• ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:45

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

  • HELLAS MATCH

    Le partite del Verona in differita

    Telenuovo si è assicurata i secondi diritti dell'Hellas Verona e trasmette in differita la partita intera ogni settimana: appuntamento il lunedì dalle 23

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • POMERIGGIO HELLAS

    Ogni sabato dalle 14.45

    Anche quest'anno Telenuovo tarsmetterà in diretta tutte le gare della primavera dell'Hellas Verona..!

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Telenuovo

TGVERONA
15.09.2014
TGGIALLOBLÙ
13.09.2014
TGPADOVA
15.09.2014
TGBIANCOSCUDATO
15.09.2014
PALERMO
RIGONI: SIAMO   <br/>INCAZZATI NERI

RIGONI: SIAMO
INCAZZATI NERI

"Siamo incazzati neri, abbiamo perso una partita incredibile". Grande rammarico nel Palermo per la sconfitta al Bentegodi. Parla l'ex capitano del Chievo Luca Rigoni: "Abbiamo fatto un grande primo tempo, anche se il Verona ci ha ripresi su rigore. Nel secondo abbiamo fatto ancora meglio noi, dovevamo segnare, e alla fine su un episodio tutto nostro, un errore, il Verona ha portato a casa la vittoria. Siamo rammaricati perchè tra Sampdoria e Verona abbiamo buttato via tre punti in due giornate".
VERONA-PALERMO
BATTICUORE HELLAS      <br/>GIOCA MALE MA VINCE 2-1

BATTICUORE HELLAS
GIOCA MALE MA VINCE 2-1

Il Verona vince ma non convince contro il Palermo. 2-1 il risultato per i gialloblù di Mandorlini. Sorprese all'inizio. Mandorlini non schiera Lopez e Saviola, affiancando Lazaros a Toni e Gomez. Palermo in vantaggio al 18' con Vazquez, Verona in confuzione e troppo compassato per la prima mezz'ora. Il pareggio arriva su rigore per una doppia trattenuta su Toni e Moras. Batte Toni che pareggia al 40'. Mandorlini non cambia neanche nella ripresa. C'è solo un po' di buona volontà in più. Il gol del 2-1 è un clamoroso pasticcio difensivo dei rosanero. Sorrentino sbaglia l'uscita, Pisano va in anticipo su Gomez e spinge praticamente il pallone in rete.HELLAS VERONA-PALERMO 2-1Marcatori: 18' pt Vazquez, 40' pt Toni, 33' st Pisano (aut.). HELLAS VERONA (4-3-3): Rafael; Martic, Moras, Rafa Màrquez, Agostini; Obbadi, Tachtsidis, Hallfredsson (dal 32' st Campanharo); Lazaros (dal 21 st Lopez), Toni, Juanito Gòmez (Dal 36' st Marques). A disposizione: Benussi, Rodriguez, Sorensen, Saviola, Jankovic, Ionita, Valoti, Brivio, Nenè. All.: Mandorlini.PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Andjelkovic, Terzi, Feddal (dal 41' st Makienok); Pisano (dal 41' Ngoyi), Bolzoni (dal 25' st Belotti), Rigoni, Barreto, Daprelà; Vàzquez, Dybala.A disposizione: Ujkani, Fulignati, Vitiello, Lazaar, Da Silva, Chochev, Quaison, Bamba, Morganella. All.: Iachini. Arbitro: Rocchi di Firenze. Assistenti: Galloni e Ranghetti. NOTE. Ammoniti: Daprelà, Feddal, Agostini, Hallfredsson, Marquez, Obbadi. Spettatori: 18.304 (paganti: 4.248; abbonati: 14.056).
FURTI
Razzia di profumi,  <br/>arrestate cinque madri

