• ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

VIGILIA DI CAGLIARI-VERONA
MANDORLINI: QUESTA E'  <br/>LA GARA PIU' IMPORTANTE

MANDORLINI: QUESTA E'
LA GARA PIU' IMPORTANTE

"Sarà uno scontro molto importante, una delle più importanti. Mancano ancora 14 partite alla fine del campionato, sarà un’occasione per distanziarci ulteriormente dalla terzultima, dobbiamo essere molto concentrati". Così mister Mandorlini alla vigilia della delicatissima partita contro il Cagliari. "Loro hanno cambiato qualcosa dal punto di vista tattico da quando al timone c’era Zeman, ma gli interpreti sono quelli. Hanno qualcosa da dimostrare per riallacciarsi le squadra davanti, domani cercheranno la loro occasione" ha spiegato il tecnico del Verona.La gara è anche una partite tra le difese peggiori del torneo: "I numeri vogliono sempre dire qualcosa, anche nel nostro caso la fase difensiva è da rivedere, anche se con la Roma siamo riusciti a tamponare un po’. Come dico sempre, ogni partita ha la sua storia, dobbiamo essere solidi, difendere meglio e attaccare come abbiamo fatto in alcuni frangenti nella sfida con la Roma. Dovremo dare tutto, cuore, testa e gambe. I ragazzi lo sanno bene, l’ho avvertito nelle dichiarazioni che hanno rilasciato in questi giorni".
CAGLIARI-VERONA
ULTIM'ORA: GOMEZ PARTE   <br/>MANDORLINI SPERA

ULTIM'ORA: GOMEZ PARTE
MANDORLINI SPERA

Gomez parte con la squadra. Lo ha detto Andrea Mandorlini in conferenza stampa. Il mister spera di recuperarlo per la gara contro il Cagliari. L'attaccante era stato fermato da un problema muscolare. Anche Moras, recuperato, è a disposizione.
SICUREZZA

Detenzione armi, serve
il certificato medico

Entro il 4 maggio 2015 chi detiene armi dovrà presentare il certificato medico di idoneità psicofisica alla detenzione; in pratica lo stesso certificato richiesto per il rilascio del nulla osta all'acquisto, previsto dall'art. 35 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. Lo stabilisce il decreto legislativo n. 121 del 29 settembre 2013, entrato in vigore il 5 novembre 2014, che ha introdotto diverse novità in tema di controlli per l'acquisizione e la detenzione di armi (bianche, da sparo o da fuoco). La certificazione dovrà attestare che il richiedente non sia affetto da malattie mentali oppure patologie che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti e psicotrope oppure abusare di alcol. Il certificato medico in questione dovrà essere rilasciato dal medico provinciale o dall'ufficiale sanitario (attualmente Asl) o da un medico militare. Sono esentati dall'obbligo di presentazione coloro che nei sei anni antecedenti l'entrata in vigore del decreto, abbiano già consegnato il certificato al momento della richiesta di una licenza di porto d'armi o di un nulla osta all'acquisto di armi. Le persone che entro la data di scadenza non avranno provveduto a consegnare il certificato agli uffici di Polizia o Carabinieri che avevano ricevuto le denunce di detenzione, riceveranno una diffida per la presentazione del certificato stesso. Se nei successivi 30 giorni la certificazione non sarà presentata, sarà avviato il procedimento finalizzato al divieto di detenzione. Il richiedente, sottoponendosi agli accertamenti, è tenuto a presentare un certificato anamnestico, rilasciato dal medico di fiducia, di data non anteriore a tre mesi. Il medico accertatore potrà richiedere, ove ritenuto necessario, ulteriori specifici esami o visite specialistiche, che saranno effettuati presso strutture pubbliche.Uffici competenti a ricevere la certificazione sono:- Per il territorio del Comune di Verona: Ufficio Armi della Questura - Per la provincia: i Comandi stazione Carabinieri competenti per territorio
POLIZIA
Furto negli spogliatoi   <br/>Virtus: caccia al ladro

