• ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.30 e alle 20 prima dei Tg.. è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • TERRA E NATURA

    Ogni sabato prima dei Tg

    Rubrica di approfondimento su temi di attualità legati al mondo agricolo, le realtà industriali della nostra terra, il commercio, l’artigianato, ma anche viaggi, eventi, salute e benessere legati a tematiche “verdi”

FINANZA
Cattolica Assicurazioni  <br/>S&P conferma rating

Cattolica Assicurazioni
S&P conferma rating

Soddisfazione al gruppo Cattolica Assicurazioni per la conferma del rating decisa da In Standard & Poor’s che ha mantenuto anche l’outlook stabile che riflette l’andamento dei trend economici e finanziari del mercato italiano.L'agenzia ha invece innalzato il profilo dalla Compagnia, evidenziando il miglioramento del profilo di rischio finanziario del Gruppo.
LE BANDIERE A VOLTE ESISTONO
L'AMBURGO NON RINNOVA   <br/>LUI LASCIA IL CALCIO

L'AMBURGO NON RINNOVA
LUI LASCIA IL CALCIO

A volte capita. Succede che un giocatore sia così innamorato della maglia della sua squadra da non poter accettare nessun altro trasferimento. E' successo (in passato) anche al Verona. Elkjaer, giusto per dirne uno, che non si vedeva in Italia con nessuna maglia che non fosse quella dell'Hellas e per essa rinunciò alla Roma (e pare a molti soldi). La storia di Marcell Jansen è però recentissima.A 29 anni, visto che l'Amburgo (che sabato sfiderà il Verona nella prestigiosa amichevole internazionale) non gli ha rinnovato il contratto, ha deciso di smettere con il calcio. Jansen ha vestito anche la maglia della nazionale di Loew e ha spiegato così la sua decisione: "Negli ultimi anni mi sono legato emotivamente all’Amburgo, un club che continuerò ad amare. Nonostante abbia ricevuto altre offerte, anche interessanti, non cambierò squadra perchè non riuscirei a giocare per un’altra maglia". In realtà pare che dietro il ritiro ci siano però anche alcuni infortuni subiti nell'ultima stagione
MERCATO
ALBERTAZZI, IL TUTTOFARE     <br/>DELLA DIFESA

ALBERTAZZI, IL TUTTOFARE
DELLA DIFESA

A Mandorlini piace per la sua disponibilità e per la capacità di adattarsi in più ruoli. E' nato come centrale difensivo, ma il mister lo ha impiegato spesso sulla fascia sinistra. E' un ragazzo d'oro Michelangelo Albertazzi e il suo nome non se n'è mai del tutto andato dai taccuini del Verona.L'anno scorso fu rimandato a Milano più per "incomprensioni" con il suo procuratore che non perchè non si credesse in lui. Ma ora, dopo una stagione tutta negativa, passata ai margini del Milan, Albertazzi è pronto a tornare e a rimettersi a disposizione.
SULLE STRISCE
Anziana travolta da moto     <br/>E' in fin di vita

Anziana travolta da moto
E' in fin di vita

Una donna di 82 anni è ricoverata in gravissime condizioni all'ospedale di Borgo Trento dopo essere stata investita da una moto mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali.E' successo in via Mantovana all'incrocio con via Dalla Chiesa; l'anziana è stata centrata in pieno da un motociclista 40enne che non è riuscito ad evitarla nonostante la frenata.L'82enne è stata scaraventata ad una decina di metri di distanza, riportando gravi lesioni. Sul posto i sanitari del 118 che hanno operato a lungo per rianimare l'anziana che poi è stata trasportata all'ospedale in fin di vita.Ricoverato anche il conducente della moto, rimasto ferito nella caduta.
A VOLTE RITORNANO
ALBERTAZZI: PERSO ALLE  <br/>BUSTE E "RICOMPRATO"

ALBERTAZZI: PERSO ALLE
BUSTE E "RICOMPRATO"

