• ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • TUTTOCALCIO PADOVA

    Segui la serie B

    Segue in diretta le gare elle due formazioni padovane impegnate nel campionato cadetto durante i 90 minuti di gara e nel dopo-partita. Commenti, interviste, sintesi dlele gare

  • POMERIGGIO HELLAS

    Ogni sabato dalle 14.45

    Il sabato pomeriggio c'è una lungra trasmissione il cui fiore all'occhiello è la partita in diretta della primavera. Ma non solo, anche la conferenza di Mandorlini e le ultime in vista della partita del Verona

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGGIALLOBLU LIVE

    Alle 19.30 LIVE, alle 21 nel TgVerona

    Dal 2001 Vighini, Fioravanti e Betteghella conducono il TgGialloblù. Quest'anno una novità: edizione LIVE in diretta dalle 19.30 e SMART all'interno del TgVerona alle 21:00 e 24:30.

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Numero Verde Telenuovo

TGVERONA
23.04.2014
TGGIALLOBLÙ
23.04.2014
TGPADOVA
23.04.2014
TGBIANCOSCUDATO
23.04.2014
INCIDENTI
Tamponamento in A4   <br/>Muore un 50enne

Tamponamento in A4
Muore un 50enne

Un romeno di 50 anni residente in provincia di Cuneo è morto questa mattina alle 4 sull’A4, vicino allo svincolo di Verona Sud. Un 28enne di Abano Terme (Padova), alla guida di un furgone ha tamponato violentemente una Opel Corsa condotta dal romeno e su cui viaggiava c’era anche un connazionale di 53 anni residente in Romania, ferito gravemente e ricoverato in prognosi riservata all'ospedale di Borgo Trento I Vigili del Fuoco hanno estratto i due occupanti dell'auto, ma per il conducente a nulla sono valsi i soccorsi.La corsia di destra della carreggiata Venezia Milano è rimasta chiusa al traffico fino alle 7 per le operazioni di soccorso.
INTERVISTA SUL MATCH PROGRAM DEL VERONA
IL SOGNO DI SETTI:   <br/>CENTRO SPORTIVO HELLAS

IL SOGNO DI SETTI:
CENTRO SPORTIVO HELLAS

Una casa si costruisce dalle fondamenta. Lo ha sempre ripetuto Maurizio Setti che ha immaginato una serie di "step" per costruire il Verona del domani. La priorità era la riconquista della categoria. Poi il mantenimento. Entrambi gli obiettivi sono stati centrati. Ora si parte con la fase tre: il potenziamento del settore giovanile. Un pallino di Setti e Sogliano. Le performance buone e sorprendenti della Primavera (fino all'esordio in A di Donsah...) sono l'inizio di un percorso. Ma per il settore giovanile del Verona sono indispensabili due cose: aumentare il budget e riuscire ad avere un centro sportivo di proprietà.Setti lo ha ribadito anche in un'intervista rilasciata al match program del Verona di questa settimana (in edicola ad un'euro). Entro due anni il Verona si deve dotare di un impianto all'altezza dove si possano allenare tutte le squadre giovanili e naturalmente la prima squadra.
MERCATO
IL SAN LORENZO VINCE   <br/>VILLALBA NON CONVINCE

IL SAN LORENZO VINCE
VILLALBA NON CONVINCE

Il San Lorenzo ha vinto per 1-0 contro il Gremio negli ottavi di finale della Coppa Libertadores. Il gol è stato realizzato da Angel Correa. Anche Sean Sogliano ha assistito al match per visionare il talento Villalba. Che però non ha brillato. Suo il lancio in profondità per Matos che poi ha portato al gol di Correa, ma una gara abbastanza opaca. Villalba, come racconta El Clarin, "non è mai riuscito a fare il suo gioco per rompere gli equilibri". Insomma una gara non eccelsa. Ora tocca a Sogliano valutare.
CANTO
Zecchino d'oro, Verona   <br/>apre le selezioni

