• TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Telenuovo

TGVERONA
27.08.2014
TGGIALLOBLÙ
28.08.2014
TGPADOVA
27.08.2014
TGBIANCOSCUDATO
27.08.2014
FEDERFARMA
Addio ricetta rossa  <br/>Arriva il promemoria

Addio ricetta rossa
Arriva il promemoria

Una svolta epocale. Dal primo Settembre la tradizionale ricetta medica rossa per le prescrizione farmaceutiche andrà in pensione e sarà sostituita dal cosiddetto promemoria per il paziente. Le informazioni contenute nel vecchio modulo saranno sostituite da quelle registrate in modalità informatica. Questa mattina l'importante novità è stata presentata nella sede di Federfarma Verona dal presidente Marco Bacchini. Una rivoluzione che almeno nel primo periodo richiederà la legittima fase di assestamento. Ma quali saranno in effetti i benefici che troveranno i pazienti? "Quando sparirà il supporto informatico cartaceo ci saranno delle grosse agevolazioni perchè tutto sarà molto più rapito" spiega Bacchini. Inoltre, dato da non sottovalutare, si calcola che a livello economico la contrazione di spesa per la Sanità veneta sarà di oltre tre milioni di euro l'anno.
PADOVA-VIRTUS VECOMP
Biglietti in vendita   <br/>all'Euganeo per la Coppa

Biglietti in vendita
all'Euganeo per la Coppa

I tagliandi per il secondo turno di Coppa Italia di serie D tra Padova e Virtus Vecomp Verona saranno messi in vendita direttamente domenica 31 agosto allo stadio Euganeo alle biglietterie sud, a partire dalle ore 14. Il fischio d'inizio della gara è fissato per le 16. Questi i prezzi dei vari settori:POLTRONE 20 EUROTRIBUNA OVEST 15 EUROTRIBUNA EST 10 EUROTRIBUNA FATTORI 5 EURO.Potranno accedere gratuitamente allo stadio (senza biglietto e senza diritto di posto a sedere) i bambini nati dal 1 gennaio 2003 in poi.
VERSO IL DEBUTTO
Pellissier squalificato   <br/>Salta la Juve

Pellissier squalificato
Salta la Juve

Sergio Pellissier non giocherà il debutto di campionato contro la Juve di sabato alle 18 al Bentegodi. Il capitano del Chievo infatti deve contare un turno di squalifica.
PARTITA CELEBRATIVA
Da Cuicchi a Coppola,     <br/>pelle d'oca all'Appiani

Da Cuicchi a Coppola,
pelle d'oca all'Appiani

Una partita celebrativa da pelle d'oca. Condita con lo scambio di ricordi e aneddoti di un passato glorioso tra i protagonisti. E' stata una giornata da segnare negli annali di storia quella vissuta ieri dai tifosi biancoscudati che hanno rivisto all'opera all'Appiani i protagonisti della promozione in serie A del 1994 contro una rappresentativa della Tribuna Fattori. C'erano Cuicchi e Coppola, autori dei due gol grazie ai quali il Padova sconfisse allora il Cesena nello spareggio di Cremona, ma anche Franceschetti, Pellizzaro, Nunziata, Rosa, Ruffini, Longhi, Ottoni, Montrone, Parlato, Maniero. Ha voluto esserci anche Galderisi che, però, fresco di operazione a causa di un'appendicite, non ha potuto giocare, divertendosi a fare il mister in panchina. Non ce l'hanno invece fatta Bonaiuti e Sandreani che hanno comunque inviato i loro saluti. "Cosa è successo in spogliatoio quando ci siamo rivisti? Ci è venuta la pelle d'oca", ha raccontato Massimiliano Rosa. "Abbiamo passato i primi dieci minuti dopo esserci reincontrati a prenderci in giro e a ricordare vecchi episodi. Eravamo un gruppo davvero unito", ha proseguito Pellizzaro. A sorvegliarli prima dell'ingresso in campo Sergio Giordani, che 20 anni fa era a capo di quel Padova insieme a Marino Puggina. Sugli spalti centinaia di tifosi pronti a rivivere le emozioni della serie A, con gli stessi cori e la stessa passione di allora. Con la speranza che il nuovo Padova, costretto a ripartire dalla serie D, possa al più presto riprendersi palcoscenici più importanti.
VIABILITA'
Riaperta via Carducci,  <br/>ma è in tilt zona Sud

