• TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Telenuovo

TGVERONA
21.08.2014
TGGIALLOBLÙ
22.08.2014
TGPADOVA
21.08.2014
TGBIANCOSCUDATO
21.08.2014
ARRESTO
Tenta di rapire bambina     <br/>E' nato a Villafranca

Tenta di rapire bambina
E' nato a Villafranca

Ha rischiato il linciaggio Marco Rosadoni, il musicista 49enne originario di Villafranca, che ha tentato di rapire una bambina a Roma, venendo bloccato dai passanti inferociti.La bimba è stata presa alle spalle all' improvviso dall'uomo che ha cercato di strapparla dalla mano della nonna, in pieno giorno, e di portarla via con sé. Vittima del tentato rapimento una bimba italiana di appena 2 anni. E così, in pochi istanti, una passeggiata verso il parco si è trasformata in un incubo per la bimba, il suo fratellino e la nonna, 52 anni di origini moldave, che li stava accompagnando. E' accaduto a Roma in via Turno, nel quartiere Appio, nei pressi dell'ingresso di Villa Lazzaroni. L'uomo, incensurato, dopo aver osservato i tre per alcuni minuti ha aspettato che si fermassero a un semaforo in attesa di poter attraversare. All'improvviso ha spinto la donna scaraventandola per terra e ha tentato di prendere la piccola. Nonostante fosse in terra, ferita, la nonna si è opposta con tutte le sue forze aggrappandosi alla nipotina per evitare che quello sconosciuto la rapisse. Ad assistere alla scena terrorizzato anche il fratellino di 11 anni della bimba, scoppiata in lacrime. L'uomo è stato arrestato poco dopo grazie all'intervento di alcuni passanti che non si sono girati con indifferenza dall' altra parte, ma si sono precipitati a bloccarlo e hanno dato l'allarme al 113. Quando gli agenti di una volante in transito sono arrivati sul posto, il 49enne ha cercato invano di scappare, ma è stato arrestato poco dopo. Nato a Villafranca e residente fino a poco tempo fa nel quartiere Tuscolano, ha rischiato di subire un vero e proprio linciaggio da parte di alcuni cittadini 'inferociti' che si sono radunati lungo la strada. Quando è stato fermato ha provato a depistare gli agenti facendo credere di essere un inglese, ma i documenti hanno svelato la sua identità. "Volevo salvare la bambina. Solo con me i bimbi stanno al sicuro. Non gli avrei fatto del male" avrebbe detto ai poliziotti del commissariato Appio, guidati da Alfredo Luzi, per giustificare il suo comportamento. Gli investigatori ipotizzano che si tratti del gesto di un folle e non di un rapimento premeditato.L'uomo si trova ora nel carcere di Regina Coeli con l'accusa di tentato sequestro di persona e lesioni. Ancora scossa la nonna della bambina. "E' stato un incubo" avrebbe confidato la donna che qualche ora dopo ha sporto denuncia alla polizia. E oltre al trauma psicologico rimane quello fisico. Nella caduta ha sbattuto la testa contro il palo del semaforo e, medicata in ospedale, guarirà in 10 giorni.
TIM CUP
Sassuolo - Cittadella:  <br/>il tabellino della gara

Sassuolo - Cittadella:
il tabellino della gara

SASSUOLO-CITTADELLA 4-1Marcatori: 12' Zaza (S), 32' Coralli (C), 53' e 83' Sansone (S), 92' Floro Flores (S)SASSUOLO: Pomini; Gazzola, Antei, Ariaudo, Peluso; Biondini (85' Chibsah), Magnanelli, Missiroli; Berardi (80' Floro Flores), Zaza (80' Pavoletti), Sansone.A disp: Polito, Cannavaro, Acerbi, Terranova, Longhi, Brighi, Kurtic, Floccari, Sereni.All. Eusebio Di FrancescoCITTADELLA: Valentini; Pecorini (80' Cappelletti), Barreca, Pellizzer, Signorini, Coralli (43' Gerardi), Sgrigna, Busellato, Mancuso, Lora, Palma (63' Minesso).A disp: Pierobon, De Leidi, Rigoni, Scaglia, Ugo, Benedetti, Donazzan, Bortoluz.All. Claudio FoscariniArbitro: Sig. Rocchi di FirenzeAssistenti: Sig. Barbirati di Ferrara – Sig. Marzaloni di RiminiQuarto Ufficiale: Sig. Sacchi di MacerataNote: ammoniti Pellizzer (C)
INCIDENTE
Cade sul Carega,    <br/>soccorso escursionista