Un anno fa non venne trovato l'accordo tra Verona e Milan per decidere il futuro di Albertazzi e si andò alle bute. In realtà il problema principale fu la proposta di rinnovo contrattuale che l'Hellas fece al giocatore. Albertazzi non gradì l'offerta probilmente pensando di tornare al Milan e discutere il suo ingaggio con il club rossonero. Al Milan tornò, grazie alle buste (L'Hellas inserì una cifra vicina ai 350mila euro, il Milan si aggiudicò il suo cartellino con 500mila euro) ma in rossonero fece zero presenze. Motivo? Albertazzi rifiutò ogni trasferimento e questo portò ad un inevitabile scontro con la società di Berlusconi.13 mesi dopo tutto è cambiato. Il Verona ha acquistato a titolo definito il difensore. Un'operazione a basso costo, legata alle presenze di Albertazzi in gialloblù (tot presenze, tot soldi al Milan), ma in pratica il suo trasferimento (almeno adesso) non è costato nulla al Verona. Mandorlini ritrova così un giocatore che conosce molto bene e che può essere impiato a sinistra ma anche al centro della difesa. (L.F.)
ARRESTO
Stupro, Bragantini:  <br/>Marcisca in galera

Stupro, Bragantini:
Marcisca in galera

"E' uno schifo. Mi auguro che questo individuo, perché evidentemente di persona non si può parlare, marcisca in galera". Così Matteo Bragantini, deputato di “Fare!”, il movimento fondato dal sindaco di Verona, Flavio Tosi, commenta la brutale violenza con la quale un tunisino di 59 anni ha assalito e stuprato l’ex moglie, di 35 anni più giovane. "Questo soggetto - ha detto Bragantini - dovrà rispondere di tentato omicidio e di violenza sessuale. E francamente, date le circostanze illustrate dai carabinieri della compagnia di Villafranca - ai quali va rivolto un plauso per l’ottimo lavoro svolto - non vedo come possa passarla liscia". "Mi auspico davvero che questa volta la giustizia non faccia sconti" ha concluso il parlamentare veronese.
DRAMMA
Donna trovata morta <br/>dopo due settimane

Donna trovata morta
dopo due settimane

E' dovuta a cause naturali la morte di una donna trovata priva di vita nel suo appartamento in via Maggi, nelle vicinanze di Ponte San Francesco.La donna viveva sola e secondo un primo esame dei sanitari il decesso potrebbe risalire due settimane fa.Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco per aprire la porta e far entrare i sanitari del 118, constatata la morte dell'anziana è arrivata anche la Polizia che ha eseguito i rilievi di legge e poi ha fatto intervenire i necrofori per il trasferimento del corpo all'obitorio.
FARE
Tosi: Servono primarie  <br/>del centrodestra

Tosi: Servono primarie
del centrodestra

«Da parte nostra massimo rispetto per la decisione dell’onorevole Verdini di dare vita a un gruppo autonomo al Senato e, stando alle sue dichiarazioni, in futuro anche alla Camera. Questa, però, è l’ennesima prova che nel Centrodestra non c’è più un punto di riferimento preciso e che, se vogliamo davvero provare a proporre un’alternativa credibile a Renzi, servono le primarie di coalizione per individuare non solo un nuovo leader, ma anche la sua squadra». Così il Segretario di “Fare!” e Sindaco di Verona, Flavio Tosi, sulla nascita di “Alleanza Liberalpopolare-autonomie”. «È assolutamente necessario creare un manifesto di centrodestra, un programma serio e concreto delle necessità del Paese che tratti pure i temi europei più importanti come la crescita economica, la moneta unica e l’immigrazione. Chi aderirà al documento, a quel punto, potrà candidarsi alla guida della coalizione». «L’alternativa» aggiunge il deputato di “Fare!”, Roberto Caon, «è quella di rassegnarci alla pura propaganda di una certa fronda politica e ad altri vent’anni di governo Renzi. Una persona alla quale va riconosciuto il merito di essersi impuntato su alcune questioni, come la legge elettorale. Peccato però che le esigenze degli italiani fossero, e restino, ben altre».
AUTOBUS
Biglietti a bordo  <br/>Bilancio positivo

Biglietti a bordo
Bilancio positivo

Dopo un mese sono già quattromila i biglietti venduti sugli autobus da quando è entrata in vigore, sui bus dell'Atv, la possibilità di acquistarli a bordo.La sperimentazione è partita lo scorso 22 giugno sulle linee urbane 31 e 32, e da quando si può comprare il biglietto dall'autista si è registrata una media molto bassa di evasori: con poche decine di sanzioni in questo primo mese.Una sperimentazione che ha soddisfatto molto Atv: il direttore generale Stefano Zaninelli ha annunciato che ad agosto saranno aggiunte altre linee, mentre sta aumentando il numero di autisti che chiedono di aderire a questo servizio volontario.
MERCATO
ALBERTAZZI, E' (QUASI)       <br/>FATTA: TORNA IL PILOTA