Furto negli spogliatoi
Virtus: caccia al ladro

Nella serata di ieri gli Agenti della Squadra Volanti sono intervenuti a seguito della richiesta di soccorso di un atleta della squadra di calcio Virtus. Ad essere “visitato” è stato lo spogliatoio della Virtus in Via Bodoni dove un ladro, tra le 18.00 e le 20.00, approfittando del tempo dell’allenamento, si è introdotto senza farsi notare. Al loro arrivo, i poliziotti, iniziando le minuziose procedure di accertamento, hanno subito notato il vetro inferiore della porta di ingresso infranto, varco dal quale il ladro si deve essere appunto intrufolato. I poliziotti hanno potuto poi constatare quanto fosse stato sottratto, ovvero tre portafogli, due smartphone, un paio di scarpe nonché un giubbotto.Sono al momento in corso ulteriori indagini.
ARGOMENTO
Calzedonia a Padova   <br/>Giani: "Gara difficile"

Calzedonia a Padova
Giani: "Gara difficile"

Derby veneto per la Calzedonia Verona che domenica, ore 18.00, sfiderà Padova. Una gara importante per i gialloblù, una gara che metterà in palio tre punti pesanti per la classifica con i ragazzi di Andrea Giani spediti sempre più sulla strada per il quarto posto in classifica.Quella di Padova sarà una gara da non sottovalutare, contro la formazione più giovane del campionato che gode di un grande entusiasmo del pubblico patavino e arriva da due vittorie consecutive ma la Calzedonia, dopo sette vittorie nelle ultime otto gare, è sempre più consapevole delle proprie potenzialità. Nessun problema di formazione per Giani che probabilmente ritroverà in panchina anche Bellei, out nella sfida contro Monza mentre per il palleggiatore Manuel Coscione sarà una partita molto particolare perché festeggerà la quattrocentesima partita nella massima serie. Oltre 300 i tifosi scaligeri al seguito della squadra con un entusiasmo crescente partita dopo partita. Andrea Giani, tecnico gialloblù, ha dichiarato: “Il derby è una gara speciale. Sfidiamo una squadra che gioca bene, in un bell’ambiente davanti a tante persone, per cui dovremo fare una bella partita se vogliamo vincere. Dobbiamo esprimere qualità perché Padova è una squadra che non ti regala nulla; mi piace come giocano, hanno un allenatore bravo che li mette bene in campo. Sarà una partita non semplice, anzi, una partita difficile”.I gialloblù hanno come obiettivo di proseguire nella striscia di risultati positivi e buon gioco; la partita di Padova è un nuovo gradino da superare, Giani commenta: “Al di là della classifica, dobbiamo giocarla al massimo ed essere bravi a mettere in campo un grande spirito e un grande carattere”.Sulle quattrocento presenze di Manuel Coscione in Serie A, il tecnico aggiunge: “Significa aver fatto tantissimi campionati. Manuel, sta disputando una bellissima stagione. E’ un ragazzo che sta dando tantissimo a questo gruppo, in termini di gioco con le sue prestazioni e mi sta aiutando tantissimo a far crescere questi ragazzi. Devo fargli i complimenti perché ha un atteggiamento straordinario e poi sta giocando molto bene per cui le due cose sommate fa sì che per lui sia una stagione molto buona”
SERIE A
SPAREGGIO SALVEZZA      <br/>A CAGLIARI GARA DECISIVA