Riaperta via Carducci,
ma è in tilt zona Sud

Come annunciato, oggi è stata riaperta al traffico via Carducci.La ripresa della circolazione lungo l'importante arteria che conduce dal centro storico in borgo Venezia è avvenuta con dieci giorni di anticipo rispetto alla data prevista del 7 settembre, grazie all'impegno di Agsm sul cantiere. Ieri sera si sono completati anche i lavori di riasfaltatura.Ma quella di oggi è stata una mattinata di "passione" per la zona sud: dal centro fino alla direttrice per Cadidavid il traffico è andato in tilt a causa della chiusura dei lavori in via Tombetta (sempre per scavi ai sottoservizi), ma anche in lungadige Galtarossa dove sono in corso altri lavori.
ISTRUZIONE
Asili nido, iscrizioni   <br/>dall'1 settembre

Asili nido, iscrizioni
dall'1 settembre

Prenderà avvio lunedì 1° settembre l’anno educativo 2014/2015 per i 1275 bambini accolti nei 23 Asili Nido comunali e nei 12 Nidi in convenzione. Per i 659 nuovi iscritti è previsto un percorso di ambientamento, con orari e tempi di frequenza differenziati, che consentirà loro un graduale inserimento nella nuova realtà del Nido, offrendo nel contempo un’adeguata risposta alle esigenze lavorative familiari. Di questi, 295 sono i bambini piccoli (fascia d’età dai 3 ai 12 mesi, di cui 39 iscritti al “Nido mattina”), 247 i medi (fascia dai 13 ai 20 mesi, di cui 41 al “Nido mattina”) e 117 i grandi (fascia dai 21 ai 32 mesi, di cui 18 iscritti al “Nido mattina”). I bambini che hanno già frequentato il nido lo scorso anno riprenderanno regolarmente le attività il 1° settembre, con orario 7.30-16, comprensivo di servizio mensa e con la possibilità di estendere l’orario pomeridiano fino alle ore 18 a partire dal 15 settembre, per i genitori che ne abbiano fatto richiesta. "Educare – afferma l’assessore all’Istruzione Alberto Benetti - è un compito delicato che, pur coinvolgendo per prima la famiglia, insostituibile luogo di crescita, richiede da parte delle Istituzioni una fattiva collaborazione finalizzata a garantire un’offerta di servizi educativi qualificata e ampia. Con questo intento, oltre al servizio nido, l’Amministrazione comunale promuove anche il servizio “Tempo per la Famiglia” spazi di incontro per mamme, papà e nonni e di gioco per bambini fino ai tre anni di vita e i Centri di Consulenza educativa e di Documentazione a disposizione delle famiglie”. Il servizio comunale “Tempo per la Famiglia”, riaprirà il prossimo 16 settembre in cinque strutture collocate in diversi quartieri della città. I posti disponibili per il prossimo anno educativo sono 285, con possibilità di ulteriore incremento del 20%; gli interessati possono presentare la loro richiesta direttamente alle sedi del servizio: “Il Cerchio” in via Castel San Felice, presso il Nido “Colombare”, tel. 045/8349508; “Il Bocciolo” in via Marin Faliero, 79, Saval, tel. 045/8102182; “Il Grano” in via Angelo Berardi 74, Chievo, tel. 045/5116809; “La Casetta del Porto” in via De Ambrogi, 2, Porto San Pancrazio, tel. 045/525243; “Il Tesoro” in via Francesco Carmagnola, 34, Cadidavid, tel. 045/540015. In via Castello San Felice 6, al Parco delle Colombare, è presente il Centro Pedagogico “L’Arca” che accoglie all’interno dei propri spazi due diversi servizi dedicati all’Infanzia: il “Centro di Consulenza Educativa” (0-3 anni) che assicura, attraverso il proprio Sportello d’ascolto e i gruppi di incontro per genitori, supporto concreto alla famiglia nell’educazione dei figli e il “Centro di Documentazione 0-6”, che offre l’opportunità ai professionisti dell’educazione e alle famiglie di consultare la documentazione prodotta nei Nidi e nelle Scuole dell’Infanzia comunali. Gli incontri individuali con le professioniste psico-pedagoghe si svolgeranno su appuntamento il martedì, dalle 13:30 alle 16 e il giovedì, dalle 9:30 alle 12. Altri orari pomeridiani potranno essere concordati su richiesta dei genitori interessati. La Segreteria del Centro di Consulenza Educativa sarà aperta tutte le mattine, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 (tel. 045/8301863, e-mail: consulenza.educativa@comune.verona.it). Il Centro di Documentazione (0-6 anni) sarà invece aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13, e il martedì e il giovedì anche il pomeriggio dalle 14 alle 17 (tel. 045/8301863, e-mail: documentazione0-6@comune.verona.it).
SUL LAGO
Clonazioni bancomat,    <br/>arrestato bulgaro

