Politica di Redazione , 07/04/2021 15:23

Bozza: Abbonamenti del trasporto pubblico, servono risposte alle famiglie

Alberto Bozza

Il tema degli abbonamenti al servizio di trasporto pubblico che le famiglie avevano già pagato nella primavera del 2020 e che sono rimasti inutilizzati per la chiusura delle scuole e la riduzione dei trasporti causate dal Covid, è ancora sul tavolo in attesa di una soluzione.

“Ora più che mai, che le scuole tornano a riaprirsi anche per le superiori, è necessario che le famiglie abbiano una risposta” dicono Alberto Bozza ed Elisa Venturini Consiglieri Regionali di Forza Italia, che oggi hanno presentato una interrogazione alla Regione per chiedere che si faccia parte attiva con il Governo per trovare una soluzione definitiva.

“Da subito abbiamo chiesto che gli abbonamenti già pagati ma di cui i ragazzi non avevano potuto usufruire venissero recuperati dalle famiglie – spiegano i Consiglieri forzisti – e in effetti così è stato, visto che la prima soluzione trovata è stata quella di accordare una proroga degli abbonamenti e voucher. Poi però in autunno l’anno scolastico ha ripreso a singhiozzo con lunghi periodi di didattica a distanza e gli abbonamenti prorogati sono diventati inutilizzabili. Ora è necessario che le famiglie abbiano chiarezza su questo punto perché con la prospettiva concreta che le lezioni in presenza riprendano, sarebbe utile poter usare finalmente questi abbonamenti”.

“In questo periodo così complicato – concludono Bozza e Venturini – è giusto aiutare le famiglie; un aiuto concreto può già essere quello di permettere ai ragazzi di usare gli abbonamenti già pagati, in modo da sgravare di questa spesa le famiglie. Serve che lo Stato intervenga con una norma che dia la copertura per rendere utilizzabili gli abbonamenti e voucher già pagati e nella Conferenza Stato-Regioni deve essere sollecitata la questione. La Regione in questo senso è e deve continuare ad essere a fianco delle famiglie e dei ragazzi”.