SPAREGGIO SALVEZZA
A CAGLIARI GARA DECISIVA

Il Verona è tra "color che stan sospesi". A metà tra l'inferno (la zona retrocessione) e il paradiso (la salvezza). Tre punti fanno la differenza. E mai come stavolta, tre punti (in più o in meno) segneranno il campionato e il futuro del Verona. DISTACCO. Vincere a Cagliari vorrebbe dire andare a più otto proprio dai sardi. Cioè, significherebbe scavare un solco profondissimo tra le ultime tre. Ed è chiaro che poi, il futuro sarebbe molto più roseo. Perdere, invece, vorrebbe dire l'esatto contrario. Permterebbe al Cagliari di rientrare (andrebbe a due punti dai gialloblù) e l'effetto panico che si scatenerebbe sarebbe devastante. GARA DELLA VITA. Per questo a Cagliari hanno alzato (giustamente) i toni del match. Questa è una gara della vita. Per loro, ma anche per il Verona che ha bevuto l'ottimo punticino con la Roma come un corroborante, ma che non è affatto guarito dai tanti mali che lo affliggono. Non completamente almeno. Anche se ci sono segnali di ripresa. PROBLEMI. Ma la settimana non è corsa via senza problemi. Altri due stop per problemi muscolari sono emersi all'orizzonte (Gomez e Saviola) sintomo che qualcosa davvero non ha funzionato nella preparazione di Mandorlini e del suo staff. Non sono solo i nuovi ad avere avuto problemi. Ma anche un fidato soldatino come Gomez, ormai con il mister da anni, e quindi abituato a questo tipo di preparazione. AGO DELLA BILANCIA. Quanto il contrattempo possa creare disagio in Mandorlini è evidente. Gomez è l'ago della bilancia a favore del 4-3-3 del mister e di quel tipo di gioco che l'allenatore richiede ai suoi con quei ripiegamenti sulla linea difensiva che creano la famosa "densità" a ridosso dell'area di rigore. Senza Gomez, potrebbe giocare lì Nico Lopez, tutt'altro tipo di giocatore, uno dei grandi "incompresi" della stagione. C'è anche Fernandinho che Mandorlini ha schierato subito pur senza preparazione, e che ora pare tornato tra i "fantasmi" della squadra.SETTI E LA MENTALITA'. Ma a prescindere dall'assetto e dagli uomini che scenderanno in campo a Cagliari, sarà più importante verificare che "spirito" avrà questa squadra o per dirla con Setti che "mentalità" avrà la squadra scaligera. Il nodo è tutto lì. Per una gara che, in un modo o nell'altro, sarà uno spartiacque di questo campionato.GIANLUCA VIGHINI
INCIDENTE
Frontale auto e moto,  <br/>chiusa via Volta

Frontale auto e moto,
chiusa via Volta

Disagi alla viabilità in tarda serata per un incidente che ha provocato la chiusura di via Volta dall'incrocio con via Cipolla fino all'intersezione con via Zamboni, subito prima della galleria.Lo stop al traffico si è reso necessario a causa di un incidente che ha coinvolto un'auto ed una moto; nello scontro frontale ha avuto la peggio il conducente della moto che è rimasto ferito, anche se le sue condizioni non sono apparse gravi.Soccorso dai sanitari del 118, il centauro è stato trasportato all'ospedale di Borgo Trento.Sul posto per il rilievi due pattuglie della Polizia municipale, che hanno avuto anche il supporto dei Carabinieri per presidiare la zona interdetta alla viabilità.
VERSO IL CAGLIARI
Rafael con la squadra    <br/>Out Gomez e Saviola

Rafael con la squadra
Out Gomez e Saviola

Ultimi allenamenti per il Verona prima della trasferta di Cagliari in programma domenica alle 12:45. Rafael ha ripreso a lavorare con il gruppo mentre Valoti, Saviola e Gomez hanno svolto sedute di fisioterapia. Giornata di scarico per Tachtsidis, Fernandinho, Marquez, Marques, Hallfredsson, Ionita e Obbadi. Domani la rifinitura a porte chiuse.
BENEFICENZA
Domenica in Bra le  <br/>colombe di Admor

