietra. La segnalazione ai Vigili del Fuoco è arrivata dalla Questura di Verona.
RITORNO
SALA, FINALMENTE     <br/>LA LUCE

SALA, FINALMENTE
LA LUCE

Una buona notizia in casa Hellas. Jacopo Sala è tornato ad allenarsi con il gruppo. Il centrocampista gialloblù, frenato da un problema alla caviglia, sembra finalmente sulla via del pieno recupero. Alla ripresa della preparazione Sala ha lavorato a pieno ritmo. Deve ora ritrovare una condizione fisica accettabile, ma il peggio è alle spalle. Un recupero importante per un centrocampo ancora in fase di rodaggio. (L.F.)
L'Opinione
ON AIR
17.09.2014
TgVeneto
ON AIR
17.09.2014
Rosso & Nero
ON AIR
17.09.2014
Padova in Diretta
ON AIR
17.09.2014
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
14.09.2014
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
14.09.2014
Alè Verona
ON AIR
17.09.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
28.07.2014
Alé Padova
ON AIR
15.09.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
08.09.2014

BPV MUTUOYOU


auditeL agosto 2014 telenuovo


Promo palinsesto

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di tgpadova.it

Palinsesto