• ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:45

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • VIGHINI SHOW

    OGNI GIOVEDI' SU TELENUOVO

    Lo show condotto da Gianluca Vighini. Ospiti di spessore, giocatori, giornalisti, opinionisti, tecnici e tifosi per un serrato dibattito sul Verona di Mandorlini. Dagli studi di Telenuovo all'HELLAS KITCHEN

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • POMERIGGIO HELLAS

    Ogni sabato dalle 14.45

    Anche quest'anno Telenuovo tarsmetterà in diretta tutte le gare della primavera dell'Hellas Verona..!

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Telenuovo

TGVERONA
22.10.2014
TGGIALLOBLÙ
23.10.2014
TGPADOVA
22.10.2014
TGBIANCOSCUDATO
17.10.2014
CHIUSURA CURVA SUD
GARDINI: SIAMO INCAZZATI   <br/>VOGLIAMO LA VERITÀ

GARDINI: SIAMO INCAZZATI
VOGLIAMO LA VERITÀ

"Non penso alla malafede, credo piuttosto che i tre ispettori della Procura Federale non abbiano svolto il loro lavoro con professionalità. Certo che sono arrabbiato, anche perché nel 2014 non abbiamo la possibilità di difenderci. Un sistema che non garantisce il contraddittorio e questo è inaccettabile". Il direttore generale del Verona Giovanni Gardini è molto arrabbiato. Spiega che domani (venerdì) sarà a Roma con l'avvocato Fanini e il segretario Dibrogni per il ricorso d'urgenza. "Vogliamo la verità", ripete. Possibilità di successo? "È come andare il guerra con la cerbottana contro i kalashnikov".Gardini ringrazia il Milan, la forze dell'ordine, l'amministrazione comunale per la solidarietà, ma pretende giustizia, anche se non sembra particolarmente ottimista. "Quando abbiamo sbagliato, abbiamo chiesto scusa. Dopo i fatti di Livorno, anche se commessi da poche persone, ci siamo cosparsi il capo di cenere perché era giusto. Adesso però è diverso. Quasi 30mila spettatori non hanno sentito quello che invece i tre ispettori hanno scritto sul loro rapporto. Ricordo che esiste un regolamento che obbliga gli ispettori federali, nel caso di cori di discriminazione raziale, ad allertare le forze dell'ordine, il quarto uomo e la società che deve diffondere un annuncio nello stadio. Invece questo non è accaduto. Ripeto, mancanza di professionalità. Quelle tre persone erano inadeguate".
VERIFICHE
Rete elettrica, domenica   <br/>brevi interruzioni

Rete elettrica, domenica
brevi interruzioni

Domenica 26 ottobre, tra le ore 9 e le 12, nei quartieri a ovest e a sud del comune di Verona, si verificheranno brevi interruzioni di energia elettrica, per consentire a Terna, società gestore della rete di trasporto di alta tensione, di effettuare una prova tecnica di riaccensione del sistema elettrico in caso di black out esteso. Al sito www.agsm.it/riaccensione è disponibile la lista dei quartieri e delle vie interessate. La prova si rende necessaria per verificare la funzionalità della nuova direttrice di riaccensione che interessa le province di Trento, Verona e Mantova e che, nel caso di black out esteso, ha lo scopo di rialimentare i carichi sottesi alla direttrice a 220-132 kV centrale idroelettrica di San Massenza-Trento sud- Bussolengo-Verona Borgo Milano-Verona ricevitrice ovest- Verona ricevitrice sud- centrale termoelettrica del Mincio.  
FORUM EURASIATICO
Prodi: Su crisi ci    <br/>rimettono UE e Russia