Cade sul Carega,
soccorso escursionista

Mentre percorreva con due amici la ferrata che porta a Cima Lovaraste, nel gruppo del Carega, un escursionista di Verona 62enne è caduto per qualche metro sbattendo con la mano. Scattato l'allarme attorno alle 13, il Suem di Vicenza ha inviato una squadra del Soccorso alpino di Recoaro-Valdagno e l'elicottero di Verona emergenza. Una volta individuato in parete, l'infortunato è stato recuperato dall'eliambulanza con un verricello di 25 metri, per essere poi trasportato all'ospedale di Borgo Trento. I soccorritori hanno invece riaccompagnato fino alla macchina i due compagni.
TIM CUP
Citta solo un tempo:   <br/>Sassuolo più forte, 4-1

Citta solo un tempo:
Sassuolo più forte, 4-1

Ce l'ha messa tutta il Cittadella, ma il Sassuolo è una squadra di un'altra categoria. Così, al 'Mapei Stadium', matura un 4-1 forse esagerato per quello che si è visto in campo. Il Citta di Foscarini ha resistito solo un tempo, è vero: si è andati al riposo sul punteggio di 1-1 grazie al gol di Coralli. Ma sia sul 2-1 che sul 3-1 per i neroverdi ha avuto le occasioni per riaprire la partita. A prossimo turno va il Sassuolo, quindi. Ma per i granata la gara è da considerarsi un test importante in vista delle prime giornate di campionato. Tra i più positivi di ieri ci sono Gerardi, Coralli e Valentini. In ombra Sgrigna e Palma. Per il Sassuolo hanno segnato al 12' Zaza, al 53' e all'83' Sansone e al 92' Floro Flores.
POSTICIPO
Primavera Pescara-Hellas   <br/>Si gioca il 31 agosto

Primavera Pescara-Hellas
Si gioca il 31 agosto

Come riporta il sito ufficiale del Verona, il debutto della Primavera dell'Hellas a Pescara sarà posticipato a domenica 31 agosto con fischio d'inizio alle 11 esattamente come accadde nella passata stagione: quella partita venne clamorosamente vinta dagli abruzzesi per 2-1 dopo un dominio territoriale gialloblù durato tutta la gara.
NUMERI CHIEVO
Il 10 a Maxi Lopez   <br/>Birsa omaggia Jordan

Il 10 a Maxi Lopez
Birsa omaggia Jordan

Sono stati assegnati i numeri di maglia del Chievo per l'ormai imminente esordio della squadra di Corini in Coppa Italia. Bardi eredita il 25 da Agazzi ricordando Piermario Morosini: Gamberini e Dainelli mantengono gli storici 5 e 3 mentre Sardo si riprende il 20 dopo un'annata col 17. Il 34 di Biraghi è legato al numero che indossava nel 2010 quando debuttò con l'Inter in Champions. A centrocampo Birsa omaggia Michael Jordan col 23, in attacco il 10 va a Maxi Lopez mentre Meggiorini riprende il 69.PORTIERI:1 – Christian Puggioni25 – Francesco Bardi32 – Grega Sorcan90 – Andrea SeculinDIFENSORI:3 – Dario Dainelli5 – Alessandro Gamberini12 – Bostjan Cesar20 – Gennaro Sardo21 – Nicolas Sebastien Frey26 – Fraga Edimar33 – Paul Papp34 – Cristiano Biraghi87 – Ervin ZukanovicCENTROCAMPISTI:6 – Tomasz Kupisz8 – Ivan Radovanovic9 – Simone Bentivoglio11 – Roberto Guana13 – Mariano Izco14 – Alessandro Sbaffo23 – Valter Birsa56 – Perparim Hetemaj63 – Nicola Bellomo77 – Alessio Sestu84 – Thomas ManganiATTACCANTI:7 – Dejan Lazarevic10 – Maximiliano Gastòn Lopez31 – Sergio Pellissier43 – Alberto Paloschi69 – Riccardo Meggiorini
TRASPORTI
Abbonamenti e tessere,  <br/>Atv è on-line senza code