Domenica in Bra le
colombe di Admor

Domenica 1 marzo tornerà in piazza Bra il gazebo Admor (Associazione Donatori Midollo Osseo e Ricerca) con l’iniziativa ‘Con una colomba doni la vita’. L’evento è stato presentato questa mattina a Palazzo Barbieri dall’assessore ai Servizi sociali Anna Leso insieme a Giovanni Cacciatori e Marta Bertini di Admor.Nel corso della giornata i volontari Admor, affiancati dai donatori di sangue AVIS, FIDAS, ASFA e dal Gruppo Alpini, saranno impegnati nella distribuzione delle colombe pasquali, prodotte in esclusiva dalla ditta Bauli.Il ricavato contribuirà a sostenere le numerose attività dell’associazione tra le quali l’assegnazione di 6 borse di studio, da 15 mila euro ciascuna, a giovani medici biologi e ricercatori che operano presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, a beneficio degli ammalati oncoematologici.“Admor svolge una preziosa attività sia sul fronte della sensibilizzazione che del sostegno alla ricerca medico scientifica – ha detto Leso – si tratta infatti di un’associazione che da sempre, in sintonia con le strutture ospedaliere, accoglie le richieste di aiuto dei malati. Oltre a ricordare l’invito a diventare donatori di midollo osseo – ha concluso l’assessore – propongo a tutti di sostenere le attività di Admor acquistando una colomba pasquale”.L’associazione Admor si occupa anche della ricerca nel mondo di donatori compatibili con ammalati adulti e bambini in attesa di trapianto di cellule staminali ematopoietiche, ricoverati presso l’ospedale di Borgo Roma. Admor ha inoltre parzialmente finanziato ( con una spesa di 37.500 euro ) il Day Hospital del Centro Trapianto Midollo Osseo per le cure post-trapianto, attivo dallo scorso settembre. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.admor.org
GRANATA
Citta, a Lanciano  <br/>senza Pellizzer

Citta, a Lanciano
senza Pellizzer

Questa mattina la partenza in direzione Lanciano per la squadra granata che ieri ha sostenuto l’ultimo allenamento a Cittadella.Mister Foscarini non può contare sul capitano Pellizzer, non convocati Signorini e Lora. Il resto della squadra a disposizione.Questi i 21 partiti per l’Abruzzo:PORTIERI: Pierobon (1), Valentini (22).DIFENSORI: Pecorini (2), Barreca (3), De Leidi (4), Scaglia (13), Donazzan (18), Cappelletti (25), Camigliano (32).CENTROCAMPISTI: Rigoni (8), Minesso (11), Benedetti (16), Busellato (17), Schenetti (19), Bazzoffia (20), Paolucci (23), Kupisz (30).ATTACCANTI: Coralli (7), Gerardi (9), Sgrigna (10), Stanco (31).Domenica ci sarà già la ripresa degli allenamenti in vista della gara serale contro il Varese di martedì 3 marzo.
ARGOMENTO
Coscione, derby speciale     <br/>Contro Padova, 400 in A

Coscione, derby speciale
Contro Padova, 400 in A

Il traguardo delle 400 presenze in Serie A è ad un passo. Manuel Coscione si prepara a vivere una partita speciale e l’emozione sicuramente non mancherà. Il derby veneto tra Tonazzo Padova e Calzedonia Verona, in programma domenica alle ore 18.00, porterà in campo il palleggiatore gialloblù per la quattrocentesima volta nella sua carriera, iniziata nel 2000 con il debutto nella massima serie. Da quell’anno, ininterrottamente, Manuel ha vestito una maglia in Serie A1 conquistando anche due Coppa Italia e due Coppa Cev. Coscione, prima dell’allenamento del venerdì, scherza dicendo: “Già quattrocento?”. Poi prosegue: “Sono contento di essere arrivato a fare quattrocento partite in Serie A. Detta così, il numero 400 un po’ spaventa; quando me l’hanno comunicato sono rimasto un po’ stupito però è una bella cosa. Ad inizio della carriera sognavo di arrivare a fare tante presenze e oggi sono contento di questo traguardo ma spero di farne ancora parecchie”.Tante le partite che stanno disegnando la sua carriera con una caratteristica che non è mai cambiata dalla prima all’ultima gara che ha giocato Coscione: “L’entusiasmo che ho oggi è quello che ho avuto sempre dall’inizio. Le partite più belle? Sicuramente qualche finale che ho giocato come la Coppa Italia o la Coppa Cev, ma non solo, anche il quarto di finale di Coppa giocato a Vibo. Ce ne sono tante, ogni stagione ha le sue partite clou perché ogni squadra ha degli obiettivi diversi e ci sono stimoli diversi. Quest’anno le partite con Perugia e Macerata sono state le punte di diamante”.Il palleggiatore scaligero, sulla sua esperienza a Verona, ha aggiunto: “In qualsiasi squadra ho sempre cercato di adattarmi a tutto: società e città. Ho visto diverse realtà, qui a Verona si vede che c’è programmazione e avere uno sponsor come Calzedonia aiuta la società a fare le cose fatte bene. Spero che Verona, in futuro, si ritagli uno spazio sempre più importante all’interno del panorama italiano ed europeo paragonando questo percorso, guardando una storia recente, a quello di Trento e a quello che ha fatto negli ultimi anni”.Il traguardo delle quattrocento partite in Serie A sarà tagliato domenica in un match che la Calzedonia Verona dovrà fare suo per continuare la striscia di successi consecutivi: “Non dobbiamo abbassare la guardia. Dobbiamo andare a Padova per fare i tre punti, è inutile che ci nascondiamo. Vogliamo mantenere il quarto posto fino alla fine del girone di ritorno e arrivare al termine del campionato con la consapevolezza di aver dato tutto”.
CONFAGRICOLTURA
Agrinsieme, la protesta  <br/>dei 500 a Venezia