Prodi: Su crisi ci
rimettono UE e Russia

“Nell’attuale situazione ci stiamo rimettendo in due: Russia ed Europa, ma è chiaro che non ci rimettono gli Stati Uniti. Non ci dobbiamo far fare il gioco delle carte dagli altri, così non siamo in possesso della nostra politica economica, ma qui è in gioco il nostro futuro”. Lo ha detto oggi al Forum Eurasiatico di Verona il presidente della Fondazione per la Collaborazione tra i popoli, Romano Prodi. “Sono preoccupato – ha aggiunto Prodi - che anche la Germania possa entrare in recessione, dopo i segni negativi registrati negli ultimi due trimestri. La Germania si è salvata per lungo tempo con l’export: oggi l’export è in crisi e di conseguenza è in difficoltà anche la politica tedesca”. Per l’ex Premier, “L’Ucraina non può essere né russa né europea perché appartiene per la sua storia alla Russia ma ha anche un rapporto stretto con l’Europa. L’Ucraina può avere rapporti con entrambi e ritengo che l’Europa abbia l’obbligo di sostenere la neutralità, per questo da presidente del Consiglio mi opposi al suo ingresso nella Nato. La Russia, dal canto suo, dovrà supportare il cessate il fuoco, non dare armi ai separatisti, ritirare truppe e paratruppe e avviare un dialogo sul gas”.
SERVIZI SOCIALI
Ottobre nastro rosa <br/>Lilt in Piazza Bra

Ottobre nastro rosa
Lilt in Piazza Bra

Ha preso il via oggi, giovedì 23 ottobre, in piazza Bra l’iniziativa di informazione e sensibilizzazione promossa dalla Lilt - Lega italiana per la lotta contro i tumori in occasione dell’ “Ottobre Nastro Rosa”, mese dedicato in tutto il mondo alla prevenzione del tumore al seno. L’iniziativa, patrocinata da Comune di Verona, Agsm e Ulss 20, vede la presenza in piazza Bra oggi e domani dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 17 e sabato 25 ottobre dalle 9.30 alle 13 di uno stand informativo e di un ambulatorio mobile predisposto per effettuare una prima visita gratuita con i medici specialisti volontari Lilt. All’inaugurazione dell’iniziativa hanno partecipato l’assessore ai Servizi sociali Anna Leso, la presidente della Lilt di Verona Maria Dal Mas Cadura, il responsabile dell’Unità chirurgica di Senologia dell’Ospedale Sacro Cuore di Negrar Alberto Massocco, il direttore sanitario della Lilt Paolo Pietrarota e il presidente del comitato locale della Croce Rossa Italiana Alessandro Ortombina, che ha messo a disposizione l'ambulatorio mobile e alcune infermiere volontarie. In occasione dell’iniziativa questa sera e domani sera la Gran Guardia sarà illuminata di rosa. “L’Amministrazione comunale – ha detto l’assessore Leso – è sempre attenta alle iniziative che provengono dal territorio e a maggior ragione quando riguardano la salute e la prevenzione. Grazie alla campagna di sensibilizzazione promossa dalla Lilt, le donne che vorranno potranno sottoporsi ad un primo controllo e soprattutto ottenere le informazioni necessarie per prevenire il tumore al seno”.
AEROPORTO
Volotea, nuovi voli per    <br/>Brindisi e Alghero

Volotea, nuovi voli per
Brindisi e Alghero

Volotea, la compagnia aerea low cost che collega città di medie e piccole dimensioni, punta ancora su Verona, annunciando il lancio di due nuove rotte verso Brindisi e Alghero. I due nuovi collegamenti, disponibili rispettivamente dal 30 e dal 31 di maggio, fanno così salire a 5 le destinazioni raggiungibili con Volotea dall'aeroporto scaligero. Il vettore opera, infatti, collegamenti diretti, comodi e veloci anche alla volta di Bari, Catania e Palermo. Ed è previsto per i prossimi mesi un calendario ad alta frequenza. Nel suo intervento Paolo Arena, presidente Catullo Spa, società di gestione degli aeroporti di Verona e Brescia, ha sottolineato che "l'offerta di Volotea è cresciuta progressivamente. Dall'apertura delle operazioni a Verona, a giugno 2012, Volotea ha trasportato oltre 165 mila passeggeri, ampliando l'offerta di destinazioni dirette per i nostri passeggeri. Il volo per Catania da Verona inaugurato lo scorso 2 ottobre ha trasportato oltre 2 mila passeggeri in due settimane. Gli stessi importanti risultati li hanno consolidati i voli per Bari e Palermo, che continuano a registrare ottimi fattori di riempimento. Contiamo di crescere ancora con Volotea." "Con il lancio di queste 2 nuove rotte - ha spiegato Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Volotea in Italia - con il calendario ad alta frequenza dei prossimi mesi e con le frequenze aggiuntive recentemente annunciate verso Palermo e Catania - conclude Rebasti - saranno circa 3.100 i voli che opereremo da e per Verona, per un totale di oltre 387.000 biglietti in vendita. Una crescita dell'offerta disponibile pari a +134% rispetto al volume dei voli operati nello stesso periodo del 2014".
DESIGNAZIONI
Napoli-Verona   <br/>arbitra GervasonI

Napoli-Verona
arbitra GervasonI

E' stato designato Andrea Gervasoni della sezione di Mantova per dirigere l'incontro in programma domenica al San Paolo tra Napoli e Verona. L'arbitro sarà assistito da Tonolini e Stallone.
ARGOMENTO
Baldo, trovata morta   <br/>turista scomparsa

Baldo, trovata morta
turista scomparsa

I Carabinieri di Caprino hanno rinvenuto in una zona piuttosto impervia nei pressi di Pesina il corpo senza vita di Ingrid Kwiatkowski, la turista tedesca scomparsa nel giugno scorso sul Baldo. I poveri resti della donna, 72 anni, sono stati ritrovati da alcuni cacciatori in locallità Pianezze. La turista tedesca era scomparsa il 19 giugno scorso dopo una breve escusione. I volontari del soccorso alpino e la protezione civile l'hanno cercata per giorni ma senza esito. Ora il ritrovamento del cadavere, identificato perchè nei vestiti c'erano ancora i documenti.
SINDACATI
Poste, sciopero contro    <br/>ridimensionamento Verona

Poste, sciopero contro
ridimensionamento Verona

Si inasprisce la vertenza aperta in Veneto su organici ed organizzazione alle poste. Mentre continua, fino al 19 novembre, il blocco degli straordinari, la Slc Cgil del Veneto ha proclamato una giornata di sciopero per domani, ed una manifestazione a Mestre davanti alla sede di via Torino.“Il nodo della vertenza – precisa in un comunicato la sigla sindacale- sono la cronica carenza di personale e la negazione del confronto sulla ristrutturazione dei Centri di Meccanizzazione di Verona, Padova e Venezia che provocherà pesanti ricadute sui lavoratori e sul servizio.Il sindacato chiede per questo - termina la nota - un confronto immediato per correggere la situazione a favore del lavoro e della qualità del servizio ai cittadini, che stanno risentendo forti disagi in tantissime aree del Veneto.
RICONOSCIMENTO
Bardolino, medaglia oro    <br/>per Festival Geografia

Bardolino, medaglia oro
per Festival Geografia

Il capo dello stato Giorgio Napolitano ha donato al Comune di Bardolino la medaglia del presidente della Repubblica, per meriti relativi all'organizzazione della IV edizione del Festival Internazionale della geografia in programma da domani. La manifestazione, ad ingresso libero, si svolgerà al centro congressi Aqualux di Via Europa Unita a Bardolino e si fregia dei patrocini del Ministero dell'Istruzione, dello Sviluppo Economico, della Regione Veneto, Provincia di Verona ed Expo 2015. "La medaglia del Presidente della Repubblica è un importante riconoscimento che arriva nell'ambito della cultura" ha spiegato il sindaco Ivan De Beni che per il secondo anno consecutivo vede il suo Comune premiato dal Capo dello Stato, per l'iniziativa. La giornata di domani sarà dedicata alle carte geografiche e a come vengono costruite, cioè qual'è il modello culturale di riferimento dei cartografi, dall'antichità ai nostri giorni.
ECONOMIA
Forum Eurasia, Bazoli:     <br/>Ripresa frenata

Forum Eurasia, Bazoli:
Ripresa frenata

"La crisi lascerà cicatrici pesanti". Così il presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli, aprendo i lavori in Gran Guardia del Forum Eurasiatico con un intervento sull'attuale crisi economica e la crescente disuguaglianza sociale. "E' da prevedere - ha detto il banchiere - che la ripresa continuerà ad essere frenata dal processo di riduzione della leva finanziaria nel settore privato e dall'eccezionale aumento dell'incidenza del debito pubblico sul Pil nei paesi industriali avanzati", passata dal 73% medio del 2007 al 106% del 2013.
ARGOMENTO
Sgombero a San Giorgio       <br/>In città 2300 controlli

