• ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:45

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

  • HELLAS MATCH

    Le partite del Verona in differita

    Telenuovo si è assicurata i secondi diritti dell'Hellas Verona e trasmette in differita la partita intera ogni settimana: appuntamento il lunedì dalle 23

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • POMERIGGIO HELLAS

    Ogni sabato dalle 14.45

    Anche quest'anno Telenuovo tarsmetterà in diretta tutte le gare della primavera dell'Hellas Verona..!

  • TGBIANCOSCUDATO

    APPUNTAMENTO QUOTIDIANO

    Marco Campanale, Gigi Primon, Martina Moscato, Carlo Della Mea vi aspettano su Telenuovo Padova. Ogni giorno all'interno del TgPadova alle 19:45, 21:00 e 24:00.

  • STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

CanaliTelenuovo Verona Telenuovo Padova Telenuovo Trento 117 Telenuovo Sport Telenuovo extra

Telenuovo

TGVERONA
13.09.2014
TGGIALLOBLÙ
13.09.2014
TGPADOVA
13.09.2014
TGBIANCOSCUDATO
13.09.2014
SERIE A2 GOLD
La Tezenis chiude,   <br/>firmato Bartolozzi

La Tezenis chiude,
firmato Bartolozzi

La Tezenis chiude il roster ingaggiando Riccardo Bartolozzi, che sarà così il quarto lungo e il secondo giocatore under nella squadra di Ramagli. Giocherà con la maglia gialloblù numero 12."Per me Verona è un'occasione unica, ho la possibilità di imparare da giocatori di Serie A e da un allenatore super come coach Ramagli, uno che sa prendere i giocatori sempre nel modo giusto. Sono entusiasta di essere qui" ha dichiarato Bartolozzi al sito ufficiale della società.Ala-centro di 202 centimetri, 19 anni compiuti lo scorso 1 aprile, marchigiano nativo di Fabriano che dopo gli esordi a Fabriano ha trascorso due stagioni con l'Under 17 della Mens Sana Siena, prima di vestire la maglia dello Spider Fabriano in C1. Bartolozzi si è conquistato la fiducia della Tezenis dopo poco meno di un mese di lavoro con squadra di Ramagli, in prova dal giorno del raduno. Nell'ultimo campionato Bartolozzi è stato un punto di forza dell'Under 19 della Fortitudo Bologna. "La città è molto bella – ha continuato Bartolozzi -, l'ambiente perfetto per un ragazzo come me che di strada deve ancora farne tanta. Amo il basket, ho cominciato in prima elementare e non ho più smesso. Sono giovane, proverò a crescere a fianco di autentici esempi come sono i miei compagni di squadra".
AMICHEVOLE
Tezenis, oggi test  <br/>con Reggio Emilia di A1

Tezenis, oggi test
con Reggio Emilia di A1

Quarta uscita di precampionato per la Tezenis che oggi alle 18, a Castelnovo ne' Monti in provincia di Reggio Emilia, giocherà l'amichevole con la Pallacanestro Reggiana.Si tratta del primo test con uan squadra di serie A per i giganti di Ramagli ed anche i reggiani sono alla loro prima uscita ufficiale della stagione. L'ingresso è a pagamento: il prezzo unico di un biglietto è di 10 €. La palestra “Cattaneo” ha una capienza di circa 300 posti.
ADUNATA
Sfilata degli Alpini     <br/>Fotogallery

Sfilata degli Alpini
Fotogallery

Una carrellata di imagini dell'"onda" di penne nere che hanno invaso le strade di Verona per la sfilata dell'Adunata Triveneta degli Alpini che si chiude nel primo pomeriggio.
SFILATA
Adunata Alpini, 100mila       <br/>penne nere a Verona

