• ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.30 e alle 20 prima dei Tg.. è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • TERRA E NATURA

    Ogni sabato prima dei Tg

    Rubrica di approfondimento su temi di attualità legati al mondo agricolo, le realtà industriali della nostra terra, il commercio, l’artigianato, ma anche viaggi, eventi, salute e benessere legati a tematiche “verdi”

AMICHEVOLE
Tezenis, al Palaferroli  <br/>il debutto stagionale

Tezenis, al Palaferroli
il debutto stagionale

Questa sera, mercoledì 2 settembre, prima uscita stagionale della Tezenis che alle 19 affronta in amichevole Stanford, prestigiosa università della California vincitrice del titolo Ncaa nel 1942, alle Final Four nel 1998, alle Final Eight nel 2001, alle Final Sixteen nel 1997 e l’anno scorso. I biglietti sono in vendita dalle 17 al PalaFerroli. Ingresso gratuito per gli under 13.
CONCESSIONE
Aeroporto Brescia,   <br/>decide Corte Europea

Aeroporto Brescia,
decide Corte Europea

"Tutte le sentenze vanno rispettate. Studieremo le carte per capire meglio e valutare". Lo ha detto il presidente di Catullo Spa, Paolo Arena, dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato che ha rinviato alla Corte Europea la decisione sulla concessione quarantennale dell'aeroporto di Brescia-Montichiari che era stata affidata alla società che gestisce anche lo scalo di Verona. "Certo è che - ha spiegato Arena - adesso si pone un problema politico". "L'aspetto singolare - ha aggiunto - è che la concessione quarantennale di Montichiari venga messa in discussione in un Paese dove l'assegnazione iniziale o le procedure di rinnovo delle concessioni sono stati portati a termine senza alcuna gara in molti scali, compreso quello di Bergamo gestito dalla Sacbo".
GIUBILEO
Tosi: L'Italia non ha   <br/>bisogno di amnistie

Tosi: L'Italia non ha
bisogno di amnistie

"L'Italia ha bisogno di tutto tranne che di amnistia e indulto. Per sovraffollamento carceri si usino caserme dismesse!". Lo scrive su twitter il sindaco di Verona, Flavio Tosi.
SINISTRA
Fino al 6 settembre    <br/>Festa in Rosso a Verona

Fino al 6 settembre
Festa in Rosso a Verona

Questa sera, mercoledì 2 settembre, presso l'area verde di Quinzano, di fronte alle piscine Santini, avrà inizio l'ormai tradizionale Festa in Rosso edizione 2015.L'appuntamento della sinistra veronese, alle ore 21, incomincia con un dibattito di rilievo dal titolo: "Il tempo è ora!!! Costruiamo "la casa comune" della sinistra intiliberista.Incontro con Paolo Ferrero segretario nazionale di Rifondazione Comunista.Sarà l'occasione per un confronto approfondito sulla situazione del paese, sconquassato dalla crisi e dalla politica di destra del governo Renzi, ma soprattutto per verificare lo stato delle cose verso la ricomposizione della sinistra italiana, fino ad ora troppo divisa per poter essere efficace."Lo spostamento a destra del Pd- spiega il segretario provinciale Fiorenzo Fasoli - lascia ampi spazi politici a sinistra e l'esigenza di una alternativa al neoliberismo imperante impone la necessità di cogliere le disponibilità da più parti manifestate per aprire una nuova prospettiva che riprenda a mettere al centro le persone, i loro diritti, la giustizia sociale, i beni comuni e la democrazia. E' una questione di rilevanza nazionale, ma con interessanti risvolti anche locali".Come al solito alla festa ci sarà la libreria, lo stand di solidarietà con Cuba e gli stand enogastronomici a cominciare dall'osteria con i vini doc ed il lavarello alla brace, la cucina con le sue gustose proposte e la birreria.Non mancheranno i banchetti delle associazioni e dei prodotti artigianali. La festa durerà fino a domenica 6 settembre.
INCIDENTE
Auto investe bici <br/>Ferito anziano

