• STUDIONEWS

    Ogni giorno nelle fasce informative prima dei Tg

    Alle 18.45, 19.50 e 20.05 è uno spazio monografico che permette di sviluppare tematiche che spaziano dalla politica, all'economia, alla medicina, ai viaggi, salute, spettacoli, industria, agricoltura, commercio, artigianato, finanza

  • ROSSO E NERO

    OGNI GIORNO ALLE 12:50 IL TALK SHOW DEL VENETO

    Condotto in diretta da Mario Zwirner e Luigi Primon mette a confronto gli ospiti del mondo della politica, dell'economia e delle associazioni sui temi di attualità. Dibattito arricchito dalla partecipazione del pubblico

  • L'OPINIONE

    Ogni giorno prima del TG, 5 minuti con Mario Zwirner

    Mario Zwirner propone quotidianamente la sua libera "Opinione" sui fatti politici, sociali e di costume. Il programma, in palinsesto da oltre quindici anni, è uno dei momenti più attesi dai telespettatori di Telenuovo

  • TGVERONA

    OGNI GIORNO, AGGIORNATI SU TELENUOVO

    L'informazione locale di Verona va in scena su Telenuovo: il TgVerona, nelle tre edizioni delle 19:05, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • TGPADOVA

    INFORMAZIONE DI QUALITA'

    A Padova l'informazione di qualità la si segue su Telenuovo: il TgPadova, nelle tre edizioni delle 19:15, delle 20:30 e delle 23:30. In replica la mattina successiva alle 06:45 e alle 07:45

  • ALE' VERONA

    Durante le partite del Verona

    Ogni partita del Verona la seguiamo dai nostri studi. La domenica dalle 14 o in concomitanza di una gara del Verona, Telenuovo seguirà l'evento in diretta con i commenti, la cronaca, le interviste dagli stadi.

  • ALE' PADOVA

    La domenica alle 14:15

    La domenica segui il Padova con noi..! Se i Biancoscudati giocano in casa la Moscato racconta la gara collegata dallo stadio, se giocano in trasferta invece potrete seguire tutta la gara in diretta..!

VERONA
Due a uno alla Primavera   <br/>a segno Lopez e Gomez

Due a uno alla Primavera
a segno Lopez e Gomez

E' finita 2-1 la partitella con la Primavera che ha segnato l'allenamento di oggi a Peschiera. Palestra e lavoro atletico per chi ha giocato contro l'Atalanta. Gli altri hanno disputato l'amichevole che si è chiusa con le reti di Nico Lopez e Juanito Gomez per la prima squadra e di Cerda per la formazione Primavera. Assente per un lieve stato febbrile Javier Saviola. Marquez ha svolto lavoro differenziato mentre Rodriguez ha fatto fisioterapia e palestra, entrambi non saranno disponibili per Palermo. Corsa, palestra e fisioterapia per Obbadi e Jankovic ormai prossimi al rientro in gruppo.
ARGOMENTO
Furti in centro, manette  <br/>a coppia di serbi

Furti in centro, manette
a coppia di serbi

Una coppia di serbi, marito e moglie, Nenad Rudinac, 49 anni e Slavica Rudinac, 44, sono stati arrestati dai Carabinieri per tentato furto aggravato in alcuni negozi del centro. I due, residenti nella provincia di Verona, avevano rubato articoli per un valore di 200 euro.
CARABINIERI
Borseggi, Commesse fanno  <br/>arrestare tre bulgare

Borseggi, Commesse fanno
arrestare tre bulgare

Altre tre donne bulgare sono state arrestate in centro storico dai Carabinieri per il reato di tentato furto aggravato. Le donne farebbero parte delle bande di borseggiatrici che a ondate arrivano in città in concomitanza con i periodi maggiormente legati al turismo. "Ormai abbiamo perso il conto, siamo a circa una trentina di arresti" ha spiegato Luca Mariano, il comandante del nucleo radiomobile dei Carabinieri. "E' un'indagine che non pensavamo potesse avere risvolti così ampi ma che continua grazie al lavoro dei nostri militari, anche in borghese, ma soprattutto alla collaborazione con i negozianti e le commesse delle via che col tempo hanno imparato loro per prime a riconoscere eventuali persone sospette". Sarebbero state proprio alcune commesse ad inviduare, seguire fino a far arrestare in due diversi interventi le tre donne finite in manette Ginka Ivanova, di 31 anni, incinta all'ottavo mese e madre e figlia, Albena Georgieva, 41 anni e Petya Nikolova, 19 anni.
SERIE A
Firme con Chievo e Lazio   <br/>Deferito Berisha

