• VIGHINI SHOW

    OGNI GIOVEDI' SU TELENUOVO

    Lo show condotto da Gianluca Vighini. Ospiti di spessore, giocatori, giornalisti, opinionisti, tecnici e tifosi per un serrato dibattito sul Verona di Mandorlini. Dagli studi di Telenuovo all'HELLAS KITCHEN

  • BIANCOSCUDATI CHANNEL

    Ogni lunedì su Telenuovo Padova

    Quest'anno l'appuntamento è fissato per il lunedì: approfondimenti sul campionato del Padova, sulla partita, le intesviste, le polemiche. Con il vostro contributo tramite chiamate ed sms

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

CITTÀ
Maltempo, alberi caduti  <br/>e auto danneggiate

Maltempo, alberi caduti
e auto danneggiate

L'acquazzone accompagnato da forti raffiche di vento di oggi pomeriggio in città ha portato ad alcuni interventi di Vigili del fuoco e Polizia Municipale. La caduta di due alberi ha causato il daneggiamento di quattro auto tra via Todeschini, all'Arsenale e via Merano. Problemi anche in via Merano per una pianta caduta su un marciapiede, in Largo Divisione Pasubio e in via Fama per la caduta di alcuni calcinacci e infine in via Monti Lessini dove è caduta la recinzione di un cantiere.
POLITICA
Zaia contro tutti    <br/>Gran Guardia gremita

Zaia contro tutti
Gran Guardia gremita

Un abbraccio forte, nella città amministrata da uno dei suoi principali sfidanti ma non per questo avversaria. In una serata in cui proprio da Verona il centrodestra ha rilanciato l'alleanza storica Lega-Forza Italia per continuare a governare la regione. Quella di ieri è stata la sera di Luca Zaia, governatore acclamato e candidato favorito nella nuova corsa alla presidenza del Veneto. Accolto davanti alla scalinata della Gran Guarda da decine di sostenitori e militanti non solo del carroccio ma dell'intero centrodestra, Zaia è poi sceso nell'auditorium per un incontro pubblico con la città. Nel rispondere alle domande dei giornalisti, Zaia ha toccato alcuni dei punti caldi della campagna elettorale. Dalla rottura con Tosi (questione di scelte ha sintetizzato Zaia, le ingerenze lombarde non c'entrano niente) al lavoro (l'obiettivo è riportare i dati della disoccupazione al 2008, prima della crisi) all'immigrazione, con la conferma dello stop a nuovi arrivi di profughi. Una serata a 360 gradi in cui Zaia non ha nascosto i favori del pronostico dato dai sondaggi. Undici punti di distacco dal principale avversario, la candidata del Pd, Alessandra Moretti. "Ma i sondaggi contano oggi e domani non più, ha detto Zaia, che ha salutato Verona con il suo grido di battaglia elettorale: pancia a terra e lavorare.
POLIZIA MUNICIPALE
Motociclista scappa  <br/>Caccia al pirata

Motociclista scappa
Caccia al pirata

E nuova caccia al pirata da parte della Polizia Municipale che sta indagando sull'incidente che si è verificato questa mattina in via Golino, in Borgo Roma, e che ha visto coinvolti un motociclista a bordo di una kawasaki e un ciclista 48enne, ricoverato per una frattura. Mentre i due viaggiavano verso via San Giacomo il ciclista è caduto. Il motociclista si è fermato qualche metro dopo, ma quando ha visto il ciclista rialzarsi (era caduto rovinosamente in mezzo alla strasda) ha ripreso la sua corsa senza prestare soccorso. Gli uomini del nucleo antipirateria della Municipale hanno già individuato la moto. Il conducente è ricercato per omissione di soccorso e fuga.
QUI UDINESE
STRAMACCIONI: "CHIEVO?     <br/>SOLIDITA' INCREDIBILE"

STRAMACCIONI: "CHIEVO?
SOLIDITA' INCREDIBILE"