Clonazioni bancomat,
arrestato bulgaro

Un bulgaro di 40 anni è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Peschiera con l'accusa di tentata clonazione il reato di clonazione di carte bancomat. L'uomo è stato bloccato dopo una perquisizione nella stanza dove alloggiava in un albergo sul lago di Garda: i militari hanno trovato tutte le apparecchiature Skimmer che venivano applicate sguli sportelli ATM per poi carpire i codici Pin e così effettuare prelievi con le carte clonate. L'indagine ha preso il via dalla segnalazione di una turista in vacanza a Lazise dopo che un pezzo si era staccato dallo sportello durante un prelievo. Gli uomini dell'Arma hanno predisposto un apopostamento e attraverso anche l'esame dei filmati delle telecamere di sicurezza hanno individuato un uomo che in giorni diversi armeggiava davanti al bancomat. Dalla targa dell'auto presa a noleggio i carabinieri sono risaliti all'albergo dove risiedeva il cittadino bulgaro e dopo aver ottenuto l'autorizzazione dal magistrato è scattata la perquisizione che ha portato all'arresto. In camera è stato sequestrato anche un navigatore satellitare sul quale erano segnate tutte le agenzie bancarie da Malcesine fino alla sponda bresciana del Garda. L'indagato ora è in carcere in attesa della convalida.
TRASMISSIONI
IL VIGHINI SHOW          <br/>DAL 2 OTTOBRE

IL VIGHINI SHOW
DAL 2 OTTOBRE

Sta per tornare. Con un nuova collocazione, un nuovo studio, tantissimi ospiti in esclusiva, nuovi opinionisti e commentatori e tante sorprese. Da giovedì 2 ottobre ricomincerà il Vighini Show, il rotocalco settimanale dedicato all'Hellas Verona, che in questa terza edizione andrà in onda dall'Hellas Kitchen di via Lussemburgo nel nuovo studio televisivo appositamente realizzato per la trasmissione. Una grande occasione anche per i tifosi che vorranno prenotare alcuni tavoli riservati di assistere in diretta alla trasmissione.
MERCATO
IL PESCARA ANNUNCIA     <br/>ZAMPANO E' NOSTRO

IL PESCARA ANNUNCIA
ZAMPANO E' NOSTRO

Francesco Zampano, classe 1993, va al Pescara. Il difensore del Verona passa agli abruzzesi con la formula del prestito. Lo ha annunciato ieri sera il sito ufficiale dei pescaresi.
A2 GOLD
Monroe: Ho scelto  <br/>Verona per vincere

Monroe: Ho scelto
Verona per vincere

Dal ritiro di Madonna di Campiglio prima intervista per Darryl Monroe, l'ala-centro ingaggiata dalla Tezenis e reduce dall'esperienze nel massimo campionato francese e spagnolo.- Perché ha scelto Verona e la seconda lega italiana?"Verona è stata la scelta migliore per me, sia dal punto di vista umano che da quello professionale. È una grande opportunità per la mia famiglia e soprattutto per me come atleta perchè adesso faccio parte di una grande società".- Francia, Spagna, adesso l'Italia. Conosce il basket italiano?"Non so molto del basket italiano, però mi aspetto di imparare e di capire in fretta com'è. Ho voglia di vincere, di fare gruppo e di divertirmi". - Quali sono le sue preferenze in campo?"Sono un giocatore di squadra, a cui piace giocare coi compagni". - Una promessa per i tifosi?"Ai tifosi prometto che darò sempre tutto quello che ho, lavorando in modo positivo, facendo sempre quello che mi si chiede. Cercherò di essere leader, non dimenticando però di essere parte di un gruppo". - E' pronto per vincere il campionato?"Il nostro obiettivo è fare il meglio possibile. Tutti devono essere coinvolti perchè vincere il campionato è un percorso lungo in cui tutti devono fare la loro parte". - Quali sono i suoi giocatori-simbolo?"Non ho esempi specifici a cui mi ispiro. Sia in campo che fuori cerco solo di essere una brava persona e di dare sempre una mano". - Ha scelto la Tezenis anche per la città di Verona..."Non ho avuto ancora la possibilità di vederla bene, ma più avanti avrò sicuramente il tempo di visitarla e di scoprire la sua bellezza". - E poi il cibo, giusto?"Per ora posso solo dire che il cibo italiano è buono come mi avevano detto prima di venire qui".
RITIRO
Tezenis al lavoro    <br/>in val Rendena

Tezenis al lavoro
in val Rendena

La preparazione della nuova Tezenis è entrata nel vivo a Madonna di Campiglio. Nel ritiro in val Rendena la squadra di Ramagli sta mettendo benzina nel motore in vista della nuova stagione in A2 Gold che è carica di aspettative per i tifosi gialloblù dopo una campagna acquisti importante messa a segno dalla club scaligero.Boscagin e compagni sono alloggiati nel lussuoso Alpen Suite Hotel, albergo a 5 stelle della famiglia Masè, mentre gli allenamenti si svolgono al palasport di Carisolo.In occasione del 'media day' c'è stato il primo scatto ufficiale della stagione: i giocatori con la dirigenza, lo staff tecnico e medico-sanitario con il presidente Gianluigi Pedrollo, il vicepresidente Sandro Bordato, il responsabile dell'area tecnica Giorgio Pedrollo, il consigliere d'amministrazione Matteo Bordato, il direttore sportivo Gianluca Petronio, il responsabile dell'area organizzative Andrea Sordelli.La Tezenis proseguirà l'attività in val Rendena fino al 30 agosto, quando lascerà il ritiro a Madonna di Campiglio per rientrare a Verona. La prima uscita è in programma mercoledì 3 settembre al Palaolimpia con uno "scrimmage" contro la De Longhi Treviso, squadra di A2 Silver.
CHI E' IL NUOVO DIFENSORE
SORENSEN, GIGANTE DANESE      <br/>CHE PUO' GIOCARE OVUNQUE

SORENSEN, GIGANTE DANESE
CHE PUO' GIOCARE OVUNQUE

Si guardino prima di tutto i suoi dati, fisici e biografici. Frederick Hillesborg Sorensen è alto 193 centimetri e pesa 80 chilogrammi. Proviene dalla Danimarca, paese che ha consegnato al Verona il più grande giocatore abbia calcato il terreno del Bentegodi: Preben Larsen Elkjaer. Del bomber che fece impazzire i gialloblù, Sorensen non ha comunque nulla. Trattasi di un giocatore completamente diverso, per ruolo, struttura fisica e anche temperamento. Il soprannome di Sorensen è Ice-man, uomo di ghiaccio.Professionista esemplare, classico ragazzo nordico tutto disciplina e puntualità, Sorensen è nato a Roskilde il 14 aprile 1992. Ha quindi appena compiuto 22 anni. E' in Italia dal 2010, quando lo scouting della Juventus lo preleva dal Lingby. Nel 2012 passa al Bologna dove arriva in comproprietà. A maggio di quest'anno torna completamente di proprietà della Juventus che ora lo ha girato al Verona, dopo che è sfumato il suo passaggio al Leeds di Cellino che non aveva trovato l'accordo economico. La Juventus ha provato anche a proporlo come contropartita all'Olimpiakos per avere Manolas, ma il greco è andato a Roma e l'affare è sfumato.Tatticamente è il classico difensore che può ricoprire almeno due ruoli in difesa: centrale e terzino destro, dove spesso è stato impostato. Un terzino che spinge poco, ma che dà solidità al reparto grazie alla sua fisicità. Perfetto dunque per il Verona di Mandorlini.
MERCATO
Embargo russo, Regione      <br/>contro guerra sanzioni

Embargo russo, Regione
contro guerra sanzioni

"Dal Consiglio Regionale ha preso l'avvio una manovra politica che vede il Veneto capofila nazionale ed internazionale di una azione di pressione su Bruxelles, affinchè gli organismi europei valutino con maggiore attenzione gli effetti disastrosi sull'economia e sull'occupazione dell'attuale guerra delle sanzioni che vede contrapporsi Russia ed Europa". In queste parole di Clodovaldo Ruffato, presidente del Consiglio regionale del Veneto, si sintetizzano i lavori della commissione speciale per le relazioni internazionali, tenuta stamane e presieduta da Nereo Laroni. Alla seduta hanno partecipato i rappresentanti delle associazioni imprenditoriali dell'industria, dell'artigianato, del commercio e del mondo agricolo, i responsabili dei mercati ortofrutticoli di Padova e di Verona, i presidenti dei consorzi Grana Padano e Prosciutto San Daniele e dell'associazione dei produttori di latte. "La presenza numerosa, qualificata e motivata dei rappresentanti del mondo produttivo è stata il primo successo di questa nostra seduta straordinaria", ha sottolineato Nereo Laroni, presidente della Commissione, "a dimostrazione del fatto che la distanza tra politica e società civile e imprenditoriale può essere colmata facilmente quando ci si muove per obiettivi reali, su problematiche sentite e con effettiva rapidità". Le "problematiche reali" che sono state discusse in sede di Commissione partono da un dato: gli interscambi Veneto-Russia vedono Mosca posizionata al settimo posto della classifica export della nostra regione. Una posizione valorizzabile in oltre due miliardi di euro di fatturato, un dato in questo momento congelato. A fronte di questi fatti sia Giorgio Piazza (Coldiretti) che Italo Candoni (Confindustria) hanno sottolineato la preoccupazione di un perdurare dell'attuale situazione di embargo, che penalizza sia l'agricoltura che la produzione industriale, in particolare quella legata al mobile di base, alle aziende di trasformazione e dei latticini, alla moda e alle nuove tecnologie. Maria Luisa Coppola. Assessore all'Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione del Veneto, ha aggiunto a queste preoccupazioni una visione ulteriore di scenario futuro, perché "nell'attuale situazione di mancate esportazioni potrebbero inserirsi nuove nazioni e nuovi fornitori, ad occupare quegli spazi di mercato che tradizionalmente erano occupati dai prodotti veneti e italiani di qualità". "L'Europa - ha aggiunto dovrebbe porre maggior attenzione nelle proprie politiche verso i Paesi del Sud del continente, che detengono le maggiori eccellenze agroalimentari". Su quest'ultimo fronte si è espresso anche Stefano Berni, direttore generale del consorzio Grana Padano (soggetto che coinvolge i produttori di cinque regioni), che ha sottolineato la paura nei confronti del futuro del mercato, che al contempo la preoccupazione per circa 53mila forme di formaggio attualmente immobilizzate nei magazzini del Consorzio. Proprio in questa ottica si pone quindi la risoluzione proposta durante i lavori della commissione, indirizzata a portare al governo nazionale, alla Commissione e al Parlamento europeo l'urgenza di avviare azioni volte a "rimuovere e superare le cause e lo stato di sanzioni ed embargo". Tutto il mondo produttivo si è dichiarato favorevole all'iniziativa regionale, perché - come ha sottolineato Candoni, "abbiamo bisogno di portare la nostra voce a Roma e Bruxelles, coinvolgendo tutti gli altri soggetti politici, sociali ed economici che in questo momento stanno soffrendo per la situazione che si è creata". Dopo il "via libera" in Commissione - con gli interventi di Gustavo Franchetto, Bruno Pigozzo e Stefano Falconi - e l'appoggio di tutte le categorie economiche, nei prossimi giorni il Consiglio regionale proseguirà sulla strada avviata. "Per prima cosa recepiremo le modifiche richieste alla nostra bozza di soluzione, in modo tale da arrivare ad un documento condiviso con tutti i gruppi. Poi presenteremo questa risoluzione ad un incontro con tutti i parlamentari ed europarlamentari veneti ed alla giunta". "Nelle prossime settimane - conclude - faremo invece i due passi internazionali che ci sembrano più opportuni: porteremo la risoluzione alla conferenza delle assemblee regionali legislative europee, la Calre, e poi a Bruxelles, al Commissario per l'agricoltura".
MERCATO
VERONA, DOPPIO COLPO     <br/>NICO LOPEZ E SORENSEN

