• ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:45

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

  • HELLAS MATCH

    Le partite del Verona in differita

    Telenuovo si è assicurata i secondi diritti dell'Hellas Verona e trasmette in differita la partita intera ogni settimana: appuntamento il lunedì dalle 23

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • VIGHINI SHOW

    OGNI GIOVEDI' SU TELENUOVO

    Lo show condotto da Gianluca Vighini. Ospiti di spessore, giocatori, giornalisti, opinionisti, tecnici e tifosi per un serrato dibattito sul Verona di Mandorlini. Dagli studi di Telenuovo all'HELLAS KITCHEN

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • POMERIGGIO HELLAS

    Ogni sabato dalle 14.45

    Anche quest'anno Telenuovo tarsmetterà in diretta tutte le gare della primavera dell'Hellas Verona..!

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Telenuovo

TGVERONA
21.10.2014
TGGIALLOBLÙ
21.10.2014
TGPADOVA
21.10.2014
TGBIANCOSCUDATO
17.10.2014
POLIZIA MUNICIPALE
ALLARME BOMBA, TRAFFICO      <br/>IN TILT, FURIA ALTAMURA

ALLARME BOMBA, TRAFFICO
IN TILT, FURIA ALTAMURA

Si è detto “infuriato” il comandante della Polizia Municipale di Verona Luigi Altamura per l'incredibile vicenda che ha fatto scattare oggi pomeriggio alle 17 l'allarme bomba in tangenziale nei pressi dello stadio.Un allarme giustificato dal fatto che la bretella è considerata strada strategica e la scoperta di due valigette sospette nei pressi di un sottopasso ha fatto scattare le procedure previste dall'emergenza terrorsimo.Dopo che gli artificieri hanno fatto brillare una delle due valigie rinvenute accanto alle postazioni fisse per il controllo della velocità, si è scoperto che la ditta installatrice degli autovelox, nel pomeriggio, aveva collocato vicino ai due “speed check” altri strumenti per il monitoraggio del traffico, contenuti appunto nelle due valigie assolutamente anonime. Tutto questo senza avere alcuna autorizzazione. “Non è possibile che né la Polizia Municipale, né il comune, che è il proprietario della strada, siano stato preavvertiti di queste nuove installazioni” ha detto Altamura. “Non c'era nessuna autorizzazione e uno dei due misuratori era addirittura vicino all'imbocco di una galleria”. L'allarme ordigno era scattato alle 17. Sul posto Digos e artificieri. Per un'ora la Polizia Municipale ha dovuto chiudere in entrambi i sensi di marcia il tratto della Tangenziale Nord che dalla stazione va allo stadio causando gravissimi disagi al traffico, ancora bloccato in diversi quartieri cittadini. La posizione dell'azienda installatrice degli speed check è ora al vaglio della Digos, che potrebbe procedere con una denuncia per procurato allarme.
POLIZIA MUNICIPALE
T4, risolto il giallo   <br/>dell'allarme bomba

T4, risolto il giallo
dell'allarme bomba

E' durato fino alle 18, il giallo per l'allarme bomba scattato nel tardo pomeriggio sulla t4 tra la stazione e lo stadio. L'allarme è terminato quando si è scoperto che le valigie sospette altro non erano che delle centraline per il monitoraggio del traffico montate dalla ditta che si occupa della manutenzione degli "speed check", le due postazioni fisse per il controllo della velocità, senza però avvisare la Polizia Municipale. L'azienda secondo quanto si è appreso, sarà denunciata per il procurato allarme.Per permettere l'intervento degli artificieri, il tratto della T4 che dalla stazione porta allo stadio è stata chiuso in entrambi i sensi di marcia per circa un'ora, con la Polizia Municipale che ha deviato tutto il traffico sulle arterie cittadine, con ovvi disagi per la circolazione. Una delle valigie è stata anche fatta brillare.
MALTEMPO
Allerta meteo, in arrivo  <br/>venti forti e piogge

