• STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:45

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

SPALTI QUASI AL COMPLETO
VENDUTI 8103 BIGLIETTI    <br/>1354 PER I CLIVENSI

VENDUTI 8103 BIGLIETTI
1354 PER I CLIVENSI

Sono 8103 i biglietti venduti per il derby. 1354 quelli del settore ospiti.
SORPRESA
Una speciale torta  <br/>biancoscudata

Una speciale torta
biancoscudata

Ci ha messo due giorni per prepararla, perché ha voluto fare tutto con le sue mani. Dalle creme alle sfoglie, passando per i mini babbo natale e i bimbi di zucchero messi a cornice, con tanti alberelli verdi intorno. E il risultato è di quelli che lasciano a bocca aperta: una torta bellissima, a tre piani, con in mezzo la foto di tutta la Biancoscudati Padova, intorno i nomi di tutti i giocatori, dei dirigenti e dello staff tecnico e sopra tanta buona panna da leccarsi i baffi. L'autrice di questa vera e propria opera d'arte è Patrizia Manca, 37 anni, moglie del difensore centrale biancoscudato Davide Sentinelli che ha voluto farla recapitare in spogliatoio alla fine della partita di oggi contro l'Union Ripa La Fenadora per festeggiare la vittoria e il primato in classifica a +5 dall'Altovicentino. "Preparare queste torte è la mia grande passione - ci ha raccontato Patrizia - ovviamente, avendo due bimbi piccoli (Christian e Thomas, ndr) ci ho impiegato un po' di tempo. Ma sono contenta che sia piaciuta e soprattutto che la squadra abbia vinto". Non è la prima volta che Patrizia riserva queste dolci sorprese a suo marito e agli altri giocatori del Padova. "Ne avevo fatta una anche quando Davide ha segnato. Ma l'avevano mangiata in settimana non alla fine della partita. Ne farò senz'altro delle altre perché mi piace molto coltivare questo hobby e vedo che i ragazzi apprezzano". Impossibile non farsi conquistare da tanta bontà, alla vista e al palato. Complimenti a Patrizia: voto 10... e lode!(si ringrazia Luigi Crosta, steward degli spogliatoi dell'Euganeo, per la gentile concessione della foto) Martina Moscato
SERIE D
Vittoria per 3-1, Padova    <br/>campione d'inverno

Vittoria per 3-1, Padova
campione d'inverno

Un finale di 2014 da brividi lungo la schiena. Da emozioni fortissime. Mai e poi mai, dopo il dramma dello scorso 15 luglio, ci si sarebbe potuti aspettare un epilogo così esaltante e ricco di rinverdita passione biancoscudata. Il Padova, battendo l'Union Ripa La Fenadora 3-1, non solo ha mantenuto salda la vetta della classifica ma si è anche laureato campione d'inverno con un turno di anticipo sulla fine del girone d'andata perché contemporaneamente l'Altovicentino ha pareggiato 4-4 contro la Clodiense scivolando a -5. L'ultima giornata di andata, peraltro, in programma il 4 gennaio, prevede proprio il big match tra biancoscudati e vicentini, a Valdagno.LE RETI. A mettere subito in discesa la partita è Cunico che mette in rete il pallone al termine di un'azione corale in cui entrano, nell'ordine, Segato (bravo a recuperare un pallone sulla trequarti), Ilari (veloce a effettuare il cross al centro) e Petrilli (intelligente quanto basta per servire Cunico all'indietro anziché tentare la conclusione in porta di testa). Il raddoppio arriva al 33' del primo tempo e porta la firma del nuovo arrivato Amirante, gettato nella mischia a tre giorni dal suo ingaggio dalla Lavagnese. L'attaccante (che raccoglie il cross dalla destra di Ilari e lo deposita in fondo al sacco) bagna così il suo debutto biancoscudato. La gioia di Amirante raggiunge l'apoteosi quando, al 7' della ripresa, si concede perfino il lusso di fare doppietta, con un'azione in cui mostra tutte le qualità che hanno convinto De Poli ad andare a prenderselo al club ligure. E' il 3-0 che spiana la strada del Padova verso la vittoria. Utile solo alle statistiche il 3-1 di Ponik. Da segnalare, ad inizio ripresa, il doppio cambio obbligato da parte di mister Parlato dopo l'infortunio di Petkovic: uscendo il portiere classe 1995 ed entrando Cicioni, che è un over, l'allenatore del Padova ha dovuto per forza sostituire un altro over per far spazio ad un altro under: il sacrificato è stato Ilari, che pur aveva disputato un primo tempo ad altissimi livelli (al suo posto Mattin). Martina Moscato
GRANATA
Il Citta è ancora vivo,   <br/>pari (1-1) a Frosinone