L'Udinese non appare in un grande momento di forma. Domenica pomeriggio sarà ospite al Bentegodi per affrontare il Chievo di Maran. Il tecnico romano Stramaccioni, intervenuto in conferenza stampa, ha ben chiaro dove si vincerà la partita: "Analisi semplice, concisa e chiara. Chi avrà la meglio a centrocampo, potrà portare a casa punti. Il loro gioco si sviluppa in maniera diretta per le due punte, scavalcandoti spesso e volentieri. Noi siamo determinati a fare risultato a tutti i costi".Dimostra di conoscere bene l'avversario: "Loro hanno un'identità precisa e una solidità incredibile. Contro il Cesena, ad esempio, hanno aspettato per molti minuti e li hanno puniti non appena si sono aperti un po' provando ad osare qualcosina in più. Chiederò ai miei ragazzi di tornare a essere quelli di 15 giorni fa mettendo in campo quello su cui abbiamo lavorato. Chiederò di non concedere più regali ed essere equilibrati e solidi".
PRIMAVERA
VERONA SOCCOMBE IN    <br/>CASA: PLAY-OFF MIRAGGIO

VERONA SOCCOMBE IN
CASA: PLAY-OFF MIRAGGIO

I Play-off sono sempre più un miraggio. Verona sconfitto in casa dall'Atalanta, a Vigasio. Decide il gol al 31' del primo tempo di Gatti. Strada in salita per i gialloblù, che rimangono in dieci uomini alla fine del primo tempo. Un forte vento contrario, l'inferiorità numerica (espulso Miketic alla fine della prima metà di gioco) rende la gara più difficile per la Primavera gialloblù. Nonostante il Verona metta in campo tutta la grinta agonistica di cui dispone, l'Atalanta conquista i tre punti.TABELLINOHELLAS VERONA-ATALANTA 0-1Marcatore: 31' pt GattiHELLAS VERONA (4-2-3-1): Ferrari; Perini (dal 43' st Dagnoni), Riccardi, Boni, Tentardini; Checchin, Guglielmelli (dal 41' st Oliboni); Bearzotti (dal 21' st Sall), Miketic, Fares; Cappelluzzo.A disposizione: Nervo, Moretto, Miron, Piccinini, Rossi, Ocelka, Salifu, Gilli, Badan.All.: Pavanel.ATALANTA (3-5-2): Merelli; Gatti, Kresic, Messina; Forgacs (dal 16' st Castellano), Ranieri, Cavagna, Marchini, La Vigna (dal 29' st Tentoni); Tulissi, Napol (dal 34' st Lunetta).A disposizione: Turrin, Di Giovanni, Mora, Mecskes, Boffelli, Kalermo, Susnjara.All.: Bonacina.Arbitro: Martelli del Brescia.Assistenti: Sgheiz e Cappello.NOTE. Espulsi: Pavanel al 40' pt, Miketic al 44' pt. Ammoniti: Checchin, La Vigna, Merelli, Tulissi, Fargacs, Ranieri, Kresic, Castellano.
IMMIGRAZIONE
Zaia, mi opporrò sempre   <br/>a flussi selvaggi

Zaia, mi opporrò sempre
a flussi selvaggi

"In Veneto abbiamo 514mila immigrati, l'11,2% della popolazione, 42mila dei quali senza lavoro. Sono perbene, si sono integrati, rispettano leggi, usi, costumi, hanno bimbi che parlano veneto, ma con questi numeri cosa possiamo garantiamo ad altri profughi?". Così Luca Zaia, governatore del veneto uscente e candidato alla presidenza della Regione del Veneto, oggi a Vicenza, ad un incontro di "Panorama d'Italia". "Per questi nuovi profughi, le prospettive sono tendopoli o ricoveri di fortuna in caserma - ha aggiunto, in una nota diffusa dai promotori dell'iniziativa -. Perché non si ha il coraggio di dire che aiutare così i profughi non funziona? - si è interrogato -. Ci costa meno - ha risposto - aiutarli a casa loro e saremmo molto più coerenti". "Abbiamo sindaci da destra a sinistra che dicono no - ha rilevato Zaia -. Con Mare Nostrum nel 2014 sono arrivati in 240mila e solo 8mila hanno titolo di rifugiati politici. Questi 2mila che arriveranno la prossima settimana, dove li facciamo mettere? Lunedì andrò in Prefettura a ripetere il no, ho mandato i tecnici che è un segnale chiaro". "Abbiamo abbandonato un semestre europeo nel quale l'Italia non ha fatto nulla, abbiamo un commissario, la Mogherini, mi chiedo a che serva - ha concluso -. Interpellare e coinvolgere l'Ue sarebbe fondamentale, ma Austria ci rispedisce indietro gli immigrati, la Francia ci blocca le frontiere a seconda delle giornate, dovremmo in un anno di tempo tessere relazioni per fare in modo che si creino condizioni perché restino in Africa".
POLITICA
Salvini: è sinistra a   <br/>organizzare arrivi

Salvini: è sinistra a
organizzare arrivi

Matteo Salvini, a una domanda sul flusso di migranti, ha detto di ritenere che sia "la sinistra ad organizzare questo enorme traffico di esseri umani". "Penso - ha aggiunto - che le Boldrini e gli Alfano stiano creando i presupposti per uno scontro sociale molto pericoloso che la Lega sta cercando di arginare, di limitare in ogni maniera, invocando un intervento a monte per bloccare un'invasione che rischia di provocare lo scontro sociale". L'arrivo di migranti via mare, ha concluso, "penso sia voluto dalla sinistra per continuare a governare una società impaurita e disoccupata".
REGIONALI
Berti: Pioggia euro su   <br/>consiglieri in pensione

Berti: Pioggia euro su
consiglieri in pensione

Il consiglio regionale costerà ai veneti un altro milione di euro sino alla fine del mandato, "poi arriverà per molti consiglieri una vera cascata d'oro". Lo denuncia Jacopo Berti, candidato presidente alle regionali in Veneto per il Movimento 5 stelle. "Sono molti, infatti, i rappresentanti dei partiti all'interno dell'assemblea che non verranno ricandidati per vari motivi - spiega - c'è chi si è fatto il numero massimo di mandati, mettendo da parte un bel gruzzolo, e chi ha deciso di non presentarsi nuovamente. E c'è pure Renato Chisso, che è stato sospeso dalle funzioni da quasi un anno eppure continua a percepire lo stipendio e si prepara a incamerare la liquidazione di fine mandato. Le loro lacrime d'addio profumano di denaro, dato che quello che possiamo definire 'tfr' porterà nelle loro tasche fino a centomila euro. "Che schifo - accusa Berti - e questa gente ha pure il coraggio di parlare dei costi della politica. La Moretti farebbe bene a ritirarsi e nascondersi dopo questa notizia: proprio lei, che come abbiamo dimostrato è intenzionata a tenersi la grana, osa parlare della necessità di ridurre i costi della politica, mentre i consiglieri del suo partito intascheranno centinaia di migliaia di euro. E nessuno ne parla".
ECONOMIA
Unicredit, no sentori     <br/>disimpegno Cariverona

Unicredit, no sentori
disimpegno Cariverona

"E' stata una decisione presa dalla Fondazione. Per certi aspetti mi dispiace, perché è una presenza storica nel consiglio di Unicredit. Rispetto la loro decisione. Non abbiamo nessun sentore che si disimpegneranno: chiaramente hanno da affrontare il tema della concentrazione del capitale, ma quello non ha nulla a che fare con Unicredit". Così l'ad di Unicredit, Federico Ghizzoni, ha risposto sulla decisione della Fondazione Cariverona di non entrare nel nuovo consiglio nel prossimo triennio. "Comunque - ha aggiunto a margine di un convegno di Ncd sul futuro di Milano - andiamo avanti. E, per quanto ci riguarda, il legame con la Fondazione e la città di Verona rimane per noi chiave, perché fa parte anche delle radici di Unicredit. Quindi, non cambia nulla nel rapporto ordinario e strategico con la Fondazione. Devo dire che personalmente mi dispiace che non siano in consiglio, ma rispetto la loro scelta".
REGIONALI
Tosi twitta: Abbiamo       <br/>il coraggio di decidere