VERONA, DOPPIO COLPO
NICO LOPEZ E SORENSEN

Doppio colpo per il Verona. E' fatta per Nico Lopez. El conejo arriva in prestito oneroso (costerà 600 mila euro all'Hellas), e con un riscatto molto alto (18 milioni). Ma il Verona avrà un controriscatto dall'Udinese di 5,5. In pratica se il Verona dovesse esercitare il riscatto del giocatore, versando 18 milioni all'Udinese, potrebbe ricevere 5,5 milioni dai friulani. La firma è attesa in serata o al massimo domani.Preso anche Sorensen. La trattativa si è sbloccata nelle ultime ore. Anche per lui la firma arriverà domani.
MERCATO
ORA E' UFFICIALE       <br/>PRESO CAMPANHARO

ORA E' UFFICIALE
PRESO CAMPANHARO

Ora è ufficiale: Gustavo Campanharo è un giocatore dell'Hellas Verona. Nel pomeriggio, il centrocampista, classe '92 si era aggregato alla squadra a Peschiera. Il brasiliano ha sostenuto nel pomeriggio le visite mediche ed è stato dichiarato idoneo dai sanitari scaligeri.
SOLIDARIETA'
Ice Bucket, Mandorlini      <br/>nomina Toni e lo staff

Ice Bucket, Mandorlini
nomina Toni e lo staff

"Doccia gelata" anche per Andrea Mandorlini che si è sottoposto all'Ice Bucket Challenge a sostegno della Fondazione Stefano Borgonovo nella lotta contro la SLA. L'allenatore del Verona nominato dal figlio Matteo, a sua volta ha nominato Luca Toni, lo staff tecnico dell'Hellas e la difesa dell'Inter (Riccardo Ferri, Walter Zenga e Beppe Bergomi).
CANTIERI
Via Centro, senso unico  <br/>fino a venerdì

Via Centro, senso unico
fino a venerdì

Dalle ore 7.30 di domani, giovedì 28 agosto, fino alle ore 18 di venerdì 29, per consentire i lavori di scavo sulla carreggiata stradale necessari alla sostituzione da parte di Agsm della rete gas vetusta, sarà in vigore il senso unico alternato in via Tombetta, in prossimità dell'intersezione con via Centro. La Polizia municipale sarà presente in zona, per disciplinare la viabilità. Tuttavia è consigliabile evitare la zona e trovare itinerari alternativi, anche in considerazione dell’altro cantiere presente sulla nuova rotonda di via San Giovanni Lupatoto e via del Pestrino. Confermata infine la riapertura per domani di via Carducci, dopo la verifica della segnaletica stradale e il ripristino completo dei semafor
CANTIERE
Viale Repubblica, riapre  <br/>entro il 12 settembre