Zecchino d'oro, Verona
apre le selezioni

Partiranno da Verona domani, giovedì 24 aprile, le selezioni nazionali per la 57ª edizione dello Zecchino d’oro. L’iniziativa, presentata a Palazzo Barbieri dal Sindaco, dall’organizzatore del tour Claudio Zambelli, dal responsabile Produzione dell’Antoniano di Bologna Fabrizio Palaferri e dal responsabile Enti religiosi del Banco Popolare Gianmarco Castellani, prevede inoltre una serie di iniziative dedicate alle famiglie in programma nel fine settimana in piazza Bra. Le audizioni riservate a bambini tra i 3 e i 10 anni si terranno giovedì 24, dalle 14 alle 18, e venerdì 25 aprile dalle 10 alle 18, a corte Molon. L’iscrizione è gratuita sul sito www.selezionizecchinodoro.it, per informazioni contattare il numero 0513940206. A partire dalle ore 15 di sabato 26 aprile saranno organizzate in piazza Bra attività ludiche con giocolieri, attori e artisti di strada rivolte a bambini e famiglie, laboratori e animazioni sui temi della sicurezza stradale, del risparmio energetico e della musica. Domenica alle ore 9.30 il vescovo monsignor Giuseppe Zenti celebrerà la messa animata dai canti del Piccolo Coro dell’Antoniano di Bologna, cui seguiranno animazioni e laboratori no-stop. Alle 17 nel corso della “Serata d’oro…Zecchino” si svolgeranno le esibizioni dei bambini selezionati nel corso delle audizioni. In caso di maltempo spettacoli e animazioni si svolgeranno all’auditorium della Gran Guardia. Nell’ambito dell’iniziativa “Corsia d’oro…Zecchino” oggi alcuni bambini protagonisti delle scorse edizioni intratterranno con i lori canti malati e anziani della Casa di soggiorno Le Betulle e alle 17.30 all’ospedale Fracastoro di San Bonifacio si terrà lo spettacolo teatrale "L’Albero dei Miracoli".
RELIGIONE
Festival Biblico, tanti  <br/>eventi anche a Verona

Festival Biblico, tanti
eventi anche a Verona

Centinaia di eventi distribuiti in quattro capoluoghi del Veneto, quelli di Verona, Vicenza, Padova e Rovigo, ma anche in vari centri delle rispettive province. E' quanto proporrà l'edizione 2014 del Festival Biblico, che quest'anno, in occasione della decima edizione, ha scelto come tema-icona "Le Scritture, Dio e l'uomo si raccontano". Per dodici giorni, dal 22 maggio al 2 giugno, saranno molti i temi di confronto, dialogo e compartecipazione, dall'economia civile agli incontri con personaggi di spicco del giornalismo, della cultura, della letteratura e della scienza, passando per il cinema, sino a diversi docenti universitari. A dare il via agli eventi del Festival Biblico, promosso dalla Diocesi di Vicenza, sarà la prolusione che il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio della cultura, terrà nella cattedrale della città palladiana nella serata del 22 maggio. Per l'occasione, in Duomo, risuonerà la musica inedita creata appositamente da Jorge Bosso, compositore argentino.
TIFO SPECIALE
4.000 scudi rossi per <br/>sostenere il Padova

4.000 scudi rossi per
sostenere il Padova

Il Padova invita tutti i tifosi a colorare l'Euganeo sabato pomeriggio, in occasione della sfida interna col Bari, indossando qualcosa di bianco. I tifosi dell'Aicb distribuiranno gratuitamente in Tribuna Est e Tribuna Ovest oltre 4.000 scudi rossi, realizzati appositamente dal Padova in collaborazione con Gsport, che completeranno i nostri colori.Tutti gli sportivi presenti all'Euganeo avranno così uno strumento in più per salutare la squadra quando entrerà in campo e per sostenerla durante tutta la partita.Al termine della gara portate lo Scudo a casa con voi. Mettetelo in auto, in ufficio, in fabbrica, in officina o nella camera del vostro piccolo biancoscudato. Mandate una foto di come lo usate all'indirizzo social@padovacalcio.it. Le più belle saranno pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale del Calcio Padova.
VERSO LA LIEGI
Cunego: Che sfortuna <br/>Mi sentivo in condizione