Il Citta è ancora vivo,
pari (1-1) a Frosinone

Il Cittadella è ancora vivo. Il cuore granata batte ancora al 44' del secondo tempo a Frosinone, dopo che sembrava essersi fermato. E' Scaglia a scacciare il fantasma dell'ennesima sconfitta. In casa della seconda forza del campionato finisce 1-1. I gialloblù vanno in vantaggio nel primo tempo con Ciofani, ma gli uomini di Foscarini trovano il pareggio con un colpo di testa fortunato di Scaglia agli sgoccioli. I granata sono ancora all'ultimo posto solitario in classifica, a quota 16 punti. Ora ci sono altre due mission impossible, col Catania in casa e col Perugia il 28 dicembre.
L'ARBITRO
GERVASONI, 3 PRECEDENTI     <br/>CON IL VERONA

GERVASONI, 3 PRECEDENTI
CON IL VERONA

Sarà l'arbitro Andrea Gervasoni della sezione AIA di Mantova, a dirigere il match Hellas Verona-Chievo, 16a giornata del campionato Serie A TIM 2014-15, in programma domenica 21 dicembre (ore 12.30) allo stadio Bentegodi.Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Tasso e Paganessi, il quarto uomo sarà Preti. I due arbitri addizionali saranno Rocchi e Di Paolo.Nato a Castiglione delle Stiviere (Mantova) il 21 luglio 1975, il direttore di gara, di professione impiegato, viene inserito nella CAN A il 3 luglio 2010. Debutta in Serie A il 23 dicembre 2006, in occasione di Livorno-Torino (1-1).Tre i precedenti del direttore di gara con i gialloblù. Bilancio di 2 successi della squadra di Mandorlini in Serie A contro Cagliari (2-1 il 3 novembre 2013) e Sassuolo (2-1 il 2 febbraio 2014). Una sola sconfitta, sempre nella massima serie, contro il Napoli (6-2 al San Paolo, 26 ottobre 2014).L'arbitro, in 172 presenze tra Serie A, Serie B e TIM Cup, ha distribuito 778 cartellini gialli, 30 cartellini rossi e ha assegnato 70 calci di rigore.
DENTRO IL MATCH
IL CHIEVO SEGNA     <br/>CON IL CONTAGOCCE

IL CHIEVO SEGNA
CON IL CONTAGOCCE

L’Hellas Verona e il Chievo vantano un primato a testa nel corso dell’anno solare 2014. Luca Toni detiene il record di rigori segnati a quota 5. Il Chievo invece è la squadra, rimasta in Serie A, che ha segnato meno gol nei 12 mesi del 2014: 32 reti, per una media di 0,89 a partita.
LE CIFRE DEL DERBY
I PRECEDENTI: BILANCIO     <br/>DI ASSOLUTA PARITA'

I PRECEDENTI: BILANCIO
DI ASSOLUTA PARITA'

Sono 7 i precedenti tra Mandorlini e Maran con bilancio di 2 successi per l'allenatore gialloblù, 4 pareggi e di 1 vittoria per l'allenatore del Chievo. Nelle 4 sfide disputate in casa dalle formazioni di Mandorlini, l'allenatore dell’Hellas è imbattuto. Nei 12 incroci tra Hellas Verona e Chievo il bilancio è in assoluto equilibrio. Si tratta di 2 pareggi, 5 vittorie a testa e di 14 gol per parte.
INNOVAZIONE TECNCOLOGICA
L'ESORDIO DEL NUOVO     <br/>MAXISCHERMO

L'ESORDIO DEL NUOVO
MAXISCHERMO

Grande pubblico al Bentegodi per questo derby che si giocherà all'ora di pranzo. Le squadre scenderanno sul terreno del Bentegodi alle 12.30. La prevendita è andata a gonfie vele e sarà battuto il record stagionale. Tra l'altro gli spettatori del Bentegodi vedranno anche il nuovo maxischermo elettronico. Realizzato in tecnologia real pixel, connesso in fibra ottica è costituito da oltre un milione e mezzo di lampadine ed è delle dimensioni complessive di 54 metri quadrati.L'arbitro del derby sarà Gervasoni che ha diretto quest'anno il Verona all'ottava giornata a Napoli
VERSO IL DERBY
FORMAZIONE: MANDORLINI    <br/>HA ANCORA TANTI DUBBI