Adunata Alpini, 100mila
penne nere a Verona

Si stima che centomila persone abbiano partecipato, questa mattina a Verona, alla tradizionale sfilata, momento-clou dell’Adunata Triveneta degli Alpini.Penne nere arrivate non solo da Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, ma anche da altre regioni, hanno invaso la città per il grande corteo che dopo la partenza dal quartiere di Borgo Trento in sei diversi punti di ammassamento, ha attraversato l’Adige passando per le vie del centro storico fino in piazza Bra, che già ieri era stata presa d’assalto da migliaia di alpini per la messa celebrata in Arena dal vescovo Giuseppe Zenti ed il successivo concerto serale con cinque cori e tre fanfare che ha richiamato diecimila spettatori.Tra le autorità politiche presenti l’assessore all’istruzione della Regione Veneto, Elena Donazzan, alcuni parlamentari veronesi, mentre a fare gli onori di casa per il Comune di Verona c’era l’assessore Antonio Lella, anche lui alpino, con l’immancabile cappello con la penna nera. In testa alla sfilata due moto della Polizia municipale, la fanfara di Caldiero, i gonfalone della città di Verona, del comune di Vestenanova, di Regione e Provincia e del Nastro Azzurro. Poi i settori successivi, con la fanfara militare della Tridentina, il labaro nazionale, il vessillo della sezione Ana di Verona, militari in divisa, reduci su automezzi, divise d'epoca, crocerossine.Durante la sfilata non sono mancati appelli a salvare i Marò italiani (uno ha appena fatto ritorno dall’India), con l’esposizione di striscioni. E nemmeno l’età ha fermato lo spirito ed i valori che animano gli alpini, così anche la penna nera più anziana d'Italia, reduce della guerra d'Africa, Cristiano Dal Pozzo (classe 1913), che ha partecipato a tutte le adunate e quando è arrivato in piazza Bra ha abbandonato la carrozzina per proseguire la sfilata con l’aiuto del deambulatore.Verona ha risposto con una grande accoglienza: moltissimi cittadini hanno esposto la bandiera italiana dai balconi e dalle finestre, così come tanti bar e negozi hanno addobbato con i tricolori le vetrine.
TRAGEDIA
Morte in incidente, sono     <br/>di Trevenzuolo e Sorgà

Morte in incidente, sono
di Trevenzuolo e Sorgà

Sono Giulia De Mori, di Trevenzuolo, e Sonia Zanca di Sorgà le 19enni morte nell'incidente avvenuto questa notte verso le due a Povegliano.Le due ragazze stavano tornando da una serata trascorsa con due amici, uno di loro era alla guida e per cause in corso di accertamento da parte dei Carabinieri della Compagnia di Villafranca, l'auto su cui viaggiavano è andata a schiantarsi contro la Bmw guidata da un 45enne di Povegliano, Marco Bovo.Le due giovani, che erano sul sedile posteriore, sono morte sul colpo, mentre il conducente, Diego Menozzi (vicino di casa di Giulia De Mori), 22 tra pochi giorni, è stato trasportato all'ospedale ma è già stato dimesso.Le ragazze avevano passato la serata a Verona, molto probabilmente per un un evento alla discoteca Alter Ego (come annunciato da Giulia De Mori sulla sua pagina facebook) e l'incidente è avvenuto sulla strada di casa.Le cause del tragico schianto sono al vaglio dei carabinieri, è stato riferito che il conducente della Bmw ha invaso la corsia opposta dopo una manovra azzardata per evitare un animale che gli avrebbe attraversato la strada.
INCIDENTE
Schianto in auto,   <br/>muoiono due 19enni

Schianto in auto,
muoiono due 19enni

Due ragazze di 19 anni hanno perso la vita in un incidente avvenuto a Povegliano.Secondo una prima ricostruzione le due giovani viaggiavano sul sedile posteriore di un’auto che è uscita di strada dopo avere compiuto una manovra per evitare un ostacolo, forse un animale.
PRESIDENZA
Nuova Provincia, Miozzi <br/>lancia Giovanni Peretti

