• ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.30 e alle 20 prima dei Tg.. è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • TERRA E NATURA

    Ogni sabato prima dei Tg

    Rubrica di approfondimento su temi di attualità legati al mondo agricolo, le realtà industriali della nostra terra, il commercio, l’artigianato, ma anche viaggi, eventi, salute e benessere legati a tematiche “verdi”

MERCATO HELLAS
MEJIA, IL SOGNO   <br/>PROIBITO DI BIGON

MEJIA, IL SOGNO
PROIBITO DI BIGON

Alerxander Mejia, classe '88, centrocampista centrale della nazionale colombiana, era stato accostato nei giorni scorsi alla Juventus. Sulle sue tracce si è messo anche il Verona per tentare il colpo impossibile. Il valore del suo cartellino è in grande ascesa dopo l'ultima partecipazione alla Copa America in Cile. Gioca nel ruolo di Viviani, davanti alla difesa, ma può occupare anche la posizione di interno destro. Il sogno rimane, ma la strada per arrivare a Mejia sembra al momento difficile da percorrere.
PROTESTA
Allevatori veronesi: No    <br/>a formaggio senza latte

Allevatori veronesi: No
a formaggio senza latte

Allevatori, casari e cittadini in piazza a difesa del Made in Italy per impedire il via libera in Italia al formaggio e allo yogurt senza latte che danneggia ed inganna i consumatori, mette a rischio un patrimonio gastronomico custodito da generazioni, con effetti sul piano economico, occupazionale ed ambientale. L’appuntamento è per Mercoledì, 8 Luglio dalle ore 9,30 in piazza Montecitorio a Roma. E’proprio nella capitale confluiranno anche i produttori veronesi capeggiati da Claudio Valente e Giuseppe Ruffini, rispettivamente presidente e direttore di Coldiretti Verona, insieme ai colleghi veneti e ai vertici dei consorzi di tutela per dire “NO” al diktat europeo a dir poco incomprensibile, che permetterebbe l’uso di qualsiasi sottoprodotto industriale per fare Grana Padano, Monte Veronese, Montasio, Piave e Casatella Trevigiana solo per citare i “Dop” regionali. Si tratterebbe di un crollo del reddito per gli oltre 3500 produttori che realizzano 11 milioni di quintali di latte dei quali l’80% è destinato alla trasformazione di tomi e pezze blasonate. Il danno – ricorda Claudio Valente - non è solo degli allevatori ma anche dei consumatori che si vedono “gabbati” davanti allo scaffale del fresco in supermercato acquistando confezioni di dubbia origine con immagini commerciali truccate. E’ una battaglia che accomuna tutti – conclude Valente - nel rispetto della trasparenza e legalità con cui i nostri agricoltori operano.Con migliaia di manifestanti da tutta Italia ci sarà il presidente nazionale della Coldiretti Roberto Moncalvo che accoglierà i parlamentari dei diversi schieramenti e i rappresentanti delle Istituzioni che intendono sostenere la battaglia a favore del Made in Italy
RINFORZI IN DIFESA
CALDIROLA, L'AFFARE  <br/>SI COMPLICA

CALDIROLA, L'AFFARE
SI COMPLICA

Dopo averlo inseguito a lungo Luca Caldirola oggi è molto più lontano dal Verona. Il difensore del Werder Brema non avrebbe accettato l'offerta gialloblù e starebbe aspettando offerte economicamente più vantaggiose. Bigon dovrà quindi concentrarsi su altre piste: Spolli, Antei, Campagnaro i nomi più gettonati per il ruolo di difensore centrale.
UFFICIALE
Citta, Pecorini   <br/>ceduto all'Ascoli

Citta, Pecorini
ceduto all'Ascoli

Dopo due stagioni nelle file del Cittadella, Simone Pecorini, classe 1993, è stato ceduto a titolo definitivo all'Ascoli. Pecorini, nell'ultimo campionato, aveva trovato pochissimo spazio. Impiegato sia come terzino, che come centrocampista, il giocatore desiderava da tempo cambiare aria. L'Ascoli milita in Lega Pro. Pecorini andrà quindi a far compagnia a Perez, altro ex granata.
ROGO
Incendio in campeggio   <br/>sabato riapre ristorante

