• TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Telenuovo

TGVERONA
28.08.2014
TGGIALLOBLÙ
29.08.2014
TGPADOVA
28.08.2014
TGBIANCOSCUDATO
28.08.2014
L'INTERVENTO DEL CAMPIONE
APPELLO DI TONI: TORNARE   <br/>A PUNTARE SU ITALIANI

APPELLO DI TONI: TORNARE
A PUNTARE SU ITALIANI

L'appello merita un circoletto rosso. Luca Toni, campione del mondo ha spiegato perfettamente cosa non va nel calcio italiano. "Troppi stranieri" ha detto "mi dispiace ma è così. Lo dico anche a Sogliano, magari scherzando. Si punta troppo sugli stranieri e ci siamo dimenticati dei nostri vivai. Bisogna avere più coraggio, investire e crederci quando ne esce uno bravo. Non voglio fare polemiche con la Juventus, per carità. E' solo un esempio. Ma mi chiedo perchè la squadra campione d'Italia non punti sul cannoniere dello scorso campionato, Immobile, per poi andare a prendere Morata. E su Immobile invece punta il Dortmund che non mi pare l'ultima arrivata...". Messaggio chiaro. Urge inversione di tendenza.
TERRORISMO
Zaia: Senza chiarezza   <br/>No a nuove moschee

Zaia: Senza chiarezza
No a nuove moschee

Il presidente del Veneto, Luca Zaia, chiede che non venga dato il permesso di apertura di nuove moschee in Italia finchè non sarà fatta chiarezza dalle indagini sulle cellule islamiche scoperte nel Paese. "Finché i 'casini' non saranno chiariti - aggiunge Zaia -, sono contrario all'apertura di nuove moschee, che non sono un problema in quanto tali, ma in quanto non sono previste garanzie per i cittadini. Se anziché una moschea, si parlasse di aprire un tempio buddista, il cittadino non si preoccuperebbe"Il vero tema - ragiona Zaia - è infatti legato al fatto che, purtroppo, a torto o a ragione, l'Islam viene associato ad una certa idea, sulla base della quale dubbi e paura sono giustificati nei cittadini". "Hanno ragione anche le forze di polizia - prosegue -, quando denunciano di essere sotto organico. E vorrei sentire adesso quelli che definivano esagerati i miei allarmi, quando le cose sono andate proprio così: oggi governano loro e non possono fare finta di non sentire gli appelli". Zaia ha dunque invitato gli imam a prendere le distanze dai proclami di violenza. "Non vedo sbagliata - ha concluso - l'idea di un incontro, che probabilmente riuscirò ad organizzare per la prossima settimana, con chi è qui".
MERCATO HELLAS
Ufficiale: Sorensen    <br/>è del Verona

Ufficiale: Sorensen
è del Verona

Adesso è ufficiale. Frederik Sorensen è un nuovo giocatore del Verona. Difensore danese del 1992 arriva dalla Juve a titolo temporaneo con opzione di riscatto e contropzione.
CITTADELLA
Modena - Citta:  <br/>arbitra Abisso

Modena - Citta:
arbitra Abisso

L’associazione Italiana Arbitri ha comunicato le designazioni per la 1a giornata del Campionato Serie B 2014/2015. A dirigere Modena – Cittadella di lunedì 1 settembre 2014 (ore 20.30) al “Braglia” di Modena è stato chiamato il Sig. Rosario Abisso della sezione di Palermo, 1° ass. Sig. Ceccarelli di Terni, 2° ass. Sig. Bindoni di Venezia; IV° uff. Sig. Caso di Verona.
PRESENTAZIONE DELLA SQUADRA
'Appiani in festa'   <br/>benedice il nuovo Padova