Abbonamenti e tessere,
Atv è on-line senza code

Con l’avvicinarsi del mese di settembre e la ripresa delle scuole, inizia il periodo di maggior affollamento delle biglietterie ATV, impegnate a far fronte alle operazioni di acquisto e rinnovo di abbonamenti e Mover Card. A questo proposito l’Azienda ricorda a tutti gli utenti che molte di queste operazioni possono essere effettuate comodamente da casa grazie ai servizi di biglietteria on line disponibili sul sito atv.verona.it, evitando così lunghe attese agli sportelli e problemi di parcheggio.Accedendo all’apposita sezione del sito si possono dunque acquistare (ricevendola poi direttamente a casa) la MoVer Card, gli abbonamenti - mensili e annuali – per viaggiare in città e provincia, e le ricariche del borsellino elettronico, senza alcuna spesa aggiuntiva rispetto ai canali tradizionali.L’anno scorso sono stati circa 7000 gli acquisti di tessere e titoli di viaggio on line, cifra quasi raggiunta in questo primo scorcio del 2014, a testimonianza del crescente gradimento del servizio, che diventa ancora più interessante in questi giorni di particolare afflusso agli sportelli.Alla biglietteria on line di ATV si accede da qualsiasi pc, seguendo le istruzioni indicate passo per passo sul sito. Si può innanzitutto acquistare la propria tessera MoVer, compilando in pochi minuti l’apposito form ed allegando una fototessera digitale che va caricata sul sito. ATV provvederà poi a spedire la card elettronica a domicilio per posta entro una settimana, senza nessun aggravio rispetto all’acquisto in biglietteria. Il pagamento avviene tramite carta di credito ed occorre ricordare che, insieme alla MoVer Card è necessario acquistare contemporaneamente anche un qualsiasi abbonamento o borsellino, che sarà immediatamente caricato sulla tessera.Anche per il rinnovo dell’abbonamento e la ricarica del borsellino elettronico è sufficiente seguire le istruzioni del sito. Una volta completata la procedura on line, il cliente, riceverà una e-mail con allegato il tagliando del titolo acquistato, in formato pdf. L’utente, ricevuta la mail di conferma, deve ritagliare il tagliando e conservarlo unitamente alla tessera Mover.E' necessario che il viaggiatore, la prima volta che sale a bordo dopo aver effettuato la ricarica, prema il tasto “ricarica” (simbolo orologio) sulla validatrice del bus e avvicini la tessera per trasferire sulla tessera il rinnovo o la ricarica effettuata on-line. Il sistema MoVer ha bisogno di 5 giorni per l'aggiornamento dei dati, per cui occorre tener conto di questo tempo per vedersi caricato sulla tessera il titolo acquistato on-line.
MALAVITA
Furti a raffica,    <br/>ladri impuniti

Furti a raffica,
ladri impuniti

Tutto dura pochi secondi, il tempo di afferrare più occhiali possibili e poi fuggire con il bottino prima dell'arrivo dei proprietari: centinaia di paia di occhiali, che poi sono stati smerciati a ricettatori senza scrupoli che li rivenderanno sul mercato parallelo: finendo su qualche bancarella o tra la merce di venditori ambulanti, magari quelli che imperversano sulle spiegge in estate.Immagini girate dalle telecamere di sicurezza e che poi i titolari di un negozio di ottica a San Bonifacio hanno diffuso sui social forum dopo avere ottenuto il permesso dagli investigatori, per sensibilizzare i clienti perché hanno subito due colpi in pochi giorni: esattamente otto giorni di distanza tra un furto e l'altro.Per sfondare la vetrina i ladri hanno divelto un tombino, sin sono intrufoilati nel negozio acquattatii per eludere il sistema d'allarme, fuggendo solo quanto è scattato il suono dell'antifurto, dopo aver razziato tutto quello che potevano.E' già trascorso del tempo dal doppio furto, ma non c'è traccia di arresto, al momento.Come si può facilmente notare dalle immagini i ladri sono gli stessi: giovani, sui vent'anni, indossano felpe con il cappuccio, ma hanno il volpo scoperto, diventando così facilmente riconoscibili.Eppure sono ancora liberi e tra la popolazione aumenta l'insicurezza ed il senso di impunità per i malviventi.
RUSSIA
L'embargo? Sostenibile    <br/>grazie alla qualità

