Cronaca di Redazione , 07/04/2021 12:23

Vaccino anti-covid: l'Ulss 6 apre nel pomeriggio le prenotazioni per gli over 80

Vaccinazioni Ulss 6

L'Ulss6 Euganea oggi pomeriggio aprirà le prenotazioni per gli over 80 che non hanno ancora effettuato la prima dose di vaccino e che a causa della sospensione nei giorni scorsi non sono stati vaccinati nonostante l'appuntamento fissato. Nei prossimi giorni l'Ulss 6 conta di fare così 11.000 somministrazioni e entro aprile finire tutti gli altri (le disdette erano state 17.000). Successivamente toccherà ai disabili e ai fragili. Per prenotare il vaccino clicca QUI. LE prenotazioni saranno possibili dalle ore 14.00.

Sono arrivate ieri all'Ulss 6 Euganea 18.000 dosi di Pfitzer e altre 23.000 saranno invece destinate ad Azienda Ospedaliera e Iov. I primi destinatari delle dosi saranno le persone ultra 80enni. "Partiremo oggi pomeriggio con la somministrazione di Pfitzer per gli ultraottantenni - ha spiegato Paolo Fortuna, direttore generale dell'Ulss 6 -. L'auspicio è che si concludano le vaccinazioni per questa fascia d'età entro aprile. Oggi apriremo anche slot alla popolazione meno anziana, 75-79 anni, con vaccinazione AstraZeneca, sapendo che, in base all'esperienza delle ultime, settimane circa un 20% di questi virerà poi verso il Pfitzer". 

Gli Over 80 che non riuscissero a prenotarsi online potranno chiedere a parenti o conoscenti di farlo per loro conto. A supportare l'iscrizione on line dei cittadini ci sono anche diversi Comuni della provincia, e le farmacie aderenti su base volontaria. Presto i medici di Medicina Generale si organizzeranno per effettuare 3.500 vaccinazioni con AstraZeneca, su una popolazione di età compresa tra 70-74 anni. Dal 22 aprile, sempre compatibilmente con le dosi a disposizione, inizieranno con le vaccinazioni a domicilio per gli ultra 80enni che non possono muoversi e poi via via scendendo di età per chi è infermo o impossibilitato a muoversi anche grazie all'aiuto dei medici di base. 

"Da maggio partiremo con campagna AstraZeneca più strutturata, con le fasce d'età che ci indicherà la Regione - conclude Fortuna -. Dobbiamo seguire un ordine di priorità compatibilmente con le dosi vaccinali a disposizione. Ho avuto contatti con don Dante Carraro del Cuamm e con l'ospedale militare, per creare linee vaccinali parallele alle nostre. Se si realizzano queste collaborazioni, diventeranno veri e propri nuovi centri vaccinali al pari della Fiera".

Sempre oggi pomeriggio sono state aperte nuove prenotazioni per circa 5mila settantenni nati tra il 1942 e il 1946, riservando i settantenni delle classi 1947-1951 ai Medici di Base che organizzeranno gli appuntamenti per i propri assistiti, sempre previa disponibilità di vaccini. Grazie alla loro preziosa collaborazione verranno vaccinati a domicilio anche gli ultraottantenni in condizioni di fragilità. L’Ulss 6 tiene inoltre a rassicurare le persone estremamente fragili (rientranti nelle categorie individuate dal Ministero) e i disabili Legge 104 articolo 3 comma 3: non appena le forniture lo consentiranno, si procederà alla loro vaccinazione.