Agrinsieme, la protesta
dei 500 a Venezia

Oltre 500 agricoltori hanno sfilato a Venezia per dire basta alla burocrazia, ai prodotti sottopagati e alle speculazioni, all'Imu agricola e ad altre tasse inique. Tra i partecipanti una folta rappresentanza di Confagricoltura Verona, capitanata dal presidente Paolo Ferrarese. “Non è accettabile che a fronte di 77 milioni di euro stanziati nel bilancio agricolo, solamente 20 siano effettivamente disponibili per le imprese agricole, e cioè quelli messi a disposizione per il cofinanziamento del Psr – hanno chiarito i rappresentanti delle associazioni sindacali -. L’agricoltura è l’unico settore che vede i costi delle strutture, come quello del personale, a carico del settore e non del bilancio generale della Regione. Ci sono stati tolti i sostegni al credito: su 4 milioni del 2013 siamo passati a soli 770 mila mila euro del 2015.”Il presidente del consiglio regionale Ruffato e i capigruppo si sono impegnati a trovare ulteriori risorse aggiuntive a quelle poste per il Psr nel prossimo assestamento di bilancio e hanno espresso solidarietà al settore.
POLIZIA MUNICIPALE
Stazione, lunedì   <br/>rimozione biciclette

Stazione, lunedì
rimozione biciclette

Lunedì prossimo nuova fase di lavori in stazione ferroviaria, che prevede lo spostamento del cantiere nella zona del vecchio parcheggio kiss&ride che era stato ricavato a lato dell’area di sosta dei taxi. Si tratta quindi di tutta l'area alberata compresa tra la stazione ferroviaria e il ponte sul canale, dove transitano i bus in uscita. Nella zona sono ancora presenti una ventina di biciclette, ancorate a pali, recinzioni o altri supporti, che lunedì mattina saranno rimosse per consentire il posizionamento del cantiere. Le bici rimosse saranno trasportate presso la caserma Santa Marta; i proprietari potranno recuperarle tutte le mattine dei giorni feriali, dalle 9 alle 13, recandosi alla Delegazione Centro della Polizia municipale di via Cantarane. La Polizia municipale ricorda che l’area di sosta delle biciclette in zona stazione si trova all’interno del nuovo parcheggio di sosta breve kiss&ride, di fronte al Tempio Votivo.
TRASFERTA BIANCOSCUDATA
Procede la prevendita   <br/>per Belluno-Padova

Procede la prevendita
per Belluno-Padova

Sono già oltre 500 i tagliandi per l'incontro Ital Lenti Belluno-Biancoscudati Padova di domenica 1 marzo allo Stadio Comunale di Belluno. La prevendita dei tagliandi alla biglietteria Sud dello stadio Euganeo (zona nuovo palazzetto) continuerà anche nella giornata di domani dalle 10.00 alle 12.30, salvo esaurimento dei biglietti disponibili. La capienza del Settore Ospiti dello Stadio Comunale di Belluno è di 950 posti.COSTO BIGLIETTI: (acquisto max. 15/20 biglietti a persona)INTERO 15,00 €RIDOTTO 10,00 €- Per le donne.- Per i ragazzi nati dal 1/1/1998 al 31/12/2002 (con documento all’ingresso dello stadio)- Ingresso gratuito per i nati/e dal 1/1/2003 in poi (senza biglietto, con documento)
CARABINIERI
Rapina a Tomba, presa    <br/>anche terza complice

Rapina a Tomba, presa
anche terza complice

I Carabinieri del Nucleo RadioMobile hanno fermato anche la terza donna responsabile della rapina al cartoleria di Tomba del 18 febbraio scorso. Le tre donne, tossicodipendenti, senza fissa dimora, erano entrate nel negozio e con la scusa di acquistare un profumo avevano tentato di immobilizzare la titolare, 66 anni, portandole via quanto c'era in casa e la borsa che nascondeva sotto il bancone del negozio. La donna è però riuscita a divincolarsi e urlando ha attirato l'attenzione di alcuni passanti che si sono subito gettati all'inseguimento delle tre, riuscendo a fermarne due tra via centro e via dei grolli. "La terza era riuscita a cavarsela usando l'astuzia" ha spiegato il comandante del Nor Luca Mariano. "Quando ha visto la gente inseguire le due complici si è fermata fuori dal negozio fingendo di essere una semplice passante. Un testimone, che poi l'ha riconosciuta, ha anche provato a chiederle spiegazioni ma la donna l'ha convinto di essere estranea ai fatti ed era riuscita in quel primo momento ad allontanarsi". Fondamentale, ha ricordato Mariano, la collaborazione della gente, negozianti e passanti, che hanno permesso i primi due arresti in flagranza di reato. Le tre donne, Maria Giovanna Poddie, 40 anni, di San Bonifacio (l'ultima fermata), Elisabetta Annechini, 51 anni e Melita Donatella Zanet, 48 anni, sono tutte gravate di diversi precedenti e attenderanno in carcere il processo già fissato per il 19 marzo prossimo.
MILAN
Inzaghi sul Chievo, gara  <br/>che nasconde insidie

Inzaghi sul Chievo, gara
che nasconde insidie

Una trasferta insidiosa ma dalla quale il Milan può uscire con un risultato importante. Parola di Pippo Inzaghi che inquadra così il match del Bentegodi. "Il campionato è equilibrato, è difficile anche giocare contro squadre che lottano per la salvezza. La trasferta di Verona non è semplice, il Chievo è un'ottima squadra che sta facendo bene, ma noi crediamo di poter far risultato. Maran è un ottimo allenatore, cambia diversi sistemi di gioco, pertanto potremo ritrovarci una squadra schierata in ogni modo. A centrocampo ci sono molti calciatori che hanno gamba, dunque sarà una gara che nasconde delle insidie".
CONVOCATI
Milan, Inzaghi ritrova   <br/>Mexes e Paletta

Milan, Inzaghi ritrova
Mexes e Paletta

L'allenatore del Milan, Pippo Inzaghi, ha convocato 23 giocatori per la sfida di domani sera del Bentegodi contro il Chievo. Tornano a disposizione Paletta, recuperato dopo l'infortunio patito contro l'Empoli, e il centrale francese Mexès dopo le 4 giornate di squalifica. Ecco la lista ufficiale:PORTIERI: Abbiati, Diego Lopez, Gori DIFENSORI: Antonelli, Alex, Bocchetti, Bonera, Calabria, Mexes, PalettaCENTROCAMPISTI: Essien, De Jong, Montolivo, Muntari, Poli, Suso, Van GinkelATTACCANTI: Bonaventura, Cerci, Destro, Honda, Menez, Pazzini
FORZA ITALIA
Fitto: Con le primarie   <br/>non saremmo ridotti così

Fitto: Con le primarie
non saremmo ridotti così

"Se avessimo seguito la strada che da mesi ho indicato, cioè fare le elezioni primarie, non ci troveremmo a meno di un mese e mezzo dalla presentazione delle liste, senza sapere ne' quali sono le alleanza, ne' quali sono i candidati". Lo ha detto il leader dei 'ricostruttori' azzurri, Raffaele Fitto, a margine di una visita all'ospedale di Negrar.Dopo essersi detto "fiducioso" sulla strada intrapresa dalla componente critica del partito che a lui fa capo, Fitto ha osservato che "Forza Italia sta facendo un percorso abbastanza discutibile. Faremo le nostre valutazioni nei prossimi giorni".Se ci fossero state le primarie, secondo Fitto, sarebbe stato "magari possibile avere una piattaforma comune, sia in Veneto sia in Campania, per proporre le idee con le quali vogliamo governare e di conseguenza scegliere candidati pienamente legittimati". "Il centrodestra - ha concluso - deve avere due caratteristiche: lavorare per l'unità ed essere alternativo al governo Renzi".
ARRESTO
Ruba auto e fugge,    <br/>inseguimento in centro

Ruba auto e fugge,
inseguimento in centro

Un 45enne straniero è stato arrestato questa mattina dalla polizia di Verona, al termine di un inseguimento 'cinematografico' dopo che aveva rubato un'utilitaria lasciata momentaneamente incustodita dal proprietario 72enne. L'uomo si era infilato nella Panda dell'anziano sceso a comprare il giornale in centro a Verona, partendo lo aveva quasi investito ed una volta accortosi di essere inseguito da una Volante aveva iniziato a fuggire infilandosi anche a tutta velocità lungo sensi vietati. Vistosi braccato il ladro aveva proseguito la fuga a piedi inseguito dal capopattuglia che aiutato da un cittadino che lo aveva fatto salire sul proprio scooter lo aveva raggiunto e bloccato definitivamente. Ai polsi del malvivente sono scattate le manette con le accuse di rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale. Domani mattina l'uomo, del quale non sono state diffuse le generalità, sarà condotto dinanzi al magistrato per la convalida della misura precautelare e l'udienza per direttissima. La questura di Verona si è complimentata con il poliziotto che ha raggiunto lo straniero e con "l'elevato senso civico del cittadino che - spiega una nota - facendo salire a bordo del proprio scooter, il poliziotto che inseguiva il ladro ha concorso attivamente nell'assicurare alla giustizia l'autore della rapina".
BACINO VERONESE
ATO, Luigi Pisa nominato  <br/>compomente del Comitato

ATO, Luigi Pisa nominato
compomente del Comitato

Luigi Pisa è stato nominato componente del Comitato Territoriale dell'ATO Veronese.L'assessore ai Giardini e all'arredo urbano del Comune di Verona rappresenterà così all'interno del Comitato territoriale del Consiglio di Bacino Veronese la "Zona 3", costituita dal Comune di Verona.La nomina firmata dal presidente Mauro Martelli è avvenuta su designazione del sindaco di Verona, Flavio Tosi.
PRIMAVERA
Sfida al Cesena    <br/>Diretta su Telenuovo

Sfida al Cesena
Diretta su Telenuovo

Appuntamento da non perdere domani a Vigasio alle 14:30. La Primavera del Verona affronta nello scontro diretto il Cesena che condivide proprio con i gialloblù il quinto posto a quota 26. All'andata vinsero i romagnoli 3-0. Massimo Pavanel non avrà a disposizione Fares, fermato per un turno dal Giudice Sportivo, oltre a Salifu ancora infortunato. Telenuovo trasmetterà in diretta e in esclusiva la gara a partire dalle 14:25.GIRONE B - PROGRAMMA18a GIORNATA (sabato 28 febbraio, ore 14.30)Udinese-Cagliari (28/02 ore 11), Perugia-Chievo (01/03 ore 11), Hellas Verona-Cesena, Cittadella-Inter, Brescia-Pescara (28/02 ore 11), Virtus Lanciano-Sassuolo, Milan-Atalanta (01/03 ore 11).GIRONE B - CLASSIFICAMilan 43; Inter 37*; Udinese e Chievo 27; Cesena ed Hellas Verona 26; Sassuolo 25; Atalanta** 21; Pescara 18; Brescia 16; Perugia*, Cittadella e Cagliari* 15; Virtus Lanciano* 4.
L'Opinione
ON AIR
20.02.2015
TgVeneto
ON AIR
28.02.2015
Rosso & Nero
ON AIR
27.02.2015
Padova in Diretta
ON AIR
27.02.2015
Verona in Diretta
ON AIR
27.02.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
22.02.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
23.02.2015
Vighini Show
ON AIR
26.02.2015
Alè Verona
ON AIR
16.02.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
23.02.2015
Alé Padova
ON AIR
16.02.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
26.02.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Palinsesto