ALBERTAZZI, E' (QUASI)
FATTA: TORNA IL PILOTA

Accelerazione e affare (quasi) definito. Mancano pochi dettagli e Albertazzi tornerà ad essere un giocatore del Verona. L'Hellas si riprende quindi un giovane che aveva seguito e fatto crescere negli anni passati e che l'anno scorso era tornato al Milan, non trovando un accordo con la società.
FIAMME
Incendio a Caselle  <br/>Pompieri al lavoro

Incendio a Caselle
Pompieri al lavoro

Vigili del fuoco al lavoro oggi pomeriggio per spegnere un incendio scoppiato in una zona incolta a Caselle di Sommacampagna.Le classiche sterpaglie in fiamme, come spesso accade in estate, soprattutto durante i periodi di maggiore siccità; in questo caso però l'incendio si è propagato su una superficie piuttosto estesa, nell'ex aerea ecologica.I pompieri sono intervenuti con numerosi uomini e due autopompe; altri interventi analoghi sono stati compiuti nella zona di Legnago.
SAN MARTINO
Briglia e telecamera  <br/>per evitare esondazioni

Briglia e telecamera
per evitare esondazioni

Prosegue a pieno ritmo la costruzione della briglia filtrante, in località Rocchetta, nel Comune di Verona, che contribuirà ad evitare nuove esondazioni a San Martino Buon Albergo e a Montorio in caso di piena dello Squaranto. Nella giornata di ieri il vicesindaco e assessore alla Protezione civile del Comune di San Martino Buon Albergo Franco De Santi e l’assessore alla Sicurezza e alle Manutenzioni Mauro Gaspari hanno svolto un sopralluogo per verificare lo stato di avanzamento dei lavori. “Il tema della sicurezza del territorio, per evitare le esondazioni nel nostro paese, è una priorità dell’amministrazione Avesani. Anche durante i periodi di siccità non bisogna mai abbassare la guardia”, spiegano De Santi e Gaspari.L’ostruzione del ponte sul Fibbio, provocata dalla presenza di tronchi e rami, è stata una delle cause principali dell’esondazione che colpì Ferrazze e altre zone del paese nel maggio del 2013. La briglia costruita dal genio civile impedirà il passaggio di ramaglie e detriti che a valle potrebbero bloccare il deflusso dell'acqua. Dopo l’alluvione si susseguirono in Municipio a San Martino Buon Albergo dei tavoli tecnici, a cui parteciparono il consorzio Alta Pianura Veneta, l'Autorità di bacino del fiume Adige, il Servizio forestale di difesa idrogeologica, l’allora consigliere regionale Bruno Cappon, il comandante della polizia locale di Verona Luigi Altamura e i rappresentanti dell’Ottava Circoscrizione e dei comitati civici. “Siamo molto attenti alle esigenze del territorio e la briglia filtrante è un tassello fondamentale per prevenire da subito il rischio di nuovi allagamenti”, afferma De Santi. “Durante le riunioni tecniche abbiamo evidenziato che la questione andasse risolta a monte, in val Squaranto, dato che il corso d’acqua si immette nel Fibbio e nella Rosella. L’intervento è stato reso possibile grazie alla collaborazione dei vari enti, che hanno portato a un risultato tangibile. La briglia verrà terminata a breve”. Sempre durante il tavolo tecnico in Municipio era stata presa la decisione di installare una telecamera in località Confin e un idrometro, che permetteranno di monitorare in tempo reale la portata dello Squaranto. “L’occhio elettronico sarà gestito dal Comune di Verona. È già stato montato e sarà operativo a breve. Le immagini verranno messe in rete e potranno essere controllate direttamente anche dal nostro Comune – sottolinea Gaspari -. La telecamera ci darà un’ora e mezza circa di preavviso in cui sarà possibile organizzarsi al meglio in caso di emergenza”.
IL PADOVA SIAMO NOI
Al via la nuova   <br/>campagna abbonamenti

Al via la nuova
campagna abbonamenti

Il Padova siamo noi. Questo lo slogan scelto per la nuova campagna abbonamenti biancoscudata, che vuole coinvolgere il più possibile i suoi tifosi in una sorta di ideale abbraccio, per continuare a mantenere solida la coesione tra società e piazza, che l'anno scorso tanti buoni risultati ha portato. I prezzi stabiliti per ciascun settore sono popolari, addirittura più bassi del campionato di C1 di 10 anni fa. Per le poltrone oro il prezzo intero è 320 euro, quello ridotto 190, per la tribuna ovest 180 euro l'intero e 115 euro il ridotto, la tribuna est 115 e 75 euro, la tribuna fattori 80 e 55 euro. Il prezzo ridotto è riservato alle donne, ai ragazzi fino i 15 anni, agli over 60 e ai componenti delle forze dell'ordine. Il diritto alla prelazione per i vecchi abbonati comincerà domani, 30 luglio e durerà fino a sabato 22 agosto: per poterla esercitare il tifoso dovrà portare l'abbonamento dell'anno scorso in cui sono indicati il settore, la fila e il posto. Anche i prezzi dei biglietti sono stati mantenuti bassi, con la possibilità di un ulteriore sconto se lo si acquista in prevendita. Ovviamente, essendo il Padova tornato tra i professionisti, i supporter dovranno sottoscrivere, e sarà gratuita, la tessera del tifoso che si chiamerà Supporter card Lega Pro e avrà una durata di 5 anni. Agli abbonati verranno donati alcuni gadget del merchandising biancoscudato. A seconda del settore ci si potrà portare a casa la spilla, l'ombrello, la penna, la chiave usb e l'orologio. Stamattina è stato infine presentato da Moreno Beccaro, socio storico dell'amministratore delegato Roberto Bonetto, il progetto di un club riservato a 50 liberi professionisti padovani più uno, che, creando questo nuovo sodalizio, si impegneranno nel promuovere il calcio Padova nelle scuole. A loro sarà riservato un cofanetto con maglia ufficiale 2015-2016, orologio, tessera speciale per entrare allo stadio e fermasoldi scudato.
EVENTO
Montebaldina numero 262   <br/>Alla scoperta di Caprino

Montebaldina numero 262
Alla scoperta di Caprino

Torna gradita per tutti gli amanti della tradizione, dei gusti e dei sapori tipici del Baldo, la Fiera Montebaldina di Caprino Veronese, giunta alla 262a Edizione dal 30 luglio al 3 agosto. Pensate 262 anni ininterrotti… Un lusso che poche piazze possono vantare. Un’occasione, da non perdere non solo per i residenti e gli appassionati ma anche per tutti i turisti che stanno soggiornando in questi giorni estivi sulle rive del Lago di Garda. L’evento di grande rilievo, tra i più antichi nel territorio veronese, ha l’obiettivo di ripercorrere le attività culturali e valorizzare le attività enogastronomiche del territorio del Baldo assaporandone tradizioni e radici. Un punto di riferimento per le comunità locali con la finalità di promuovere e valorizzare i fornitori di prodotti e servizi del territorio.
LA PRESENTAZIONE
PAZZINI: IO E LUCA     <br/>VINCEREMO QUESTA SFIDA

