• ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

MILAN
Inzaghi: Per vincere   <br/>serve più cinismo

Inzaghi: Per vincere
serve più cinismo

L'allenatore del Milan, Pippo Inzaghi accetta senza grandi recriminazioni il pareggio di Verona contro il Chievo. "Non abbiamo fatto un gran primo tempo ma nella ripresa la squadra mi e' piaciuta. L'unico problema e' che non abbiamo trovato il gol che forse avremmo meritato. Dobbiamo essere piu' cinici, le occasioni le abbiamo avute. Penso all'imbucata di Menez per Pazzini ed ad un altro paio di episodi favorevoli che non siamo stati bravi a sfruttare. Comunque cerco di vedere il bicchiere mezzo pieno e penso che questa e' la seconda partita consecutiva che finiamo senza subire reti. E comunque giocare contro il Chievo non e' facile. Giocano tutti sotto la linea della palla, non ti danno spazi. E' una squadra che lotta per la salvezza e lo sta facendo bene. Ci abbiamo provato sino alla fine, giocando anche con quattro attaccanti. Ma non e' bastato per trovare la vittoria".
CAGLIARI
ZOLA: COL VERONA CONTA  <br/>SOLO VINCERE

ZOLA: COL VERONA CONTA
SOLO VINCERE

"E' una partita molto importante. Per noi sarà importante non solo la prestazione, ma il risultato". Così il tecnico dei sardi Gianfranco Zola nel prepartita di Cagliari-Verona. "Lo scenario è molto diverso rispetto a quello delle ultime partite, sempre con squadre sulla carta superiori a noi. Dovremo fare un altro tipo di gara: è un po' che ci prepariamo".
AD GOLD
La Tezenis a Biella   <br/>Ramagli: Grandi insidie

La Tezenis a Biella
Ramagli: Grandi insidie

Trasferta insidiosa per la Tezneis che oggi (palla a due alle 18) scende in campo a Biella.Per coach Ramagli “è un big-match, contro una squadra che ha una forte impronta casalinga come testimonia il record di nove vinte ed una persa”. Infatti la Lauretana al Forum di Biella ha battuto tutte le grandi dell’A2 Gold: Brescia (che nell’anticipo di ieri l’ha spuntata 83-87 su Ferentino), Torino e Ferentino.“Ora siamo rimasti solo noi – spiega Ramagli - sarà una partita molto complicata in un palazzetto che riesce a dare ai giocatori una spinta emotiva fondamentale". “Starà a noi – aggiunge il coach gialloblù – trovare le contromisure giuste per andarci a prendere due punti per noi importanti. Dobbiamo continuare a competere, senza aver bisogno di dimostrare nulla. Sappiamo che il percorso, in una stagione, è fatto di momenti belli e di qualche inciampo che può capitare. Quando inciampi però non vuol dire che improvvisamente sei diventato scarso e che quando ne vinci cinque o sei di fila sei un fenomeno”.“Importante per noi è alzare il livello di competizione. Tutto quello che non cresce è già morto. E siccome noi non vogliamo essere morti abbiamo voglia di continuare a crescere. Stiamo vivendo tutto questo con grande equilibrio. Perseguire un obiettivo rappresenta un sogno, non una responsabilità che ti deve opprimere. Diversamente ci creeremmo un’inutile pressione negativa. Invece è sempre il pensare positivo che ti aiuta” conclude Alessandro Ramagli.A Biella la Tezenis sarà prima di Mazzantini, bloccato da un infortunio muscolare.
INTERVENTO
Maiali nel liquame   <br/>salvati dai pompieri

Maiali nel liquame
salvati dai pompieri

I vigili del fuoco di Verona sono stati impegnati l’altra notte in un singolare intervento in un’azienda agricola di Erbé, dove 80 maiali rischiavano di morire dopo essere finiti nella fossa del liquame.Gli animali, sprofondati a causa del cedimento di una griglia, sono stati tratti in salvo dal Vigili del fuoco che si sono calati nella fossa con le maschere per proteggersi dalle esalazioni.
FIERA
Sport Expo, esordio boom  <br/>E oggi si replica

