• VIGHINI SHOW

    OGNI GIOVEDI' SU TELENUOVO

    Lo show condotto da Gianluca Vighini. Ospiti di spessore, giocatori, giornalisti, opinionisti, tecnici e tifosi per un serrato dibattito sul Verona di Mandorlini. Dagli studi di Telenuovo all'HELLAS KITCHEN

  • BIANCOSCUDATI CHANNEL

    Ogni lunedì su Telenuovo Padova

    Quest'anno l'appuntamento è fissato per il lunedì: approfondimenti sul campionato del Padova, sulla partita, le intesviste, le polemiche. Con il vostro contributo tramite chiamate ed sms

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

AUTOPSIA
Omicidio Colognola,  <br/>uccisa con un colpo solo

Omicidio Colognola,
uccisa con un colpo solo

Un solo colpo, mortale. E' l'esito dell'autopsia sul corpo della maestra elementare 47enne di Colognola ai Colli, uccisa lunedì scorso dal figlio 17enne al culmine di una lite nella casa colonica di famiglia. L'autopsia, ordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni di Venezia, cui è passata la competenza sulle indagini, è stata eseguita all'Istituto di Medicina legale del Policlinico di Borgo Roma e non ha permesso di chiarire con certezza quale sia stata l'arma del delitto. La ferita alla testa, che ha provocato la morte quasi istantanea, può essere stata inferma con una roncola, ma anche con un'accetta o una mazza. Le immagini riprese dal circuito di videosorveglianza collocato nel cortile dell'azienda agricola dove è avvenuto l'omicidio, hanno mostrato il giovane omicida uscire da casa impugnando una roncola, per poi dirigersi nei campi dove ha aggredito e ferito il padre 50enne. I Carabinieri del Reparto operativo di Verona hanno sequestrato diversi attrezzi agricoli che sono stati inviati ai tecnici del Ris di Parma per gli esami chimici e biologici. Intanto l'unico indagato per l'omicidio è ricoverato a Verona in coma irreversibile all'ospedale di Borgo Trento; il padre invece è stato trasferito al nosocomio di San Bonifacio.
PREGIUDICATO
Nomade fugge all'alt   <br/>e provoca incidente

Nomade fugge all'alt
e provoca incidente

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Peschiera hanno denunciato per resistenza a pubblico ufficiale una coppia di nomadi, bloccata dopo un inseguimento culminato con un incidente. I militari, durante un posto di blocco serale hanno intimato l’alt ad un'auto sospetta che si aggirava in una zona residenziale, vigilata a causa di alcuni furti in appartamento verificatisi recentemente. Alla vista dei Carabinieri l’auto si è allontanata a tutta velocità, è così iniziato l'inseguimento fino a Castelnuovo del Garda, dove sono arrivate altre pattuglie dell'Arma. Vista bloccata la via di fuga, il conducente ha compiuto una manovra pericolosissima, scontrandosi frontalmente con un'auto su cui viaggiava una coppia. Al volante c'era un 18enne pregiudicato del campo nomadi di Verona, che ha riportato la frattura del femore ed è stato trasportato all'ospedale; ferita anche la sua compagna 17enne e le due persone a bordo dell’altra auto.
A FIRENZE PUO' DIVENTARE IL MIGLIOR BOMBER DI TUTTI I TEMPI
Toni, 10 gol nel 2015   <br/>miglior bomber dell'anno

Toni, 10 gol nel 2015
miglior bomber dell'anno

Dopo aver raggiunto Emiliano Mascetti come miglior bomber del Verona a quota 35, a Firenze Luca Toni può diventare il miglior bomber di tutti i tempi del Verona scavalcando la bandiera gialloblù.Tra l'altro Toni che ha segnato dieci gol da gennaio a oggi è il miglior attaccante del campionato nel 2015.Toni ha segnato due gol in più di Menez e Icardi che nel 2015 ne hanno fatti 8.
ADDIO SERIE D
Fuori dall'inferno!       <br/>Il Padova in Lega Pro