FORMAZIONE: MANDORLINI
HA ANCORA TANTI DUBBI

Il Verona giocherà con il 5-3-2. C'è un ballotaggio anche in porta dove potrebbe essere confermato Benussi, visto che Rafael è tornato a disposizione ma non è ancora al cento per cento. A sinistra, squalificato Agostini, è favorito Brivio. Ma c'è anche la possibilità di una clamorosa sorpresa: Fares dal primo minuto. In avanti la coppia Lopez Toni. Nel Chievo rientrano invece Frey e Zukanovic, i centrali saranno Dainelli e Gamberini. In attacco Paloschi e Meggiorini.
DOPO I FURTI
Polizia, da Padova     <br/>arrivano i rinforzi

Polizia, da Padova
arrivano i rinforzi

Il Questore Gagliardi dopo il colpo di questa notte al bancomat di Via Galvani ha richiesto ed ottenuto il rinforzo di ulteriori tre pattuglie per il controllo del territorio. Si tratta del reparto Prevenzione Crimine di Padova utilizzato proprie nelle strategie di contrasto alla microcriminalità. Nati nella seconda metà degli anni ‘90, costituiscono una “task force” rapida, elastica e duttile. Sono composti da personale che non presta la propria attività in un ambito territoriale specifico ma è addestrato e pronto per operare su tutto il territorio nazionale.
FURTI
Fa shopping senza pagare   <br/>Arrestata giovane

Fa shopping senza pagare
Arrestata giovane

Una ragazza 19enne è stata condannata a otto mesi ma subito liberata dopo essere stata arresta dalla polizia per furto aggravato continuato. Aveva infatti deciso di fare shopping senza pagare in tre negozi del centro prima Bershka e Piazza Italia, poi all'Oviesse dove però è stata scoperta dal personale di sorveglianza. Gli agenti delle volanti le hanno trovato diversi capi d'abbigliamento ancora completi dell'etichetta di vendita ma danneggiati a causa dello strappo delle placche antitaccheggio. Inizialmente si è dichiarata minorenne, poi è stata costretta a confessare.
CRIMINE
Tentano furto a Grezzana   <br/>inseguimento con CC

Tentano furto a Grezzana
inseguimento con CC

Un inseguimento a tutta velocità, nel cuore della notte. A scappare, su un'auto rubata, una banda di malviventi, ancora non si da quante persone composta. Ad inseguirla una pattuglia dei carabinieri di Verona. Inizia tutto nella notte tra mercoledì e giovedì, alle 3.30 del mattino. Alcuni ladri, arrivati a Grezzana su questo furgone rubato a Gallarate in provincia di Milano e due automobili, prendono di mira il negozio di biciclette turnover. Tentano di scassare la serratura per poter poi far man bassa del materiale all'interno, ma in quel momento scatta l'allarme. In zona c'è un'auto dei carabinieri in borghese che si precipita verso il negozio. Capito che il colpo sta andando a monte, i malviventi abbandonano il furgone e scappano sulle due automobili. Di una si perdono subito le tracce, ma con l'altra i militari dell'arma ingaggiano un inseguimento a tutta velocità, che da Grezzana li porterà fino in via Fincato, in Borgo Venezia. Braccati, i ladri scendono da questa Ford Focus, rubata ad Arcore, in provincia di Milano e fanno perdere le tracce fuggendo per i campi, aiutati anche dal buio della notte. Probabile che si tratti di una banda di trasfertisti, probabilmente dell'est Europa, ma con base a Milano."Già essere riusciti a sventare un furto è un fatto positivo - ha spiegato il comandante del Nucleo Radio Mobile dei Carabinieri, Luca Mariano. Sono bande molto organizzate, che si muovono velocemente, ma dall'altra parte noi abbiamo aumentato i pattugliamenti, in particolare in borghese. Questo può esserci di aiuto, soprattutto ad impedire che i crimini avvengano".Qualche notte fa, i carabinieri hanno dato vita ad un altro inseguimento, sulle tracce di una Golf rubata a Pescara. Anche in questo caso, però, i malviventi sono riusciti a scappare, abbandonando l'auto.
EVENTO
"Il padrone della festa"   <br/>in Arena il 22 maggio