Nuova Provincia, Miozzi
lancia Giovanni Peretti

Più di 50 sindaci, di centrodestra e di centrosinistra, radunati a ai Palazzi Scaligeri dal presidente della Provincia Giovanni Mioozzi per dare il via alla svolta dell'amministarzione provinciale.Come noto il governo Renzi ha deciso l'abolizione delle Province, così come le abbiamo conosciute finora; il consiglio provinciale eletto cinque anni fa è già stato dimissionato e il 12 ottobre - come provede la nuova legge - 1270 consiglieri comunali (suddivisi in base alla grandezza dei comuni) con i 98 sindaci eleggeranno i 16 nuovi consiglieri provinciali ed il presidente.E Giovanni Miozzi prima di lasciare l'incarico punta ad ottenere una condivisione più ampia possibile, così ha lanciato la candidatura di Giovanni Peretti, sindaco di Castelnuovo del Garda.Eletto in quota all'Udc, il sindaco Peretti avrebbe l'appoggio anche dell'area di Forza Italia vicina a Giorgetti, consenso allargato anche ad alcuni sindaci che guidano amministrazioni di centro-sinistra ma considerati comunque moderati."Il ho dato la mia disponibilità - ha dichiarato Peretti a tgverona.it - penso che l'amministrazione provinciale abbia ancora molte competenze importanti e ritengo che ci sia molto da fare per la comunità. E' chiaro che il consenso deve passare attraverso i partiti, ma si tratta di un processo politico che deve avere una condivisione più larga possibile".Per presentare la candidatura alla presidenza dovranno essere raccolte 200 firme tra i grandi elettori ed è per questo che Miozzi ha convocato oltre la metà dei sindaci veronesi.Alla nuova provincia resteranno tutte le precedenti competenze, dalle strade all'edizilia scolastica, dai trasporti all'ambiente, escluso il lavoro (passato alla Regione) ed il turismo.
VIGILI
Scuola al via, consigli  <br/>della Polizia Municipale

Scuola al via, consigli
della Polizia Municipale

Da domani, lunedì 15 settembre, data di inizio del nuovo anno scolastico, 25 agenti di Polizia municipale e 50 vigili dei bambini saranno in servizio sui principali attraversamenti pedonali nelle zone delle scuole.La sicurezza di bambini e pedoni è direttamente collegata al comportamento tenuto dai conducenti nei pressi delle scuole: per questo la Polizia municipale invita i genitori che accompagnano i figli a scuola, a piedi o in macchina, a non tenere alcuni dei comportamenti sbagliati e pericolosi, che purtroppo rimangono ancora frequenti. Come attraversare l'incrocio con semaforo rosso o sulle strisce senza guardare attentamente, usare il cellulare durante la guida, non utilizzare le cinture di sicurezza, effettuare manovre non consentite e inversioni a U, trasportare bambini non correttamente allacciati.Si tratta di comportamenti vietati che possono provocare incidenti e investimenti: spesso infatti proprio in zona scuole gli stessi genitori lasciano l'auto in mezzo alla strada per far scendere velocemente i piccoli e ripartire poi verso il lavoro e gli impegni della giornata. Altre volte le auto vengono parcheggiate in seconda o anche in terza fila e vicino agli incroci, compromettendo la sicurezza della zona e la circolazione stradale.Per questo motivo è necessario che in particolare i genitori, ma anche i conducenti in transito in zona scuole, adottino comportamenti ispirati alla sicurezza e alla prevenzione, visto che da essi dipende la sicurezza dei bambini.Sul sito web www.poliziamunicipale.comune.verona.it, la Polizia municipale ha realizzato una tabella contenente i principali consigli e le valutazioni generali di sicurezza, utile per pedoni, ciclisti, automobilisti e motociclisti.
LADRI
Furti di rame,  <br/>due arresti a Salizzole

Furti di rame,
due arresti a Salizzole

I carabinieri di Bovolone hanno arrestato due 42enni veronesi residenti a Legnago, bloccati in flagranza mentre rubavano rame dal capannone di una ditta a Salizzole. Davanti al giudice uno dei due, incensurato, ha patteggiato una condanna a 5 mesi e 10 giorni di reclusione, pena sospesa. Per il complice, che ha precedenti, il Gip ha convalidato l'arresto, disponendo la misura dell'obbligo di firma dai carabinieri in attesa del processo, fissato il 5 dicembre.Questi arresti sono i primi compiuti sotto la guida del nuovo comandante della Compagnia di Villafranca di Verona, capitano Fabrizio Massimi, che si è insediato in questi giorni al posto del capitano Alberto Granà, passato a guidare la compagnia di Udine. 37 anni, Massimi arriva da Desenzano, dopo aver ricoperto incarichi di comando in Veneto ad Abano Terme, Piove di Sacco, Valdagno e Vittorio Veneto.
PENNE NERE
Adunata Alpini,  <br/>il percorso