Fuori dall'inferno!
Il Padova in Lega Pro

Il Biancoscudo torna tra i professionisti.La formazione di Parlato vince anche a Legnago e si assicura il primo posto che vale la Lega Pro.Una vittoria difficile quanto meritata: passano in vantaggio i padroni di casa dopo quattro minuti con Fioretti, ma il Padova reagisce presto e pareggia i conti con Petrilli al 21'.Ad inizio ripresa il sorpasso: è il 5' quando Cunico firma dal dischetto il definitivo 2 a 1 che vale la promozione.Dopo un anno all'inferno, la Padova calcistica può tornare a sorridere.
SERIE A
Moras, domani centesima    <br/>con la maglia del Verona

Moras, domani centesima
con la maglia del Verona

A Firenze Moras vestirà per la centesima volta la maglia del Verona.Il difensore greco ha esordito ufficialmente nel Verona il 18 agosto 2012 in Coppa Italia nella partita con il Genoa finita 1-1 dopo i tempi regolamentari e overtime, dove l'Hellas vinse 4-1 ai rigori.Sono finora 58 le gare in serie A, 35 in serie B e 6 in Coppa Italia.
LE PAROLE DEL MISTER ALLA VIGILIA DI FIRENZE
MANDORLINI: NON ABBIAMO     <br/>STACCATO LA SPINA

MANDORLINI: NON ABBIAMO
STACCATO LA SPINA

Mandorlini assicura: il Verona non ha staccato la spina. Dopo le parole di Sogliano che ha invitato la squadra a tenere duro in queste ultime otto gare della stagione, dopo aver raccolto un punto in tre partite, l'allenatore ha parlato oggi prima del match con la Fiorentina a Peschiera. Ha spiegato: "Non credo abbiamo staccato la spina, poi ogni gara ha la sua interpretazione. Perdere con la Lazio non vuol dire staccare la spina, poi c’è stata la partita con l’Inter, una squadra molto forte, ma non meritavamo quel risultato, abbiamo fatto errori che abbiamo pagato. Se qualcuno ha staccato la spina? No, mai avvertito una sensazione del genere. La squadra, l’allenatore, il direttore sportivo e lo staff sono tutti sul pezzo, dobbiamo tirare fuori il massimo, non credo che nessuno si permetta di staccare la spina. Non mi interessano i paragoni con le altre squadre, parlo del Verona, una squadra che ha pregi e difetti".Mandorlini ha anche voluto spiegare la sua posizione sull'enormità dei 122 gol subiti dal ritorno in serie A, 54 solo in questa stagione. "Vero, ma sono solo numeri, come l’87, che sono i punti fatti in questi due anni. L’anno della promozione dalla Serie B abbiamo avuto il miglior capocannoniere del torneo, e anche nei due anni di A abbiamo avuto uno dei migliori realizzatori. Prendiamo tanti gol, ma quello che davvero conta è la strada percorsa, e noi in 3 anni di strada ne abbiamo fatta. Come tutti abbiamo pregi e difetti, alcune cose le facciamo bene e altre meno, i numeri vanno letti così, il resto sono chiacchere da show ma a noi queste cose non interessano, e meno male che sia così. Noi siamo in linea con gli obiettivi. Alla fine mancano ancora 8 gare e dobbiamo essere concentrati su questo, come dice il direttore Sogliano. Ho sempre detto che questo sarebbe stato il più bello, quello che ci avrebbe consolidato. Per me è il più bello e me lo voglio godere".Mandorlini si è detto d'accordo con Sogliano per quanto riguarda il futuro. "Sean ha detto cose giuste, il futuro è nelle 8 partite che mancano alla fine del campionato, ed inizia con la Fiorentina, con i viola sarà una partita molto difficile, poi penseremo al Sassuolo e via dicendo, in questo finale ci sarà spazio per tutti, dobbiamo dare tutti il massimo. Vediamo più avanti, per fare quel tipo di valutazioni c’è ancora tempo. Ad ogni modo io non vedo un futuro lontano da Verona, qua sto bene".Infine sulle scelte per Firenze, Mandorlini è stato chiaro: "Gioca sempre la squadra migliore, abbiamo una rosa importante, non mi faccio condizionare dalle diffide. In caso di cartellini, giocheranno altri calciatori nelle prossime gare. Rafael? Lunedì giocherà. Gollini? Adesso conta lunedì sera, poi si vedrà. Rafa Marquez? Sta bene, a Firenze sarà negli undici iniziali. Ci tiene e sta bene, ha tanta voglia di ritornare, ha risolto i problemi e al di là del rendimento è un giocatore forte e importante. Sala e Pisano? Sono importanti e hanno fatto bene, una partita non cambia il giudizio su un calciatore, bisogna saper guardare oltre. A centrocampo Lazaros o Greco? Giocherà Leandro. Saviola? Ha voglia di giocare, con l’Inter è entrato, si allena bene ed è un campione. Le critiche sul mio calcio? Gomez e Jankovic devono correre indietro e avanti, il mio è un calcio di sacrificio. E’ da 3 anni che abbiamo il capocannoniere della categoria, magari c’è qualcosa che non va (ride, ndr). Chi non sarà della partita? Hallfredsson non viene a Firenze e nemmeno Nico Lopez, perché ha avuto un risentimento nella rifinitura. Poi ci siamo tutti, a parte Ionita".
SERIE A
CHIEVO-UDINESE 1-1     <br/>PAREGGIO CHE ACCONTENTA