Tosi twitta: Abbiamo
il coraggio di decidere

"Noi abbiamo il coraggio di decidere. In Veneto il tempo delle promesse non mantenute è finito. #SiamoAbituatiaFare". E' il tweet di Flavio Tosi, sindaco di Verona e candidato presidente alle regionali in Veneto.
DOCUREALITY
Transpotec, anche un  <br/>casting tra camionisti

Transpotec, anche un
casting tra camionisti

Passione, empatia e una storia particolare: questi sono, secondo il conduttore Marco Berry, le caratteristiche che dovranno avere i prossimi 8 protagonisti di "Inarrestabili", il docu-reality da lui ideato e condotto che, la scorsa estate, è stato il secondo programma di LA7 più seguito in seconda serata. La nuova stagione degli sarà girata quest'estate, ed è tra i padiglioni di Transpotec Logitec 2015, il più importante salone italiano dell'autotrasporto, a Veronafiere dal 16 al 19 aprile, che tra oggi e domani si scelgono i nuovi camionisti che racconteranno sulla cabina di un camion la propria vita a Berry. "Viaggiando spesso in macchina, mi ero sempre chiesto che storie si nascondessero dentro quei camion che vedevo in autostrada - racconta Berry - E allora ho proposto di fare non uno spot ma un programma, e ho pensato di chiamarlo 'Inarrestabili', visto che venivo da 'Invisibili' e 'Invincibili'". "Tutte le storie e le persone che ho incontrato sono fantastiche, perché quello dei camionisti è un mondo parallelo, fatto di passione, di vita - spiga il conduttore - Dalla cabina di un camion vedi la vita da un punto di vista diverso, più alto, e senti che la strada è la tua compagna di vita".
PARLA IL TERZINO
AGOSTINI: "VORREI  <br/>GIOCARE A FIRENZE"

AGOSTINI: "VORREI
GIOCARE A FIRENZE"

“Il mio riferimento? Avevo due idoli, Paolo Maldini e Roberto Carlos". Non ha dubbi Alessandro Agostini nell'indicare i suoi punti di riferimento. Il terzino sinistro è intervenuto ad una trasmissione radiofonica della Rai. Mai un gol nella sua carriera: "Purtroppo è vero, mi prendono in giro anche in spogliatoio (ride, ndr). Anche mio figlio mi chiede, io gli rispondo che quella qualità non ce l’ho. Però qualche volta ci sono andato vicino. Mi ricordo che una volta, dopo una grande azione e un bel tiro, Brkic ha fatto il miracolo. Un'altra occasione l'ho avuta con il Cagliari, ho tirato benissimo ma la palla, deviata, è uscita di un niente. Contro il Catania non ho avuto molta fortuna, con un tiro-cross ho preso traversa e palo. Toni potrebbe insegnarmi qualcosa? Glielo dico sempre, invece di farne 20 a stagione potrebbe farne 19 e lasciarne uno per me (ride, ndr). Il difensore toscano non culla più velleità realizzative: "Ormai non ci penso neanche più. Anche se mi piacerebbe vivere le emozioni che si provano quando si segna. Però non mi rimane molto tempo per togliermi questa soddisfazione, non sono più giovanissimo e sono in scadenza, vedremo cosa succede. Non ho idea di come si esulta, anche perché non conosco lo stato d'animo che si vive in quei momenti". Lunedì c’è la Fiorentina. La sua ex squadra: "Mi piacerebbe giocare, anche perché quel campo è speciale per me: al Franchi ho esordito in Serie A e ci ho giocato la mia 300esima partita nella massima serie. Sarebbe bello fare lì il mio primo gol. Zeman l’allenatore giusto per segnare? Credo che non mi farebbe nemmeno giocare (ride, ndr)”.
VOLLEY
La Calzedonia sogna   <br/>Domenica c'è Perugia