Adunata Alpini,
il percorso

Il programma dell'Adunata Triveneta degli Alòini, domenica 14 Settembre:07.50 Piazza Bra - Alzabandiera09.00 ammassamento cortei dei Settori e Sezioni del Raduno (per provenienza), in 5 punti di Borgo Trento:1° ponte Vittoria, riva San Lorenzo, lungadige Panvinio2° via IV Novembre fino all'intersezione con via Tonale, via Tonale, via Isonzo3° via IV Novembre fino all'intersezione con via Abba, via Abba, via Medici4° lungadige Matteotti, via Prato Santo5° lungadige Campagnola09.30 Inizio sfilata Percorsopartenza da piazzale Cadorna, queste sono le vie e le piazze interessate: Ponte della VittoriaVia Diazcorso Cavourcorso Castelvecchiocorso porta PalioVia degli Scalzipiazza Santo Spiritovia della Casapiazza Renato Simonivia Locatellicorso porta Nuova, solo carreggiata sul lato della Camera di Commercio o lato numeri civici paripiazza Brapiazzetta Municipiolargo Divisione Pasubiovia Pallonevedi mappa .pdf ~1518kb14.30 Fine sfilata a Ponte Aleardi, scioglimento corteo18.00 Ammainabandiera
TENTATO OMICIDIO
Terrore a Bussolengo,    <br/>coltellate in parcheggio

Terrore a Bussolengo,
coltellate in parcheggio

Scene da far west a Bussolengo, in un parcheggio in via del Commercio, nelle vicinanze dell'Auchan, dove un uomo ha tentato di uccidere un altro uomo colpendolo con numerose coltellate, sotto gli occhi di numerosi passanti, terrorizzati. Protagonisti due cittadini stranieri, residenti nel veronese: la vittima è stata colpita con diversi fendenti che, secondo quanti riferito da alcuni testimoni ancora sotto choc, sarebbero potuti essere letali. Ora l'uomo è ricoverato in prognosi riservata all'ospedale di Bussolengo. L'aggressore è stato bloccato dai Carabinieri che lo hanno disarmato e portato in carcere a Montorio in attesa dell'udienza di convalida. E' accusato di tentato omicidio. Sono in corso indagini dei Carabinieri della Compagnia di Peschiera per accertare il movente dell'aggressione.
REGIONE
Zaia: Tagli alla sanità?  <br/>Non paghiamo le tasse

Zaia: Tagli alla sanità?
Non paghiamo le tasse

"Noi siamo disposti, anzi pronti a non pagare le tasse se questo dovesse accadere". Lo ha detto il governatore del Veneto, Luca Zaia, ospute oggi a Verona, rispondendo ad una domanda sui tagli chiesti dal governo Renzi alla sanità, tagli che prevedono una 'sforbiciata' di tre miliardi, che per il Veneto significherebbe 300 milioni in meno nel bilancio della sanità. "Prima vengono i veneti, prima la salute dei cittadini veneti" ha tuonato Zaia ricordando che "il Veneto è una regione dove un dato la dice lunga su tutto: l'ospedalizzazione media è di sette giorni". "Significa che i ricoveri nei nostri ospedali durano 7 giorni, mentre le regioni che sprecano tengono mediamente i pazienti in ospedale 30 giorni".
ALPINI
Invasione penne nere     <br/>70mila per l'adunata

Invasione penne nere
70mila per l'adunata

Migliaia di penne nere all'Arena per il primo dei due eventi in programma nella giornata inaugurale dell'Adunata triveneta degli alpini. Dopo la messa, celebrata dal vescovo, mons. Giuseppe Zenti, in serata è in programma lo spettacolo con cinque cori e tre fanfare degli alpini. Domani è in programma la grande sfilata, che attraverserà il centro della città scaligera; sono attese 70mila persone. In occasione dell'Adunata del Triveneto, nella Sala Bitolli all'ex Macello è stata inaugurata la mostra "Immagini e suoni della Grande Guerra". Un viaggio anche sonoro in mezzo ai campi di battaglia della Grande Guerra, capace di rievocare l'atmosfera di quegli anni segnati dal conflitto, con una serie di scatti e apparecchi inediti.
SERIE B
Coralli illude, ma Citta  <br/>cade a Trapani: 2-1