Auto investe bici
Ferito anziano

Ancora un investimento di ciclista. Un 87enne è rimasto ferito dopo essere stato investito in via Torrente Vecchio da una Fiat Punto guidata da una donna.L'anziano, che era in sella ad una bici elettrica, è stato trasportato all'ospedale di Borgo Trento; non è in pericolo di vita, ma le sue condizioni sono serie. La conducente dell'auto è risultata negativa all'alcoltest effettuato dalla Polizia municipale.
DECESSO
Muore passante,     <br/>via Isonzo bloccata

Muore passante,
via Isonzo bloccata

Via Isonzo è stata chiusa al traffico, questa sera, per consentire l'intervento ai sanitari e poi ai necrofori in seguido al decesso di un 54enne di San Pietro in Cariano, morto per cause naturali: l'uomno si è accasciato per un maloro subito dopo essere sceso dalla sua auto.La centrale del 118 ha ricevuto l'allarme, ma quando l'ambulanza è arrivata per il 54enne non c'era nulla da fare.Sul posto anche le Volanti della Questura che hanno chiuso la via al passaggio delle auto.
SECONDO BIGON LO SVEDESE E' PRONTO
Helander? Ha più   <br/>esperienza di tanti

Helander? Ha più
esperienza di tanti

Helander? "Non possiamo considerarlo un giovane. Ha giocato titolare nel Malmoe che è la Juventus di Svezia, ha giocato dieci partite in Chanpions League... Da questo punto di vista ha molta più esperienza di tanti altri nostri giocatori, tolti naturalmente i campioni della squadra...".Parole di Riccardo Bigon che ieri ha dipinto lo svedese come giocatore già pronto per Mandorlini. Helander è ancora fermo per colpa di un infortunio (sta recuperando) ma dopo la sosta sarà a disposizione. Un'arma in più per il mister.Bigon ha anche confessato che Helander è costato meno di quanto scritto sui giornali. "Meno di un milione?" gli è stato chiesto "Molto meno" ha detto con un sorriso il ds che poi ha aggiunto: "Poi le cifre esatte ve le dirà il dg Gardini".
MERCATO
E' lo staff la grande   <br/>forza di Bigon

E' lo staff la grande
forza di Bigon

Souprayen? "Trovato dallo staff". Così ieri Riccardo Bigon ha sorpreso tutti in conferenza stampa, parlando del francese arrivato a parametro zero. La più bella rivelazione del Verona in queste due partite è il frutto della ricerca dei tre collaboratori che Bigon si è portato da Napoli.Uno "staff" che ha costi molto alti ma che nelle intenzioni di Setti dovrebbe avere la capacità di scandagliare il mercato alla ricerca di colpi a bassa spesa che possano poi creare ricchezza per la società. Bigon da anni lavora in team con il responsabile Area Scouting Maurizio Micheli, con il Coordinatore Scouting Marco Zunino e con l'International Scouting Leonardo Mantovani. "Io vivo con la squadra" ha confessato Bigon alla chiusura di mercato, confermando più un ruolo da team manager che da ds "e vedo poche partite. E' il mio staff che gira e cerca nuovi talenti". Come Souprayen che può diventare il primo crack dell'era Bigon.
L'ARRIVO DI PINZI
Quel "tagliaboschi"   <br/>perfetto per Maran

Quel "tagliaboschi"
perfetto per Maran

Si era definito un "tagliaboschi". Cioè uno capace di fare legna. Generoso e tatticamente perfetto, Giampietro Pinzi è tornato al Chievo.Era il tassello che mancava. Senza Izco e senza Radovanovic infortunati, Nember cercava un centrocampista duttile e polivalente. Nulla di meglio di Pinzi che già conosceva il Chievo perfettamente.Al tempo di Di Carlo, proprio Pinzi era diventato un'arma fondamentale. Nella disperata rincorsa alla salvezza (che arrivò), Di Carlo impostò Pinzi come vertice alto del suo rombo di centrocampo. Intuizione geniale. Pinzi non era sicuramente un trequartista di fantasia, ma diventava il primo tassello del pressing asfissiante del Chievo che iniziava già sulla trequarti campo. Quel Chievo non era bello da vedere, ma terribilmente efficace in fase difensiva. Ora Pinzi si ritrova nella macchina perfetta costruita da Maran. Potrà fare vari ruoli, sempre con quell'agonismo che lo contraddistingue. Il "tagliaboschi" è tornato.
IL VERO ACQUISTO
Mercato chiuso   <br/>Ora il vero Sala

Mercato chiuso
Ora il vero Sala

Mercato chiuso, sirene che non cantano più. Ora il Verona deve rivedere il vero Sala. E' stato lui, alla fine, il vero acquisto dell'Hellas. Doveva partire, ma l'offerta giusta non è arrivata. Nè il Napoli, nè l'Inter, nè la Fiorentina hanno dato al Verona ciò che veniva richiesto: sette milioni di euro.Ora però tocca a Sala. Ha detto Bigon che sarà il campo a fare la valutazione del giocatore indipendentemente dai due anni di contratto.Ma è necessario che Sala torni ad essere quello della scorsa stagione. Un giocatore con un passo devastante, generoso, capace di creare superiorità, di buttarsi in tutte le azioni d'attacco.C'è chi dice che Sala abbia risentito in questo primo scorcio di stagione di tutte le voci che lo hanno accompagnato: ma Mandorlini e Bigon giurano sulla sua stabilità. Allora più semplicemente è una questione fisica, visto che Sala non ha giocato bene nè con la Roma, nè tantomeno a Genova. Non appena tornerà un po' di gamba, il Verona ritroverà anche il vero Sala. E forse, a mercato chiuso, sarà anche più facile.
REGIONE
Prorogata la caccia  <br/>al cinghiale

Prorogata la caccia
al cinghiale

Caccia al cinghiale prorogata nella Provincia di Verona per il 2015/2016: a stabilirlo è la delibera della Giunta regionale n.1027 del 4 agosto che proroga per tutta la stagione 2015/2016 il regime sperimentale venatorio sperimentale attivato dalla Provincia di Verona per la caccia al cinghial. "Ormai non si parla più di 'problema' ma di una vera e propria emergenza cinghiali - commenta il consigliere regionale Giovanna Negro, di Veneto del Fare - oltre agli ingenti danni alle coltivazioni e ai mezzi agricoli in Lessinia, il pericolo è ormai quello degli incidenti stradali per l'elevato numero di questi animali che, specie con il buio, scorrazzano liberamente e attraversano le strade all'improvviso. Quindi non si parla più di soli danni all'agricoltura ma di situazioni di pericolo per la sicurezza dei cittadini". La problematica dei cinghiali non riguarda solo la montagna e la collina scaligera ma è un fenomeno di cui soffrono anche altre province e regioni, per questo il consigliere regionale veronese auspica "che questa delibera sia apripista anche per altri luoghi messi a dura prova da questi animali selvatici ed è proprio la normativa che deve tutelare le persone con regole specifiche per risolvere la problematica". I risarcimenti per i danni non risolvono infatti il problema: "Gli indennizzi non sono sufficienti - aggiunge Negro - perché coprono, a posteri, una percentuale minima dei danni subiti dagli agricoltori e non si risolve la questione, poiché i cinghiali continuano ad aumentare e creare disastri. Lasciare che la situazione sfugga di mano significa veder sparire contadini e colture, in barba alla sicurezza ambientale e con pessime conseguenze per i territori che verranno abbandonati. Questo passo istituzionale - conclude il consigliere di Veneto del Fare - è uno snellimento burocratico per i cacciatori e un tentativo efficace di limitare il fenomeno che inizia ad interessare anche i paesi e le zone abitate".
INCIDENTE
Ciclista investito    <br/>da pirata della strada