Razzia di profumi,
arrestate cinque madri

Cinque donne romene sono state arrestate dai Carabinieri della stazione di Bussolengo con l'accusa di furto aggravato. In manette sono finiste cinque madri di famiglia, tutte ultraquarantenni, lavoratrici stagionali in agricoltura, che prima di tornare in patria hanno fatto incetta di cosmetici al centro commerciale Auchan. La loro intenzione era di portare regali ai parenti al ritorno in patria. Le donne però sono state sorprese dalla vigilanza privata che ha allertato i Carabinieri è scattato l'arresto in flagranza. All'udienza di convalida il giudice ha condannato le donne a sei mesi di carcere, con sospensioone della pena.
SISTEMA RFID
Ztl, via nuovo controllo    <br/>a veicoli commerciali

Ztl, via nuovo controllo
a veicoli commerciali

Parte da oggi, lunedì 15 settembre, la fase operativa del nuovo sistema di controllo dei veicoli commerciali in Ztl mediante la lettura a distanza del TAG RFID (Radio Frequency IDentification), incorporato nei nuovi contrassegni di circolazione adottati sin dal gennaio 2013. Il sistema di controllo basato sulla tecnologia RFID affianca quello già attivo costituito dai varchi elettronici, allo scopo di associare i rilevamenti in ingresso con quelli in uscita. Il sistema RFID infatti ha lo scopo principale di monitorare il comportamento dei veicoli commerciali in circolazione all’interno della ZTL e verificare soprattutto che escano entro l’orario stabilito. Di conseguenza, a due anni circa dall’introduzione del nuovo contrassegno munito di TAG RFID, e dopo una campagna massiccia di informazione, a partire da oggi vengono revocati i vecchi pass cartacei di accesso alla Ztl per gli autocarri. Fino al 14 settembre, data di scadenza dei vecchi pass cartacei, erano circa 10 mila i contrassegni che non erano ancora stati sostituiti con i nuovi: 8627 permesso ACI Rosa; 1696 permessi commercianti Grigio-Euro 4; 1 permesso ACI Azzurro. Queste autorizzazioni da oggi non sono più valide per la circolazione nel territorio comunale e quindi anche per l’accesso in Ztl: perciò chi verrà trovato in possesso del vecchio pass cartaceo sarà sanzionato per accesso abusivo in Ztl. I ritardatari che non hanno ancora provveduto a sostituire i vecchi pass sono informati della necessità di dotarsi dei nuovi contrassegni anche dai pannelli di accesso alla Ztl, che a partire da oggi fra le 6 e le 10 del mattino espongono l’avviso: “merci solo con pass RFID”. Le autorizzazioni in questione sono quelle identificate come “PROTOCOLLO COMMERCIANTI” e rilasciate ai veicoli commerciali classificati L2, L5 ed N (art. 47 del D.Lgs.285/92 "Nuovo Codice della strada"): L2: veicoli a tre ruote la cilindrata del cui motore, se si tratta di motore termico, non supera i 50 cc e la cui velocità massima di costruzione non supera i 50Km/h; L5: veicoli a tre ruote simmetriche rispetto all'asse longitudinale mediano, la cui cilindrata,se si tratta di motore termico, supera i 50cc. o la cui velocità massima di costruzione supera i 50Km/h; N: veicoli a motore destinati al trasporto merci, aventi almeno 4 ruote. Il sistema RFID rileva in automatico gli ingressi dei veicoli commerciali autorizzati in ZTL e ne registra l’uscita, mantenendo in memoria, in questa prima fase di pre-esercizio, i soli casi ‘non conformi’ , cioè i veicoli usciti oltre l’orario previsto dall’autorizzazione rilasciata.Quindi da oggi e fino al 31 dicembre, i titolari dei contrassegni RFID per veicoli commerciali, usciti dalla Ztl oltre l’orario consentito, verranno avvisati da un sistema di invio automatico di comunicazione, tramite email e sms, contenente le informazioni sul comportamento irregolare e sulle future modalità di penalizzazione. Il sistema di invio delle comunicazioni verrà messo a punto in questi giorni dagli uffici comunali e a breve i titolari potranno essere informati sul comportamento dei loro veicoli in caso di non conformità. A partire dal 1° gennaio 2015, infatti, a chi non rispetterà gli orari di uscita previsti, sarà sospesa temporaneamente l’autorizzazione.
INCONTRO IN CAMERA DI COMMERCIO
Per il Padova sostegno <br/>di imprenditori e tifosi