Firme con Chievo e Lazio
Deferito Berisha

Il Procuratore Federale ha deferito al Tribunale Federale Nazionale il portiere della Lazio Etrit Berisha per aver violato la normativa federale che vieta di sottoscrivere nella stessa stagione sportiva richieste di tesseramento per più società. In particolare, secondo secondo la procura, il giocatore albanese ha violato l'art.1 bis, comma 1, del Codice di giustizia sportiva in relazione all'art.40, comma 4, delle Noif per aver sottoscritto la variazione di tesseramento e il contratto con la Lazio in data 1 settembre 2013, pur avendo in precedenza sottoscritto la variazione di tesseramento e il contratto con il Chievo Verona in data 29 luglio 2013, con documentazione depositata presso l'Ufficio tesseramenti della Figc dalla società Chievo in data 30 luglio 2013 e in data 2 settembre 2013.
POLIZIA MUNICIPALE
S.Giovanni, 21enne  <br/>investito sulle strisce

S.Giovanni, 21enne
investito sulle strisce

Ha subito un trauma alla testa ed è stato ricoverato per alcuni controlli il giovane di 21 anni investito questa mattina a San Giovanni Lupatoto sulle strisce pedonali. Secondo i primi rilievi l'automobilista, 56 anni, veronese, a cui è stata ritirata la patente, viaggiava su una Mercedes in direzione Palazzina e non avrebbe visto il giovane perchè abbagliato dal sole radente di quell'ora. Nel corso di altri controlli in città nelle zone di grande transito (via IV Novembre, via Ca' di Cozzi, via XX Settembre, via Fincato, Corso Milano) solo ieri sono state accertate complessivamente 56 violazioni al codice stradale: 36 per velocità eccessiva, 9 per sosta irregolare (compreso intralcio all'attraversamento pedonale), 7 per mancata revisione, 2 per utilizzo del cellulare durante la guida. Due scooter sono stati sequestrati perché sprovvisti di regolare copertura assicurativa.
ALLARME
Fontana: Terrorismo   <br/>Colpa anche dell'Europa

Fontana: Terrorismo
Colpa anche dell'Europa

Duro attacco all'Unione europea dell'eurodeputato veronese della Lega Nord Lorenzo Fontana in una seduta plenaria a Bruxelles in cui si discuteva di misure antiterrorismo. “Se sta succedendo quello che sta succedendo – ha detto Fontana – in parte è colpa anche delle istituzioni europee e della loro politica estera, quindi mi sarei aspettato un'autocritica a nome dell'Ue da parte del commissario Avramopoulos. Cosa ha fatto l'Europa in Libia? Cosa ha fatto in Iraq e più di recente in Siria? Cosa invece non ha fatto in Arabia Saudita, Paese certamente non tra i più tolleranti al mondo?”.Fontana ha poi sottolineato: “E' un fallimento dell'Europa, un fallimento anche delle stesse politiche d'integrazione e di immigrazione. Integrazione non significa che uno può fare ciò che vuole, chi è per la Sharia deve essere espulso. Quanto all'immigrazione, è notizia di ieri la minaccia dell'Isis di utilizzare i clandestini per infiltrare terroristi. Perciò servono controlli rigorosi alle frontiere e il rimpatrio dei clandestini attualmente in Europa”.
AERONAUTICA
Inseguono aereo turco      <br/>Rotto il muro del suono

Inseguono aereo turco
Rotto il muro del suono

La versione ufficiale è appena arrivata dall'Aeronautica. I due boati che si sono sentiti in tutta la provincia di Verona e pure in quella emiliana intorno alle 15.40 di oggi pomeriggio sono stati provocati, come si era detto, da due aerei che hanno abbattuto il muro del suono. Vero, ma non durante un'esercitazione come qualcuno in un primo momento aveva lasciato intendere. I due aerei sono decollati da Grosseto in procedura d’allarme, altrimenti detta procedura supersonica, per inseguire un aereo partito dalla Turchia, e diretto a Ginevra, senza dare nessuna comunicazione. Rompendo il muro del suono i due aerei italiani sono riusciti ad intercettare il mezzo turco che poco dopo, mettendosi in comunicazione con l'Aeronautica miliatare, si è scusato per il mancato avviso e ha comunicato il piano di volo.
BILANCIO
Aeroporti del Garda,  <br/>passeggeri in aumento

Aeroporti del Garda,
passeggeri in aumento

Gli aeroporti di Verona e Brescia, gestiti da Catullo Spa, nel 2014 hanno entrambi registrato performance positive di traffico, movimentando complessivamente 2,8 milioni di passeggeri (+2,1%), di cui quasi 2 milioni internazionali (+7%), e 40,6 mila tonnellate di merci (+2,9%). Nonostante la prudenza degli osservatori del settore - secondo Catullo Spa -, che evidenziano ancora la fragilità della ripresa in tutta Europa, in particolar modo di alcuni mercati, Aci Europe ha confermato nell'ultimo report il trend positivo del settore. Anche Assaeroporti ha segnalato la buona perfomance del traffico in Italia nel 2014. I risultati del settore a livello globale hanno ancora un andamento discontinuo, in quanto esposti ai fattori economici e alle criticità di carattere politico che interessano più aree del mondo. Eventi quali la crisi ucraina, la svalutazione del rublo, le tensioni in Nord Africa hanno avuto un impatto diretto anche sul traffico, sia passeggeri che merci, da e per gli aeroporti di Verona e Brescia. L'anno appena trascorso ha visto anche il perfezionamento dell'integrazione con Save, società di gestione degli aeroporti di Venezia e Treviso, e la nascita del Sistema Aeroportuale del Nord Est, uno dei principali poli nazionali con 200 milioni di fatturato e 13 milioni di passeggeri trasportati l'anno.
DISPERSI
Tragedia Perù, famiglia   <br/>Magnani assume detective

Tragedia Perù, famiglia
Magnani assume detective

Restano ufficialmente nella lista dei dispersi ma diminuiscono ogni giorno di più le speranze di trovare in vita l'albergatore veronese Marco Magnani ed il figlioletto Gabriel, 5 anni, coinvolti nel naufragio di un barcone sul fiume Maranon, in Perù, in cui è morta la mamma del piccolo, Yanina Cristina Akintui Ruiz, 23enne. Con loro mancano all'appello altre 9 persone. I corpi di Magnani e del figlio non sono stati ancora trovati, ha confermato oggi il fratello dell'albergatore, Flavio, ma le ricerche stanno proseguendo, seppur tra difficoltà. La zona del disastro, Baguà, a 12 ore di auto da Lima, è isolata ed impervia. Ieri pioveva forte ed i contatti radio - gli unici che le autorità peruviane hanno con i soccorritori - erano interrotti. La famiglia Magnani ha intanto fatto assumere in loco un investigatore privato, per seguire da vicino le indagini sul naufragio. Flavio Magnani, che viene aggiornato dai parenti della cognata e dall'ambasciata italiana a Lima, ha sottolineato l'assenza di sicurezza nei mezzi di navigazione locali; non è chiaro, ha spiegato, se a bordo vi fossero almeno dei salvagenti, dato che chi è scampato alla tragedia lo ha fatto aggrappandosi a bidoni di plastica. Per il Perù è partita intanto anche la mamma di Cristina Akintui Ruiz, che vive anch'essa nel veronese, a Bardolino. Pare confermato intanto che Marco Magnani e la moglie sia spariti nelle acque del Maranon per un grande atto di coraggio: dopo il naufragio erano riusciti entrambi a raggiungere la riva, ma si sono rituffati nel fiume quando hanno visto che il figlioletto annaspava nell'acqua.
MISTERO
Boati, pare colpa  <br/>di aerei supersonici

Boati, pare colpa
di aerei supersonici

Pare che il boato sia stato provocato dall'abbattimento del muro del suono da parte di aerei in esercitazione nei cieli della Romagna. Sarebbe questa la causa dei due boati che si sono avvertiti distintamente in tutta la Provincia di Verona alle 15.40 di oggi pomeriggio. Ancora non è arrivata una conferma ufficiale ma pare l'ipotesi più accreditata.
MISTERO
Due boati, si cerca di      <br/>capire cosa sia successo

Due boati, si cerca di
capire cosa sia successo

Alle 15.40 due boati si sono sentiti distintamente in tutta la città e la provincia. Da quel momento, al centralino dei Vigili del Fuoco e alla nostra redazione, sono arrivate centinaia di telefonate per cercare di capire che cosa sia successo. Pare che si siano sentiti ovunque, nel raggio di decine e decine di chilometri.In questo momento ancora non si può dire con certezza che cosa sia successo, rimane il mistero. Potrebbe essersi trattato di qualche aereo militare che ha rotto il muro del suono ma si tratta ancora di una notizia non confermata.
GIALLO
Morti Casette, autopsia      <br/>conferma ipotesi CO2