"Il padrone della festa"
in Arena il 22 maggio

Disco di Platino per "Il padrone della festa" di Fabi, Silvestri e Gazzè a pochissime settimane dall'uscita, un successo già annunciato dal debutto al primo posto nella classifica dei dischi più venduti e dal tour dei sold out che ha visto i tre artisti esibirsi nei maggiori palazzetti italiani. Il tour del 2014 di Fabi Silvestri e Gazzè è stato un viaggio attraverso l'Europa, uno specchio nel quale ognuno ha potuto riflettersi e trovare una parte di sé, della propria storia e di quella di chi gli era accanto in quel momento. Il loro concerto è stato il racconto di un lungo percorso, sognato vent'anni fa e partito un anno fa dal cuore dell'Africa. Un viaggio ed un progetto ricco e articolato che, dopo le undici date europee e i quattordici concerti nei palasport, si concluderà in uno dei templi della musica mondiale, il prossimo 22 maggio all'Arena di Verona. Nella scaletta del concerto i tre cantanti hanno rivisitato canzoni tratte dai percorsi artistici individuali e hanno proposto le versioni live dei brani de 'Il padrone della festa', intrecciando voci e repertori.
LA CONFERENZA PRE GARA
MANDORLINI: PUNTO    <br/>TUTTO SU TONI

MANDORLINI: PUNTO
TUTTO SU TONI

Ecco le dichiarazioni di Mandorlini prima del derby contro il Chievo."Chi sarà l'uomo derby? Sempre Luca Toni, è lui il nostro condottiero. Lo sarà anche per questa gara""Recuperiamo solo Rafael. Domani si decide chi gioca""Avevamo bisogno di vincere gara Udine. Abbiamo bisogno di vincere come l'hanno loro. Sarà una partita dura, nei derby a volte si va oltre""Brivio ha recuperato, Fares ha fatto bene. Non dico la formazione peró perchè voglio tenere tutti sulla corda e voglio il massimo""Siamo ancora influenzati. Abbiamo parlato poco per concentrarci. Gara che chiude la prima parte della stagione quindi molto importante. Siamo molto carichi""Il mio derby più bello? A Spezia un anno ne ho fatti sette, praticamente erano derby con tutte le squadre limitrofe. E li ho vinti tutti. Comunque il derby più bello è l'ultimo. E l'ultimo è stato bellissimo"."Ho visto il Chievo con l'Inter. È una squadra che sta bene. Non c'è dubbio. Partite che si preparano da sole. Dal punto di vista psicologico credo che sarà il pubblico a darlo e come al solito ce lo darà. La formazione la daró solo domani mattina nello spogliatoio".
AMMINISTRATORI CONDOMINIALI
Anaci Verona forma     <br/>veri professionisti

Anaci Verona forma
veri professionisti

Chi pensa che amministrare un condominio oggi sia una cosa per tutti si sbaglia. Non si tratta solo infatti di essere il mediatore delle spesso accese riunioni o di fare delle semplici segnalazioni in caso di lamentele. L'amministratore oggi è un professionista a tutti gli effetti: per questo l'Anaci, l'associazione presente e radicata sul territorio nazionale con oltre 6000 iscritti mira alla formazione di un gruppo di professionisti dotati di competenze sempre più specifiche. Al centro polifunzionale Don Calabria gremito si sono ritrovati gli amministratori guidati come sempre dalla passione del presidente Tarcisio Squarzoni. Un modo per confrontarsi, capire e soprattutto migliorarsi sempre più in un settore oggi particolarmente delicato. ANACI Verona organizza ogni anno corsi di formazione per amministratori immobiliari, convegni, corsi di aggiornamento e master formativi. E' inoltre a disposizione dei propri iscritti l'attivo Centro Studi Provinciale. ANACI Verona con i suoi oltre 150 iscritti, rappresenta il principale riferimento sul territorio nell'ambito della gestione immobiliare. La piena soddisfazione dei soci spiega il motivo del sempre maggior numero di giovani professionisti che si avvicinano all'associazione.
A2 GOLD
Tezenis, Forlì ha pagato   <br/>Si gioca, ma contro chi?

Tezenis, Forlì ha pagato
Si gioca, ma contro chi?