Allerta meteo, in arrivo
venti forti e piogge

Una perturbazione di origine polare proveniente dal nord Europa arriverà nelle prossime ore sull'Italia portando venti forti e piogge, prima sul nord Est e successivamente sul centro sud. Il Dipartimento della Protezione Civile ha dunque emesso una allerta meteo che prevede, a partire dalla serata di oggi, venti sulle regioni nord occidentali e sul Friuli e, successivamente, sul resto del nord e su tutte le altre regioni. Sempre dalla serata di oggi si prevedono anche temporali sul Veneto mentre da domani le piogge, accompagnate da fulmini e forti raffiche di vento.
TANGENZIALE T4
Allarme bomba, fatta     <br/>brillare prima valigia

Allarme bomba, fatta
brillare prima valigia

E' stata fatta brillare alle 17.20 la prima delle due valigie rinvenute nel pomeriggio accanto alle postazioni autovelox della tangenziale nord, in direzione Verona. Al momento non si sa se la valigia contenesse o meno dell'esposivo. L'allarme bomba è scattato poco prima delle 17. Sul posto Digos e artificieri. La Polizia Municipale ha provveduto a chiudere l'arteria stradale, deviando il traffico sulla città. Gli artificieri sono ora al lavoro sulla seconda valigia, collocata nella postazione del controllo della velocità vicina alla galleria dello stadio.
NEPPURE IL MILANISTA
MUNTARI A MILAN CHANNEL    <br/>NESSUN ACCENNO AI CORI

MUNTARI A MILAN CHANNEL
NESSUN ACCENNO AI CORI

Proprio oggi Muntari ha parlato a Milan Channel: ma nessun accenno ai cori razzisti che avrebbe ricevuto a Verona.Muntari parla della vittoria del Milan e delle prospettive rossonere in questo campionato, ma non ha minimamente fatto riferimento a quanto sarebbe successo a Verona.La cosa è strana, tenuto conto di quanto il Milan sia "bravo" nella comunicazione e di quanto la società rossonera sia sempre stata in prima linea nello stigmatizzare i comportamenti razzisti (vedi casi Boateng e Constant).Evidentemente davanti all'evidenza e davanti a ciò che non è successo ci si deve arrendere.
RICORSO ARCHIVIATO
Caso Berisha, la Fifa  <br/>dà ragione alla Lazio

Caso Berisha, la Fifa
dà ragione alla Lazio

La Fifa ha archiviato il caso che vedeva coinvolto il portiere albanese della Lazio Berisha, accusato dal Chievo di aver sottoscritto due contratti nell'estate del 2013 (il primo per il club di Campedelli, il secondo per la società di Lotito). Berisha rischiava una squalifica fino a 6 mesi. Il portiere albanese, da cinque anni tesserato per la società svedese Kalmar e con un contratto in scadenza il 31 dicembre 2013, aveva trovato l’intesa con il Chievo il 28 giugno 2013. Poi il clamoroso dietro-front e la firma sul contratto della Lazio. Il Chievo ha presentato ricorso alla Fifa che dopo aver esaminato a lungo il caso ha deciso di archiviare il procedimento perché il club della Diga ha trattato solo con il giocatore e non con il Kalmar. Inoltre l’accordo è stato raggiunto il 28 giugno, due giorni prima dell’apertura ufficiale del mercato svedese. Infine a Berisha è stato presentato un contratto solo in lingua inglese e non, come prevede il regolamento, anche nella lingua madre del giocatore. Il Chievo non potrà ricorrere in nessuna sede perché contro le sentenze di archiviazione non ci si può appellare.
PERICOLO
Allarme ordigno sulla T4      <br/>arrivano gli artificieri

Allarme ordigno sulla T4
arrivano gli artificieri

Sono al lavoro in questi minuti le squadre degli artificieri, intervenuti sulla tangenziale Nord all'altezza di Santa Lucia per un allarme bomba. Secondo una prima ricostruzione, sarebbe stata abbandonata una valigia sul ciglio della squadra e l'episodio è stato segnalato alle forze dell'Ordine. Sul posto sono arrivati anche gli uomini della Polizia Municipale che hanno deviato il traffico che ha inevitabilmente subito dei rallentamenti. Ancora non si conosce il contenuto della valigetta
TIFOSI HELLAS
CURVA CHIUSA, FONTANA:   <br/>IN ATTO UNA PERSECUZIONE

CURVA CHIUSA, FONTANA:
IN ATTO UNA PERSECUZIONE

“E' in atto una vera e propria persecuzione verso Verona e il Verona. Vogliono distruggere una tifoseria”. Lorenzo Fontana, eurodeputato della Lega Nord e tifoso dell'Hellas, commenta duramente la decisione del giudice sportivo della Figc di chiudere il settore del tifo gialloblù e di comminare una multa di 50 mila euro al club. “I cori razzisti verso Muntari non ci sono stati. Ero in curva come sempre, e nessuno ha sentito niente. Infatti a fine partita, né i dirigenti del Milan, né quelli del Verona, né i giornalisti e addetti ai lavori presenti ha fatto cenno alla cosa. Invece c'è stata, ben visibile a tutto lo stadio, l'inutile provocazione di Muntari verso il pubblico veronese che ha mimato le tre dita in segno dei tre gol del Milan. Eppure il giudice sportivo ha chiuso la curva sud, mentre Muntari è rimasto impunito. Siamo dinanzi a un caso di razzismo all'incontrario”.Una decisione che si aggiunge a quella del Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive del Ministero dell'Interno, che ieri ha vietato agli stessi tifosi del Verona di andare domenica a Napoli per “criticità strutturali del settore ospiti”. “Una motivazione ridicola – aggiunge Fontana – un caso che ha del grottesco dato che il San Paolo di Napoli ospita l'Europa League. Se non sono in grado di accogliere i tifosi a questo punto chiudano lo stadio, o vietino qualsiasi trasferta”.
GIUDICE SPORTIVO
Cori razzisti a Muntari,   <br/>chiusa la Curva Sud

Cori razzisti a Muntari,
chiusa la Curva Sud

Il giudice sportivo ha chiuso per un turno la curva Sud del Verona, per i cori razzisti rivolti a Sulley Muntari durante l'ultima di campionato contro il Milan. Alla società scaligera è stata anche inflitta una multa di 50 mila euro. Multata anche l'Inter, 30 mila euro, per i cori razzisti rivolti dai suoi tifosi ai sostenitori del Napoli.Nella relazione dei collaboratori della Procura federale relativa a Verona-Milan "si attesta che, - scrive il giudice sportivo - al 30' ed al 41' nel primo tempo, circa 3.000 sostenitori della società scaligera, collocati nel settore dello stadio denominato "Curva Sud" occupato complessivamente da circa 5.000 persone, avevano indirizzato al calciatore Muntari, ogniqualvolta entrava in possesso del pallone, il coro 'uh, uh, uh' distintamente percepito in altri settori dello stadio". Azione che integra il "comportamento espressivo di discriminazione per motivi di razza".
GIUDICE DEL LAVORO
Il vecchio Padova deve   <br/>riassumere Sottovia

Il vecchio Padova deve
riassumere Sottovia

Il vecchio calcio Padova dovrà riassumere Gianluca Sottovia. Così ha deciso il Tribunale del Lavoro di Padova che ha emesso sentenza di primo grado stabilendo che, sulla base dell'articolo 18, l'ex direttore generale biancoscudato dovrà essere reintegrato nel medesimo posto di lavoro. Il licenziamento subìto da Sottovia nell'estate del 2013 è dunque stato giudicato "illegittimo". Nell'emettere questa decisione, stando a quanto si apprende dal sito del "Mattino di Padova", il giudice Mauro Dellacasa ha incluso nel computo dei dipendenti del calcio Padova anche i giocatori, superando quota 15 e applicando così l'articolo 18, rifacendosi ad una sentenza della corte di Cassazione del 2013 in cui venne deciso il reintegro di un addetto alla contabilità del calcio Napoli licenziato nel 2004. Per quanto riguarda Gianluca Sottovia, il giudice ha imposto all'Associazione Calcio Padova 1910 (dunque alla società che fa ancora capo a Diego Penocchio) il suo reintegro nel ruolo di direttore generale e la corresponsione allo stesso Sottovia di una indennità commisurata all'ultima retribuzione, dal giorno del licenziamento fino all'effettivo reintegro.
SERIE B
Citta, crisi e allarme   <br/>a centrocampo

Citta, crisi e allarme
a centrocampo

Sabato a Crotone. Un campo terribile, difficile, tabù. Il Cittadella deve ricominciare a vincere in Calabria. Dopo 4 sconfitte nelle ultime 5 gare, Foscarini deve trovare la quadratura del cerchio per una squadra che è apparsa senz'anima, ieri sera contro l'Entella. Ed è allarme a centrocampo. Sono infatti da valutare i tempi di recupero di Busellato, uscito alla mezz'ora per un problema muscolare. Rigoni al quarto giallo non sarà della partita. Foscarini avrà gli uomini contati. A Crotone bisogna invertire la rotta. E prendere la spinta anche per il turno infrasettimanale di martedì 28 ottobre, contro la corazzata Livorno alle 20.30 al Tombolato.Questo il programma dei prossimi giorni:Mar 21 ottobre: allenamento ore 15.30.Mer 22 ottobre: allenamento ore 15.30.Gio 23 ottobre: allenamento ore 15.30.Ven 24 ottobre: allenamento ore 10.30 e partenza per Crotone.Sab 25 ottobre: Crotone – Cittadella ore 15.00, Stadio “Ezio Scida”.Dom 26 ottobre: allenamento ore 11.00.Lun 27 ottobre: allenamento ore 15.30.Mar 28 ottobre: Cittadella - Livorno ore 20.30, Stadio “Tombolato”.
GIUDICE SPORTIVO
DANNO E BEFFA, CHIUSA         <br/>LA CURVA DEL VERONA

DANNO E BEFFA, CHIUSA
LA CURVA DEL VERONA

Il Giudice sportivo, letta la relazione dei collaboratori della Procura federale relativa alla gara soc. Hellas Verona – soc. Milan del 19 ottobre 2014 nella quale, tra l’altro, si attesta che, al 30° ed al 41° nel primo tempo, circa 3.000 sostenitori della società scaligera, collocati nel settore dello stadio denominato “Curva Sud” occupato complessivamente da circa 5.000 persone, avevano indirizzato al calciatore Muntari, ogniqualvolta entrava in possesso del pallone, il coro “uh, uh, uh” distintamente percepito in altri settori dello stadio;ritenuto che tale condotta integra inequivocabilmente, senza la necessità di ulteriori approfondimenti, gli estremi del “comportamento espressivo di discriminazione per motivi di razza”, rilevante ai fini sanzionatori (art. 11, nn. 1 e 3 CGS) per la sua “dimensione” e “percettibilita'”;considerato che la soc. Hellas Verona deve rispondere a titolo di responsabilità oggettiva per tale deprecabile comportamento dei propri sostenitori e che per identica violazione era stata disposta la sospensione condizionale dell’esecuzione relativa sanzione (CU 104 del 14 gennaio 2014), con provvedimento confermato dalla Corte (CU 186 del 24 gennaio 2014); visti gli artt. 11, nn 1 e 3, 18, comma 1 lett. e) e 16, n. 2bis CGS;P .Q.M. delibera di sanzionare la soc. Hellas Verona con l’ammenda di € 50.000,00 e con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato “Curva Sud” privo di spettatori, disponendo la revoca della sospensione dell’esecuzione della sanzione inflitta con CU 104 del 14 gennaio 2014.Questo il testo integrale del provvedimento adottato poco fa dal Giudice Sportivo nei confronti del Verona. Dopo il dannoso arbitraggio di Valeri, la beffa di una decisione che lascia stupore ed amarezza. Primo perchè nessuno si era accorto al Bentegodi dei cori rievati dai collaboratori della Procura Federale (non si è nemmeno sfiorato l'argomento in sala stampa n.d.r.) secondo perchè gli stessi collaboratori, oltre che la squadra arbitrale (colpevolmente già negli spogliatoi) non hanno rilevato la provocazione finale di Muntari, uscito dal campo mostrando il tre con la dita ad avversari e pubblico. Comportamento che ha portato alla lite nel tunnel degli spogliatoi tra il centrocampista del Milan e il segretario generale del Verona DiBrogni, che aveva stigmatizzato il comportamento antisportivo del centrocampista rossonero. (s.r.)
INDAGINE
Coop 'ndrangheta,   <br/>le ditte sequestrate