Cunego: Che sfortuna
Mi sentivo in condizione

"Senza utilizzare giri di parole devo dire che stavo davvero bene, penso si sia visto anche in tv che abbiamo corso bene e sempre nelle posizioni di testa sino a quei maledetti 3 km dalla conclusione. La caduta è stata obbligata dalla sbandata nelle posizioni di testa del gruppo, schivata da Rui Costa, al quale ero davvero ravvicinato come succede nei finali per evitare di perdere posizioni, non ho potuto far altro che colpire la sua ruota e rovinare a terra. Spiace perché sia io che lui ed Ulissi, alle mie spalle, avremmo potuto davvero fare bene nel finale" così Damiano Cunego attraverso il sito della Lampre-Merida dopo la sfortunata caduta alla Freccia Vallone. Lo scalatore veronese ha rimediato diverse escoriazioni a fianchi, schiena e gomiti, ma fortunatamente la sua presenza non è in dubbio in vista della Liegi-Bastogne-Liegi di domenica.
A META' TRA TORO E CHIEVO
Bellomo: Chi crede in     <br/>me non sbaglierà

Bellomo: Chi crede in
me non sbaglierà

Il trequartista dello Spezia Nicola Bellomo a metà tra Torino e Chievo è pronto a chiudere la stagione nel migliore dei modi per poter avere un'altra occasione in serie A: "Non conosco il mio futuro, ovunque andrò, so che mi dovrò guadagnare il posto ma spero di aver fiducia, chi crede in me non sbaglierà" ha detto alla Gazzetta dello Sport. A inizio luglio pareva che Bellomo dovesse partire in ritiro con il Chievo ma poi tutto è tramontato. La sua qualità non dovrà passare inosservata in via Galvani in vista del prossimo campionato.
LIBERAZIONE
25 aprile, è già tempo  <br/>di celebrazioni

25 aprile, è già tempo
di celebrazioni

Il Presidente del Consiglio comunale Luca Zanotto ha partecipato, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, alle celebrazioni per il 69° anniversario della Liberazione, promosse dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori delle Officine manutenzione carrozze e locomotive di Porta Vescovo. Alla commemorazione, che si è svolta davanti al monumento sito a metà del viale di Porta Vescovo, erano presenti il presidente provinciale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia Raul Adami, oratore ufficiale della cerimonia, il presidente dell'Associazione Nazionale ex Deportati Gino Spiazzi, Vittore Bocchetta, dirigenti e lavoratori delle Officine manutenzione di Verona e il coro Voci della Ferrata. “Davanti ad uno dei monumenti simbolo di questa giornata – ha detto Zanotto - ricordiamo quanti si sono sacrificati in nome della libertà, della giustizia e della democrazia. Valori non scontati, che ci sono stati donati a caro prezzo da coloro che hanno sacrificato la propria vita per il nostro Paese. Per questo è importante ricordare e trasmettere alle nuove generazioni quello che è stato, affinché perseguano i valori della libertà e della democrazia con la stessa convinzione e decisione”.
FOOTBALL AMERICANO
Mastini Verona, domenica  <br/>derby contro i Redskins

Mastini Verona, domenica
derby contro i Redskins

È tempo di stracittadina numero due, al Nino Mozzo di San Giovanni Lupatoto. Domenica infatti, con kick off previsto per le ore 14,30, andrà in scena la gara di ritorno tra Agsm Mastini e Redskins. In palio moltissimo per ambedue le squadre, pronte a darsi battaglia per l’intera posta in palio.Per i gialloblù il desiderio di proseguire la striscia positiva e continuare a sognare traguardi importanti, per i pellerossa la sicura voglia di vendetta dopo la sconfitta per 22 a 13 nella gara di andata.Le due squadre tra l’altro arrivano da una serie di risultati esattamente contrapposti, con i gialloblù bravi a confermare la loro leadership nel girone F con la quinta vittoria consecutiva a danno dei Saints, e Redskins ad inanellare invece tre sconfitte dopo un buon inizio di stagione.Per i Mastini la pausa pasquale ha permesso al coaching staff di lavorare molto sull’inserimento delle seconde linee e di alcuni rookies che ben si sono comportati nell’ultima gara con Padova. Un inserimento che risulta supportato dall’efficiente struttura dei due reparti ottimamente orchestrati da Coach Umberto Maggini e Coach Gianluca Ottenio.“In queste prime cinque partite – ci dice il presidente dei gialloblù Simone De Martin – ho visto notevoli miglioramenti nell’atteggiamento della squadra. Devo fare i complimenti a tutti i miei ragazzi e prima di tutto alle due linee, quella offensiva e quella difensiva. Il buon lavoro del coaching staff e l’impegno dei ragazzi – conclude – ha permesso questi risultati testimoniati dalla classifica e messi in luce ulteriormente dalle statistiche”.Tutto è pronto quindi in casa Mastini per il derby di ritorno. Un derby che nasconde come sempre insidie legate alle emozioni, all’adrenalina, al cuore, soprattutto quello, che spinge sempre le due squadre in campo a dare tutto. Una partita insomma che per molti può valere una stagione.(alb.cr.)
VOLLEY A1
Piero Rebaudengo nuovo  <br/>A.D. Calzedonia Verona