'Appiani in festa'
benedice il nuovo Padova

I padroni di casa sono gli ultras, all'interno della loro kermesse "Appiani in festa", gli ospiti sono i nuovi giocatori del Padova, accompagnati da presidente, dirigenti e staff tecnico, il bagno di folla è quello di una piazza che ha ormai accettato l'idea che si giocherà in serie D ma solo perché nutre nel cuore la speranza che il prossimo campionato sia solo di transizione per ritornare al più presto in categorie più consone. La città si è stretta intorno ai biancoscudati per trasmettere loro tutta la passione e l'attaccamento alla maglia, toccherà tra nove giorni a questi ragazzi portarli in campo per iniziare col piede giusto.In rappresentanza dell'amministrazione comunale l'assessore allo sport Cinzia Rampazzo che ha annunciato la decisione del nuovo calcio Padova di accollarsi la gestione dell'Euganeo.Una benedizione speciale è arrivata da padre Federico Lauretta, parroco di Santa Giustina che è la patrona di Padova. La sua costante presenza in quest'ultimo difficile periodo ha avuto il sapore di un battesimo diretto a far sì che la squadra possa ripartire con i migliori auspici.La sfilata dei giocatori sul palco, gli applausi, i cori hanno fatto da splendido metronomo della serata. Ora l'importante è che tutto questo entusiasmo si trasformi in belle prestazioni e in vittorie sul campo, l'unico e insostituibile banco di prova di una squadra di calcio.
TERREMOTO
Il sismologo: In Italia   <br/>10mila scosse all'anno

Il sismologo: In Italia
10mila scosse all'anno

“Sono ben 10.000 gli eventi sismici registrati ogni anno in Italia". Lo afferma Riccardo Azzara, ricercatore dell’INGV  in occasione della Settimana del Pianeta Terra, organizzata dalla Federazione Italiana di Scienze della Terra.A scendere in campo ricercatori per spiegare ad adulti e bambini , cosa è un terremoto , perché ci sono i terremoti , come convivere e soprattutto come comportarsi. "Negli ultimi 17 anni - spiega Azzara - abbiamo avuto 4 forti terremoti che hanno prodotto circa 400 vittime , decine di migliaia di sfollati e danni stimati in diversi miliardi di Euro. Per non parlare delle aree in cui la sismicità, pur non presentandosi sotto forma di evento sismico distruttivo, ha comunque prodotto scosse avvertibili e danneggiamento per lunghi periodi, come, ad esempio, nelle aree del Pollino o dell'Umbria. In Italia oggi più di 300  “orecchi elettronici” appoggiati sul terreno ad ascoltarne ogni minimo movimento e a dare la possibilità di individuarne il luogo di provenienza, costituiscono la Rete Sismica Nazionale”. “Pochi sanno che appena venti anni fa, poco prima del Terremoto dell'Umbria-Marche (quello del 1997 che danneggiò la Basilica di San Francesco ad Assisi, facendo tre vittime) c'erano poco più di settanta stazioni sismiche – prosegue il sismologo - e che alle soglie del nuovo millennio queste non arrivavano nemmeno a cento; in meno di quindici anni si è registrato un incremento quasi del trecento per cento. Ciò ha contribuito a far crescere il livello di conoscenza della sismicità nazionale, dei meccanismi che regolano le modalità di rilascio dell'energia sismica, del collegamento fra lo scuotimento del terreno e le caratteristiche geologiche superficiali. La mole di dati sismologici è sempre crescente, numerose sono le modalità di accesso ai dati anche per chi non fa parte della comunità scientifica.“Il terremoto è un fenomeno complesso che manifesta la vitalità del Pianeta e non può, né deve, essere evitato, dicono i sismologi. E per riuscire a convivere con un fenomeno che non può essere evitato bisogna, innanzitutto, imparare a conoscerlo. La definizione di rischio ambientale, quello sismico ne è solo un caso particolare, introduce, infatti, il contributo della pericolosità, della vulnerabilità e dell'esposizione. Nel caso dei terremoti la prima individua la probabilità che un determinato livello di scuotimento del terreno prodotto da un terremoto possa essere superato in un lasso di tempo, generalmente fissato a 50 anni. La vulnerabilità sismica è la valutazione della propensione di una struttura a subire un danno a fronte di un evento sismico di una data intensità. L'esposizione è la valutazione della possibilità di subire un danno economico o la perdita di vite umane a seguito di un evento sismico”. “Degli aspetti di pericolosità si occupano i sismologi – conclude Azzara - della vulnerabilità gli ingegneri, la valutazione relativa al valore esposto è compito di esperti finanziari o assicurativi. È evidente che, dei tre elementi costituenti il rischio, si può intervenire direttamente solo sugli ultimi due. Una efficace prassi di riduzione del rischio, indirizzata specificatamente alla prevenzione, deve passare attraverso la riduzione della vulnerabilità e la minor esposizione di valore. La costruzione di nuovi edifici secondo le normative antisismiche vigenti, l'adeguamento antisismico dell'edificato esistente, sono i passi imprescindibili per rendere le costruzioni in grado di resistere a un terremoto. La sola esistenza di normative avanzate non basta, però, a garantire che la mitigazione del rischio ottenga successo. Una efficace prassi di riduzione del rischio è essenzialmente un processo di crescita culturale della società che prende piena consapevolezza del significato di pericolosità, lo fa proprio e attiva forme di convivenza con i fenomeni naturali che, in quanto tali, non possono essere impediti. In questo quadro entra in gioco il ruolo sociale dello scienziato, l'importanza di trasmettere nella maniera più ampia e chiara possibile le conoscenze raggiunte, in modo da concretizzare la presa di coscienza della pericolosità dei territori e rendere automatica l'attivazione di meccanismi di autodifesa. Sismologi e geologi da anni si impegnano nella divulgazione scientifica, nella didattica nelle scuole, nell'informazione in tutte le sue forme. Il futuro della mitigazione del rischio passa necessariamente attraverso l'alfabetizzazione sismologica di una parte sempre crescente di cittadini, a cominciare dai bambini, i cittadini del futuro. Se il nostro lavoro di sismologi riuscirà a far crescere loro con una consapevolezza diversa da quella con cui siamo cresciuti tutti noi, nei prossimi decenni, forse, ci toccherà sempre meno di dover assistere quasi impotenti alle conseguenze disastrose di un evento sismico e il nostro lavoro di ricerca avrà ottenuto un valore aggiunto: quello di aver contribuito a una società migliore”.
AEROPORTO
Catullo, nuovo volo   <br/>verso Catania