L'embargo? Sostenibile
grazie alla qualità

Il problema non è tanto ciò che non riusciamo più a esportare ma che fine faranno quelle migliaia di tonnellate di prodotti destinate alla Russia che gli altri paesi produttori dell'Ue riverseranno sull'Europa; Italia compresa. E' l'analisi del direttore generale di Agriform, Nisio Paganin, a capo di una delle aziende più colpite dalla chiusura delle frontiere commerciali russe. Un'analisi che è l'altra faccia dell'embargo, quella che non si riesce ancora a inquadrare nei numeri. Numeri importanti per il settore lattiero caseario veronese, che in Russia attraverso grandi aziende come Agriform manda soprattutto grana padano, parmigiano reggiano e mozzarelle: "Direttamente questo embargo porterà a noi come azienda un danno di tre milioni di euro di fatturato, a livello italiano l'anno scorso l'export verso la Russia è stato di 10 mila tonnellate, quantificabile in circa 70 milioni di euro, ma il vero problema è quanto abbiamo investito per far conoscere i formaggi italiani e ancor di più il peso che riceveremo dai paesi del nord europa che dovranno trovare una collocazione alle produzioni destinate alla Russia. E io temo che questo peso lo sosterranno purtroppo i produttori di latte, perchè ci sarà una sovraproduzione che rischia di abbassare ulteriormente un prezzo al litro già sottostimato". Ma da Agriform, azienda veronese leader del settore lattiero-caseario, 170 dipendenti, un fatturato imponente, una produzione solo per i confezionati di 100 mila pezzi al giorno, arrivano anche messaggi in positivo. Perchè si possono chiudere le frontiere o fare guerra sui prezzi, ma nessuno è in grado di riprodurre la tipicità e la qualità dei prodotti italiani e grana padano e parmigiano sono forse due tra i migliori esempi: "E' chiaro che un danno c'è. Nel nostro caso esportiamo in 50 paesi e quindi cercheremo di rafforzare le promozioni nelle altre 49 nazioni che ricevono i nostri prodotti o trovare nuovi mercati. L'export comunque sta crescendo nel grana padano del 6, 7% ogni anno e questo ci fa apparire il problema sopportabile. E il fatto che noi riusciamo a esportare i nostri prodotti nel mondo, a prezzi che sono per i formaggi il doppio rispetto a quelli che paghiamo per le importazioni ci lascia ben sperare che il comparto supererà anche questo momento".
NUMERI DI MAGLIA
Marquez storico 4    <br/>Toni conferma il 9

Marquez storico 4
Toni conferma il 9

L'Hellas ha assegnato i numeri di maglia per la nuova stagione: nessuna particolare sorpresa visto che Marquez ha scelto lo storico 4, Toni ha confermato il 9, invariati anche il 10 ad Hallfredsson e il 21 a Juanito. Tachtstidis si è ripreso il 77 che aveva indossato nell'indimenticabile stagione in serie B di tre anni fa. Ecco l'elenco:1. Rafael De Andrade2. Guillermo Rodriguez4. Rafael Marquez5. Massimo Donati8. Mounir Obbadi9. Luca Toni10. Emil Hallfredsson11. Bosko Jankovic16. Antonio Luna17. Francesco Zampano18. Evangelos Moras20. Lazaros Christodoulopoulos21. Juanito Gomez Taleb23. Artur Ionita25. Rafael Marques26. Jacopo Sala27. Mattia Valoti32. Lorenzo Ferrari33. Alessandro Agostini40. Alejandro Gonzalez71. Ivan Martic77. Panagiotis Tachtsidis93. Mohamed Fares95. Pierluigi Gollini96. Pierluigi Cappelluzzo99. Anderson Miguel Da Silva "Nenê"
ROMEO ET JULIETTE
In Arena torna    <br/>il dramma d'amore