All'ultimo minuto della scadenza fissata dalla Federbasket la Fulgor Libertas Forlì ha pagato i 10mila euro di parametri Nas, evitando così l'esclusione dal campionato. Va precisato che il provvedimento del giudice sportivo sarebbe arrivato la prossima settimana, permettendo comunque alla squadra di Finelli di scendere in campo a Verona.A quanto si è appreso una persona pietosa e generosa avrebbe garantito al patron forlivese Max Boccio il finanziamento necessario per ottemperare alla scadenza della rata Nas. Ma l'agonia di Forlì sembra solo rinviata,Domani al Palaolimpia scenderà in campo ancora la squadra Under 19, che domenica scorsa è già dovuta andare al massacro contro Trieste, perdendo 34-119. Tutti i giocatori della prima squadra avevano lasciato Forlì, considerato che la società non ha pagato né gli stipendi, né i residence dove erano alloggiati. Solo i due ex gialloblù Frassineti (che tra l'altro vive a Forlì) e Carraretto sono rimasti in città, senza però allenarsi.Il contestatissimo proprietario della Fulgor Libertas, Max Boccio, che ha una presunta bancarotta fraudolenta pendente e per questo ha affidato la presidenza alla moglie, in estate proclamava di puntare all'Eurolega, in realtà non ha rispettato nessun impegno e si è ridotto a far fronte in extremis al pagamento per scongiurare l'esclusione. La squadra, infatti, è già penalizzata di 3 punti per precedenti ritardi negli adempimenti finanziari.Sembra che adesso ci sia la volontà di andare avanti fino alla fine della stagione, ma non si riesce a capire con quale squadra, considerato che non ci sarebbero nemmeno i soldi per pagare il pullman per la trasferta, con i genitori dei ragazzi dell'Under 19 che dovrebbero accompagnare i giocatori fino a Verona.Così è passata in secondo piano la partita che alle 18:30 domenica vedrà la Tezenis affrontare Forlì, o meglio quello che resta o addirittura la squadra giovanile.“E' stata una settimana sui generis. Non poter esattamente inquadrare il tuo avversario certo non ti aiuta. In più abbiamo dovuto convivere con alcune problematiche fisiche di alcuni giocatori per risentimenti legati alla partita di domenica scorsa con Casalpusterlengo” ha dichiarato il coach Alessandro Ramagli, sul sito della Scaligera Basket.“Chiaramente è difficile – ha aggiunto - parlare di una squadra di cui non conosci dettagli e confini. Per garantire la serietà di questo campionato sarebbe bene che questa gara si giochi secondo i crismi della regolarità. Per noi in più è una domenica importante, l'ultima partita in casa dell'anno sarà l'occasione di trascorrere con i nostri tifosi dei momenti insieme visto che siamo anche vicini al Natale. Li aspettiamo”. 
TRAFFICO
C'è il derby: domenica   <br/>da bollino nero in città

C'è il derby: domenica
da bollino nero in città

Sarà una domenica da bollino nero per la viabilità cittadina quella del 21 dicembre. Alle ore 12:30 infatti si giocherà allo stadio Bentegodi il derby Hellas-Chievo, che richiamerà migliaia di tifosi, che andranno ad aggiungersi alle migliaia di turisti in arrivo per visitare i mercatini di Natale. Dalle ore 10:30 gli agenti della Polizia municipale saranno in servizio in zona stadio con 40 tra agenti e coordinatori, per gestire l'arrivo dei tifosi. Particolare attenzione sarà posta alla sosta dei veicoli lungo la tangenziale e gli svincoli, compresa la bretella di accesso alla zona stadio, dove è assolutamente vietato parcheggiare, anche se non espressamente previsto da segnaletica verticale, non necessaria in questo tipo di strade.Per tutta la giornata sarà presente un carro attrezzi per la rimozione immediata dei veicoli che intralceranno o creeranno pericolo.Qualora la disponibilità di parcheggi in zona dovesse esaurirsi sarà effettuata la chiusura del quadrilatero compreso tra via San Marco e via Albere, già sperimentata in precedenti occasioni e necessaria a prevenire la sosta irregolare nel quartiere. I veicoli ancora in arrivo saranno indirizzati verso i parcheggi di Porta Palio e della Stazione. Nell'area dello stadio sarà sempre consentito l'accesso di mezzi pubblici, auto al servizio delle persone invalide dirette allo stadio e ovviamente residenti. Particolare attenzione sarà riservata ai bus veronesi dei calcio club, che dopo aver scaricato i passeggeri saranno indirizzati nell'area di sosta riservata in piazzale Guardini.La viabilità potrebbe diventare particolarmente critica dalle 14.30 in poi, quando il flusso di tifosi in uscita dal Bentegodi incrocerà quello di veronesi e turisti diretti in centro e ai mercatini. La Polizia municipale prevede rallentamenti nella zona di via San Marco, via Albere, via Palladio, incrocio di Porta Nuova e circonvallazione esterna. Corso Porta Nuova potrebbe venire chiuso quando i parcheggi in centro esauriranno la capienza. In quel caso saranno chiusi anche i ponti Aleardi, Navi e Nuovo per evitare ulteriore pressione sul centro. Aperto sia sabato 20 che domenica 21 dicembre, dalle 13 alle 21, il parcheggio Fiera al costo di tre euro, per lasciare l'auto fuori dall'epicentro del traffico cittadino. Il parcheggio è collegato al centro con un bus navetta, al costo di un euro andata e ritorno. Il Comandante della Polizia Municipale Luigi Altamura invita i tifosi a raggiungere in anticipo lo stadio, utilizzando possibilmente mezzi pubblici e veicoli a due ruote.
RAPINA
Colpo nella notte      <br/>Saltato Bancomat