PAZZINI: IO E LUCA
VINCEREMO QUESTA SFIDA

Amici. Fuori e in campo. Un'intesa che parte da lontano e che arriverà, si spera, nel libro della storia del Verona. Toni e Pazzini. O se volete Pazzini-Toni. La coppia d'oro del Verona, il sogno che si fa realtà. Benedetto, ora è certo da Mandorlini. Il quale non ci dormirà sopra la notte conoscendolo. Come farli coesistere sull'altare dell'equilibrio? Sfida nella sfida. Lo ha spiegato Pazzini: "Il mister mi conosce, sa cosa faccio e io so cosa vuole. L'importante è che ci sia la disponibilità. E quella c'è. Ovvio: devo adeguarmi, cambiare modo di giocare, capire meccanismi, tempi, soluzioni. Ci vuole un po' di tempo. Ma si: sono sicuro. Ce la faremo. Con Toni vinceremo questa sfida".CALDO E SORRISI. Nella sala stampa, affollata, di Peschiera Pazzini suda come in campo. E forse di più. Gli portano un asciugamano, si asciuga il sudore, sorride. Gli chiedono della moglie Silvia, di Marta, la moglie di Luca, amiche per la pelle. Sorride ancora: "Non siamo qui per il gossip. Comunque sì. Siamo amici. Tanto. Stiamo bene assieme. Facciamo vacanza assieme. E' tutto molto bello".BYE BYE INZAGHI. Verona è una tappa che arriva dopo il Milan, dopo Inzaghi. Un attaccante che non ha capito un altro attaccante. Strano. Dice il "Pazzo": "Se è per quello Mandorlini era un difensore. E i suoi attaccanti vincono la classifica cannonieri... Non vuol dire niente... Comunque con Inzaghi zero problemi... Ha fatto altre scelte. Rispettabile...". Voglia di tagliare presto con quel passato per affrontare il futuro. "Mi sono messo in discussione. Ma qui ho trovato uno spogliatoio eccezionale. Diverso da altri spogliatoi...". Dice diverso e dice altri, senza riferimenti. Ma si capisce che quello del Milan, ultimo anno, era una casbah. "Piccole cose" aggiunge "ma qui si parla, ci si consiglia, si danno le regole. Piccole cose che piccole non sono...".FATICA. Parla del lavoro (tanto) di Racines. E di quello che lo aspetta: "Non diamoci obiettivi. Ma la partenza in campionato è stimolante... Se partiamo bene... Ci prendiamo delle belle soddisfazioni".GIANLUCA VIGHINI
SUL BALDO
Rientrata da sola    <br/>la tedesca dispersa

Rientrata da sola
la tedesca dispersa

E' rientrata autonomamente prima di mezzogiorno la turista tedesca di 55 anni, le cui ricerche erano state avviate ieri sera attorno alla 23 sul Monte Baldo. La donna si è presentata all'ufficio turistico di Malcesine che ha avvertito subito i carabinieri. Le squadre del Soccorso alpino di Verona, Rovereto, Riva, Val di Ledro, impegnate nella perlustrazione dei sentieri sono quindi state fatte rientrare.
VIOLENZA
Pesta e stupra la moglie      <br/>arrestato un tunisino

Pesta e stupra la moglie
arrestato un tunisino

"In 16 anni di carriera non mi era mai capitato di vedere una cosa simile". Lo stesso comandante dei carabinieri di Villafranca, il capitano Fabrizio Massimi, stenta a trovare le parole. Perchè la violenza che Scerif Aldelkader, tunisino di 59 anni, ha scaricato addosso all’ex moglie marocchina lascia attoniti, ammutoliti. L’ha picchiata brutalmente, violentata senza pietà, e tentato di ucciderla. Avviene tutto lo scorso venerdì. La coppia, separata ormai da un anno, decide di incontrarsi per alcuni chiarimenti. Per evitare cattive sorprese, la donna, appena 24 anni che dall’ex marito ha avuto una bambina che ha ora 8 anni, riesce a fissare l’appuntamento a casa di alcuni amici. I due ex coniugi si trovano e iniziano a discutere, finchè i toni si scaldano. Si spostano dall’appartamento, e vanno nel garage della ragazza, dove lei avrebbe dovuto prendere dei documenti da dare all’uomo. Che all’improvviso la colpisce violentemente alla testa con un bastone di legno, che per la botta addirittura si spezza. La vittima è a terra, in un bagno di sangue, prova a chiedere aiuto, senza successo. Aldelkader è una bestia, la pesta senza pietà. Le infila un coltello in bocca, che le esce addirittura dal collo. E ancora calci, pugni e schiaffi. Dopodichè il tunisino passa alla violenza sessuale, messa in atto anche utilizzando bastoni appuntiti.Non contento, il 59enne tunisino prende a morsi la donna, strappandole parte del labbro. Durante la mattanza, una vicina sente del trambusto provenire dal garage, riesce a farsi aprire e contemporaneamente arrivano il padre della ragazza e il suo attuale compagno. Vista la giovane a terra in un lago di sangue, perdono la testa e si scaraventano contro l’aguzzino, lasciandolo esanime. Scappano, ma il fidanzato, la cui posizione è ancora da verificare, viene fermato dai carabinieri. Carabinieri che arrestano Aldelkader e lo portano al carcere di Montorio.Insomma l’intento del 59enne era di uccidere. Il gip ha disposto la convalida dell’arresto. Dovrà rispondere di tentato omicidio e violenza sessuale aggravata dalla crudeltà. Le ferite della donna guariranno in 40 giorni. Per le altre, psicologiche, non basterà una vita.
MERCATO
LA TEZENIS SU CHIKOKO        <br/>PER IL RUOLO DI CENTRO