Viale Repubblica, riapre
entro il 12 settembre

Nella seduta odierna la Giunta comunale ha ribadito che il termine ultimo per la riapertura e il ripristino della viabilità in viale della Repubblica, dove è presente il cantiere per la costruzione di un parcheggio pertinenziale, è venerdì 12 settembre, data già concordata con la ditta, anche in funzione dello svolgimento a Verona del Raduno Triveneto degli Alpini. L'adunata degli alpini prevede infatti il raduno del corteo in Borgo Trento, fra piazza Vittorio Veneto e piazzale Cadorna, lungo via IV Novembre, mentre viale della Repubblica dovrà essere completamente libero, per consentire ai mezzi di soccorso, in caso di necessità, di dirigersi verso l'ospedale di Borgo Trento. “Se entro tale termine non si dovesse arrivare ad una soluzione da parte della ditta – ha ribadito il sindaco Flavio Tosi – interverrà il Comune ponendo il costo dell’intervento a carico della ditta stessa”.
ALTA VELOCITA'
Tosi: Governo finanzi     <br/>alta velocità a Verona

Tosi: Governo finanzi
alta velocità a Verona

“Sarebbe davvero imbarazzante per il governo e inaccettabile per il territorio un mancato finanziamento dell’alta velocità nel tratto Brescia-Verona; per questo aspettiamo il Consiglio dei Ministri di venerdì per sapere con precisione quali saranno le opere alle quali il decreto Sblocca Italia darà il via. Sappiamo tutti, e ce lo disse più e più volte anche l’allora Amministratore delegato delle Ferrovie Moretti, che il tratto ferroviario più redditizio e prioritario in Italia per l’alta velocità è l’asse Torino-Venezia, in quanto tratta con maggior traffico di merci e di persone, e nell’ambito di una programmazione strategica del territorio questo ci si aspetterebbe dal Governo. Ricordo inoltre che lo stesso Presidente del Consiglio Renzi, subito dopo le elezioni europee, venne a garantire di persona, all’assemblea congiunta degli industriali di Verona e Vicenza, il finanziamento dell’opera. Se ciò non avvenisse, quindi, sarebbe inaccettabile perché non si può fare una promessa di questa portata a una platea così importante e rappresentativa, per poi non mantenerla: non è un impegno che si poteva prendere a cuor leggero. L’auspicio è che il territorio e chi lo rappresenta, quindi tutti i parlamentari in maniera trasversale, ma soprattutto quelli di maggioranza, facciano sì che il Governo mantenga la promessa fatta, senza accampare scuse, come quando si dice che il progetto non sarebbe ancora pronto: lo sanno tutti che dipende comunque dal Governo e dalle sue articolazioni metterlo a punto”.
VERSO L'ESORDIO
Pirlo e Llorente out     <br/>Saltano il Chievo

Pirlo e Llorente out
Saltano il Chievo

Qualche problema di formazione per Massimiliano Allegri in vista del debutto di sabato sera al Bentegodi alle 18 contro il Chievo. Andrea Pirlo e Fernando Llorente non saranno infatti a disposizione del tecnico livornese: il primo ha rimediato una contusione alla coscia destra nel corso del trofeo Tim di sabato scorso, il secondo invece è alle prese con l'influenza. Sicuri assenti lo squalificato Chiellini e Morata, ko sin dal primo giorno di allenamento con la Juventus. In ogni caso per Allegri non mancano le alternative.
SICUREZZA
Veronetta, presidio       <br/>e primi risultati

Veronetta, presidio
e primi risultati

Dopo l'annunciato giro di vite sul fronte del contrasto al degrado e alla microcriminalità, primi risultati per la Polzia a Veronetta. Le Volanti hanno arrestato ieri una donna marocchina di 30 anni fuggita lunedì dall'ospedale di Borgo Trento dov'era sottoposta a custodia cautelare. Gli agenti l'hanno intercettata mentre girava per il quartiere in bicicletta. Alla vista della pattuglia la donna ha cercato la fuga ma si è messa in trappola da sola, quando si è infilata nel sottopasso pedonale di porta Vescovo. Intanto da oggi è attivo il presidio fisso a Santa Toscana.
L'Opinione
ON AIR
01.08.2014
TgVeneto
ON AIR
28.08.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
Alè Verona
ON AIR
20.08.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
28.07.2014
Tuttocalcio Padova
ON AIR
30.05.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
05.08.2014

BPV MUTUOYOU

Promo palinsesto

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

Palinsesto