Per il Padova sostegno
di imprenditori e tifosi

Dopo che allo stadio i tifosi hanno accompagnato con entusiasmo e calore l'inizio del nuovo Padova, riempiendo gli spalti e trascinando, con le braccia alzate al cielo, la loro squadra del cuore verso le prime due vittorie in campionato, oggi un sentito “forza Padova” si è alzato dalla sala del consiglio della Camera di Commercio dove il presidente Giuseppe Bergamin e il suo braccio destro amministratore delegato Roberto Bonetto hanno incassato l'appoggio delle categorie economiche e di un neonato comitato di tifosi sorto per promuovere tutta una serie di iniziative a sostegno della nuova società, tra cui l'azionariato popolare. "La Camera di Commercio è qui oggi per stimolare l'imprenditoria padovana perchè il calcio Padova ne ha bisogno", sono state le parole del presidente dell'ente camerale Fernando Zilio.Grazie alla passione e alla disponibilità di Bergamin e Bonetto i tifosi hanno potuto rivedere l'alba di un calcio nuovo a Padova dopo i disastri dell'ultima proprietà targata Diego Penocchio, la mancata iscrizione al campionato di Lega Pro e la discesa agli inferi della serie D. Perché all'alba seguano poi tanti altri giorni di vita e non ci sia più un tramonto indecoroso come quello dello scorso 15 luglio occorre che la nuova società si strutturi e si fortifichi per durare nel tempo e tornare al più presto tra i professionisti. Ecco perché c'è bisogno del mondo dell'imprenditoria che oggi, tra Ascom, Confersercenti e Unione Artigiani, ha garantito il suo sostegno ma anche dei tifosi che, oltre a riempire gli spalti e a sottoscrivere abbonamenti, si incontreranno con la nuova dirigenza biancoscudata per entrare in società attraverso un comitato che li rappresenti, formato da professionisti di ogni età e settore.Nel frattempo l'importante è che la squadra faccia risultato sul campo, così come è successo nelle prime due giornate in cui sono arrivati due convincenti successi. Dopo la vittoria interna contro l'Union Pro, i tifosi hanno invaso nella prima trasferta lo stadio di Montebelluna al punto che sembrava di giocare in casa. Chi non è potuto andare ha inoltre seguito la diretta che noi di Telenuovo abbiamo mandato in onda mostrando la partita in chiaro e riscuotendo un enorme successo. Tutti i tasselli del nuovo Padova si stanno collocando al posto giusto, per una risalita che la città si augura sia veloce ma allo stesso tempo duratura.
INCENDIO
Auto in fiamme <br/>al casello di Vr Nord

Auto in fiamme
al casello di Vr Nord

Vigili del fuoco impegnati nei pressi del casello di Verona Nord per spegnere l'incendio ad un'auto.La centrale del 115 è stata allertata da alcuni automobilisti che hanno anche inviato immagini dell'auto in fiamme; la situazione comunque si presenta sotto controllo e non si segnalano problemi a persone, anche se il traffico procede molto a rilento.
CONTROLLI
Piazza Erbe, irregolari   <br/>18 banchi su 30

Piazza Erbe, irregolari
18 banchi su 30

Sono state 30 le postazioni di vendita controllate dalla Polizia municipale durante la scorsa settimana al mercato di piazza delle Erbe, con verifiche su autorizzazioni e documentazione amministrativa, attività e modalità di vendita, correttezza della merceologia esposta, rispetto delle disposizioni inerenti il decoro del mercato e l’occupazione di suolo pubblico con ombrelloni aggiuntivi non consentiti. Diciotto le violazioni complessivamente accertate: 14 per vendita di articoli non previsti nel regolamento e per esposizione di merci sul banco con modalità non consentite; 4 per occupazione abusiva di suolo pubblico con ombrelloni aggiuntivi. L’ammontare complessivo delle sanzioni inflitte è pari a circa 12.900 euro. I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane.
PEDOFILIA
Abusi al Provolo,   <br/>venerdì corteo in Bra