Coralli illude, ma Citta
cade a Trapani: 2-1

Il Cittadella esce sconfitto 2-1 dal Provinciale di Trapani, dopo una partita giocata punto a punto. Arriva quindi la prima debacle in campionato per gli uomini di Foscarini. Nessun allarme, ma sottoporta si può fare meglio. Sono i ragazzi delle mura ad andare in vantaggio con Coralli: al 24' cross dalla destra di Benedetti, assist di Gerardi e il Cinghiale insacca in sospetta posizione di offside. I padroni di casa trovano il pareggio con Mancosu sul finale del primo tempo e conquistano la vittoria nella ripresa a causa di uno sfortunatissimo autogol di Valentini. Il Citta rimane a 4 punti in classifica. Si sente pesantemente l'assenza dell'ispiratore Sgrigna.
INCIDENTE
Moto contro auto, muore     <br/>26enne di Monteforte

Moto contro auto, muore
26enne di Monteforte

E' Valeriano Bolla, 26 anni, la vittima dell'incidente avvenuto ieri sera a Monteforte d'Alpone, in viale Europa.Il giovane, alla guida della sua moto di gorssa cilindrata, si è scontrato a poche decine di metri da casa con un'auto condotta da un 82enne residente nella zona, che proveniva dalla carreggiata opposta.L'impatto è stato violentissimo e per il 26enne non c'è stato nulla da fare: è morto sul colpo., è la quarantaquattresima vittima di un incidente stradale nel Veronese dall'inizio dell'anno.I rilievi della Polizia locale dovranno ricostruire la dinamica dell'incidente e accertare le responsabilità.Valeriano Bolla era molto conosciuto in paese, è figlio di Egidio, noto imprendiore agricolo, titolare della "Tenuta Solar", dove lavorava anche il figlio.
PRIMAVERA
FARES ALL'ULTIMO RESPIRO   <br/>VERONA - BRESCIA 1-1

FARES ALL'ULTIMO RESPIRO
VERONA - BRESCIA 1-1

Pareggio all'ultimo secondo per il Verona Primavera che, a Vigasio contro il Brescia, acciuffa il punticino all'ultimo minuto di recupero con Fares, bravo a rispondere al gol di Seck al 14' del secondo tempo. Grandissima reazione di orgoglio per i ragazzi di Pavanel che ci hanno creduto fino all'ultimo giro di lancette.Pronti e via e al 3' minuto il Brescia si rende pericoloso con la deviazione sotto porta di Boggian. Grandissima però la parata di istinto puro di Ferrari.Al 6' è ancora decisivo Ferrari che chiude benissimo in uscita su Seck, pericoloso in area di rigore.Il Verona soffre sulla sua fascia sinistra, al 9' è Boggian che se ne va via, prova la conclusione che finisce però larga alla sinistra della porta difesa da Ferrari.All'11' il Verona prova a farsi vedere in area di rigore del Brescia con una punizione di Speri, che la mette in mezzo, ma non ci arriva nessuno e la palla finisce tra le braccia di Tognazzi.Al 12' bella discesa sulla sinistra di Fares che la mette in mezzo, appena fuori dall'area di rigore, è Checchin che colpisce, ma strozza il tiro che non può impensierire l'estremo difensore dei bresciani.Violenza conclusione da fuori di Mozzanica che al 21' prova a sbloccare così la gara. La botta finisce però ben lontana dalla porta di Ferrari.Al 29' è ancora il Brescia che ci prova: punizione da posizione ghiottissima per Strada che però colpisce male e spara altissimo. Buonissima occasione al 39' per Salifù che si trova sui piedi un pallone vagante e dai 20 metri impatta molto bene non trovando però il bersaglio.Grandissima occasione di Fares che al 46' va vicinissimo al vantaggio dell'Hellas. L'attaccante si fa però respingere la conclusione di sinistro.Finisce il primo tempo: 0-0 tra Verona e Brescia.Riprende il secondo tempo, nessun cambio per le due formazioni.Episodio molto dubbio in area del Brescia con Fares che va all'8' va giù: in piedi tutta la panchina dell'Hellas che invoca il calcio di rigore.Calcio d'angolo insidioso del Brescia. Al 13' è Baraye, appena entrato in campo, a colpire di testa, ma la palla è sporca e Ferrari la fa sua in presa alta.Gol del Brescia al 14': è Seck a far partire un tiro a palombella dai venti metri che sorprende Ferrari, leggermente fuori porta. Ma il merito del gol va indubbiamente all'attaccante bresciano.Verona sfortunatissimo al 19' con Fares che in mezzo all'area colpisce benissimo di testa. La palla si impenna e va a sbattere sulla traversa con Tognazzi che non avrebbe potuto evitare la rete del pareggio.Strepitoso Ferrari che tiene a galla i ragazzi di Pavanel. Il portierone gialloblù respinge di puro istinto un colpo di testa da un metro di Rocchi.Incredibile ammonizione per Gilli, appena entrato in campo e punito con il cartellino giallo per una simulazione inesistente al limite dell'area di rigore. Ma l'Hellas ci crede e costringe il Brescia nella sua metà campo.Grandissima opportunità del Verona che sfiora il pareggio al 42' con Cappelluzzo, bravo nello scambio veloce con Fares. Il centravanti non riesce però ad anticipare Tognazzi, bravo in uscita.Gooooooooooooooool di Fareeeeeees al 95'. Grandissima azione dell'attaccante gialloblù che fa tutto da solo ai area di rigore, fa partire una rasoiata che incenerisce Tognazzi. Grande cuore per il Verona che recupera quando tutto sembrava perso.Dopo 5 minuti di recupero la gara finisce: 1-1.Hellas Verona 4-2-3-1: Ferrari; Perini, Rossi, Boni, Tentardini; Checchin, Salifù; Miketic (dal 16' s.t. Bearzotti), Speri (dal 29' s.t. Gilli), Fares; Cappelluzzo. A disposizione: Nervo, Moretto, Miron, Boateng, Piccinini, Sall, Gilli, Oliboni, Bearzotti, Kaxviropoulos, Zagnoni. All. PavanelBrescia 4-3-1-2 :Tognazzi; Bognutti, Rocchi, Bruno, Venturi; Comotti, Mozzanica (dal 6' s.t. Masperi), Bertoli; Strada (dal 37' s.t. Rizzola); Boggian (dal 10' s.t. Baraye), Seck. A disposizione: Gagno, Antwi, Baraye, Bondioli, Cistana, Forlani, Gullotta, Masperi, Provenzano, Rizzola, Said, Zorzi. All. Javorcic
HELLAS VERONA
SAVIOLA SI, SAVIOLA NO     <br/>UN REBUS PER MANDORLINI

SAVIOLA SI, SAVIOLA NO
UN REBUS PER MANDORLINI

Diciamoci la verità: per essere un rebus, è un bel rebus. Se qualche anno fa parlavamo del ballottaggio tra Paghera ed Esposito a centrocampo, oggi dover scegliere tra Saviola, Jankovic, Gomez, Nico Lopez e Lazaros è un salto in alto con triplo carpiato.Per questo è un problema fino ad un certo punto.Ma è ovvio che la discussione di questa settimana è una e una solamente: giocherà Saviola?Il campione argentino appena sbarcato in Italia, giusto all'ultimo giorno di mercato, tiene viva l'attenzione su una gara (lunedì ore 20,45, stadio Bentegodi), che è quanto di più complicato possa aspettare il Verona in questo momento. Ridurre la sfida con il Palermo alla sola presenza di Saviola sarebbe riduttivo. Iachini metterà in campo una squadra da battaglia, pronta a mordere e il Verona dovrà difendersi (bene) e attaccare.Proprio in questa fase la qualità di Saviola potrebbe essere determinante.Oggi nessuno sa che cosa farà il mister. A quanto trapela (pochissimo) dagli allenamenti (blindatissimi) di Mandorlini, Saviola è impiegato costantemente nel tridente. Una specie di corso accelerato per entrare nei delicati schemi del mister. Cosa non semplice, ma neppure complicatissima per uno con la classe di Saviola.Se ci fosse un calcolo delle probabilità oggi si potrebbe avanzare un 51 per cento di vedere Saviola in campo dall'inizio. Non è molto perchè il mister ci vuole pensare su bene. Tenere fuori uno come Saviola non è semplice. Ma anche l'anno scorso con Iturbe (molto più giovane rispetto a Saviola) ci fu un periodo di rodaggio abbastanza lungo considerate le qualità indubbie del "gaucho".La conferenza stampa del mister è fissata domenica alle 17. Non aspettatevi anticipazioni. Si potrebbe anche non andarci. Al massimo sapremo che Rafael è il titolare...GIANLUCA VIGHINI
POLIZIA MUNICIPALE
Investita vicino casa     <br/>E' grave