Sport Expo, esordio boom
E oggi si replica

“C'è un entusiasmo pazzesco, tanta gioia di condividere e provare tutte le discipline indistintamente, divertendosi insieme”. Il campione di pallavolo Andrea Lucchetta riassume così il grande esordio di Sport Expo 2015, la prima fiera dello sport giovanile d'Italia, che ha preso il via ieri. Una partenza dai grandi numeri, con 22mila visitatori che hanno potuto divertirsi tra gli stand dei padiglioni 9 e 10 in Fiera a Verona. Lo sport giocato è stato subito protagonista della prima giornata. I tre Ambassador di Sport Expo, Damiano Tommasi, Andrea Lucchetta e Carlton Myers si sono sfidati insieme a un gruppo di ragazzi in un torneo multidisciplinare. Tra una schiacciata e un calcio di rigore, un tiro libero e un sorriso, i piccoli visitatori hanno potuto provare l'emozione di giocare con grandi campioni. “È stato un onore giocare e scherzare con dei talenti come Myers e Lucchetta, che hanno fatto grande la loro disciplina e lo sport italiano: rivederli bambini a Sport Expo è un bellissimo messaggio per tutti”, ha sottolineato il presidente dell'Associazione Italiana Calciatori Damiano Tommasi. Anche in questa nona edizione sono tantissime le proposte e gli sport presenti in fiera, sia di squadra che individuali. “Sport Expo serve a sperimentare, di discipline ce ne sono un'infinità e questa è l'occasione giusta per provarle tutte”, è l'invito del cestista Carlton Myers. Tra una foto e un autografo nell'area “Incontra il campione” in Casa Lidl, un tiro al bersaglio e una scalata nella parete verticale, oggi si potevano incrociare i pallavolisti della Bluvolley Calzedonia Verona e gli atleti plurimedagliati Roberto Di Donna e Fabrizio Mori, che ha commentato: “Ho visto tanti bambini e ragazzi con il sorriso: è dal divertimento che bisogna ripartire in tutti gli sport”. La prima giornata ha incluso anche approfondimenti e workshop per il mondo sportivo, ospitati nella Piazza dello sport scaligero, oltre al debutto del concerto-spettacolo "GOL! I valori del calcio e dello sport attraverso musica e parole". L'animazione non è mancata nella centralissima Lidl Crivit Arena, dove si sono avvicendati freestyler di basket, calcio e bike trial e tanti spettacoli dal vivo. E oggi, domenica, a Sport Expo si replica. Dalle 8.30 alle 19, sempre con ingresso libero, ci saranno competizioni e tornei, tra cui il primo trofeo Sport Expo della Federazione Europea Karate. Nella Lidl Crivit Arena si terranno inoltre partite di basket e tennis, incontri di scherma giapponese e gare di pattinaggio, oltre a esibizioni di pilates, danza classica, break dance e dimostrazioni degli imperdibili freestyler. Nella Piazza dello sport scaligero proseguiranno i momenti formativi, con un aggiornamento Fipav per gli allenatori di pallavolo e, nel pomeriggio, la presentazione dei Camp estivi 2015.
SERIE A
OTTIMO CHIEVO     <br/>MILAN BLOCCATO (0-0)

OTTIMO CHIEVO
MILAN BLOCCATO (0-0)

Finisce 0-0 l'anticipo della 25' giornata del campionato di A tra Chievo e Milan. Un ottimo punto per la squadra di Maran, molto più intraprendente del Milan nel primo tempo con Pellissier e Meggiorini a guidare l'attacco. Traversa di Honda nel secondo tempo per un Milan comunque molto deludente. Inzaghi fischiato a fine partita. Il Chievo raggiunge in classifica il Verona a 25 punti.
SERIE A FEMMINILE
Agsm, facile 6-0   <br/>contro il Cuneo