Abusi al Provolo,
venerdì corteo in Bra

Un corteo fino in Piazza Bra e poi spazio alle testimonianze: è l'iniziativa dell'Associazione Sordi 'Antonio Provolo' di Verona in occasione venerdì prossimo del quinto anniversario della Giornata della memoria delle vittime dei reati di pedofilia commessi da religiosi. Una ricorrenza, sottolinea l'associazione, "che ha l'intento di tenere vivo il ricordo degli abusi clericali perpetrati su bambini sordomuti e la pedofilia clericale in generale. La Cei, sollecitata più volte, non ha ancora parlato del fatto di promuovere una commissione indipendente al fine di appurare l'entità delle violenze sessuali commesse in strutture e/o da membri del clero anche in passato". La stessa richiesta - è detto ancora in una nota - è stata rivolta al Papa con lettera 31 dicembre 2013, richiesta rimasta a tutt'oggi inevasa. L'Onu nel febbraio 2014, ha fatto una durissima reprimenda nei confronti del Vaticano, accusandolo di aver fatto poco o nulla per prevenire o far cessare gli episodi di pedofilia clericale, paragonando detti abusi al delitto di tortura. I sordi vittime di abusi porteranno dei cartelli con precise domande al Papa in relazione al caso Provolo. Da tempo e in varie occasioni, alcuni sordomuti del Provolo di Verona hanno denunciato di aver subito violenza per anni, reati ormai caduti in prescrizione per la legge italiana e che per questo non sono mai stati risarciti.
FORZE TERRESTRI
Comfoter, nuovo comando    <br/>Evento in Gran Guardia

Comfoter, nuovo comando
Evento in Gran Guardia

Il capo di stato maggiore dell'Esercito, Claudio Graziano, ha presieduto oggi, nel Palazzo della "Granguardia" di Verona, alla cerimonia di avvicendamento alla guida del Comando delle Forze operative terrestri (Comfoter). Dopo circa due anni e mezzo, il generale Roberto Bernardini ha ceduto la guida del Comando veronese al generale Alberto Primicerj, già comandante delle Truppe alpine. Alla cerimonia erano presenti tutti i comandanti dei reparti dipendenti del Comfoter, autorità civili e religiose.
VERONA-PALERMO ORE 20.45
SAVIOLA, PIU' NO CHE SI    <br/>SORPRESA LOPEZ?

SAVIOLA, PIU' NO CHE SI
SORPRESA LOPEZ?

Forse la formazione l'ha già fatta. O forse no. Forse veramente Mandorlini aspetterà un minuto prima della partita per mettere in campo gli undici. Dopo una settimana passata a osservare, vedere, provare, la gente si aspetta Saviola in campo fin dal primo minuto. Ma il mister non ha sciolto il dubbio. Anzi: parole e segnali vanno in senso contrario. Saviola parte dalla panchina. E forse sarà Nico Lopez a giocare dall'inizio con Toni e Jankovic. E' comunque l'unico dubbio, anche se resistono un paio di ballotaggi: Martic con Sorensen a destra (99-1%) e Agostini con Brivio a sinistra (stesse percentuali).Rafael giocherà anche se ha avuto un fastidioso torcicollo. "Per me è abile e arruolato" ha detto Ermes Morini che allena la schiera dei portieri in casa Hellas. Se non giocasse Lopez nel tridente, Mandorlini andrà sul classico con Gomez e Jankovic che a Bergamo non hanno brillato ma che hanno fatto un ottimo precampionato e conoscono perfettamente gli schemi.QUESTE LE PROBABILI FORMAZIONI.HELLAS VERONA (4-3-3) 1 Rafael; 71 Martic, 18 Moras, 4 Marquez, 33 Agostini; 8 Obbadi, 77 Tachtsidis, 10 Hallfredsson; 17 Nico Lopez, 9 Toni, 11 Jankovic. A disposizione: 22 Benussi, 95 Gollini, 2 Rodriguez, 5 Sorensen, 28 Brivio, 25 Marques, 23 Ionita, 7 Saviola, 20 Lazaros, 27 Valoti, 99 Nenè, 21 Gomez. All. Mandorlini.PALERMO (3-5-2) 70 Sorrentino; 4 Andelkovic, 19 Terzi, 23 Feddal; 15 Bolzoni, 27 Rigoni, 8 Barreto; 20 Vazquez, 9 Dybala. A disposizione: 1 Ujkani, 68 Fulignati, 2 Vitiello, 22 Bamba, 89 Morganella, 33 Daprelà, 21 Quaison, 18 Chochev, 17 Ngoyi, 99 Belotti, 10 Joao Silva, 11 Makienok.ARBITRO: Rocchi.
STUDENTI
Primo giorno di scuola   <br/>Flashmob in 5 istituti