Sgombero a San Giorgio
In città 2300 controlli

Era un vero e proprio accampamento quello trovato dalla Polizia Municipale dietro il chiostro della chiesa di San Giorgio. L'intervento è partito da alcune segnazioni. Diversi gli oggetti e i cartoni rimossi dall'Amia. Da inizio anno sono stati in tutto 800 gli interventi ed i controlli effettuati dalla Polizia municipale nelle diverse zone della città contro il degrado e l'occupazioni di siti abusivi. Gli interventi per il contrasto di fenomeni di degrado generici, compresi i servizi contro l'accattonaggio, il consumo irregolare di bevande alcoliche e la prostituzione su strada, sono invece già oltre i 2.300. 
UCRAINA
Fallico: Sanzioni contro      <br/>Russia pretestuose

Fallico: Sanzioni contro
Russia pretestuose

Le sanzioni contro la Russia sono "pretestuose e strumentali". Così il presidente di Banca Intesa Russia e dell'associazione Conoscere Eurasia, Antonio Fallico, intervenendo questa mattina al forum Eurasiatico in svolgimento alla Gran Guardia. "Le vicende ucraine - ha detto - sono la cartina di tornasole di uno scontro geopolitico senza precedenti, che non si maschera più della vetera ideologia della lotta tra l'impero del bene e quello del male sfociata nella caduta dell'Unione Sovietica. Sembrano, infatti, pretestuose e strumentali le sanzioni emanate contro la Russia sulla base di congetture, smentite poi da fatti acclarati, o addirittura a seguito dei concreti risultati positivi conseguiti con il cessate il fuoco del 5 settembre scorso nell'Est dell'Ucraina", ha concluso Fallico.ASSENZA RELAZIONI RUSSIA-UE RISCHIOSA: "Chi agisce contro il mercato, va contro se stesso. L'assenza di relazioni tra Europa e Russia crea un rischio per milioni di consumatori". Così invece, sempre dal Forum di Verona il presidente e Ceo del colosso petrolifero russo Rosneft, Igor Sechin. "Servono regole chiare - ha detto Sechin -, dobbiamo instaurare un altro tipo di collaborazione guardando a consumatori e produttori", ha inoltre spiegato il numero uno di Rosneft, secondo il quale è indispensabile "rafforzare la sinergia naturale che c'è tra Europa e Russia"
ASSICURAZIONI
Siglato protocollo per   <br/>sviluppo agroalimentare

Siglato protocollo per
sviluppo agroalimentare

Cattolica Assicurazioni e Coldiretti hanno siglato un protocollo d'intesa per la sottoscrizione di un accordo decennale di collaborazione per la distribuzione di prodotti assicurativi Danni a marchio Fata (in particolare RCA e rami elementari) e prodotti Vita e Previdenza a marchio Cattolica. L'accordo, che mira a contribuire allo sviluppo nel comparto Agroalimentare, tra le priorità strategiche del Piano di Impresa 2014-2017 del Gruppo Cattolica, e valorizza ulteriormente l'investimento fatto di recente dal Gruppo con l'acquisizione di Fata Assicurazioni, prevede l'apertura di 180 punti vendita, prevalentemente localizzati nelle sedi territoriali delle società di servizi partecipate da Coldiretti.
VIABILITÀ
Ss 12, Corsi: Aspettiamo   <br/>la risposta dei Comuni