In Arena torna
il dramma d'amore

Sabato 23 agosto alle ore 20:45 in Arena andrà in scena Roméo et Juliette di Charles Gounod, ultimo titolo in cartellone per il Festival lirico 2014. L’opera in cinque atti su libretto di Jules Barbier e Michel Carré è proposta nella regia firmata da Francesco Micheli con le scene di Edoardo Sanchi, i costumi di Silvia Aymonino, la coreografia di Nikos Lagousakos e il lighting design di Paolo Mazzon. Al debutto sul podio areniano il maestro Jean-Luc Tingaud. Il sovrintendente della Fondazione Arena di Verona, Francesco Girondini, ha spiegato che "dopo il successo riscosso al suo debutto areniano nel 2011 ed il consenso confermato sia al Festival 2012 sia al Festival del Centenario 2013 - , è ormai titolo stabile nel repertorio areniano, tanto che con tre serate è già nel cartellone del Festival lirico 2015". "E quasi per festeggiare i 450 anni dalla nascita di William Shakespeare - ha aggiunto -, la “bella Verona” viene rappresentata all’interno dell’anfiteatro romano in un teatro dagli espliciti richiami shakespeariani: il regista Francesco Micheli ha ricreato, infatti, il londinese Globe Theatre con materiali assolutamente contemporanei, a tratti futuristici, ed illuminazione da stadio". Per le 3 recite in cartellone i due celebri amanti veronesi sono interpretati da Lana Kos (Juliette) e Vittorio Grigolo (Roméo). Impegnati Orchestra, Coro, Corpo di ballo e Tecnici della Fondazione Arena di Verona, con i numerosi mimi e comparse che ricreano le fazioni in lotta di Montecchi e Capuleti. In programma due repliche il 28 agosto e il 6 settembre.
CALCIOMERCATO
Padova, colpo in mediana   <br/>obiettivo Andrea Parola

Padova, colpo in mediana
obiettivo Andrea Parola

Sarebbe un giocatore di esperienza e di grande qualità. Fabrizio De Poli sta tentando di portare a Padova Andrea Parola, classe 1979, centrocampista dalla grande visione di gioco che ha calcato anche i campi della A con Ascoli, Samp e Cagliari. Il 35 enne, che la scorsa estate aveva rinnovato il contratto con la Reggiana, avrebbe rescisso il legame con la società emiliana poco fa. Potrebbe essere Parola uno di quei 'giocatori di qualità' promessi da Bergamin come botti finali di mercato.
TURISMO
Maltempo, iniziata  <br/>la conta dei danni

Maltempo, iniziata
la conta dei danni

E’ iniziata anche a Verona la conta dei danni causati a commercio e turismo dal maltempo. Il Centro Studi di Confcommercio Veneto, in accordo con Confturismo Veneto, ha dato il via a un'analisi sul territorio per capire quali siano le zone e i settori maggiormente colpiti e quantificare i minori introiti al fine di disporre di stime attendibili sull’andamento della stagione estiva nel suo complesso e  supportare così, sulla base di dati  concreti, la richiesta di intervento di sostegno.Confcommercio As.Co. Verona, che nei giorni scorsi ha inviato una lettera al Governatore Zaia chiedendo il riconoscimento dello stato di calamità naturale per le imprese di settore, ha prontamente elaborato una dettagliata “Indagine conoscitiva” che gli operatori veronesi possono compilare sul sito internet www.confcommercioverona.it I risultati dell'indagine saranno resi noti a inizio settembre. 
RITIRO
Tezenis a 5 stelle   <br/>a Madonna di Campiglio

Tezenis a 5 stelle
a Madonna di Campiglio

Location d'eccezione per il ritiro precampionato della Tezenis, dal 24 al 30 agosto a Madonna di Campiglio dopo i primi cinque giorni di lavoro a Verona. La squadra di Ramagli alloggerà all'Alpen Suite Hotel, albergo a 5 stelle a cinquecento metri da piazza Righi, il cuore di Madonna di Campiglio. La Tezenis si allenerà al Palasport della vicina Carisolo, in val Rendena che si conferma terra ospitale per la Verona dei canestri.
INCIDENTE
Rischia di finire    <br/>nell'Adige, salvato