Primo giorno di scuola
Flashmob in 5 istituti

Oggi gli studenti di Verona e proviuncia e di tutto il Veneto sono tornati a scuola per cominciare il nuovo anno scolastico, nello stesso giorno in cui il Governo apre le consultazioni su tutto il territorio nazionale per discutere e modificare il Patto Educativo di riforma della scuola presentato lo scorso 3 Settembre.Per questo la Rete degli Studenti Medi ha deciso di organizzare più flashmob davanti a molte scuole con lo slogan "La scuola siamo noi!" perché vogliono essere protagonisti all'interno della riforma della scuola.Il flashmob si è svolto davanti ai licei Scipione Maffei, Nicolò Copernico, Galileo Galilei, Carlo Montanari e all'istituto tecnico Luigi Einaudi."Dal primo giorno di scuola - spiegano gli studenti - vogliamo rispondere alle proposte del Governo e sfidarlo su quei temi ignorati ma, per noi, fondamentali: cicli nuovi, diritto allo studio, democrazia nelle scuole, didattica innovativa, valutazione. Rivendichiamo una scuola davvero buona. Dal primo giorno di scuola vogliamo parlare di come viviamo la città e il territorio e di come vorremmo viverli, rivendichiamo una vera cittadinanza studentesca. Non si fa la buona Scuola senza una buona Università. Rivendichiamo un investimento politico ed economico in tutto il sistema della conoscenza"."Oggi inizia la consultazione del Governo sul Piano Scuola, - spiega Lidia Latella, coordinatrice provinciale della Rete degli Studenti Medi di Verona - per questo è necessario il contributo di tutti in questa fase e noi non ci tireremo indietro dal dare voce alle idee e ai sogni degli studenti. Vogliamo essere protagonisti, e tutti gli studenti con noi, del cambiamento della scuola, riuscendo a far valere le esigenze e i bisogno di tutti gli studenti, affinché la scuola possa essere realmente un luogo di formazione, conoscenza e creatività.""Oggi - conclude Latella - primo giorno di scuola, comincia il nostro autunno di partecipazione e mobilitazione studentesca. Il 10 Ottobre saremo in piazza a dimostrare che la Grande Bellezza siamo noi".
PERICOLO
Casa di Giulietta libera    <br/>dal peso dei lucchetti

Casa di Giulietta libera
dal peso dei lucchetti

Migliaia di lucchetti dell'amore avevano messo in pericolo a Verona i cancelli in ferro della casa di Giulietta. Per evitare crolli pericolosi sui turisti che affollano il cortile gestito dal Teatro Stabile di Verona quest'ultimo oggi ha deciso di liberarsi dalle 'catene'. Per eseguire meglio l'operazione le cancellate sono state rimosse facendo così seguito alle "pulizie straordinarie" di tutti i lucchetti in città volute dal comando di polizia municipale. Proprio il Comune la scorsa settimana aveva proceduto a ripulire le pareti della Casa di Giulietta su cui centinaia di migliaia di turisti lasciano scritte e anche oggetti di dubbio gusto, come i cerotti e addirittura salvaslip.
AMICHEVOLE
Tezenis, testa a testa  <br/>con Reggio Emilia

Tezenis, testa a testa
con Reggio Emilia

La Tezenis tiene testa fino all'ultimo alla Pallacanestro Reggiana di serie A, nell'amichevole giocata a Castelnovo Ne' Monti, cedendo 101-95, con Umeh in gran spolvero (28 punti, top scorer).. Verona ha chiuso il primo quarto sotto 33-25, andando al riposo lungo sul 54-47 dopo un secondo periodo terminato sul 21-22. La Grissin Bon ha toccato il +12 (79-67) al trentesimo minuto (25-20 il terzo quarto), ma nell'ultimo periodo la Tezenis si è sempre più avvicinata nel punteggio, scendendo fino a soli cinque punti di divario. Fino al 101-95 finale. GRISSIN BON REGGIO EMILIA - TEZENIS VERONA 101-95Parziali: 33-25, 54-47; 79-67Grissin Bon Reggio Emilia: Mussini 9 (17', 1/1, 2/4, 1/2), Polonara 17 (28', 6/7, 1/3, 2/2), Della Valle 3 (17', 0/2,1/3), Pechacek 11 (21', 5/6, 0/1, 1/2), Pini (13', 0/1), Kaukenas 17 (31', 6/10, 1/1, 2/2), Cervi 12 (17', 5/7, 2/3 tl), Diener 18 (32', 2/5, 4/4, 2/2), Cinciarini 14 (24', 5/5, 0/1, 4/6). Ne: Rovatti, Veccia, Silins, Antonutti. All.: Menetti.Tezenis Verona: De Nicolao 12 (27', 3/4, 1/2, 3/6), Umeh 28 (27', 4/10, 5/9, 5/6), Boscagin 12 (15', 4/4, 1/3, 1/2), Ndoja 13 (33', 1/3, 1/6, 8/8), Monroe 17 (28', 6/10, 0/1, 5/7); Reati 6 (23', 0/1, 1/3, 3/3), Gandini 3 (17', 1/3, 1/1 tl), Giuri 4 (20', 2/3, 0/1), Mazzantini (10', 0/1). Ne: Bartolozzi. All.: Ramagli.Arbitri: Masi, Costa, Buongiorni.
PARLA MANDORLINI ALLA VIGILIA DELLA GARA CON IL PALERMO
NON IMPORTA CHI GIOCA      <br/>IMPORTA SOLO VINCERE

NON IMPORTA CHI GIOCA
IMPORTA SOLO VINCERE

"Non importa chi gioca. Saviola è un grande giocatore, ma di giocatori nuovi ce ne sono altre 17 e tutti sono motivati. La cosa importante è fare bene, in una gara dura, difficile, da prendere con le molle". Mandorlini, come era logico attendersi non parla della formazione che giocherà contro il Palermo (lunedì sera, ore 20.45, stadio Bentegodi). Non annuncia, soprattutto, se Saviola sarà presente nel tridente. Inutile chiederglielo: "Saviola è uno che fa presto a inserirsi negli schemi con la qualità che ha. Non è questo il problema. Non è neanche un problema di modulo. Ma qui c'è tanta gente nuova che è arrivata, e tutti hanno voglia di giocare. Saviola, come Nico Lopez. Ecco, posso dirvi che giocherà Toni, visto che Rafael negli ultimi due giorni ha avuto qualche problema...". Sorride il mister che dice di aver visto poco delle partite del pomeriggio. "Sono sincero... Ho visto la vittoria di Valentino Rossi a Misano e ho fatto così tanto tifo che poi non avevo neanche voglia di vedere le partite. Per quel poco che ho visto, posso dirivi che è un campionato duro, dove tutte fanno fatica. Le grandi per un verso, le piccole per un altro. Ma quello che mi importa è partire bene noi. Questa è la cosa principale".
SERIE D
Biancoscudati no limits   <br/>4 gol a Montebelluna