Incendio in campeggio
sabato riapre ristorante

Del tetto di travi in legno, praticamente, non rimane più nulla, se non lo scheletro mangiato dalle fiamme. Ma al camping Bella Italia di Peschiera del Garda non ne vogliono sapere di alzare bandiera bianca. Certo, le immagini del violento incendio che sabato sera ha messo in ginocchio il ristorante Corte Riga sono ancora ben impresse negli occhi e nella mente dei clienti e di chi qui lavora. L’allarme è scattato verso le 22.30. Fortunatamente nessun ospite stava mangiando dentro il locale. La bella serata aveva spinto tutti ad accomodarsi nei tavoli all’aperto. E così, alla vista delle prime fiamme le persone hanno potuto allontanarsi senza eccessivi momenti di panico. Impeccabile il lavoro dei Vigili del Fuoco, che hanno domato il rogo solo dopo le 3 di notte, e dei dipendenti del campeggio che hanno aiutato i clienti a mantenere la calma. Una struttura, quella del camping, che accoglie 7.500 ospiti, sicuramente impauriti dall’incendio ma mai in preda all’isteria. E soprattutto tutti in salvo senza alcun ferito."E' stato gestito tutto molto bene - dice Pietro Federico Delaini, titolare del camping Bella Italia - e molto velocemente. Non ci sono stati feriti, né particolari disagi, se non per alcuni ospiti che abitavano vicino al ristorante, cui è stato chiesto di allontanarsi per alcune ore. Ma poi sono tornati nelle loro case".Ancora non si conosce la causa che ha scatenato il rogo. Ad appurarlo dovranno essere i Vigili del Fuoco, per l’intervento aiutati anche dai colleghi delle provincie di Brescia e Mantova, per un totale di 7 mezzi antincedio. Ora è una corsa contro il tempo per riportare tutto il più possibile alla normalità."Stiamo mettendo a posto - ha proseguito Delaini - ed entro la settimana verrà tutto ripristinato. Cercheremo di far vedere che in un momento di difficoltà, gli italiani sanno reagire e dimostreremo che riusciremo a ripristinare tutto quanto".In questi giorni verranno apposti dei pannelli per coprire il tetto, seppur temporaneamente. E così, rispettando comunque i parametri di sicurezza, il ristorante, gestito da esterni, dovrebbe riaprire. Sarebbe una riapertura a tempo di record, per festeggiare anche il conseguimento della quinta stella riconosciuta al campeggio dalla Provincia di Verona.
SANZIONI
80 multe a Verona. Auto   <br/>rumena in sosta vietata

80 multe a Verona. Auto
rumena in sosta vietata

Gli agenti della Polizia municipale di Verona, durante un controllo in piazza Renato Simoni, hanno multato per sosta vietata un’Audi A5. Dopo ulteriori accertamenti è risultata che l'auto aveva in sospeso altri 80 verbali riferiti a transiti e soste irregolari in ZTL. Lo scorso anno il veicolo, di provenienza rumena, è stato oggetto di tre ulteriori segnalazioni per la sua identificazione. La Polizia municipale ha attivato le procedure di riscossione coattiva all’estero a carico del proprietario, poiché nessun verbale risulta essere stato ancora pagato.
INIZIATIVA
Bardolino e Croce Rossa   <br/>per le "Spiagge Sicure"

Bardolino e Croce Rossa
per le "Spiagge Sicure"

Il Comune di Bardolino, in convenzione con il Comitato Locale della Croce Rossa Italiana – Bardolino Baldo Garda, ha istituito anche per quest’anno il servizio di “Spiagge Sicure”.La collaborazione, nata nel 1997, ripropone l’assistenza sanitaria direttamente dall’acqua a quanti frequentano le spiagge del territorio bardolinese. Il tutto viene svolto dall’idroambulanza di stanza nel porto di Bardolino, unico mezzo sanitario nautico disponibile sulla sponda veronese. A bordo, durante il periodo di navigazione, la presenza di un medico e di un infermiere professionale affiancati un conduttore e due operatori della Croce Rossa di Bardolino specializzati nel soccorso in acqua. Medico e infermiere che compongono il team di salvataggio appartengono alla Emergency Flyng Doctors Service (EFDS) di Padova, azienda leader nel settore delle emergenze sanitarie, che integra gli operatori CRI nella gestione del soccorso sanitario. Sempre grazie alla disponibilità dell’ EFDS onluss, quest’anno l’equipaggio potrà contare anche su due nuovi membri: “Lucas 2” ed “Ezio”. “Lucas 2” è un modernissimo dispositivo meccanico per effettuare precise compressioni toraciche in caso di arresto cardio respiratorio, mentre “Ezio” è un sistema di infusione di liquidi da usarsi in pazienti particolarmente gravi con difficoltà di accesso vascolare. L’idroambulanza è dotata delle più moderne attrezzature di soccorso e salvataggio e adatto anche alle missioni di soccorso e recupero; ha anche la possibilità di imbarcare un Rov (Remotely Operated Vehicle), un piccolo mezzo subacqueo adatto alle ispezioni e ai recuperi sino a 150 metri di profondità. L’adozione di protocolli operativi con il 118 di Verona (con cui vi è un apposito protocollo in modo da poter operare a richiesta su tutto il bacino del lago di Garda), con la Guardia Costiera e con gli altri Enti istituzionali. L’idroambulanza è in servizio il sabato pomeriggio (14-19) e nella giornata della domenica (10-19) fino a metà di settembre. Nei restanti giorni e nelle notti da venerdì a lunedì il servizio verrà attivato con pronta reperibilità del personale CRI.
HELLAS VERONA
VANCANZE FINITE  <br/>DOMANI SERA IL RADUNO

VANCANZE FINITE
DOMANI SERA IL RADUNO

Vacanze ormai terminate per il Verona che domani sera martedì 7 luglio si radunerà al centro sportivo Paradiso di Peschiera. Squadra e staff tecnico ceneranno insieme e mercoledì mattina inizieranno gli allenamenti al Parco termale Villa dei Cedri di Colà di Lazise sul lago di Garda. Mercoledì pomeriggio è in programma la prima conferenza stampa di Andrea Mandorlini sempre al Parco termale. Venerdì sera la rosa sarà presentata ai tifosi allo stadio Olivieri di via Sogare. Evento che Telenuovo trasmetterà in diretta.
INTERVENTO
Venditori abusivi in Bra <br/>Merce sequestrata

Venditori abusivi in Bra
Merce sequestrata

Gli agenti della Polizia municipale hanno sequestrato merce a venditori abusivi in diverse zone del centro. Si tratta di 106 girandole luminose e 24 supporti per ‘selfie’, sequestrati nel corso di cinque controlli sul territorio cittadino. Fra gli individui sorpresi nel commercio illecito anche un pakistano sprovvisto di documenti, che è stato condotto al Comando e fotosegnalato alle autorità.
INCIDENTE
Intervento di Verona   <br/>Emergenza sul Pasubio

Intervento di Verona
Emergenza sul Pasubio

Questa mattina, passate da poco le 8.30, il 118 è stato allertato dal compagno di cordata di un alpinista che si era infortunato nel tratto di avvicinamento all'attacco di una via sulla Guglia Fraton, in Val Sorapache, vallata che dal Pasubio scende a Posina. Percorrendo infatti i ripidi prati erbosi che portano alla parete, D.D., 25 anni, di Tonezza del Cimone (VI), soccorritore lui stesso della Stazione di Arsiero, era scivolato sbattendo a terra e procurandosi la sospetta lussazione di una spalla. L'elicottero di Verona emergenza è decollato in direzione del luogo dell'incidente, mentre 4 soccorritori della Stazione di Arsiero partivano in jeep in appoggio alle operazioni di recupero. Una volta individuato a circa 1.450 metri di quota, lo scalatore è stato imbarcato dall'eliambulanza con un verricello di 15 metri per essere medicato e trasportato all'ospedale di Santorso. La squadra è invece andata incontro al compagno dell'alpinista rientrato a piedi autonomamente.
RIVISTA CELEBRATIVA E DVD
Grande successo per    <br/>'Alè Padova' in edicola