Catullo, nuovo volo
verso Catania

Dal 2 ottobre Verona sarà collegata con Catania con un nuovo volo. L'investimento è della compagnia low-coast Volotea che dopo Bari e Palermo ha allargato le destinazioni. Per Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Volotea in Italia: "decolliamo 7 giorni su 7 alla volta di Catania, una città con un’offerta turistica accattivante e un panorama naturalistico invidiabile. Allo stesso tempo, ci auguriamo che il nuovo collegamento possa incrementare il flusso turistico verso Verona”“L’ampliamento dell’offerta di Volotea dal Catullo è un risultato su cui lavoriamo da tempo con la compagnia aerea – ha commentato Paolo Arena Presidente di Catullo Spa, che gestisce gli aeroporti di Verona e Brescia. Anche Volotea ha contribuito ai risultati eccellenti dell’estate che hanno fatto segnare al Catullo +7% a luglio e sta facendo registrare nelle prime tre settimane di agosto +8,5%”. “Abbiamo instaurato con Volotea un solido rapporto di partnership – ha concluso Carmine Bassetti, Direttore Generale di Catullo Spa. Oggi Verona collega 46 aeroporti tra voli di linea e charter, lavoriamo per consolidare questo risultato nonostante la fluidità del settore”.
CONSORZIO AGRARIO
Agricoltura, a Legnago    <br/>per l'innovazione

Agricoltura, a Legnago
per l'innovazione

Oltre cinqumila imprenditori agricoli attesi a Legnago alla manifestazione organizzata dal Consorzio Agrario del Nordest che si terrà il 4 e 5 settembre a San Pietro di Legnago all’azienda agricola Bragadina, su una superficie di 30 ettari, tutti dedicati all’innovazione per un’agricoltura sempre più all’avanguardia. L’evento prevede, a partire dalle ore 14.30, visite guidate ai campi sperimentali del Consorzio, convegni e workshop tecnici, dimostrazioni di attrezzature e macchine di ultima generazione anche a guida satellitare, prodotti per la zootecnia e la vite. Una fiera agraria di fine estate rivolta ai soci e ai clienti delle sette province di riferimento del Consorzio (Verona, Vicenza, Venezia, Padova, Rovigo, Mantova e Brescia), società cooperativa con 9000 soci, 70.000 clienti, 115 agenzie commerciali, più di 500 collaboratori, 2 mangimifici, 33 magazzini di stoccaggio per la raccolta dei cereali, 1 cantina vinicola, 1 pastifico e un fatturato nel 2013 di 523 milioni di euro con previsioni incoraggianti per quello del 2014. “Questa manifestazione – sottolinea Federico Dianin, Presidente del Consorzio Agrario – è il proseguo dell’evento organizzato a fine Luglio a Padova in Prato della Valle che ha coinvolto oltre 2.000 agricoltori, con un’esposizione di macchine agricole dall’altissimo valore tecnologico. L’evento in programma – conclude il Presidente – è un modo per creare aggregazione e per presentare agli imprenditori agricoli, anche ai più giovani, le ultime novità di un settore che oggi in Italia è uno dei pochi a registrare dati positivi”.
MERCATO
PAPU GOMEZ, CI PROVA    <br/>ANCHE SARTORI