Biancoscudati no limits
4 gol a Montebelluna

I Biancoscudati Padova non tradiscono le attese della vigilia. La squadra di Parlato batte 4 a 1 il Montebelluna grazie ad una doppietta di Ferretti e alle reti di Mazzocco e Ilari. Tocca al "Rulo" aprire la festa del gol al '7 davanti ad un migliaio di spettatori arrivati da Padova. Dell'ex Mazzocco il raddoppio al '12, sfruttando l'assist di Ilari e battendo Rigo.Il Montebelluna riapre il match con Masiero al '25, che sfrutta un'indecisione della difesa padovana. La sofferenza dura solo pochi minuti, con l'inarrestabile Ilari a trovare la terza marcatura. Nella ripresa il ritmo cala inevitabilmente: il Padova controlla, il Montebelluna rimane in dieci per l'espulsione di Fabbian. Tocca ancora a Ferretti portare a casa la doppietta personale. Magari è presto per dirlo ma il Padova c'è, come l'entusiasmo di una piazza che ha ritrovato l'amore per la sua squadra.
SERIE A2 GOLD
La Tezenis chiude,   <br/>firmato Bartolozzi

La Tezenis chiude,
firmato Bartolozzi

La Tezenis chiude il roster ingaggiando Riccardo Bartolozzi, che sarà così il quarto lungo e il secondo giocatore under nella squadra di Ramagli. Giocherà con la maglia gialloblù numero 12."Per me Verona è un'occasione unica, ho la possibilità di imparare da giocatori di Serie A e da un allenatore super come coach Ramagli, uno che sa prendere i giocatori sempre nel modo giusto. Sono entusiasta di essere qui" ha dichiarato Bartolozzi al sito ufficiale della società.Ala-centro di 202 centimetri, 19 anni compiuti lo scorso 1 aprile, marchigiano nativo di Fabriano che dopo gli esordi a Fabriano ha trascorso due stagioni con l'Under 17 della Mens Sana Siena, prima di vestire la maglia dello Spider Fabriano in C1. Bartolozzi si è conquistato la fiducia della Tezenis dopo poco meno di un mese di lavoro con squadra di Ramagli, in prova dal giorno del raduno. Nell'ultimo campionato Bartolozzi è stato un punto di forza dell'Under 19 della Fortitudo Bologna. "La città è molto bella – ha continuato Bartolozzi -, l'ambiente perfetto per un ragazzo come me che di strada deve ancora farne tanta. Amo il basket, ho cominciato in prima elementare e non ho più smesso. Sono giovane, proverò a crescere a fianco di autentici esempi come sono i miei compagni di squadra".
AMICHEVOLE
Tezenis, oggi test  <br/>con Reggio Emilia di A1

Tezenis, oggi test
con Reggio Emilia di A1

Quarta uscita di precampionato per la Tezenis che oggi alle 18, a Castelnovo ne' Monti in provincia di Reggio Emilia, giocherà l'amichevole con la Pallacanestro Reggiana.Si tratta del primo test con uan squadra di serie A per i giganti di Ramagli ed anche i reggiani sono alla loro prima uscita ufficiale della stagione. L'ingresso è a pagamento: il prezzo unico di un biglietto è di 10 €. La palestra “Cattaneo” ha una capienza di circa 300 posti.
ADUNATA
Sfilata degli Alpini      <br/>Fotogallery

Sfilata degli Alpini
Fotogallery

Una carrellata di imagini dell'"onda" di penne nere che hanno invaso le strade di Verona per la sfilata dell'Adunata Triveneta degli Alpini che si chiude nel primo pomeriggio.
SFILATA
Adunata Alpini, 100mila        <br/>penne nere a Verona