Ss 12, Corsi: Aspettiamo
la risposta dei Comuni

E' polemica tra Palazzo Barbieri e alcuni comuni della cintura per il mancato provvedimento di divieto al traffico pesante sulla statale 12. “E’ vero che in maggio il Comune di Castel d’Azzano, unico fra i quattro interessati, ci aveva scritto autorizzandoci a posizionare sul suo territorio la segnaletica necessaria ad adottare il provvedimento di limitazione del traffico pesante sulla statale 12, ma senza la risposta alla nostra ultima nota del 29 settembre non possiamo procedere. Infatti, con una nota inviata il 10 luglio ai sindaci della statale 12, il Prefetto di Verona ha ricordato che “per accertate e motivate esigenze di prevenzione degli inquinanti”, il Codice della Strada riserva agli stessi sindaci la competenza di adottare provvedimenti di limitazione del traffico nei propri centri abitati. Sulla base della nota del Prefetto, quindi, il Comune di Verona il 29 settembre ha scritto nuovamente ai sindaci interessati (Castel d’Azzano, Buttapietra, Isola della Scala, San Giovanni Lupatoto), chiedendo loro se intendano adottare un provvedimento autonomo, oppure se autorizzino il Comune di Verona ad installare i segnali di preavviso sul territorio di ciascun Comune. E’ questa la risposta che il Comune di Verona sta attendendo dai sindaci, prima di decidere in quale modo procedere”. Questa la precisazione arrivata in redazione dell’assessore alla Viabilità del Comune di Verona Enrico Corsi.
AMBIENTE
Abbandono rifiuti    <br/>controlli a S.Martino

Abbandono rifiuti
controlli a S.Martino

Polizia Locale ed Ufficio Ecologia del Comune di San Martino Buon Albergo fanno fronte comune per contrastare l’abbandono di rifiuti e per far rispettare il regolamento che obbliga i proprietari di lotti non edificati a mantenere il decoro e la pulizia. In questi giorni infatti sono stati intensificati i controlli della polizia locale, dopo l’aumento di sacchetti di rifiuti indifferenziati abbandonati in alcune zone del paese. “In particolare – afferma l’assessore all’Ecologia Mauro Gaspari - alcuni cestini nel quartiere di Borgo della Vittoria e del centro, vengono scambiati per la discarica personale. L’obiettivo dell’amministrazione comunale, oltre a garantire il decoro, è quello di migliorare la percentuale relativa alla raccolta differenziata a San Martino Buon Albergo”. Lo scorso anno, proprio per evitare che in alcune zone si formassero dei cumuli di rifiuti, l’Ufficio Ecologia aveva provveduto a togliere alcuni cestini. “Prossimamente installeremo nuovi cestini differenziati nelle aree verdi seguendo l’esperienza positiva del parco Young, nel quartiere di Borgo della Vittoria. Tuttavia, se in alcune zone continueremo a constatare il conferimento di sacchetti con rifiuti domestici non differenziati saremo costretti a togliere altri cestini, anche per tutelare di chi fa correttamente la raccolta differenziata, che è la stragrande maggioranza dei cittadini” Le sanzioni vanno dai 25 ai 150 euro per l’abbandono di rifiuti. “Le verbalizzazioni non sono l’unica via. Stiamo puntando molto sull’informazione, a partire dalle scuole – sottolinea il comandante della polizia locale Castrese Coppola –. Il paradosso è che migliora il senso civico tra i più giovani, mentre le maggiori irregolarità le rileviamo tra gli adulti”.
REGIONE
Legge Stabilità. Zaia:     <br/>Per noi costi standard

Legge Stabilità. Zaia:
Per noi costi standard

"C'è la volontà di discutere ma noi manteniamo le nostre posizioni che come Veneto significano costi standard". Così il governatore del Veneto, Luca Zaia, sull'incontro con il governo sulla legge di stabilità. "Ci sono realtà che possono avviare percorsi di virtuosità - ha aggiunto - c'è poi una questione di competenze: il Governo deve dirci come si fa a licenziare dal momento che le Regioni questa competenza non ce l'hanno".
TIM CUP
Coppa Italia, Verona col  <br/>Perugia il 2 dicembre

Coppa Italia, Verona col
Perugia il 2 dicembre

Il quarto turno di Coppa Italia tra Verona e Perugia si giocherà martedì 2 dicembre alle 21 al Bentegodi. La vincente affronterà la Juve negli ottavi di finale.
STASERA ALL'HELLAS KITCHEN DALLE 21
MALESANI AL VIGHINI SHOW    <br/>PRIMA VOLTA DAL 2002