Piero Rebaudengo nuovo
A.D. Calzedonia Verona

E’ stato presentato ieri – mercoledì 23 aprile – presso la sede del Banco Popolare in Piazza Nogara il nuovo A.D. di Calzedonia BluVolley Verona Piero Rebaudengo.Nato a Torino nel 1958, Rebaudengo ha maturato importanti esperienze professionali a livello nazionale ed internazionale; nell’ambito sportivo in particolare ha ricoperto il ruolo di Direttore eventi delle Paralimpiadi di Torino 2006 e successivamente, dal 2007 a fine 2012, quello di Direttore Sport in FIVB con la responsabilità di gestione di eventi come Olimpiadi, Campionati del Mondo, World League e World Cup. Rebaudengo ha partecipato inoltre come atleta a 12 campionati di volley di Serie A, dal 1976 al 1987 (quattro Scudetti, due Coppe dei Campioni e una Coppa delle Coppe). Con la Nazionale italiana ha collezionato 186 presenze, vincendo quattro medaglie; la più prestigiosa, di bronzo, alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984.Ecco le sue prime dichiarazioni: "Grazie a tutti, davvero. Per me è un ritorno in Italia dopo esperienze all’estero sia in ambito sportivo che manageriale. Verona è una città di cultura e di sport, con un grande presente. Non faccio proclami però posso dire che c’è un progetto triennale per arrivare sempre più in altro nel ranking pallavolistico nazionale. Sarà un progetto serio, limpido, sostenibile e sobrio, senza troppi proclami ma con tanta sostanza. Come BluVolley lavoreremo su due fronti: uno sportivo con la struttura, con i tecnici con la società per eventuali nuovi investimenti, e con la società a livello commerciale. La Bluvolley è sana e ha un motore commerciale molto buono. Lavoreremo anche con le istituzioni in quanto parte fondamentale del nostro progetto. Appuntamento alla prima partita di campionato: noi siamo già pronti!"Alberto Cristani
TRASPORTI
Filobus, dal Ministero    <br/>via libera alla variante

Filobus, dal Ministero
via libera alla variante

Via libera dal ministero delle Infrastrutture alla variante per realizzare il filobus.Il costo dell'opera è incrementato di 11 milioni per le modifiche apportate al tracciato, soprattutto a Verona Sud, evitando il passaggio in viale del Lavoro, con il transito attraverso l'ex mercato ortofrutticolo.Soddisfatto l'assessore comunale alla mobilità, Enrico Corsi: "Questa opera è frutto di una concertazione con le Circoscrizioni, le associazioni di categoria del commercio e degli esercenti e con i cittadini. I maggiori costi saranno ammorizzati con il ribasso della base d'asta (prevista in partenza a 117 milioni con un ribasso del 12%, ndr) e comunque non andranno a gravare nemmeno per un euro in più sugli utenti".Il primo cantiere sarà nel piazzale della stazione di Porta Nuova, poi si proseguirà a Verona Sud. I tempi di consegna previsti nel contratto con l'Associazione temporanea d'imprese che si è aggiudicata l'appalto sono di mille giorni dall'inizio dei lavori.
CICLISMO
Giro Trentino, Zardini   <br/>trionfa a Brentonico