La Calzedonia sogna
Domenica c'è Perugia

Gara 2 dei quarti di finale del campionato SuperLega di volley, è alle porte. Domenica, con inizio alle 18.00, la Calzedonia Verona sfiderà la Sir Safety Perugia al PalaOlimpia per una gara che potrebbe regalare ai gialloblù la prima semifinale della loro storia. Mai come in questo periodo la Verona del volley è stata vicina ad un traguardo tanto prestigioso e i tifosi scaligeri si stanno stringendo sempre più attorno alla propria squadra. Al PalaOlimpia, infatti, è atteso il pubblico delle grandi occasioni; domenica biglietterie aperte dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 fino all’inizio del match. Il tecnico della Calzedonia Verona, Andrea Giani, ha così commentato la gara:: “E’ stata una settimana un po’ atipica per i play off perché abbiamo giocato sabato scorso e giocheremo domenica, passeranno otto giorni tra le due gare e in genere nei play off le partite sono intervallate da tre giorni. Per noi è stata una settimana tipica, abbiamo lavorato sulla parte fisica e tecnica e abbiamo cercato di dare importanza ad alcuni aspetti del gioco. La partita di domenica è chiaramente importante perché giochiamo in casa nostra. Abbiamo fatto una bella vittoria a Perugia ma questo non vuol dire che potremmo abbassare la guardia, anzi; la Sir Safety è una squadra forte con dei giocatori che arriveranno a Verona per giocarsi il tutto per tutto. Dovremo essere bravi a gestire tante situazioni, in più giocheremo in un palazzetto gremito e sarà bello vivere un’emozione così forte e intensa”.
CALCIO DONNE
AGSM: OK IN SARDEGNA       <br/>CAPPOTTO ALLA TORRES