Morti Casette, autopsia
conferma ipotesi CO2

Anche la seconda autopsia non ha dato certezze assolute sulle cause della morte dei coniugi Berardo, trovati privi di vita domenica scorsa nel loro alloggio popolare a Casette di Legnago. Tuttavia anche la necroscopia eseguita oggi all'ospedale di Legnago sul corpo di Daniele Berardo, 60 anni, lascia spazio all'ipotesi di una morte causata dal monossido di carbonio. Come per la moglie 56enne, Antonietta Cristofoli, infatti anche sul corpo dell'uomo non è stato trovato nessun elemento utile per sviluppare altre ipotesi di decesso, pertanto la fuga di gas resta la causa più verosimile. La conferma definitiva comunque si potrà avere soltanto dopo i risultati dell'esame tossicologico e per questo sono stati compiuti alcuni prelievi di organi e sangue che sono stati inviati al laboratorio di Medicina legale.
IN AUSTRALIA DAL FRATELLO
MORAS: GRAZIE A TUTTI    <br/>PRONTO A TORNARE

MORAS: GRAZIE A TUTTI
PRONTO A TORNARE

Moras è pronto a tornare. Il difensore del Verona è volato in Australia per un controllo di routine in seguito alla malattia del fratello Dimitris. L'annuncio l'ha dato Evangelos con un tweet nel quale ha ringraziato tutti per l'appoggio e la solidarietà che anche stavolta la sua vicenda ha suscitato.
MERCATO
NENE' UFFICIALE: SPEZIA    <br/>CASSANO FANTACALCIO

NENE' UFFICIALE: SPEZIA
CASSANO FANTACALCIO

Nenè allo Spezia. C'è la firma. L'attaccante brasiliano si trasferisce in Liguria, come certifica il sito dello Spezia in prestito a titolo temporaneo. E' priva di ogni fondamento invece l'ipotesi Cassano. Il Verona non ha nessun intenzione di portarsi in casa un giocatore con un ingaggio notevole, e di difficile collocazione tattica.
ARGOMENTO
Iachini senza Maresca   <br/>Il play lo farà Rigoni

Iachini senza Maresca
Il play lo farà Rigoni

Dovrebbe essere ancora Luca Rigoni il playmaker del Palermo contro il Verona. Dopo il match con la Sampdoria, Maresca salterà anche la sfida con i gialloblù a causa della frattura della trabecola del calcagno rimediata in uno scontro con Iturbe durante la gara pareggiata alla Favorita contro la Roma. Iachini potrebbe ripresentare un centrocampo con Rigoni a fare da schermo difensivo, con ai suoi lati Bolzoni e Barreto. Più difficile l'impiego del nuovo arrivato Jajalo (in Italia a Siena e in Bundesliga nel Colonia) che ha sostenuto oggi le visite mediche e che partirà dalla panchina.
MALAVITA
Delinquenti scatenati,      <br/>una rapina e uno scippo

Delinquenti scatenati,
una rapina e uno scippo

Doppio colpo dei banditi nella serata di ieri. Gli agenti delle Volanti sono intervenuti per una rapina avvenuta in Corso Milano. Uno sconosciuto travisato con un passamontagna e armato verosimilmente di pistola si è introdotto in un centro abbronzatura e direttosi alla cassa se ne è fatto consegnare il contenuto. Magrissimo il bottino: solo 60 euro.Più “redditizio”, invece, uno scippo avvenuto poche ore dopo in Piazza San Zeno. I poliziotti, accorsi sul posto per dare soccorso ad una cittadina italiana 60enne hanno appreso direttamente dalla sua voce che, poco prima, in piazza, le si era avvicinato un uomo di colore il quale, dopo averle strappato al borsa, era fuggito verso Piazza Corrubio. Nella borsa, oltre al telefono ed alcune carte di credito, erano contenuti un centinaio di euro in contanti.
FRODE
Falsi prodotti biologici    <br/>Denunciati tre veronesi