Grande successo per
'Alè Padova' in edicola

C'è chi è partito per le vacanze e se l'è portata via per leggersela durante il viaggio o sotto l'ombrellone. Chi invece se l'è andata a comperare per sfogliarla comodamente seduto sulla poltrona di casa, magari con l'aria condizionata accesa e una bibita fresca. Quel che è certo è che la nostra rivista Alè Padova, abbinata al dvd, in cui noi di Telenuovo abbiamo voluto fermare il tempo e immortalare il trionfo di una stagione magica, è piaciuta tantissimo ed è andata letteralmente a ruba. Diverse edicole l'hanno esaurita già al termine del primo fine settimana ma la vendita procederà anche nei prossimi giorni, dunque se non siete ancora riusciti ad accaparrarvela ci sono ancora copie disponibili.Tanto l'entusiasmo che si è scatenato intorno alla pubblicazione di 140 pagine che racconta, attraverso fotografie e articoli, il campionato della rinascita, quello che, al termine di una cavalcata trionfale, ha restituito alla Padova del pallone il calcio professionistico. Molti i tifosi che, una volta entrati in possesso del magazine e del dvd, si sono fatti un selfie pubblicandolo sui social network. Molti i giocatori protagonisti del grande successo che, non abitando a Padova, si sono già organizzati per farsene spedire una copia a imperitura memoria di un anno che resterà per sempre nel cuore di tutti coloro che l'hanno reso così speciale.
A BELFIORE
CALDO KILLER,      <br/>MORTO 50ENNE

CALDO KILLER,
MORTO 50ENNE

Il caldo torrido che non dà tregua ha fatto la prima vittima nel veronese. Un bracciante 50enne rumeno è morto a Belfiore dopo avere accusato un malore in seguito ad un colpo di calore. Sono stati chiamati subito i soccorsi, ma quando sul posto sono arrivati i sanitari del 118 con un’ambulanza e un’automedica per il 50enne non c’era più niente da fare.
ARRESTI
Estorsione continuata     <br/>Arrestato marocchino

Estorsione continuata
Arrestato marocchino

Un ambulante marocchino 44enne è stato arrestato con l'accusa di estorsione continuata ai danni di un anziano di 79 anni residente a Grezzana. L'uomo, fingendosi un militante dell''Isis, aveva costretto il veronese a versargli denaro in più occasioni minacciandolo ripetutamente. E' stato il direttore di un istituto di credito di cui era cliente l'anziano ad avvertire i Carabinieri insospettito dai continui prelievi e dall'atteggiamento impaurito del 79enne. L'arresto è stato convalidato e per il marocchino sono stati disposti i domiciliari.
STORIE DI PORTIERI
LA FAVOLA DI NICOLAS   <br/>PROTAGONISTA A LANCIANO

LA FAVOLA DI NICOLAS
PROTAGONISTA A LANCIANO

Tanti anni ad allenarsi, a sudare, a cercare di migliorare per finire sistematicamente in panchina o in tribuna. Una specie di oggetto misterioso, soprattutto per chi non ha mai seguito un allenamento del Verona. David Andrade Nicolas, classe 1988, brasiliano di Colorado do Oeste (stato di Rondônia, poco distante dal confine con la Bolivia) arrivò a Verona nell'estate del 2010, prelevato dall'Atlatico Mineiro (tanta panchina anche lì). L'Hellas era in Lega Pro, Rafael il titolare. Per Nicolas 40 partite da riserva. A fine stagione festeggiò la serie B anche senza riuscire a debuttare. Nicolas vice di Rafael anche nel 2011/2012 tra i cadetti. L'esordio arriva in Coppa Italia contro il Parma al Tardini il 29 novembre 2011. La matricola Verona vince 2-0 con reti di Ferrari e Gomez. Gloria anche per Nicolas, prima di tornare in panchina per tutto il campionato. L'esordio in B l'anno dopo, nella stagione della promozione. Due partite contro Virtus Lanciano e Crotone, e di nuovo tanta panchina. Nicolas è la riserva di Rafael anche nella prima stagione in serie A. Sulla carta è il terzo portiere visto che l'Hellas ha preso anche Mihajlov, numero uno della nazionale bulgara. All'ultima giornata l'esordio traumatico al San Paolo contro il Napoli. Finisce 5 a 1 per la squadra di Benitez. Un piccolo incubo per Nicolas. La svolta arriva la scorsa estate, quando il Verona lo cede in prestito alla Virtus Lanciano in serie B. Nicolas diventa subito titolare inamovibile. Gioca 35 partite, ne salta 7 per un infortunio alla caviglia, poi torna e contribuisce con le sue parate al raggiungimento di una salvezza tranquilla. A Lanciano stanno insistendo per averlo un altro anno in prestito. Il Verona ha intenzione di allungargli il contratto per poi rimandarlo in Abruzzo e sostituirlo con un altro portiere che possa accettare il ruolo di terzo, dietro a Rafael e Gollini. Per Nicolas una bella favola. Dopo tante stagioni dietro le quinte è diventato protagonista in serie B. (L.F.)
CONFAGRICOLTURA
Tutela formaggi veneti   <br/>No al latte in polvere

Tutela formaggi veneti
No al latte in polvere

Monte Veronese prodotto con il latte in polvere? Confagricoltura si oppone e invita i consorzi di tutela a non abbassare la guardia: "La tipicità delle nostre produzioni va salvaguardata". Il timore di formaggi prodotti con latte in polvere nasce all'indomani della lettera inviata nei giorni scorsi dalla Commissione europea all’Italia, che chiede “la fine del divieto di detenzione e utilizzo di latte in polvere, concentrato e ricostituito per la fabbricazione di prodotti lattiero-caseari, previsto da una legge nazionale che risale al 1974”. Secondo la Commissione europea la normativa italiana, che proibisce l'uso di surrogati, è un ostacolo alla “libera circolazione delle merci”, considerato che nel resto dell'Unione europea i “latticini senza latte” sono di uso comune.Per Paolo Ferrarese, presidente di Confagricoltura Verona, "l'Europa ci pone un passo obbligato, mirato a uniformare la normativa in tutti i Paesi della Ue, che sulla carta non tocca le produzioni di qualità certificata e i nostri formaggi dop che nel Veneto sono il nostro Monte Veronese, l’Asiago, la Casatella Trevigiana, il Grana Padano, il Montasio e il Piave Oro. Starà ai nostri consorzi di tutela decidere se usare o meno il latte in polvere e io auspico che decidano di non farlo. Ma anche le altre specificità dei formaggi italiani e veneti prodotti con latte fresco vanno salvaguardate. Non dobbiamo permettere la cancellazione della tipicità delle nostre produzioni, che sono frutto di cultura e tradizioni centenarie".Sara Pasetto, presidente provinciale del settore lattiero-caseario di Confagricoltura, dice no ai formaggi senza latte fresco: "Non capisco perché si voglia usare il latte in polvere quando abbiamo formaggi d'eccellenza fatti con latte di prima scelta. Con la fine delle quote latte abbiamo produzione in abbondanza, che in questo momento ci viene pagata appena 35 centesimi al litro. Rischiamo di essere invasi da prodotti di bassa qualità che uccideranno la nostra economia e le nostre eccellenze del made in Italy". Lorenzo Nicoli, presidente di Confagricoltura Veneto, rimarca che “l’Italia deve attivare da subito una migliore etichettatura dei prodotti lattiero-caseari, obbligando la distinzione chiara tra quelli ottenuti utilizzando latte fresco e quelli per i quali sono stati impiegati anche latte condensato o in polvere, poiché la normativa europea sull’etichettatura, a detta anche della Commissione, permetterebbe una tale distinzione".
CAMPOFONTATA
In centinaia per il     <br/>ricordo di Suor Pura

In centinaia per il
ricordo di Suor Pura

Centinaia di persone, pullman da tutta Italia, persone di ogni età si sono ritrovate a Campofontane per la messa in ricordo di Suor Pura. Ricorrono infatti i quattordici anni dalla scomparsa della religiosa veronese che ha saputo farsi amare e apprezzare per la sua semplicità e capacità di avere per tutti una parola d'affetto e di conforto. Gremita la chiesa parrocchiale: per l'occasione sono stati allestiti all'esterno degli schermi per consentire ai fedeli di assistere alla celebrazione.
MERCATO HELLAS
IL TORINO CI PROVA  <br/>PER JACOPO SALA

IL TORINO CI PROVA
PER JACOPO SALA

Jacopo Sala è seguito da diversi club. L'ultimo ad aver sondato il terreno per capire se ci sono le condizioni per averlo è il Torino. Al momento siamo ancora nella prima fase di un'eventuale trattativa. Sala ha da poco allungato il contratto di un anno (giugno 2017) e se dovesse arrivare l'offerta giusta sarà ceduto. Il Torino ci prova.
UNA VITA NEL VERONA
RAFAEL PROLUNGA   <br/>FINO AL 2017

RAFAEL PROLUNGA
FINO AL 2017

Accordo raggiunto tra il portiere Rafael e il Verona per il prolungamento del contratto fino a giugno 2017. Classe 1982, Rafael ha giocato 7 stagioni con l'Hellas partendo dalla C1 fino ad arrivare in serie A, totalizzando 301 presenze.
INCIDENTE
Tuffo dallo scivolo   <br/>Giovane ferito alla testa

Tuffo dallo scivolo
Giovane ferito alla testa

Un ragazzo di 19 anni è ricoverato all'ospedale di Borgo Trento dopo essere rimasto ferito mentre si tuffava da uno scivolo al parco acquatico Riovalli, a Cavaion. Il giovane è stato immediatamente soccorso dal personale della piscina e poi dai sanitari del 118 che hanno fatto trasportare il ferito in ospedale con l'elicottero arrivato da Padova perché l'eliambulanza di Verona Emergenza era impegnata in un altro servizio. Il 19enne ha riportato un serio trauma cranico, la prognosi è riservata.
IL DIESSE ALLA GAZZETTA
BIGON: VERONA E' IL CLUB   <br/>GIUSTO PER CRESCERE

BIGON: VERONA E' IL CLUB
GIUSTO PER CRESCERE

"Accettare l'offerta del Verona non è un passo indietro, altrimenti non l'avrei fatto. Ho firmato per 3 anni e credo nella crescita sia del club sia personale. Ho scelto l'Hellas perché è la società giusta per dare continuità al mio modo di lavorare: filosofia aziendale moderna, grandi possibilità di sviluppo nel futuro e dopo 100 punti in due stagioni è l’ora di consolidarci". Sono le parole del direttore sportivo gialloblù Riccardo Bigon, rilasciate alla Gazzetta dello Sport. IL SUO METODO DI LAVORO. "Condividere sempre le scelte col mio staff e creare le migliori condizioni possibili per allenatore e calciatori. A Napoli con i miei collaboratori (Micheli, Mantovani e Zunino, che lo hanno seguito anche a Verona, ndr) abbiamo creato un software che dà in pochissimo tempo i profili adatti alle necessità del tecnico. Le faccio un esempio. Londra, prima riunione tecnica con Benitez: ci diede delle indicazioni sul tipo di giocatore che cercava e il pomeriggio stesso puntammo su Mertens e Callejon". BUDGET RIDOTTO. "Sono le idee - ha spiegato Bigon - che portano a fare una squadra di un certo livello: sarà un mercato diverso ma la società lavora per dare una rosa competitiva. Comunque ho già capito che Verona ha tanto appeal: tra le medio-piccole il nostro è un club molto ambito, avverto tanto interesse verso il Verona". ENTUSIASMO IN CITTA'. "Si riparte da Mandorlini e Toni. Più italiani, età media abbastanza bassa ma c’è una base positiva che arriva da due stagioni fatte bene. E poi mi sono accorto che città e squadra sono in simbiosi. Da avversario mi ero accorto di quanto i tifosi fossero passionali: il loro entusiasmo sarà davvero un’arma in più".PAZZINI E MANDORLINI. "Giampaolo Pazzini la definirei una suggestione estiva, ci pensiamo sotto l’ombrellone... (sorride). Stiamo parlando, vediamo se ci saranno le condizioni. Toni andrebbe clonato e quelli forti possono giocare sempre assieme. Mandorlini? Prima lo conoscevo per il gioco e i risultati, ora apprezzo anche l’uomo".
LUTTO
Morto Bortolussi, fu    <br/>candidato governatore

Morto Bortolussi, fu
candidato governatore

E' morto ieri sera all'ospedale di Padova Giuseppe Bortolussi, storico segretario della Cgia di Mestre. Era malato da tempo, le sue condizioni si sono aggravate negli ultimi giorni. Bortolussi, 67 anni, nel 2010 era stato candidato governatore per il centrosinistra, ma era stato sconfitto da Luca Zaia; aveva ricoperto anche il ruolo di assessore del Comune di Venezia.Grande esperto di tasse e di conti pubblici, autorevole opinion leader, Bortolussi era un celebre fustigatore degli sprechi italiani, in particolare delle pubbliche amministrazioni. Aveva tenuto una rubrica di economia su Telenuovo.
L'Opinione
ON AIR
06.07.2015
TgVeneto
ON AIR
06.07.2015
Rosso & Nero
ON AIR
06.07.2015
Padova in Diretta
ON AIR
26.06.2015
Verona in Diretta
ON AIR
26.06.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
05.07.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
05.07.2015
Vighini Show
ON AIR
29.05.2015
Alè Verona
ON AIR
31.05.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
26.05.2015
Alé Padova
ON AIR
25.05.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
06.06.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di tgpadova.it

Palinsesto

INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA