• VIGHINI SHOW

    OGNI GIOVEDI' SU TELENUOVO

    Lo show condotto da Gianluca Vighini. Ospiti di spessore, giocatori, giornalisti, opinionisti, tecnici e tifosi per un serrato dibattito sul Verona di Mandorlini. Dagli studi di Telenuovo all'HELLAS KITCHEN

  • BIANCOSCUDATI CHANNEL

    Ogni lunedì su Telenuovo Padova

    Quest'anno l'appuntamento è fissato per il lunedì: approfondimenti sul campionato del Padova, sulla partita, le intesviste, le polemiche. Con il vostro contributo tramite chiamate ed sms

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 18:45, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

VERONA
SFIDE SALVEZZA: IL    <br/>VERONA NON SBAGLIA MAI

SFIDE SALVEZZA: IL
VERONA NON SBAGLIA MAI

La stagione che si appresta a finire è stata molto altalenante. Il Verona di Mandorlini ha alternato momenti altamente negativi: sconfitte consecutive e prestazioni insoddisfacenti. Variando con prestazioni superlative (su tutte Napoli al Bentegodi). Con l’aggiunta che questa stagione è stata una delle poche che ha visto il Verona incolume a San Siro: grazie a due prodezze in zona Cesarini di Nico Lopez (coadiuvato contro l’Inter dalla magia di tacco di Saviola). Le partite salvezza, quelle da dentro o fuori, non sono state mai sbagliate: al Bentegodi contro l’Atalanta (gol Saviola) e Parma (Sala, Toni e Valoti). Ancor più importante la vittoria di Cagliari (Toni e lampo di Juanito Gomez appena entrato). Con il Cesena un’eventuale vittoria significherebbe salvezza virtuale. Partita decisiva: il Verona non ha mai deluso le aspettative. Sabato ci si augura che la tradizione continui.L.V
DESIGNAZIONI
Pairetto arbitrerà  <br/>Sassuolo-Chievo

Pairetto arbitrerà
Sassuolo-Chievo

Luca Pairetto arbitrerà Sassuolo-Chievo. Il fischietto piemontese avrà come guardalinee i fidati Galloni e Crispo. Il quarto uomo sarà Marzaloni. Mentre a fondo linea ci saranno Calvarese e Gavillucci.
DESIGNAZIONI
Verona-Cesena:   <br/>arbitra Orsato

Verona-Cesena:
arbitra Orsato

Sarà il vicentino Daniele Orsato, originario di Montecchio Maggiore, ad arbitrare il match tra Verona e Cesena. Il fischietto della sezione di Schio sarà coadiuvato dagli assistenti Preti e La Rocca. Il quarto uomo designato è Vivenzi. Gli addizionali di fondo campo saranno Baracani e Ghersini.
HELLAS VERONA
Hallfredsson e Sorensen    <br/>protagonisti nazionali

Hallfredsson e Sorensen
protagonisti nazionali

Ultime partite con le rispettive nazionali per i giocatori scaligeri. Da segnalare le buone prove di Emil Hallfredsson e Sorensen. Ecco il report:EMIL HALLFREDSSON: ha giocato titolare ed è stato sostituito al 14' st della sfida amichevole Estonia-Islanda (1-1). Tra l'altro ha giocato con la fascia di capitano sul braccio.PIERLUIGI GOLLINI: non è sceso in campo nella sfida Svizzera-Italia (0-1), valida per il XIV° torneo "Quattro Nazioni".FREDERIK SORENSEN: ha giocato titolare ed è stato sostituito al 1' st della sfida amichevole, riservata alle nazionali Under 21, Danimarca-USA (1-0).
NAZIONALI CHIEVO
Zukanovic  pareggia  <br/>contro l'Austria

Zukanovic pareggia
contro l'Austria

Con le partite di ieri sera si è concluso il ciclo di amichevoli e gare ufficiali delle Nazionali di calcio. Un solo gialloblù in campo ieri: si tratta del bosniaco Ervin Zukanovic che ha affrontato l’Austria in una gara amichevole terminata con il punteggio di 1-1. Il difensore del Chievo ha disputato tutti i 90 minuti di gioco.
PROGETTO GIOVANI CRONISTI
I giocatori del Chievo  <br/>rispondono agli studenti

I giocatori del Chievo
rispondono agli studenti

Albano Bizzarri e Andrea Seculin protagonisti dell'ennesima tappa del progetto “Giovani Cronisti” promosso dal ChievoVerona. Gli ultimi due incontri hanno visto la partecipazione di cinque classi quinte provenienti dall’Istituto Comprensivo Graziella Murari di Valeggio Sul Mincio. Nel primo incontro hanno partecipato Alberto Paloschi e Alessandro Gamberini. Nel secondo invece, i due portieri, immortalati nella foto di rito.Durante queste giornate i ragazzi hanno potuto percorrere gli stessi corridoi che solitamente i calciatori calcano prima di entrare sul terreno di gioco. Hanno potuto inoltre visitare la Tribuna Autorità e gli spogliatoi ma il piatto forte è stata la conferenza stampa proprio nella Sala Stampa dello stadio Bentegodi con i giocatori.I giovani cronisti si sono dimostrati non solo dei grandi appassionati ma anche potenziali giornalisti competenti rivolgendo domande specifiche ai giocatori in base al loro ruolo in campo. Ad Alberto Paloschi è stato chiesto, oltre al gol più bello che avesse realizzato in carriera, quale difensore lo avesse fatto maggiormente soffrire. Ad Alessandro Gamberini, viceversa, quale fosse stato l’attaccante più difficile da marcare. I due portieri Albano Bizzarri e Andrea Seculin invece hanno risposto con simpatia circa la delicatezza del loro ruolo soprattutto quando capita di commettere un errore.Il progetto “Giovani Cronisti”, organizzato per il nono anno dal ChievoVerona, offre la possibilità ai ragazzi delle scuole secondarie e primarie di vivere il calcio da un punto di vista diverso da quello di semplici tifosi. Il progetto proseguirà sino a fine stagione e coinvolgerà numerose scuole di Verona e provincia.
TRIBUNALE
Caso Roveri, al giudice    <br/>foto di lei in vacanza

Caso Roveri, al giudice
foto di lei in vacanza

Le ferite non sarebbero state potenzialmente mortali. E le foto consegnate al giudice durante l'udienza preliminare che si è tenuta ieri, una trentina, scaricate dai social, con la vittima in vacanza a poche settimane dal tentato omicidio, dimostrerebbero che Laura Roveri non avrebbe subito danni gravi; soprattutto dal punto di vista psicologico. E' quanto sostiente la difesa di Enrico Sganzerla, il professionista di Cerea che il 12 aprile del 2014 fuori da una discoteca del vicentino accoltellò sedici volte l'ex fidanzata, Laura Roveri, sette fendenti alla testa, uno dritto al collo, con la punta dell'arma diretta verso la trachea. Dura la replica della ragazza su facebook: "Sembra quasi una colpa quella di non essere morta e di essermi rifatta una vita, e i giudici ammettono questo materiale insensato? Porto ancora i segni di quella sera, ho danni fisici permanenti, è un mancato assassino e deve avere una pena adeguata". Archiviata nella prima fase processuale l'accusa di stalking, l'uomo andrà a processo a maggio (il processo è fissato per il giorno 20) per tentato omicidio aggravato dalla premeditazione. Nell'udienza preliminare gli avvocati dell'uomo hanno chiesto per il loro assistito il rito abbreviato che consente uno sconto di pena.
ANTIMAFIA
Bindi: Commissione  <br/>accesso c'è pure a Roma

Bindi: Commissione
accesso c'è pure a Roma

"Le Commissioni di accesso valutano i fatti, acquisiscono elementi. Questo non presuppone l'ulteriore atto che è quello dello scioglimento, perché lo possono escludere". Lo ha detto la presidente della Commissione parlamentare bicamerale antimafia, Rosy Bindi, al termine dell'audizione alla Prefettura di Verona sul rischio di infiltrazioni nel territorio scaligero. Facendo riferimento all'ipotesi di nominare una Commissione d'accesso al Comune di Verona, Rosy Bindi ha ricordato che "è stata nominata anche al Comune di Roma dopo i noti fatti". "Certamente - ha aggiunto - non è un bella cosa che la capitale abbia una Commissione d'accesso, ma si tratta di operare per raccogliere elementi ulteriori di conoscenza che sarebbero utili per prevenire fenomeni che potrebbero degenerare". I membri della Commissione presenti a Verona hanno ricordato che "è nei fatti che Verona è la provincia più fragile. In particolare perché è zona di confine con la Lombardia, che è la quarta regione 'ndranghetista. Abbiamo apprezzato che questa prefettura abbia già adottato quattro provvedimenti interdittivi, e poi c'è anche lo strumento della confisca". "Costa meno ed è più utile prevenire" ha dichiarato Alessandro Naccarato (Pd), unico parlamentare veneto in Commissione. "Le mafie sparano meno e corrompono di più e sanno penetrare nel tessuto dell'economia e ci sono reati spia che richiedono coordinamento per capire il nesso con i metodi mafiosi" ha detto Rosy Bindi. "La Lombardia - ha spiegato - ha pagato caro il negazionismo di alcuni anni fa". Per questo i componenti della Commissione hanno auspicato una maggiore collaborazione tra la Procura territoriale e quella Distrettuale, che ha sede a Venezia, dove ieri si è tenuta la prima giornata di audizioni".
INFILTRAZIONI
Tosi: Mafia a Verona?     <br/>Solito fango di Report

Tosi: Mafia a Verona?
Solito fango di Report

"Quelle fatte in conferenza stampa dalla presidente della Commissione parlamentare antimafia mi sembrano francamente affermazioni strampalate, che ben si inseriscono nel clima di una campagna elettorale, utili solo a trovare spazio e titoli sui mass media". Lo ha detto il sindaco di Verona, Flavio Tosi, commentando il resoconto delle audizioni tenute oggi alla Prefettura di Verona. "La Commissione presieduta dalla signora Rosy Bindi - ha spiegato Tosi - deve pur simulare una sua qualche utilità che ne giustifichi l'esistenza e la visita in Veneto, ma non pare stia riuscendo nell'impresa". "La richiesta di accesso agli atti del Comune di Verona - ha aggiunto - era già stata avanzata e respinta un anno fa al tempo della macchina del fango partita da Report: il ridicolo della vicenda e' che l'on. Bindi ha convocato la Commissione in Prefettura proprio nell'ultimo giorno di lavoro del Prefetto che da domani sarà in pensione: vale a dire l'ultimo giorno utile per la prossima campagna elettorale prima dell'arrivo del nuovo rappresentante del Governo". "Né il sottoscritto, né alcun amministratore o dirigente comunale - ha continuato il sindaco di Verona - e' indagato per le ipotesi avanzate dalla Binda e nemmeno l'ex vicesindaco è' stato indagato per quel motivo". "Quindi la richiesta della Commissione, oltre più che ridicola, è penosa" ha concluso Tosi.
ANTIMAFIA
Rosy Bindi: Verona è     <br/>a rischio infiltrazioni

Rosy Bindi: Verona è
a rischio infiltrazioni

"Verona è il punto più fragile del Veneto e ci sentiamo di segnalare che la consapevolezza sul livello 'ndranghetista e mafioso nel territorio è ancora insufficiente". Lo hanno detto i membri della Commissione parlamentare bicamerale antimafia che si è riunita oggi a Verona, sotto la guida della presidente Rosy Bindi. Una giornata di audizioni che hanno completato la due giorni della commissione in Veneto. "Questa - ha spiegato Rosy Bindi - è ancora una regione per cui si può usare la parola infiltrazione e non insediamenti e non vorremmo che a episodi sporadici seguisse un radicamento, come avvenuto in altre regioni". Il rischio di una sottovalutazione del fenomeno mafioso nel territorio veronese è stato approfondito nell'audizioni con i vertici provinciali delle forze dell'ordine, il procuratore Mario Giulio Schinaia, i rappresentanti delle associazioni, il presidente della camera di Commercio. "Dagli elementi che abbiamo raccolto - ha aggiunto - ci sentiamo di chiedere alla Prefettura e al Comitato di sicurezza, anche alla luce di recenti fatti analizzati dalle procure di Bologna, Brescia e Catanzaro, di rivalutare la possibilità della nomina di una Commissione di accesso al Comune di Verona e magari anche in altri comuni che hanno visto il verificarsi di fatti inquietanti, di rapporti tra amministrazione ed associazioni criminali". L'on. Bindi ha citato anche alcuni episodi avvenuti, tra gli altri, a Isola della Scala, Affi e Nogarole Rocca: "riguardano aspetti sociali, incendi, ma anche scambi elettorali". "Quello che emerso dall'inchiesta Emilia - ha concluso - ha gettato anche una luce nuova su fatti del passato che erano già stati presi in considerazione e non erano stati ritenuti sufficienti per nominare una Commissione di accesso".
CHIEVO
Veronello - Dainelli <br/>lavora a parte

Veronello - Dainelli
lavora a parte

I gialloblù guidati da mister Rolando Maran hanno svolto oggi a Veronello una doppia seduta di allenamenti, al mattino in palestra e al pomeriggio in campo. Alla mattina sono stati effettuati lavori di forza e lavori di reattività. Mentre nel pomeriggio: attivazione tecnica a coppie, sviluppo fase offensiva con sagome, lavoro difensivo a settori e partita da area ad area.Non hanno preso parte all'allenamento Francesco Bardi, Cristiano Biraghi e Ioannis Fetfatzidis, ancora assenti per gli impegni con le rispettive Nazionali e Ervin Zukanovic. Il difensore bosniaco disputerà con la sua Nazionale un'amichevole contro l'Austria questa sera a Vienna. Dario Dainelli ha lavorato a parte per un problema alla caviglia.
INCENDI
Fumo in un capannone      <br/>VVFF alla Mambrotta

Fumo in un capannone
VVFF alla Mambrotta

Due mezzi dei vigili del fuco stanno intervenendo in un capannone nella zona di S.Martino Buon Albergo, in localita' Mambrotta. Una colonna di fumo nerastro ha fatto scattare l'allarme ma al momento ancora non si conoscono altri particolari
EX VERONA E CESENA
VI RICORDATE PAPA     <br/>WAIGO? ORA GIOCA...

VI RICORDATE PAPA
WAIGO? ORA GIOCA...

Verona e Cesena a confronto. Oggi in A, ieri in B, l'altro ieri addirittura in C. C'è una cosa che accomuna, tra le altre cose, queste due squadre: hanno avuto un giovane talento nella loro rosa, che però non si è mai consacrato: Papa Waigo. L’attaccante senegalese esordisce non ancora ventenne con la maglia del Verona il 31 maggio 2003 ed entra nella storia della società: è il primo africano ad aver indossato la maglia scaligera. Subito mostra le sue grandi doti: velocità, forza fisica, accelerazione e senso del gol, pur non essendo dotato di un piede sopraffino e non essendo un bomber puro. Dopo due annate piene a Verona colleziona 65 presenze e 11 gol. Non convince appieno. Sono soprattutto le prestazioni al Bentegodi a non convincere.Passa al Cesena, sempre in B, dove migliora le sue statistiche: 56 presenze e 13 gol. Così arrivano le grandi occasioni: Genoa, Fiorentina e Lecce, ma trova pochissimo spazio. L’ultimo anno italiano lo vede protagonista ad Ascoli nella stagione 2011-2012, dove affronterà anche il Verona di Mandorlini. Ottima annata: 15 gol in 40 presenze. Sembra pronto alla maturazione finale. Ma incredibilmente decide di emigrare a soli 28 anni (come Paulinho) per i più ricchi emolumenti del Medio Oriente. Non si presenta al ritiro di inizio stagione con l’Ascoli e va prima ad Abu Dhabi al Al-Wadha, poi gioca nel Al-Ettifaq a Dammam in Arabia Saudita. Ed ora? Sempre in Arabia a Buraidah giocando nel Al-Raed. Un talento bruciato troppo presto, che non è riuscito ad emergere in Italia. Ora si accontenterà di affrontare Paulinho in qualche “prestigiosa” sfida internazionale arabo-qatariota. L.V
VERONA
Obbadi e Ionita out   <br/>contro il Cesena

Obbadi e Ionita out
contro il Cesena

Ora è sicuro. Sia Ionita che Obbadi salteranno la sfida decisiva contro il Cesena sabato al Bentegodi. Niente da fare: se Ionita era sicuramente difficile recuperarlo, si sperava in un recupero lampo di Obbadi. Ma anche il franco-marocchino dovrà dare forfait. Fatali i loro infortuni subiti lontano dall'Italia, nel ritiro delle loro nazionali. Peccato anche perchè il loro ritorno era coinciso con una rinascita del Verona.
SOLIDARIETA'
Il team di Valentino      <br/>va in Oncoematologia

Il team di Valentino
va in Oncoematologia

Giovedì mattina alle 11, in un reparto pediatrico del Policlinico di Verona, ci sara' una "visita" davvero speciale. Il team di Valentino Rossi, trionfatore al Gran Premio del Qatar, si recherà a Borgo Roma, nel reparto di Oncoematologia Pediatrica per distribuire ai bambini ricoverati gadget e magliette autografate dal “Vale nazionale”. L'iniziativa, partita da un piccolo paziente che ha contattato lo staff di Rossi, è stata organizzata dall’Abeo di Verona, presieduto da Pietro Battistoni.Lo staff del campione di motociclismo è particolarmente sensibile alle tematiche delle malattie infantili e ha già visitato 25 reparti pediatrici in Italia, per portare un po’ di gioia e spensieratezza ai bambini più sfortunati dei loro coetanei.
INCIDENTE
Cade dal motorino   <br/>Grave un 17enne

Cade dal motorino
Grave un 17enne

Un grave trauma cranico e profonde ferite al viso ma non sarebbe in pericolo di vita il 17enne che stamattina, poco dopo le 11, è caduto da solo mentre era alla guida di un motorino. L'incidente è accaduto in via Monte Grappa, a Povegliano, dove poco dopo il ragazzo è stato soccorso dagli operatori di VrEmergenza che lo hanno trasportato d'urgenza all'ospedale di Borgo Trento
VIOLENZE
Mega rissa al bar    <br/>7 poliziotti contusi

Mega rissa al bar
7 poliziotti contusi

Pugni, calci, bottiglie rotte in mano. Erano in 12, nigeriani, ubriachi. E' accaduto all'alba, a Verona, in via Tombetta. Mancava poco alle 4 del mattino quando al 113 sono arrivate diverse chiamate per una rissa furibonda all'esterno del bar Don Maya, gia' noto per fatti simili. I poliziotti delle Volanti sono intervenuti in fretta ma al loro arrivo pareva che tutto si fosse tranquillizzato.Dopo pochi minuti, pero', altre segnalazioni dei residenti li hanno costretti ad intervenire nuovamente perche' la vicenda, evidentemente, non era conclusa. Alcuni avventori, infatti, rimasti nelle immediate vicinanze del locale continuavano ad urlare, insultando e minacciando gli stessi poliziotti. Due nigeriani si sono scagliati fisicamente contro due agenti. In loro soccorso sono intervenuti altri colleghi e ne è nata una colluttazione. Bilancio conclusivo: sette poliziotti contusi (prognosi da 4 a 20 giorni), danneggiamento di divise e di occhiali I due africani di 39 e 32 anni, con precedenti penali, sono stati arrestati per lesioni, resistenza, violenza, oltraggio a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato. Il giudice ha disposto che i due rimangano in carcere in attesa del processo che dovrebbe svolgersi il 14 aprile
IL SERBO DEL VERONA
JANKOVIC: HO LA FIDUCIA       <br/>QUINDI DO TUTTO

JANKOVIC: HO LA FIDUCIA
QUINDI DO TUTTO

"Sento la fiducia del mister e quando io sento la fiducia del mister dó tutto". Così Bosko Jankovic ha parlato a margine del meeting alla Leaderform. "La gara di domenica è la più importante della stagione" ha spiegato il centrocampista serbo. "Non dobbiamo sbagliare come è successo contro la lazio"
GRANATA
Un nome, un programma  <br/>Pasqua arbitra il Citta

Un nome, un programma
Pasqua arbitra il Citta

Una fatalità, una simpatica fatalità. La speranza è che porti bene. Il match pre-pasquale dei granata (si gioca giovedì, a Latina alle 20.30) sarà arbitrato dal direttore di gara Fabrizio Pasqua. Subito, sul web, si è scatenata l'ironia dei tifosi. 'Speriamo che ci renda felici come una Pasqua', scrivono i tifosi. Altri invocano invece un rigore come sorpresa nell'uovo granata. Scherzi a parte, contro i laziali non si può sbagliare. Foscarini ha ancora gli uomini contati in difesa. Sperando nella 'resurrezione' di Scaglia. Sarebbe 'tanta roba' per una retroguardia in cui sta esplodendo il giovane Camigliano. ECCO IL COMUNICATO DI DESIGNAZIONE DELL'ARBITRO:L’associazione Italiana Arbitri ha comunicato le designazioni per la 34a giornata del Campionato Serie B 2014/2015.A dirigere Latina – Cittadella di giovedì 2 aprile 2015 (ore 20.30) allo Stadio “Francioni” di Latina è stato chiamato il Sig. Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli, 1° ass. Sig. Del Giovane di Albano Laziale, 2° ass. Sig. Villa di Rimini; IV° uff. Sig. Maresca di Napoli.
VERONA
Peschiera, i nazionali   <br/>ancora assenti

Peschiera, i nazionali
ancora assenti

Seduta mattutina per i gialloblù di Peschiera del Garda. La squadra, agli ordini dell'allenatore Andrea Mandorlini, ha svolto riscaldamento, circuiti di forza e trasformazione sul campo.Lazaros Christodoulopoulos è rientrato in gruppo ed ha svolto corsa sul campo. Cure fisioterapiche per Artur Ionita e Mounir Obbadi. Seduta in palestra e fisioterapia per Gustavo Campanharo. Assenti i nazionali Pierluigi Gollini, Emil Hallfredsson e Frederik Sorensen, mentre il rientro di Evangelos Moras e Panagiotis Tachtsidis è previsto per questo pomeriggio.PROGRAMMA ALLENAMENTIMercoledì 1 aprile: seduta pomeridiana (ore 15.30)Giovedì 2 aprile: seduta pomeridiana (ore 15) a porte chiuseVenerdì 3 aprile: seduta mattutina (ore 11) a porte chiuseSabato 4 aprile: Hellas Verona-Cesena (ore 15)
ZOOTECNIA
Fieragricola, modello   <br/>da esportare

Fieragricola, modello
da esportare

Possiamo esportare il modello Fieragricola, perché è un marchio con una storia e parla allo stesso tempo di territorio, di zootecnia e di filiere di qualità». A dirlo è Roberto Nocentini, vicepresidente dell’Associazione italiana allevatori, allevatore di bovini da carne al Mugello (Firenze), membro del nuovo comitato di indirizzo della zootecnia e delle bioenergie di Fieragricola di Verona.Nocentini parla anche della fase negativa che sta attraversando il settore lattiero in Italia e in Europa."La crisi c’è per le difficoltà del mercato e perché ci troviamo in una fase di transizione verso la fine delle quote latte – specifica -. Nel giro di pochi mesi il prezzo della materia prima è diminuito di oltre il 20 per cento, al punto che oggi le aziende agricole stanno lavorando in perdita. Non si può continuare in questo modo". Positiva, per il vicepresidente di Aia, l’iniziativa lanciata dal ministero delle Politiche agricole, relativa al logo 100% Made in Italy. "E' una ricetta importante, prima si attua e meglio è – dichiara – perché oggi il consumatore vuole sapere che cosa acquista e un’etichetta trasparente e completa dell’indicazione di origine assicura informazione può garantire un valore aggiunto in termini di prezzo agli allevatori". Nella nuova Politica agricola comune 2014-2020, ai blocchi di partenza, l’Associazione italiana allevatori avrà un ruolo importante per l’assegnazione degli aiuti accoppiati per la zootecnia da latte. "E' un riconoscimento importante di quanto le Associazioni provinciali degli allevatori svolgono da sempre sul territorio, in termini di controlli funzionali e di tenuta dei Libri genealogici – commenta -. E sono aspetti che ci permettono di monitorare tutto il latte che viene prodotti in Italia". La 112ª edizione di Fieragricola, in programma da mercoledì 3 a sabato 6 febbraio 2016, punta al rilancio della zootecnia e delle bioenergie, mantenendo la propria trasversalità che abbraccia la meccanizzazione, gli agrofarmaci, la multifunzione e le aree di vigneto e frutteto.
L'Opinione
ON AIR
31.03.2015
TgVeneto
ON AIR
01.04.2015
Rosso & Nero
ON AIR
31.03.2015
Padova in Diretta
ON AIR
31.03.2015
Verona in Diretta
ON AIR
31.03.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
29.03.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
29.03.2015
Vighini Show
ON AIR
19.03.2015
Alè Verona
ON AIR
23.03.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
30.03.2015
Alé Padova
ON AIR
23.03.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
26.03.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

Palinsesto