Colpo nella notte
Saltato Bancomat

Hanno fatto saltare un bancomat, preso i soldi ed hanno fatto perdere le proprie tracce. E' accaduto nella notte nella filiale della Banca Popolare in via Galvani a Verona; il bottino ammonta a 2900 euro. Sul posto sono intervenute le volanti della polizia e successivamente la scientifica e la squadra mobile. Proprio in questi giorni la polizia ha intensificato i controlli in città per contrastare i reati che, in occasione delle festività, tendono ad aumentare.
DERBY ALL'ORA DI PRANZO
VERONA-CHIEVO, VIGILIA     <br/>DI UN MATCH SPECIALE

VERONA-CHIEVO, VIGILIA
DI UN MATCH SPECIALE

Allenamenti a porte chiuse, tanta pretattica e dichiarazioni che vanno tutte nella stessa direzione: il derby è una partita speciale, aperta a qualsiasi risultato. Un match diverso, più sentito, più importante e non solo per i punti. C'è anche una parte di tifosi (soprattutto scaligeri) che si ostina a ripetere che questo non è un derby o che finge di non essere particolarmente interessata al match. Forse mente sapendo di mentire o forse vuole solo autoconvincersi. La verità è che la maggioranza dei sostenitori sente (e molto) la partita e vuole uscire vincitrice dal confronto.Questo pomeriggio parleranno i due allenatori (difficilmente si sbilanceranno), domani alle 12:30 il fischio d'inizio. La speranza di tutti è che sia un match bello, divertente, magari anche spettacolare. Molto più probabile che sarà la classifica partita tirata, molto tattica e molto bloccata. Ma il calcio molte volte è sorprendente e imprevedibile. L'attesa è quasi finita. (L.F.)
PADOVA-UNION RIPA LA FENADORA
Alle 14.15 'Ale Padova'     <br/>stasera la differita

Alle 14.15 'Ale Padova'
stasera la differita

Per la sfida di oggi tra Biancoscudati Padova e Union Ripa la Fenadora (fischio d'inizio alle 14.30) Telenuovo inizierà il collegamento dallo stadio Euganeo dalle 14.15 con Martina Moscato che poi, affiancata al commento tecnico dall'ex attaccante biancoscudato Pippo Maniero, racconterà tutte le emozioni della gara fino al fischio finale. Un'ampia sintesi della gara sarà trasmessa in coda al tgcronaca di Telenuovo delle 18.45, 20.30 e 23.30. Inoltre, dalle 22.45, sempre stasera e non domani sera come avviene normalmente quando il Padova gioca di domenica, sarà trasmessa la differita integrale della gara. Buona visione del Padova su Telenuovo!
FURTO
Ladri in azione,   <br/>rubati soldi e armi

Ladri in azione,
rubati soldi e armi

Doppio colpo di una banda di ladri che questa notte si sono introdotti in un appartamento per rubare. Oltre a forzare le due casseforti, impossessandosi di alcune pellicce e svariati preziosi, i malviventi hanno trafugato alcune armi da fuoco custodite sotto chiave: una pistola Beretta e due fucili da caccia. Sull'episodio indaga la Polizia.
L'Opinione
ON AIR
19.12.2014
TgVeneto
ON AIR
20.12.2014
Rosso & Nero
ON AIR
19.12.2014
Padova in Diretta
ON AIR
19.12.2014
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
14.12.2014
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
14.12.2014
Vighini Show
ON AIR
18.12.2014
Alè Verona
ON AIR
15.12.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
15.12.2014
Alé Padova
ON AIR
20.12.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
18.12.2014

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di tggialloblu.it

i nuovissimi di tgpadova.it

i nuovissimi di TgBiancoscudato.it

Palinsesto