Coop 'ndrangheta,
le ditte sequestrate

Le 23 aziende sequestrate sono: Meridional Trasporti dei F.lli Franco e Luccisano Salvatore S.n.c.; Mediterranea Trasporti di Macrì e D'Agostino S.n.c.; Universal Transport & Shipping S.a.s. di Zungri G. & C.; Ditta individuale "La Rosarnese di Rachele Francesco"; Ditta individuale Sibio Domenico; Ditta individuale Comandé Giuseppe; F.C. Immobiliare S.r.l.; Federpetroli Service S.r.l.; Ditta individuale "Autosud di Filardo Nicola"; Ga.Ri. S.a.s. di Gianluca Gaetano e C.; Punto Uno Ingross Unipersonale S.r.l.; Ditta individuale Chindamo Giuseppe; Ditta individuale Di Bartolo Salvatore; Tranz Veicom S.r.l.; Verotransport S.r.l.; Italspeedy Logistic S.r.l.; Luccisano Trasporti S.r.l.; Cooperativa Solidarietà e Servizi Soc. Coop. A R.L.; Cooperativa Servizi e Solidarietà Soc. Coop. A R.L.; Work Progress Società Cooperativa Sociale Arl; Truck Drivers Società Cooperativa; Global Transport Services Società Cooperativa; Global Service Società Cooperativa.
INDAGINE
Coop 'ndrangheta,  <br/>gli arrestati

Coop 'ndrangheta,
gli arrestati

Sono tredici le persone arrestate dalla Guardia di finanza di Reggio Calabria e 23 le aziende sequestrate sequestrate.L'ordinanza di custodia cautelare è stata notificata a Salvatore Pesce, di 26 anni; Gaetano Rao, (59 anni); Marco Mazzitelli, (31); Giuseppe Comandé (31); Domenico Franco (57); Giuseppe Franco (54); Antonio Franco (52); Francesco Rachele, (73); Salvatore Rachele (36); Rocco Rachele (46); Bruno Stilo (48); Domenico Canerossi (47); Nicola Filardo (55).
EVASIONE FISCALE
Coop della 'ndrangheta     <br/>a Verona, 13 arresti

Coop della 'ndrangheta
a Verona, 13 arresti

Le mani della 'ndrangheta su alcune cooperative in attività a Verona, usate come "schermo" per operare senza il rispetto della legge e delle norme fiscali, generando una imponente evasione sull'Iva.Tredici imprenditori sono stati arrestati dalla Guardia di finanza di Reggio Calabria perchè accusati di essere affiliati alle più importanti cosche di 'ndrangheta della piana di Gioia Tauro. I finanzieri hanno anche sequestrato 23 società e beni per un valore complessivo di circa 56 milioni di euro ed effettuate oltre 50 perquisizioni tra Calabria, Verona e Lombardia.La cosca della 'ndrangheta dei Pesce importava merce contraffatta dalla Cina. Nel corso delle indagini i militari della Guardia di finanza hanno scoperto anche un intreccio tra alcune imprese riconducibili alla cosca Pesce e delle cooperative che operano a Verona. Le cooperative, in particolare, avrebbero creato uno schermo giuridico alle imprese le quali, una volta esternalizzati i propri lavoratori ed i servizi, hanno continuato ad operare non preoccupandosi del pagamento degli oneri erariali. Le cooperative hanno fatturato prestazioni di servizi simulando inesistenti contratti e consentendo una ingente evasione dell'Iva. Le cooperative si sono, di fatto, rivelate delle società inesistenti.
LA SVOLTA
NICO LOPEZ, PRIMO GOL    <br/>DI UNA PUNTA SU AZIONE

NICO LOPEZ, PRIMO GOL
DI UNA PUNTA SU AZIONE

La rete di Nico Lopez contro il Milan è il primo gol di un attaccante del Verona su azione. Un dato che fa riflettere. Oltre a Toni (che aveva realizzato un gol su rigore) nessun attaccante della squadra scaligera ha ancora segnato. Jankovic e Gomez sono fermi a quota zero, così come Nenè e Saviola.
INFORTUNIO
UN MESE PER RIVEDERE    <br/>SALA IN CAMPO

UN MESE PER RIVEDERE
SALA IN CAMPO

Servirà almeno un mese per rivedere Jacopo Sala in campo. Dopo l'ennesima ricaduta, il centrocampista vuole recuperare totalmente dall'infortunio muscolare che lo ha tormentato in questo inizio di stagione. Così ora starà fermo per almeno tre settimane e dopo questo periodo e dopo aver valutato la situazione tornerà ad allenarsi.Dura, insomma rivederlo in campo prima di dicembre.
MALAVITA
Rapina ed esplosione,    <br/>banditi scatenati

Rapina ed esplosione,
banditi scatenati

Banditi scatenati in provincia nelle ultime ore. A Vangadizza due malviventi hanno assaltato la tabaccheria gestita da Pierino Boschetto in via Rossini: il titolare 55enne è stato minacciato con l'arma dai banditi che si sono impossessati di un borsello. Un bottino insolito e inutile, perché il borsello conteneva soltanto alcuni mazzi di chiavi.Paura la notte scorsa a Sommacampagna dove è stato fatto saltare con l'acetilene il bancomat dell'agenzia della Banca Popolare in via Gidino, nel centro del paese.L'esplosione ha causato danni allo stabile, mentre il bottino è ancora da quantificare da parte dei Carabinieri.
BABY CRIMINALI
Soccorre ladra in casa,   <br/>complice la sequestra

Soccorre ladra in casa,
complice la sequestra

Una signora di 81 anni a Villa Bartolomea ha accolto in casa e ha curato una ragazzina 17enne che si era ferita mentre fuggiva dopo avere cercato di rubare, ma una complice è intervenuta ed ha chiuso in uno stanzino l'anziana.Le due ladre però non sono riuscite a rubare nulla e sono state messe in fuga dalle urla delle donna; poi un vicino ha bloccato la minorenne che è stata arrestata dai Carabinieri di Castagnaro.
CITTADELLA
Citta profonda crisi:      <br/>Entella vince 1-0

Citta profonda crisi:
Entella vince 1-0

Una squadra senz'anima che fatica ad andare in porta. Il Cittadella incassa la 4a sconfitta nelle ultime 5 partite. Con l'Entella al Tombolato finisce 1-0 per gli ospiti. Il gol lo segna Botta nel primo tempo con una gran conclusione da fuori. Nemmeno in 11 contro 10, dopo l'espulsione di Rosso nella ripresa, i granata riescono ad acciuffare il pari. Foscarini deve ripensare ad uno schema di gioco che tiene Sgrigna troppo distante dalla porta. Coralli e Gerardi, insieme, proprio non riescono a giocare e si pestano i piedi.
OSSERVATORIO
PROBLEMI STRUTTURALI    <br/>NO TRASFERTA A NAPOLI

PROBLEMI STRUTTURALI
NO TRASFERTA A NAPOLI

Per la partita Napoli-Hellas Verona, la vendita dei biglietti sarà esclusa per i residenti nel Veneto, compresi i possessori di fidelity card. Lo ha deciso il Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive, che ha, comunque, rivolto "un plauso per il lavoro di legalità che sta portando avanti la società dell'Hellas Verona con i propri tifosi insieme alla questura scaligera". Il Comitato ha preso atto "di una serie di criticità strutturali che hanno recentemente interessato il settore ospiti dell'impianto partenopeo ed ha, contestualmente, valutato i profili di altissimo rischio della gara con il Verona". (ansa)
L'Opinione
ON AIR
21.10.2014
TgVeneto
ON AIR
21.10.2014
Rosso & Nero
ON AIR
21.10.2014
Padova in Diretta
ON AIR
21.10.2014
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
19.10.2014
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
19.10.2014
Vighini Show
ON AIR
16.10.2014
Alè Verona
ON AIR
20.10.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
20.10.2014
Alé Padova
ON AIR
20.10.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
25.09.2014

BPV MUTUOYOU



AUDITEL TELENUOVO 2014



Promo palinsesto

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di tgpadova.it

Palinsesto