Ciclista investito
da pirata della strada

Brutto incidente a Colognola ai Colli dove un giovane ciclista per cause ancora in corso d'accertamento è stato investito da un'auto il cui conducente si è allontanato senza prestare soccorso. Sul posto automedica, ambulanza e polstrada: il ragazzo che ha rimediato un trauma cranico è stato trasportato all'ospedale di Borgo Trento.
VERSO L'INIZIO DEL CAMPIONATO
Cunico suona la   <br/>sveglia al Padova

Cunico suona la
sveglia al Padova

La sconfitta brucia, senz'altro, perché si trattava della prima in casa e la squadra ci teneva a fare bella figura davanti al suo pubblico. Ma giudicando a mente fredda la sfida di Coppa che ha sancito l'eliminazione del Padova dalla competizione per mano del Pordenone, il capitano Marco Cunico, prova a guardare avanti, con la consapevolezza che il campionato è appena all'inizio e tempo per migliorare ce n'è. "Credo nelle batoste in Coppa Italia perché, se interpretate bene, ti fanno stare sempre sul pezzo - ha commentato il centrocampista - Bruciano nell'immediato ma alla lunga ti fanno da lezione. Abbiamo ampi margini di crescita, dobbiamo solo andare avanti e lavorare". Ora l'obiettivo resta il campionato. Imperativo, unico e semplice: che il Padova faccia il Padova. Solo così può arrivare un risultato positivo e l'amarezza dei tifosi può tornare a trasformarsi in gioia e orgoglio di essere biancoscudati.
MUSICA
Festival Show, finale  <br/>il 9 settembre in Arena

Festival Show, finale
il 9 settembre in Arena

Mercoledì 9 settembre, a partire dalle 20.30, si terrà in Arena la finale del Festival Show, ottava ed ultima tappa della kermesse itinerante di Radio Birikina e Radio Bella & Monella promossa dal Comune di Verona.Lo spettacolo avrà ingresso gratuito e vedrà esibirsi, fra gli altri, Patty Pravo, Marco Masini, Max Pezzali, Paola Turci, Nek, Alex Britti, Anna Tatangelo, Francesca Michielin, Dolcenera, Marco Carta, gli Zero Assoluto e Paolo Belli. Durante la serata si esibiranno anche i veronesi Susanna Gecchele e Kyra’s band. Saranno inoltre presenti i giovani Benji & Fede e Il Pagante.L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dal Sindaco Flavio Tosi, insieme al coordinatore dell’evento Paolo Baruzzo. A condurre la maratona canora sarà Giorgia Palmas.“Si tratta di una tradizione ormai consolidata nel tempo – ha detto Tosi -Festival Show fece il suo esordio a Verona otto anni fa da piazza San Zeno, poi in piazza Bra e dallo scorso anno, visto l’affetto del pubblico e quindi le elevate presenze, in Arena. Aver creduto assieme a questo progetto ha permesso al Festival di crescere e di affermarsi e alla città di Verona di avere una vetrina importante che sa unire musica, bellezza e solidarietà”.Le coreografie saranno della summer crew di Etienne Jean-Marie, accompagnata dall’Orchestra ritmico sindonica italiana diretta dal maestro Diego Basso.Durante la serata si esibiranno anche dei giovani in concorso, che saranno valutati da una giuria tecnica, e sfileranno le ragazze della prima edizione del concorso "Miss Diadora Glam Fit".Tutta la serata sarà ripresa dalle telecamere di Agon channel (canale 33) e Antennatre che la trasmetterà domenica 13 settembre. La diretta, invece, si potrà ascoltare su Radio Birikina e Radio Bella & Monella.Agli ingressi in Arena sarà promossa una raccolta di offerte, che andranno ad aggiungersi agli oltre 500 mila euro raccolti in questi anni da Festival Show a favore della Fondazione Città della Speranza di Padova, impegnata nella ricerca e cura delle malattie infantili, il cui socio fondatore è Roberto Zanella, editore del polo radiofonico di Castelfranco Veneto. L’ingresso alla serata è gratuito, previa prenotazione: sono ancora disponibili i biglietti in gradinata. Per prenotare basta chiamare il numero 8956060665 (costo massimo della chiamata 0,98 euro al minuto). I biglietti per accedere in Arena potranno essere ritirati il giorno dello spettacolo a partire dalle ore 10. L’apertura dei cancelli è prevista per le ore 19.
COPPA ITALIA
Verona-Pavia il   <br/>2 dicembre

Verona-Pavia il
2 dicembre

La partita Hellas Verona-Pavia, valida per il quarto turno eliminatorio della Coppa Italia, si giocherà mercoledì 2 Dicembre 2015. L’orario della gara e l’eventuale copertura televisiva saranno comunicati successivamente.
MERCATO CHIUSO
Cucchiara è l'ultimo   <br/>rinforzo del Padova

Cucchiara è l'ultimo
rinforzo del Padova

Ieri sera il direttore sportivo Fabrizio De Poli ha ingaggiato, nell'ultimo giorno di mercato, un giovane attaccante del 1995: si tratta di Sergio Cucchiara, proveniente dalla Primavera del Trapani. Il giocatore si aggregherà al gruppo biancoscudato alla Guizza domani.
FINITA LA SESSIONE ESTIVA
Verona, Mercato 2015   <br/>Tutte le operazioni

Verona, Mercato 2015
Tutte le operazioni

Questo il riepilogo completo, nel dettaglio, delle operazioni di calciomercato dell'Hellas Verona per la sessione estiva 2015.ACQUISTIGiampaolo Pazzini: tesserato da svincolato.Luca Siligardi: tesserato da svincolato.Matteo Bianchetti: acquisito a titolo definitivo dalla società F.C. Internazionale.Federico Viviani: acquisito a titolo definitivo dalla società A.S. Roma.Samuel Souprayen: tesserato da svincolato.Michelangelo Albertazzi: acquisito a titolo definitivo dalla società AC Milan.Filip Viktor Helander: acquisito a titolo definitivo dal Malmö Fotbollförening.Claudio Winck: acquisito a titolo temporaneo con opzione per l'acquisizione definitiva dalla società Sport Club Internacional.Ferdinando Coppola: tesserato da svincolato.Pawel Wszolek: acquisito a titolo temporaneo con diritto di opzione e contro opzione dalla società U.C. Sampdoria.CESSIONIAlimeyaw Salifu: ceduto a titolo temporaneo con opzione e contro opzione alla società U.S. Latina Calcio.Michael Rabusic: ceduto a titolo temporaneo alla società FC Slovan Liberec.David Speziale: ceduto a titolo temporaneo alla società US Pistoiese 1921.David Nicolas Andrade: ceduto a titolo temporaneo con opzione e contro opzione alla società Trapani Calcio.Simone Calvano: ceduto a titolo temporaneo con diritto di opzione e contro opzione alla società Teramo Calcio 1913.Lorenzo Ferrari: ceduto a titolo temporaneo alla società A.C. Rimini 1912.Alejandro Gonzalez: ceduto a titolo temporaneo alla società Ternana Calcio.Ivan Martic: ceduto a titolo definitivo alla società Spezia Calcio.Mattia Valoti: ceduto a titolo temporaneo con diritto di opzione e contro opzione alla società Pescara Calcio 1936.Francesco Zampano: ceduto a titolo definitivo alla società Pescara Calcio 1936.Pierluigi Cappelluzzo: ceduto a titolo temporaneo con diritto di opzione e contro opzione alla società Pescara Calcio 1936.Ernesto Torregrossa: ceduto a titolo temporaneo alla società Trapani Calcio.Ânderson Miguel da Silva 'Nenè': ceduto a titolo definitivo alla società Spezia Calcio.Hysen Memolla: ceduto a titolo temporaneo alla società FC Koper.Filippo Boni: ceduto titolo temporaneo alla società all’A.C. Prato 1908.Pasquale De Vita: ceduto a titolo definitivo alla società Trapani Calcio.Enrico Bearzotti: ceduto a titolo temporaneo alla società Calcio Padova.Simon Laner: ceduto a titolo temporaneo con diritto di riscatto alla società FC Chiasso 1905.Charalampos Kiakis: ceduto a titolo temporaneo alla società FK Partizan Tirana.Ivano Baldanzeddu: risoluzione consensuale contratto.Gennaro Esposito: risoluzione consensuale contratto.Fabio Alba: risoluzione consensuale del contratto.Alessandro Gatto: risoluzione consensuale del contratto.Mame Fily Sall: risoluzione consensuale del contratto.Paolo Grossi: risoluzione consensuale del contratto.Lazaros Christodoulopoulos: ceduto a titolo temporaneo con diritto di opzione e contro opzione alla società U.C. Sampdoria.
MALAVITA
Banditi al ristorante,     <br/>rubati 50mila euro

Banditi al ristorante,
rubati 50mila euro

Colpo da cinquantamila euro al ristorante "Cristina e Franco" a Peschiera.I malviventi si sono introdotti nel locale e hanno forzato la cassaforte rubando tutto l'incasso dei giorni precedenti. I titolari del ristorante, che nella centrale piazza Aleardi, si sono accorti del furto solo alla riapertura del locale, quando hanno trovato forzati il lucchetto che chiudeva il cancello d'ingresso ed una porta a vetri.Sul colpo indagano i Carabinieri della Compagnia di Peschiera.
TELECAMERA
Preferenziale stazione   <br/>Arrivano multe a raffica

Preferenziale stazione
Arrivano multe a raffica

I primi dati estratti dal varco elettronico installato a protezione della corsia preferenziale davanti alla Stazione ferroviaria di Porta Nuova hanno registrato, nel periodo di osservazione dal 10 al 24 agosto, un totale di 1.272 veicoli transitati irregolarmente. In poco più di due settimane, infatti, dei 1.469 veicoli che sono transitati più volte sulla corsia riservata, solo 197 sono risultati autorizzati a circolare: mezzi per il trasporto pubblico (ATV, AMT e Taxi), mezzi di soccorso (Croce Rossa Italiana), mezzi delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate, veicoli adibiti a noleggio con conducente, mezzi dell’AMIA, veicoli a servizio delle persone disabili. Il nuovo varco elettronico installato per la protezione della corsia preferenziale davanti alla Stazione ferroviaria in Piazzale XXV Aprile è stato allacciato alla rete elettrica nel mese di agosto ed ha cominciato ad inviare dati alla Centrale della Mobilità per i test funzionali. Le attività di rilevamento vere e proprie (con registrazione delle immagini e delle targhe rilevate) sono iniziate il 10 agosto e stanno proseguendo tuttora sotto il controllo della Centrale della Mobilità, in stretta collaborazione con l’Ufficio Varchi ZTL della Polizia municipale. Le verifiche congiunte sono finalizzate a rilevare le targhe dei veicoli che transitano sulla corsia preferenziale, per accertare la presenza nelle banche dati comunali della necessaria autorizzazione al transito. “È quindi estremamente importante rispettare sin d’ora le disposizioni circolatorie vigenti -è l'appello rivolto agli automobilisti dal Comandante Luigi Altamura- perché dalla mezzanotte del prossimo 14 settembre il varco elettronico comincerà a sanzionare in automatico i veicoli che non risulteranno autorizzati al transito. Meglio quindi abituarsi fin da ora a rispettare le regole per non incorrere nelle sanzioni previste e che al momento possono essere già comminate dal personale della Polizia municipale presente in piazzale XXV Aprile”.
LA CONFERENZA STAMPA DEL DS
Bigon: non è colpa    <br/>della difesa...

Bigon: non è colpa
della difesa...

Giù le mani dalla difesa. Bigon è chiaro. Nella conferenza stampa di fine mercato, l'accento cade (ancora una volta) su questo tema. Spiega il ds: "A Verona il dibattito è particolarmente acceso su questo tema. Colpa della difesa. E spesso si dice colpa dei due centrali. Francamente non capisco perchè. Il problema non è lì. Bisogna capire come gioca una squadra. Il Napoli di Benitez attaccava tanto e segnava oltre 100 gol a stagione. Ne incassava 50: cosa importa? Il Verona fa questo tipo di calcio, un calcio propositivo. In questi anni però ha sempre segnato tanto".Ma la questione è stata sollevata anche da Luca Toni, domenica a fine gara ("Bisognerà prendere meno gol, perchè là davanti non sempre si può buttarla dentro..."). E Bigon replica: "Non ho bisogno di ascoltare Luca Toni in conferenza stampa per sapere il suo pensiero. Frequento la squadra dalla mattina alla sera e so cosa pensa Toni. Credo che dopo la gara con il Genoa nessuno stesse bene. Io non ci ho dormito la notte. E credo neanche Luca".Ma al Verona non sarebbe servito un difensore veloce? Aggiunge Bigon: "Una volta Benitez disse che gli sarebbe servito un difensore veloce, bravo di testa, forte fisicamente... Ma non è facile trovare giocatori che abbiano tutte queste caratteristiche".Bigon ritiene Sala il grande acquisto: "Non volevamo svenderlo. Tra una mancata cessione e il fatto di averlo tenuto e come se il presidente avesse tirato fuori dei soldi". Ma come mai è stato fatto solo un biennale a Sala? Non lo ha penalizzato nei confronti degli acquirenti? "Non credo. Non è importante la durata. Se Sala farà quello che deve fare il suo valore sarà determinato dal campo".Chiarezza sull'ingaggio di Romulo: "Non gli è stato decurtato nè spalmato". Quindi prende oltre un milione di euro? "Prende quello che prende..." la risposta evasiva di Bigon.Tra i giocatori che si sono messi in luce c'è stato Souprayen: "Francamente io sono un uomo di campo. Souprayen l'ha scoperto il mio staff" risponde Bigon "ma posso dirvi che per come si è comportato nella trattativa avevo capito che aveva una grande personalità".Sullo scambio Lazaros-Wszolek e sulla gestione del giocatore greco messo fuori rosa, Bigon non ha pentimenti: "Ovviamente lo rifarei. Abbiamo avuto tante proposte di scambio per Lazaros. Alla fine abbiamo fatto questa perchè era il giocatore che volevamo. E comunque se non fosse partita Lazaros sarebbe stato reintegrato...".Chiosa finale: "Siamo il Verona, bisogna ricordarlo. Non l'ha detto nessuno che dobbiamo fare calcio champagne. Bisogna salvarsi e ci saranno momenti duri".
NUOVO ACQUISTO
Wszolek     <br/>sceglie il 13

Wszolek
sceglie il 13

Pawel Wszolek è arrivato stamattina in sede a Verona. Le visite mediche sono in programma nel pomeriggio, intanto il calciatore polacco ha scelto la maglia numero 13. La presentazione del calciatore è in programma giovedì 3 settembre (ore 14.15, salvo contrordini) nella sala stampa di via Belgio 12.
L'Opinione
ON AIR
07.08.2015
TgVeneto
ON AIR
02.09.2015
Rosso & Nero
ON AIR
10.07.2015
Padova in Diretta
ON AIR
26.06.2015
Verona in Diretta
ON AIR
26.06.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
30.08.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
16.08.2015
Alè Verona
ON AIR
31.08.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
06.06.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Redazionali

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di TgBiancoscudato.it

Palinsesto

INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA