• VIGHINI SHOW

    OGNI GIOVEDI' SU TELENUOVO

    Lo show condotto da Gianluca Vighini. Ospiti di spessore, giocatori, giornalisti, opinionisti, tecnici e tifosi per un serrato dibattito sul Verona di Mandorlini. Dagli studi di Telenuovo all'HELLAS KITCHEN

  • BIANCOSCUDATI CHANNEL

    Ogni lunedì su Telenuovo Padova

    Quest'anno l'appuntamento è fissato per il lunedì: approfondimenti sul campionato del Padova, sulla partita, le intesviste, le polemiche. Con il vostro contributo tramite chiamate ed sms

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

CHIEVO
Tutti quanti al   <br/>Trofeo Nicolis

Tutti quanti al
Trofeo Nicolis

Da un’idea di Alessandro Cardi e Massimo Campagnola, con il patrocinio del Comune e della Pro Loco di Negrar, “CuoreChievo Onlus” organizza a scopo benefico il “3° Trofeo di calcio Luciano Nicolis” che si giocherà oggi, sabato 28 marzo 2015 al campo comunale di Negrar.La manifestazione prevede:Alle 14.00 il ritrovo automotoraduno d’epoca al Museo Nicolis di Villafranca di Verona con rinfresco per gli ospiti;Alle 15.30 un quadrangolare di calcio categoria “Pulcini” al campo sportivo di Negrar. Queste le squadre impegnate:- Asd Negrar- Acd Arbizzano- Bnc- Paluani LifeA seguire un incontro di calcio tra una rappresentativa locale della Valpolicella e “CuoreChievo”. Al termine della gioranta ci sarà una festa a base di musica live con la partecipazione della band “Senza Fissa Dimora” e una cena di beneficenza a favore della Caritas di Negrar che quotidiamante aiuta le famiglie in difficoltà di Arbizzano e Negrar.Il costo del biglietto di partecipazione alla manifestazione è di 10 euro che offre l’ingresso al Museo d’auto d’epoca Luciano Nicolis fino alla fine di Aprile.La vendita dei biglietti è al Centro d’Eccellenza Sportiva Bottagisio e bar La Pantalona di Chievo.
BASKET
Ramagli: "Battiamo  <br/>Casalpusterlengo"

Ramagli: "Battiamo
Casalpusterlengo"

"La partita di sabato è importante perché quando ci si avvicina alla fine ogni gara può rappresentare uno step in più per raggiungere un obiettivo migliore. La nostra settimana è stata migliore rispetto alle precedenti perché abbiamo avuto la possibilità di allenarci spesso con più uomini a disposizione, pur con le solite situazioni da tenere sotto controllo. Ma ora basta, si gioca". Alessandro Ramagli scruta l'inizio dei play-off. La Tezenis Verona, affronterà l’Assigeco Casalpusterlengo, sabato 28 marzo alle 20.30 al PalaOlimpia. "Più che pensare a che tipo di avversario affronteremo, dovremmo pensare a ciò che dovremmo fare noi. Le ultime due partite contro Napoli e Jesi ci hanno visto esprimere un livello di intensità e continuità di gioco che non sarebbe sufficiente per battere Casalpusterlengo. Dobbiamo essere migliori in questi due aspetti altrimenti faremo fatica contro una squadra che in questo momento sta bene, è in salute e si sta giocando le ultime chance per qualificarsi ai playoff. Io stanco e preoccupato dopo Jesi? No, le persone stanche sono quelle che lavorano in miniera. Avevo semplicemente preso atto di alcuni punti che sono stati poi adeguatamente sviscerati durante la settimana. Bisogna avere il realismo di non prendere solo il risultato finale come spunto di analisi. Lo puoi fare se discuti al bar, noi non possiamo permettercelo. Parlare adesso di calcoli e situazioni di classifica è prematuro". I play-off sono alle porte: "Noi siamo pronti ad ogni evenienza. Con il nostro staff abbiamo già organizzato il mese abbondante che ci separa dalla prima partita di playoff, ma onestamente è presto per parlarne. Dobbiamo concentrarci solo su Casalpusterlengo e pensare ad essere bravi a rimbalzo che sarà la prima cosa da fare per vincere. La pausa della prossima settimana? Sì, cade nel momento opportuno. Io prendo sempre quello che mi danno e quello che arriverà sarà la pausa, ma è chiaro che guardandola in funzione del nostro momento, non si può dire che non sia ben accetta. Noi comunque dobbiamo solo pensare a tornare a lavorare tutti assieme senza farci distrarre da altri discorsi come il mercato. Abbiamo dimostrato che quando siamo al completo e in buone condizioni di salute e di equilibrio siamo uno delle migliori squadre di questo campionato. Poi possono sopraggiungere dei problemi, ma come ho detto prima io penso ad una partita alla volta e in questo momento in testa ho solo i rimbalzi che dovremmo prendere contro Casalpusterlengo".
CRONACA
Tre furti in pochi mesi:      <br/>O sparo, o lascio casa

Tre furti in pochi mesi:
O sparo, o lascio casa

Non ne può più Moreno, lo storico barbiere di Montorio. Tre furti subiti in pochi mesi e adesso la paura di tornare a casa e vedere ancora una volta tutto sotto sopra. Anche ora che ormai c'è rimasto poco. Un po' di mobilia, nessun oggetto di valore. Tutto rubato. Si porta dietro persino il cagnolino: "Non vorrei che gli facessero male" dice. "E' già successo". Uno sfogo figlio della rabbia del dover subire. Quella rabbia che sul momento ti porta a reagire, anche se sai che può essere rischioso, o sbagliato. E ad andare magari, ma in fondo comprensibilmente, sopra le righe. "Sono deluso, arrabbiato, non so anch'io descrivere cosa sento in questo momento. Sto pensando di lasciare casa l'ho scritto su facebook. Dopo tre volte che ti violano la tua intimità sarei anche pronto ad ammazzarli" dice con un sorriso ironico Moreno "Anche se una cosa del genere andrebbe contro quello che sono come persona, ma ormai non me frega più niente, non me ne frega niente". Moreno abita sulla strada che da Mizzole porta a Trezzolano. Una casa isolata, ma sulla strada. "Ho provato a difendermi con le grate, me le hanno divelte, mi hanno portato via soldi, oggetti preziosi, televisore. Ormai non c'è rimasto più niente e la sensazione è quella che non ci sia giustizia. Che non ci sia tutela. E che se poi anche li prendono non cambia niente".
INCIDENTE
Mario Salvagno morto     <br/>dopo 14 giorni di coma

Mario Salvagno morto
dopo 14 giorni di coma

Dopo due settimane di agonia si è spento Mario Salvagno.L'80enne fondatore dello storico frantoio Redoro era caduto mentre passeggiava tra gli ulivi nella sua azienda a Grezzana.Vittima di un grave trauma cranico, Mario Salvagno non si era mai ripreso ed è morto stanotte al Polo Confortini.
METODO INNOVATIVO
A San Giovanni arrivano   <br/>i droni per la sicurezza

A San Giovanni arrivano
i droni per la sicurezza

Telecamere? Sempre utili ma costose e capaci di ricoprire zone ridotte. Per la sicurezza a San Giovanni Lupatoto arrivano i droni, piccoli velivoli che viaggiano in assenza di pilota, controllati da un computer a bordo, e che da Maggio sorvoleranno il paese. Saranno dotati di telecamera in grado quindi di effettuare una video sorveglianza aerea. L’idea innovativa per contrastare l’ondata di furti che ha investito anche San Giovanni è arrivata direttamente dal sindaco Federico Vantini. Il progetto approvato in Giunta dovrà però affrontare tutte le normative legate alla privacy e poi potrà partire. Molti Comuni vicini a San Giovanni ma non solo hanno già chiesto informazioni e sono pronti ad adottare il medesimo sistema. Il drone potrà poi tornare utile per il rilievo degli incidenti, il monitoraggio delle discariche, il controllo delle attività edificatorie, le verifiche del territorio. Insomma un sistema del tutto innovativo e più economico rispetto alle telecamera che potrà portare solo vantaggi e più sicurezza.
INFLUENZA
Oppeano, caso di aviaria   <br/>Regione: abbattere capi

Oppeano, caso di aviaria
Regione: abbattere capi

Un focolaio di influenza aviaria è stato scoperto in un allevamento-agriturismo a Oppeano, in provincia di Verona. La Sezione Veterinaria e Sicurezza Alimentare della Regione Veneto, con una nota formale inviata al sindaco di Oppeano e al Servizio Veterinario dell’Ulss 21 di Legnago, competente per territorio, raccomanda l’adozione urgente di “misure immediate di controllo, con abbattimento di tutti gli animali sensibili e distruzione delle carcasse e dei materiali”. Il Centro di Referenza Nazionale per l’influenza aviaria dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie ha confermato la positività virologica e sierologica al virus.“La positività virologica – è scritto nella nota della Regione – sta a testimoniare la presenza dell’influenza aviaria nell’azienda e il riscontro di un solo siero positivo su 20 prelevati potrebbe indicare un’introduzione recente del virus”, che a maggior ragione richiede un intervento immediato per impedire che la malattia si diffonda. “Si tenga inoltre in considerazione – concludono i tecnici regionali – che l’allevamento in oggetto si trova nell’area a maggior densità di avicoli della regione. La diffusione del virus potrebbe portare a gravi conseguenze e causare rilevanti danni economici al settore nel caso venissero colpiti allevamenti di tipo industriale”.
I PREZZI DEL CHIEVO
BIGLIETTI DERBY   <br/>CURVA SUD A 28 EURO

BIGLIETTI DERBY
CURVA SUD A 28 EURO

Il sito ufficiale del Chievo riporta i prezzi dei biglietti in occasione del derby contro il Verona.Prezzi fissati dalla società a inizio stagione.La Curva Sud dove andranno i tifosi del Verona costerà 28 euro (alla pari della nord, solitamente riservata ai clivensi).99 euro per le poltronissime. Le poltrone costeranno 49 euro. 42 euro per la Tribuna superiore (dove risiedono alcuni storici club dell'Hellas).La gara con il Verona ha gli stessi prezzi delle gare con Juventus, Inter e Milan.
VOLLEY
Verona contro Modena  <br/>Sottorete sarà big match

Verona contro Modena
Sottorete sarà big match

Si avvicina il grande appuntamento del week end sottorete. Tutta Italia guarderà a Verona e al PalaOlimpia dove alle 17 andrà in scena la sfida tra Calzedonia Verona e Parmareggio Modena. Copertura media straordinaria per l’evento che oltre alla diretta nazionale prevede anche il collegamento in 39 stati esteri.Per la Calzedonia Verona sarà un match importantissimo per continuare a sperare, fino all’ultimo, di riagganciare il quarto posto finale in regular season dopo l’ultima giornata di campionato in programma il giorno di Pasqua contro Altotevere. Per farlo bisognerà batter Modena, una big assoluta del nostro campionato definita da coach Giani “la squadra più attrezzata del torneo”. “Quella di domenica sarà sicuramente una partita di altissimo livello – ha sottolineato Giani - giochiamo contro la squadra probabilmente più forte di questo campionato. Arrivano da noi dopo due sconfitte per cui avranno il dente avvelenato e vorranno tornare a vincere per continuare la corsa verso il primo posto; per loro sarà una partita fondamentale. Noi vogliamo, come già all’andata, giocare la nostra pallavolo e fare la nostra partita. Siamo sicuramente stimolati per questo tipo di partita però sappiamo anche che se vogliamo giocare punto su punto dobbiamo esprimere tanta qualità. L’approccio sarà molto buono e ci saranno tanti stimoli, però bisognerà giocare tecnicamente bene questa gara. Sarà un grandissimo spettacolo, vogliamo ripetere la gara di andata quando riuscimmo a metterli alle corde con il nostro gioco”.
HELLAS VERONA
IL DOGMATICO 4-3-3   <br/>E I SUOI ESODATI

IL DOGMATICO 4-3-3
E I SUOI ESODATI

Inutile negarlo: il Verona di Mandorlini è risbocciato quando si è tornati al 4-3-3 (o 4-5-1 qualsivoglia). Il dogmatico modulo del mister ravennate garantisce una difesa voluminosa: i terzini difendono dentro l’area e le ali fanno i terzini. Se ne desume che le ali debbano, senza obbligo di discussione, fare più sacrifici della Grecia di Tsipras. Devono correre su è giù per la fascia, garantendo copertura e al contempo ribaltare l’azione per essere propositivi davanti. Il prototipo perfetto per Mandorlini ha un nome e un cognome: Juanito Gomez. Nasce come attaccante ma si è immedesimato perfettamente nel ruolo di terzino aggiunto. Correndo qua e là come un Dorando Pietri in giornata di grazia. Anche se è ammirabile il suo sforzo, spesso appare evanescente sotto porta.EL CONEJO. L’ultimo giorno di mercato Sogliano piazza un colpo da novanta: Javier Saviola. Un grande campione, in fase calante della carriera, ma ancora decisivo. Viene da una buona annata con l’Olympiacos, giocando e segnando in Champions League. Appena sbarcato sorge lecita una domanda: “Ma è adatto al 4-3-3 sciovinista di Mandorlini?”. Eh… infatti l’ex Barcellona e Real Madrid non vede il campo. Allora il tecnico gli ritaglia un ruolo in qualche partita attuando il 3-5-2. Saviola quando chiamato in causa risponde quasi sempre al meglio nonostante sia usato con il contagocce: memorabile l’assist di tacco a San Siro che costò la panchina a Mazzarri, o il gol decisivo contro l’Atalanta. Ma niente da fare: anche se viene usato il modulo a due punte, Saviola difficilmente parte dal primo minuto. La sua poca attitudine a difendere, e probabilmente la sua bassa statura, non convincono appieno il coach scaligero. Nel derby contro il Chievo addirittura Nenè lo scavalca nelle gerarchie. Saviola accetta il ruolo di comprimario con grande professionalità. Non vuole andare via, si trova bene a Verona. Qui è nato anche suo figlio. Con il ritorno al 4-3-3 Saviola è tornato ad essere un oggetto estraneo. Ma un altro giocatore sudamericano, ala purissima, è usato più che altro come un soprammobile.NO, NON È QUELLO DEL CITY. A gennaio, per sopperire alla mancanza di esterni infortunati, arriva dal Gremio, Fernandinho, omonimo dello spettacolare centrocampista del Manchester City. Talentuosa ala, ormai matura con un recente passato all’Atletico Mineiro di Ronaldinho. Identikit perfetto, che si sposa appieno con il modulo: ala che ha quasi sempre giocato esterno alto. Dopo il suo arrivo, nessuno si aspettava un suo impiego fin da subito, e invece Mandorlini stupisce tutti buttandolo in campo a Palermo: pochi minuti, ma che comunque hanno lasciato una buona impressione. Dopo l’apparizione siciliana, l’ala brasiliana sparisce dai radar: solo 5 minuti contro il Torino. Difficile stabilirne il perché. Probabilmente è un’ala pura poco propensa a fare il terzino.OPULENZA. Optare per un modulo che dà certezze, ma che limita la propulsione offensiva, o fare piccole modifiche, dando spazio a giocatori molto tecnici? (Altro caso emblematico è Nico Lopez). Difficile rispondere. Da una parte il ritorno del 4-3-3 ha garantito, parzialmente, risultati soddisfacenti e punti salvezza determinanti. Dall’altra parte l’opulenza della rosa non sembra sfruttata appieno. Perdendo così creatività, ed imprevedibilità davanti. Se con il Cesena si dovesse raggiungere la salvezza virtuale, sarebbe bello vedere in campo con più continuità, giocatori che hanno visto poco il rettangolo verde, ma che hanno grandi doti tecniche: Saviola, Lopez, Fernandinho, ma anche il giovane Valoti. Gli ultimi tre sono anche in prestito: è difficile fare una valutazione su di loro se giocano poco. È difficile stabilire se valga la pena esborsare l’eventuale riscatto.LUCA VALENTINOTTI
VERONA
Le giovanili Hellas in <br/>campo: il programma

Le giovanili Hellas in
campo: il programma

Settimana di riposo per la Serie A. Le giovanili Hellas invece scenderanno in campo. Il programma completo:ESORDIENTI 2003Gara di campionato (campo comunale di via Dei Cedri, Montorio, Verona)Ore 15.30: MONTORIO-HELLAS VERONAESORDIENTI 2004Gara di campionato (campo comunale "Olimpia Stadio" di via Frà Giocondo, Verona)Ore 16.30: HELLAS VERONA-AGSM VERONA FCPULCINI 2005Gara di campionato (campo comunale di via Lussemburgo, Verona)Ore 15: HELLAS VERONA-CADIDAVIDPULCINI 2006Gara di campionato (campo comunale di via Novara, Verona)Ore 16.30: NOI LA SORGENTE-HELLAS VERONADomenica 29 marzoALLIEVI NAZIONALI "A"Gara di campionato (campo comunale di via San Marco, Soave, Verona)Ore 15: HELLAS VERONA-MILANALLIEVI NAZIONALI "B"Gara di campionato (campo comunale di via Cadorna 9/B, Bolzano)Ore 15: SUD TIROL-HELLAS VERONAGIOVANISSIMI NAZIONALIGara di campionato (stadio comunale "Le Fratte", piazza Marcolongo, Oppeano, Verona)Ore 11: HELLAS VERONA-SUD TIROLGIOVANISSIMI REGIONALIGara di campionato (campo comunale "Olimpia Stadio" di via Frà Giocondo, Verona)Ore 10.30: HELLAS VERONA-GIORGIONEGIOVANISSIMI PROFESSIONISTIGara di campionato (campo comunale di via Lussemburgo, Verona)Ore 10.30: HELLAS VERONA-CITTADELLAPULCINI 2006Torneo Nazionale di Cessalto (campo comunale "L. Trentin", via A. Diaz 31, Cessalto, Treviso)Ore 10: HELLAS VERONA-SACILESEOre 11: HELLAS VERONA-CITTADELLAOre 12: HELLAS VERONA-CESSALTOOre 13.30: SEMIFINALI E FINALI
EVENTO A VERONA
Hellas Verona e  <br/>Panini insieme in Bra

Hellas Verona e
Panini insieme in Bra

Panini in tour, insieme all'Hellas Verona FC. Sabato 28 e domenica 29 marzo (dalle ore 10.30 alle 19.30) Piazza Bra si colora di gialloblù, per lanciare la nuova collezione di figurine “Calciatori 2014-2015” direttamente dal cuore di Verona, grazie all'evento “Panini Tour 2015”. Un appuntamento a cui nemmeno Leandro Greco vuole mancare. Sarà lui infatti, nella giornata di domenica 29 marzo, a promuovere l'iniziativa Panini insieme alle squadre della Scuola Calcio e del Settore Giovanile gialloblù in Brà.In questa splendida location, centinaia di collezionisti, appassionati delle figurine e tifosi potranno giocare insieme, partecipare a quiz e prove di abilità, con la possibilità di vincere premi e splendidi gadget (l’esclusiva cover per il tuo album “Calciatori”, segnalibro, il mitico “Almanacco Illustrato del Calcio”, ecc.). In questa 2 giorni il grande “villaggio” del “Panini Tour 2015” sarà anche visitato da calciatori delle diverse squadre dell’Hellas Verona.Lo speciale evento veronese del “Panini Tour 2015” fa parte delle “Figuriniadi”, il primo Campionato nazionale di giochi con le figurine. Il programma prevede diverse gare a premi: il “Figu Quizzone” per chi risponde al maggior numero di domande sul calcio e sulla collezione “Calciatori” e il “Figu Record” per chi lancia le figurine più lontano. Sarà poi possibile scambiare figurine con gli altri collezionisti e con la Panini. Chi si presenterà con l’album “Calciatori 2014-2015” completo riceverà un timbro di certificazione e un bellissimo gagliardetto esclusivo. Tante sorprese sono previste: innanzitutto, il “villaggio” Panini sarà visitato da calciatori dell’Hellas Verona, che incontreranno collezionisti e tifosi; tutti riceveranno poi gratuitamente uno starter-kit della collezione “Calciatori 2014-2015”. Infine, sarà disponibile un backdrop ufficiale che permetterà ai piccoli tifosi dell’Hellas Verona di farsi scattare una foto ricordo.“Grazie alla collaborazione con l’Hellas, la tappa del Panini Tour 2015 di Verona acquista un sapore speciale”, ha dichiarato Antonio Allegra, direttore Mercato Italia di Panini. “Oltre all’elemento ludico del collezionamento - sottolineato dal titolo “Figuriniadi” dato al Tour di quest’anno - l’appuntamento veronese, sarà arricchito dalla presenza di giocatori delle diverse squadre gialloblù. Le figurine si riconfermano un eccezionale strumento per condividere la passione per il calcio a tutte le età”.Il “Panini Tour 2015” si svolge da febbraio ad aprile ed è articolato in più di 120 giornate evento in tutta Italia. Oltre alle manifestazioni nelle principali città (in aggiunta a Verona, anche Palermo, Catania, Bari, Salerno, Napoli, Roma, Firenze, Genova, Torino, Bologna e Milano), si svolgono attività in numerosi centri commerciali: sono una settantina quelli che, in tutta la penisola, ospiteranno stand e corner della Panini di diversi formati, con quiz e giochi a premi e la distribuzione di album e figurine della collezione “Calciatori 2014-2015”. Anche il tour di quest’anno può contare su un’importante presenza sul web e nei maggiori social. E’ possibile seguire le varie tappe sul sito internet www.calciatoripanini.it, la pagina Facebook Calciatori Panini, il canale YouTube, i feed di Twitter, il profilo Instagram e la app gratuita iCalciatori. In particolare, sui vari social vengono pubblicati le foto e i video migliori realizzati dai collezionisti.La collezione “Calciatori 2014-2015” è in vendita in edicola. Comprende 782 figurine su giocatori e squadre di Serie A TIM, Serie B, Primavera TIM, Lega Pro, Serie D e Serie A Femminile, da raccogliere in un album di 128 pagine. Tra le novità della raccolta, la preziosa copertina con effetti speciali, ove campeggia, oltre al mitico “calciatore in rovesciata” simbolo della Panini, l’immagine di 20 giovani campioni del nostro campionato. Da segnalare inoltre le esclusive figurine in raso, a rappresentare per la prima volta tutte le 3 le divise ufficiali delle squadre di Serie A TIM, e i retri-figurina con i quiz del tifoso, con 400 domande diverse sulla storia delle 20 squadre della massima serie. Tra le sezioni speciali di questa raccolta, la sezione “Calciomercato”, realizzata in collaborazione con Sky Sport HD, che ospiterà le figurine sui colpi del mercato di gennaio, e le pagine “L’Italia che verrà”, con le figurine di 12 giovani promesse che stanno calcando i campi della Serie A TIM e che, in futuro, potrebbero vestire la maglia della Nazionale maggiore.
28ESIMA GIORNATA
Parlato: 'Contro il Dro        <br/>sarà molto dura'

Parlato: 'Contro il Dro
sarà molto dura'

Di fronte agli acciacchi che hanno colpito in settimana diversi suoi giocatori, Carmine Parlato allarga le braccia e si fa fatalista. "Avevo fatto sospendere le amichevoli infrasettimanali per non correre il rischio di infortuni - commenta l'allenatore del Padova - ma evidentemente se uno è destinato a farsi male si fa male. Fortunatamente non si tratta di cose gravi, dovrebbero recuperare tutti la prossima settimana". Per domani (all'Euganeo sbarca il Dro, fischio d'inizio alle 15) non ci sarà Cunico. In dubbio fino all'ultimo Zubin e Bortot, le cui possibilità di recupero si sono però ridotte ulteriormente in seguito alla rifinitura di questa mattina alla Guizza. "Il Dro sarà un avversario molto duro da superare. E' in cerca di punti per uscire dai playout. Ma noi dobbiamo proseguire nel nostro cammino". L'intervista integrale a Carmine Parlato la potrete ascoltare stasera nelle due edizioni del Tg Biancoscudato di Telenuovo delle 21 e delle 24.
RAGGIRO
Andrea Diprè a processo   <br/>a Verona per truffa

Andrea Diprè a processo
a Verona per truffa

Due aspiranti pittori veronesi sarebbero stati truffati da Andrea Diprè, il conduttore televisivo che ha conquistato fama sui canali commerciali e sul web per alcune interviste 'borderline' e recentemente anche per un presunto matrimonio in arrivo con Sara Tommasi, la chiacchierata show-girl che si è data al porno.Dipré, 45 anni, originario di Tione di Trento, è finito sul banco degli imputati nel processo che lo vede accusato di truffa e appropriazione indebita.Come racconta "Il Corriere di Verona", Dipré avrebbe raggirato una donna e un giovane di Zevio, promettendo - in ambio di denaro - visibilità sui canali televisivi che lui gestisce sulla piattaforma Sky. Secondo la denuncia presentata dai due aspiranti attori, che sono parte civile al processo, Dipré avrebbe intascato denaro in contanti e assegni (per migliaia di euro) promettendo di pubblicizzare in televisione le opere dei due artisti; ma quadri e sculture non sono mai stati mostrati. Da qui la denuncia ed il processo, che è stato rinviato a dicembre.
CRIMINALITA'
La Commissione Antimafia    <br/>martedì sarà a Verona

La Commissione Antimafia
martedì sarà a Verona

La Commissione Parlamentare Antimafia la prossima settimana sarà in missione in Veneto, a Verona e Venezia, per approfondire l'evoluzione della presenza delle mafie in questi territori, anche in relazione alle inchieste che hanno fatto emergere presenze radicate e tentativi di infiltrarsi nella pubblica amministrazione. Lunedì 30 marzo, la Commissione sarà a Venezia, il giorno dopo, martedì 31 marzo, la toccherà a Verona.I lavori avranno inizio alle 10,45 in Prefettura, con le audizioni del Prefetto, dei comandanti provinciali delle forze di polizia ed il capo centro della DIA. Nel pomeriggio, a partire dalle 14, saranno sentiio il Procuratore della Repubblica, rappresentanti delle associazioni ed il Presidente della Camera di Commercio. Alle 17,30, al termine dei lavori, avrà luogo una conferenza stampa con la presidente, Rosy Bindi.
HELLAS VERONA
PESCHIERA - MARQUEZ       <br/>PIENAMENTE RECUPERATO

PESCHIERA - MARQUEZ
PIENAMENTE RECUPERATO

Ultimo allenamento mattutino per i gialloblù a Peschiera del Garda, prima dei due giorni di riposo. La squadra, agli ordini dell'allenatore in seconda Roberto Bordin (assente Andrea Mandorlini in permesso concordato con la società), ha svolto riscaldamento e circuiti di forza.Rafa Marquez ha svolto l'intera seduta con il gruppo. Lavoro differenziato sul campo per Mattia Valoti. Assenti i calciatori convocati dalle rispettive nazionali.PROGRAMMA ALLENAMENTISabato 28 marzo: riposoDomenica 29 marzo: riposo
MUSICAL
'Il Primo Papa' sbarca    <br/>in Arena il 25 aprile

'Il Primo Papa' sbarca
in Arena il 25 aprile

"Il primo Papa - La libertà di essere uomo", è il titolo del musical rock che darà il via alla stagione dell'Arena. L'appuntamento è per il prossimo 25 aprile, ma i biglietti sono già in vendita. Patrocinato dal Vaticano, dalla Diocesi e dal Comune di Verona, il ricavato sarà devoluto alla Caritas veronese e all'Elemosineria Apostolica Vaticana. Le musiche e i testi sono inediti e vantano la firma di Tony Labriola e Stefano Govoni della compagnia teatrale SDT Eventi che, in collaborazione con TwentyOne Group, porterà il musical in tour nei teatri più prestigiosi e nelle case grazie al dvd. Si tratta di un originale musical con al centro Gesù, il Maestro che narra in prima persona la storia di San Pietro, la prima pietra sulla quale è stata fondata la Chiesa. Un personaggio storicamente poco conosciuto, ma uomo chiave del cristianesimo. Per raccontarlo è stata composta una colonna sonora in rock sinfonico che rispecchia il carattere forte e determinato di San Pietro. La regia è stata affidata a Marco Simeoli, le coreografie sono di Stefano Bontempi. Il cast è composto da 26 attori tra cantanti, ballerini e acrobati, per due ore di emozioni nella cornice dell'Arena.
GRANATA
Citta, emergenza difesa    <br/>speranze su Scaglia

Citta, emergenza difesa
speranze su Scaglia

Nel momento più delicato della stagione, alla vigilia di un match chiave per la salvezza, Foscarini si trova in balia di una vera e propria emergenza-difesa. Il Cittadella rischia di giocare il match contro la Ternana, diretta concorrente, senza i due centrali titolari della retroguardia: Scaglia e Pellizzer. Quest'ultimo infatti, si è infortunato durante l'allenamento. Dovrà stare fuori 20 giorni per una lesione ai flessori della coscia destra. Si tenta invece il recupero in extremis di Scaglia, rimasto colpito da una contrattura all'adduttore sinistro. Per la difesa Foscarini potrà contare su Signorini, che però non gioca una partita da mesi. Non destano preoccupazioni le condizioni di Kupisz e di Barreca. Torna in gruppo Filippo Lora.
A ROMA VITA TRAVAGLIATA
ITURBE, CRISI E FLIRT    <br/>CON FIGLIA DI CANIGGIA

ITURBE, CRISI E FLIRT
CON FIGLIA DI CANIGGIA

Non sta prendendo la piega che avrebbe voluto prendesse l'avventura di Juan Manuel Iturbe con la maglia della Roma.Dopo la straordinaria stagione scorsa con il Verona, Iturbe è passato durante l'estate alla Roma, dopo un lungo corteggiamento della Juventus.Secondo il comunicato ufficiale della società giallorossa Iturbe è costato 22 milioni di euro. E' diventato quindi il più importante investimento della Roma.Ma le prestazioni non sono state all'altezza. Complici anche fastidiosi infortuni, Iturbe ha faticato fin troppo. Ed è entrato nel mirino della feroce critica romana. Insultato dalla Curva dopo la gara persa in Europa League con la Fiorentina, Iturbe vive un momento difficilissimo.A Roma gli rinfacciano anche comportamenti poco professionali nella vita privata e un flirt con la soubrette Charlotte Caniggia, figlia di Claudio, ex attaccante argentino del Verona.
HELLAS VERONA
VALOTI: "EMOZIONE UNICA        <br/>SEGNARE AL BENTEGODI"

VALOTI: "EMOZIONE UNICA
SEGNARE AL BENTEGODI"

“Mandorlini dice che i giovani vanno usati piano piano come un ghiacciolo che si ciuccia poco alla volta? Bè almeno spero il ghiacciolo non si sciolga (ride, ndr)”. Autoironico Mattia Valoti sul suo poco utilizzo in gialloblù. Figlio d’arte, di quel centrocampista tuttofare ex Verona che risponde al nome di Aladino. Intervenuto ai microfoni di radio Bella&Monella durante la trasmissione “Questo è il Verona”, il giovane centrocampista ha parlato del suo esordio a Verona, del suo presente e del suo futuro:“Il mio esordio ce l’ho ancora impresso nella mente. Era la quinta di campionato. Non pensavo di entrare. Fu una grande emozione”. Non ha poi dimenticato il suo primo gol contro il Parma: “È stato bellissimo, non arrivavamo da un buon periodo. Era un Parma che credeva nella salvezza. Grazie a Toni siamo riusciti a raddrizzare la partita con un gol incredibile. Il primo gol in Serie A è stato meraviglioso, abbiamo vinto una gara importante. Segnare al Bentegodi è stata una grande emozione. C’era anche mio papà Aladino quel giorno. Lui è un martello, era contentissimo. Ma lui sta sempre a pensare il futuro. Dunque dopo il gol, già mi ricordava che dovevo allenarmi il giorno dopo. Devo molto ai suoi consigli”.È intervenuto anche sul rapporto con Mandorlini e in generale sull’utilizzo dei giovani italiani: “Ha un rapporto distaccato, non parla molto. Cerca di farti reagire in certi momenti. Come prima di Parma, mi stimolava, mi parlava e mi diceva che l’avrei risolta io. In Italia il problema sui giovani, sta alla base. All’estero danno più fiducia”. Infine non poteva mancare un pensiero al futuro: “Sto bene a Verona. Io voglio rimanere qua. Poi starà all’Albinoleffe e al Verona accordarsi sul riscatto. Milan? È acqua passata. Sta vivendo un momento difficile. Non è molto solida a livello societario al momento, spero si riprenda. Comunque meglio così, sono contento di essere arrivato a Verona”.
HELLAS VERONA
Peschiera - Partitella   <br/>in famiglia

Peschiera - Partitella
in famiglia

Seduta pomeridiana per i gialloblù sul campo di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore in seconda Roberto Bordin (assente Andrea Mandorlini in permesso concordato con la società), ha svolto una partitella in famiglia con la Primavera. Squadre miste, divise in verdi e rosse, che si sono affrontate in due tempi da mezz'ora ciascuno. L'incontro è finito 2-1, i marcatori sono stati Juanito Gomez (un gol con la squadra rossa e uno con i verdi) e Javier Saviola.Rafa Marquez, Mattia Valoti e Luca Toni hanno svolto lavoro atletico sul campo. Assenti i calciatori convocati dalle rispettive nazionali.PROGRAMMA ALLENAMENTIVenerdì 27 marzo: seduta mattutina (ore 10)Sabato 28 marzo: riposoDomenica 29 marzo: riposo
CHIEVO
ULTIM'ORA - MATTIELLO       <br/>DIMESSO DALL'OSPEDALE

ULTIM'ORA - MATTIELLO
DIMESSO DALL'OSPEDALE

Federico Mattiello torna a casa. Ora inizia un lungo periodo di riabilitazione per il giovane talentuoso (e sfortunato) terzino. Ecco il comunicato ufficiale:"L'A.C. ChievoVerona comunica che oggi pomeriggio il giocatore Federico Mattiello è stato dimesso dal reparto di Ortopedia dell'ospedale Sacro Cuore di Negrar dove era ricoverato per la frattura scomposta della tibia e del perone della gamba destra occorso durante il primo tempo della partita ChievoVerona – Roma, giocata domenica 08 marzo.Il decorso nell'immediato post operatorio non ha fatto emergere particolari problematiche e dopo una prima precoce fase di riabilitazione presso il reparto proseguirà le cure riabilitative a Verona, presso il Centro di riabilitazione Atlante, seguito dallo staff del ChievoVerona".
L'Opinione
ON AIR
27.03.2015
TgVeneto
ON AIR
27.03.2015
Rosso & Nero
ON AIR
27.03.2015
Padova in Diretta
ON AIR
27.03.2015
Verona in Diretta
ON AIR
27.03.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
22.03.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
08.03.2015
Vighini Show
ON AIR
19.03.2015
Alè Verona
ON AIR
23.03.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
23.03.2015
Alé Padova
ON AIR
23.03.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
26.03.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di TgBiancoscudato.it

Palinsesto