Adunata Alpini, 100mila
penne nere a Verona

Si stima che centomila persone abbiano partecipato, questa mattina a Verona, alla tradizionale sfilata, momento-clou dell’Adunata Triveneta degli Alpini.Penne nere arrivate non solo da Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, ma anche da altre regioni, hanno invaso la città per il grande corteo che dopo la partenza dal quartiere di Borgo Trento in sei diversi punti di ammassamento, ha attraversato l’Adige passando per le vie del centro storico fino in piazza Bra, che già ieri era stata presa d’assalto da migliaia di alpini per la messa celebrata in Arena dal vescovo Giuseppe Zenti ed il successivo concerto serale con cinque cori e tre fanfare che ha richiamato diecimila spettatori.Tra le autorità politiche presenti l’assessore all’istruzione della Regione Veneto, Elena Donazzan, alcuni parlamentari veronesi, mentre a fare gli onori di casa per il Comune di Verona c’era l’assessore Antonio Lella, anche lui alpino, con l’immancabile cappello con la penna nera. In testa alla sfilata due moto della Polizia municipale, la fanfara di Caldiero, i gonfalone della città di Verona, del comune di Vestenanova, di Regione e Provincia e del Nastro Azzurro. Poi i settori successivi, con la fanfara militare della Tridentina, il labaro nazionale, il vessillo della sezione Ana di Verona, militari in divisa, reduci su automezzi, divise d'epoca, crocerossine.Durante la sfilata non sono mancati appelli a salvare i Marò italiani (uno ha appena fatto ritorno dall’India), con l’esposizione di striscioni. E nemmeno l’età ha fermato lo spirito ed i valori che animano gli alpini, così anche la penna nera più anziana d'Italia, reduce della guerra d'Africa, Cristiano Dal Pozzo (classe 1913), che ha partecipato a tutte le adunate e quando è arrivato in piazza Bra ha abbandonato la carrozzina per proseguire la sfilata con l’aiuto del deambulatore.Verona ha risposto con una grande accoglienza: moltissimi cittadini hanno esposto la bandiera italiana dai balconi e dalle finestre, così come tanti bar e negozi hanno addobbato con i tricolori le vetrine.
TRAGEDIA
Morte in incidente, sono         <br/>di Trevenzuolo e Sorgà

Morte in incidente, sono
di Trevenzuolo e Sorgà

Sono Giulia De Mori, di Trevenzuolo, e Sonia Zanca di Bonferraro (frazione di Sorgà) le 19enni morte nell'incidente avvenuto questa notte verso le due a Povegliano.Le due ragazze stavano tornando da una serata trascorsa con due amici, uno di loro era alla guida e per cause in corso di accertamento da parte dei Carabinieri della Compagnia di Villafranca, l'auto su cui viaggiavano è andata a schiantarsi contro la Bmw guidata da un 45enne di Povegliano, Marco Bovo.Le due giovani, che erano sul sedile posteriore, sono morte sul colpo, mentre il conducente, Diego Menozzi (vicino di casa di Giulia De Mori), 22 tra pochi giorni, è stato trasportato all'ospedale ma è già stato dimesso.Le ragazze avevano passato la serata a Isola della Scala, per l'inaugurazione di un locale, l'incidente è avvenuto mentre si stavano dirigendo a Villafranca per mangiare una piadina.Le cause del tragico schianto sono al vaglio dei carabinieri, è stato riferito che il conducente della Bmw ha invaso la corsia opposta dopo una manovra azzardata per evitare un animale che gli avrebbe attraversato la strada.
INCIDENTE
Schianto in auto,   <br/>muoiono due 19enni

Schianto in auto,
muoiono due 19enni

Due ragazze di 19 anni hanno perso la vita in un incidente avvenuto a Povegliano.Secondo una prima ricostruzione le due giovani viaggiavano sul sedile posteriore di un’auto che è uscita di strada dopo avere compiuto una manovra per evitare un ostacolo, forse un animale.
L'Opinione
ON AIR
12.09.2014
TgVeneto
ON AIR
15.09.2014
Rosso & Nero
ON AIR
15.09.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
14.09.2014
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
14.09.2014
Alè Verona
ON AIR
16.09.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
28.07.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
08.09.2014
Padova in Diretta
ON AIR
15.09.2014

BPV MUTUOYOU

Promo palinsesto


auditeL agosto 2014 telenuovo


Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di TgBiancoscudato.it

Palinsesto