Agsm, facile 6-0
contro il Cuneo

AGSM VERONA 6CUNEO 0Reti: Pt. 12' Bonetti, 17' Gabbiadini, 31' Bonetti, st. 19' Panico, 24' Gabbiadini (Rig.), 33' Di CriscioAgsm Verona: Ohrstrom, Squizzato (10' st. Fuselli), Ledri, Carissimi, Salvai (1' st. Marconi), Di Criscio, Bonetti, Gabbiadini, Panico, Ramera (15' st. Gelmetti), Sipos.A disposizione: Toniolo, Marconi, Fuselli, Baldo, Gelmetti.Allenatore: Renato Longega.Cuneo: Asteggiano, Rosso (27' st. Giraudo), Pittavino, Magnarini, Armitano, Franco, Librandi, Errico (6' st. Tudisco), Cerato (42' st. Papaleo), Herreros Ossorio, Cobelli.A disposizione: Ozimo, Giraludo, Tudisco, Papaleo, Minopoli, Pesce.Allenatore: Gianluca Petruzzelli.Arbitro: Marco Bozzo di San Donà di Piave.Assistenti: Marcomini e Dafani.Note: Campo in erba artificiale, giornata soleggiata. Spettatori oltre 400. Presenti alla partita alcune maschere del carnevale veronese e gli alunni della scuola primaria Rita Rosani di Verona. Espulsa Armitano al 24' st. per doppia ammonizione.Verona.Dopo due trasferte consecutive le ragazze di Agsm Verona tornano sul sintetico di via Sogare per affrontare il neo-promosso Cuneo con l'obiettivo di allungare la striscia di vittorie e proseguire il cammino al vertice.Mister Longega può contare sull'intera rosa ad eccezione dell'infortunata di lungo corso Sandy Maendly.Tra le piemontesi non sono in campo l'attaccante Sodini l'ex gialloblù Belfanti infortunate.Le veronesi in maglia bianca ci provano subito con la conclusione di Marta Carissimi deviata in angolo da Asteggiano, imitata poco dopo da Panico che per due volte trova il portiere piemontese a fare muro.Il gol è nell'aria e giunge puntualmente al 12': Gabbiadini crossa in area dove le piemontesi pasticciano, Tatiana Bonetti controlla, rientra sul sinistro, salta il difensore avversario e mette dentro l'uno a zero.Trascorrono solamente cinque minuti e le scaligere raddoppiano: la conclusione di Panico viene deviata vistosamente con un braccio da un difensore in maglia rossa, sfera che perviene a Melania Gabbiadini che insacca. Gol numero tredici in campionato per il capitano del Verona.Michela Ledri coglie la traversa con un tiro-cross che per poco non inganna Asteggiano.Giunge su calcio di punizione il terzo gol scaligero per l'atterramento quasi sul limite di Melania Gabbiadini.Si incarica della battuta Tatiana Bonetti che infila l'angolino basso con la complicità della numero uno piemontese Asteggiano.Capitan Gabbiadini vicina alla doppietta personale ma la sua staffilata sfiora solamente la traversa.Legno colto in pieno poco dopo da Lilla Sipos con sfera che rimbalza sulla linea e torna in campo dove Gabbiadini non riesce a ribadire in rete.Opportunità per il Cuneo con Errico che chiama Ohrstrom al primo intervento della giornata.Prima del riposo c'è ancora il tempo per assistere al terzo legno delle veronesi, ancora con Sipos che di testa coglie l'incrocio.Nell'intervallo anche le maschere del carnevale veronese festeggiano il calcio femminile e le gialloblù sostenute da un pubblico sempre più numeroso.Alla ripresa delle ostilità il Verona coglie il quarto legno della giornata con Carissimi che carica la conclusione da fuori area.Non poteva mancare la rete di bomber Panico, sempre in gol nelle precedenti diciassette partite di campionato. La numero nove gialloblù triangola con Bonetti e mette in fondo al sacco il pallone del quattro a zero.Non trascorre molto tempo per assistere alla quinta marcatura veronese che giunge su calcio di rigore concesso per l'atterramento di Lilla Sipos da parte di Armitano che rimedia il secondo giallo e viene espulsa.Melania Gabbiadini dagli undici metri trasforma con la consueta freddezza.Il festival del gol prosegue al 33' con la deviazione vincente di Federica Di Criscio che di destro mette alle spalle di Asteggiano il pallone scodellato direttamente dalla bandierina dall'ungherese Sipos.Si conclude con l'ennesima goleada (6-0) il match tra Agsm Verona e Cuneo.Ora spazio alle nazionali, il massimo campionato riprenderà il 14 marzo con le ragazze gialloblù in trasferta sul campo del Riviera di Romagna.
SICUREZZA
Piazza Bra, presidio   <br/>fisso della Municipale

Piazza Bra, presidio
fisso della Municipale

Da ieri pomeriggio la Polizia Municipale presidia in modo fisso con una pattuglia dedicata la zona tra il Liston e via Roma. L'area è interessata dalla presenza di senza fissa dimora sia italiani che rumeni, spesso ubriachi, che importunano i passanti e i negozianti creando una situazione di insicurezza anche percepita. "Come in tante città italiane, la situazione è figlia dell'assenza di norme che possano aiutare i sindaci a dare risposte ai cittadini. Invece gli ultimi tre governi hanno smantellato un apparato legato alla sicurezza urbana che invece necessitava di più poteri agli amministratori e alle polizie locali e soprattutto più certezza della pena, visto che molti di coloro che bivaccano hanno già avuto segnalazioni e denunce. La Polizia municipale ha le armi spuntate e non possiamo neppure pensare di potenziarla visti i vincoli sulle assunzioni imposti dalla leggi attuali. Questo i cittadini devono saperlo" ha dichiarato il sindaco Flavio Tosi che ha chiesto alla Polizia municipale di incrementare i controlli con l'applicazione dell'unico strumento legale utilizzabile, il Regolamento di Polizia urbana.
VERSO CAGLIARI
Hellas, 23 convocati    <br/>C'è anche Gomez

Hellas, 23 convocati
C'è anche Gomez

Sono 23 i convocati da Mandorlini per la trasferta di Cagliari. Non figurano nella lista Rafael, Fernandinho, Javier Saviola e Mattia Valoti. Recuperato in extremis Juanito Gomez.PORTIERI: 22 Benussi, 95 Gollini.DIFENSORI: 2 Rodriguez, 3 Pisano, 4 R. Marquez, 5 Sorensen, 18 Moras, 25 R. Marques, 28 Brivio, 33 Agostini, 71 Martic.CENTROCAMPISTI: 8 Obbadi, 10 Hallfredsson, 19 Greco, 23 Ionita, 26 Sala, 30 Campanharo, 77 Tachtsidis.ATTACCANTI: 9 Toni, 11 Jankovic, 17 Lopez, 20 Lazaros, 21 Gomez.
LEGA
Fontana: pagano qualcuno   <br/>per spaccarci da dentro

Fontana: pagano qualcuno
per spaccarci da dentro

"Hanno paura di noi e ci fanno la guerra. Casomai pagano qualcuno che ti rompe le palle dall'interno. Cercheranno di creare fratture tra di noi". E' uno dei passaggi dell'intervento dell'eurodeputato della Lega Lorenzo Fontana nel corso dell'incontro organizzato da Rivadestra a Roma con rappresentanti della Lega Nord, della destra e dell'estrema destra in vista della manifestazione contro Matteo Renzi in programma nel pomeriggio. Il politico veronese non cita mai il sindaco scaligero Flavio Tosi ma nella sala il riferimento è sembrato esplicito.
INCIDENTE
Sassolungo, valanga      <br/>travolge due veronesi

Sassolungo, valanga
travolge due veronesi

Due giovani escursionisti veronesi sono stati travolti da una valanga di piccole dimensioni sul Sassolungo, tra la Val Gardena e la Val di Fassa. La ragazza ha riportato la frattura della tibia, illeso invece il ragazzo. Sul posto l'elicottero delle protezione civile e il soccorso alpino. L'allarme è stato lanciato da altri escursionisti che erano sullo stesso percorso.
SICUREZZA
Pulizia Adige, più di      <br/>cento persone al lavoro

Pulizia Adige, più di
cento persone al lavoro

Grande lavoro per volontari e tecnici comunali impegnati in un intervento straordinario di pulizia dell'Adige. Viste le recenti ondate di piena infatti molti tronchi e altro materiale si erano ammassati sotto i ponti creando una notevole situazione di pericolo. Questo importante intervento ha messo in sicurezza diverse zone fra cui ponte dell'Unità d'Italia, Ponte Navi, Ponte Garibaldi, Ponte scaligero, Ponte Pietra, Ponte S. Francesco e Ponte Catena.
A CAPRINO
Anziana investita da   <br/>auto in retromarcia

Anziana investita da
auto in retromarcia

Incidente a Caprino dove una donna di 86 anni è stata investita da un'auto in retromarcia che stava iniziando a parcheggiare. Sul posto il 118 e la polizia locale. L'anziana è stata traportata all'ospedale di Bussolengo dove le sono state diagnosticate contusioni e la frattura del malleolo.
LAVORI
Buche sulla Statale 12 <br/>Anas finalmente asfalta

Buche sulla Statale 12
Anas finalmente asfalta

Dopo tante proteste l’Anas è intervenuta e sono cominciati i lavori di asfaltatura sulla Statale 12 dell’Abetone e del Brennero lungo la Tangenziale che porta in Valpolicella.?Il primo lotto di asfaltatura fino alle 19 di mercoledì 4 marzo interesserà il tratto compreso tra lo svincolo per la Bassona fino a Bussolengo e Pescantina.L’Anas è intervenuta anche dopo le sollecitazioni della Regione, a cominciare dal presidente della Commissione trasporti, Andrea Bassi, per le numerose lamentele degli automobilisti che quotidianamente utilizzano la Tangenziale per andare a Verona dalla Valpolicella: buche che rendevano pericolosa la circolazione ed in alcuni casi hanno anche causato forature di gomme.Finalmente si è deciso di intervenire.
INTERVENTO POLIZIA
Bivacco in Via Galliano   <br/>Sgombero della polizia

Bivacco in Via Galliano
Sgombero della polizia

La Polizia municipale è intervenuta nel vallo della cinta muraria di via Galliano dove è stato trovato un bivacco composto da due tende tipo igloo coperte da un ampio telo di nylon. Vi erano inoltre vari oggetti tra cui sedie, pentole, stoviglie e simili, con un focolare. Gli agenti non hanno rilevato la presenza di persone, ma ritengono che il bivacco fosse in uso a persone dedite all'attività di accattonaggio, anche simulato, essendo presenti stampelle e bastoni. Sul posto è intervenuta l'Amia, che ha provveduto a bonificare interamente l'area.
DOPO CESENA
Pavanel: Mi sembra di    <br/>rivivere lo scorso anno

Pavanel: Mi sembra di
rivivere lo scorso anno

"Finchè siamo stati supportati dalla condizione abbiamo fatto molto bene. Poi siamo calati notevolmente sul piano fisico e il Cesena ci ha punito. Mi pare di rivivere la situazione dello scorso anno quando siamo incappati in risultati negativi con Brescia e Udinese. Chiaro nulla è compromesso ma probabilmente dovremo rivedere qualcosa sotto il profilo tattico e di atteggiamento: partire meno forte e gestire più le energie potrà aiutarci a reggere fino al novantesimo. Abbiamo ancora il Viareggio sulle gambe e si sente" così Massimo Pavanel ha analizzato la sconfitta casalinga del Verona contro il Cesena che ha permesso ai romagnoli di portarsi a quota 29, più tre rispetto all'Hellas.
RADUNO
ROMA, TOSI SI DEFILA      <br/>''MA NESSUNA ROTTURA''

ROMA, TOSI SI DEFILA
''MA NESSUNA ROTTURA''

«La rottura dipende da chi la vuole, noi non la vogliamo. Abbiamo posto dei paletti in base allostatuto della Lega». Lo ha detto Flavio Tosi, ai giornalisti in piazza del Popolo a Roma, dove si svolge la manifestazione della Lega: il sindaco di Verona è fra i militanti lontano dal palco.Sulle modalità con cui la Lega si presenterà alla regionali in Veneto «lunedì ci si confronterà inconsiglio federale», ha detto Tosi, «poi - ha proseguito - sulle candidature e le liste deciderà il consiglio nazionale Veneto come stabilisce lo statuto. Se si resta su questa strada vabene, vedremo». Il leader della Liga Veneta ha quindi osservato che in questaprospettiva il sostegno al governatore uscente Luca Zaia non è in discussione, ma è fattibile una corsa senza alleati: «Con la lista della Lega e alcune liste civiche si vince - ha rispostoTosi ai giornalisti - anche perchè non dobbiamo sottovalutare il rischio dell’astensionismo».LA GIORNATA. Matteo Salvini non teme disordini per la manifestazione di oggi a Roma contro il governo Renzi. Il leader della Lega lo dice ai microfoni del Giornale Radio Rai, a poco più di un'ora dalla kermesse leghista in piazza del Popolo. Teme disordini? «Assolutamente no. Roma - spiega Salvini - è una città civile, una città stupenda, colorata, arrabbiata ma pacifica e conto che polizia e carabinieri possano fare tranquillamente il loro lavoro e oggi sia una giornata di festa».«Da Roma parte la sfida per conquistare il Paese». Lo dice Matteo Salvini, spiegando ai microfoni del Giornale Radio Rai il senso della manifestazione della Lega oggi nella Capitale. «E' la sfida a Renzi in casa sua. Renzi ha scelto i grandi, ha scelto Confindustria, ha scelto le Autostrade, ha scelto Marchionne, ha scelto le società di gioco d'azzardo e Equitalia, e oggi lanciamo la sfida dell'Italia dei piccoli, dei medi, degli artigiani, degli imprenditori e dei produttori».«Noi siamo a favore di un'Europa diversa - ha aggiunto - dove contino di meno le banche e più i cittadini e i piccoli imprenditori. Noi non siamo contro l'Europa, noi siamo contro questa Europa, contro questa moneta unica, contro questo pensiero unico; siamo per difendere il Made in Italy e alla fine saremo maggioranza, in Italia e in Europa».Ci saranno quattromila agenti delle forze di polizia per «proteggere» la manifestazione di oggi a Roma della Lega e tutelare il suo «diritto a manifestare». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, a margine dell’Assemblea nazionale dell’Udc. «Come è noto - ha detto Alfano - non condivido nulla di quello che dice Salvini, ma il suo diritto a manifestare è sacro, perchè è un importante pezzo della democrazia italiana».«Perciò - ha proseguito il ministro dell’Interno - proteggeremo il suo diritto impiegando 4 mila uomini delle forze dell’ordine, per impedire che chi vuole usare la violenza per interferire contro la manifestazione della Lega non possa poi farlo».
CAMPIONATO PRIMAVERA
PRIMAVERA: CHE ILLUSIONE     <br/>IL CESENA DILAGA (1-3)

PRIMAVERA: CHE ILLUSIONE
IL CESENA DILAGA (1-3)

Cade la Primavera del Verona dopo l'illusione del gol iniziale di Capelluzzo. La squadra di Pavanel passa per prima in vantaggio contro il Cesena con la rete del bomberino gialloblù al 10' del primo tempo, frutto di una netta superamazia. Supremazia che dura per tutta la prima parte della gara e per un pezzo del secondo tempo. Ma poi al 10' della ripresa il Cesena con Rafini trova il pareggio e a quel punto la squadra romagnola approfitta dell'evdiente calo gialloblù. Al 32' Venturini segna il 2-1 mentre al 37' Severini fissa il risultato sul 3-1. Squadra scaligera che perde dunque lo scontro diretto per il quinto posto e che paga, come era logico, lo sforzo fatto al Viareggio.HELLAS VERONA-CESENA 1-3Marcatori: 15' pt Cappelluzzo, 10' st Raffini, 32' st Venturini, 37' st Severini. HELLAS VERONA (4-2-3-1): Ferrari; Perini, Riccardi, Boni, Tentardini; Checchin (dal 13' st Rossi), Guglielmelli (dal 34' st Dagnoni); Bearzotti (dal 29' st Gilli), Speri, Miketic; Cappelluzzo.A disposizione: Nervo, Miron, Piccinini, Boateng, Danzi, Ocelka, Belkheir, Salvetti.All.: Pavanel.CESENA (4-3-3): Iglio; Venturini, Saporetti, Gabrielli, Fabbri; Zamagni, Ferretti (dal 5' st Maleh), Pierfederici (dal 46' st Sohumain); Dal Monte, Raffini, Severini.A disposizione: Carroli, Magrini, Bartolini, Maiorana.All.: Angelini.Arbitro: Maggioni di Lecco.Assistenti: Lombardi e Bassutti.NOTE. Ammonito: Cappelluzzo.
BUSSOLENGO
Sfondano la vetrata   <br/>Razzia da Euronics

Sfondano la vetrata
Razzia da Euronics

Alle due e mezza di questa mattina un fuoristrada, una Suzuki, ha sfondato la vetrina del negozio Euronics di Bussolengo. I ladri hanno in pochissimi minuti riempito borse di telefoni e tablet per poi scappare subito dopo. Ancora difficile stabilire l’entità del danno. Indagano i carabinieri di Peschiera che stanno visionando i filmati delle telecamere del negozio.
SERIE B
Montagne russe granata:       <br/>a Lanciano finisce 2-2

Montagne russe granata:
a Lanciano finisce 2-2

Spettacolare pareggio fuori casa per il Cittadella che a Lanciano si illude, spreca, viene raggiunto e superato ma rimedia un punto meritato.Succede tutto nel primo tempo.Per il Cittadella in avvio si mette benissimo con il rigore procurato da Kupisz e trasformato da Sgrigna al 2'. E al 16' i granata buttano via tre volte di seguito l'occasion per chiudere la gara. Pagandola cara, perché al 18' Piccolo dal limite beffa un Pierobon tutt'altro che impeccabile nel farsi tradire da un rimbalzo. Un altro pugno i minuti e al 24' il Lanciano passa in vantaggio con la girata di Thiam che, sugli sviluppi di un corner, non lascia scampo a Pierobon. Bravi però quelli di Foscarini a reagire e a raddrizzarla al 34' con un gran colpo di testa di Stanco.Nella ripresa il riscatto di Pierobon che in un paio di occasioni, letteralmente con un miracolo al 9', tiene in equilibrio la gara. Che poi va via via spegnendosi senza altre grandissime emozioni. Martedì la Tombolato scontro diretto contro il Varese.
L'ELOGIO DEL "SOLDATINO"
GOMEZ? E' IL SIMBOLO   <br/>DEL MIO VERONA

GOMEZ? E' IL SIMBOLO
DEL MIO VERONA

Mandorlini si è lasciato andare a grandi lodi per Juanito Gomez, forse in campo a Cagliari nonostante il problema muscolare. Un giocatore prezioso per il mister. Ha spiegato Mandorlini: "Il mio Juanito Gomez in questi anni è stato uno di quelli che ha fatto più gol di tutti, sa quando difendere e attaccare, è con noi da tanto tempo e conosce meglio di altri certe situazioni, è un giocatore universale. Gli attaccanti devono fare le due fasi, è questo quello che chiedo anche a Jankovic, Lazaros e Nico Lopez. In questo momento dobbiamo sacrificarci tutti e dare una mano in difesa. Abbiamo recuperato anche Rodriguez, mentre Moras si è allenato meno questa settimana, ha avuto qualche problema, vediamo domani. Obbadi? Può giocare davanti alla difesa ed essere un’alternativa a Tachtsidis, siamo contenti che stia sempre meglio. Ha già giocato con la Roma e credo sia pronto per scendere in campo dall’inizio. Un commento su Sala? Può giocare in tanti ruoli, ha un grande passo, sa dare geometria al gioco. Al di la di tutto è importante che sia sereno e che abbia recuperato. Incrociamo le dita, speriamo non ci abbandoni più".
L'Opinione
ON AIR
20.02.2015
TgVeneto
ON AIR
28.02.2015
Rosso & Nero
ON AIR
27.02.2015
Padova in Diretta
ON AIR
27.02.2015
Verona in Diretta
ON AIR
27.02.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
22.02.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
23.02.2015
Vighini Show
ON AIR
26.02.2015
Alè Verona
ON AIR
16.02.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
23.02.2015
Alé Padova
ON AIR
16.02.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
26.02.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Palinsesto