PAPU GOMEZ, CI PROVA
ANCHE SARTORI

Concorrenza altissima per arrivare a Papu Gomez, che gioca nel Metalist in Ucraina, dove in questi giorni ci sono forti tensioni e aria di guerra. Gomez vuole tornare in Europa, per il Verona sarebbe la classica ciliegina sulla torta. Ma arrivarci non è semplice. Primo perchè con il Metalist non è facile trattare e servono soldi veri. Secondo perchè altre italiane hanno avuto la setssa idea del Verona. Per esempio l'Atalanta, che potrebbe cedere Bonaventura all'Inter e prendere proprio Papu Gomez come sostituto. Sartori, nuovo uomo mercato dei bergamaschi ci sta provando. E per Sogliano non è affatto semplice.
MERCATO
EVANGELISTA NON ARRIVA?    <br/>CACCIA A SILIGARDI

EVANGELISTA NON ARRIVA?
CACCIA A SILIGARDI

Sogliano tiene aperta una porta per Lucas Evangelista (ma l'offerta dell'Udinese è dura da controbattere...), forte di un accordo con il giocatore che non vuole essere parcheggiato dai friulani al Grenada, ma prepara il piano alternativo: prendere Siligardi. L'esterno del Livorno è in rotta con Spinelli e non rinnoverà il contratto con i toscani. Era dato vicinissimo al Cesena, ma nelle ultime ore proprio il Verona ha fatto raffreddare questa pista. Ora Sogliano e Setti devono decidere: o rilanciano per Evangelista (ma è durissima alzare l'offerta fino ai quattro milioni di euro offerti dall'Udinese) oppure si buttano su Siligardi. Le ultime ore di mercato saranno frenetiche.
MERCATO
ARRIVA BRIVIO    <br/>MA AGOSTINI RESTA

ARRIVA BRIVIO
MA AGOSTINI RESTA

Fascia affollata a sinistra. Il Verona sta per chiudere con Brivio (annuncio a brevissimo), ma Agostini resterà in gialloblù. "Ago" a 35 anni è un punto di riferimento dello spogliatoio e in questo avvio di campionato è apparso in forma eccezionale. "Non sento la fatica e mi sembra incredibile" ha commentato il terzino sinistro che per il momento ha messo dietro di sè anche lo spagnolo Luna nelle preferenze di Mandorlini.
MERCATO
Chievo, c'è anche Cofie   <br/>Arriva in prestito

Chievo, c'è anche Cofie
Arriva in prestito

Mancava solo l'ufficialità. Dopo un lungo corteggiamento, Isaac Cofie è tornato al Chievo in prestito secco dal Genoa. Classe 1991 era esploso proprio a Verona due anni fa con Corini alla guida che più di tutti aveva creduto nelle sue potenzialità. Indosserà la maglia numero 14, la stessa che aveva nella prima esperienza in gialloblù.
MERCATO
EVANGELISTA: MAXI OFFERTA      <br/>DELL'UDINESE

EVANGELISTA: MAXI OFFERTA
DELL'UDINESE

Un blitz dell'Udinese che ha messo sul piatto 4 milioni di euro, allontana Lucas Evangelista dal Verona. Il colpo a lungo cullato da Sogliano rischia ora di essere vanificato dalla maxi offerta friulana. Il Verona chiedeva Lucas Evangelista in prestito, troppo poco evidentemente per riuscire ad ottenerlo. L'affare non è ancora chiuso, comunque. Sogliano spera di ribaltare la situazione anche perchè Lucas non vuole accettare il trasferimento. L'Udinese infatti non può tesserare extracomunitari e vorrebbe parcheggiare il brasiliano al Granada.
FACEBOOK
E' febbre da terremoto    <br/>anche sui social forum