AGSM: OK IN SARDEGNA
CAPPOTTO ALLA TORRES

Sei gol alla Torres. Vince 6-2 il Verona di Mister Longega. Da segnalare una bella doppietta di Bonetti. Intanto nell'altro big match Brescia batte Mozzanica 2-1. Il primo posto è ancora in ballo: 58 i punti per l'Agsm, 57 per le leonesse Brescia.CRONACA. Le scaligere partono subito determinate ed ottengono il vantaggio al primo affondo: Patrizia Panico con una conclusione dalla distanza coglie l’incrocio dei pali, l’azione prosegue con le gialloblù che insistono nell’area sarda, pallone che perviene a Gelmetti brava ad insaccare senza lasciare scampo a Fazio.Non c’è neppure il tempo per gustare il vantaggio veronese che la Torres agguanta subito il pari con Marchese che entra in area e batte Ohrstrom con una conclusione potente.La Torres guadagna fiducia e metri, rendendosi pericolosa con la solita Marchese, conclusione deviata in angolo dalla difesa scaligera.La risposta gialloblù è nei piedi di capitan Gabbiadini che chiama Fazio alla parata in due tempi.Marchese, decisamente la più pericolosa tra le rossoblù, impegna Ohrsrom nella parata a terra.Le veronesi faticano a costruire azioni insidiose contro una Torres molto determinata e concentrata.La prima frazione di gioco si chiude così in parità.Neppure il tempo di annotare l’inizio della ripresa e la Torres passa in vantaggio con Domenichetti che sul limite dell’area vince il duello con Di Criscio e fulmina Ohrstrom con una conclusione imprendibile.Occasionissima per il Verona in contropiede: Panico in piena area serve Gelmetti che, tutta sola, incredibilmente fallisce la conclusione a porta spalancata.Sull’altro fronte la imita Elisabetta Tona che sugli sviluppi di un calcio d’angolo fallisce il tap-in.La squadra che deve conquistare la vittoria a tutti sembra la Torres che mette in campo una grinta superiore a quella dimostrata dalle impaurite gialloblù.Ci prova Tatiana Bonetti dopo un quarto d’ora della ripresa ma non trova la porta. Stesso risultato poco dopo per la torresina Flaviano.Quando tutto sembra indirizzarsi decisamente a favore dei colori rossoblù le veronesi hanno un sussulto e in due minuti rovesciano i lrisultato.Tatiana Bonetti addomestica la palla e con una magia si gira e al volo batte fazio per il pareggio scaligero.Palla al centro e sulla successiva azione d’attacco le scaligere tornano in vantaggio con la conclusione di Lilla Sipos che non lascia sacampo a Fazio.Ma non è finita! La Torres, fino a quel momento impeccabile, si disunisce e le veronesi ne approfittano per mettere la freccia.Tatiana Bonetti, tra le migliori in campo, sigla la rete del quattro a due facendo esplodere la panchina veronese.Sulle ali dell’entusiasmo arriva poco dopo anche il gol dell’ex: lo firma Silvia Fuselli che vede Fazio piazzata male e al posto di un cross pennella la conclusione sul primo palo che spegne definitivamente gli ardori della squadra sarda.TABELLINOTORRES 2AGSM VERONA 6Reti: Pt. 1' Gelmetti, 5' Marchese, st. 1' Domenichetti, 22' Bonetti, 23' Sipos, 25' Bonetti, 28' Fuselli, 48' BaldoTorres: Fazio, Bartoli, Motta, Galli, Tona, Piacezzi (31? st. Esposito), Domenichetti, Marchese, Flaviano, Giuliano, Pinna (36? st. Murru).Allenatore: Mario Pompili.Agsm Verona: Ohrstrom, Squizzato, Ledri, Carissimi, Fuselli, Di Criscio, Bonetti (43? st. Baldo), Gabbiadini, Panico, Gelmetti (28? st. Marconi), Sipos.Allenatore: Renato Longega.Arbitro: Amir Salama di Ostia Lido.Assistenti: Francesco Collu e Danilo Gorni di Oristano.
INDAGINE
Polizia Locale scopre    <br/>autorimessa irregolare

Polizia Locale scopre
autorimessa irregolare

Nei giorni scorsi la Polizia municipale ha fermato un Mercedes V250 tedesco per un controllo, trovando alla guida una persona di nazionalità cingalese senza patente, poiché sospesa a tempo indeterminato. Gli agenti hanno eseguito quindi l'immediato fermo amministrativo del veicolo per tre mesi e contestato la responsabilità penale al conducente. Poichè l'uomo non forniva informazioni sufficienti sulla provenienza del veicolo, che non era di sua proprietà, gli agenti hanno iniziato un'attività di indagine, che ha permesso di ricostruire un delicato intreccio: l'automobilista era in realtà un autista, incaricato di trasportare i veicoli dei clienti di alcune strutture alberghiere dal centro città ad una rimessa decentrata, dove venivano custoditi durante il soggiorno. Il monovolume Mercedes, noleggiato in Germania, era stato infatti affidato all'autista da un albergo del centro, che aveva accolto e registrato poco prima una famiglia tedesca. Dagli accertamenti è emerso che il titolare della ditta di trasporto auto, al quale diverse strutture del centro si rivolgevano, non solo stava impiegando il dipendente in modo irregolare, ma non aveva neppure comunicato al Comune l'inizio dell'attività di autorimessa, svolta tra l'altro in una struttura priva del regolare certificato di prevenzione incendi prescritto dai Vigili del fuoco. L'area dove venivano ricoverate auto di pregio, quali Mercedes, Ferrari e Porsche, aveva infatti una dimensione superiore ai 300 metri quadri, dimensione per la quale il Cip è obbligatorio. In seguito agli accertamenti, la Polizia municipale ha ricostruito anche responsabilità a carico del titolare della ditta, relative alla mancata comunicazione dell'utilizzo dell'immobile ai fini dell'applicazione della tariffa di igiene ambientale. Oltre alla segnalazione all'autorità giudiziaria per il conducente che guidava senza patente -sanzione penale da 2.257 a 9.032 euro- la situazione è stata perciò segnalata anche a Solori per il recupero della Tia, Vigili del Fuoco per il Cip, e Ispettorato del lavoro per l'impiego di manodopera irregolare. Sono in corso accertamenti presso l'Agenzia delle entrate per verificare se i redditi dichiarati dall'imprenditore negli ultimi anni sono coerenti con i contratti in essere con le diverse strutture ricettive.
TRIBUNALE
Ludwig: Abel chiede       <br/>la libertà definitiva

