• ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

INFERMERIA
PROBLEMA MUSCOLARE PER   <br/>GOMEZ E SAVIOLA

PROBLEMA MUSCOLARE PER
GOMEZ E SAVIOLA

È una stagione nera in tema infortuni per l'Hellas. Nell'ultimo allenamento si sono fermati Saviola e Gomez per un problema muscolare. I due hanno svolto un lavoro differenziato sul campo. Le loro condizioni saranno valutate oggi ma difficilmente riusciranno a recuperare per la gara con il Cagliari.
PROCESSO
20 euro per benedire <br/>defunto, condannato

20 euro per benedire
defunto, condannato

L'aver chiesto ad una impresa di pompe funebri 20 euro per benedire un defunto sono costati cari al parroco del Cimitero monumentale di Verona, don Silvano Corsi. Il gip Isabella Cesari lo ha condannato in abbreviato a un anno e due mesi per tentata estorsione. "E' un assurdo - ha commentato il suo legale, Francesco Delaini -, impugneremo il verdetto in appello". A far partire l'indagine, come riporta il "Corriere di Verona", era stato un esposto-denuncia presentato proprio dall'impresa di pompe funebri, che ha presentato in aula un file audio a riprova delle accuse. "Tutti lasciano almeno venti euro e se non verranno lasciati - avrebbe intimato don Corsi - non andrò a dare la benedizione e non permetterò di farlo nemmeno ai miei diaconi". A nulla sono valse le parole che il parroco aveva postato due giorni fa in Facebook, in vista dell'udienza. Nel ricordare che l'accusa lo stava "facendo soffrire ormai da più di un anno e mezzo", don Corsi rinnovava "ancora una volta la sua fiducia nella magistratura veronese e nella sua saggezza nel giudicare".
LEGA NORD
Maroni dà ragione a Tosi  <br/>Serve accordo in Veneto

Maroni dà ragione a Tosi
Serve accordo in Veneto

"Le affermazioni di Roberto Maroni tagliano la testa al toro". Così Flavio Tosi segretario della Liga Veneta sulla querelle interna al Carroccio relativo alle scelte delle liste ed eventuali alleanze - la candidatura a presidente è quella di Luca Zaia - in vista delle elezioni regionali. "Ho molto apprezzato - ha detto Tosi a margine di un convegno a Mestre - la sua posizione equilibrata"."La questione che pone Tosi e' che per il Veneto decide il Consiglio nazionale Veneto, Salvini è d'accordo, io sono d'accordo e quindi deciderà il Veneto, dovranno mettersi d'accordo Tosi e Zaia" aveva detto il governatore della Lombardia.Per Tosi "Maroni ha ribadito quelli che sono i principi statutari ma anche quella che è la dignità della Liga Veneta che è chiamata ad affrontare le questioni nel territorio come accaduto negli altri contesti regionali". "Se sposti la palla più in alto - ha aggiunto - si interrompe la partita". "Guardo ai cinque anni di governo in Veneto con Zaia - ha proseguito Tosi - e i cosiddetti tosiani in regione credo che, come i non tosiani, siano stati legali e corretti, non hanno mai ostacolato una delibera o fatto polemica, i problemi sono venuti da una parte degli alleati, sono venuti da altri in Lega che adesso non mi pare vi facciano neppure più parte". "Per questo credo che il Governatore - ha sottolineato - sappia benissimo quanta lealtà e correttezza c'è stata nei suoi confronti".
SICUREZZA
Lite familiare, paura   <br/>e 5 Volanti al Porto

Lite familiare, paura
e 5 Volanti al Porto

Momenti di paura in tarda serata nel quartiere di Porto San Pancrazio per una movimentata operazione della Polizia, intervenuta in un condominio popolare per sedare una violenta lite familiare.I vicini di casa, allarmati dalle urla che uscivano dall'appartamento, hanno dato l'allarme e sul posto sono arrivati gli agenti delle Volanti che poi hanno chiesto il supporto di altri poliziotti: in tutto ben cinque Volanti.Il capofamiglia, in preda a una crisi isterica, è stato sedato dai sanitari del 118 e poi trasportato in ospedale con l'ambulanza.
SOCCORSO
Incendio a Tregnago,   <br/>intossicate due anziane