Falsi prodotti biologici
Denunciati tre veronesi

Ci sono anche tre veronesi tra le persone accusate di far parte di un'organizzazione che importava falsi prodotti biologici con false attestazioni dall'est europeo.A quasi due anni dall'avvio delle indagini della Guardia di Finanza di Pesaro salgono a 35 le persone denunciate. Ulteriori investigazioni condotte dal Nucleo di Polizia Tributaria di Pesaro e dal Nucleo Investigativo dell'Ispettorato Repressione Frodi di Roma (Icqrf), hanno fatto emergere elementi di prova nei confronti di altri otto indagati: B.M. 29 anni, G.L. 51 anni e S.D. 47 anni di Verona; B.A. 50 anni e G.L. 61 anni, (Ravenna); G.R. 40 anni e M.P. 54 anni (Forlì), D.A. 49 anni, (Bologna). La procura di Pesaro ha esteso anche a loro i reati di associazione per delinquere transnazionale, in quanto ''responsabili di aver promosso e partecipato, anche avvalendosi di società estere appositamente costituite, ad attestare la falsa certificazione dei prodotti agricoli convenzionali come biologici''. Gli otto sono stati denunciati ''quali soci e/o amministratori di società importatrici di merce o nella veste di responsabili di organismi di controllo preposti alla certificazioni dei prodotti derivanti da agricoltura biologica, che, a partire dall'anno 2010, hanno immesso nel circuito del mercato biologico italiano ingenti quantitativi di granaglie destinate al comparto zootecnico e, in taluni casi, all'alimentazione umana (in particolare, soia, mais, grano tenero e lino), provenienti sia da Paesi extra Ue (Moldavia, Ucraina e Kazakhstan) che Ue (Romania)''. Al momento sono state sequestrate oltre 2.200 tonnellate di granaglie, falsamente certificate biologiche, per un valore complessivo pari a circa 3 milioni di euro e permesso di denunciare 35 persone, coinvolte nel traffico illecito di prodotti agricoli. Il Gip del Tribunale di Pesaro, Raffaele Cormio, ''ha emesso nei confronti degli otto responsabili, da ultimo denunciati, il provvedimento di sequestro preventivo per "equivalente", di beni mobili ed immobili, (terreni, edifici, conti correnti ed autovetture) fino all'ammontare complessivo di oltre 26 milioni di euro, corrispondenti all'illecito profitto incassato dall'associazione per delinquere''.
PREMIO
IL CANGRANDE D'ORO    <br/>A LUCA TONI

IL CANGRANDE D'ORO
A LUCA TONI

Sarà Luca Toni ad essere premiato stasera alla Gran Guardia con il Cangrande d'Oro. Il premio è un riconoscimento della città a chi si è distinto nello sport. E quest'anno la scelta è caduta sul bomber del Verona che riceverà il Cangrande d'Oro nel pomeriggio.
INFORTUNI
Frey, recupero difficile   <br/>Maran spera in Izco

Frey, recupero difficile
Maran spera in Izco

Con tutta probabilità Nicolas Frey non giocherà domenica contro il Napoli. Il terzino francese è stato tenuto a riposo dopo il trauma cranico riportato in uno scontro di gioco con Evra e nei prossimi giorni svolgerà ulteriori accertamenti. Problemi anche per Izco: il centrocampista argentino ha svolto terapie per guarire dalla lombalgia. Maran spera di poter avere al cento per cento Radovanovic per poterlo inserirlo nuovamente tra i titolari dopo oltre un mese.
SQUALIFICHE
Un turno a Dainelli    <br/>Col Napoli torna Cesar

Un turno a Dainelli
Col Napoli torna Cesar

Il Giudice Sportivo ha fermato per un turno Dario Dainelli, ammonito domenica allo Juventus Stadium. Il centrale gialloblù sarà sostituito da Bostjan Cesar che ha invece scontato il turno di squalifica. Maran dunque riproporrà la coppia Gamberini-Cesar.
GIUDICE SPORTIVO
Citta, col Trapani senza   <br/>Rigoni e Gerardi

Citta, col Trapani senza
Rigoni e Gerardi

Il Giudice sportivo ha reso noto i provvedimenti relativi alla 23a giornata di Serie B. Sono 13 i giocatori sanzionati. Tra i granata fermati Rigoni e Gerardi (etrambi per ammonizione in diffida). Non ci saranno contro il Trapani.
L'Opinione
ON AIR
28.01.2015
TgVeneto
ON AIR
28.01.2015
Rosso & Nero
ON AIR
28.01.2015
Padova in Diretta
ON AIR
28.01.2015
TgPadova 7 Giorni
ON AIR
25.01.2015
TgVerona 7 Giorni
ON AIR
25.01.2015
Vighini Show
ON AIR
22.01.2015
Alè Verona
ON AIR
26.01.2015
Biancoscudati Channel
ON AIR
26.01.2015
Alé Padova
ON AIR
26.01.2015
Dalla Terra alla Tavola
ON AIR
07.01.2015

Studionews Rete Nord Pubblicità

i nuovissimi di tgverona.it

Palinsesto