Ludwig: Abel chiede
la libertà definitiva

Entro cinque giorni Wolfgang Abel il 56enne condannato a 27 anni per omicidi commessi negli anni Ottanta assieme a Marco Furlan sotto la sigla 'Ludwig' saprà se potrà tornare definitivamente in libertà. Tanti sono i giorni che si è riservata per prendere una decisione il giudice del tribunale di Sorveglianza di Verona Lorenza Omarchi davanti alla quale Abel si è presentato ieri portando la documentazione che, secondo il suo legale Cesare Augusto Placanica, dimostrerebbe che la sua pericolosità è scomparsa. Abel, che vive sulle colline di Arbizzano (Verona), è oggi, come indica il Corriere del Veneto, in stato di lla semilibertà che prevede l'obbligo di firma due volte la settimana, il divieto di uscire di notte e di uscire dalla provincia di Verona. La documentazione alla quale Abel si affida è costituita da relazioni sul suo comportamento compilate da carabinieri, psicologi e servizi sociali. Negli anni scorsi una sua richiesta analoga era stata bocciata.
CONTRO L'UDINESE
CHIEVO: 24 CONVOCATI    <br/>TORNA FETFATZIDIS

CHIEVO: 24 CONVOCATI
TORNA FETFATZIDIS

Torna Fetfatzidis, dopo il tragico incidente in macchina a Budapest. Questo l'elenco completo dei giocatori convocati da mister Rolando Maran per la partita tra Chievo e Udinese, che si disputerà domenica 19 aprile alle ore 15.00 allo stadio Bentegodi. Sono 24 i convocati:PORTIERI: Albano Bizzarri, Francesco Bardi, Andrea SeculinDIFENSORI: Alessandro Gamberini, Cristiano Biraghi, Ervin Zukanovic, Bostjan Cesar, Gennaro Sardo, Dario Dainelli, Nicolas FreyCENTROCAMPISTI: Ivan Radovanovic, Anders Christiansen, Mariano Izco, Isaac Cofie, Ezequiel Schelotto, Valter Birsa, Armando Vajushi, Perparim HetemajATTACCANTI: Ruben Botta,Sergio Pellissier, Alberto Paloschi, Riccardo Meggiorini, Nicola Pozzi, Ioannis Fetfatzidis
DATI
A Verona più incidenti     <br/>nel 2014 che nel 2013

A Verona più incidenti
nel 2014 che nel 2013

Pur con le cautele di ordine metodologico legate alla differenza tra dati definitivi e dati provvisori, in Veneto si registra una tendenza alla diminuzione del numero degli incidenti già registrata nei mesi precedenti. E' quanto emerge dall'attività della Regione del Veneto di raccolta dati e di monitoraggio del fenomeno dell'incidentalità stradale, in collaborazione con Veneto Strade spa, le Province e le Prefetture, con la partecipazione della polizia stradale, dei carabinieri e delle polizie locali. I dati sono provvisori e relativi ai primi nove mesi del 2014, raccolti dalla Sezione sistema statistico regionale per il tramite dei Centri di monitoraggio provinciali - gestiti dalle Province - e di Istat a livello nazionale. Il numero di incidenti è in crescita rispetto ai primi 9 mesi del 2013 solo nella provincia di Verona (+7,1%), mentre la media regionale registra un calo dell'1,5%. Stazionari rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente si mostrano i dati concernenti il numero dei feriti e dei morti. "L'aggiornamento dei dati, reso possibile dall'adesione della Regione del Veneto al Protocollo d'intesa nazionale con Istat e i Ministeri competenti per la rilevazione statistica dell'incidentalità stradale, consente un costante monitoraggio del fenomeno - fa rilevare il vicepresidente della giunta veneta Marino Zorzato - e l'attuazione di efficaci misure di contrasto, come le campagne informative e gli interventi sulle infrastrutture stradali maggiormente a rischio".
CANDIDATURA
Corsi dopo la bufera    <br/>"Sterili polemiche"

Corsi dopo la bufera
"Sterili polemiche"

Ha scatenato un'autentica bufera politica la candidatura con la Lega Nord di Enrico Corsi assessore al turismo della giunta Tosi. Molti consiglieri vicini al sindaco hanno chiesto le dimissioni di Corsi che oggi presentando la propria candidatura ha rilanciato: "Non entro in merito a sterili polemiche. Se me ne sarà data l'opportunità continuerò a lavorare con professionalità con questa amministrazione come ho sempre fatto. Non potevo lasciare la Lega dopo così tanti anni di militanza: abbiamo condiviso lotte e battaglie importanti che adesso voglio portare a Venezia".
INCIDENTE
Esce di strada      <br/>Mortale a Badia

Esce di strada
Mortale a Badia

Una donna di 67 anni è morta in un incidente stradale avvenuto questa mattina prima delle 9 a Badia Calavena. Bruna Anselmi, residente nel comune di Selva di Progno alla guida della sua utilitaria ha perso il controllo, uscendo di strada. Nell’impatto la donna ha riportato lesioni gravissime ed è deceduta quasi all’istante. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118 e dei Carabinieri della locale stazione.
ENNESIMA SMENTITA
VOLPI: "MAI NEL VERONA          <br/>CON SETTI SOLO AMICO"

VOLPI: "MAI NEL VERONA
CON SETTI SOLO AMICO"

Gabriele Volpi, patron dello Spezia e della Pro Recco (Pallanuoto), smentisce per l'ennesima volta un suo coinvolgimento nel Verona. Il ricco petroliere ligure, che ha fatto la sua fortuna in Nigeria, intervistato dal Corriere dello Sport nell'edizione odierna ha affermato al riguardo: "Con Setti sono molto amico da diverso tempo e abbiamo anche collaborato per lavoro, ma non sono nel Verona Calcio. Né ufficialmente né non ufficialmente. Io non opero come persona fisica e tutti i miei beni sono riuniti in un trust che opera dalla Svizzera".Inoltre il numero uno dello Spezia smentisce le voci che lo accrediterebbero come finanziatore occulto anche della Sampdoria: "Dire che sono alle spalle di Ferrero e lo aiuto è offensivo per lui. Con lui ho parlato solo una volta per un giocatore del Rijeka. Quando lo vedo in televisione mi è simpatico".
L'Opinione
ON AIR
17.04.2015
TgVeneto
ON AIR
18.04.2015
Rosso & Nero
ON AIR
17.04.2015
Padova in Diretta
ON AIR
17.04.2015
Verona in Diretta
ON AIR
17.04.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
12.04.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
13.04.2015
Vighini Show
ON AIR
17.04.2015
Alè Verona
ON AIR
13.04.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
14.04.2015
Alé Padova
ON AIR
13.04.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
26.03.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

MEDICINA OGGI
18.04.2015

MEDICINA OGGI

TERRA E NATURA
18.04.2015

TERRA E NATURA

ASCOM INFORMA
18.04.2015

ASCOM INFORMA

TERRA E NATURA
17.04.2015

TERRA E NATURA

STUDIONEWS ECONOMIA
16.04.2015

STUDIONEWS ECONOMIA

i nuovissimi di tgverona.it

Palinsesto