Incendio a Tregnago,
intossicate due anziane

Due donne sono rimaste intossicate dal fumo sprigionato da un incendio scoppiato in un'abitazione a Tregnago.I sanitari del 118 sono intervenuti in via Torre per soccorrere un'anziana bloccata a letto, incapace di muoversi, mentre un'altra donna è rimasta intrappolata sul balcone della casa.Le due donne sono state portate in salvo e trasportate con due ambulanze all'ospedale di San Bonifacio in "codice giallo"; non è stato necessario ricorrere alla terapia in camera iperbarica.Sul posto i Vigili del fuoco.
HELLAS VERONA
HALLFREDSSON: A CAGLIARI      <br/>UN NUOVO CAMPIONATO

HALLFREDSSON: A CAGLIARI
UN NUOVO CAMPIONATO

Ormai è una bandiera. E domenica scorsa, contro la Roma, si è preso la squadra sulle spalle e l'ha portata a riva, dopo settimane in balie delle onde. Emil Hallfredsson, ospite questa sera del Vighini Show, è uno dei senatori di questo Verona. Qui, di fatto, ha visto quasi solo vittorie, ma mai come quest'anno ha capito quanto sia duro il campionato di serie A. Che domenica, a Cagliari, può avere un nuovo significato per l'Hellas Verona."Contro la Roma ci siamo ritrovati. Ora, in vista della gara contro il Cagliari, ci stiamo preparando molto bene. Il mister è carico come sempre. Sono molto fondamentali anche i tifosi. Sono molto legato a loro, sono qui da cinque anni e quindi mi trovo benissimo. Quando sono arrivato non pensavo che sarei rimasto così tanto. Non mi sono trovato bene nell'esperienza di Reggio Calabria, quindi a Verona sarei arrivato anche in C, come effettivamente è successo. Quell'anno è stato importantissimo. Il mio rapporto con Mandorlini? Devo tantissimo, forse tutto a lui. Spero di potergli dare ancora tanto. Sicuramente è il miglior allenatore che ho avuto, è fondamentale con noi, ci conosce bene e sa cosa possiamo fare. Mi aspettavo che quest'anno sarebbe stato così difficile. Ogni partita per noi è una finale, dobbiamo affrontare tutte le partite alla grande, come contro la Roma. Gli infortuni? Hanno pesato tanto sulla squadra, ma ora siamo quasi al completo e stiamo tutti meglio"."La mia prima scelta è sempre stata Verona, anche quando avevo il contratto in scadenza. Aspettavo solo che la società trovasse un accordo con il mio procuratore. Ma la mia prima scelta è sempre stata questa maglia e questa città"."Siamo sicuramente un gruppo unito. Noi vecchi siamo una parte importante, è chiaro, ma il gruppo c'è, è compatto. Rafa Marquez parla poco? Anche io, ci guardiamo molto (ride). E' un bravissimo ragazzo, in campo in realtà parla molto, si fa sentire spesso".Domenica a Cagliari, per assurdo, potrebbe essere ancora più difficile che contro la Roma."Loro si giocano il tutto per tutto? Anche noi stiamo giocando per la salvezza e quindi giocheremo al massimo anche questa volta. Non so se siamo superiori rispetto alle altre squadre che stanno lottando per la salvezza. Anzi, non dobbiamo assolutamente pensarlo, altrimenti saremmo messi male".
INCIDENTE
Ubriaco fradicio esce   <br/>di strada, denunciato