Rischia di finire
nell'Adige, salvato

La Polizia municipale è intervenuta per i rilievi di un incidente avvenuto ieri sera in lungadige Attiraglio, dove un 40enne veronese è uscito di strada mentre era alla guida di una Jeep, poi fermatasi a pochi centimetri dalla riva del fiume Adige. Sostanzialmente illeso, l’uomo si è allontanato lasciando l’auto sul posto ed adoperandosi per recuperarla questa mattina. Dalle prime ricostruzioni del Reparto Territoriale, l’auto stava viaggiando in direzione di Parona durante il violento temporale che ieri ha interessato la città quando, superato il ponte dell’Unità d’Italia, ha perso il controllo del veicolo uscendo di strada, passando nello spazio tra due paracarri e fermandosi sulla riva del fiume. Il conducente è riuscito ad uscire dal veicolo e raggiungere la su abitazione, poco distante dal luogo dell’incidente. Questa mattina è avvenuto il recupero del veicolo, in un modo piuttosto “singolare”: poiché la Jeep era ancora funzionante, l’uomo si è rimesso alla guida ed ha percorso tutto l’argine fino a ponte Catena, da dove è riuscito ad accedere al piano stradale e ad allontanarsi. Dagli accertamenti sul veicolo gli agenti hanno scoperto che l’auto aveva la copertura assicurativa scaduta da qualche giorno; copertura che è però stata regolarmente riattivata.
PRIMAVERA HELLAS
Pescara alla prima     <br/>Il derby a Novembre

Pescara alla prima
Il derby a Novembre

E' uscito il calendario del Campionato Primavera per la nuova stagione: l'esordio del Verona sarà sul campo del Pescara sabato 30 agosto. Alla seconda il 13 settembre Brescia a Vigasio, poi alla terza trasferta a Cagliari. Il derby si giocherà l'8 novembre: infine chiusura di prestigio con l'Inter. Questo il calendario del girone d'andata:30 AGOSTO: PESCARA-VERONA13 SETTEMBRE: VERONA - BRESCIA20 SETTEMBRE: CAGLIARI-VERONA27 SETTEMBRE: VERONA-SASSUOLO4 OTTOBRE: CESENA-VERONA18 OTTOBRE: UDINESE-VERONA25 OTTOBRE: VERONA-MILAN1 NOVEMBRE: PERUGIA-VERONA8 NOVEMBRE: VERONA-CHIEVO22 NOVEMBRE: ATALANTA-VERONA29 NOVEMBRE: VERONA-LANCIANO6 DICEMBRE: CITTADELLA-VERONA13 DICEMBRE: INTER-VERONA
INDAGINE
Tornado, Procura    <br/>sente primi testimoni

Tornado, Procura
sente primi testimoni

La Procura militare di Verona ha aperto un fascicolo a carico di ignoti relativo alla distruzione di beni militari dopo l'incidente aereo con quattro piloti morti che ha coinvolto due Tornado. Lo conferma il procuratore militare Enrico Buttitta che coordina le indagini. "Oggi stesso - spiega - saranno sentiti alcuni ufficiali dell'Aeronautica Militare e verranno acquisiti documenti per cercare di fare luce sull'accaduto".E' intenzione del magistrato militare raccogliere quanti più elementi utili alle indagini: testimonianze, foto, filmati, piani di volo e dati di controllo del traffico aereo, oltre alle scatole nere dei velivoli se verranno recuperate. Sulle ipotesi al vaglio per spiegare le ragioni della tragedia, il procuratore non si sbilancia. "Stiamo valutando - spiega - tutte le ipotesi".
MALTEMPO
Nubifragio su Verona        <br/>centro storico allagato

Nubifragio su Verona
centro storico allagato

Strade trasformate in fiumi. Alberi piegati dal vento. Cantine e garage allagati. Auto danneggiate dalla grandine. È il bilancio del violento acquazzone che ieri sera si è abbattuto su Verona e provincia. Pioggia che ha colpito a macchia di leopardo, annunciata da una serie infinita di tuoni e fulmini. I disagi maggiori si sono verificati in centro storico, dove tante vie sono state sommerse. In particolare Corso Portoni Borsari, nel giro di pochi minuti diventto un autentico fiume in piena, con i tombini incapaci di far defluire l'imponente quantità di pioggia. Situazione analoga anche i via cappello, deserta e attraversata da un torrente di acqua. Problemi anche in Arena durante la prova generale di Romeo e Juliet.Una buona mezz'ora di pioggia, vento e grandine che hanno anche mandato sott'acqua garage e cantine, tanto da richiedere numerosi interventi dei Vigili del Fuoco. Fortunatamente non si sono registrati danni a persone, ma inevitabilmente tanti disagi ad abitazioni e alla viabilità.
DOPO IL TEST MATCH CONTRO LO SHAKHTAR
SEMPRE (E SOLO) TONI    <br/>URGE QUALITA' SUBITO

SEMPRE (E SOLO) TONI
URGE QUALITA' SUBITO

Sempre e solo Toni. Dopo l'amichevole contro lo Shakhtar (avversario di qualità, bisogna ricordarlo), il Verona si avvicina all'inizio della stagione. La domanda che tutti i tifosi si fanno è semplice: questa squadra vale quella della scorsa stagione dopo aver ceduto Jorginho, Iturbe e Romulo? Cerchiamo di dare delle risposte.CARATTERISTICHE DIVERSE. Sicuramente questo Verona ha delle caratteristiche diverse. Appare più solido, più "corto", più bravo in difesa. Ma anche meno imprevedibile, meno pronto alla verticalizzazione e alla ripartenza. Parliamo naturalmente del Verona con Iturbe e con Romulo. Se analizziamo però lo stesso periodo della scorsa stagione, vedremo che probabilmente Mandorlini quest'anno appare più avanti col progetto, con ruoli più definiti e con la solita "intercambiabilità" che alla fine è risultata una delle armi vincenti.ATTACCO CHE DIFENDE. Salta subito all'occhio che l'attacco del Verona è prontissimo alla...difesa. E' una caratteristica di Mandorlini e delle sue squadre. Anche con lo Shakthar i due esterni alti ripiegavano in linea difensiva, a comporre una linea a sei. Tutto bene, tutto perfetto. E' questo movimento che dà equilibrio alla squadra e che permette al Verona di essere sempre compatto. Ma il problema si pone quando devi ripartire. Senza la qualità, la velocità, la gamba di Iturbe chi farà questo lavoro con continuità? Per ora lo stanno surrogando Gomez e Jankovic, che hanno caratteristiche completamente diverse da quelle dell'argentino. Ma è chiaro che lì manca come il pane uno che sa saltare l'uomo e che sappia creare superiorità numerica. Lo sa benissimo Sogliano che sta scandagliando il mercato alla ricerca del pezzo ideale da inserire in questo scacchiere. La ricerca però non è semplice. Di Iturbe non c'è traccia sul mercato. E il voltafaccia di Paulinho ha complicato i piani. Serve un "7 e mezzo", una mezzapunta di gamba e di propensione offensiva. Sogliano ha preso Campanharo, le cui caratteristiche sono quelle del "10", "10 e mezzo", quindi tanta qualità, ma che nel campionato italiano deve essere abbinata alla quantità e alla forza fisica. Si procede anche per Nico Lopez, ma qui ci sono ostacoli duri da superare con l'Udinese. La questione è nota: il Verona vuole ottenere un prestito con diritto di riscatto a una cifra abbordabile. Dire che il riscatto è a 15 milioni di euro, è un'evidente "provocazione" dei friulani che non hanno intenzione (legittimo da parte loro) di privarsi di un giocatore sul quale credono molto e che potrebbe esplodere domani. In soldoni: non sono tutti come il Porto che ha abbassò il riscatto di Iturbe da 60 a 15 milioni di euro...ROSA DA SFOLTIRE. L'inserimento delle seconde linee ha anche reso evidente che questa rosa va sfoltita. In questo senso Sogliano sta valutando alcuni giocatori (Chanturia su tutti). Ci sarà una bella sforbiciata a breve. La rosa va limata e vanno acquistati giocatori più pronti per la serie A. Altri, (chiusi) come Donati, potrebbero partire. Massimo ha un sogno: tornare a giocare in Scozia.QUESTIONE TONI. L'hanno scorso ha cannibalizzato da solo l'attacco. Mandorlini ha puntato tutto su di lui, giustamente. Cacia ha giocato tre, quattro partite, Rabusic idem. Toni non si può mettere in discussione. Al massimo gli puoi affiancare un giocatore intelligente. Per questa la scelta di Nenè. Uno che ha già legato con il gruppo e che può accettare la panchina senza piantare grane. Ma anche uno che può entrare a gara in corso ad affiancare Toni, oppure a sostituirlo. Questa la scelta di Mandorlini e della società.QUESTIONE TACHTSIDIS. Comunque la si metta, c'è un nodo centrale: il ruolo del centrocampo e di conseguenza il ruolo che avrà Taxi. Il greco ha bisogno di tempo, fiducia e pazienza. Qui bisogna crederci fino in fondo. Come ha sempre fatto Mandorlini con i suoi ragazzi quando ha visto doti importanti. Non sarà facile. Tachtsidis deve crescere molto. In precisione, tempi di gioco, velocità. Ma ha personalità, non si fa intimidire e anche le esperienze negative di Roma e quelle della scorsa stagione lo hanno forgiato. Deve crescere tecnicamente, ma tatticamente è già avanti. QUESTIONE LAZAROS. I lampi di classe visti con lo Shakthar non possono passare inosservati. Lazaros è fino ad ora uno dei migliori acquisti del Verona. Ma è chiaro che deve giocare nei tre d'attacco, come ha spiegato anche Mandorlini con un mezzo sorriso. Ma è altrettanto chiaro che se avesse fatto nel primo tempo, quando era nei tre del centrocampo, ciò che ha fatto nel secondo, il Verona sarebbe a posto.QUESTIONE TERZINO DESTRO. Martic e Zampano per ora non paiono due titolari. Questo è un ruolo delicato e una "diagonale" sbagliata può far perdere una partita. Sia Martic sia Zampano sembrano ottimi giocatori dal centrocampo in su mentre concedono qualcosa in fase difensiva. Per sistemare il reparto deve arrivare un giocatore di qualità e di esperienza.IN SINTESI. La campagna acquisti è tutt'altro che chiusa. Mancano due tre tasselli. Serve un lampo di genio, qualità e imprevedibilità. Un altro colpo di prestigio da parte di Sogliano.GIANLUCA VIGHINI
DOPO 10 ANNI
Cunego-Lampre: addio  <br/>vicino dopo dieci anni