Investita vicino casa
E' grave

Una donna è stata investita questa mattina in via della cavalchina, all'inizio di via mantovana, nel quartiere di Santa Lucia. La donna, 61 anni, stava camminando sul lato di una strada senza marciapiede ed è stata centrata da un'auto che stava uscendo da un'area privata. Subito soccorsa, la donna, che pare viva da sola ed è residente poco distante dal luogo dell'incidente, è stata portata in gravi condizioni all'ospedale di Borgo Trento. Sul posto per i rilievi il nucleo infortunistica della Municipale.
MONDIALE CICLISMO 2014
Verona ai mondiali con     <br/>Zardini e Formolo

Verona ai mondiali con
Zardini e Formolo

Grande soddisfazione per lo sport veronese. Edoardo Zardini e Davide Formolo sono infatti stati pre-selezionati dal CT azzurro Cassani in vista del Mondiale di Ponferrada in Spagna previsto per domenica 28 settembre. I due scalatori scaligeri fanno parte dei 16 scelti visto l'ottimo stato di forma dimostrato nelle ultime corse. In ogni caso sarà da attendere la definitiva scrematura per arrivare ai nove che vestiranno la maglia azzurra. Niente da fare per Damiano Cunego che non è riuscito a convincere Cassani nonostante un positivo terzo posto in una tappa alla Vuelta.
MALTEMPO
Don Calabria, ruspe     <br/>al lavoro

Don Calabria, ruspe
al lavoro

Ruspe al lavoro stamani al Don Calabria, dove la bomba d'acqua di ieri ha fatto crollare quaranta metri di muro rotolato a valle trascinandosi dietro un fiume di fango e detriti. Stamani il sopralluogo del comandante della Municipale Altamura in via Scala Santa. “Fortunatamente a fronte di un evento eccezionale i danni sono contenuti e nessuno si è fatto male” ha spiegato Altamura. “I disagi più grossi si sono verificati a Veronetta e nella notte a Avesa, dove è tracimato un canale”. “Ci vorranno un paio di giorni di lavori per mettere in sicurezza la strada e altrettanti con però tutte le autorizzazioni del caso per sistemare il muro” spiega Costantino Bertoni, dirigente tecnico del Don Calabria. “Le mura risalgono alla fabbricazione dell'edificio, sono mura vetuste, ma che non avevano dato il minimo segnale di cedimento. Tutto è dovuto alla bomba d'acqua di ieri”.
SANITA'
Malattie Tropicali,   <br/>25 anni a Negrar

Malattie Tropicali,
25 anni a Negrar

n occasione dei venticinque anni di attività (1989-2014) del Centro per le Malattie tropicali dell'ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar (Verona), dal 16 al 18 settembre a Verona al palazzo della Gran Guardia si terrà un convegno internazionale sul tema “Dalle malattie tropicali alla salute globale”. La tre giorni di studio e confronto vedrà la presenza di esperti nazionali ed internazionali nel campo delle patologie prevalenti nel Sud del mondo, alcune delle quali oggi si stanno affacciando o riaffacciando in Europa. Il convegno sarà aperto dalla lectio magistralis del direttore dell'Istituto Mario Negri di Milano, Silvio Garattini. “L'arrivo sulle nostre coste di migliaia di migranti - ha spiegato il direttore del Centro malattie tropicali, Zeno Bisoffi - fa riemergere la paura irrazionale di malattie come la tubercolosi o recentemente l’ebola. Paure e allarmismi dovuti più alla disinformazione che a un reale pericolo per la popolazione italiana.” 
L'Opinione
ON AIR
12.09.2014
TgVeneto
ON AIR
13.09.2014
Rosso & Nero
ON AIR
12.09.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
14.09.2014
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
14.09.2014
Biancoscudati Channel
ON AIR
28.07.2014
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
08.09.2014

BPV MUTUOYOU

Promo palinsesto


auditeL agosto 2014 telenuovo


Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

i nuovissimi di TgBiancoscudato.it

Palinsesto