LA TEZENIS SU CHIKOKO
PER IL RUOLO DI CENTRO

Sarebbe Vitalis Chikoko il centro individuato da Marco Crespi per sostituire Darryl Monroe alla Tezenis.Nazionale dello Zimbabwe, 24 anni, alto 209 cm., Chikoko nell'ultima stagione ha giocato con la Grissin Bon Reggio Emilia sfiorando la conquista dello scudetto.Con il club emiliano (che ha deciso di non prolungare il contratto) ha tenuto 3,8 punti, 4,8 rimbalzi e 13,5 minuti di media in 23 partite. In precedenza ha giocato nel campionato tedesco con Gottinga e Trier (12,3 punti e 5,2 rimbalzi).Chikoko ha ricevuto un'offerta da Pistoia ed è un giocatore appetibile per la categoria superiore. Il suo arrivo a Verona non precluderebbe il ritorno di Matteo Da Ros nel ruolo di "4", tenuto conto che la quarta guardia che completerà il roster dei 10 titolari sarà un giocatore under.
MERCATO
RAYVONTE RICE PRIMO      <br/>AMERICANO DELLA TEZENIS

RAYVONTE RICE PRIMO
AMERICANO DELLA TEZENIS

E' Rayvonte Rice il primo americano della Tezenis per la nuova stagione.Guardia alta 1,96, 23 anni compiuti lo scorso 14 luglio, Rayvont Rice dopo l'esperienza alla Centennial High School a Champaigne e due stagioni con Drake University, nella Ncca è uscito da Illinois tenendo nell'ultima stagione di college 16,5 punti di media e 6,5 rimbalzi.Grande tiratore e penetratore, Rice è descritto come giocatore molto atletico e spettacolare, in grado di fornire un sostanzioso contributo a rimbalzo e in difesa.
REPARTO DA COMPLETARE
TERZINO SINISTRO      <br/>OBIETTIVO MARCHESE

TERZINO SINISTRO
OBIETTIVO MARCHESE

C'è una rosa di nomi in cui Daprelà resta il favorito ma che giorno dopo giorno cambia. Il Verona sta cercando un terzino sinistro da dare a Mandorlini e Marchese è un pretendente che sta scalando le preferenze. L'affare con il Palermo per Daprelà si sta trascinando e così Bigon, forse anche per dare un'accelerata alla trattativa, sta guardando anche altrove. Così il Verona ha pensato anche a Giovanni Marchese, ex del Chievo e del Catania, oggi al Genoa, che sarebbe perfetto per Mandorlini.Non si chiudesse alla svelta per Daprelà, Marchese è un'ottima alternativa. Attenzione anche ad Albertazzi, Morleo e Antonini.
SERIE A
MORAS GIA' IN CAMPO    <br/>DOPO IL GRAVE LUTTO

MORAS GIA' IN CAMPO
DOPO IL GRAVE LUTTO

A volte il dolore si combatte riprendendo subito la vita di tutti i giorni. Ed anche se il presidente Setti ha detto che Moras può prendersi tutto il tempo che vuole dopo la morte del fratello Dimitris, Vangelis ha voluto tornare immediatamente in campo ad allenarsi. Il greco è tornato domenica in città e lunedì ha ricominciato la preparazione a Peschiera. Se sarà in buone condizioni fisiche potrà anche prendere parte alla trasferta di Amburgo.
L'Opinione
ON AIR
29.07.2015
TgVeneto
ON AIR
29.07.2015
Rosso & Nero
ON AIR
10.07.2015
Padova in Diretta
ON AIR
26.06.2015
Verona in Diretta
ON AIR
26.06.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
26.07.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
26.07.2015
Vighini Show
ON AIR
29.05.2015
Alè Verona
ON AIR
23.07.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
26.05.2015
Alé Padova
ON AIR
25.05.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
06.06.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Redazionali

GALLINERO
24.07.2015

GALLINERO

ESASEM
20.07.2015

ESASEM

PIZZERIA LIDO
16.07.2015

PIZZERIA LIDO

i nuovissimi di tgverona.it

Palinsesto

INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA