• VIGHINI SHOW

    OGNI GIOVEDI' SU TELENUOVO

    Lo show condotto da Gianluca Vighini. Ospiti di spessore, giocatori, giornalisti, opinionisti, tecnici e tifosi per un serrato dibattito sul Verona di Mandorlini. Dagli studi di Telenuovo all'HELLAS KITCHEN

  • BIANCOSCUDATI CHANNEL

    Ogni lunedì su Telenuovo Padova

    Quest'anno l'appuntamento è fissato per il lunedì: approfondimenti sul campionato del Padova, sulla partita, le intesviste, le polemiche. Con il vostro contributo tramite chiamate ed sms

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

CRONACA
Brucia capannone        <br/>di rifiuti speciali

Brucia capannone
di rifiuti speciali

Vigili del Fuoco al lavoro nella bassa veronese per un violento incendio scoppiato oggi pomeriggio, poco dopo le 14, al capannone della "Ecologica Tredi", ditta di Legnago che tratta lo smaltimento di rifiuti speciali. Gli uomini delle squadre di Legnago e Verona stanno operando per circoscrivere le fiamme: presenti sul posto diverse squadre con un’autopompa serbatoio, due autobotti, un carro schiuma, un carro aria e dodici operatori. L'area interessata dalle fiamme è di oltre mille metri quadri.
CRONACA
INCENDIO LEGNAGO,  <br/>IN CORSO BONIFICA

INCENDIO LEGNAGO,
IN CORSO BONIFICA

Durerà fino a sera inoltrata per la bonifica e la messa in sicurezza il lavoro dei Vigili del Fuoco all'Ecologica Tredi, azienda legnaghese che tratta lo smaltimento di rifiuti speciali. Nel primo pomeriggio come vedete da queste immagini girate proprio dai Vigili del Fuoco, nel capannone di stoccaggio si è sviluppato un violento incendio che per ore ha impegnato squadre e mezzi del comando di Verona e del distaccamento di Legnago. Situazione, fanno sapere dalla centrale operativa dei Vigili del Fuoco, che è sempre stata sotto controllo nonostante il rischio di inquinamento dovuto al materiale in fiamme. Sul posto anche l'Arpav per il monitoraggio dell'aria.
VERSO LE REGIONALI
Tour Cordioli, a Isola  <br/>con appoggio di Bissoli

Tour Cordioli, a Isola
con appoggio di Bissoli

Prosegue a pieno ritmo il tour elettorale di Niko Cordioli candidato alle prossime regionali per la Lista Tosi. A Isola della Scala sono intervenuti a in suo supporto il presidente di Serit Roberto Bissoli oltre a Fabio Venturi responsabile della campagna di Tosi. Cordioli, attuale consigliere a Villafranca, ha parlato dei punti chiave del suo programma in caso di elezione a Venezia.
VOLLEY
Calzedonia su Skrimov  <br/>Pista bulgara

Calzedonia su Skrimov
Pista bulgara

Todor Skrimov sembra essere un obiettivo concreto per la Calzedonia Verona. Schiacciatore bulgaro, nato a Pernik, ha già due anni di esperienza nel campionato italiano entrambe a Latina. Verona sembra averlo messo nel mirino per rafforzare il gruppo di schiacciatori di posto quattro per la prossima stagione. Rimane sempre viva la pista che porta anche a Klemen Cebulj, sloveno che Giani sta allenando in questo periodo in nazionale.
ELEZIONI
Regionali, Bookmakers    <br/>Zaia a 3/5, 2,20 Moretti

Regionali, Bookmakers
Zaia a 3/5, 2,20 Moretti

I bookmaker confermano Luca Zaia alla presidenza della Regione Veneto: l'attuale governatore, appoggiato da Forza Italia, è favorito alla quota di tre quinti (1,60) nelle scommesse aperte dalla sigla internazionale Platinobet rispetto alla candidata del PD Alessandra Moretti, offerta sopra la pari, a 2,20. Neppure la spaccatura del sindaco di Verona Flavio Tosi sembra impensierire Zaia; al contrario, riferisce Agipronews, Tosi - espulso dalla Lega Nord e ora sostenuto da NCD nella sua corsa alla presidenza - è ultimo sul tabellone a 9 volte la scommessa, alle spalle del candidato del M5S Jacopo Berti, che si gioca a 8,00.
BISSATO IL SUCCESSO DELL'ANNO SCORSO
TONI VINCE IL MASTINO  <br/>DEL BENTEGODI 2015

TONI VINCE IL MASTINO
DEL BENTEGODI 2015

Infinito Luca Toni: è lui il vincitore annunciato della sedicesima edizione del "Mastino del Bentegodi", il concorso promosso dalla Confcommercio Verona. L'attaccante gialloblù sarà premiato allo stadio Bentegodi sabato alle ore 17.45, prima del fischio d’inizio di Hellas Verona-Juventus, dal presidente di Confcommercio Verona Paolo Arena.L'attaccante gialloblù chiude con 424 voti e ben 8 successi di tappa: i tifosi lo hanno infatti eletto migliore in campo nelle partite con Palermo, Fiorentina, Sampdoria, Chievo Verona, Parma, Napoli, Cesena e Sassuolo. Al secondo posto Panagiotis Tachtsidis, migliore in campo in 3 occasioni, con 173 preferenze complessivo; sul terzo gradino del podio Emil Hallfredsson, con 134 voti e 2 primi posti. La top ten si completa con Jacopo Sala (120 voti e 2 successi di tappa) Nico Lopez (94 voti e 1 primo posto), Javier Saviola (61), Juanito Gomez Taleb (58), Bosko Jankovic (53 consensi e 1 primo posto), Artur Ionita (51 consensi e 1 primo posto) e Guillermo Rodriguez (50)."Il Mastino del Bentegodi" - Albo d'OroAntonio Marasco (1999-2000)Martin Laursen (2000-2001)Adrian Mutu (2001-2002)Martins Adailton (2002-2003)Sandro Mazzola (2003-2004)Valon Behrami (2004-2005)Martins Adailton (2005-2006)Gianluca Pegolo (2006-2007)Rafael (2007-2008)Rafael (2008-2009)Giuseppe Pugliese (2009-2010)Emil Hallfredsson (2010-2011)Juan Ignacio Gomez Taleb (2011-2012)Jorginho (2012-2013)Luca Toni (2013-2014)Luca Toni (2014-2015)Classifica "Il Mastino del Bentegodi" contro l'Empoli1) Sala 22 voti2) Obbadi 20 voti3) Fernandinho 19 voti4) Hallfredsson 10 voti5) Toni 6 voti6) Moras 4 voto
CHIEVO
VERONELLO: OGGI   <br/>SI RIPRENDE

VERONELLO: OGGI
SI RIPRENDE

Dopo i due giorni di riposo, questo il programma di allenamenti di questa settimana dei gialloblù.Mercoledì 27/05: allenamento mattutino alle ore 11.00.Giovedì 28/05: amichevole alle ore 16.00 Chievo - Mattarello.Venerdì 29/05: allenamento mattutino alle ore 11.00.Sabato 30/05: rifinitura tecnica alle ore 11.00.Domenica 31/05: 38^ Giornata di Serie A TIM, Fiorentina - Chievo alle ore 20.45 allo stadio Artemio Franchi di Firenze.
ULTIMO NUMERO
"FOCUS TONI" SU   <br/>HELLAS MAGAZINE

"FOCUS TONI" SU
HELLAS MAGAZINE

E' un numero tutto speciale, l'ultimo di questa stagione dell'Hellas Verona Magazine. Protagonista assoluto dell'uscita non poteva che essere lui, Luca Toni, il fresco trentottenne che sabato si giocherà il titolo di capocannoniere del campionato italiano. A lui è dedicato uno speciale Focus, che raccoglie tutte le dichiarazioni di questo anno da capitano, a metterci la faccia nei momenti difficili. Con una piccola anticipazione su un futuro... Che sembra sempre più gialloblù.L'altro grande protagonista è però il fantastico pubblico gialloblù, in particolare la Curva Sud, immortalata nella sciarpata mozzafiato messa in atto durante la sfida con il Chievo, di cui è stato realizzando un fantastico poster in maxi formato in regalo per tutti i nostri lettori.Ecco alcuni degli altri contenuti della nuova uscita della rivista ufficiale dell'Hellas Verona• Focus campionato: i momenti decisivi dell'ultima appassionante stagione dell'Hellas Verona, raccontati in un emozionante percorso a tappe• I numeri della salvezza: tiriamo le somme, con tutte le cifre più curiose del campionato che si conclude sabato. Chi è il miglior passatore gialloblù? Scoprilo con noi• Tante foto esclusive e il racconto delle ultime sfide dei gialloblù• Una ricca parte di match program, alla scoperta della prossima avversaria, la Juventus: la rosa, le curiosità e le statistiche, con la tattica di Allegri spiegata da Simone BaggioTutto questo, come sempre, al piccolo prezzo di un euro.HELLAS VERONA MAGAZINE, DOVE TROVARLO:Da giovedì 28 maggio: all'Hellas Verona Store (via Carlo Cattaneo 2, Verona).Da venerdì 29 maggio: in tutte le edicole di Verona e provincia.Sabato 30 maggio: al Box 6 dello stadio Bentegodi e in tutti i gazebo posti dietro gli ingressi per il pubblico.
BASKET
SCALIGERA CON DIDACT E   <br/>ROBERTO DALLA VECCHIA

SCALIGERA CON DIDACT E
ROBERTO DALLA VECCHIA

La Tezenis Verona sarà a fianco di "Didact, lo Sport fa Scuola", progetto ideato da Luisa Crestani e Roberto Dalla Vecchia, leggendario capitano della Scaligera Basket, che riguarderà le scuole superiori ed in cui la pallacanestro giocherà un ruolo primario. Alla presentazione di Didact, lunedì sera all’Hotel Due Torri di Verona, presente per la Scaligera Basket il direttore dell’area organizzativa Andrea Sordelli.
REGIONALI
Berlusconi in Veneto:    <br/>'Vinceremo noi"

Berlusconi in Veneto:
'Vinceremo noi"

"Sono qui anche se il Veneto non aveva bisogno di una mia presenza perché tutti i sondaggi ci danno prevalenti sulle altre liste e questo é logico per la considerazione che i veneti danno della nostra gestione. Il Veneto ha tanti primati anche per il lavoro e con meno disoccupazione, dato assolutamente positivo": lo ha detto Silvio Berlusconi, oggi a Padova per un incontro elettorale."Se si tratta di macerie loro devono spalare di più". E' stata poi risposta di Berlusconi al premier Matteo Renzi che ieri "ha detto che avevamo lasciato solo macerie"."La politica del futuro dovrebbe essere fatta da persone, non da politici di mestiere e per portare a casa ogni mese uno stipendio. Tutti quelli che ci hanno lasciato hanno dato vita a piccoli partiti che purtroppo sono veramente un disastro per chi é al governo se deve usare questi per avere la maggioranza" ha continuato l'ex premier. Secondo Berlusconi, gli italiani non hanno ancora imparato a votare e i piccoli partiti "nella maggioranza dei casi guardano al loro personale interesse che si identifica purtroppo con le ambizioni politiche dei loro piccoli leader che traggono molte convenienze e posti di potere ma non hanno mai consentito che si modernizzasse il nostro paese".
PERICOLO
Fuga di gas, intossicate   <br/>7 persone a Peschiera

Fuga di gas, intossicate
7 persone a Peschiera

Un'intera famiglia di sette persone, tra le quali due minorenni, è stata ricoverata in ospedale per accertamenti dopo essere rimasta intossicata da una fuga di gas in un appartamento a Peschiera del Garda, in via Alfieri. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza. Le condizioni di salute delle persone intossicate non sono gravi.
CHIEVO
UFFICIALE: MARAN    <br/>RINNOVA FINO AL 2018

UFFICIALE: MARAN
RINNOVA FINO AL 2018

Tre anni di contratto con opzione per altri due. Il nuovo contratto firmato da Maran prevede, dunque, un triennale fino al 2018, con opzione di prolungamento biennale fino al 2020. L'annuncio durante una Conferenza stampa in serata al Bottagisio in cui sono intervenuti, oltre al tecnico gialloblù, il presidente Luca Campedelli e il direttore sportivo Luca Nember.
IL PRESIDENTE PARLA A TELENUOVO
SETTI: "IL PROSSIMO ANNO   <br/>SARO' PIU' PRESENTE"

SETTI: "IL PROSSIMO ANNO
SARO' PIU' PRESENTE"

“La riflessione sui contratti in scadenza finisce la prossima settimana, a campionato finito. La prossima settimana si chiude il cerchio: le decisione definitive non sono state ancora prese. Ci saranno dei cambiamenti, nero su bianco non c'è ancora niente". Così il presidente del Verona Maurizio Setti intervenuto a Telenuovo durante la puntata speciale del “Vighini Show”. I cambiamenti potrebbero riguardare altre figure importanti oltre a Sogliano: "I cambiamenti potrebbero riguardare più di una persona. Deve essere stimolante essere ambiti come società (anche se preciso che nessuno mi ha cercato). Ci sono tante società in deficit: il Verona invece con i conti è a posto. Le plusvalenze non reinvestite? A volte si dicono cazzate: in tre anni ti danno massimo 5 milioni. Sulle plusvalenze di Martinho e Albertazzi sono state dette inesattezze. Iturbe? L’abbiamo venduto a 22 milioni più bonus. Il guadagno di Iturbe è intorno ai 5.7 milioni: si passa da 16,3 milioni ai 22 milioni".Setti parla dei conti del Verona: “Quando sono arrivato a Verona, la società non stava benissimo. Ora in sede ci sono 40 persone con stipendi regolarmente pagati. Nel settore giovanile abbiamo investito 2 milioni di euro. Su 55 milioni di fatturato il Verona spende 70 milioni. Se qualcuno pensa che io mi frega i soldi, si sbaglia di grosso. Il giocatore a parametro zero non è mai a zero: il procuratore chiede sempre dei soldi extra. I costi di Paulinho erano di un milione di prestito con 5 milioni di riscatto”.L’imprenditore carpigiano si focalizza poi su Sogliano: “Chi dice in giro che io non ho speso niente dice solo falsità. Sogliano è la persona più importante che ho avuto in questi anni, Sean ha fatto benissimo, lo ringrazio per il lavoro fatto. Va via? Non è ancora definito nulla. Non c’è rottura con lui, ma si possono prendere anche scelte scomode nella vita. Per lui, io ero il presidente perfetto: era libero di fare quello che voleva. Adesso le decisioni le prenderò principalmente io. Il prossimo anno sarò più presente per il Verona. Mandorlini è un altro che ha fatto benissimo. Lo stadio nuovo? Non è una priorità, se ci fosse la possibilità io rifarei più che altro il Bentegodi. Ma anche qui i costi sono enormi, gli eventuali costi poi dovranno essere divisi con il Chievo, al momento lo stadio non è in cima ai miei pensieri. La vera priorità è la costruzione del centro sportivo”. I giovani prima di tutto: “La programmazione deve essere superiore ad un anno. Noi dobbiamo puntare sui giovani: in certi posti d’Europa fanno giocare metà giovani del vivaio già in prima squadra. Mandorlini è giusto per questo ruolo? Con lui abbiamo già parlato e ci rincontreremo per discutere del futuro”. Setti sembra abbastanza soddisfatto del campionato: “Io credo che la squadra alla fine valeva quella dell’anno scorso. Ho in mente la prima ora giocata bene a Bergamo nella prima giornata. Questo Verona doveva chiudere attorno ai 50 punti. Il problema quest’anno sono stati i tanti gol subiti: è un problema di fase difensiva generale non dei singoli. Ho detto chiaramente allo staff di migliorare questo aspetto. Saviola? Non è stata una scelta condivisa. Il giocatore non si discute ma si vede che non era propedeutico al gioco di Mandorlini”. Infine Setti ammette: "Ho incontrato Bigon nei giorni scorsi". Però ancora nulla è ufficialmente deciso per il direttore sportivo dell'anno prossimo.
VERSO I PLAY-OFF
Giovanili Chievo: <br/>I risultati del week-end

Giovanili Chievo:
I risultati del week-end

Un weekend ricco di vittorie ed emozioni per le squadre del Settore Giovanile del Chievo. Le tre squadre impegnate nei playoff hanno vinto le rispettive partite che consentono a Primavera, Allievi Nazionali e Giovanissimi Nazionali di disputare le finali dei playoff.Di seguito i risultati e i marcatori del fine settimana:PRIMAVERAChievoVerona – Udinese: 3-2Marcatori: 24’ pt Jallow, 4’ st Jallow, 16’ st GhirardiALLIEVI NAZIONALIChievoVerona – Parma: 2-1 d.t.s.Marcatori: 37' st Sbampato, 5' sts Danieli.GIOVANISSIMI NAZIONALIChievoVerona – Trapani: 2-0Marcatori: Di Masi, VignatoGIOVANISSIMI REGIONALIAncora in corso il torneo di Pentecoste "Memorial Martelli-Meroni" di Chiasso (Svizzera).ESORDIENTI PROVINCIALIPrimi classificati alla festa finale del Torneo Esordienti Primavera.PULCINI 3° ANNOChievoVerona – Pescantina: 3-0PULCINI 2° ANNOArbizzano – ChievoVerona: 0-3
VERSO LA JUVE
PESCHIERA: ASSENTE   <br/>MANDORLINI

PESCHIERA: ASSENTE
MANDORLINI

Seduta pomeridiana per i gialloblù sul campo di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore in seconda Roberto Bordin (Andrea Mandorlini assente in regolare permesso concordato con la società) è stata divisa in due gruppi: chi ha giocato contro il Parma ha svolto una seduta defaticante sul campo, mentre chi non ha giocato ha svolto riscaldamento, lavoro atletico, possesso palla e partita.Pierluigi Gollini ha svolto l'intera seduta insieme al gruppo. Lavoro atletico per Ivan Martic. Mounir Obbadi ha effettuato lavoro di recupero in palestra, mentre Eros Pisano ha svolto lavoro differenziato in palestra. Cure fisioterapiche per Juanito Gomez e Artur Ionita.PROGRAMMA ALLENAMENTIMercoledì 27 maggio: seduta pomeridiana (ore 17)Giovedì 28 maggio: seduta pomeridiana (ore 17) a porte chiuseVenerdì 29 maggio: seduta pomeridiana (ore 17) a porte chiuseSabato 30 maggio: Hellas Verona-Juventus (ore 18)
MUNICPALE
Bivacchi in Sottoriva  <br/>Due persone allontanate

Bivacchi in Sottoriva
Due persone allontanate

Allontanate questa mattina in via Sottoriva dalla Polizia municipale due persone di 38 e 32 anni di nazionalità indiana che stavano dormendo sotto un portico. Entrambi in Italia senza fissa dimora e già noti alla Polizia municipale, sono stati controllati e poi multati per violazione alle norme di tutela del decoro contenute nel regolamento di polizia urbana. I due bivacchi sono stati sgomberati e i materiali prelevati dal personale Amia. Altri controlli hanno riguardato i giardini Chiarelli e le aree verdi di San Giorgio e piazza Isolo, dove però non è stata rilevata alcuna irregolarità. Infine, gli agenti hanno fatto prelevare da Amia anche un giaciglio abbandonato sul marciapiede di via G. Trezza, all’altezza del civico 34.
NUOVA LEGGE
Divorzio, corsi azienda  <br/>Progetto pilota a Verona

Divorzio, corsi azienda
Progetto pilota a Verona

Lasciarsi senza rancore e in tempi rapidi grazie al divorzio breve si può imparare in azienda. Sono diverse le imprese medio-grandi della provincia di Verona che hanno istituito dei mini-corsi per i dipendenti con l'ausilio dell'Aiaf, Associazione italiana avvocati per la famiglia e il minore.Lo racconta il presidente veneto Alessandro Sartori che tiene le lezioni coadiuvato da uno psichiatra o da uno psicologo. Le storie finite male o di cui viene prolungata l'agonia per anni, sottolinea l'avv. Sartori, rappresentano un onere per le aziende, che si trovano ad avere dipendenti depressi, poco motivati quando non in piena crisi psicologica. Sartori si dice convinto della bontà del divorzio breve. "Avrà il grande pregio - rileva - di ridurre i costi sociali ed emotivi dei fenomeni disgregativi delle famiglie prolungati nel tempo e vissuti tra ripicche, dispetti, odi e contrapposizioni".
SQUADRA MOBILE
Spaccio in uno stabile <br/>abbandonato, 4 arresti

Spaccio in uno stabile
abbandonato, 4 arresti

Si erano barricati in una stanza all’interno di uno stabile abbandonato per curare indisturbati la loro attività di spaccio ma non avevano fatto i conti con l’attenzione e la presenza dei poliziotti di quartiere e così quattro italiani sono finiti in manette.L’episodio è accaduto in un tardo pomeriggio di settimana scorsa quando, intorno alle 18.30, gli Agenti della pattuglia del poliziotto di quartiere del Commissariato di Borgo Roma hanno notato uno strano movimento nei pressi dell’ex Manifattura Tabacchi di Stradone Santa Lucia. Due individui, un uomo e una donna, visti sgattaiolare fuori dalla cancellata perimetrale parzialmente divelta, una volta sottoposti a controllo sono stati trovati in possesso di tre dosi di sostanza stupefacente.Gli Agenti hanno subito compreso cosa stesse accadendo all’interno del palazzo abbandonato e ne hanno piantonato i punti di accesso fino all’arrivo del personale in borghese della Squadra Mobile. Una volta entrati nel palazzo e raggiunto il secondo piano, i poliziotti hanno sentito delle voci provenire da una stanza in fondo al corridoio. Le voci li hanno portati fino ad una porta a vetri, sbarrata dall’interno da un mobile e dalla quale era stata rimossa la maniglia. Ancora all’esterno, gli Agenti hanno notato nelle stanza una ragazza lanciare dal balcone un marsupio, prontamente recuperato dagli altri poliziotti di guardia nel cortile. Dopo una serie di ripetuti inviti, uno dei “barricati” si è deciso a riposizionare il blocco della maniglia asportato dando modo agli Agenti di accedere nella stanza e trovarvi all’interno quattro persone, tre uomini ed una donna. Contemporaneamente si scopriva che nel marsupio gettato dal balcone era nascosta varia sostanza stupefacente, in diversi volumi e confezionamenti, pronta per essere venduta al dettaglio. Nello specifico, all’interno del marsupio, erano custoditi tre involucri in cellophane con eroina in sasso (83 gr.), quattro involucri contenenti cocaina (17 gr.), un bilancino di precisione, un coltello multiuso per preparare le dosi e due pacchetti di sigarette i quali custodivano rispettivamente 21 dosi di eroina (20 gr) ed 11 di cocaina (2,9 gr.).Una volta perquisita, la ragazza che lo aveva lanciato è poi stata trovata in possesso di varie scatolette di metallo contenenti le stagnole per fumare lo stupefacente e cellophane per confezionarlo.Alla luce di quanto emerso, Z.V. ragazza veronese di 21 anni (pregiudicata per reati in materia di stupefacenti), V.D., 31enne originario di Bari e residente a Castel d’Azzano (pregiudicato per reati contro il patrimonio), R.F., 23enne veronese e C.J., 16enne veronese, sono stati tratti in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente per un totale di 104,4 grammi di eroina e 19,97 grammi di eroina.Il GIP, convalidato l’arresto, ha poi disposto la misura della custodia in carcere per la ragazza mentre i due maggiorenni sono stati liberati in attesa del processo. Il minorenne, invece, è stato affidato ad una comunità di recupero.
CONCERTO
Al Bano e Romina       <br/>in Arena il lieto fine

Al Bano e Romina
in Arena il lieto fine

Si può amarli, odiarli, oppure disinteressarsene completamente. Però c’è una cosa che non si può fare. Pensarli divisi. Al Bano e Romina sono una coppia, indissolubile. La loro separazione, vent’anni fa, se la ricordano tutti. Quasi come un dolore personale. E se c’è chi lo nega, l’entusiasmo che hanno raccolto per il loro riavvicinamento, artistico, non mente. A Sanremo è stato il tripudio e ora, Il 29, saranno sul palco dell’Arena, insieme dopo 21 anni. Ad annunciarlo in un incontro con la stampa lo stesso Al Bano. Avrebbe dovuto esserci anche lei, ma per altri impegni ha dovuto dare forfait. Tranquilli, non abbiamo litigato, è stato il commento del cantante pugliese. Al Bano, che hai nostri microfoni ha ripercorso questi vent’anni. Partendo dal momento in cui si sono ritrovati “La prima volta che abbiamo provato insieme -racconta Al Bano- eravamo a Mosca, la terra del ghiaccio. E noi eravamo così, due pezzi di ghiaccio. Poi il tempo, l’intelligenza ,la maturità, la storia che c’è stata tra di noi che è stata importante, intensa, dolce, amara. Tutte queste cose ci hanno portato a scioglierci”. L’amore, la carriera, i figli, la scomparsa della primogenita Ylenia, e poi la guerra in tribunale. Tasselli che ora pare si stiano rimettendo a posto. Dal palcoscenico alla vita“Quando Romina ha accettato di salire di nuovo sul palco con me abbiamo fatto parecchie esperienze divertendoci a riscoprire come eravamo. Sempre ovviamente tendendo presente che le nostre vite sono cambiate, che le nostre strade hanno preso indirizzi diversi, e non per scelta mia. Ma le scelte delle donne vanno sempre rispettate, anche perché non c’era alternativa. L’unica alternativa era recuperare il rispetto perché purtroppo per vent’anni ho dovuto cantare nelle aule del tribunale ed è una cosa che ho detestato”. Il 29, sul palco con loro, tanti altri Ricchi e Poveri, Kabir Bedi, Massimo Lopez, Tullio Solenghi, Umberto Tozzi, Michele Placido, Pippo Baudo. Ma soprattutto loro.“Il lieto fine -dice Al Bano- lo abbiamo raggiunto con un meraviglioso accordo e senso del rispetto, che è la cosa più importante”.E alla domanda che Felicità si possa cantare, dopo 21 anni, questa la risposta. “Si canta la felicità che conoscevamo prima e che è giusto riabbracciare prima, dopo e durante”. E il cinismo lo lasciamo stare. A chi dice che siano tornati insieme solo per i soldi non ci vogliamo credere. Perché alla fine Albano e romina sono per l’immaginario collettivo una cosa sola. E tornando insieme è come se regalassero un po’ a tutti la gioia, romantica, del lieto fin
PARLA IL SERBO
JANKOVIC: "PERCHE' NON   <br/>RIMANERE A VERONA?"

JANKOVIC: "PERCHE' NON
RIMANERE A VERONA?"

"Io qua sto bene, sono felice, Verona è un’ottima piazza, una bella città e i nostri tifosi sono molto calorosi. Quindi, perché non rimanere?". Così Bosko Jankovic intervenuto a Radio24. Una stagione vissuta spesso in infermeria: "E’ stata un'annata particolare, mi sono rotto perone e malleolo, ma quando la squadra aveva bisogno di rinforzi sono tornato. Il futuro? Non so, non ho ancora parlato con la società, non si sanno ancora tante cose, ma a giorni ci diranno di più".Il centrocampista serbo dispensa auguri speciali per il capitano: "Toni è una grande persona, ho avuto pochi compagni come lui, in campo e anche fuori è il numero uno. E’ un ottimo calciatore che sta bene fisicamente, speriamo rimanga anche l’anno prossimo e che faccia ancora tanti gol con il Verona. Il suo segreto? Quello che sta facendo non è un caso, lui è un professionista, si è sempre allenato e non ha mai saltato una seduta, in questo campionato e anche nello scorso non ha mai saltato una partita. Se rimarrà a Verona? Dipende solo da lui, per come lo vedo io sta molto molto bene. Gli faccio gli auguri per il suo compleanno".
CONCORSI E SCIOPERO
Giorni di fuoco per Atv   <br/>tra concorso e sciopero

Giorni di fuoco per Atv
tra concorso e sciopero

Per Atv sono letteralmente giorni di fuoco. Domani 75 persone verranno assunte dall’azienda dopo che in 2500 hanno presentato la candidatura nei due giorni in Fiera. E sono numeri davvero importanti se si pensa che Atv ha chiuso l’esercizio 2014 con un bilancio in attivo di oltre 1 milione e 700 mila euro. Un’azienda in attivo e che assume si propone davvero come punto di riferimento sul territorio. Spazio dunque a nuovi autisti ma anche impiegati e meccanici per la soddisfazione dei vertici Bettarello e Zaninelli. Accanto però al concorso sono giorni frenetici per lo sciopero indetto dai rappresentanti sindacali dei trasporti. Tre ore dalle 9 alle 12 domani con un concentramento degli aderenti in mattinata in stazione Porta Nuova. Sul tavolo la discussa questione della vendita biglietti da parte degli autisti con controllo visivo della situazione. E se la vendita può essere ancora tollerata le associazioni sindacali dicono no al controllo che deve essere per forza di cose effettuato da un addetto specifico che possa garantire la sicurezza agli utenti e la regolarità del trasporto. Insomma il tema resta bollente e per il momento le posizioni ancora distanti.
L'Opinione
ON AIR
25.05.2015
TgVeneto
ON AIR
27.05.2015
Rosso & Nero
ON AIR
27.05.2015
Padova in Diretta
ON AIR
25.05.2015
Verona in Diretta
ON AIR
25.05.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
24.05.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
24.05.2015
Vighini Show
ON AIR
20.05.2015
Alè Verona
ON AIR
25.05.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
26.05.2015
Alé Padova
ON AIR
25.05.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
30.04.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Studionews Rete Nord Pubblicità

LA CASA DI PAPI
27.05.2015

LA CASA DI PAPI

BIO PIZZA
26.05.2015

BIO PIZZA

AFFI TENNIS
25.05.2015

AFFI TENNIS

SIGNORPANINO
25.05.2015

SIGNORPANINO

Palinsesto