Cunego-Lampre: addio
vicino dopo dieci anni

La Vuelta di Spagna potrebbe essere una delle ultime corse di Damiano Cunego con la maglia della Lampre Merida. Dopo dieci anni di militanza con la squadra blu-fucsia appare molto difficile che lo scalatore veronese possa rinnovare: i risultati al di sotto delle attese dell'ultima stagione in particolare senza piazzamenti di rilievo pesano notevolmente. Cunego ancora non ha ricevuto proposte di prolungamento: solo una Vuelta di altissimo livello potrebbe far cambiare idea ai dirigenti della Lampre. Le alternative comunque per Cunego non mancano: si sono fatte avanti infatti l'Androni e la Neri oltre alla francese Bretagne-Seche e la Vini Fantini-Nippo. Il futuro dello scalatore di Cerro si deciderà in ogni caso in Spagna.
FISCHIETTO
Sassuolo - Citta:   <br/>arbitra Rocchi

Sassuolo - Citta:
arbitra Rocchi

L’associazione Italiana Arbitri ha comunicato le designazioni per il terzo turno eliminatorio della TIM CUP 2014-2015. A dirigere Sassuolo – Cittadella di giovedì 21 agosto 2014 (ore 20.30) al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia è stato chiamato il Sig. Rocchi della sezione di Firenze, 1° ass. Sig. Barbirati di Ferrara, 2° ass. Sig. Marzaloni di Rimini; IV° uff. Sig. Sacchi di Macerata.
L'Opinione
ON AIR
01.08.2014
TgVeneto
ON AIR
22.08.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
Alè Verona
ON AIR
20.08.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
28.07.2014
Tuttocalcio Padova
ON AIR
30.05.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
05.08.2014

BPV MUTUOYOU

Promo palinsesto

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di tgpadova.it

Palinsesto