MALESANI AL VIGHINI SHOW
PRIMA VOLTA DAL 2002

Sarà Alberto Malesani a salire stasera sul palco del Vighini Show all'Hellas Kitchen. L'ex allenatore di Chievo e Verona aprirà il libro dei ricordi e lo farà per la prima volta da quella disgraziata stagione del 2002. Con lui ci saranno anche Gigi Purgato, allenatore e collaboratore in passato di Malesani, Marco Gaburro, allenatore e opinionista del Vighini show, Francesco Barana, giornalista e Marina Presello, giornalista di Sky.Naturalmente ci sarà anche ampio spazio per discutere sulla vergognosa chiusura della Curva Sud dopo la gara con il Milan con speciali collegamenti con il direttore di calciomercato.com Xavier Jacobelli e da Strasburgo con l'eurodeputato Lorenzo Fontana.
IL FALSO VERBALE
ANCHE IL MILAN ORA   <br/>DIFENDE IL VERONA

ANCHE IL MILAN ORA
DIFENDE IL VERONA

Nessun coro razzista domenica al Bentegodi. Il Verona si trova con un nuovo e sorprendente alleato: il Milan. Come scrive la Gazzetta dello Sport stamattina, anche la società rossonera ha fatto sapere che al Bentegodi non c'è stato nessun coro razzista nei confronti dei propri giocatori. A questo punto è sempre più evidente che il verbale dei tre funzionari della Procura Federale è un falso clamoroso. Ma c'è ancora tempo per fare giustizia. Basta togliere la squalifica e accogliere il ricorso della società.
IL SINDACO A RADIO BELLLA E MONELLA
TOSI: DANNO D'IMMAGINE    <br/>FAREMO CAUSA ALLA FIGC

TOSI: DANNO D'IMMAGINE
FAREMO CAUSA ALLA FIGC

Flavio Tosi, sindaco di Verona, è intervenuto ai microfoni di Radio Bellla e Monella, official radio dell'Hellas Verona. Ecco le sue principali dichiarazioni:Sindaco il Comune di Verona ha deciso di denunciare la FIGC.Sì, faremo causa perché hanno danneggiato in maniera gratuita e immotivata sia la tifoseria del Verona che la città stessa. Non risulta da nessuna parte, se non dai tre funzionari federali, che ci siano stati questi cori. Né le forze dell'ordine, né i dirigenti delle società e nemmeno gli organi di informazione hanno riportato l'accaduto. Alla fine l'unico atteggiamento disdicevole è stato quello di Muntari, che ha provocato tutto lo stadio con il gesto delle tre dita a simboleggiare i gol del Milan. È una sanzione che ha creato un notevole danno d'immagine alla città di Verona e dunque facciamo causa a questi tre signori, chiedendo i danni e prendendo una posizione forte. Non lo facciamo solo perché Flavio Tosi tifa Hellas, lo avremmo fatto a prescindere visto il danno gratuito recato alla città. Si è creato un rapporto tra società, tifosi e istituzioni per “pulire” Verona dall'etichetta di città razzista. Crede che questo accaduto possa inclinare questa unità di intenti?Io credo che la tifoseria dell'Hellas, oltre che dal punto di vista numerico, abbia una qualità di tifo incredibile. A livello di ironia e goliardia, i tifosi del Verona hanno fatto un grandissimo salto di qualità. Non credo che questo provvedimento ingiusto possa creare episodi di rivalsa perché l'atteggiamento giusto è quello di continuare sulla strada intrapresa negli ultimi anni.Sindaco perché allora sta accadendo tutto questo?Ritengo ci sia qualcuno che cerca di inserire la politica nello sport. Questo succede perché tutti sanno che la tifoseria Gialloblù non è certo di sinistra e dunque la si vuole penalizzare. Ci sono persone, sia nel mondo dell'informazione che della politica, che vorrebbe infangare il tifo di Verona.
CONTRO I CORI RAZZISTI
LA LETTERA DI SETTI    <br/>AI DIRETTORI DEI GIORNALI

LA LETTERA DI SETTI
AI DIRETTORI DEI GIORNALI

Egregio Direttore,ritengo doveroso a tutela della società che rappresento, nonché della propria tifoseria, gravemente danneggiate dall’incomprensibile rapporto di tre collaboratori appartenenti alla Procura Federale FIGC che hanno dichiarato di aver udito presunti cori di discriminazione razziale (da ben tremila, dico tremila spettatori in Curva Sud) in due distinte occasioni (30’ e 41’) durante il primo tempo della gara tra Hellas Verona e Milan di domenica scorsa, nei confronti del giocatore della squadra ospite, sig. Sulley Muntari.Non capacitandomi tutt’ora dell’ingiusto provvedimento sanzionatorio che ne è scaturito da parte del Giudice Sportivo che su tale ricostruzione si è dovuto necessariamente basare nella propria decisione, ho svolto alcune riflessioni che rimetto anche alle Vs. valutazioni:Prima riflessione: durante la gara se i cori di tremila persone ci fossero davvero stati, per quale oscuro motivo il calciatore stesso, Muntari, o l’AC Milan non hanno, come sarebbe stato loro legittimo diritto e dovere, immediatamente segnalato tali episodi al Direttore di gara con i conseguenti provvedimenti, così come accaduto in altre occasioni da parte di alcuni suoi colleghi (vedi i casi di Kevin Prince Boateng e Kevin Constant)? Seconda riflessione: nel post partita il calciatore Muntari, la società di appartenenza, i media, per quale incomprensibile motivo avrebbero sottaciuto l’accaduto che normalmente e giustamente, ove ne ricorrano i presupposti, viene invece sistematicamente stigmatizzato proprio per evitare si possano reiterare tali beceri episodi? Terza riflessione: in sala stampa e nelle interviste post gara come mai nessun giornalista (compresi i vostri inviati) ha evidenziato tali presunti cori discriminatori provenienti da ben tremila spettatori, ponendo domande in tal senso ad allenatori, dirigenti, calciatori e soprattutto al diretto interessato? Quarta riflessione: come mai nessun quotidiano il giorno successivo alla gara e nemmeno il martedì, ha riportato nemmeno una riga di commento sui presunti cori contro Muntari? E così le televisioni, i siti web, e tutti gli organi d’informazione… Quinta riflessione: per quale incomprensibile motivo l’arbitro e i suoi assistenti nel referto a fine gara avrebbe lasciato in bianco lo spazio relativo al comportamento del pubblico, stante i presunti cori di ben tremila spettatori, e ha invece riportato i cori di pochi che lo hanno apostrofato al momento dell’espulsione di Marquez al 48 del s.t.? Un preoccupante inizio di sordità ad intermittenza? Non è forse legittimato, secondo le norme vigenti, il Direttore di gara, ove percepisca cori di natura discriminatoria razziale, addirittura a sospendere la partita? Perché avrebbe concesso ai sostenitori della curva veronese di insultare Muntari lasciandoli impuniti e non facendo nemmeno semplice richiesta agli addetti di effettuare un comunicato audio dallo speaker in merito, diffidandoli dal perpetrarli?Sesta riflessione: per quale incomprensibile motivo se tali cori si fossero davvero sollevati contro Muntari, anche altri calciatori del Milan sul terreno di gioco non sarebbero stati altrettanto bersaglio di tali beceri cori??? E per quale motivo nemmeno altri calciatori di colore in panchina che hanno, come prassi, svolto il riscaldamento durante la gara proprio sotto la Curva Sud ne sono mai stati bersaglio???Settima riflessione: per quale motivo anche martedì scorso nell’intervista rilasciata a Milan Channel, prima del Comunicato del Giudice Sportivo, il sig. Sulley Muntari non ha detto nemmeno una parola di condanna in merito a presunti cori da lui subiti, nessun giornalista gli ha chiesto nulla e nemmeno i dirigenti della società di appartenenza mi hanno ad oggi neppure informalmente contestato in alcun modo il comportamento della nostra tifoseria? LA RISPOSTA A MIO AVVISO È SEMPLICEMENTE OGGETTIVA:I PRESUNTI CORI DISCRIMINATORI NON CI SONO MAI STATI!!!Aiutatemi a comprendere…nel mentre, confido nella Giustizia Sportiva. Maurizio SettiPresidente Hellas Verona FC
L'Opinione
ON AIR
22.10.2014
TgVeneto
ON AIR
23.10.2014
Rosso & Nero
ON AIR
23.10.2014
Padova in Diretta
ON AIR
22.10.2014
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
19.10.2014
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
19.10.2014
Vighini Show
ON AIR
16.10.2014
Alè Verona
ON AIR
20.10.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
20.10.2014
Alé Padova
ON AIR
20.10.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
25.09.2014

BPV MUTUOYOU



AUDITEL TELENUOVO 2014



Promo palinsesto

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

Palinsesto