Giro Trentino, Zardini
trionfa a Brentonico

Se Davide Cassani è un uomo fortunato, lo scopriremo presto. Edoardo Zardini, 24enne di Marano di Valpolicella, diplomato e studente universitario in aspettativa, ha acceso una luce nel pallido inizio di stagione dei corridori italiani. Forse è nata una stella: è presto per dirlo, ma il modo con cui questo ragazzo ha conquistato la seconda tappa del Giro del Trentino, arrivando tutto solo sul traguardo in quota di San Giacomo di Brentonico, legittima più di qualche speranza. Dalla fucina di giovani campioni della Bardiani spunta un altro elemento molto interessante: ha dato scacco matto ai campioni ma nessuno sembra deluso, è sempre un privilegio assistere ad un talento che si rivela. La salita di San Giacomo non fa grandi distacchi: Niemec, Duarte, Evans, Pozzovivo, Aru e Pellizotti arrivano in una manciata di secondi, Scarponi poco dietro, tutti ancora pienamente in corsa per la classifica, di cui Cadel Evans ha preso intanto il controllo con 9” di margine sul giovane eroe di giornata. “Mi piace questa corsa, figurarsi se non mi batterò per la vittoria finale”, ha ammonito l’australiano a fine gara con tono risoluto, tipico di chi ha puntato la preda.Le prossime salite diranno di più: domani la terza tappa da Mori a Roncone (loc. Pozza) promette un duello rusticano sull’ultima rampa. E poi venerdì il gran finale del Bondone: gli scalatori avranno pane per i loro denti, dopo aver mangiato polvere nel vano inseguimento al giovane Zardini. Partito a 10 km dalla conclusione insieme a Pirazzi, Caruso e Van Rensburg (poi raggiunti da Landa), Zardini ha lasciato la compagnia ai meno 6 sorprendendo chilometro dopo chilometro chi lo riteneva una vittima predestinata. “Avevo capito che era l’unica carta da giocare, altrimenti ci avrebbero ripreso e per me sarebbe svanito un sogno. Vincere una tappa come questa, al Giro del Trentino, a pochi chilometri da casa…” Intorno a lui, il chiasso e l’euforia del gruppo dei fedelissimi, guidati dal babbo visibilmente commosso. Felicissimo anche Bruno Reverberi, il team manager, “perché questo ragazzo ha qualità ed una grande educazione, due doti che raramente vanno di pari passo”.Teoricamente il giovane leone potrebbe anche fare un pensierino alla classifica finale, “ma so bene chi ho di fronte, sono già contento così”, confida. In effetti Cadel Evans sembra avere intenzioni molto serie dopo aver preso la maglia fucsia al compagno Daniel Oss (finito oggi in retrovia a quasi dodici minuti, come da pronostico, dopo la giornata di gloria ad Arco). Se l’australiano a questo punto diventa il logico favorito del Giro del Trentino n. 38, tuttavia, la partita da giocare è ancora lunga. Scarponi sembra competitivo, anche se probabilmente il suo giovane compagno di squadra Fabio Aru è più brillante di lui. Pozzovivo e Pellizotti sono nomi da non trascurare. Ma a questo punto nel pronostico si inseriscono con autorità anche il polacco Niemec e il colombiano Duarte, oggi sul podio e non nuovi a belle imprese sulle strade trentine. Anche Igor Anton e Tiago Machado non vanno persi di vista. Ed il giovane Bongiorno va seguito con interesse.Si era detto alla vigilia che San Giacomo di Brentonico avrebbe detto soprattutto chi non vincerà il Giro del Trentino, e così è stato: Ivan Basso (oggi attardato di 1’49”), Bradley Wiggins (a 2’46”), Dario Cataldo (a 3’30”), Moreno Moser (a 6’02”) sono fuori gioco. Il resto lo scopriremo vivendo questa corsa, che si conferma più bella che mai: anche per gli italiani, e questa è la notizia del giorno. Domani giovedì terza puntata, da Mori a Roncone per 184,4 km, partenza alle 10:30.
INFORTUNI
Donati, stagione finita    <br/>Fuori un mese

Donati, stagione finita
Fuori un mese

Stagione finita per Massimo Donati dopo l'infortunio di sabato a Bergamo. Lo staff medico dell'Hellas ha evidenziato una lesione distrattiva del bicipite femorale destro. I tempi di recupero sono da stimare in circa trenta giorni.
IL DS IN ARGENTINA
VILLALBA OSSERVATO     <br/>DA SOGLIANO

VILLALBA OSSERVATO
DA SOGLIANO

Sean Sogliano assisterà stanotte (ore 3 italiana, ore 21 in Argentina) a San Lorenzo-Gremio di Coppa Libertadores. Il ds del Verona, partito per l'Argentina sabato scorso, subito dopo la vittoria del Verona contro l'Atalanta osserverà Villalba, il talento sudamericano che piace al Verona (ma non solo). Villalba ha una clausola rescissoria di tre milioni e mezzo di euro. Stasera potrebbe essere la gara decisiva per convincere Sogliano a intavolare una trattativa.
FURTO
Rubano in un camper,  <br/>arrestati due marocchini

Rubano in un camper,
arrestati due marocchini

Due magrebini di 35 e 33 anni, uno tunisino e l’altro marocchino, quest’ultimo senza fissa dimora, entrambi già conosciuti alle forze dell’ordine poiché responsabili di altri numerosi episodi delittuosi, sono stati arrestati alle 02,20 di questa notte dagli agenti delle Volanti che li hanno sorpresi mentre rovistavano l’interno di un camper, regolarmente parcheggiato in via Bodoni, (quartiere Borgo Venezia), dopo averne sfondato l’oblò presente sul tetto del mezzo stesso.A sollecitare l’intervento della Polizia una cittadina residente nei dintorni che, svegliata dal fragore dei vetri infranti, si è affacciata alla finestra e da qui aveva modo di vedere che i due ladruncoli si stavano calando all’interno del camper accedendovi dall’oblò mandato in frantumi.Ed è così che ha chiamato il 113 consentendo alla pattuglia della volante di zona di raggiungere il luogo del furto in maniera tempestiva, tant’è che i poliziotti sorprendevano il duetto di ladri mentre rovistavano l’abitacolo del mezzo in questione.Subito sono scattate le manette ai loro polsi che questa mattina sono comparsi dinanzi all’A.G.; dopo la convalida dell’arresto il giudice ha disposto nei confronti del : - tunisino la condanna a mesi 4 di reclusione ed euro 300,00 di multa, pena sospesa, - marocchino la condanna a mesi sei di reclusione ed euro 450,00 di multa, pena da scontare in carcere.
POLEMICA
Traverso: Anti-bivacco  <br/>e spirito cristiano

Traverso: Anti-bivacco
e spirito cristiano

Anche Elena Traverso di Forza Italia critica l'ordinanza anti-bivacco firmata ieri dal sindaco di Verona, Flavio Tosi."A inizio del secolo scorso - scrive Traverso - San Giovanni Calabria fondava a Verona l'Opera Don Calabria, al fine di aiutare i bambini poveri ed insegnare loro un lavoro. Nella nostra città, tra 800 e 900 sono nate e cresciute innumerevoli opere sociali ed assistenziali ispirate al messaggio cristiano, fondato sul Vangelo. Verona è la città di Don Nicola Mazza, maestro di San Daniele Comboni, quella di Santa Maddalena di Canossa, di San Gaspare Bertoni, fondatore dei missionari Stimmatini. E' la città che ha visto una Chiesa cattolica sempre attiva e presente nel promuovere attività formative e caritatevoli rivolte alle persone più deboli e svantaggiate, con la Caritas in prima fila anche in collaborazione con le istituzioni civili e con realtà laiche di solidarietà. "Poco più di cento anni dopo - continua Elena Traverso -, in un contesto di grande crisi economica e di malessere sociale, sempre nella nostra bella città il Sindaco firma un'ordinanza in cui sostanzialmente multa chi, in alcune zone del Centro Storico, somministra cibo ai senzatetto. La "ratio" del provvedimento parrebbe essere la richiesta di decoro proveniente da abitanti e negozianti dei luoghi menzionati nonchè un'esaustiva relazione effettuata dal corpo di Polizia Municipale. Il decoro sopra ogni cosa, la povertà vista come un fastidio da nascondere dalle piazze frequentate dai turisti". "Da cittadina veronese che si occupa di politica da molti anni ed ha modo ogni giorno di toccare con mano il disagio che questa enorme crisi economica sta recando nelle nostre famiglie io non posso che pormi delle domande. Che razza di città stiamo diventando? Siamo davvero degni delle figure che ho citato sopra? Verona è stata per secoli esempio di solidarietà e carità e tuttora molteplici sono gli enti, laici e cristiani, che si occupano di aiutare i bisognosi. L'ordinanza firmata da Flavio Tosi va contro la storia della nostra città, contro il tessuto solidale e caritatevole che la compone e contro il sentimento, mi auguro, della maggioranza dei veronesi. Ed in quest'ottica ancora più male fa l'immagine a cui abbiamo assistito solo pochi mesi fa, durante la Santa Veglia della notte di Natale, svoltasi in Cattedrale. Al termine della Messa il nostro Vescovo ha invitato il Sindaco a dire qualche parola ai fedeli accorsi per festeggiare la nascita del Cristo. Qualcuno allora lamentò questo gesto come fortemente inopportuno, oggi, alla luce delle ultime vicende, io non posso che chiedermi se al netto di ogni polemica politica questa ordinanza possa o meno rappresentare il messaggio cristiano insito nel Natale" conclude Traverso.
POLEMICA
Ordinanza senza tetto,  <br/>Tsipras: E' indegno

Ordinanza senza tetto,
Tsipras: E' indegno

"E' un atto di indegnità trattare le vittime di una società ingiusta come se fossero dei topi da scacciare dalle cantine". Il Comitato Tsipras Verona attacca l'ordinanza del sindaco Tosi che vieta di distriubuire cibo ai senza tetto nelle piazze del centro storico."Quelli che sono senza casa, quelli che hanno fame, quelli che non possono aver accesso all'acqua potabile, alla toilette, sono vittime di una società e di una città ingiusta. Non sono dei delinquenti, sono degli esseri umani scartati da un'economia che guarda solo all'arricchimento dei pochi" prosegue Tsipras che aggiunge: "Invece di inviare le forze dell'ordine, gli amministratori del Comune di Verona dovrebbero attivare gli operatori dei servizi di assistenza per sostenere i senza fissa dimora, esseri umani e non avanzi"."Invitiamo le Chiese Cristiane, le Comunità delle differenti tradizioni religiose presenti nel territorio di Verona di dissociarsi pubblicamente da tanto degrado culturale e morale. Invitiamo tutte le Associazioni che si battono per il rispetto dei diritti sanciti nella Costituzione Italiana a esprimere la loro indignazione attivando una mail bombing indirizzata al Sindaco, alla Giunta e ai membri del Consiglio Comunale di Verona. Ci vedremo tutti all' Arena di Pace” il 25 aprile. Non restiamo passivi" conclude la nota del Comitato Tsipras.
SCARCERAZIONE
Secessionisti, fuori      <br/>anche Badii e il marito

Secessionisti, fuori
anche Badii e il marito

All'indomani della visita a Montorio del segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, oggi altri due presunti secessionisti sono usciti dal carcere.Patrizia Badii ha ottenuto dal Tribunale del riesame di brescia di tornare completamente libera ed ha fatto ritorno nella sua casa alle Golosine.Per il marito Luca Vangelista, che è accusato anche di avere partecipato alla costruzione del "tanko", invece il giudice ha disposto la misura dei domiciliari."Già ieri nell'udienza del riesame la signora Badii mi era apparsa più tranquilla - spiega il suo legale, Stefano Marchesini - perché sentiva nell'aria la notizia della scarcerazione". La donna, aggiunge l'avvocato, "resta comunque convinta delle proprie battaglie, sempre pacifiche".
SPORT
Sofia, bella e vincente   <br/>E ora le Paralimpiadi

Sofia, bella e vincente
E ora le Paralimpiadi

Sofia Righetti orgoglio dello sport veronese. Così oggi il presidente della Provincia Giovanni Miozzi nel rendere omaggio alla campionessa di Negrar, medaglia d'oro in slalom gigante nel campionati italiani fisip di sci alpino. Venticinque anni, di Negrar, Sofia nei campionati appena terminati a Prato Nevoso, oltre all'oro ha vinto anche un argento nello slalom speciale ed è arrivata al terzo posto nella classifica assoluta.La storia di Sofia, privata dell'uso delle gambe quando aveva solo 5 anni a causa di un errore chirurgico, è la storia di una ragazza tenace, che ha saputo andare oltre alla propria disabilità realizzandosi come atleta e come donna. Fa la modella, ha un sorriso che colpisce, si arrabbia solo quando deve superare gli ostacoli più odiosi, quelli rappresentati delle barriere architettoniche: "Purtroppo l'handicap non sta nelle persone ma nell'ambiente in cui tutti ci muoviamo, che non sempre è adeguato ad accogliere tutti i cittadini. Non dovrebbero esserci differenze tra i cittadini, non è una questione di sensibilità ma di giustizia". Alla carriera sportiva di Sofia, dopo l'oro agli italiani, manca l'ultimo tassello. Il più importante, da ottenere però non solo con il grande impegno dimostrato sinora ma anche con l'aiuto di uno sponsor: "Il sogno è di poter partecipare alle Paralimpiadi. Purtroppo la Federazione a livello economico non è in grado di supportare gli atleti e se sono arrivata ad ottenere questi risultati è per il grande sforzo economico che ha fatto la mia famiglia e per l'aiuto di alcuni sponsor privati. Pensate che io sono di Negrar ma quattro volte alla settimana in inverno mi alleno a Folgaria dove ci sono i miei maestri, Stefano Carbone e Mauro Bernardi" spiega Sofia "e purtroppo è una spesa. L'attrezzo che uso costa circa seimila euro, una trasferta per le gare sei settecento euro. Finora mi hanno aiutato anche degli sponsor privati ma il prossimo anno ho intenzione di prendere punti e di partecipare ad alcune gare all'estero e servirà l'aiuto di uno sponsor. Spero veronese".
PADOVA CALCIO
Bari, Sciaudone: 'Padova  <br/>ti faccio male ancora'

Bari, Sciaudone: 'Padova
ti faccio male ancora'

Proprio a Padova, l'anno scorso, Daniele Sciaudone segnò la sua prima rete in serie B. Oggi, Sciaudone, mediano del Bari, è un calciatore più maturo con quattro reti all'attivo ma con la voglia di non fermarsi e dare il suo contributo ai pugliesi. 'Difficile dimenticare il primo gol in questa categoria - confessa in conferenza stampa - ora però è tutta un'altra storia. Abbiamo messo alle spalle la sconfitta con il Latina e pensiamo solo al Padova. Sappiamo che sarà una partita difficile ma c'è la rabbia giusta per fare bene. Se poi dovesse arrivare un'altra mia rete sarebbe fantastico'.PLAYOFF E DIFFICOLTA' SOCIETARIA. 'Non ci nascondiamo - continua il centrocampista avversario del Padova - non vogliamo permettere a delle nostre inseguitrici di riaprire la corsa salvezza. Dobbiamo portare a casa punti da uno scontro che ritengo uno spareggio'. Un ultima battuta anche sull'asta per la vendita della società pugliese andata in fumo. 'Non ci aspettavamo nulla. Siamo fiduciosi che tutto possa finire al meglio. Bari è una piazza importante con una tifoseria che merita molto. Aspettiamo come tutti quanti'.fonte: ufficio stampa Bari.
L'Opinione
ON AIR
23.04.2014
TgVeneto
ON AIR
24.04.2014
Rosso & Nero
ON AIR
24.04.2014
Prima Serata
ON AIR
18.04.2014
Vighini Show
ON AIR
14.04.2014
Alè Verona
ON AIR
19.04.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
15.04.2014
Tuttocalcio Padova
ON AIR
17.04.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
04.04.2014
Il Sindaco e la Città
ON AIR
09.04.2014

BPV MUTUOYOU

Promo palinsesto



auditeL MARZO 2014 telenuovo



Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di TgVerona.it

Riparte lo zecchino
23.04.2014

Riparte lo zecchino

Scavi in arena
23.04.2014

Scavi in arena

Protesta sui test
23.04.2014

Protesta sui test

Filobus è ok
23.04.2014

Filobus è ok

Moretti a Verona
23.04.2014

Moretti a Verona

i nuovissimi di TgPadova.it

Palinsesto