Ubriaco fradicio esce
di strada, denunciato

La Polizia municipale è intervenuta in via Mameli per effettuare i rilievi di un incidente stradale, senza feriti. Coinvolto un automobilista veronese di 50anni che, alla guida della sua macchina in via Mameli, nella manovra di svolta in via Monte Ortigara, ha perso il controllo del veicolo andando a sbattere contro un muro di recinzione. L’automobilista, sottoposto ad alcoltest, è risultato positivo con alcolemia attorno a tre grammi di alcol per litro di sangue, sei volte il tasso consentito. Gli agenti hanno perciò accertato le sanzioni previste con il ritiro della patente, il sequestro dell’auto e la denuncia all’autorità giudiziaria. A carico dell’automobilista anche responsabilità amministrative per i danneggiamenti a manufatti e segnaletica stradale, provocati con la sua auto nell’incidente e, per guida senza cinture.
MANIFESTAZIONE
Renzi a casa. Decine di    <br/>pullman dal Triveneto

Renzi a casa. Decine di
pullman dal Triveneto

Si chiama Sovranità, prima gli italiani, il nuovo soggetto politico che vuole aggregare tutte le comunità di matrice sociale e identitaria. Un soggetto ora attivo nel Triveneto che dopo l'esperienza di Milano sarà di nuovo al fianco della Lega Nord sabato, nella grande manifestazione di protesta contro il governo promossa dal carroccio in piazza del popolo, tradizionalmente teatro di raduni e cortei della sinistra italiana. Stando ai coordinatori della manifestazione sarebbero 350 i pullman in partenza dal Triveneto, oltre 150 solo dal Veneto per un evento che vuole aggregare chi è contro un governo, dicono gli esponenti del carroccio, della disoccupazione, dell'invasione, delle nuove tasse, dell'uccisione del made in italy. Fortissima in particolare la presenza dei militanti veronesi del carroccio che riempiranno oltre 10 pullmann in partenza dalla città e della Provincia. A presentare la manifestazione Marcello Ruffo, consigliere di circoscrizione della Lista Tosi e il coordinatore provinciale dei giovani padani, Vito Comencini.
AUTOBUS
Picchia autista: 8 mesi     <br/>E Atv aumenta controlli

Picchia autista: 8 mesi
E Atv aumenta controlli

Condanna di otto mesi ad un extracomunitario che ha aggredito l'autista di un autobus di linea interrompendone il servizio. L'episodio è solo uno dei 41 casi di aggressioni, ingiurie o minacce, segnalati l'anno scorso da conducenti o controllori dell'Atv. "Il problema è sentito, noi forniamo assistenza legale ai nostri dipendenti" ha spiegato il presidente di Atv, Massimo Bettarello. "Nel caso specifico siamo soddisfatti perchè il giudice aveva chiesto sei mesi, è arrivata una condanna di otto ed è un segnale importante da dare". "Purtroppo" gli fa eco il direttore generale Zaninelli "gli strumenti che abbiamo a disposizione sono pochi. Ma la linea è quella in particolare di denunciare chi deturpa o imbratta senza motivo le nostre vetture. Sono infatti in aumento anche gli atti vandalici o di bullismo all'interno dei nostri autobus, episodi che cerchiamo di contenere denunciando sempre più frequentemente i responsabili".
BANCA
Popolare: Banco rispetta  <br/>requisiti chiesti da Bce

Popolare: Banco rispetta
requisiti chiesti da Bce

Il Banco Popolare rispetta ampiamente i ratio patrimoniali minimi richiesti dalla Banca Centrale Europea. Lo comunica in una nota l'istituto veronese dopo che la Bce ha comunicato la propria definitiva decisione riguardante i requisiti minimi che il Banco deve rispettare, fissandoli nel 9,4% per quanto riguarda il Common Equity Tier 1 ratio (Cet1 ratio) e nel 10,5% per il Total Capital Ratio. Al 31 dicembre 2014 il Cet1 ratio risulta pari all'11,9% e il Total capital ratio al 14,6%. Il CET1 ratio calcolato sulla base delle regole che saranno in vigore al termine del periodo transitorio (c.d. CET1 ratio fully phased) è stimato pari all'11,3% e all'11,5%, considerando gli impatti attesi dalla già deliberata incorporazione della controllata Banca Italease.
ELEZIONI
Regionali, Tosi convoca   <br/>Liga 5 marzo per liste

