• VIGHINI SHOW

    OGNI GIOVEDI' SU TELENUOVO

    Lo show condotto da Gianluca Vighini. Ospiti di spessore, giocatori, giornalisti, opinionisti, tecnici e tifosi per un serrato dibattito sul Verona di Mandorlini. Dagli studi di Telenuovo all'HELLAS KITCHEN

  • BIANCOSCUDATI CHANNEL

    Ogni lunedì su Telenuovo Padova

    Quest'anno l'appuntamento è fissato per il lunedì: approfondimenti sul campionato del Padova, sulla partita, le intesviste, le polemiche. Con il vostro contributo tramite chiamate ed sms

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

POLITICA
Moretti, uniti   <br/>otterremo fiducia

Moretti, uniti
otterremo fiducia

"Se saremo uniti i veneti lo capiranno e ci daranno fiducia". Lo ha detto Alessandra Moretti, sfidante del centrosinistra in Veneto alla poltrona di Luca Zaia, nel corso di un incontro elettorale del Pd a Mestre a cui ha partecipato il premier Matteo Renzi. "Siamo noi che dobbiamo avere il coraggio di cambiare - ha aggiunto - mettendo da parte le divisioni". Per Moretti sono due le sfide: "governare e riformare il Paese e far conoscere alla regione una alternativa a 20 anni di centrodestra". "Ora l'impossibile - ha concluso - è diventato davvero possibile, ovvero dare voce alla speranza e alla buona volontà".
POLITICA
Maroni, per Zaia prevedo   <br/>grande vittoria

Maroni, per Zaia prevedo
grande vittoria

"Prevedo una grande vittoria per Luca Zaia in Veneto. Per Flavio Tosi invece prevedo il terzo, quarto, in ogni caso un grande ridimensionamento". Così il governatore leghista Roberto Maroni durante l'inaugurazione di Pianeta Lombardia a Expo: "E' un peccato per lui che è un grande amministratore". "A Milano nel 2016 invece prevedo che vinceremo noi, che vincerà il centrodestra, perché l'eredità di Pisapia non c'è - ha aggiunto. Non abbiamo ancora un candidato ma vogliamo che vinca il nostro modello di amministrazione".
ARGOMENTO
Polemica Sanità,   <br/>Renzi precisa

Polemica Sanità,
Renzi precisa

"Non abbiamo mai detto che la sanità veneta non sia buona, abbiamo solo detto che dovrebbe avere qualche direttore dell'asl in meno": lo ha detto il premier Matteo Renzi in relazione alla polemica sui temi della sanità con il governatore del Veneto Luca Zaia. "Ci sono anzi delle cose che dobbiamo copiare. Non si va in una regione a pretendere di imporre un metodo". "Se avessimo anche in Calabria - ha concluso Renzi - gli standard di efficienza che ha il Veneto sarei entusiasta".
INCIDENTE
Due pedoni investiti   <br/>a Bardolino

Due pedoni investiti
a Bardolino

Due pedoni sono stati investiti da un'auto a Bardolino. L'incidente è avvenuto a tarda sera sulla Gardesana, davanti al Camping “La Rocca”.Per cause ancora da accertare un'auto ha travolto un tragazzo di 24 anni di Colognola ai Colli e una 21enne di Illasi; in quel momento stava piovendo.La ragazza ha subito le conseguenze più gravi ed è stata trasportata al Polo Confortini dell'ospedale di Borgo Trento, mentre il 24enne ha subito una frattura alla gamba ed è stato trasferito alla Casa di cura Pederzoli di Peschiera assieme al conducente, un giovane di Buttapietra, rimasto sotto choc.Sul posto i sanitari di Verona Emergenza e i Carabinieri di Peschiera.
VIABILITA'
Wings For Life,    <br/>tutti i divieti

Wings For Life,
tutti i divieti

Oggi, domenica 3 maggio Verona ospita per il secondo anno “Wings for Life World Run”, la manifestazione sportiva che si svolge contemporaneamente in 35 Paesi, dislocati nei cinque continenti, con la finalità di sostenere la ricerca sulle lesioni al midollo spinale.Corsa unica nel suo genere, la Wings for Life World Run è una gara senza distanza prefissata, alla quale possono partecipare runner sia amatoriali che professionisti, con partenza in contemporanea in tutto il mondo alle ore 13 (ora italiana). Oltre alla corsa degli adulti, quest'anno vengon organizzate anche gare riservate ai ragazzi dai 6 ai 17 anni, suddivisi per categorie di età. Il ricavato delle iscrizioni sarà devoluto alla ricerca.Poichè la giornata avrà una numerosa partecipazione, dalle ore 12 alle 15 è prevista la chiusura temporanea della circolazione nelle strade del territorio comunale interessate dal passaggio degli atleti. I volontari del Galm assicureranno il loro supporto al personale di gara durante lo svolgimento della manifestazione.PercorsoPiazza Bra, corso Porta Nuova, circonvallazione Oriani, stradone Porta Palio, corso Castelvecchio, corso Cavour, corso Porta Borsari, piazza Erbe, via Cairoli, piazza Viviani, via Nizza, lungadige Rubele, via Ponte Nuovo, via Sottoriva, via Ponte Pietra, via Massalongo, corso Sant'Anastasia, via Rosa, via Garibaldi, Ponte Garibaldi, via Prato Santo, lungadige Matteotti, lungadige Campagnola, piazza Arsenale, lungadige Cangrande, Ponte del Risorgimento, via Pontida, via Lega Veronese, via Da Vico, viale Colombo (lato civici dispari), Ponte Catena, lungadige Attiraglio (accesso al pronto soccorso di Borgo Trento garantito con una corsia dedicata), viale del Brennero, via Dei Reti, via Valpolicella, via Preare (tra via Caovilla e lungadige Attiraglio).Attraversamenti consentiti Viene autorizzato l'attraversamento del percorso di gara nei momenti in cui non transitano i podisti, previa autorizzazione del personale di vigilanza, in corrispondenza delle seguenti intersezioni: viale Colombo - via Da Vico, direzione da viale Colombo a Ponte Catena, transito sulla semicarreggiata lato area verde; via Da Vico - via Pontida.Divieto di sosta con rimozione Dalle ore 8 alle 15 in corso Porta Nuova (nel tratto tra via dei Mutilati e piazza Bra e tra via Paglieri e piazza Bra, compresi ciclomotori e motocicli); piazza del Porto (per i quattro stalli di sosta in prossimità dei giardini), via Nizza lato civici pari (compresi ciclomotori e motocicli).Dalle ore 9 alle 19 viene spostata l'area taxi da piazza Bra a stradone Scipione Maffei.
PROBABILE FORMAZIONE
PALOSCHI-MEGGIORINI      <br/>E SCHELOTTO TERZINO

PALOSCHI-MEGGIORINI
E SCHELOTTO TERZINO

Oggi a San Siro il Chievo di Maran tenterà l'impresa: cercherà di eguagliare il Chievo di Del Neri, quando il 15 dicembre 2001 violò il Meazza, battendo l'Inter con i gol di Corradi e Marazzina. Il tecnico trentino si affiderà ai suoi uomini di fiducia: Bizzarri tra i pali e in mezzo alla difesa Dario Dainelli e Bostjan Cesar. Con Zukanovic ancora indisponibile, Frey verrà di nuovo spostato a sinistra. Mentre Schelotto, dopo la bella prova contro il Cagliari, tornerà a fare il terzino destro adattato. A centrocampo Hetemaj e Birsa agiranno sugli esterni, mentre in mezzo al campo sempre più confermata la coppia Radovanovic-Izco. Davanti Paloschi e Meggiorini avranno la meglio su Pellissier. Maran potrebbe anche decidere, all'ultimo minuto, di stupire tutti e buttare in campo le seconde linee Christiansen, Gamberini, Cofie e Biraghi al posto rispettivamente di Radovanovic, Dainellli, Izco e Schelotto.Probabile Formazione Chievo (4-4-2) Bizzarri; Schelotto, Cesar, Dainelli, Frey; Birsa, Radovanovic, Izco, Hetemaj; Paloschi, Meggiorini. All: Maran
PROBABILE FORMAZIONE
UDINESE: DI NATALE E     <br/>KONE DIETRO A THEREAU

UDINESE: DI NATALE E
KONE DIETRO A THEREAU

L'Udinese sarà ospite, oggi pomeriggio, al Bentegodi per affrontare il Verona. Stramaccioni dovrà rinunciare forzatamente agli squalificati Domizzi e Badu. Mentre Heurtaux è arruolabile, ma partirà dalla panchina. Questa la formazione bianconera che userà lo schema ad "Albero di Natale": Karnezis tra i pali, Widmer a destra e Piris a sinistra. I centrali saranno Bubnjic e Danilo. Centrocampo a tre con Guilherme, Allan e Pinzi. Davanti Thereau sarà supportato da Kone e Di Natale. Unico ballottaggio: Di Natale potrebbe partire dalla panchina e al suo posto subentrerà il giovane talento croato Perica.Probabile Formazione Udinese (4-3-2-1)Karnezis; Widmer, Danilo, Bubnjic, Piris; Pinzi, Allan, Guilherme; Kone, Di Natale, Thereau. All: Stramaccioni.
TEZENIS
RAMAGLI: "SIAMO 1-0    <br/>MA E' SOLO L'INIZIO"

RAMAGLI: "SIAMO 1-0
MA E' SOLO L'INIZIO"

"Abbiamo trovato il nostro solito ritmo difensivo nella seconda parte della partita quando siamo finalmente entrati nello spirito giusto. Nel primo tempo siamo stati molli, poco presenti. Poi le cose sono andate meglio. Quello che viene in attacco deriva sempre da come difendi". Soddisfatto a metà Alessandro Ramagli, coach della Tezenis Verona, al termine della vittoriosa gara-1 (84-76) della serie dei quarti di finale dei playoff di Serie A2 contro la Moncada Agrigento.Lo sguardo è già alla prossima sfida: "Tutte le serie sono differenti e diverse se ti aspetti che qualcuno ti conceda qualcosa finisce che non prendi quello che ti saresti meritato. Adesso siamo 1-0, ma è solo l’inizio. Ogni partita sarà una battaglia e una guerra, come lo è stata la seconda parte della partita di oggi. Agrigento è una squadra molto solida, con una difesa di qualità. In attacco sono stati favoriti dal nostro primo tempo e dalla nostra poca intensità. È stata una partita simile a quelle di regular season che abbiamo giocato contro di loro. Queste squadre che non hanno nulla da perdere sono sempre molto difficili da affrontare. In ogni caso rimaniamo concentrati perché la partita più difficile è sempre la prossima. Ndoja? Nel primo tempo è stato poco aggressivo, come tutto il resto della squadra, ma nella seconda è stato molto più intenso e la sua complessivamente è stata una prestazione significativa. Adesso ci prepareremo alla sfida di lunedì e ragioneremo a mente fredda sulle eventuali modifiche da apportare".
ALLIEVI NAZIONALI "B"
Trofeo Ferroli:  <br/>Verona ko ai rigori

Trofeo Ferroli:
Verona ko ai rigori

Finisce l'avventura al Torneo Ferroli per gli Allievi Nazionali "B" gialloblù, battuti dalla Juventus ai calci di rigore. Primo tempo equilibrato fra le due formazioni, in cui nessuna delle due squadre riesce a prevalere sull'altra. Nel secondo tempo è la Juventus a sbloccare il risultato, al 10', grazie alla rete di Goh. I gialloblù reagiscono con impeto, mettendo in campo grinta e tanta voglia di esserci, di ribaltare il risultato. E lo fanno lottando su ogni pallone, non mollando mai. Al 31', in pieno recupero, Aloisi si inventa il gol del pareggio: si va ai calci di rigore. Con la complicità della sfortuna, i gialloblù sono costretti a cedere il passo. La Juventus accede alla finale contro la Roma che si disputerà a San Bonifacio domenica 3 maggio alle ore 16.30. Da sottolineare lo spirito dei giovani gialloblù, che escono dalla competizione a testa alta dopo aver regalato emozioni e spettacolo.TABELLINOJUVENTUS-HELLAS VERONA 1-1 (8-7 d.c.r.)Marcatori: 10' st Goh, 31 ' st Aloisi. JUVENTUS: Ghidoni, Tripaldelli, Zanandrea, Bianchi, Galtarossa (dal 17' st Sykaj), Ndiaye, Mancini (dal 21' st Mastropietro), Merio (dal 25' st Sapone), Cairola, Goh, Scapin.A disposizione: Dani, Galatanu, Gallo, Pecori, Bianco, Naino.All.: Cei.HELLAS VERONA: Carletti, Cinti, Polato, Dall'Agnola, Dentale (dal 1 st Danzi), Forgia, Gecchele, Prandini (dal 13' st Martins), Cherubin, Aloisi, Zavan.A disposizione: Guerrini, Cottini, Gardini, Quartarolo, Martins, De Anna, Ferrazzo.All.: Pellegrini.Arbitro: Poli di Verona.
PLAYOFF A2
Ok Tezenis, è 1-0          <br/>Agrigento piegata 84-76

Ok Tezenis, è 1-0
Agrigento piegata 84-76

Palaolimpia tutt'altro che gremito per il debutto della Tezenis nei quarto di finale dei playoff contro la neopromossa Moncada Agrigento piegata 84-76 alla fine di una partita a lungo all'inseguimento. 17 punti di Monroe, 15 di Umeh, 12 di Reati (partendo dalla panchina), 11 di Nodja con 8 rimbalzi, 9 di Boscagin e di De Nicolao (con 5 assist) hanno marchiato il sofferto quanto meritato successo gialloblù nel quale sono preziosissimi anche i 7 punti di Giuri come i 4 di Gandini, usciti a loro volta dai legni.Una partita che ha dimostrato in modo eloquente quanto dannosa sia stata la pausa forzata della Scaligera.Avvio contratto dei giganti di Ramagli, che sprecano troppo in attacco e chiudono sotto 13-18 al primo stop. Capitan Boscagin non è in palla come suo costume, forse perché svegliato all'alba da un vicino di casa demente che si è messo all'opera con il tagliaerba. In apertura del secondo periodo la difesa gialloblù subisce due triple in un amen da Vai e Saccaggi che timbrano il massimo vantaggio siciliano sul 13-24, costringendo coach Ramagli a chiamare subito time-out.Verona si riavvicina con una palla recuperata di Umeh e un gioco da tre della guardia Usa, dopo un'altra azione canestro+fallo di Monroe c'è il botta e risposta dalla grande distanza tra Reati e Evangelisti che respinge il riavvicinamento scaligero sul 28-29.Udom fa valere le doti atletiche, poi Saccaggi s'invola in transizione per il 32-37. Un rimbalzo offensivo di Ndoja e un canestro nel traffico di Monroe riportano la Tezenis al minimo distacco, però Agrigento non molla (36-40) e Saccaggi con la sesta tripla di squadra spinge la Moncada sul 37-43, ma ci pensa Denik.Sul 40-43 con 5" da giocare Chiarastella gela i veronesi infilando sulla sirena il trepunti del 40-46: 7/14 da nelle triple per la Fortitudo.Al ritorno in campo la Tezenis appare molto più determinata in difesa e lucida in attacco. Il +8 di Dudzinski viene arginato da 8 punti di fila di Umeh, però in difesa vengono concesse una penetrazione lungo la linea di fondo a Evangelisti e un canestro su scarico di Dudzinski. Un canestro e poi un libero del capitano portano la Scaligera al distacco minimo (53-54), la Moncada incappa anche in un'infrazione di 24”, Nodja capitalizza il terzo extrapossesso per il 55-58 dopo l'ennesimo canestro di Dudzinski su rimbalzo offensivo.Un tecnico a coach Ciani dopo un fallo produce tre liberi che concretizzano l'aggancio sul 58-58 al 27'.Verona manda sul ferro due tiri per il sorpasso, Williams riporta avanti gli ospiti, il canestro del nuovo pareggio di Umeh viene annullato per un'inesistente infrazione di passi, Williams firma ancora il +2, la presunzione di Saccaggi viene punita dal contropiede dell'aggancio con De Nicolao: 62 pari all'ultima pausa. Il Palaolimpia s'incendia sulla tripla di "The Shark" che regala il sorpasso sul primo possesso dell'ultimo quarto (65-62).Agrigento ha perso lucidità ed è meno concreta; la tripla del +6 di Giuri che raddoppia in vantaggio gialloblù pesa come un macigno e Ciani è costretto a chiamare sospensione.La palla persa sulla rimessa al ritorno in campo è emblematica del momento di confusione ospite, poi Udom commette anche infrazione di passi.Reati spinge Verona sul +8 (70-62), ma il break 10-0 vene stoppato da Chiarastella. Dudzinski dalla lunetta tiene accese le speranze agrigentine (70-66). Gandini strappa un rimbalzo che produce due liberi che valgono oro: 72-66.Evangelisti, fisico da impiegato del catasto ma una grande leadership, è letale e mette la tripla che dimezza lo scarto (72-69). Una deliziosa entrata di Marco Giuri respinge l'assalto avversario, la Tezenis difende con intensità però si lascia prendere un po' dalla fretta in attacco. Williams dalla lunetta riporta la Moncada ad un tiro di distanza, Monroe ribadisce il +5, poi con due liberi dilata il divario sul 78-71.Ci pensa il solito Dudzinski (24 punti e 10 rimbalzi) a spianare la strada al mini controbreak siciliano, 4-0 chiuso da un rimbalzo offensivo dopo il suo stesso errore: 78-75 e Ramagli ferma il tempo.Il doppio errore di Monroe dalla linea della carità rischia di mettere nei guai la Tezenis, Agrigento deve forzare una conclusione allo scadere del possesso, i gialloblù non ne approfittano, la difesa scaligera ruba palla e dà la stura al canestro di Big Darryl per l'80-75 quando è già cominciato l'ultimo giro di lancette dell'orologio.Evangelisti fa 1/2 dalla lunetta, il canestro di Klaudio Ndoja alla fine dei 24” scatena il boato del Palaolimpia, poi la schiacciata di Monroe pianta i chiodi nella bara agrigentina.1-0 e lunedì si replica al Palaolimpia, sempre alle 20:30; intanto nell'altro quarto nel tabellone dalla parte della Tezenis vittoria di Casale 71-60 su Biella.
BASKET
SCALIGERA: ACCORDO  <br/>CON VODAFONE

SCALIGERA: ACCORDO
CON VODAFONE

La società di Gianluigi Pedrollo annuncia un'importante intesa: la Scaligera Basket ha raggiunto un accordo di partnership con Vodafone, azienda da sempre impegnata nel sostenere lo sport ed ora ancora più vicina ai cittadini veronesi appassionati di pallacanestro.Vodafone ha da sempre un legame particolare con la città di Verona, in cui sta investendo per lo sviluppo delle reti a banda ultralarga fisse e mobili, in fibra ottica e 4G. In continuità con questo impegno, l’azienda ha deciso quindi di sostenere la principale squadra di basket della città e una delle eccellenze della pallacanestro nazionale.
VIDEO CHOC
VIA MAZZINI, LA RAPINA       <br/>SECONDO PER SECONDO

VIA MAZZINI, LA RAPINA
SECONDO PER SECONDO

Dura tutto due minuti, da quando i banditi entrano nella gioielleria, finché escono con il ritorno prendendo la fuga in direzione di piazza Erbe.Immagini mai viste prima: riprese dal circuito di videosorveglianza interno ed esterno della World Diamond Group in via Mazzini e diffuse per la prima volta, dopo il benestare concesso dalla magistratura alla Polizia.Entrano in tre con i cappelli di paglia in testa, vengono scambiati per turisti, chiedono di vedere alcuni anelli, cominciano a osservare, poi da uno dei sacchetti di una nota griffe con cui erano entrati tirano fuori le pistole (poi si scoprirà che erano due armi giocattolo e una scacciacani), minacciano il direttore del negozio Agatino Cappella, i tre commessi, un uomo e due donne, la ragazza bionda è ucraina quindi di madre lingua russa e a lei si rivolge soprattutto il capo della banda, dicendo di stare calmi, di non reagire che tutto, che tutto sarebbe finito presto e senza danni.Tutti vengono fatti stendere a terra, il direttore è legato e immobilizzato con le fascette; i malviventi cominciano a setacciare i cassetti, arraffano tutto quello che possono prendere dalla vetrina,si fanno accompagnare dalla commessa straniera, che può capirli meglio, prendono gli ultimi gioielli poi escono dal negozio, senza correre, per non dare nell'occhio.Una curiosità: il dirigente delle Volanti, Azzaretto, intervenuto sul posto avendo ricevuto soltanto la nota d'allarme dalla gioielleria, è visibile all'uscita del negozio mentre si scosta per far passare quelli che sembravano dei comuni clienti, rivelandosi poi - a seguito delle concitate indicazioni del titolare - gli effettivi rapinatori, raggiunti e arrestati poco distante.Infatti l'allarme è già scattato e comincia la caccia ai banditi che si concluderà con l'arresto di tutti e tre.Il primo, minorenne, viene bloccato da un vigile e due ragazzi in piazzetta San Apostoli; gli altri due dagli agenti delle Volanti sul ponte di Castelvecchio, che ora restano in carcere.Oggi nell'udienza di convalida il russo Denis Grigoriev, 31 anni, si è avvalso della facoltà di non rispondere, mentre il lituano Nicolay Balinsky (19 anni il prossimo 6 giugno) si è appellato al fatto di non comprendere la lungia, pertanto verrà risentito con l'ausilio di un interprete. I due arrestati, entrambi incensurati, sono difesi dall'avvocato Gianluca Galli Richi. Il Gip Giuliana Franciosi ha convalidato l'arresto, disponendo la misura della custodia cautelare in carcere. La posizione del terzo rapinatore, un lituano che compirà 18 anni il prossimo 26 maggio, è invece di competenza del Tribunale dei minori di Venezia; il giovane è stato trasferito in una struttura nel trevigiano.E' verosimile che siano i manovali di un'organizzazione russa che prepara colpi nelle gioiellerie in Italia e non solo; le indagini della Polizia continuano.
PROBABILE FORMAZIONE
3-5-2: LOPEZ DAVANTI       <br/>BENUSSI IN PORTA

3-5-2: LOPEZ DAVANTI
BENUSSI IN PORTA

Sarà un Verona ultra-incerottato quello che affronterà domani l'Udinese di Stramaccioni. Mandorlini dovrà necessariamente abdicare al sul modulo preferito: senza Gomez, e Jankovic non al meglio della condizione, il 4-3-3 non dà garanzie necessarie. Verrà schierato il 3-5-2 (o 5-3-2 qualsivoglia). Scelta obbligata in porta: con Rafael infortunato e Gollini acciaccato ma presente in panchina, Benussi difenderà i pali gialloblù. I tre difensori centrali saranno Moras, "El Gran Capitan" Rafa Marquez e il brasiliano Rafael Marques. Sugli esterni agiranno Pisano e Brivio (favorito su Agostini), mentre a centrocampo Obbadi prenderà i comandi in cabina di regia e avrà ai suoi fianchi Sala e Tachtsidis. Se Mandorlini dovesse decidere di dare fiducia a Leandro Greco fin dal primo minuto, Sala verrebbe arretrato terzino destro e Pisano sarà di conseguenza, sposato a sinistra. Davanti pochi dubbi: Toni sarà coadiuvato dal "conejo" giovane Nico Lopez. Il "conejo" longevo dai piedi vellutati, Javier Saviola, partirà dalla panchina.Probabile Formazione Verona (3-5-2)Benussi; Moras, R.Marquez, Marques; Pisano, Sala, Obbadi, Tachtsidis, Brivio; N.Lopez, Toni. All: Mandorlini
REGIONALI
Tutte le liste, ecco    <br/>chi corre da solo

Tutte le liste, ecco
chi corre da solo

Movimento 5Stelle (cand. pres. Jacopo Berti)Silvana BELLADELLIManuel BRUSCOLucia BRUGNOLISamuele BAIETTAMarta VANZETTOClaudio OLIVETTISilvia MORETTOGiuseppe ALBERGHINIUlrica CASTAGNAForza Nuova (cand. pres. Sebastiano Sartori)Yari CHIAVENATOSilvia Castagna in RINALDIEmanuele TESAURONatascia GAZZODamiano SIGNORELLIStefania GEROSAFrancesco ALVERA'Indipendenza Veneta (cand. pres. Alessio Morosin)Lucio Amedeo CHIAVEGATOLuisa SINICOMassimiliano BERCHIONICaterina MAISTRELLOLuigi BOLDOMaria Teresa FILIPOZZIGiovanni ZORDANCristina GIACOMAZZIWilliam SERAFINIL’Altro Veneto Ora Possiamo! (cand. pres. Laura di Lucia Coletti)Sandro CAMPAGNOLAMarta CALDANALuca CECCHIPaola LORENZETTIMattia DA REDomenica SPURIO (detta Mimmy)Dennis Vincent KLAPWISK (detto Dennis)Simonetta VENTURINIDaniele SARTORI
VERONA-UDINESE
23 convocati:     <br/>c'è Gollini

23 convocati:
c'è Gollini

Dopo la rifinitura mattutina a Peschiera, l'allenatore Andrea Mandorlini ha convocato 23 gialloblù per la sfida contro l'Udinese in programma domenica 3 maggio alle ore 15, allo stadio Bentegodi. Oltre agli squalificati Mattia Valoti e Guillermo Rodriguez, non saranno disponibili gli infortunati Juanito Gomez Taleb, Rafael, Emil Hallfredsson e Artur Ionita. Convocati anche i due Primavera: Fares e Ferrari, mentre all'ultimo si recupera Gollini.I CONVOCATIPortieri: 22 Benussi, 32 Ferrari, 95 Gollini.Difensori: 3 Pisano, 4 R. Marquez, 5 Sorensen, 18 Moras, 25 R. Marques, 28 Brivio, 33 Agostini, 71 Martic.Centrocampisti: 8 Obbadi, 19 Greco, 26 Sala, 30 Campanharo, 77 Tachtsidis.Attaccanti: 7 Saviola, 9 Toni, 11 Jankovic, 17 Lopez, 20 Lazaros, 70 Fernandinho, 93 Fares.
POLITICA
Tutte le liste, ecco         <br/>chi corre per Tosi

Tutte le liste, ecco
chi corre per Tosi

Sei liste sostengono Flavio Tosi.Veneto del Fare - TosiMarco AMBROSINIGiovanna NEGROErmanno GOBBIAnna LESOMassimo MARIOTTIBenedetta BONOMONicola MARTINIElisa FRANCOAngelo TOSONILista TosiAndrea BASSIChabib SAMIRAStefano CASALICarla DE BENINiko CORDIOLIAntonia PAVESILuigi PISABarbara TOSIGiuseppe STOPPATOArea PopolareLuciano ALBERTIIvonne BEDONIGiancarlo CONTAValentina CAMPIONEnzo FERRERIFiorella RODINStefano MARZOTTOSara VALITUTTOSergio RUZZENENTEUnione Nord Est – TosiAdriano BERTASORosanna LIGABUEGiorgio ALOISIMara DANESEAntonio LORENZOLARoberta MANCINIGiuseppe FERRARINIBarbara BIASINDaniele TIZIANRazza PiaveItalo BONOMIMaria TRONCONEAlfonsino DOLCIBarbara MARCHETTILuigi SARTORIChiara INVIDIAGiuliano BOARETTOEmma STEPANTiziano CIMARELLIFamiglia-PensionatiGermano ZANELLASonia STRADAGianni Guglielmo POZZANIPaola RINALDIAldo CAPACCIOAntonella ALBERTIFausto BRENTAROGuendalina GUGLIELMINOLuca FRANCESCHETTI
CONCORSO
La Festa della Mamma   <br/>con lo Zecchino d'Oro

La Festa della Mamma
con lo Zecchino d'Oro

Lo Zecchino d’Oro giunge nel 2015 alla sua 58ª edizione: il viaggio verso la diretta di novembre su Rai1 continua con il weekend veronese dedicato a tutte le mamme del mondo – da venerdì 8 a domenica 10 maggio 2015 – quarta tappa del tour delle Selezioni Nazionali organizzato dal project manager Claudio Zambelli, al quale l’Antoniano di Bologna ha affidato per il nono anno consecutivo questo importante progetto.L’evento, patrocinato e co-organizzato dal Comune di Verona, prevede un programma rigorosamente gratuito dedicato alle famiglie e ai bambini.Si comincia con le selezioni di venerdì 8 e sabato 9 maggio 2015 presso la Corte Molon, via della Diga 17, Verona. Le giornate di selezioni sono aperte a tutti i bambini - dai 3 ai 10 anni – che vogliono aspirare ad essere tra gli interpreti del 58° Zecchino d’Oro.La Festa della Mamma prosegue nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 maggio in Piazza Bra con laboratori ludico-didattici, giochi di strada, trucca-bimbi, giocoleria e l’immancabile presenza dell’attore comico Mr. Lui.Ad unirsi ai festeggiamenti, domenica 10 maggio, anche il Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna diretto da Sabrina Simoni con la partecipazione alla liturgia delle ore 12.00 in occasione della Santa Messa officiata da S.E. Mons. Zenti e il concerto conclusivo in Piazza Bra alle ore 17.00.Sul palco, durante la giornata di domenica dalle ore 14.30, si alternano i piccoli coristi del Baby coro di Verona – coro appartenete alla Galassia dell’Antoniano di Bologna –, lo staff di animazioni delle Selezioni Nazionali dello Zecchino d’Oro, i ballerini della Kledi Dance School e i finalisti regionali aspiranti interpreti del 58° Zecchino d’Oro. Alle ore 16.30, tutti pronti per il Flash Mob sulle note di “Bambu Balla” – 56° Zecchino d’Oro. Iscrizione alle selezioni e video tutorial per imparare i passi del Flash Mob su www.selezionizecchinodoro.it
ELEZIONI
Tutte le liste, i nomi       <br/>In corsa per Zaia

Tutte le liste, i nomi
In corsa per Zaia

Liste a sostegno del Candidato Luca ZaiaLega NordLuca COLETTO Elisa DE BERTIEnrico CORSIDoretta RUMATI FALZIGualtiero MAZZIAlessandro MONTAGNOLIVania VALBUSAIlaria ZAMPINIRoberto TURRILista ZaiaFrancesco BARINIMonica LAVARINIMarco SOAVEDaniela MARCHIStefano VALDEGAMBERILucia MENEGHELLIAlberto ZELGERElena ROSSINIFabrizio ZERMANForza ItaliaDavide BENDINELLIKatia BANNO'Marco BONETTOAnna Carmen Calabria Cilento DE HAUTEVILLEClaudio CORDIOLISanda Raluca RADULESCUMassimo GIORGETTIGiulia TOLDOFilippo PIVETTAFratelli d’ItaliaCiro MASCHIOLudovica FABRIZIOAlberto ALDEGHERIVeronica PAGANIN BIANCHINIAmedeo DE MAIOGisela RAUSCHMauro Giuliano LONGOElisa STRAZZERMassimo MORANDUZZOIndipendenza Noi VenetoFabrizio COMENCINIBarbara SOMAGGIOGianluigi SETTERoberta POZZANISilvano POLODaniela BRESSANELLIDiego TOFFOLOGinetta SOAVECristiano SCATOLIN
VERSO SAN SIRO
MARAN: "RINGRAZIO    <br/>CAMPEDELLI"

MARAN: "RINGRAZIO
CAMPEDELLI"

Sfida proibitiva per il Chievo di Maran. Domani si va a San Siro per affrontare l'Inter di Roberto Mancini: i neroazzurri sembrano tornati in carreggiata, dopo una stagione a lunghi tratti deludente. Il tecnico trentino, intervenuto in conferenza stampa, appare fiducioso: “Sono curioso di vedere la squadra a San Siro perché sono convinto che ripeterà le ultime prestazioni. Ma farlo con l'obiettivo già raggiunto significherebbe un salto di qualità dal punto di vista della maturità". Il campionato non è finito: "C'è grande voglia di finire alla grande la stagione, la determinazione e l'applicazione in allenamento è massima, non ho visto rallentare, anzi semmai è il contrario. Dobbiamo essere bravi a rendere difficile la vita agli avversari sapendo che lasciando il pallino del gioco all'Inter diventa tutto più difficile. Sono felice delle parole di stima del presidente, al di là dei 10 anni pronosticati. Devo ringraziarlo per avermi messo nelle condizioni di lavorare al meglio da quando sono arrivato".
DOPO LA VITTORIA
Pavanel: "Vogliamo   <br/>migliorarci ancora"

Pavanel: "Vogliamo
migliorarci ancora"

Un bel poker in casa del Lanciano, Massimo Pavanel è soddisfatto della sua squadra: "La vittoria non era facile, i ragazzi hanno risposto alla grande e sono contento. Ora li aspetto sabato prossimo con il Cittadella, avversario diverso con qualche valore in più. Il cambio di sistema? Quando hai 3 centrocampisti forti devi farli giocare. Il modulo non conta in queste circostanze, devi solo trovare il modo per far rendere tutti al meglio. Speri tra le linee sa giocare bene e Bearzotti da seconda punta parte dall'esterno e taglia, facendo molto male alle difese avversarie. La nostra stagione? Ci manca ancora qualcosina per migliorarci, siamo sotto di un punto rispetto allo scorso anno. Nelle ultime due gare vogliamo migliorarci, come abbiamo fatto a Viareggio".Non mancano valutazioni sui singoli: "A Cappelluzzo gli chiedo di giocare così se vuole diventare un calciatore importante. Per me è un calciatore di livello, e deve lavorare per continuare a fare bene. Salifu? Ci è mancato tanto, in un momento importante della stagione. Averlo avuto ci avrebbe dato un'alternativa in più. Il mio futuro? Qui a Verona mi sento a casa, mi trovo benissimo. Per me non sarà mai un problema rimanere, ho trovato umanità e competenze in un club importante".
ELEZIONI
Regionali, Venti liste        <br/>Sette candidati

Regionali, Venti liste
Sette candidati

Sette, come i candidati presidente. Venti, come le liste. Sono i numeri a Verona delle prossime elezioni regionali che stabiliranno chi guiderà il Veneto per i prossimi cinque anni. SETTE CANDIDATI. La sfida per la poltrona di Governatore vede in lizza sette candidati. Si parte dal presidente uscente Luca Zaia, rappresentante della Lega Nord che ha al suo fianco il centrodestra. Diretta antagonista la candidata del Pd, Alessandra Moretti che conta invece sul voto del centrosinistra. Terzo incomodo il sindaco di Verona Flavio Tosi, staccatosi dal Carroccio. Sono questi i candidati ad avere più liste a sostegno. Gli altri candidati a governatore sono l'indipendentista Alessio Morosin, sostenuto dalla lista di Indipenza Veneta, Jacopo Berti, sostenuto dalla lista del Movimento 5 Stelle, Sebastiano Sartori, sostenuto da Forza Nuova e Laura Di Lucia Coletti, sostenuta dalla lista "Altro Veneto ora possiamo". VENTI LISTE. A sostegno di Luca Zaia ci sono cinque liste. Nella Lega Nord scendono in campo l'ex deputato, Alessandro Montagnoli, l'assessore alla sanita' uscente, Luca Coletto, l'assessore comunale Enrico Corsi e nelle quote rosa il sindaco di Isola Rizza Elisa De Berti. Capofila della Lista Zaia Francesco Barini, attuale consigliere Amt. Punta alla conferma di un posto in regione Stefano Valdegamberi, tra gli altri in lista l'ex sindaco di San Giovanni Zerman e il consigliere comunale Alberto Zelger, uscito dalla Lista Tosi. Forza Italia candida due assessori uscenti, Davide Bendinelli e Massimo Giorgetti, Fratelli d'Italia candida Ciro Maschio, la lista di Indipendenza Veneto candida invece Fabrizio Comencini e l'ex sindaco di San Bonifacio Polo. Cinque anche le liste della principale antagonista di Zaia, Alessandra Moretti. Un sindaco, Simone Albi, è capofila di Veneto Civico. Mentre è una donna, l'olimpionica Sara Simeoni a guidare la lista Alessandra Moretti presidente che schiera anche Laura Roveri, accoltellata quasi a morte dal suo ex fuori da una discoteca un anno fa, e il cantante Massimo Bubola. Ancora una donna, Anna Maria Bigon, è capolista nelle file del Pd, che schiera anche il consigliere uscente Roberto Fasoli, il due volte sindaco di Legnago Silvio Gandini e il consigliere comunale Orietta Salemi. Capofila di progetto autonomista sarà Giancarlo Morando. Mentre in Veneto Nuovo corre l'ex segretario della Fiom e della Cgil Andrea Castagna. SI VOTA IL 31. L'election day è fissato per domenica 31 maggio. Non sono previsti ballottaggi, vince il candidato che prende piu' voti. I consiglieri regionali scederanno da 60 a 49.
L'Opinione
ON AIR
30.04.2015
TgVeneto
ON AIR
30.04.2015
Rosso & Nero
ON AIR
30.04.2015
Padova in Diretta
ON AIR
30.04.2015
Verona in Diretta
ON AIR
30.04.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
26.04.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
26.04.2015
Vighini Show
ON AIR
24.04.2015
Alè Verona
ON AIR
30.04.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
28.04.2015
Alé Padova
ON AIR
27.04.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
30.04.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

MEDICINA OGGI
03.05.2015

MEDICINA OGGI

MEDICINA OGGI
02.05.2015

MEDICINA OGGI

TERRA E NATURA
02.05.2015

TERRA E NATURA

STUDIONEWS ASCOM
02.05.2015

STUDIONEWS ASCOM

i nuovissimi di tgverona.it

Vino da Expo
02.05.2015

Vino da Expo

Trasloco a Valeggio
02.05.2015

Trasloco a Valeggio

"Eroi" per caso
30.04.2015

"Eroi" per caso

i nuovissimi di tgpadova.it

Palinsesto