CHIEVO-UDINESE 1-1
PAREGGIO CHE ACCONTENTA

Il Chievo ha pareggiato contro l'Udinese 1-1. La squadra di Maran è andata in vantaggio per prima con Pellissier al 39' del primo tempo dopo un cross di Meggiorini. Il pareggio fiulano è arrivato al 27 del secondo tempo quando Cesar ha infilato alle spalle di Bizzarri un travesone di Thereau nel tentativo di anticipare Geijo. Chievo che sale a 36 in classifica.Marcatori: 38’ pt Pellissier, 26’ st Cesar aut.A.C. ChievoVerona: Bizzarri, Frey, Dainelli, Cesar, Zukanovic, Izco, Hetemaj, Radovanovic, Birsa (24’ st Schelotto), Meggiorini (20’ st Botta), Pellissier (14’ st Paloschi).A disposizione: Bardi, Seculin, Sardo, Biraghi, Gamberini, Christiansen, Cofie, Vajushi, Fetfatzidis.Allenatore: Rolando Maran.Udinese Calcio: Karnezis, Danilo, Bubnjic (15’ st Di Natale), Piris, Widmer, Allan, Pinzi, Pasquale, Kone, Fernandes (1’ st Geijo), Thereau (29’ st Badu).A disposizione: Meret, Scuffet, Hallberg, Coppolaro, Gabriel Silva, Aguirre, Perica, Zapata.Allenatore: Andrea Stramaccioni.Arbitro: Davide Massa di Imperia.Ammoniti: Fernandes, Allan, Pinzi, Meggiorini, Zukanovic, Birsa, Danilo.
VERSO FIRENZE
VERONA E MAZZOLENI:     <br/>TRADIZIONE SFAVOREVOLE

VERONA E MAZZOLENI:
TRADIZIONE SFAVOREVOLE

Sarà l'arbitro Paolo Mazzoleni a dirigere il match tra Fiorentina e Verona. Tradizione sfavorevole con i gialloblù: sono 10 i precedenti del direttore di gara con il Verona, sei in Serie B e due in Coppa Italia. Una vittoria, in Coppa Italia, contro il Como (2-0 il 19 agosto 2004). Quattro pareggi, contro Genoa (1-1 il 26 ottobre 2004), Catania (1-1 il 6 marzo 2005), Catanzaro (0-0 il 28 gennaio 2006) e Lazio (3-3 il 5 maggio 2014). Cinque, invece, le sconfitte: al Bentegodi contro l'Empoli (in Serie B, 0-1 il 18 settembre 2004), Torino (sempre in B, 0-1 il 23 aprile 2006) e Roma (in Serie A, 1-3 il 26 gennaio 2014), ed in trasferta contro il Bologna (2-0 il 21 aprile 2007), con il Sassuolo (2-0 in TIM Cup, il 14 agosto 2009).Una curiosità: Mazzoleni è stato il direttore di gara della finale di Viareggio Cup tra Inter e Hellas Verona (2-1, il 16 febbraio 2015). Il fischietto, in 300 presenze tra Serie A, Serie B e TIM Cup, ha inflitto 742 ammonizioni, 38 espulsioni dirette ed ha assegnato 60 calci di rigore.
FESTA CHIEVO
SERATA PER L'AFRICA    <br/>DIPINTI ALL'ASTA

SERATA PER L'AFRICA
DIPINTI ALL'ASTA

Tutto pronto per il Gran Galà del ChievoVerona, l'annuale festa organizzata dal Coordinamento Amici del Chievo. Mercoledì 22 aprile al PalaRisi di Isola della Scala dalle 19.45 squadra, staff tecnico e dirigenti gialloblù si mischieranno ai tifosi del Chievo per una serata da non perdere.Complice anche il ventennale di attività del Coordinamento Amici del Chievo, quest'anno la festa sarà ricca di sorprese. Una su tutte, legata alla solidarietà, è l'asta che si svolgerà per la vendita di cinque dipinti realizzati da Francesco Bardi, Alberto Paloschi, Riccardo Meggiorini, Sergio Pellissier e dal presidente Luca Campedelli. Tutti pittori per Amref, i giocatori e il presidente hanno aderito all'iniziativa "Artisti fuori campo" promossa da Big Art. Tutti i quadri sono venduti all'asta al fine di raccogliere fondi per il progetto "Stand Up for African Mothers" di Amref, per la salute materno-infantile. Durante la cena i tifosi potranno aggiudicarsi con l’offerta più alta il dipinto del proprio calciatore preferito. Ad ogni opera, inoltre, sarà legato un oggetto: una maglia autografata per i dipinti di Pellissier, Paloschi e Meggiorini, una maglia e un paio di guanti per quello di Bardi e l’emblema ufficiale del ChievoVerona per il dipinto del Presidente.La Campagna di Amref ha obiettivi concreti e perseguibili: formazione di operatori sanitari (infermieri e ostetriche), supporto a strutture sanitarie locali nel condurre interventi per la salute del bambino e delle madri, ristrutturazione di strutture sanitarie e adeguamento strumentale per la fornitura di servizi di qualità sulla salute della madre e del bambino, formazione di operatori sanitari sulla gestione della malnutrizione acuta nelle comunità, con particolare attenzione ai bambini e distribuzione di zanzariere trattate con insetticida a effetto duraturo. Per acquistare il proprio tagliando e partecipare al Gran Galà de tifosi:Rivolgersi alla sede del Coordinamento di via Berardi 82 a Chievo (info al numero 345/8342977) fino a martedì 21 aprile.
VERSO LA LEGA PRO
Legnago-Padova, può    <br/>essere il grande giorno

Legnago-Padova, può
essere il grande giorno

Il grande giorno può essere oggi. Il giorno del ritorno del calcio Padova tra i professionisti. Il giorno della tanto desiderata promozione in Lega Pro. I biancoscudati scenderanno in campo a Legnago (ore 15) e tenteranno in tutti i modi di far propria la partita per mettere tra loro e l'Altovicentino finalmente una distanza incolmabile. Sono poco meno di 2.000 i tifosi che potranno essere presenti allo stadio Sandrini: gli altri, in attesa di festeggiare stasera dalle 20.30 in piazza Cavour e in piazza delle Erbe al ritorno della squadra da Legnago, potranno sintonizzarsi su Telenuovo dalle 14.45. Martina Moscato e Andrea Moretto commenteranno la sfida che potrete vedere in chiaro in diretta. Che si alzi il sipario!
PROBABILE FORMAZIONE
PALOSCHI-MEGGIORINI     <br/>CONFERMATI DAVANTI

PALOSCHI-MEGGIORINI
CONFERMATI DAVANTI

Dopo la fondamentale vittoria di Cesena, il Chievo torna al Bentegodi per cercare di stupire ancora: ospite è l'Udinese di Andrea Stramaccioni. Maran dovrebbe confermare il suo undici ideale: Bizzarri tra i pali, Frey a destra e Zukanovic a sinistra. I centrali saranno Dario Dainelli e Bostjan Cesar. A centrocampo Hetemaj agirà ancora a sinistra, mentre in mediana confermata la coppia Izco-Radovanovic. Unico ballottaggio è quello sulla fascia destra: Schelotto è favorito su Birsa. Davanti la coppia gol Paloschi-Meggiorini appare insostituibile. Occhio però a Pellissier: dopo aver regalato la vittoria a Cesena e raggiunto Van Basten, la vecchia volpe clivense vuole segnare ancora. Non è da escludere un suo impiego dall'inizio.PROBABILE FORMAZIONE CHIEVO (4-4-2)Bizzarri; Frey, Dainelli, Cesar, Zukanovic; Schelotto, Izco, Radovanovic, Hetemaj; Paloschi, Meggiorini. All: Maran
PRIMAVERA
IL CHIEVO DI D'ANNA   <br/>VINCE: PLAY-OFF VICINI

IL CHIEVO DI D'ANNA
VINCE: PLAY-OFF VICINI

Clivensi corsari in terra sarda: bellissima e importante vittoria in chiave turno di qualificazione alle Final Eight per la Primavera del Chievo. I baby gialloblù guidati da Lorenzo D'Anna si impongono per una rete a zero sul difficile campo del Cagliari grazie al gol di bomber Yamga al 34' del primo tempo. La settimana prossima ci sarà un turno di riposo e poi il 2 maggio la sfida, terzultima gara di campionato, in casa contro il Pescara alle ore 15.00. I play-off sono vicini.
VERSO FIRENZE
PESCHIERA, HALLFREDSSON:   <br/>PROBLEMI MUSCOLARI

PESCHIERA, HALLFREDSSON:
PROBLEMI MUSCOLARI

Emil Hallfredsson non si riprende ancora totalmente dai suoi guai fisici: ha svolto lavoro differenziato sul campo per un problema muscolare. Il resto della squadra, agli ordini dell'allenatore Andrea Mandorlini, ha svolto riscaldamento, torelli, esercitazioni e partita sul campo di Peschiera, nella seduta pomeridiana odierna. Continuano le cure fisioterapiche per Artur Ionita.PROGRAMMA ALLENAMENTI Domenica 19 aprile: allenamento mattutino (ore 11.30) a porte chiuseLunedì 20 aprile: Fiorentina-Hellas Verona (ore 20.45)
PRIMAVERA
PAVANEL: "PLAY-OFF    <br/>ORMAI COMPROMESSI"

PAVANEL: "PLAY-OFF
ORMAI COMPROMESSI"

"Il discorso play-off è ormai compromesso. Era l’ultima possibilità per agganciarci alle prime posizioni e non ci siamo riusciti. Però ho un altro obiettivo, che è quello di chiudere il campionato migliorando il risultato dell’anno scorso, che è di 34 punti. Ora ne abbiamo 31, possiamo farcela". Nonostante l'amarezza, mantiene lo spirito positivo Massimo Pavanel. Però la sconfitta in casa con l'Atalanta pregiudica il cammino verso le Final Eight di maggio: "Abbiamo giocato con un uomo in meno e con condizioni meteorologiche avverse, più di così non potevo chiedere. Il motivo della mia espulsione? Non c’è stato, non avevo nemmeno parlato. Sull’arbitraggio avrei qualcosa di ridire, ci hanno dato un rigore e poi sul finale ce ne sarebbe stato un altro. E’ brutto parlare di arbitraggio a questi livelli, ma è chiaro che ti condiziona. Al primo fallo di Miketic è arrivata subito l’espulsione…".Il tecnico scaligero chiosa con una considerazione sul giovane Cappelluzzo: "Se gioca come sa fare non va in difficoltà mai, mi spiace per il calcio di rigore sbagliato, avrebbe meritato il gol. Dopo il penalty era un po’ sparito dalla partita, non voglio che i miei si abbattano dopo aver sbagliato un calcio di rigore, perché la partita continua e bisogna andare avanti e non fermarsi sull’errore, anche per dare lustro alla sua convocazione in Nazionale".
CITTÀ
Maltempo, alberi caduti    <br/>e auto danneggiate

Maltempo, alberi caduti
e auto danneggiate

L'acquazzone accompagnato da forti raffiche di vento di oggi pomeriggio in città ha portato ad alcuni interventi di Vigili del fuoco e Polizia Municipale. La caduta di due alberi ha causato il daneggiamento di quattro auto tra via Todeschini, all'Arsenale e via Merano. Problemi anche in via Merano per una pianta caduta su un marciapiede, in Largo Divisione Pasubio e in via Fama per la caduta di alcuni calcinacci e infine in via Monti Lessini dove è caduta la recinzione di un cantiere.
POLITICA
Zaia contro tutti     <br/>Gran Guardia gremita

Zaia contro tutti
Gran Guardia gremita

Un abbraccio forte, nella città amministrata da uno dei suoi principali sfidanti ma non per questo avversaria. In una serata in cui proprio da Verona il centrodestra ha rilanciato l'alleanza storica Lega-Forza Italia per continuare a governare la regione. Quella di ieri è stata la sera di Luca Zaia, governatore acclamato e candidato favorito nella nuova corsa alla presidenza del Veneto. Accolto davanti alla scalinata della Gran Guarda da decine di sostenitori e militanti non solo del carroccio ma dell'intero centrodestra, Zaia è poi sceso nell'auditorium per un incontro pubblico con la città. Nel rispondere alle domande dei giornalisti, Zaia ha toccato alcuni dei punti caldi della campagna elettorale. Dalla rottura con Tosi (questione di scelte ha sintetizzato Zaia, le ingerenze lombarde non c'entrano niente) al lavoro (l'obiettivo è riportare i dati della disoccupazione al 2008, prima della crisi) all'immigrazione, con la conferma dello stop a nuovi arrivi di profughi. Una serata a 360 gradi in cui Zaia non ha nascosto i favori del pronostico dato dai sondaggi. Undici punti di distacco dal principale avversario, la candidata del Pd, Alessandra Moretti. "Ma i sondaggi contano oggi e domani non più, ha detto Zaia, che ha salutato Verona con il suo grido di battaglia elettorale: pancia a terra e lavorare.
POLIZIA MUNICIPALE
Motociclista scappa   <br/>Caccia al pirata

Motociclista scappa
Caccia al pirata

E nuova caccia al pirata da parte della Polizia Municipale che sta indagando sull'incidente che si è verificato questa mattina in via Golino, in Borgo Roma, e che ha visto coinvolti un motociclista a bordo di una kawasaki e un ciclista 48enne, ricoverato per una frattura. Mentre i due viaggiavano verso via San Giacomo il ciclista è caduto. Il motociclista si è fermato qualche metro dopo, ma quando ha visto il ciclista rialzarsi (era caduto rovinosamente in mezzo alla strasda) ha ripreso la sua corsa senza prestare soccorso. Gli uomini del nucleo antipirateria della Municipale hanno già individuato la moto. Il conducente è ricercato per omissione di soccorso e fuga.
QUI UDINESE
STRAMACCIONI: "CHIEVO?     <br/>SOLIDITA' INCREDIBILE"

STRAMACCIONI: "CHIEVO?
SOLIDITA' INCREDIBILE"

L'Udinese non appare in un grande momento di forma. Domenica pomeriggio sarà ospite al Bentegodi per affrontare il Chievo di Maran. Il tecnico romano Stramaccioni, intervenuto in conferenza stampa, ha ben chiaro dove si vincerà la partita: "Analisi semplice, concisa e chiara. Chi avrà la meglio a centrocampo, potrà portare a casa punti. Il loro gioco si sviluppa in maniera diretta per le due punte, scavalcandoti spesso e volentieri. Noi siamo determinati a fare risultato a tutti i costi".Dimostra di conoscere bene l'avversario: "Loro hanno un'identità precisa e una solidità incredibile. Contro il Cesena, ad esempio, hanno aspettato per molti minuti e li hanno puniti non appena si sono aperti un po' provando ad osare qualcosina in più. Chiederò ai miei ragazzi di tornare a essere quelli di 15 giorni fa mettendo in campo quello su cui abbiamo lavorato. Chiederò di non concedere più regali ed essere equilibrati e solidi".
PRIMAVERA
VERONA SOCCOMBE IN    <br/>CASA: PLAY-OFF MIRAGGIO

VERONA SOCCOMBE IN
CASA: PLAY-OFF MIRAGGIO

I Play-off sono sempre più un miraggio. Verona sconfitto in casa dall'Atalanta, a Vigasio. Decide il gol al 31' del primo tempo di Gatti. Strada in salita per i gialloblù, che rimangono in dieci uomini alla fine del primo tempo. Un forte vento contrario, l'inferiorità numerica (espulso Miketic alla fine della prima metà di gioco) rende la gara più difficile per la Primavera gialloblù. Nonostante il Verona metta in campo tutta la grinta agonistica di cui dispone, l'Atalanta conquista i tre punti.TABELLINOHELLAS VERONA-ATALANTA 0-1Marcatore: 31' pt GattiHELLAS VERONA (4-2-3-1): Ferrari; Perini (dal 43' st Dagnoni), Riccardi, Boni, Tentardini; Checchin, Guglielmelli (dal 41' st Oliboni); Bearzotti (dal 21' st Sall), Miketic, Fares; Cappelluzzo.A disposizione: Nervo, Moretto, Miron, Piccinini, Rossi, Ocelka, Salifu, Gilli, Badan.All.: Pavanel.ATALANTA (3-5-2): Merelli; Gatti, Kresic, Messina; Forgacs (dal 16' st Castellano), Ranieri, Cavagna, Marchini, La Vigna (dal 29' st Tentoni); Tulissi, Napol (dal 34' st Lunetta).A disposizione: Turrin, Di Giovanni, Mora, Mecskes, Boffelli, Kalermo, Susnjara.All.: Bonacina.Arbitro: Martelli del Brescia.Assistenti: Sgheiz e Cappello.NOTE. Espulsi: Pavanel al 40' pt, Miketic al 44' pt. Ammoniti: Checchin, La Vigna, Merelli, Tulissi, Fargacs, Ranieri, Kresic, Castellano.
IMMIGRAZIONE
Zaia, mi opporrò sempre   <br/>a flussi selvaggi

Zaia, mi opporrò sempre
a flussi selvaggi

"In Veneto abbiamo 514mila immigrati, l'11,2% della popolazione, 42mila dei quali senza lavoro. Sono perbene, si sono integrati, rispettano leggi, usi, costumi, hanno bimbi che parlano veneto, ma con questi numeri cosa possiamo garantiamo ad altri profughi?". Così Luca Zaia, governatore del veneto uscente e candidato alla presidenza della Regione del Veneto, oggi a Vicenza, ad un incontro di "Panorama d'Italia". "Per questi nuovi profughi, le prospettive sono tendopoli o ricoveri di fortuna in caserma - ha aggiunto, in una nota diffusa dai promotori dell'iniziativa -. Perché non si ha il coraggio di dire che aiutare così i profughi non funziona? - si è interrogato -. Ci costa meno - ha risposto - aiutarli a casa loro e saremmo molto più coerenti". "Abbiamo sindaci da destra a sinistra che dicono no - ha rilevato Zaia -. Con Mare Nostrum nel 2014 sono arrivati in 240mila e solo 8mila hanno titolo di rifugiati politici. Questi 2mila che arriveranno la prossima settimana, dove li facciamo mettere? Lunedì andrò in Prefettura a ripetere il no, ho mandato i tecnici che è un segnale chiaro". "Abbiamo abbandonato un semestre europeo nel quale l'Italia non ha fatto nulla, abbiamo un commissario, la Mogherini, mi chiedo a che serva - ha concluso -. Interpellare e coinvolgere l'Ue sarebbe fondamentale, ma Austria ci rispedisce indietro gli immigrati, la Francia ci blocca le frontiere a seconda delle giornate, dovremmo in un anno di tempo tessere relazioni per fare in modo che si creino condizioni perché restino in Africa".
POLITICA
Salvini: è sinistra a   <br/>organizzare arrivi

Salvini: è sinistra a
organizzare arrivi

Matteo Salvini, a una domanda sul flusso di migranti, ha detto di ritenere che sia "la sinistra ad organizzare questo enorme traffico di esseri umani". "Penso - ha aggiunto - che le Boldrini e gli Alfano stiano creando i presupposti per uno scontro sociale molto pericoloso che la Lega sta cercando di arginare, di limitare in ogni maniera, invocando un intervento a monte per bloccare un'invasione che rischia di provocare lo scontro sociale". L'arrivo di migranti via mare, ha concluso, "penso sia voluto dalla sinistra per continuare a governare una società impaurita e disoccupata".
L'Opinione
ON AIR
17.04.2015
TgVeneto
ON AIR
18.04.2015
Rosso & Nero
ON AIR
17.04.2015
Padova in Diretta
ON AIR
17.04.2015
Verona in Diretta
ON AIR
17.04.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
19.04.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
19.04.2015
Vighini Show
ON AIR
17.04.2015
Alè Verona
ON AIR
13.04.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
14.04.2015
Alé Padova
ON AIR
19.04.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
26.03.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

MEDICINA OGGI
19.04.2015

MEDICINA OGGI

MEDICINA OGGI
18.04.2015

MEDICINA OGGI

TERRA E NATURA
18.04.2015

TERRA E NATURA

ASCOM INFORMA
18.04.2015

ASCOM INFORMA

TERRA E NATURA
17.04.2015

TERRA E NATURA

i nuovissimi di tgverona.it

Palinsesto