E' febbre da terremoto
anche sui social forum

Boom di contatti anche sui social forum per la scossa di terremoto che ha avuto come epicentro il lago di Garda, ma è stata avvertita nettamente in parte della provincia (soprattutto in Valpolicella) ed anche il città.La notizia del sisma, più intenso dei precedenti (4 gradi della scala Richter), ed il successivo aggiornamento, sulla pagina facebook TgVerona Telenuovo in tre ore hanno raggiunto oltre 38mila persone, registrando più di 300 condivisioni.
INDAGINE
Estorsione a una donna  <br/>Arrestati tre italiani

Estorsione a una donna
Arrestati tre italiani

Tre italiani sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Peschiera con l'accusa di estorsione ai danni di una donna. I particolari dell'operazione saranno resi noti nelle prossime ore dai militari dell'Arma che hanno appena concluso l'ingaginei che ha fatto scattare le manette per i tre presunti ricattatori.
SISMA
Scossa di terremoto  <br/>Paura nel veronese

Scossa di terremoto
Paura nel veronese

La terra è tornata a tremare nel veronese. Una scossa di magnitudo 4 della scala Richter con epicentro il lago di Garda ad una profondità di 2,5 km. è stata registrata dalla rete Sismica Nazionale dell'INGV all'altezza di Torri del Benaco. La terra poi ha tremato anche tre minuti dopo (2,6 di magnitudo a 9 km. di profondità).La prima scossa, molto più intensa, è stata avvertita distintamente alle 19:49 non solo nella zona del lago, ma anche in Valpolicella, in particolare nella zona tra Negrar, Fane e Prun e nella zona ovest della provincia. Anche nei palazzi più alti della città il sisma è stato avvertito.Immediate le chiamate ai entralini dei vigili del fuoco di Verona, da parte di cittadini spaventati. Fortunatamente al momento non si segnalano danni.
SOCCORSO
Si blocca sul Baldo,  <br/>salvata 32enne vicentina

Si blocca sul Baldo,
salvata 32enne vicentina

Partita per un giro sul Baldo con il suo cane da Navene, una 32enne vicentina Creazzo a un certo punto ha lasciato il sentiero e ha cominciato a salire lungo un ripido pendio di sfasciumi, finché si è incrodata in un punto molto ripido. Dopo aver tentato di scendere, è scivolata e, impaurita, si è fermata. La ragazza ha chiamato il 118 che ha allertato la Stazione del Soccorso alpino di Verona. I soccorritori hanno quindi fatto attivare l'individuazione del luogo tramite GeoResQ, l'applicazione per localizzare persone che si perdono. Chi è infatti provvisto di uno smartphone, e si trova in un luogo con copertura telefonica sufficiente, è in grado di ricevere un messaggio con un link, spedito dalla centrale e può così, in pochi minuti, inviare le proprie coordinate precise. Una volta ottenuto il punto, in Val Marza, una squadra è partita per rintracciarla, preceduta da un soccorritore della Stazione di Ala, che vive a Malcesine e collabora spesso con Verona. In otto hanno visto e raggiunto la ragazza, superando anche alcuni tratti di I e II grado. Valutato però il rientro rischioso per la probabile caduta di sassi, l'escursionista è stata recuperata dall'elicottero di Verona emergenza con un verricello e trasportata alla piazzola della Protezione civile di Malcesine, mentre i soccorritori sono rientrati a piedi portando a valle il suo cane.
MALAVITA
Rissa e furto: arrestati    <br/>condannati, liberati

Rissa e furto: arrestati
condannati, liberati

Un marocchino 33enne è stato arrestato dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona dopo una violenta lite avvenuta in mezzo alla strada. I poliziotti sono intervenuti in via Morando per sedare la rissa tra due nordafricani ubriachi, uno dei due è risultato pluripregiudicato e uando ha capito che sarebbe stato accompagnato in Questura per accertamenti ha colpito un agente e poi è stato bloccato dopo un inseguimento a piedi. Arrestato con l'accusa di violenza finalizzata alla resistenza a pubblico ufficiale, il marocchino è stato precessato per direttissima e condannato a 4 mesi di reclusione, pena sospesa. I poliziotti delle Volanti hanno arrestato anche un 43enne veronese con numerosi precedenti, sorpreso in flagranza mentre rubava all'interno di un'auto in via Roncisvalle. L'uono aveva anche un grosso coltello a serramanico con una lama di 21 cm., per questo è stato arrestato per tentato furto aggravato, possesso di armi e resistenza a pubblico ufficiale. Nel processo per direttisisma il giudice lo ha condannato a 8 mesi disponendo anche in questo caso la sospensione della pena.
DECRETO
Miozzi firma, Provincia <br/>al voto il 12 ottobre

Miozzi firma, Provincia
al voto il 12 ottobre

Oggi, il presidente della Provincia di Verona, Giovanni Miozzi, ha firmato il decreto per l'indizione delle elezioni provinciali, che si terranno domenica 12 ottobre dalle ore 8 alle 20. Il decreto, già pubblicato sul sito della Provincia, è operativo già da oggi. A questo primo atto amministrativo seguirà la raccolta delle firme necessarie alla presentazione delle candidature e delle liste, che devono essere consegnate domenica 21 e lunedì 22 settembre. Per la prima volta ci sarà l'elezione di secondo grado degli amministratori delle Province, che non verranno più eletti dai cittadini bensì dai sindaci e dai consiglieri comunali dei 98 comuni veronesi. Solo per questa prima tornata elettorale, potranno essere candidati (ma non votare) anche i consiglieri provinciali uscenti.
ARREDO URBANO
P. Isolo, intervento <br/>di Amia contro degrado

P. Isolo, intervento
di Amia contro degrado

L’assessore all’Arredo urbano Luigi Pisa ha partecipato questa mattina, insieme al presidente di Amia Andrea Miglioranzi, ad un sopralluogo in piazza Isolo per verificare le condizioni in cui versa la piazza e capire come intervenire. “Un sopralluogo conoscitivo – ha detto Pisa – per verificare l’effettivo stato di degrado della piazza, anche in seguito alle sollecitazioni degli ultimi giorni da parte dei residenti. Grazie all’ottima collaborazione con la nostra azienda municipalizzata Amia, si sta provvedendo, per quanto possibile, ad intervenire attraverso la posa di diserbante contro le erbacce, la sistemazione delle lastre di pietra danneggiate e la pulizia dalle scritte. Interventi che, vista la scarsità di risorse a disposizione, richiedono comunque uno sforzo in più, ma che l’Amministrazione comunale e Amia portano avanti al fine di migliorare il decoro della piazza e dare risposte concrete ai cittadini”.
UNIVERSITA'
Doccia gelata Sla,    <br/>Rettore: Meglio ricerca

Doccia gelata Sla,
Rettore: Meglio ricerca

Il 25 agosto, il sindaco di Padova Massimo Bitonci aveva nominato i rettori degli Atenei del Veneto a sottoporsi al rito della secchiata di acqua gelata contro la Sla, a cui si è sottoposto egli stesso così come altri numerosi personaggi pubblici in questo periodo. Il rettore dell'università di Verona, Nicola Sartor, risponde alla sfida lanciata dal sindaco di Padova dichiarando che "l'università di Verona è da anni impegnata in una ricerca capillare, proficua e costante sulla Sla, il cui valore è largamente riconosciuto". "Ritengo - ha spiegato Sartor - che la modalità intensa e continuativa di questo tipo di ricerca sia più efficace, per affrontare il problema e per la salute dei malati di Sla, che non il breve ed effimero effetto mediatico della secchiata". "Lo stile della ricerca universitaria, tanto più in campo medico investe a lungo termine risorse finanziarie e competenze scientifiche che puntano alla conoscenza e, soprattutto, alla cura della malattia, e non certo all'impatto del gesto mediatico momentaneo" ha concluso Sartor ricordando che uno dei progetti del dipartimento di Scienze Neurologiche e del Movimento dell'Università di Verona è stato finanziato proprio dall'Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica. Si tratta dello "Studio preclinico finalizzato all'identificazione di trattamenti farmacologici combinati in grado di rallentare la progressione di malattia nei pazienti con Sla" progetto multicentrico coordinato per Verona dalla neuroscienziata Marina Bentivoglio a cui ha collaborato Raffaella Mariotti, ricercatrice impegnata da anni in ricerche sperimentali sulla Sla.
L'Opinione
ON AIR
01.08.2014
TgVeneto
ON AIR
29.08.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
28.07.2014
Tuttocalcio Padova
ON AIR
30.05.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
28.08.2014

BPV MUTUOYOU

Promo palinsesto

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di tgpadova.it

Palinsesto