Regionali, Tosi convoca
Liga 5 marzo per liste

Flavio Tosi tira dritto per la sua strada e convoca il Consiglio nazionale della Liga Veneta il 5 marzo a Padova per decidere liste e candidati alle prossime elzioni regionali.Una decisione subito contestata dal governatore Luca Zaia: "Al di là delle norme e dei regolamenti dello statuto, quando si costruisce una squadra e si fanno delle scelte si deve partire dal punto di riferimento, ovvero dal candidato presidente". La mossa di Tosi di fatto conferma come il sindaco di Verona intenda alzare il tiro della contrapposizione in nome dell'autonomia della Liga. Per nulla intimorito dal consiglio federale che affronterà lunedì a Milano la grana veneta, con una mail il segretario regionale del Carroccio aveva convocato ieri il consiglio della Liga per "discutere e deliberare eventuali alleanze, le liste e la loro composizione, così come previsto dallo statuto". "Non si possono non rilevare, senza nota di polemica - continua Zaia - che le scelte fin qui fatte sono state compiute a prescindere dal candidato presidente. Non pongo una questione di poltrone, nomi o veti, cosa che non ha mai caratterizzato la mia storia amministrative, bensì della governabilità, unica preoccupazione che ho, visto e considerato che il giorno dopo le elezioni i cittadini chiedono al loro governatore conto di problemi quali il lavoro, il sociale, la sanità, l'occupazione giovanile e per nulla dei fatti che riguardano le segreterie". Su come si possa uscire dall'attuale stallo nel Carroccio veneto Zaia non ha una soluzione da indicare. "Con il buonsenso - taglia corto - che al momento non c'è. Viviamo una situazione kafkiana". E per non lasciare dubbi lancia un messaggio preciso al 'rivale' Tosi: "vado avanti per la mia strada, chi mi ama mi segua"
FIERA
Vinitaly lancia Expo,    <br/>ambasciatore nel mondo

Vinitaly lancia Expo,
ambasciatore nel mondo

"Vinitaly ed Expo sono l'uno consecutio dell'altro, una coppia fantastica che consente azioni straordinarie per il futuro del settore vitivinicolo". Così il presidente di Veronafiere, Ettore Riello, presenta a Roma la 49ª edizione della rassegna internazionale del vino e dei distillati che si terrà a Veronafiere dal 22 al 25 marzo. Il numero delle aziende rappresentate si stabilizza sopra i 4.000 espositori, per un totale di 91.000 metri quadri occupati. Il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, intervenuto alla presentazione, osserva come Vinitaly "è un appuntamento importantissimo per il sistema nazionale vitivinicolo, legato alla grande occasione di Expo". "In questi 10-12 mesi si è fatto molto per il vino, sotto il profilo della semplificazione e della promozione sui mercati esteri. Il testo unico sul vino è il nostro prossimo obiettivo credo che nelle prossime settimane potremo accelerare molto. E si va avanti con un piano coordinato tra tre ministeri a favore dell'internazionalizzazione del Made in Italy. Proprio oggi abbiamo fatto una riunione al Mise". L'attenzione di Vinitaly rispetto agli incontri con i buyer esteri si conferma con un aumento del 34% degli investimenti per coinvolgere delegazioni di operatori da Europa, Usa, Asia e Sudafrica. Il 49° Vinitaly sarà accompagnato al solito da eventi come Operawine, che riunisce cento grandi produttori nazionali, Enolitech, il salone internazionale delle tecniche per viticoltura e olivicoltura e Sol& Agrifood, dedicato al meglio della produzione oleicola e agroalimentare italiana. "Affrontiamo il 2015 con ottimismo - sottolinea il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani - Abbiamo fatto un sondaggio tra realtà rappresentative del settore e ne è emerso che nel 2014 si è registrata una crescita del fatturato delle cantine italiane pari al 5% rispetto al 2013 e soprattutto il 55% di queste esprime fiducia per il 2015".
GRANATA
Lanciano - Citta  <br/>arbitra La Penna

