Volley di Redazione , 08/04/2021 14:18

Grave lutto nella pallavolo padovana e nazionale: è morto Michele Pasinato VIDEO

Lutto nella pallavolo, morto Pasinato

Una bruttissima notizia sta scuotendo il mondo del volley e non solo: è morto a soli 52 anni l’ex campione azzurro, padovano di Cittadella, Michele Pasinato. La malattia non gli ha dato scampo dopo diversi mesi di sofferenza. 

Pasinato è stato giocatore della Pallavolo Padova e della Nazionale italiana nel ruolo di opposto: con la maglia del Petrarca Padova ha vinto la Coppa Cev nel 1994. Con la maglia azzurra il Mondiale nel 1998. Michele Pasinato è tuttora il recordman di punti segnati nella regular season di A1 (7.031 punti in 280 partite, più di 300 punti in più del secondo in classifica). Pasinato è cresciuto nelle giovanili del Petrarca agli inizi degli anni ottanta, quindi l’esordio in prima squadra nel 1987. In bianconero è rimasto fino al 1994. Poi il passaggio alla Gabeca Montichiari (1994-1997) quindi Roma nel campionato 1997/98. Montichiari e Roma sono state le sue due uniche squadre diverse da Padova. Dove è tornato nel 1998, per rimanerci fino al 2001. La chiusura di carriera quindi nel 2006, con la maglia del Valsugana Padova. 

256 le presenze con la Nazionale Italiana: lunghissima la lista di titoli conquistati con la maglia azzurra. Pasinato come uno dei più fulgidi esponenti della generazione di fenomeni, uno dei cardini di quella che è stata definita come la squadra del secolo. Partecipò alle Olimpiadi di Barcellona 1992, ai mondiali 1998 a Tokyo (vincendo l’oro) e agli europei del 1993 (Turku, oro) e 1995 (Atene, oro). Sempre in azzurro ha conquistato per sei volte la World League (Osaka 1990, Milano 1991, Genova 1992, Milano 1994, Rio De Janeiro 1995, Mosca 1997) e i Goodwill Games (Seattle 1990). Nel 1999 ha ottenuto per merito sportivo la Medaglia d’oro al Valore Atletico, massimo riconoscimento italiano. 

“Se ne è andato un amico, un padre premuroso, un apprezzato coach del settore giovanile bianconero e uno dei più grandi pallavolisti italiani di tutti i tempi” così la Kioene Pallavolo Padova, la sua società ha comunicato la scomparsa di Michele Pasinato. Il dolore espresso in “un comunicato che non si vorrebbe mai scrivere, ma che è necessario per condividerne il ricordo con i tifosi, con i colleghi e con tutto il mondo dello sport. La Società bianconera si stringe attorno al dolore della moglie Silvia e dei figli Edoardo e Giorgio per la scomparsa di un uomo che ha regalato tante emozioni da giocatore e tanti insegnamenti da allenatore”. Dopo essere stato protagonista per quindici anni in A1, Pasinato giocò qualche stagione in serie B e C. Chiusa la carriera da atleta, iniziò quella da allenatore del settore giovanile nella Pallavolo Padova, la sua grande famiglia. “Ma ora i numeri e i trofei hanno un valore relativo, perché quello che oggi Padova piange è un Campione che ha dimostrato tali caratteristiche anche nella vita di tutti i giorni, lì dove gli abbracci, i consigli e il quotidiano lavoro in palestra insieme ai ragazzi valgono più di qualunque podio – ha scritto ancora la società bianconera – Il compito di chi rimane è quello di tenerne in vita la memoria, onorare il suo lavoro e associare al grande Paso un grande sorriso. Anche se, credeteci, in questo momento facciamo proprio fatica a mostrarvelo”. 
La data e il luogo del funerale saranno comunicati nei prossimi giorni dalla famiglia e dalla società bianconera.