• TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Telenuovo

TGVERONA
30.08.2014
TGGIALLOBLÙ
30.08.2014
TGPADOVA
30.08.2014
TGBIANCOSCUDATO
30.08.2014
MERCATO
HELLAS, ECCO BRIVIO   <br/>ORA È UFFICIALE

HELLAS, ECCO BRIVIO
ORA È UFFICIALE

Ora è ufficiale. Davide Brivio, terzino sinistro, è un giocatore del Verona. Brivio ha sostenuto le visite mediche e ha firmato il contratto. Arriva in prestito con diritto di riscatto dall'Atalanta. (g.vig.)
MALTEMPO
Allagamenti a Monteforte    <br/>FOTOGALLERY

Allagamenti a Monteforte
FOTOGALLERY

Le prime immagini degli allagamenti che hanno colpito nuovamente Monteforte d'Alpone.In pochissimo tempo sono caduti ben 90 millimetri di acqua, causando l'esondazione di un canale minore (lo scolo Mutti).Sotto acqua è finita la zona nelle vicinanze degli impianti sportivi, dove sono stati allagati decine di garage e scantinati; il quartiere aveva già subito un'alluvione nel 2005Ancora problemi nell'area di via De Gasperi e via San carlo, già duramente colpita dall'esondazione dell'Alpone nel 2010 e poi nuovamente nel 2013.Da mezzanotte sono al lavoro gli uomini della Protezione Civile, che fino alle luci dell'alba hanno operato con le squadre dei Vigili del fuoco.Sul posto i Carabinieri, il sindaco di Monteforte, Gabriele Marini, e l'ingegner Umberto Anti, direttore del Genio Civile.
MEDICINA
Zaia contro Giannini    <br/>''No al numero chiuso''

Zaia contro Giannini
''No al numero chiuso''

“La riforma dell’Università con l’abolizione del numero chiuso e dei quiz-lotteria per accedervi, da sostituire con criteri di merito legati al curriculum di studio, sta facendo una brutta fine: non riesce ad andare oltre l’#statetranquillilafaremo sparato in piazza in campagna elettorale per le europee dal Ministro Giannini. Un Ministro che promette ma non fa, non dico la riforma ma almeno la convocazione del promesso tavolo tecnico per studiarne le modalità; il mondo accademico che per ora non è andato oltre la pur comprensibile segnalazione di problemi logistici, un summit con il prevedibile nulla di fatto finale. Siamo di fronte ad uno stand by che danneggia gli studenti e non depone a favore di un futuro migliore orientato alla qualità reale e al merito”.Lo sottolinea il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia rispetto al futuro della promessa abolizione del numero chiuso e dei quiz d’accesso alle Università, tema sul quale si è registrato un vertice conclusosi con un nulla di fatto.“Il 3 settembre ad esempio – incalza Zaia – 85.000 studenti delle professioni sanitarie, tra cui infermieristica, ostetrica, fisioterapista, tecnici di laboratorio nelle varie branche, si giocheranno al lotto 25.540 posti e a seconda di quanti indovineranno come si chiamava il cavallo bianco di Garibaldi, sarà deciso chi merita di studiare per la professione che ha scelto e chi no. Non è così che si formano i professionisti migliori, così vanno avanti solo i più fortunati ed è una profonda ingiustizia, che mina di fatto il diritto costituzionale allo studio per tutti. Serve selezione vera – attacca Zaia – tutti ai nastri di partenza con uguali possibilità e chi sgarra con gli esami, ad un certo punto è fuori. Questo è quello che chiedo dal novembre 2013, questa è la promessa del Ministro Giannini, questo è quello che ragazzi e famiglie si aspettano per non finire nel business milionario dei tutor privati e dei viaggi della speranza all’estero”.“Le preoccupazioni logistiche espresse dai Rettori – aggiunge il Governatore – sono fondate, ma non irrisolvibili: Se il Governo crede all’importanza della formazione universitaria italiana dimostri che i finanziamenti strutturali ad alcune scuole non erano lo strumento per consentire al Premier di andarle a visitare con la fanfara, ma una piccola parte di una strategia vera a favore della nostra istruzione; trovi i soldi per mettere a disposizione delle Università nuovi spazi, anche recuperandone tra i beni demaniali inutilizzati, e nuovi docenti se ne servono. Non è così difficile, basta usare in modo virtuoso e selettivo i criteri della spending review, tagliando magari atenei troppo simili a catene di montaggio lauree, e cominciando a sostenere quelli virtuosi per gestione, qualità dell’insegnamento e severità delle valutazioni come Padova, Verona e Venezia, e quelle Regioni come il Veneto che si pagano un centinaio di borse di studio l’anno per gli specializzandi in medicina”.
EX CHIEVO
Sannino si è dimesso    <br/>dal Watford

Sannino si è dimesso
dal Watford

L'ex allenatore del Chievo Giuseppe Sannino si è dimesso dalla guida degli inglesi del Watford. A comunicare la rescissione del contratto è stato lo stesso allenatore con il seguente comunicato nonostate il positivo avvio di stagione: "Sono orgoglioso dei traguardi raggiunti in questi otto mesi e mezzo alla guida della squadra. Ci sono tanti ragazzi di talento che ora sanno cosa devono fare. Non ho dubbi che questo gruppo riuscirà a raggiungere la promozione in Premier League. Sono sicuro di aver dato tutto al Watford, il mio cuore e la mia anima. Sono stato felice di farlo perché ho ricevuto un continuo supporto da parte di tutti, specialmente dai tifosi, che sono stati davvero incredibili. In ogni caso, penso sia arrivato il momento giusto di andare per me e per il club. E’ la decisione giusta da prendere. Sono sicuro che chi guiderà la squadra in futuro porterà al successo questa fantastica squadra".
ALLAGAMENTI
Nubifragio, Monteforte     <br/>ancora sotto acqua

Nubifragio, Monteforte
ancora sotto acqua

Monteforte d'Alpone finita sotto acqua. Non c'è pace per il paese dell'est veronese: il nubifragio di questa notte ha provocato nuovi allagamenti di garage e scantinati, in particolare nella zona di via De Gasperi (già pesantemente colpita dall'alluvione del 2010) e nell'area del campo sportivo. Il Tramigna ha tenuto, ma questa volta ha rotto un progno secondario.Disagi anche a Soave, per l'allagamento di alcune strade, sul lago di Garda tra Bardolino e Lazise, e a Sommacampagna, dove sono stati necessari interventi dei vigili del fuoco.
INCIDENTE
Schianto contro auto    <br/>gravi due motociclisti

Schianto contro auto
gravi due motociclisti

Sono ricoverati all'ospedale di Peschiera del Garda due motociclisti che questa notte si sono schiantati a Salionze contro un'automobile. Le dinamiche sono ancora in fase di accertamento. Sul posto sono intervenuti i sanitari di Verona Emergenza che hanno riscontrato sui centauri alcune fratture alle gambe e numerose altre escoriazioni.
MERCATO
VERONA, E SE IL COLPO      <br/>FOSSE SAVIOLA?

VERONA, E SE IL COLPO
FOSSE SAVIOLA?

Nota per il lettore: per ora è solo un sogno di mercato. Come lo era Rafa Marquez. Ma l'ultimo giorno di mercato potrebbe regalare all'Hellas un altro top player di valore assoluto: Javier Saviola. Sogliano ci sta lavorando sotto traccia e potrebbe essere l'argentino la mossa last minute. Saviola non ha bisogno di presentazioni. Era nell'ultima stagione all'Olympiakos dove ha giocato e segnato (25 presenze, 12 gol). Saviola in Argentina era ritenuto l'erede di Maradona, inserito nella lista dei migliori giocatori del mondo che fece nel 2004 Pelè per conto della Fifa. È cresciuto nel River Plate da dove lo prese il Barcellona nel 2001 per 22 milioni di euro. Ha giocato anche nel Monaco, nel Benfica, nel Siviglia, nel Malaga e nel Real Madrid. Il suo soprannome? Come Nico Lopez è chiamato el conejo...(g.vig.)
MERCATO
BRIVIO E GONZALEZ     <br/>ASPETTANDO IL PAPU

BRIVIO E GONZALEZ
ASPETTANDO IL PAPU

Che giornata sarà? Frenetica, c'è da starne certi. E piena di sorprese. L'ultima di mercato è sempre così. E' la giornata del dentro o fuori, dell'accordo che per giorni è mancato, dell'affare che salta e del colpo a sorpresa. Per il Verona l'ultima giornata di mercato, domani, comincerà con l'ufficializzazione di Brivio che ha già fatto le visite mediche. Poi dovrebbe essere ufficiale la cessione del difensore Gonzalez a Cagliari; affare quasi definito, mancano solo alcuni dettagli, ma che non dovrebbe saltare. E poi? C'è l'intreccio Papu Gomez (per il momento 60% di possibilità che l'affare si faccia, 40% no) cercato dall'Hellas ma anche da Atalanta e pare anche Parma, e magari qualcos'altro tenuto nascosto da Sogliano che a Bergamo è andato in panchina e poi ha dribblato i microfoni. Nelle ultime due giornate di mercato, negli anni scorsi, sono arrivati Cacia e Iturbe, questa volta chissà. (s.r.)
POSTGARA
RAFAEL: PECCATO, MA QUI   <br/>VINCERANNO IN POCHI

RAFAEL: PECCATO, MA QUI
VINCERANNO IN POCHI

"Un punto va bene, anche se dispiace non aver vinto". Il portiere gialloblù Rafael non è affatto scontento dello 0-0 della prima di campionato: "Loro sono una bella squadra, questo è un campo tosto, non sarà facile per nessuno venire a prendere punti a Bergamo. Nel primo tempo dovevamo finalizzare meglio le occasioni che abbiamo avuto, ma quando rischi tanto puoi anche prendere gol e vanificare tutto il lavoro fatto. Per questo è un punto importante". Un Verona che riparte da una difesa solida, con un Rafael Marquez in più, oggi seguito a Bergamo dagli inviati della Espn: "Rafa ci sta dando una grossa mano, ci sta portando la sua personalità ma anche la sua tranquillità in campo. Può aiutarci molto a crescere. Poi la fase difensiva è andata bene anche grazie agli attaccanti, Juanito, Bosko, ci hanno dato una grossa mano". "Sportiello? Ha fatto parate importanti, tanto quanto il punto che abbiamo conquistato oggi fuori casa".
POSTGARA
JUANITO: DAVANTI CI E'  <br/>MANCATO QUALCOSA

JUANITO: DAVANTI CI E'
MANCATO QUALCOSA

“A parte che ho sbagliato, ma l'arbitro ha fischiato fallo. Sulla palla di Toni ho cercato di liberarmi con le braccia e mi ha fischiato fallo”. Juanito Gomez parte dalla fine, da quella clamorosa occasione tirata in bocca a Sportiello dopo un'azione strana, con Rizzoli che lascia correre un intervento duro di Jankovic e l'Atalanta che protesta contro il Verona che attacca con Estigarribia a terra. Quindi l'analisi di un match che un po' di rammarico lo lascia in casa Hellas: “Sì, il rammarico di non aver segnato nel primo tempo, quando abbiamo avuto due o tre occasioni importanti. Ma il punto è positivo, abbiamo giocato fuori casa da squadra, nonostante siamo tutti ragazzi nuovi, contro un avversario tosto, che si conosceva bene”. “Se c'è mancato qualcosa davanti? Sì, lo ripeto, soprattutto nel primo tempo. Bisogna lavorare, tanto, per far si che questo qualcosa non manchi anche la prossima volta”.
MERCATO
MANDORLINI: IL COLPO?      <br/>ME LO ASPETTAVO OGGI...

MANDORLINI: IL COLPO?
ME LO ASPETTAVO OGGI...

“Il colpo? Il colpo me lo aspettavo oggi e sono contento a metà. Poi sinceramente a quello che sarà domani non ci penso”. Così Andrea Mandorlini nel dopopartita di Bergamo a 24 ore dalla fine di un lungo ed estenuante calciomercato. Il nome per il mercato in entrata è uno: quello del Papu Gomez; l'attaccante che fece una grande stagione a Catania e non finì all'Inter solo perchè scelse un'offerta migliore dalla Russia (Metallist): “Ma non lo so, di Gomez ne abbiamo già uno che oggi ha fatto benino e poteva far di più. Poi non so se arriverà un sosia o che altro” scherza Mandorlini. Anche sull'eventuale abbondanza di esterni offensivi: “Tanto se li cucca l'allenatore i problemi di chi far star fuori”. Poi il tecnico gialloblù torna serio e chiarisce: “Forse qualcosina a livello di caratteristiche davanti ci può mancare ma è sempre difficile l'ultimo giorno di mercato. Adesso è prematuro ogni discorso”. Sul possibile arrivo del Papu Gomez e dell'impatto che avrebbe nel gruppo Verona aveva parlato pocoprima anche Juanito Gomez: “Se è un problema? No, no credetemi. Più arrivano giocatori di qualità meglio è per tutti. Poi sarà il mister a decidere e ad andare in difficoltà nel fare le scelte. Ma il calcio è questo”. Poi il tecnico gialloblù analizza la partita. “Peccato perchè l'inizio mi aveva dato grande fiducia, la prima parte mi è molto piaciuta, abbiamo fatto la partita, creato due tre situazioni importanti. Pensavo anch'io nel secondo tempo di far meglio ma dopo un'ora è subentrata molta stanchezza, avevo in campo cinque o sei giocatori con i crampi ci è mancata lucidità. Potevamo vincerla ma potevamo anche perderla per cui siamo contenti e come ha detto il presidente in spogliatoio se battiamo tra quindici giorni il Palermo siamo partiti meglio dell'anno scorso”.
0-0 A BERGAMO CON L'ATALANTA
VERONA, QUANTA SOLIDITA'    <br/>MA L'ATTACCO NON SEGNA

VERONA, QUANTA SOLIDITA'
MA L'ATTACCO NON SEGNA

Squadra solida, ma anche attacco spuntato. Il Verona esce con un punto da Bergamo, il primo ostacolo è superato. Una partita che l'Hellas poteva anche fare sua e in cui forse un po' si è accontentato. Mandorlini parte con il 4-3-3 annunciato alla vigilia. Lazaros resta in panchina, a centrocampo c'è Tachtsidis con Obbadi e Hallfredsson. In avanti il tridente del precampionato: Toni in mezzo, Gomez a destra e Jankovic a sinistra. Tra il 20 e il 25 del primo tempo le migliori occasioni dei gialloblù. Una clamorosa con Jankovic, prima con Toni (21') e poi ancora con Toni (23'). Un tiro di Hallfredsson non prende la porta (al 25') ma va premiata l'intraprendenza.Dietro Marquez è uno spettacolo e la difesa è registrata alla perfezione. Agostini (aiutato da Hallfredsson) tampona estigarribia. Martic (con l'aiuto di Gomez) è attento su Bonaventura e sulle incursioni di Dramè. Poca roba l'Atalanta che si fa vedere solo verso il 40' proprio con Dramè il cui traversone balla perciolosamente nell'area piccola veronese senza che nessuno riesca a deviarlo.Nel secondo tempo l'intensità cala di molto. L'Atalanta ha un sussulto al 3' quando Estigarribia va via a Agistini e mette sul primo palo per Moralez che alza sopra la traversa. Poi la noia inghiotte le squadre e la partita. Mandorlini cambia i due interni di centrocampo (fuori Hallfredsson e Obbadi, dentro Lazaros e Ionita), poi prova a calare l'asso con l'ingresso di Nico Lopez al 37' al posto di Gomez. Troppo tardi. E' 0-0. Comunque un ottimo punto su un campo molto difficile.
NEL CANALE
Tragedia a Bovolone,    <br/>annega bimbo di 2 anni

Tragedia a Bovolone,
annega bimbo di 2 anni

Stava giocando, oppure si è allontanato dal controllo della madre ed è scivolato nel fossato che costeggia la sua abitazione, morendo annegato.E' successo a Bovolone, in una zona di campagna, fuori dall'abitato del paese. La vittima è un bambino moldavo di soli due anni: il corpo è stato recuperato nel primo pomeriggio dopo che le ricerche scattate in mattinata non avevano dato esito.La madre aveva dato l'allarme ed erano intervenuti i vigili del fuoco che avevano scandagliato il canale.Solo più tardi un passante ha notato il corpo del piccolo, trascinato dalla corrente ad un chilometro dal luogo dove sarebbe avvenuta la scomparsa.Il corpicino è stato riportato a riva, ma ormai per il bambino non c'era più niente da fare.
DOPO IL KO DELLA PRIMAVERA
PAVANEL: VERONA PESSIMO    <br/>E' SOLO COLPA MIA

PAVANEL: VERONA PESSIMO
E' SOLO COLPA MIA

"Male, malissimo, partita da dimenticare in fretta. Un Verona inguardabile, non c'è proprio niente da salvare. Sono deluso, ma attenzione: è solo colpa mia. Per fortuna è la prima partita. Dobbiamo lavorare molto se vogliamo fare un campionato di un certo tipo". Massimo Pavanel, allenatore del Verona Primavera, ha parole molto dure per la sua squadra dopo la sconfitta di misura incassata a Pescara. "Ripeto, il responsabile sono io e quindi tocca a me dare una sveglia ai ragazzi per evitare prestazioni simili. Cosa salvo? Direi proprio niente".
PRIMA GIORNATA
PRIMAVERA VERONA KO       <br/>DI MISURA A PESCARA

PRIMAVERA VERONA KO
DI MISURA A PESCARA

Prima giornata del campionato Primavera 2014-15. Il Verona di Pavanel esce sconfitto 1-0 dal confronto con il Pescara. Match disputato in casa degli abruzzesi, deciso dal gol di Testi al 37' del secondo tempo. QUESTE LE FORMAZIONIPESCARA (4-3-3): Calore; Ventola, Sanni, Di Pasquale, Marzucco; Paolucci, Torreira, Silvestri; Di Pinto (22' st Testi), Di Sante (dal 12' st Mancini), Di Rocco; A disposizione: Parente, Sene, Vitturini, Di Sabatino, De Cerchio, Guerra, Iorio, Sardella. All.: Oddo.HELLAS VERONA (4-3-3): Ferrari; Perini, Rossi (dal 5' st Boateng), Boni, Tentardini; Checchin (dal 14' st Piccinini), Salifù, Miketic; Bearzotti, Cappelluzzo, Fares.A disposizione: Nervo, Moretto, Miron, Sall, Gilli, Oliboni, Speri, Ocelka, Dagnoni.All.: Pavanel.La cronaca della partita:8' Prima palla gol per l'Hellas con Cappelluzzo: l'ex punta del Siena va alla conclusione con un tiro potente, ben deviato dal portiere Calore. 27' Su angolo Verona vicino al gol con Boni che di testa manda la palla a scheggiare la traversa. 28' Il Pescara reclama per un presunto fallo in area gialloblù. L'arbitro lascia correre. 36' Pescara in crescita, Verona che controlla e prova ripartire in contropiede. 41' Pescara vicinissimo al gol con una doppia occasione scaturita da una doppia indecisione di Salifù. Bravo Ferrari su Di Rocco e poi Verona fortunato sulla successiva conclusione di Di Sante che tocca la traversa. 43' Ancora Pescara in pressione. Conclusione dalla distanza per controllata da Ferrari.Inizia il secondo tempo.8' Occasione Hellas. Botta di Cappelluzzo da lontano, palla alta sulla traversa. 11' La risposta del Pescara con Di Rocco che impegna Ferrari con un tiro ravvicinato. 20' La partita resta bella e giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Al momento i portieri hanno la meglio sugli attaccanti avversari. 32' Ancora Pescara in zona gol. La difesa gialloblù si salva grazie alla respinta di Boni e poi alla parata di Ferrari. 33' Conclusione dalla distanza del Pescara con Mancini, palla fuori dallo specchio della porta. 37' Gol del Pescara con Testi che approfitta di una mezza indecisione del portiere Ferrari su un cross basso da destra di Ventola deviato in area da un giocatore gialloblù. 1-0
MALAVITA
Rapina a Gazzolo,    <br/>presi due banditi

Rapina a Gazzolo,
presi due banditi

I Carabinieri della Compagnia di San Bonifacio hanno arrestato un albanese ed un rumeno accusati di aver fatto parte della banda che il 3 gennaio 2013 compì una rapina in villa a Gazzolo d’Arcole, picchiando brutalmente il figlio dei proprietari, Francesco Ambrosi, che era rientrato a casa, soprendendo due malviventi. Uno dei banditi sparò un colpo di pistola, ferendo il giovane alla gamba. In carcere sono finiti un albanese di 29 anni ed un rumeno 45enne, raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare: avrebbero collaborato alla rapina, ma le indagini dei Carabinieri continuano per individuare i banditi che hanno materialmente compiuto il colpo.
AUTOSTRADA
Verona Est, entrata   <br/>chiusa fino alle 6

Verona Est, entrata
chiusa fino alle 6

Dopo i lavori sulle rampe in uscita, il casello di Verona Est dell'autostrada resterà chiuso in entrata fino alle 6 di domani verso ogni direzione per il rifacimento della pavimentazione di svincoli e piazzali. Come entrate alternative, oltre alla viabilità cittadina si consigliano: in direzione Milano percorrere la Tangenziale Sud di Verona e uscire a Borgo Roma oppure ad Alpo e raggiungere il casello di Verona Sud; in direzione Venezia entrare sulla Tangenziale Sud in direzione Vago, quindi innestarsi sulla Porcilana in direzione Belfiore, al termine di questa, portarsi sull'entrata del casello di Soave.
INCENDIO
Fiamme a Montorio,    <br/>evitati danni a chiesa

Fiamme a Montorio,
evitati danni a chiesa

Attimi di paura a Montorio per l’incendio ad alcune sterpaglie, provocato dal caldo. L’intervento tempestivo dei vigili del fuoco ha impedito che le fiamme potessero estendersi ad alcuni pini della piazza e di conseguenza minacciare la chiesa parrocchiale.Il lavoro dei pompieri invece ha permesso di spegnere prontamente le fiamme che stavano cominciando a insidiare le piante che si trovano accanto alla chiesa.
DIVISE PRIMAVERA
Telenuovo sulle maglie    <br/>della Primavera

Telenuovo sulle maglie
della Primavera

Ecco la maglia che indosserà la Primavera del Verona per la stagione 2014/2015. Al centro come main-sponsor c'è Telenuovo. La nostra emittente come lo scorso anno seguirà infatti in diretta e in esclusiva tutte le partite dei ragazzi di Massimo Pavanel.
SERIE A
Troppo poco Chievo    <br/>Passa la Juve 0-1

Troppo poco Chievo
Passa la Juve 0-1

Debutto amaro per il Chievo che cede alla Juve 0-1. Corini sceglie subito Schelotto e lascia in panchina Paloschi. Al primo affondo i bianconeri già passano con Caceres che ben appostato sul secondo palo batte Bardi con la complicità di Biraghi. La Juve non lascia spazi al Chievo e sfiora ripetutamente il raddoppio: alla fine del primo tempo due traverse e un palo. Nella ripresa Corini cambia tutto: dentro Radovanovic e Paloschi, fuori Mangani e Schelotto ma la sostanza non cambia. Sono sempre i bianconeri con Coman e Caceres ad andare vicini al gol. Maxi Lopez ha la palla del pari ma scivola al momento della battuta e non riesce a superare Buffon. Prossimo turno per i gialloblù in casa del Napoli.
VU' CUMPREA'
Ugl Polizia, permesso   <br/>di soggiorno a punti

Ugl Polizia, permesso
di soggiorno a punti

Il fenomeno dei vù cumprà è in aumento, soprattutto nelle località turistiche, e per contrastarlo il sindacato UGL della polizia di Stato propone l'introduzione del permesso di soggiorno a punti.Gli immigrati il regola con il permesso e trovati a fare gi venditori ambulanti abusivi in spiaggia siburebbero una decurtazione dei punti e come avviene per la patente, una volta finito il bonus di punti, il permesso di soggiorno non sarebbe piùà valido e gli immigrati dovrebber tornare nel loro paese. "ll 95% dei venditori abusivi - spiega Mauro Armelao, segretario generale regionale UGL Polizia di Stato Veneto- è in possesso di regolare permesso di soggiorno e quindi non potrà mai essere espulso dal nostro territorio nazionale. Extracomunitari che magari in ferie o liberi dal proprio lavoro, corrono in spiaggia a vendere con i propri amici per cercar di “arrotondare”. "A questi soggetti - continua il sindacalista - solo una contravvenzione si potrà fare perchè non in possesso di una regolare licenza per vendere e nulla di più, contravvenzione che chissà se mai pagheranno. Secondo il nostro parere ci vorrebbe un permesso di soggiorno a punti, proprio come la patente di guida". Armelao spiega come funzionerebbe: "Ti trovo a vendere in spiaggia e hai un permesso di soggiorno per fare un altro lavoro? bene ti decurto X punti dal permesso. Commetti un reato? Ti decurto X punti dal permesso in base alla gravità legata alla pena prevista dal nostro codice penale. Una volta terminati i punti te ne ritorni al tuo paese perchè in Italia non hai rispettato le regole e per 5 anni non ci puoi far ritorno". "Sicuramente - conclude - servirebbe come deterrente e si inizierebbe così a far rispettare quelle che sono le nostre leggi".
L'Opinione
ON AIR
01.08.2014
TgVeneto
ON AIR
01.09.2014
Rosso & Nero
ON AIR
01.09.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
28.07.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
01.09.2014

BPV MUTUOYOU

Promo palinsesto

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

Studionews Rete Nord Pubblicità

TERRA E NATURA
29.08.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
25.08.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
15.08.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
08.08.2014

TERRA E NATURA

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di tgpadova.it

Palinsesto