Lanciano - Citta
arbitra La Penna

Tornare a fare punti dopo la sconfitta immeritata col Bologna. Il Citta va a Lanciano per provare a battere gli abruzzesi e riprendere la corsa salvezza. A dirigere l'incontro sarà l'arbitro La Penna della sezione di Roma 1.Ecco il comunicato ufficiale: L’associazione Italiana Arbitri ha comunicato le designazioni per la 28a giornata del Campionato Serie B 2014/2015. A dirigere Virtus Lanciano – Cittadella di sabato 28 febbraio 2015 (ore 15.00) allo Stadio 'Guido Biondi' di Lanciano è stato chiamato il Sig. Federico La Penna della sezione di Roma1, 1° ass. Sig. Santoro di Catania, 2° ass. Sig. Soricaro di Barletta; IV° uff. Sig. Martinelli di Roma2.
AGGRESSIONE
Gang marocchina pesta     <br/>pizzaiolo di 21 anni

Gang marocchina pesta
pizzaiolo di 21 anni

Un’aggressione in puro stile “Arancia Meccanica”. Calci, pugni e schiaffi solo per rubare uno smartphone. Vittima un pizzaiolo 21enne di Casaleone, pestato a Cerea, nella notte tra sabato e domenica, da una gang composta da cinque 17enni marocchini. La cui furia spietata è stata fortunatamente bloccata da una pattuglia dei carabinieri. Accade tutto lo scorso week end. L’aggressione comincia di fatto qui, all’interno della discoteca “Caribe Disco Latino”. I ragazzini prendono di mira il 21enne e soprattutto il suo telefonino di ultima generazione. Quando la vittima esce, sono circa le 3.30, viene attaccata dal gruppetto. Volano calci e pugni. Il pizzaiolo prova a reagire e in qualche modo soprende i suoi aguzzini, che a quel punto lo bloccano e lo trascinano di peso qui, in via Borghetto. A riparo da eventuali occhi indiscreti, il pestaggio riprende. Uno dei 17enne utilizza anche una di queste sedie di ferro del bar li vicino. Il malcapitato è sanguinante, esausto, quando in suo soccorso arriva un’auto dei carabinieri, in zona per pattugliamento. I militari dell’Arma bloccano il pestaggio riuscendo ad arrestare due dei cinque aggressori. In tre riescono a scappare e a far perdere, almeno per ora, le tracce."E' un episodio che nessuno vorrebbe rivivere - spiega il comandante dei carabinieri di Legnago, il capitano Francesco Provvidenza - ma pensiamo che si tratti di un fatto isolato. Però è comunque una vicenda grave, anche perchè ai due ragazzi fermati, che erano incensurati, sono stati disposti gli arresti domiciliari. Decisione presa per la gravità del fatto, per un rischio di reiterazione del reato e per non aver collaborato nell'individuazione degli altri tre complici".Un episodio che sconcerta la gente di Cerea. Un pestaggio del genere mai si era verificato in paese. Che negli ultimi tempi, dicono i cittadini, è sempre meno sicuro.E del problema non fa mistero il sindaco di Cerea, Marconcini, che deve comunque fare i conti con forze ridotte per combattere il fenomeno."E' innegabile - spiega Paolo Marconcini - che ci sia un aumento della microcriminalità, a Cerea così come nel resto della Bassa. Da parte nostra, cerchiamo con la Polizia Locale di mettere in atto tutte le strategie per arginare la problematica. Inoltre siamo in costante contatto con la stazione dei carabinieri, che ci informa sempre sugli episodi che avvengono sul nostro territorio".Infine, non è escluso che alcuni di questi ragazzi della gang marocchina siano già stati coinvolti in episodi simili anche a Verona.
L'AMICHEVOLE DEL PADOVA
3-1 contro l'ArdSpera,   <br/>Pittarello, Denè, Ilari

3-1 contro l'ArdSpera,
Pittarello, Denè, Ilari

Il Padova ha battuto 3-1 l'Ardisci e Spera nell'amichevole disputata oggi a San Giorgio delle Pertiche. Nel primo tempo i gol sono stati realizzati da Pittarello (su cross di Degrassi) e Denè. All'inizio della ripresa ha accorciato le distanze l'ArdSpera con Pedron, poi Ilari ha fissato il risultato sul 3-1 definitivo, al termine dell'azione personale di Amirante. PADOVA (4-2-3-1): Cicioni; Dionisi, Sentinelli, Canton, Degrassi; Segato, Fanelli; Denè, Mattin, Aperi; Pittarello. Nel secondo tempo sono entrati Lanzotti, Bortot, Niccolini, Salvadori, Segato, Mazzocco, Ilari, Cunico, Petrilli, Amirante. All. Carmine Parlato. (FONTE PADOVAGOAL.IT)
SALUTE
A Verona in diretta    <br/>si parla d'insonnia

A Verona in diretta
si parla d'insonnia

Oltre un milione di persone in Veneto, 13 milioni in Italia. soffrono di insonnia, apnee notturne, sindrome delle gambe senza riposo. A questo tema è dedicata la puntata di "Verona in diretta", in onda alle 19.23 su Telenuovo.Con Simonetta Chesini sara' in studio il dott. Gianluca Rossato, neurologo, responsabile del Centro di medicina del Sonno dell'ospedale di Negrar e un paziente del suo reparto. Come sempre, avrete la possibilita' di partecipare da casa, per informazioni e consigli, telefonando allo 045 8054328
LEGA NORD
Tosi: Sabato sarò a Roma    <br/>e voglio fare il sindaco

Tosi: Sabato sarò a Roma
e voglio fare il sindaco

Il sindaco di Verona, Flavio Tosi, ospite a “Porta a porta”, ha fugato gli ultimi dubbi sulla sua partecipazione alla manifestazione organizzata sabato a Roma dalla Lega Nord contro il governo Renzi.Le sue incertezze avevano scatenato l'ira del segretario federale Matteo Salvini.“Avevo da mesi – ha spiegato Tosi a Bruno Vespa - l'impegno di partecipare all'inaugurazione di un'importante fiera dedicata allo sport, siccome ci sono state polemiche non da parte della Lega, ma da parte di personaggi ben pagati vengono solo a fare passerella farò salti mortali per essere presente e non prestare il fianco a polemiche penose”.Quanto alla lite con il governatore Zaia sulle candidature e sulle liste da schierare in Veneto, Tosi ha ribadito il sillogismo calcistico: “Il punto è che c'è un presidente che vuole far lui la squadra al di là dell'allenatore e dei giocatori”.Tosi ha ricordato per l'ennesima volta che nel suo ruolo di segretario nazionale della Liga Veneta “il segretario ha competenza sulle liste per logica e per statuto. In 5 anni di governo Zaia non ho mai detto una parola sulle scelte e non è mai stata messa in discussione la ricandidatura di Zaia, al di là degli impegni e delle promesse con il sottoscritto”.“Io sono coerente – ha aggiunto -, le liste per le regionali sono sempre state state stabilite a livello regionale. E' successo anche in Emilia, non capisco perché adesso non si debba fare così in Veneto”.Per Tosi “la questione non è la candidatura di Zaia. Da Milano qualcuno ha detto che le liste non si decidono in Veneto, ma a Milano. Io difendo l'autonomia del Veneto”.“La Liga Veneta – ha continuato - ha stabilito che si presenti la lista della Liga più una lista di civiche. Su questo ha competenza la Liga Veneta senza ingerenze. E non sto parlando del nome delle liste o di chi si candida, ma chi ha competenza.Infine la domanda sulla sua candidatura alle prossime regionali: “Tosi non si candita in nessuna lista perché mi sono candidato per spirito di servizio alle Europee, ha preso 100mila voti e ho rinunciato al seggio europeo per fare il sindaco di Verona”E sull'eventuale appoggio con la Lista Tosi al governatore uscente: “La Liga Veneta ha deliberato che la candidatura sia quella di Zaia con la Lega e una serie di liste civiche. Poi è entrata un'ingerenza dall'esterno”.
TRASFERTA A MILANO
Comunicato Curva Sud   <br/>Tutti a Milano

Comunicato Curva Sud
Tutti a Milano

Per la trasferta di Milano la Curva Sud invita tutti i tifosi a comprare il biglietto del secondo anello verde. Con questa scelta, si legge nel comunicato "togliamo le ultime scuse a chi è tentato di rinunciare per qualche futile motivo. Ora più che mai è necessario seguire in massa la squadra. E' in momenti come questo che dobbiamo dimostrare che il Verona è costituito e sorretto prima di tutti dai propri tifosi. La trasferta è con mezzi propri. Il ritrovo è fissato per le 18:30 al parcheggio Fiera Milano, uscita A4 Pero. Per informazioni contattare il numero 333/9207052.
LEGA NORD
Salvini: Se litighi   <br/>la gente si arrabbia

Salvini: Se litighi
la gente si arrabbia

"Se litighi, specie in momenti come questi, alla gente girano le palle, è l'ultima cosa da fare in un partito. Essere da tre giorni sui giornali con la Lega che litiga fa girare le palle anche a me": lo ha detto Matteo Salvini, a Radio Padania, tornando sulle polemiche tra Tosi e Zaia. "Tutto è partito quando Tosi ha cominciato a mettere in discussione Zaia e a dire apriamo a Passera o ad Alfano. Io non voglio avere a che fare con Alfano e Passera, è una questione di coerenza" ha aggiunto Salvini. "Io non ho questioni con nessuno, Tosi lo ho sostenuto come sindaco e come segretario nazionale del Veneto - ha spiegato il segretario federale della Lega - spero che la sua sia una cosa passeggera e finisca lì. Perchè noi stiamo con Zaia". "Altra cosa che non sopporto - ha concluso - è l'accusa di milanocentrismo, che non sta in cielo nè in terra, non esiste proprio e chiunque in Lega lo sa. Io non ho mai messo becco nelle liste. Ma la coerenza non è in discussione".
MISS GIALLOBLU
Elena è la quinta Miss   <br/>in semifinale

Elena è la quinta Miss
in semifinale

Con 2.302 preferenze Elena supera Michela, ferma a 2.042, e Clarissa, che ha sommato 853 voti. Con la vittoria di oggi Elena raggiunge le altre semifinaliste.Questa sera nuova sfida tra Miss, a cominciare dal Vighini Show in onda su Telenuovo ed a proseguire con le votazioni su tggialloblu.itComplimenti ancora a tutte e tre le Miss del concorso sponsorizzato da Matilda Abbigliamento e Telenuovo
SAN BONIFACIO
Ferroli: riapre il   <br/>tavolo con i sindacati

Ferroli: riapre il
tavolo con i sindacati

Dopo l’ennesima manifestazione degli operai davanti ai cancelli dello stabilimento, la Ferroli ha annunciato che a breve riprenderanno le trattative con i sindacati. L’azienda chiarirà durante il tavolo negoziale quanto ci sia di vero nelle voci che vedrebbero altre aziende interessate al’attività dello stabilimento di termomeccanica. “Siamo contenti”, hanno dichiarato i rappresentati di Fiom Cgil. “Proabilmente la decisione è il risultato delle mobilitazioni delle ultime settimane”.
L'Opinione
ON AIR
20.02.2015
TgVeneto
ON AIR
26.02.2015
Rosso & Nero
ON AIR
26.02.2015
Padova in Diretta
ON AIR
26.02.2015
Verona in Diretta
ON AIR
26.02.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
22.02.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
23.02.2015
Vighini Show
ON AIR
26.02.2015
Alè Verona
ON AIR
16.02.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
23.02.2015
Alé Padova
ON AIR
16.02.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
26.02.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Palinsesto